Jump to content

joyce

Tifoso Juventus
  • Content Count

    33,627
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    13

joyce last won the day on July 1 2023

joyce had the most liked content!

Community Reputation

8,630 Excellent

1 Follower

About joyce

  • Rank
    l'universo, che altri chiama la biblioteca

Profile Information

  • Gender
    Not Telling
  • Location
    Tlon, Uqbar, Orbis tertius
  • Interests
    1) Dormire. 2) Cose che si fanno non dormendo.

Recent Profile Visitors

11,515 profile views
  1. Ma quanto è scarso Fagioli? Lento, senza grinta, indolente, mai un cambio di marcia... Io proprio non capisco cosa si veda in questo giocatore.
  2. Di Gregorio Mazraoui Bremer Calafiori Cambiaso Samardzic Modric K.Thuram Chiesa Vlahovic Lookman Perin Danilo Gatti Djalo (Rugani) Spinazzola Locatelli (N. Caviglia) Fagioli Rabiot Zaniolo Milik Yldiz In Di Gregorio Mazraoui Calafiori Spinazzola Modric K.Thuram Samardzic Zaniolo Lookman Out Sceszny De Sciglio A. Sandro Huijsen Arthur Barrenechea McKennie Miretti Iling Jr. Kostic Weah Soulè Kean Kajo Jorge
  3. Ragazzi, io non scrivo praticamente più (e non guardo più le partite) ma mi permetto di dire che se trasformiamo ogni topic in un pro o contro Allegri tanto vale ridurre il forum a due o tre discussioni e stop. Il topic di questo thread è: "quanto incide un allenatore?". Io dico che l'allenatore incide moltissimo e pensare che non sia così è un errore di sistema. Per analogia con la musica classica, molti credono che il direttore d'orchestra serva a poco o nulla. Beh, provate a mettere su un'orchestra senza direttore. Chi guida le prove? Chi sceglie la velocità d'esecuzione? Chi decide l'umore dell'esecuzione, i "timbri", le dinamiche, i solisti, il sapore generale dell'opera? E questo solo per limitarci alle prove, in vista dei concerti. Poi c'è il concerto, e lì si fa la vera differenza. I grandi direttori d'orchestra, di ieri e di oggi, non sono illusioni ottiche, oggetti superflui. Sono i deus ex machina del concerto. La seconda di Rachmaninov, per fare un esempio, è cento cose diverse a seconda anzitutto di chi la dirige. ll direttore d'orchestra ha certamente bisogno di buoni musicisti (è escluso che cattivi musicisti producano buona musica) ma ha una serie lunghissima di responsabilità dirette e decisive sull'esito tecnico-artistico. Esattamente così è per l'allenatore. L'allenatore sceglie i collaboratori, coordina l'equipe, programma e conduce gli allenamenti, decide la tattica, osserva gli avversari, prepara le gare, sceglie la formazione, decide i cambi, dà un certo valore ai dati e agli algoritmi, motiva la squadra, motiva i singoli, supervisiona la preparazione tecnica, cambia tattica ove necessario, sa interfacciarsi con il direttore sportivo (scelta dei giocatori) eccetera eccetera. E, prima ancora, decide la direzione complessiva della squadra. "Che tipo di calcio faremo?" è la domanda numero uno di ogni allenatore, così come "che tipo di concerto faremo?" è la domanda del direttore d'orchestra. Oggi il ruolo dell'allenatore è parecchio diverso che in passato ma, per molti versi, è molto più difficile, oneroso, proprio perché il calcio è fenomeno più complesso di ieri. Più i fattori di un sistema sono numerosi, più il fattore ordinante (quello gerarchicamente elevato, in senso tecnico) è decisivo. L'allenatore è esattamente questo tipo di fattore. Personalmente credo da tempo che la Juve abbia bisogno di altra musica e di altro direttore d'orchestra, ma qui andrei fuori tema.
  4. no, francamente non ci penso proprio ho riprovato sensazioni sgradevoli che avevo dimenticato sono due ore di vita buttate nel cesso
  5. da un po' di mesi non vedevo una partita l'hanno data su sky e ci ho provato veramente una cosa orripilante
  6. alcuni di loro, con tutto il rispetto, sono veramente degli imbecilli cosa mi voleva dimostrare quell'ottenne di Gagliardini?
  7. quindi era effettivamente Gagliardini, lo stupido quelle cose non si fanno mai il karma lo hanno inventato proprio per l'esultanza in faccia ai giocatori avversari
  8. Ho visto buona parte del secondo tempo, dopo tanto che non vedevo la Juve. Dico tre cose: 1) Terrificante. Far giocare la squadra così è un crimine e, al tempo stesso, un mistero. 2) Allegri o non Allegri, quando vinci all'ultimo istante è goduria. 3) Ieri la goduria è diventata doppia, tripla, a vedere la scena del tizio del Monza che urla in faccia a Rabiot (Gagliardini?). La vita è fatta anche di queste soddisfazioni.
  9. Andrea Agnelli, appassionato di Juve, persona eticamente molto discutibile, un errore dopo l'altro. John Elkann, indifferente alla Juve, persona eticamente molto discutibile, un crimine dopo l'altro.
  10. Vergogna eterna, vergogna infinita. Vorrei solo aggiungere il momento più ignominioso, e al tempo stesso, rivelatore di tutta la vicenda: l'intervista dell'Usurpatore rilasciata nell'intervallo di Juventus-Palermo, quando erano a malapena uscite le primissine intercettazioni. "Siamo con il tecnico e i giocatori". E un giornalista fuori campo che fa: "Li hanno scaricati!". Già sapeva tutto, il Traditore-Usurpatore. La trama maligna, che lo vedeva protagonista, boia e non vittima, era già partita. Vergogna eterna su di te, uomo di m#*d@.
  11. Direi che è giusto così. La Juve l'ha fatta iniziare, la Juve la fa finire.
  12. Qualcuno può pensare che abbiamo toccato il fondo, ma non ha ancora capito di quali anti poteri siano dotati proprietari e dirigenti di questa Juve. Capaci di aggiornare di continuo il Guiness del peggio del peggio.
×
×
  • Create New...