Jump to content

Marciodentro

Tifoso Juventus
  • Content Count

    918
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

313 Excellent

About Marciodentro

  • Rank
    Juventino El Cabezon

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Chi ha ordito ed organizzato questa nuova ondata antijuventina ha pensato di replicare quello che e' successo nel 2006. La differenza sostanziale e' che nel 2006 solo una minoranza della minoranza, ossia quei pochi tifosi juventini che si sono sbattuti per analizzare e seguire in dettaglio ed in profondita' la questione e' riuscito a rendersi conto (e quando l'ha fatto con qualche mese/anno di ritardo) della porcata che era stata perpetrata. Io stesso, alle prime notizie uscite (le notizie delle famose telefonate Moggi-designatori), sono stato travolto dall'onda colpevolista. Capire la vera natura di calciopoli e' stato un processo piuttosto lento, iniziato a dire il vero per quanto mi riguarda, gia' le prime settimane successive, ma completatosi molti mesi dopo con le intercettazioni svelate da Moggi. Non penso di essere lontano dal vero pensando che il 95% di noi tifosi juventini avesse accettato, al momento della prima sentenza, la penalizzazione che ci era stata inflitta. La passione e' stata piu' forte, abbiamo accettato la B, pur sapendo di aver subito una profonda ingiustizia (sopratutto la disparita' di trattamento sopratutto con l'Inter dei prescritti). La differenza sostanziale e' che oggi la percentuale e' ribaltata e la stragrande maggioranza di noi tifosi ritiene SIN DA SUBITO, quello che sta succedendo una profonda ingiustizia. Nel 2006 non era partita questo terremoto di disdette e disinteresse dei tifosi juventini: i padroni del calcio italiano sentono solo ora la terra tremare ed e' solo questo che potrebbe portare a fermare questa frangia forcaiola di magistrati e giornalisti supportata da tutto il mondo sportivo antijuventino. Analizzare la faccenda dal punto di vista giuridico e' una inutile perdita di tempo.
  2. Ho controllato bene e mi risulta che non ci sia in programma alcuna partita ufficiale della Juventus FC questo fine settimana ... Anche a voi risulta?
  3. In questo caso la valutazione etico morale sarebbe dovuta essere preponderante alle regole in quel momento vigenti. E' come se durante una guerra per vivere tutti entrano in un supermercato abbandonato, fanno razzia di cibo per sopravvivere e poi 2 anni dopo il pm napoletano di turno viene ad indagare te e solo te che hai magari fatto le corna a sua figlia 3 anni prima oppure perche' come capo del personale dell'azienda hai fatto licenziare l'altro suo figlio .... certo che per i cornuti e i disoccupati le valutazioni etico morali sono diverse, vero ziliani e pistocchi?
  4. Ti sbagli, tutto in regola. Hanno depositato in Figc dei fogli A4 bianchi con scritto: 我来付 (paghero') E Gravina: "Tuttappost!!!"
  5. Ci stanno facendo il lavaggio del cervello: prova ne è il fatto che stiamo "tremando" per la questione degli stipendi che è una cagata pazzesca in sè, al quadrato considerando il momento storico in cui si è generata... ci sono squadre che hanno vinto lo scudetto NON pagando gli stipendi per 6 mesi nel 2021: qua dentro nessuno mai ha pensato che traessero vantaggio da questo, ma solo si aveva la prospettiva che fallissero a breve... Siamo veramente alla follia!!!!!
  6. Ma in realtà io ricordo di aver letto nel comunicato della Juve che rinunciavano ai 4 mesi per il bilancio 2020, ma veniva altresì detto che...(in rosso)... "Juventus Football Club S.p.A. comunica, in ragione dell’emergenza sanitaria globale attualmente in corso che sta impedendo lo svolgimento dell’attività sportiva, di aver raggiunto un’intesa con i calciatori e l’allenatore della Prima Squadra in merito ai loro compensi per la restante parte della corrente stagione sportiva. L’intesa prevede la riduzione dei compensi per un importo pari alle mensilità di marzo, aprile, maggio e giugno 2020. Nelle prossime settimane saranno perfezionati gli accordi individuali con i tesserati, come richiesto dalle normative vigenti. Gli effetti economici e finanziari derivanti dall’intesa raggiunta sono positivi per circa euro 90 milionisull’esercizio 2019/2020. Qualora le competizioni sportive della stagione in corso riprendessero, la Società e i tesserati negozieranno in buona fede eventuali integrazioni dei compensi sulla base della ripresa e dell’effettiva conclusione delle stesse. Juventus desidera ringraziare i calciatori e l’allenatore per il senso di responsabilità dimostrato in un frangente difficile per tutti".
  7. Dopo ziliani, sembra che anche pastrocchi sia abbastanza informato... ed ha pubblicato la chat prelevata da De Ligt e De Sciglio.. se non fosse per il clima forcaiolo che è stato artatamente creato non ci vedo nulla... far passare questa roba come una cosa che crea un vantaggio sulle altre squadre è surreale... Fra un pò viene fuori che alcuni dirigenti hanno taroccato i rimborsi spese e siamo a posto!
  8. Il cervo e' comunque ben informato. Aveva disponibile gli interrogatori di Bonucci, Chiellini e Buffon. Le ho lette e faccio due considerazioni: 1 - ma il procuratore di Torino napoletano non aveva fatti piu' imprtanti di cui occuparsi (chesso, qualche spaccio di droga nella zona della stazione) di una stupidaggine simile, messa in atto in un periodo emergenziale come quello del covid? 2 - E poi, io non ci ho capito nulla cosa potrebbe essere il problema ... accordi verbali? Stretta di mano? Immagino tutti gli azionisti della Juve indignati per aver avuto nascosto queste informazioni riservate (in un momento in cui forse pensavo che il COVID avrebbe azzerato i loro titoli, non certo la manovra stipendi... CHE PENA!!!
  9. Da TS TORINO - La Procura federale, la Juventus e il mistero della “nota 10940” datata 14 aprile 2021. Vale a dire: per gli inquirenti un carteggio (con la Covisoc) tutt’altro che degno di interesse in quanto «non costituiva atto d’indagine». E invece per la difesa bianconera un documento di rilevanza tale da poter portare all’inammissibilità dell’intero processo. Se solo venisse depositato, ovvio, come da reiterate richieste avanzate da buona parte dei club che strada facendo sono stati coinvolti nell’inchiesta sportiva sulle plusvalenze (Tribunale, Corte d’Appello, revocazione). Al momento è impossibile dare maggiore credito all’una o all’altra parte e persino valutare fino a che punto in ballo ci sia un semplice tecnicismo oppure una questione più sostanziale. Certo è, però, che quest’alone di mistero su un documento (protocollato, peraltro) inutilmente chiesto da più parti non fa altro che alimentare ulteriori dubbi in chi dubbi già ne nutre parecchi. Il mistero, oggettivamente, c’è. C’è perché la Juventus - ma in realtà era in buona compagnia del Pescara, in primis, poi del Parma, della Sampdoria... - ha più e più volte provato a prendere visione dell’ormai fantomatica “nota 10940” che la Procura Federale ha inviato alla Covisoc (Commissione di Vigilanza sulle Società di Calcio Professionistiche) nel lontano aprile del 2021. Ma in tutta risposta ha ottenuto dei sonori due di picche. Un secco no l’ha ricevuto dal procuratore Giuseppe Chiné a seguito dell’istanza formalizzata il 14 marzo 2022 in quanto quella nota «non fa parte della documentazione acquisita nell’ambito del procedimento disciplinare» e poi ancora il 6, l’11 e il 12 aprile 2022. In queste occasioni ci aveva provato sia con Covisoc (nada) sia con la Procura la quale ha precisato che «la nota del 14 aprile 2021 non costituisce atto d’indagine» e dunque «rimane estranea al fascicolo e all’attività istruttoria». Ma cosa ci sarà mai scritto in quella nota? Perché la Juventus teneva/tiene così tanto a visionare quel carteggio? Perché Covisoc e Procura hanno così a cuore che non sia messa a disposizione della controparte? Andiamo per ordine, innanzitutto spiegando che è la Covisoc stessa che - nel documento in cui informa la Procura dell’avvio di attività di controllo - fa riferimento alla nota in questione richiamando le “indicazioni interpretative” che vi erano presenti. E ancora, sottolinea Covisoc, è proprio sulla scorta di queste “indicazioni interpretative” che l’organo di vigilanza segnala alla Procura alcune «fattispecie per le quali non è agevole apprezzare quali siano i criteri a cui si sono attenuti i contraenti allo scopo di pattuire il relativo prezzo» (sì, insomma, detto semplice: c’era qualcosa che non tornava in certe operazioni di mercato). Più di così, non è dato sapere. Tanto basta, però, ai legali bianconeri (e a quelli delle altre società coinvolte) per chiedersi se e perché la Procura Federale abbia avuto “interazioni” con la Covisoc ad aprile in merito ad attività di controllo e procedimenti disciplinari aperti formalmente ad ottobre. E’ la stessa Covisoc, peraltro - rimarca la Juventus nella memoria difensiva del 16 gennaio - che fa riferimento a “pregresse interazioni”. Mio commento: se ancora i legali della Juve perdono tempo con i cavilli giuridici, non hanno capito nulla della strategia da tenere. Quelli fanno quello che vogliono, cambieranno le date, cambieranno i contenuti perche' tanto non c'e' nessuno che li controlla. E un un mondo autoreferenziale inpenetrabile.
  10. Non posso proprio vedere questi post in cui si fanno speculazioni e previsioni sui punti di penalizzazione e sopratutto delle prospettive di obiettivi in conseguenza di questi...
  11. Se lo vendiamo al napoli che ci da in cambio le mutande usate di Insigne, no di certo!
  12. Ta Juventus si è mossa. In anticipo. E così ha annunciato di aver raggiunto l’accordo economico con giocatori e allenatore della prima squadra per far fronte all’impatto economico negativo dopo l’emergenza coronavirus. Di fatto i loro compensi verranno ridotti per un importo pari alle mensilità di marzo, aprile, maggio e giugno 2020. Dunque, fino al termine della stagione. Un accordo che porterà alla società un effetto economico positivo di circa 90 milioni di euro. Una boccata di ossigeno per un bilancio che senza incassi e tutto ciò che l’indotto crea quando ci sono gli eventi subisce comunque un colpo durissimo. L’accordo prevede anche una eventuale integrazione dei compensi nel caso in cui la stagione dovesse riprendere. In ogni caso le integrazioni sarebbero liquidate dopo il primo luglio senza avere un impatto sul bilancio al 30 giugno 2020. Un primo passo importante che è arrivato dopo un paio di giorni di colloqui tra società e leader dello spogliatoio Chiellini, Buffon e Bonucci, che si sono fatti portavoce di questa esigenza della società. Un'esigenza che ha trovato terreno fertile e che ha portato a questa intesa importante nel giro di pochissimo tempo. Un segnale di responsabilità in un momento difficile quanto eccezionale. Articolo del 2020... O fake news, o dybala ha un Alzheimer da long covid...
×
×
  • Create New...