Jump to content

joyce

Tifoso Juventus
  • Content Count

    31,243
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    8

joyce last won the day on November 9 2019

joyce had the most liked content!

Community Reputation

6,179 Excellent

1 Follower

About joyce

  • Rank
    l'universo, che altri chiama la biblioteca

Profile Information

  • Gender
    Not Telling
  • Location
    Tlon, Uqbar, Orbis tertius
  • Interests
    1) Dormire. 2) Cose che si fanno non dormendo.

Recent Profile Visitors

8,406 profile views
  1. Allegri chiede Pjanic. Pellegrini vice Sandro. Bernardeschi pronto al rilancio. Ritorno di fiamma per Ramsey. Che dire? Aspettative altissime.
  2. Che letamaio, il tifo calcistico italiano. Una sabbia mobile di m€%)@ in cui si affonda ogni giorno di più.
  3. Tiro su perché Sportmediaset, per quello che vale, lo da come ipotesi
  4. Non ho mai amato Boniperti, e sarebbe ipocrita dire il contrario adesso che è mancato. Non mi è mai piaciuto il suo modo un po' arrogante di gestire le cose, peraltro figlio necessario di altri tempi. Non mi piace nemmeno lo slogan "Vincere è l'unica cosa che conta", che è opera sua e che ritengo errato. Certo è che Boniperti ha fatto la storia della Juve. Le ha dato organizzazione, disciplina, forza contrattuale interna ed esterna, oltre ad aver contribuito a renderla vincente. Il nome di Boniperti ha accompagnato decenni del mio essere juventino, dai miei primi ricordi di tifoso (1972, 1973) a pochi anni fa. È inevitabile un senso di dolcezza e di malinconia, per quello che il tifo ci ha fatto vivere, nella gioia e nel dolore. Il tifo si porta dietro parte della tua vita, le giornate, le attese, gli eventi. Mio padre super juventino, che ha adorato Boniperti (e che oggi è triste), mia madre che non c'è più ed è stata super juventina per amore dei figli, noi figli super juventini. Eccetera. Il tifo calcistico, in Italia, è troppo. È eccessivo, è divisivo, è odiante, ma è anche bello. E lo è anche grazie a personaggi come Boniperti, radicali, identitari, polarizzati. Grazie Presidente, e buon viaggio, dovunque tu vada.
  5. Come no. Grande personalità, carisma, forza fisica, tiro irresistibile, concentrazione. Ridurre i limiti di questo giocatore ai problemi fisici è come dire che lo tsunami bagna tutti i vestiti.
  6. Sì ma non è che si può fare così, le montagne russe del giudizio. La partita scorsa ha giocato male. Stasera ha giocato bene. Non era una pippa ieri, non è un fenomeno oggi. A me sembra un buon giocatore ma lontano da un fuoriclasse che ci servirebbe a cc. Non lo conosco benissimo. Vediamo un po'.
  7. Dieci a uno che ora comincia la rivalutazione di questo giocatore modestissimo. Fino a quando (prestissimo) tornerà ad essere Ramsey.
  8. In tanti ci esprimemmo duramente, all'epoca, e purtroppo i fatti ci hanno dato ragione. Sciocchezza clamorosa. Non l'unica, di questi anni.
  9. Giocatore inconsistente. All'epoca dell'acquisto pensavo fosse sopravvalutato, e così è. Dobbiamo fare di tutto, assolutamente di tutto, per sbolognarlo. Lui e l'altro grande incompreso.
  10. Ancora una volta non mi ha convinto. Occhio a non commettere l'ennesimo errore.
  11. Berna a loro più 15 milioni e Luis Alberto a noi
  12. Comincio a preoccuparmi. E non solo di Pjanic in sé ma della logica di un altro mercato che potrebbe essere un altro disastro.
×
×
  • Create New...