Jump to content

B&W Pride

Tifoso Juventus
  • Content Count

    793
  • Joined

  • Last visited

Posts posted by B&W Pride


  1. 42 minuti fa, mi consenta ha scritto:

    Non voglio difendere le *****e, figuriamoci.

    Ma, devi ammettere che se il rigore fosse stato assegnato e trasformato ed ammesso che il risultato fosse poi finito 1-1, la Juve avrebbe mantenuto il comdando della classifica con un punto di vantaggio, ma una cosa è essere a -1 senza polemiche, altra è essere -4 con polemiche (pur sbagliatissimi che furono).

    Personalmente credo che avremmo comunque vinto quello scudetto, ma il fatto che dopo quella partita andammo a +4, ci facilitò la vittoria.

    Se avesse dato quel rigore (che non era rigore ) avremmo comunque vinto. Mancava piú di metá partita e fino ad allora li avevamo presi a pallate.... e avremmo continuato a farlo.

    Inoltre, se dobbiamo ragionare coi se e coi ma, la domanda piú opportuna da farsi sarebbe “come doveva finire quel campionato se all’andata contro le *****e non ci fosse stato annullato un goal valido e dato un rigore sacrosanto (questo sí) per fallo di West su Inzaghi?

    • Like 1

  2. 14 minuti fa, TheOriginalPortugal ha scritto:

    Ndonio è già quasi al limite.. Dopo una settimana di ritiro si lamentava già del mercaot, dopo la tourneé si è lamentato che la squadra non ha potuto allenarsi bene, dopo il primo pareggio con lo Slavia Praga ha detto che non arriva lui e trasforma i suoi calciatori in cigni, prima del primo vero crocevia della stagione dice di essere stufo e quasi da l'addio al calcio, dopo la partita dice che per battere Lecce, Cagliari, Udinese, questo Milan, Lazio (sculando) e Sampdoria la sua squadra ha dovuto dare il 200%..

     

    Aspettate che magari per un paio di partite non gira e perde punti contro squadre di mezza classifica dopo aver giocato con D'Ambrosio e Asamoah esterni, un paio di mugugni allo stadio, un paio di giornali che gli da contro, ed esplode..

     

    Ma la sua esplosione è già al 55/60%

    Io sono convinto che Ndonio esploderá del tutto quando i cerebrolesi dei suoi attuali tifosi cominceranno a dargli del “gobbo dopato di m...”. Il che accadrá appena si staccheranno da noi in campionato o usciranno dalla Champions. 
    Il primo (il degustatore di caffé corretti) ha giá cominciato ieri.... a breve arriveranno gli altri é lí vedremo Ndonio sbroccare del tutto.

    Sto solo aspettando, sono giá pronto coi pop-corn a godermi tutta la scena.

    • Like 1
    • Haha 3

  3. 7 ore fa, Raistlin1967 ha scritto:

    anyway: i  24 passaggi prima del tocco del pipa. per le pugnette notturne.

     

     

    Credo che nel video manchino i primi 6 perché se ne vedono solo 18.

    Ad ogni modo la cosa incredibile é che di quei 18, 8 sono passaggi a un tocco e 9 a 2 tocchi.

    Solo Pjanic in una occasione tocca la palla 4 volte (senza tuttavia rallentare il ritmo dell’azione).

    Se penso che l’anno scorso giocavamo sempre a 5/6 tocchi.......oddio

    • Like 1

  4. 1 ora fa, kkekko ha scritto:

    Mazzola attacca: "Conte gobbo dentro. Lo si vede da come protesta"

    07.10.2019 18:08 di Simone Lorini  Twitter: @simo_lor  
    © foto di Daniele Buffa/Image Sport
    Mazzola attacca: "Conte gobbo dentro. Lo si vede da come protesta"
     

    Ci sono gli juventini e gli interisti, ben distanti tra di loro e senza nessuna possibilità di trasformare l'azzurro in bianco, o viceversa. Per Sandro Mazzola non ci sono dubbi in merito. Queste le parole dell'ex bandiera nerazzurra ai microfoni di Radio Rai in merito all'arrivo di Antonio Conte sulla panchina della Beneamata, che proprio non riesce a digerire: "Abbiamo fatto bene a toglierlo alla Juve, però non so... non mi convince... Quando parla mi sembra parli ancora con gli juventini invece che con i nostri, perché si nasce juventini, come se si nasce interisti, è difficile cambiare".

    Conte continua ad esser gobbo?
    "Sì, non c'è niente da fare, è una cosa che ha dentro proprio. Lo si capisce anche da come guarda la partita. Vorrebbe parlare come da juventino, poi si accorge che è all'Inter e parla da interista. Protesta con gli arbitri come se fosse bianconero. Alla Juve gli bastava alzare le mani e guardare l'arbitro per avere un rigore qui. Qui invece no. Anche ieri l'arbitro ha favorito la Juve, come sempre".

    A questa Inter manca Icardi?
    "Sì, manca, mi piaceva molto. Lo preferisco a Lukaku".

    Ha parlato quello cresciuto in un ambiente in cui bastava bere un caffè per correre il doppio degli avversari....

     

    Occhio Sandrino che tutti quei caffè corretti ti hanno fatto male.....

     

    • Like 1

  5. 59 minuti fa, Bradipo76 ha scritto:

     

    Il "quest'anno" è ancora un mese, però. Abbiamo giocato appena sette partite, e le giocate oggetto di discussione saranno state due nella partita di sabato, una in quella prima, una a Madrid e così via. Si contano ancora sulle dita di una mano. Troppo poco per far statistica.

     

    Il "precedente" è un precedente che è durato cinque anni, non un mese o due. Cinque anni in cui abbiamo visto di tutto ed abbiamo giocato nei modi più diversi.

     

    Non possono essere paragonati due archi temporali così diversi tra di loro. 

     

    Sicuramente ci saranno delle differenze, quando i due periodi saranno confrontabili (diciamo dopo un tre anni di Sarri) si potrà fare un bilancio. Ovviamente al momento non abbiamo tutta questa pazienza, ma per fare delle valutazioni oggettivi bisogna passare per questo .asd. E quando questi periodi saranno confrontabili dovremo tener conto anche delle inevitabili "scorie" che questa nuova gestione avrà lasciato. Le cose buone si dimenticano in fretta, le scorie si accumulano .asd , varrà anche dopo il terzo o quarto anno di Sarri. 

     

     

     

     

    Per rimanere in tema, comunque, per pura coincidenza, mi sono andato a riguardare la partita dell'anno scorso sempre contro la Spal:

     

     

     

    Basta dare un'occhiata al secondo gol, mi pare attorno al secondo minuto.

    Non male come transizione. Ma son praticamente certo che nessuno si ricordi di questo gol.

    E ci sono anche due successive giocate, come un Pjanic che mette la palla tra le linee e poco dopo un'azione manovrata che porta Ronaldo al tiro, che in temi trattati in altri topic nessuno "si ricorda".  E sempre nell' "anno nero". .asd 

     

     

     

    Mi guardo bene dal farlo, né la cosa mi interessa. Hai perfettamente ragione, non si possono paragonare archi temporali diversi.

     

    Io dico solo che ad oggi, in queste prime partite dell’era sarri,  si sono riviste con una certa continuitá alcune idee sulle transizioni offensive che non vedevo da molto tempo (magari non 5 anni, ma nemmeno solo gli ultimi 6 mesi).

     

    Poi é ovvio, come dici tu:  tutto puó essere.... magari da settimana prossima non si vede più un contropiede neanche per sbaglio e devo cambiare opinione.. Cosí come é vero che ogni tanto una ripartenza la azzeccava anche la squadra di Allegri e mi puoi postare tutti gli esempi che vuoi. 

    A mio parere, e sottolineo “a mio parere” rimane la sensazione di una squadra (quella di Allegri)  che giocando con un baricentro cosí basso, avrebbe dovuto sfruttare di piú e meglio le transizioni offensive. E non lo ha fatto per una scelta tattica precisa (che privilegiava la fase difensiva).

    Forse hai ragione quando dici che é troppo facile dimenticarsi  delle volte in cui si é fatto bene, e sicuramente anche  io non sono immune da questo errore. Ma ti assicuro che invece ricordo ancora molto bene tutte le imprecazioni che ho tirato davanti alla tv le decine e decine di volte che abbiamo rinunciato a spingere una transizione potenzialmente vantaggiosa, o che in situazioni di 3vs2 siamo andati a mettere palla vicino alla bandierina, o abbiamo attaccato in 3 lo stesso spazio vanificando la superioritá numerica. 

    Situazioni che, per ora quest’anno non mi é ancora capitato di vedere (perlomeno non con quella continuitá).

     

    • Like 2

  6. 3 ore fa, Bradipo76 ha scritto:

    Non è in realtà vero che in passato non se ne son viste / non si sapevano fare: 

    Ce ne sono state anzi diverse anche più belle di quella vista sabato:

     

    Ne cito due che ricorrono pure spesso come gif:

     

     

    Un gol fatto da Higuain contro il Sassuolo, nel video se ne vede un frammento. Partiamo dalla linea di porta nostra:

     

     

    Non sto a citarle tutte, poichè è poco utile e soprattutto perchè non me le ricordo materialmente tutte .asd, così come ci scorderemo facilmente di quella vista sabato. 

    Queste me le ricordo bene e sono state delle grandi azioni. 

     

    Serve un po' di memoria e soprattutto la "voglia" di non ridurre tutta la nostra avventura con il tecnico precedente agli ultimi sei mesi dell'anno scorso. Così come non ridurremmo, immagino, tutto il lippismo alla stagione fallimentare di Lippi che portò al suo esonero dopo i 4 gol presi a Parma. 

     

     

    Ripeto, la differenza non sta negli estremi o nel numero di contropiede conclusi positivamente.

    Quello a cui mi ero abituato sotto la precedente gestione era una squadra che nelle transizioni offensive molto spesso (non sempre) si fermava se non riconosceva subito una chiarissima situazione di vantaggio (poiché si preferiva non correre il rischio di spezzare la squadra e subire una ripartenza in spazi larghi).

    La differenza che noto quest’anno é che ora “spingiamo” molto piú spesso anche le transizioni in paritá numerica. Indicatore evidente di un lavoro che é stato fatto e di un’idea tattica differente . Non necessariamente migliore..... questione di gusti. Personalmente preferisco la seconda, ma solo a patto che si sistemi la fase difensiva (che al momento é ancora decisamente  troppo ballerina).

     

    ps: tra gli esempi da te citati c’é un Juve-Sassuolo al termine della quale Allegri si lamentó molto di un atteggiamento troppo spregiudicato della nostra squadra.

    Fosse stato per lui, la maggior parte degli highlights di quel video non sarebbero neanche dovuti esistere (e infatti nelle settimane successive azioni come quelle divennero molto, molto, molto più rare).

     

    • Like 1

  7. Più che di contropiede parlerei di “transizioni”. Nella gestione precedente c’era il terrore di allungare la squadra. Quindi nelle transizioni offensive anche potenzialmente vantaggiose ci fermavamo, facevamo due passaggi indietro, aspettavamo che centrocampisti e difensori salissero.... e poi attendevamo la giocata dei singoli contro tutta la difesa schierata. E se non arrivava poco male (secondo chi sedeva in panca) perché poi eravamo giá posizionati in 9 per la successiva fase difensiva.

    Quelle poche volte che affondavamo il contropiede ( perché in situazione di superioritá numerica evidente) , ci dividevamo malissimo gli spazi e finiva spesso con un nulla di fatto.

    La differenza di quest’anno é che :

    1) anche se non c’é superioritá numerica, non fermiamo le transizioni (riconoscendo che anche un 3vs3 o 4vs4 in spazi larghi é una potenziale situazione di vantaggio da cui puó nascere un’occasione da rete). Il rovescio della medaglia é che se perdi palla in queste situazioni e gli avversari ti ripartono, a questo punto hanno loro un potenziale vantaggio per fare goal se non riesci ad accorciare subito e bene. Su questo dobbiamo ancora lavorare molto.

    2) É stata data un minimo di organizzazione anche alle transizioni offensive e ora i giocatori sanno come collaborare coi compagni senza pestarsi  i piedi a vicenda . Cosa a cui la precedente gestione tecnica sembrava allergica.

    • Like 3

  8. 24 minuti fa, kefeo ha scritto:

    questo è un altro discorso, effettivamente

    io non vedo nessun fuorigioco 

    né potenziale né reale

    secondo me nel cervello di questa gente semplicemente scatta un meccanismo di questo tipo: appena vedono un gol della Juventus sperano che ci sia qualcosa per annullarlo, poi vanno a cercare o a inventarsi quel qualcosa

    se c'è qualcosa che lontanamente possa essere sostenuto anche all'1% fanno scoppiare il caso

    qui non c'era manco quello, però tant'è sono riusciti a infilarci la frase dove il fuorigioco c'è

    ma ovviamente quelli che hanno dei limiti di comprensione siamo noi

    anzi facciamo le pulci

    uno scrive delle stron*ate, viene pagato per scrivere in italiano ed essere imparziale, non è capace a fare né l'uno né l'altro e si disturba pure se uno glielo fa notare

    esempi di veri uomini...

    Preparano inda-Juve del 6 ottobre.  Iniziano a montare quel “sentimento popolare” di Juve favorita per  far arrivare l’arbitro di quella partita a “non potere sbagliare se non a nostro a nostro sfavore” (semicit. Carraro). 

    Attenzione a Juve-Spal di sabato ..... mi aspetto che anche una eventuale rimessa laterale invertita sará usata a pretesto per costruire “lo scandalo”.

    • Like 1

  9. 5 ore fa, Sempre Bianconero ha scritto:

    :261:

    71244086_10218391896456099_8986795093478342656_o.jpg

    Dunque, riassumendo il ragionamento di Catapano:

    “ Bonucci é effettivamente in fuorigioco , peró un difensore del Brescia lo tiene in gioco, quindi non é in fuorigioco e il goal é regolare”.

     

    Un po’ come dire :” Catapano é un bravo giornalista, peró scrive una marea di puttanate, quindi non é un bravo giornalista ma solo grandissimo co.....ne “.

    O anche : “la moglie di ziliani é una moglie fedele, peró si fa trombare da Montero, quindi Ziliani é un po’ c****to”.

     

    trattasi di nuove forme di ossimoro.....


  10. Quando é arrivato ero abbastanza sicuro avrebbe dato un gioco (più gradevole ed efficace di quello del suo predecessore) ma avevo molti timori sulla gestione dello spogliatoio e sulla sua capacitá di calarsi nell’ambiente Juve.

    Ora sono moderatamente meno sicuro della prima e moderatamente piú fiducioso sulla seconda. Il saldo é in pareggio.

     


  11. 11 ore fa, El Fideo ha scritto:

     

    Dare chance a quanti e quali? Sarri ha tra le mani diverse incognite... Ad esempio per me non esiste proprio che rimangano sia Dybala che Douglas Costa, Bernardeschi insieme a loro è un incognita... Quest'ultimo lo teniamo perché è giovane e perché c'è da solo due anni e amen però c'è un rischio a cederli come anche a tenerli... Non possiamo dare a Sarri tanti elementi da rigenerare, è quasi impossibile che tutti faranno bene.
    Dybala se fa un'altra stagione incolore c'è il rischio poi che non riesci a venderlo a nessuno e hai una gatta da pelare di nuovo come Higuain adesso.

    Valutazioni che lascerei a Sarri.

    Per “chance” non intendevo certo un anno intero. Semplicemente nessuno parte fuori dal progetto, ma nei prossimi giorni Sarri e la societá devono iniziare a fare delle scelte in base a come reagiranno i giocatori alle indicazioni del nuovo tecnico. Alcuni giocatori si dimostreranno compatibili alle nuove idee, altri no. 

    Per definire chi si è chi no, personalmente, darei un peso bassissimo a ció che abbiamo visto l’anno scorso e altissimo ai prossimi 10 giorni di lavoro alla continassa.

     


  12. Ettore provo a risponderti....

    Se dovessi decidere chi tenere in base a quello che ogni singolo giocatore mi ha fatto vedere nella scorsa stagione probabilmente ne terrei anche meno di quelli che hai elencato.

    Sono peró anche conscio che, per una serie di motivi che non mi va di tornare a discutere (l’allenatore, i preparatori, la sfiga, le congiunzioni astrali .... ognuno ci metta la sua), la situazione in cui si sono trovati i nostri giocatori l’anno scorso fosse in assoluto la piú difficile per metttere in mostra le loro migliori  qualitá.

    Per questo ho sempre detto che vorrei, almeno in partenza,  dare a tutti una chance all’interno del nuovo progetto e non me la sento di bocciare nessuno (se non per motivi anagrafici).

    Detto questo sono anche convinto che non tutti i componenti della nostra rosa si riveleranno compatibili col calcio di Sarri ma, come ho detto sopra , non puó essere quanto visto nella scorsa stagione a farmi dire chi si è chi no.

    • Like 1

  13. Siamo in una fase nella quale i giocatori provano ad assorbire i primi input di Sarri , ma in campo ragionano ancora in termini di calcio “allegriano”. 

    É inevitabile che ci voglia del tempo per completare la transizione tra due idee di calcio diametralmente opposte.

    Dobbiamo costruire nuovi automatismi e trovare nuovi equilibri completamente diversi da quelli consolidati in questi 5 anni.... ci vorrá tempo e pazienza.

    Probabilmente non tutti i giocatori in rosa sono idonei al calcio di Sarri, ma promuovere o bocciare qualcuno ora mi sembra decisamente prematuro. 

     


  14. 2 ore fa, dal1982 ha scritto:

    in realta' non servivano parole, la scelta di andare in quella inter fu pessima e dimostro' che lippi e' tutto tranne che juventino vero 

    non lo e' mai stato, e mai lo sara' , secondo me eh 

     

    poi che sia un grande allenatore e' superfluo dirlo 

     

    https://www.google.it/amp/s/it.blastingnews.com/calcio/2017/12/lippi-fa-infuriare-i-tifosi-dellinter-e-spiega-il-suo-addio-ai-nerazzurri-002256641.amp.html

    Le parole di Lippi

    E proprio Marcello Lippi è tornato a parlare di quel periodo all'Inter, spiegando i motivi del suo fallimento, intervistato ai microfoni di Dogout:

    "Io all'Inter non ero ben visto perchè ho sempre difeso la mia juventinità e questo a loro non andava bene.

     

    • Like 1

  15. 57 minuti fa, GOGA MIGOGA ha scritto:

    C'era una volta un dirigente che passò dal Toro al Napoli o vice versa, non perdendo occasione di percularci, ladrarci ecc. ecc.

    Era grezzo e arrogante l'opposto dello stile Juve, mi chiedo se ci fossero stati i social come avrebbero reagito quando Umberto

    chiamo Luciano Moggi (che io non ho mai amato particolarmente) ma caxxo se era bravo, alla Juventus

    Anche senza social mi incazzai parecchio, e mi incazzai anche per l’ingaggio del semi-sconosciuto Lippi.

    Poi loro mi fecero ricredere.  Ma se lo guadagnarono,  non fu una gentile concessione. Capirono cos’era la Juve, ne condivisero i valori, diventarono “juventini dentro” a prescindere dallo stipendio, si comportarono e tutt’ora si comportano da juventini. 

    Allo stesso modo non negheró a Sarri la  possibilitá di farmi ricredere ma nemmeno gli concederó alcun credito. Sta a lui farmi cambiare idea, non a me dargli fiducia solo perché ha firmato un pezzo di carta. 

    Ad oggi  ho di lui una pessima opinione. Puó migliorarla col suo operato, ma attenzione, puó anche peggiorarla ulteriormente.

     

    • Like 2

  16. 10 minuti fa, Walter Mitty ha scritto:

     

    Scusa ma quale stile? Andarsene prima del fischio finale ad ogni partita senza mai stringere la mano all'avversario? Oppure deridere chi non vince mai? Oppure dire che il giocatore ha sbagliato tecnicamente o non gioca bene ( di M***A quest'anno ne ha tirata parecchia in giro per la squadra). 

     

    Le interviste con Adani o altri giornalisti?

     

    Ha un carattere da parac**o aiutato dal fatto che la stampa gli si è sempre prostrata ai piedi, uno per le vittorie e due per essere il nostro allenatore. Poi anche a me stava simpatico perchè vinceva e faceva rosicare gli avversari con le sue battute (paracu*e), e il carattere è venuto fuori alla grande prima al milan dopo l'episodio muntari (non dicendo mai nulla dei rigori a loro regalati) e  poi negli ultimi 4 mesi abbondanti quando sapeva di essere arrivato al capolinea, quindi non ha tenuto piu a freno la lingua e il suo vero carattere è venuto fuori. 

     

    L'altro è un uomo di 60 anni, più buzzurro di lui, e sono sicuro a Napoli ha interpretato il ruolo alla perfezione per l'ambiente, al chelsea non mi pare abbia avuto uscite nefaste, vuol dire che pure lui la lingua in certi contesti sa tenerla a freno.

    Ma queste cose non ti fanno ne vincere ne perdere i titoli, contano le competenze.

    Guarda, non entro nel merito sennó diventa una discussione lunghissima e probabilmente off topic. 

    Ovviamente rispetto la tua opinione ma mi tengo la mia convinzione che a livello di spessore umano ci sia un abisso tra i due.

    Una sola cosa peró la voglio dire , che spero condividerai....Non apprezzavo per nulla il calcio di Allegri, ma un merito gli va dato. Quando c’era da vincere si vinceva.... certo grazie al talento dei giocatori e non grazie ai suoi automatismi.... Ma questo succedeva perché non lui ha mai alimentato nei giocatori la cultura dell’alibi.

    Da altre parti, il risultato di affermazioni come “per avere un rigore dobbiamo fare le maglie a strisce” portava a perdere gli scudetti in albergo. Spero che almeno questa lezione nel frattempo Sarri l’abbia imparata.

    • Like 1

  17. 9 minuti fa, Walter Mitty ha scritto:

     

    Allegri e le sue battute volte a sfottere il prossimo, le sue teorie sul basket e la passione per l'ippica e il suo musetto, tutte cose PIENE di stile Juve. Ma perfavore è stato davvero stucchevole e antipatico come pochi. A tutti è piaciuto perchè faceva il prepotente vincendo, con una squadra che aveva 23 giocatori titolari praticamente e  l'avversaria più decente è stato il Napoli di Sarri che aveva Mertens prima punta e in panchina neanche ricordo il nome di chi c'era.

    Non per difendere sarri ma davvero siete pesantissimi con sta storia del perdente, allora siamo tutti perdenti nella vita perche non siamo i top manager di qualche società oppure imprenditori miliardari etc. Ci sono possibilità, sliding doors e altro che ti portano ad essere al posto giusto al momento giusto.

     

    Guardiola è arrivato in prima squadra al Barca dopo che Rijkard inculco gia una grande mentalità e lui ebbe i migliori centrocampisti spagnoli di sempre e la fortuna e bravura di lanciare un genio come Messi. Coincidenze astrali e bravura, entrambe necessarie.

     

    Lippi ugualmente ebbe una grande Juve con Vialli Del Piero Ravanelli etc, eppure lui doveva essere un perdente avendo vinto 0 prima di allora.

     

    Ancelotti prima di andare ad allenare il Milan? Schifato da noi per primi eppure li si formò l'alchimia giusta, tre finali e due vinte di coppa piu qualche serie A

     

    Zidane? Cosa ha mai fatto se non il secondo di ancelotti al Real? 3 Champions di fila. TRE CHAMPIONS di fila con zero titoli in bacheca

     

    Quindi basta con sta storia stucchevole del perdente, si valutano le capacità tecniche e le competenze e lui le ha ampiamente, molte di più dell'allenatore che ci ha appena lasciato secondo me, quindi sempre secondo me ad oggi noi siamo migliorati. Vincera? non si sa, la prossima stagione sarà a se stante.

     

     

    E' la squadra, l'ambiente e la società oltre alle stesse capacità dell'allenatore a creare i risultati

     

     

    E quindi? Siamo noi a dare i patentini per capire chi ha la qualifica per allenare? Ha vinto una coppa europea l'altro ieri, ha fatto 91 punti in serie A che secondo quelli che rimpiangono allegri è un campionato duro. Quindi?

     

     

    Anni diversi, avversari diversi, ma come si fanno a paragonare certe cose

     

     

    In realtà è pieno di post dei giocatori del chelsea che lo ringraziano, David Luiz fra i primi. E ricordiamo che lo spogliatoio del chelsea è quello che ha fatto fuori Mourinho prima e Conte poi.

     

    La fase difensiva è stata un dramma anche quest'anno basta guardare quante volte abbiamo difeso nella nostra aerea senza essere capaci di uscire, e soprattutto la partita di FUTSAL giocata da dei ragazzini olandesi in coppa campioni nella nostra area dove ho perso il conto dei palloni che si sono passati davanti al nostro portiere .

     

    Si parla tanto di immagine di allegri vs Sarri, e li in mondovisione che immagine abbiamo dato? Di squadra italiana anni 80 catenacciara e manco buona a ripartite.

    Quelle si che sono le prestazioni che fanno aumentare i fatturati e vendere le magliette....

     

    Non confondiamo le due cose. Un conto erano le teorie di Allegri sul calcio giocato ..... e da quel punto di vista, ti do ragione, Sarri gli é 10 volte superiore.

    Un altro sono lo stile, l’educazione, la capacitá di comunicare, lo spessore umano.... e qui il risultato (per ora) é un “no contest” a favore di Allegri (e te lo dice un anti allegriano convinto).

    • Like 1

  18. 6 minuti fa, Brian May ha scritto:

     

    sono d'accordo sugli aspetti fuoricampo da te citati

    sono però convinto che se la società ha fatto questa scelta è perché è sicura del Sarri uomo prima che allenatore

    aggiungo che alla juve c'è una grande cultura del lavoro e Sarri è un gran lavoratore sul campo, sono convinto che con CR7 ad esempio andrà d'accordissimo.

    a posteriori, se ci pensiamo, la stranezza è stata allegri...e il suo modo di vedere il calcio sia dentro che fuori dal campo. Infatti imho il suo ciclo forte è durato 3 anni, poi abbiamo svaccato...

    Spero vada come dici tu. A differenza tua peró io prima di dargli la mia fiducia attendo i risultati del suo lavoro.

    Ad altri avrei concesso del credito, a lui no.

×
×
  • Create New...