Vai al contenuto

beastwars

Tifoso Juventus
  • Numero contenuti

    522
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

262 Excellent

Su beastwars

  • Livello
    Juventino El Cabezon
  • Compleanno 29/12/1991

Contact Methods

  • Website URL
    https://www.last.fm/it/user/Mr_Luca

Profile Information

  • Sesso:
    Male
  • Scrive da:
    Torino
  • Interessi:
    Juve, sport in generale, musica
  1. Che diamine ci sta succedendo?

    Generalmente sono uno che legge molto e scrive poco (qualcuno dirà "meno male perchè spari solo minchiate" ), però colgo l'occasione di questo topic per esternare un po' quello che è il mio sentimento generale dallo 0-0 di ritorno con il Barça ai quarti di 2 anni fa (da cui poi scaturì la nascita del mitico Barzagli terzino bloccato e la conseguente sconfitta di Cardiff). Fatto salvo per la sbornia di martedì e l'inizio di campionato fino alla sconfitta (compresa) con lo United in casa ai gironi di quest'anno, questa Juve non riesco più a godermela. Si la seguo, la tifo come sempre da tutta la mia vita, ma non mi appassiona e non mi emoziona più. Per me è tutto così vuoto, un calcio apatico, privo di qualsiasi colpo di scena, di qualsiasi intuizione, segue schemi logici prefissati e prevedibili, ormai riesco anche ad anticipare le conferenze stampa di Allegri e le sue (non) scelte anti-intuitive, non vengo mai sorpreso dallo script imprevisto di una partita giocata meglio del solito (se non nell'impresa con l'Atletico), non vedo ritmo, non vedo tecnica, non vedo coralità, non vedo un'identità in questa squadra e in questa gestione. Sono talmente svuotato che non me la prendo nemmeno più per gli sfottò dei rosiconi antijuventini che fanno finta di tifare altre squadre per giustificare il loro gufaggio continuo, anzi molto spesso mi capita di evitare proprio l'argomento o ascoltare passivamente senza reagire, cosa che per uno come me è incredibile, uno che si seguiva i processi sommari e si leggeva le sentenze, un rancoroso di serie C, uno che andava a vedersi la squadra il sabato pomeriggio all'Olimpico per ammirare le gesta dei Boumsong, dei Bojinov e dei Paro, uno che nell'anno della rinascita rischiava risse durante l'1-1 a S.Siro contro "la mafia del calcio" (cit.) milanista, uno che ha creduto nella (o, per meglio dire, si è illuso per la) vittoria della CL anche quando a centrocampo schieravamo Tiago e Sissoko, insomma per uno juventino vero, come tanti altri qui sopra. Non riesco nemmeno più a trovare soddisfazione nel condividere la mia passione per questa società e per questa squadra con i miei fratelli e le mie sorelle di tifo, sempre più inseriti in questa spirale negativa di polarizzazione del pensiero, di garantismo ad personam, di tifo cieco e assuefatto o di critica imperterrita e indefessa, tanto da non avere più quel senso di unione e comunità che si respirava quando eravamo tutti coesi verso la rinascita. L'unico momento in questi ultimi 2 anni e mezzo in cui ho rivisto quel tipo di ambiente, quell'atmosfera elettrica, quel tifo collettivo e sincero e appassionato, è stato martedì scorso. Perchè al netto di tutte le idee personali giustamente da difendere (e anche da mettere in dubbio, perchè le persone intelligenti vivono di dubbi), noi tutti ambiamo da quasi un quarto di secolo a rialzare quella maledetta/benedetta coppa, perchè quando è successo l'ultima volta erano ancora in voga i floppy e le vhs, perchè ne abbiamo passate di cotte e di crude ma abbiamo sempre reagito, perchè le beffe sono sempre state dietro l'angolo ma noi ci abbiamo sempre riprovato, in tanti modi diversi, vedendo sfumare tutto sempre all'ultimo per dettagli ed episodi, perchè abbiamo sopportato tragedie come quella di Piazza S.Carlo (e i fantasmi dell'Heysel li abbiamo rivisti tutti quanti quella sera) e ancora oggi ne portiamo le cicatrici, perchè sopportiamo questo isolamento dal resto del mondo calcistico, questo odio diffuso e questa sindrome da accerchiamento continua di media e addetti ai lavori. Insomma di motivi ne abbiamo diversi per compattarci, ma non riusciamo comunque a farlo, perchè ognuna delle nostre due metà ha le sue ragioni e i suoi torti, sono lo yin e lo yang del tifo juventino, e sembra che l'uno non possa più esistere senza l'altro. Non voglio dare ricette vincenti, non voglio dare soluzioni, non voglio sviscerare dati e statistiche, non voglio ergermi su un piedistallo per sentirmi migliore degli altri o escluso da queste dinamiche perchè non lo sono, ma questo ambiente tossico non lo reggo più. E non mi riferisco a questo forum che dopotutto è ancora uno dei posti migliori per discutere di Juve, ma del mondo juventino nel complesso, sia nel web, sia nel vissuto quotidiano, sia nei media. Siamo un popolo di ipocriti e garantisti a convenienza, ci siamo risvegliati rivoluzionari e democristiani a seconda dello schieramento che abbiamo scelto. Salviamoci da tutto questo
  2. Oggi era una gita per tutti. Non è il caso di allarmarsi
  3. Il topic degli insiders • Winter edition

    Paulo lo adoro e non lo venderei mai, ma se fossi costretto a venderlo, pretendo Kylian (e la 10 a Berna)
  4. Comunque non vedevo l'ambiente Juve cosí unito da tanto tempo, cosí voglioso di fare l'impresa. Si respirava elettricità nell'aria ieri sera attorno allo Stadium. Era la serata di cui avevamo bisogno dopo la grande depressione di questi mesi, il clima generale da tutti contro tutti che abbiamo vissuto da Dicembre in poi. A questo punto tutti uniti fino alla fine, ad alzarla a c**** duro in faccia al mondo intero
  5. Godiamo insieme questa sera.

    Voglio chiedere scusa. E stare zitto fino a fine stagione. Non parlo più. dico solo: GRAZIE
  6. Spinazzola titolare è l'unica cosa per cui non deve essere criticato Allegri, l'ultima volta che ha fatto una cosa del genere è stato mettere Sturaro titolare in semifinale con il Real. Detto questo dico che abbiamo il 10% di possibilità di farcela solo perchè non la danno sulla Rai
  7. Domani sarà la fine di un sogno, la Juve che ragiona da vero top club europeo. Purtroppo certi limiti ambientali non potranno mai essere superati senza una dirigenza che abbia la mentalità di fare un calcio propositivo e moderno e farne il fulcro della filosofia societaria.
  8. I migliori brani Free-Form

    Una per decennio partendo dagli anni 70
  9. Il topic degli insiders • Winter edition

    Pep o Zizou e siamo a posto
  10. Il topic degli insiders • Winter edition

    Pep penso sia il sogno del 90% dei tifosi per la propria squadra come allenatore ed io stesso spero di vederlo un giorno sulla nostra panchina. In questo momento però Zizou mi sembra il compromesso giusto, per tanti motivi: carisma, ambiente, rapporti con i giocatori in rosa, mentalità.
  11. La Canzone Del Giorno

  12. Maglia 2019/2020

    Se guardiamo la linea da allenamento, capiamo che la home non sarà così ma avrà i richiami rosa (loghi più riga centrale)
×