Vai al contenuto

JUFAN

Tifoso Juventus
  • Numero contenuti

    11378
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Days Won

    2

JUFAN last won the day on August 14

JUFAN had the most liked content!

Reputazione Forum

816 Excellent

Su JUFAN

  • Livello
    Juve mitologica! e sono 36!
  • Compleanno 04/10/1980

Contact Methods

  • Website URL
    https://drive.google.com/drive/folders/0Byzncydk8omXUlBRY0ZPc2psNW8?usp=sharing

Profile Information

  • Sesso:
    Male
  • Scrive da:
    Parma/Fano
  • Interessi:
    Juve 35° https://drive.google.com/drive/folders/0Byzncydk8omXUlBRY0ZPc2psNW8?usp=sharing

Visite recenti

4196 visite nel profilo
  1. https://www.quotidiano.net/esteri/bambi-cacciatore-frodo-1.4351658 Pena esemplare per un bracconiere in Missouri. E' accusato di aver ucciso centinaia di animali Quel che si dice una pena rieducativa. Un giudice dello stato Usa del Missouri ha condannato un bracconiere recidivo a guardare in carcere per un anno il film "Bambi", grande classico di Walt Disney che racconta la storia di un cerbiatto la cui mamma viene uccisa da un cacciatore. David Berry, 29 anni, sospettato insieme ai suoi familiari di aver ucciso centinaia di cervi in un periodo di circa tre anni, dovrà obbligatoriamente guardare il cartone animato almeno una volta al mese durante la sua pena di un anno di prigione, con una prima visione da tenersi entro il 23 dicembre. La pena esemplare arriva al termine di un'indagine definita "una delle più importanti condotte nello Stato in materia di bracconaggio". Secondo i media americani, il bracconiere uccideva i cervi per ego e avidità, solo per esporre le loro teste a mo' di trofeo, mentre "i corpi mutilati venivano lasciati in giro per i boschi a decomporsi". Queste le parole del procuratore Don Trotter della Contea di Lawrence, nel Missouri. E così la visione di 'Bambi' dovrebbe aiutare il cacciatore a mettersi nei panni delle sue vittime e, una volta scontata la condanna, a evitare di incappare nuovamente in un comportamento illegale. David Berry aveva già scontato un periodo di libertà vigilata per reati a danno della fauna selvatica. non so quanto serva o forse peggiora pure se odierà il film...
  2. Il Governo contro le partite in streaming

    leggi e quant'altro che sono sempre esistite ma è un fenomeno che mai si potrà debellare definitivamente..
  3. Serie Tv

    Mi accodo anch'io per Sharp Objects, vista e finita da poco, veramente una piccola grande perla come raramente ormai si riesce a vedere (certo poi dipende dai gusti eh... ) eviti chi non ha l'ha vista, due considerazioni/curiosità: faccio un po' di spazio che da Tapatalk si leggono gli spoiler
  4. sempre perfetta per quanto mi riguarda, con Adsl 7mb mi è sovvenuto in questi giorni, se non possano c'entrare anche le porte aperte nel modem Per Playstation, Fifa e Torrent, ne avrò aperte almeno 25 ma non ho idea, così esperto non sono
  5. [ Serie A Tim 2018-19 ] 16ª giornata

    finora hanno sofferto tutte le prime, vittorie di misura e nei finali Napoli che resta lì, non ho nemmeno potuto sfankularli a dovere perché per una vincita da 100€ (non fatta da me) mancava solo la loro vittoria...
  6. MasterChef All Stars & MasterChef 8

    Giovedì inizia l'All Stars Ho visto lo speciale di presentazione dei vari concorrenti, carino Alcuni quasi irriconoscibili, altri così così In pochi anni passati a rivederli fanno un effetto strano Almo lavora ad Amsterdam Maradona gestisce 4 cucine, di cui una in un ristorante suo in Libano Rubina fa la docente di cucina In generale quasi tutti sono riusciti a entrare e restare nell'ambiente, che siano appunti ristoranti, o tv e riviste, o personal chef e chef blogger Darione ha perso 65 kg
  7. Mi spiace per i commenti contro Nedved La domanda era diversa, era più sul vedere (e come) ESULTARE Marotta al gol prescritto Ha esultato forte come sempre fatto da noi, come se fosse li da ANNI da vergogna e schifo pure se fossi un loro tifoso...
  8. Serie Tv

    Su Sky a Gennaio in arrivo True Detective 3, e la quarta ed ultima di The Bridge danese/svedese
  9. sì infatti è da 20 anni che fanno così
  10. Il Gol Di Muntari... Moviola stagione agonistica 2018/19

    l'ho letta, ma non vedo tanto la differenza con Vidal quella volta se Ronaldo si abbassava voglio vedere se non fischia lo stesso ma vabbè, era curiosità
  11. Il Gol Di Muntari... Moviola stagione agonistica 2018/19

    Juve-Roma (o Napoli) di qualche anno fa gol decisivo di Bonucci con un tiro da poco fuori area Vidal in fuorigioco, non ostruisce visuale portiere (ma di più rispetto a Ronaldo ieri sera), e FORSE si muove per evitare la palla, non ricordo bene Gol regolare (a parte i rosiconi ovvio) per le nuove regole sul fuorigioco introdotte da poco qual è la differenza?
  12. Coppa Libertadores: River Plate campione

    anche ih telecronaca "portiere volante, certe cose non si vedono nel calcio europeo, ecc ecc...." Neuer al Mondiale contro la Corea ce lo siamo scordati?
  13. L'Ispettore Coliandro

    Miriam Leone?
  14. https://www.lastampa.it/2018/12/09/italia/ancona-il-minore-che-ha-spruzzato-lo-spray-identificato-grazie-ai-testimoni-i-carabinieri-staccati-solo-biglietti-NeQwspyy5XogWV61l7ns9N/pagina.html Per la strage in discoteca di Corinaldo c’è un minorenne indagato. Sarebbe lui ad aver spruzzato uno spray urticante all’interno della discoteca Lanterna Azzurra provocando il panico che ha poi portato alla morte di sei persone. Secondo quanto si apprende, il ragazzino - che è residente nella provincia - è stato identificato sulla base delle testimonianze e non sarebbe stato ancora sentito dalla Procura dei Minorenni. Ora dovrà rispondere dell’accusa di omicidio colposo. Secondo le testimonianze avrebbe spruzzato una sostanza urticante. Molti hanno riferito di un bruciore alla gola e agli occhi ma nessuno dei circa cento testimoni ascoltati oggi dai Carabinieri sulla tragedia di Corinaldo avrebbe fatto riferimento diretto. Nel locale è stata trovata ieri una bomboletta di spray urticante, ma è da chiarire se sia stata quella la causa del panico che ha provocato la calca e la tragedia. Intanto è polemica sul numero delle persone presenti realmente nel locale, in tanti sarebbero entrati senza biglietto, ma con una drink card, prenotando un tavolo. Sui social c’è chi punta il dito anche sull’organizzazione della serata. Il rapper Sfera Ebbasta, per cui i ragazzi erano accorsi, aveva venerdì sera un doppio appuntamento. Nel momento della tragedia si stava ancora esibendo a più di un’ora di auto da Corinaldo. Ritardi e alcool sotto accusa. Il numero dei biglietti venduti L’altro fronte delle indagini riguarda i gestori della “Lanterna azzurra”, ovvero la sicurezza della discoteca: c’erano più persone di quanto consentito? Al momento si sa che la capienza dell’unica sala in cui si svolgeva l’evento era di circa 469 posti ma il timore è che all’interno si trovassero oltre mille persone, come confermato dagli inquirenti e anche dal ministro dell’Interno Matteo Salvini. «Sono 680 i biglietti venduti e quasi 500 quelli staccati» fa sapere il comandante provinciale dei carabinieri di Ancona, Cristian Carrozza. «La capienza della sala del concerto - ha aggiunto - è di 459 persone, due le sale aperte al piano terra, mentre quella interrata non era fruibile. La cifra di diffusa ieri di circa 1.400 biglietti si basava sui numeri delle matrici». Ma c’è chi è entrato senza biglietto nella discoteca Lanterna Azzurra. «Mia figlia, 15enne, non ha comperato il biglietto, ma aveva prenotato un tavolo - racconta Alessandra, di Morro d’Alba -, fuori del locale un giovane addetto alle pr è passato a riscuotere i pagamenti, poi ha consegnato un braccialetto giallo per l’ingresso e un tagliando, senza marchi, per la consumazione. Lei e una sua amica sono entrate così». Fanno discutere anche la lunga attesa e l’eccesso di alcol. Sfera Ebbasta aveva due appuntamenti praticamente in contemporanea la sera della tragedia di Corinaldo, il primo nella discoteca Altromondo Studios di Rimini e il secondo alla Lanterna Azzurra. In particolare, ha suscitato diverse reazioni il video postato su Youtube da un ragazzo che, spiegando di essere reduce dalla serata alla Lanterna Azzurra, sottolinea come a mezzanotte e dieci, mentre a Corinaldo lo si aspettava già, il rapper fosse ancora nel pieno della sua esibizione in Riviera (a circa un’ora di macchina di distanza). Di qui l’ipotesi fatta nel video che il live nell’anconetano fosse una bufala e che l’uso dello spray urticante fosse pianificato per giustificare il mancato arrivo dell’artista. Che il concerto fosse reale, però, lo testimonia la locandina che lo pubblicizza, anche se, in effetti, Sfera a Corinaldo non è mai arrivato: quando si è consumata la tragedia, verso l’una di notte, era in autostrada e, avvisato, è tornato indietro. Anche il marito di Eleonora Girolimini, madre di quattro figli morta nella tragedia, ha puntato il dito sui ritardi nella serata, sostenendo che la lunga attesa si è tradotta nel fatto che la gran parte dei ragazzi presenti fossero ubriachi. Il figlio del gestore: “Spray usato per rubare una catenina” Chi ha usato lo spray urticante lo avrebbe fatto per rubare una catenina. È quanto afferma il dj del locale, Marco Cecchini, che è anche il figlio di uno dei gestori. L’episodio è stato raccontato dalla vittima della rapina allo stesso dj poco prima che scoppiasse il panico nel locale. »Stavo fumando nella sala di sotto, con la porta di emergenza aperta - racconta Marco Cecchini -. Ad un certo punto è arrivato un ragazzo dalla sala fumatori e mi ha detto: “Marco, mi hanno rubato la catenina”. Io gli ho chiesto chi era stato e lui mi ha risposto “non lo so, era un ragazzo che ha spruzzato uno spray al peperoncino”.» I due, racconta ancora il dj, decidono di andare a cercare di rintracciare il ragazzo ma proprio in quel momento esplode il panico. «Faccio un passo in avanti - sono le parole di Marco - e vedo tutta quella gente che usciva, le prime file sono riuscite a scendere senza problemi poi qualcuno, forse uno che non conosceva il locale, non ha visto le scalette alla fine della rampa ed è caduto, provocando l’effetto domino». Secondo Marco «nessun buttafuori» ha fermato i ragazzi che scappavano. E allora perché si è creato quel blocco? «Non lo so, non l’ho capito. C’è un video - dice - ripreso dalla consolle in cui si vede che tutta la parte in fondo della pista si muove verso l’esterno seguendo solo quella via lì e non capisco perché, forse il panico, forse perché non vedeva bene. Ma nessun buttafuori li bloccava, io ero lì sotto e ho visto, ho raccolto gli occhiali ad un ragazzo e abbiamo tirato fuori delle persone. Il figlio del gestore: “Forse 800 persone. Sale tutte aperte” «Ho fatto 40-50 serate in quel posto e sinceramente non c’era tanta gente. Ad occhio forse 800-900 persone, ma erano aperte tutte e tre le sale» continua Marco Cecchini, figlio di uno dei gestori della Lanterna Azzurra e dj del locale, che venerdì sera era alla consolle come tante altre volte in questi anni. «Lavoro lì da 4 anni e per me quello che è accaduto è una tragedia, una sconfitta - dice Marco - Sono molto dispiaciuto, io faccio ballare tanti giovani e quella è casa mia». Il ragazzo non sa dire quanti biglietti siano stati venduti né quanti ne siano stati staccati. «Io sono arrivato tardi - dice - e comunque quando è successo il fatto, verso mezzanotte e mezza, mezzanotte e quaranta la gente secondo me non era tanta». Marco è invece sicuro che tutte e tre le sale fossero aperte. «Qualcuno dice che era chiusa una sala ma io ti posso assicurare che erano aperte perché quando è scoppiato il panico io ero nella sala di sotto, stavo fumando una sigaretta, e c’era già un dj che suonava, un mio amico». Marco sa che il padre finirà probabilmente nel registro degli indagati. «Non riesce a farsi una ragione di quello che è successo - dice il dj - in questi anni non è mai successa una cosa del genere e il servizio sicurezza ha lavorato sempre bene. Penso che mio padre non c’entri nulla ma è giusto che si facciano le indagini e vedremo come va a finire».
×