Jump to content

B&W Pride

Tifoso Juventus
  • Content Count

    1,696
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by B&W Pride

  1. Allegri puó fare ogni cosa, anche trasformare bentancur in Iniesta e kean in haaland. O almeno cosí sostengono alcuni. Davvero…., a me sta pure simpatico e lo considero anche un buon allenatore (ottimo in determinate condizioni), ma a leggere i suoi groupies qui dentro che lo descrivono come un essere sovrannaturale infallibile sta iniziando a starmi sulle balle (senza che lui, poverino, abbia alcuna colpa). Abbiamo 5 punti, unica vittoria sudatissima contro il temibilissimo spezia, e devo leggere che si vede comunque un miglioramento rispetto agli ultimi due anni…. Ma dai!!!!! io faccio il tifo per lui, perché trovi il bandolo della matassa e sappia metterei a pezza ai difetti della nostra rosa….. ma bisogna essere onesti e ammettere che per il momento siamo ancora in alto mare!!!
  2. Non so…. Ok l’ipotesi del calo fisico ci puó stare …… ma di colpo? Energie finite all’improvviso subito dopo il goal? Sapendo che bastava spingere altri 5 minuti per segnarne un’altro e mettere in ghiaccio la partita? Per me rimane soprattutto una questione di testa piú che di gambe. Io temo che a continuare a predicare il “cortomusismo” Allegri finisca col trasmettere ai suoi giocatori atteggiamenti che vanno anche oltre quel che lui vorrebbe. Ieri nel finale ha detto a bonucci :” ok gestire, ma continuate a giocare “…. Ineccepibile, ma forse con questa squadra la frase da dire era : “ continuiamo a spingere come se fossimo sotto, finché non ne abbiamo fatto un’altro non c’é un catzo da gestire!”.
  3. Comunque….l’aspettò piú rilevante della partita di ieri sera é stato che dopo il loro 2-1 e fino al nostro 3-2 abbiamo costruito tantissime palle goal e messo lo spezia alle corde. Poi dopo il goal di deligt, all’improvviso piú nulla. Ritmi da scapoli e ammogliati, passività, retropassaggi a gogo…. E non é finita come con Udinese, Napoli e Milan solo per caso. Ora, sono sicuro che nemmeno allegri volesse esattamente questo, ma forse la filosofia del “corto muso” con determinati giocatori puó portare a derive non volute di questo tipo….. Ora il dilemma é continuare a insistere col “muso corto” nella speranza di migliorarne pian piano l’applicazione, o prendere atto che con questa rosa sarebbe meglio lavorare su altre filosofie …. E non parlo di moduli, tattica, schemi. Parlo solo di atteggiamento. Ieri si capiva da 10 minuti prima del goal di deligt che l’avremmo ribaltata… Perché non abbiamo continuato con quell’atteggiamento anche dopo????!!!!
  4. Allucinante l’atteggiamento dopo il 3-2!!!
  5. Adesso mi raccomando, mettiamoci a gestire davanti alla nostra porta…..
  6. Solito…. Appena passati in vantaggio ci siamo abbassati e alla terza occasione consecutiva abbiamo preso goal….
  7. Io paragono le 6 Juve di allegri. Rose diverse ogni anno ma il problema dell’eccesso di errori tecnici c’era sempre. Spesso compensato da altri fattori che ci hanno comunque portato a vincere…. Quindi come dici tu…. Se cambi tutti i fattori tranne uno e il problema si ripropone, probabilmente é nel fattore che non hai cambiato.
  8. No perché io non sto facendo paragoni né con quelli prima né con quelli dopo. Sarebbe la cosa più inutile della terra….non credi? Io la penso cosí : se ci allena Conte parlo di Conte, se ci allena Allegri parlo di Allegri, se ci allena Sarri o Pirlo parlo di Sarri o Pirlo…. Ma non mi metto mai a fare paragoni con chi c’era prima o con chi viene dopo. Comunque, per completezza di informazione, anche le Juve di Sarri e Pirlo sbagliavano molto tecnicamente…. ma é tutto da dimostrare che sia per gli stessi motivi della Juve di Allegri. Forse si o forse no…. ma come ti ho detto sopra é inutile perderci del tempo perché ora il nostro allenatore é Allegri e mi interessa parlare solo di lui. Uno degli aspetti che mi ha sempre lasciato delle perplessitá é che da un allenatore cosí focalizzato sulla tecnica non mi aspetto di vedere cosí tanti errori tecnici da parte dei suoi giocatori. E non penso che sia perché non ci lavora. Al contrario sono sicuro che in settimana li fa lavorare tantissimo sulla tecnica individuale… Sono peró anche convinto, e ne abbiamo discusso in passato, che poi in partita, per il suo modo di concepire il calcio, i suoi giocatori siano chiamati al letture ed esecuzioni con un quoziente di difficoltá molto elevato che li porta spesso a sbagliare molto più di quanto si vorrebbe. Detto questo sono d’accordo con allegri sugli errori dell’inizio di secondo tempo col Milan. Quelli non c’entrano nulla con quello di cui ho parlato sopra. Erano errori “non forzati” in situazioni davvero semplici….. probabilmente ereditá (ti faccio contento) della gestione precedente dove si sbagliava non a causa dell’elevato quoziente di difficoltá delle giocate, ma a causa di mancanza di rigiditá nel manico.
  9. Concordo al 100%. É quello che gli si imputa da sempre, le sue squadre fanno tantissimi errori tecnici perché i giocatori sono spessissimo chiamati a giocate difficili. Poi se hai 11 campioni la palla la fai passare anche attraverso la cruna di un ago…. Ma se non li hai sarebbe meglio costruire col lavoro in allenamento situazioni piú semplici per i giocatori.
  10. Ok, ho capito che sei un troll. E credimi, é la cosa piú benevola che posso pensare di te in base a quello che hai scritto e a come lo hai argomentato. Ignoriamoci che é meglio….
  11. Cioé quella per allegri é campagna denigratoria, mentre quello che ti dici su deligt é legittima critica? Fammi capire, quale é il confine tra l’una e l’altra?
  12. Non c’é altro da aggiungere. Allegri concepisce solo un modo di portare a casa le partite…. di “corto muso”. Il gioco della squadra non é organizzato…. nasce dalle giocare e dalle letture dei singoli, che a inizio partita sono piú lucide e cosí i primi 20 minuti li fai anche bene. Poi la luciditá dei singoli cala e ….non rimane nulla. Non una idea comune, non un automatismo a cui aggrapparsi…. Solo gestione e speranza nelle giocare dei singoli (sia difensive che offensive). É il “cortomusismo “, se hai i campioni in squadra sai che alla fine, in qualche modo, metteranno il muso davanti all’avversario….. e su questo allegri ha costruito la sua carriera. Il problema é che se hai una rosa di buoni giocatori ma non supercampioni, giocando cosí, il muso non lo metti mai davanti a nessuno…. e si sta vedendo.
  13. Mettere da parte il corto muso e provare a giocare anche quando siamo in vantaggio.
  14. Appunto, i conti si fanno sempre alla fine! Quindi mi sembra prematuro dire ora “se non fosse per allegri….”. Quando sará il momento lo diremo. Dirlo ora é solo un atto di fede…. Solo questo volevo farti notare.
  15. Non credo… e comunque, anche se fosse, allegri non ha ancora dimostrato di non rischiarla (siamo terzultimi). E se butta male domenica potremmo ritrovarci ultimi.
  16. Tranquilli che se battiamo il Milan torna. Ave capro!
  17. Ahahah…. Per insabbiare le sue corna ci vuole una gru molto piú grande.
  18. Non mi sono dipiaciuti Rabiot e Alex Sandro. ho votato il secondo perché @Morpheus ©si é dimenticato di inserire il francese nella lista.
  19. Ora per essere sicuri di vincerla dobbiamo solo sostituire sczesny.
  20. Tutto vero, ma io mi sono fermato molto prima. Ho semplicemente detto che preferisco un allenatore capace di lasciare qualcosa rispetto a uno che non lascia nulla. E l’ho detto in risposta a un utente che misurava la bravura di un allenatore in base ai risultati che le squadre hanno ottenuto negli anni successivi al suo esonero. Poi tutto quello che dici tu é vero e non fa che confermare il mio pensiero (se io arrivo primo e tu l’anno dopo quarto…. Non é cosí automatico che lo io sono un fenomeno e tu un p.irla…. Come hai detto tu bisogna considerare molti altri fattori). Detto questo ci sono alcuni allenatori che ovunque sono andati hanno saputo costruire qualcosa di durevole partendo dalle macerie lasciate dai loro predecessori. Io non dico che allegri non ne sia capace…. Dico solo che finora ha mostrato altre caratteristiche. Speriamo abbia anche quelle necessarie per allenare questa squadra.
  21. Oppure i guai li hanno ereditati da lui i suoi predecessori….. non si puó sapere. In ogni caso quello che volevo sottolineare é che vorrei un allenatore che anche quando va via lascia delle solide fondamenta su cui possono tornare a costruire i suoi successori.
  22. Si peró é un pianista che prende 7 mln l’anno piú bonus. Ok c’é bisogno di tempo ma inizi a farci vedere qualcosa di nuovo da perfezionare poi nei mesi successivi. Perché se la sua idea é riproporci l’atteggiamento visto a Napoli non ci siamo…. É esattamente il motivo per cui era stato cacciato e su cui tutti speravamo avesse riflettuto.
  23. Sinceramente non so quanto questo sia un pregio. Ci sono allenatori che dove passano lasciano un’ereditá che dura anni (guardate le squadre di Conte come sono andate negli anni successivi al suo addio), altri che lasciano macerie…..
  24. Forse sbaglio ma io ricordo che quel Milan arrivò a qualificarsi per la champions con una serie mai vista (prima e dopo) di favori arbitrali nella seconda parte del campionato.
  25. Per dovere di precisione, a Udine e a Napoli Pirlo ci ha vinto col possesso palla sterile….
×
×
  • Create New...