Jump to content

B&W Pride

Tifoso Juventus
  • Content Count

    939
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by B&W Pride

  1. Guarda, non voglio sembrare irriconoscente e quindi come prima cosa ti dico che chi (a mio parere) ha sperperato il margine che avevamo sui nostri avversari in Italia è anche chi quel margine l'aveva costruito. Quindi da parte mia massima riconoscenza e fiducia verso la nostra dirigenza. Detto questo , col senno di poi, dobbiamo riconoscere che lo stesso cambiamento di filosofia di gioco che stiamo inseguendo oggi lo si poteva cominciare anche 3 anni fa quando avevamo un po' più di margine d'errore. Le domande che poni in realtà non hanno più motivo di essere. Sono quelle su cui abbiamo a lungo dibattuto quando è stato mandato via Allegri.... Una risposta che ci metta tutti d'accordo non c'è.... è stato deciso così dalla società e bisogna accettarlo. Io dico solo che se cambiamento doveva essere, si poteva pianificare meglio.
  2. E' anche vero che in quell'annata le nostre avversarie si suicidarono togliendosi una marea di punti l'una con l'altra e favorendo il nostro rientro. Spero vada così anche quest'anno, anche se temo qualcuna possa emergere sulle altre. Comunque, non vorrei dare l'impressione sbagliata. Io non sono pessimista su quest'anno...... credo fortemente che possa arrivare il decimo scudetto. Dico solo che questo è l'anno in cui abbiamo meno margini di errore. E se le cose non dovessero andare per il meglio sarebbe ingiusto prendersela con Pirlo....
  3. Per quel che mi riguarda assolutamente NO! Anzi, dopo Cardiff, sbagliando, ero anch'io convinto si dovesse continuare su quella strada almeno per un'altro anno. Più avanti, col senno di poi, mi sono reso conto che quello era il momento in cui la distanza tra noi e tutti gli altri in Italia ha raggiunto il picco massimo e se c'era un momento perfetto in cui poter affrontare un anno di transizione continuando a vincere era quello. Tra l'altro oggi a sky facevano notare come negli ultimi 10 anni, con sole due eccezioni (il sassuolo di di francesco e il topo di mazzarri) le prime sette squadre della classifica siano state sempre le stesse.... e che la differenza di punti nell'ultimo campionato tra la settima e l'ottava sia stata di ben 11 punti. Segno che la differenza di competitività tra le prime della classifica e le altre si sta sempre più ingrandendo e quest'anno (complici anche i 5 cambi) sarà sempre più difficile che le prime perdano punti contro squadre inferiori. Se si parte male quest'anno anche un filotto di vittorie come quello dell'annata 15/16 potrebbe non bastare.
  4. Secondo me la questione ha molte sfaccettature..... E' indubbiamente vero che una squadra che vuole giocare il calcio che ha in testa Pirlo (e la nostra dirigenza, e la stragrande maggioranza dei nostri tifosi) non si costruisce dall'oggi al domani. Tra l'altro non è un lavoro del solo allenatore, ma anche di società, giocatori, preparatori, tifosi (che devono avere la pazienza di attendere). Non si tratta solo di decidere di pressare alto (cito un esempio su 1000), ma anche di capire quando farlo e quando no, con quali automatismi e con quali giocatori. Ci si arriva negli anni con aggiustamenti successivi, migliorando pian piano la rosa con l'acquisto di giocatori sempre più idonei al progetto, aumentando le conoscenze dei giocatori stessi e l'esperienza dello staff tecnico. Chi è più avanti di noi in Europa e riesce a giocare un calcio "di dominio", ci lavora da anni. Pochi sono riusciti a vincere..... altri continuano a provarci..... Noi abbiamo iniziato l'altro ieri. E' altrettanto vero però che la distanza rispetto alle più vicine concorrenti che avevamo fino a 3 anni fa in Italia era davvero siderale. L'errore è stato di non sfruttare quel margine per ricostruire in quel momento. Dico una cosa già detta e stradetta, ma è dopo Cardiff che bisognava avere il coraggio di cambiare. Lì avremmo potuto ricostruire facendo tutti gli esperimenti (ed errori) necessari senza smettere di vincere (almeno in Italia). Invece si è deciso di concedere altri 2 anni a un progetto ormai finito. Si sono rinnovati contratti a giocatori logori (anzi che rinnovare la rosa), si è continuato a giocare per altri due anni un tipo di calcio lontanissimo da quello che si vuole proporre ora. Fino al capolavoro dell'anno scorso in cui si è bruciato quel poco margine che ci era rimasto con l'ingaggio di un allenatore "incompatibile" con l'ambiente Juve. Si è vinto lo stesso, perchè come ho detto, la distanza rispetto agli avversari era enorme.... però un passettino alla volta, anno dopo anno, li abbiamo fatti avvicinare sempre più. Ora si getta la croce addosso a Pirlo per un pareggio alla seconda di campionato, ma chi in 3 anni ha bruciato l'enorme vantaggio che avevamo su tutti i concorrenti costringendoci a non avere più margine di errore non è stato Pirlo.....
  5. Mi spiace dirlo ma squadra messa malissimo e presi due goal ridicoli.
  6. Comunque, anche nel 2006 la procura di Torino indagó su una serie di intercettazioni, e poi archivió perché non vi era alcuna evidenza di reato. Poi qualcun’altro passò quelle stesse intercettazioni ai media che con “taglia e cuci “ costruiti scientificamente contribuirono a creare quel sentimento popolare indispensabile per sottoporci a un processo farsa..... E in quel caso nessuno si idignó per delle sentenze pubblicate sulla giornalaccio rosa prima che venissero scritte dai giudici....(ora invece tutti a indignarsi per una foto di Suarez col diploma pochi minuti dopo l’esame...). Finirá diversamente, perché (mi auguro) questa volta ci difenderemo, ma quello che sta succedendo non é molto diverso da come iniziò nel 2006.....
  7. Perché nel 2006 uscirono solo poche decine di intercettazioni di Moggi (tra l’altro completamente decontestualizzate) e non uscirono le altre migliaia che le smentivano o che inguaiavano altre società? La risposta é la stessa.
  8. Per quello che é uscito fino ad ora a me sembra che ci sia il nulla assoluto. Non solo nei nostri confronti ma anche in nei confronti dell’universitá e degli esaminatori. A meno che non tirino fuori un jolly clamoroso il resto sono solo i soliti taglia e cuci decontestualizzati, il cui contesto piú probabile é quello del cazzeggio tra due persone che commentano, scherzandoci sopra, l’esame di un personaggio famoso. Il resto é il solito squallore dei media nostrani, e di qualche inquirente che ha deciso di farsi un po’ di pubblicitá sfruttando la visibilitá che il nome Juventus garantisce.
  9. Al momento siamo senza terzini e senza centravanti. Anche a centrocampo forse manca qualcosa. Difficile essere favoriti in queste condizioni. Speriamo nel mercato perché cosí come siamo (anche se arriva Dzeko) non possiamo vincere.
  10. Ha ragione. siamo in agosto e, da sempre, in agosto l’inda é la squadra piú forte. Poi arrivano gli altri 11 mesi.....
  11. Il punto é questo.Giocatori come CR7 o Messi ti creano dei problemi tecnici da risolvere e ti bruciano compagni di reparto a ripetizione. Se li prendi sai che dovrai sudare sette camicie per trovare un equilibrio in campo e che per quanto tiri la coperta questa sará sempre corta da un lato o dall’altro. D’altro canto, se hai la fortuna o la bravura di trovare un equilibrio appena appena accettabile, questi due ti fanno vincere la Champions. Perché sono gli unici in grado di spezzare qualsiasi equilibrio in qualsiasi momento con una giocata singola..... e in champions questo conta. Per rispondere all’autore del topic, “ senza Ronaldo si possono creare piú palle goal e concederne meno agli avversari? “ . Sicuramente sí. “Si hanno piú probabilitá di vincere? “. Probabilmente no. Peró devi scegliere bene chi fargli giocare accanto (anche al costo di sacrificare dei fenomeni), perché sennó fai la fine di noi quest’anno.
  12. Sicuramente non di Ziliani. Sennó Agnelli avrebbe preso Montero.
  13. Esatto, ma piuttosto che farlo hanno scelto di cambiare e scaricare la patata bollente al terzo allenatore in tre anni.
  14. É stata la scommessa persa da Sarri quest’anno. La riproponiamo e bruciamo anche Pirlo? A mio avviso alla Juve manca un centravanti vero (se Higuaín fosse stato in una condizione almeno presentabile, in coppia con CR7 ci avrebbe giocato quasi sempre lui). Spiace dirlo perché sono due giocatori che adoro ma la situazione si puó risolvere solo panchinando Dybala e facendo capire a CR7 che non é necessario le giochi tutte. Ma é irrealizzabile, per una miriade di altri motivi “non prettamente tecnici” e quindi sará un altro anno di compromessi alla ricerca di una quadra difficilissima da trovare.
  15. Non correrebbe mai per tutti e tre..... Un centravanti come dici tu potrebbe compensare la corsa di uno dei due, non di entrambi.
  16. Io sono perplesso..... ma non su Pirlo come allenatore. Mi piace tantissimo la persona, adoro il campione che è stato ma come allenatore non posso dire nulla. Nè in bene nè in male. Troppo inesperto e amico dei senatori? Forse....... o forse no e si rivela uno come Conte, che non guarda in faccia a nessuno e li manda a f****o davanti a tutti nello spogliatoio (chiedere a Buffon). Secondo me questa squadra ha altri grossissimi problemi da risolvere....e da questi dipenderà la sorte di Pirlo. E non parlo solo di mercato. Mettiamo anche che Pirlo si riveli un grandissimo allenatore e che la società in questo mese che manca all'inizio del campionato gli compri dei terzini favolosi, dei centrocampisti dinamici e tecnici, un centravanti fenomenale..... rimane secondo me lì sul tavolo il problema principale. Ronaldo e Dybala , pur fenomenali, sono un attacco assortito malissimo..... se giochi a 2 punte l'area rimane costantemente vuota e non attacchi mai la profondità, e non puoi giocare col tridente perchè a nessuno dei due puoi chiedere di rincorrere l'uomo. Non li puoi vendere e non puoi panchinare nessuno dei due.... non finchè continuano a giocare così. Mi chiedo non solo cosa farà Pirlo per uscire da questa situazione, ma anche cosa potrebbero fare Guardiola, Lippi, Klopp, Houdini? Non voglio difendere Sarri, a cui imputo altre colpe, ma questo è il vero problema su cui si è scervellato tutto l'anno e che non è riuscito a risolvere.... forse perchè una soluzione non c'è.
  17. É quello che sto dicendo io. Se AA ha deciso per l’esonero é perché ha visto qualcosa per cui quello che vedevamo noi in campo era solo una conseguenza. Non dubito della decisione presa, dico solo che se é stata presa ci sono sicuramente motivi molto piú solidi di quelli che a noi sono visibili.
  18. Quindi secondo te basta cambiare allenatore e risolviamo tutti i problemi? Perdonami, ma ti faccio la tua stessa domanda. Ma quest’anno lo hai visto cosa succedeva in campo?
  19. Io penso due cose : 1) ammesso che Sarri abbia delle colpe, e probabilmente ne ha, il cambio di allenatore risolve solo una piccola parte dei problemi avuti quest’anno. Rosa da rivoluzionare profondamente e anche a livello dirigenziale sono stati commessi diversi errori. Se si pensa che cambiando allenatore cambierá tutto si commette un grosso errore. Il 70% dei nostri problemi richiedono altri tipi di interventi. 2) Non si esonera un allenatore che vince lo scudetto al primo anno. Tanto piú in un anno come questo dove ci sono mille altre attenuanti e si é giocata la metá delle partite in condizioni ambientali mai viste prima nella storia del calcio (giocando ogni 3 giorni, senza pubblico e sotto un caldo torrido). A mio avviso Sarri non è stato esonerato né per i risultati né per la quslitá del gioco (pur deludenti). Unico motivo per l’esonero di Sarri puó essere qualcosa che noi non abbiamo visto e che é successa dietro le quinte. Evidentemente c’é stata una frattura insanabile tra staff tecnico e altre componenti della societá (giocatori o dirigenza) e noi ne abbiamo visto solo gli effetti in campo. Cosa é veramente successo lo sanno solo i diretti interessati e solo piú avanti inizierá forse a trapelare qualcosa....
  20. Concordo, quest’anno é stato lasciato in mano a Sarri un rebus praticamente irrisolvibile. Poi magari si sará anche dimostrato inadeguato e puó essere giusto il suo esonero ma sono sicuro da solo questo non risolve tutti i problemi che abbiamo in questo momento.
  21. Dipende da chi arriva.... Per Inzaghi o pochettino avrei dato un’altra stagione a Sarri. Sono perplesso.
  22. No, gli errori non sono equamente distribuiti su entrambi i lati. da un lato ha tirato una bomba atomica, dall’altro un petardo (e non sono nemmeno sicurissimo che non l’abbia fatto apposta per apparire superpartes sapendo di non esserlo stato). Io do sempre per scontata la buonafede di tutti gli arbitri quando “non vedono qualcosa che c’è” (puó succedere, inevitabilmente qualcosa sfugge perché é scientificamente provato che l’occhio umano non puó vedere tutto). Invece non riesco a non pensare alla malafede ogni volta che “vedono qualcosa che non c’é”. Lí, come diceva Moggi, si vede la volontá dell’ arbitro. Se vedi qualcosa che non c’é é perché LO VUOI VEDERE.... Se poi tale decisione viene anche assecondata dal VAR, inizio a farmi delle domande sulla credibilitá dell’intero sistema, che, tra l’altro,manda un arbitro dal passato non limpidissimo a dirigere una partita cosí importante.
  23. Agnelli ieri sera ha ribadito piú volte della necessità di ritrovare “entusiasmo” per la prossima stagione. Lasciando intendere che quella sia la principale carenza che lui vede in questo momento. E in effetti non é difficile vedere che in questa squadra, figlia di mille compromessi, nessuno sia veramente convinto di quello che sta facendo. Non lo é Sarri, che non é riuscito a far giocare il suo calcio a questi giocatori, non lo sono i giocatori, che sono stati chiamati auscire dalla loro zona di comfort costruita negli ultimi 5 anni, non lo sono i dirigenti che si ritrovano o ad aver sbagliato la scelta dell’allenatore o della rosa da mettergli a disposizione (delle due l’una.... non si scappa). In questo contesto, come ha giustamente detto Andrea, occorre un’analisi accurata di tutto quello che non ha funzionato e la rimozione drastica di tutte le cause. Al fine di ridare entusiasmo a tutto l’ambiente nella certezza che i problemi di questa stagione non abbiano a ripresentarsi nella prossima. Se nella testa di qualcuno rimarrá il minimo dubbio che uno o piú problemi di quest’anno non siano definitivamente risolti avremo purtroppo ripercussioni gravissime anche durante la prossima stagione.... E in questo contesto secondo me da domanda fondamentale da farsi non é se un Bentancur o un Rabiot siano idonei o no al gioco di Sarri.... perché se ci fosse il minimo dubbio al riguardo la societá ci metterebbe meno di un secondo a sostituirli prima dell’inizio della prossima stagione. La vera domanda é se sono adatti al gioco di Sarri quei giocatori che NON PUOI sostituire, quelli che in questa stagione piú volte ti hanno tolto le castagne dal fuoco. Perché se la risposta é no, abbiamo giá visto quest’anno cosa succede se si tenta di ridolvere il problema coi compromessi.... Occorre ora solo una decisione drastica (in un verso o nell’altro) per uscire definitivamente dalla palude di mezzo in cui ci troviamo in questo momento.
  24. Rigore inconcepibile, davvero inconcepibile.... Credibilitá del var e del calcio in generale sprofondata sotto zero. É davvero difficile commentare un episodio del genere senza provare imbarazzo...
  25. Ok questa squadra ha dei problemi .... ma oggi siamo usciti per una decisione demenziale del signore col fischietto. Domani mi incazzeró coi nostri per la stagione deludente, ma oggi c’é solo un co*****e a cui do tutte le colpe, e non era uno dei nostri.
×
×
  • Create New...