Jump to content

Hamlet

Tifoso Juventus
  • Content Count

    173
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

15 Good

About Hamlet

  • Rank
    Juventino Soldatino
  • Birthday September 16

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. C'è l'ufficialità? Annuncio entro 48 ore? Giuntoli è andato a Cascais per la firma in effetti, ma Motta non l'ha fatto entrare e quindi è andato a Londra per non perdere tempo.
  2. Juve, nessuna fretta sul nuovo sponsor: obiettivo accordo entro inizio campionato Da Calcio e Finanza.
  3. Si rincorrono voci secondo le quali Motta alla presentazione, sulla falsariga di quello che si fa al Real Madrid, canterà. A differenza di quanto si fa alla casa blanca, tuttavia, il brano non sarà l'inno, bensì "Non voglio mica la luna". Il neo-allenatore la dedicherà al suo amico giornalista Ivan, che ballerà sulle note della canzone. Già tutto programmato in sala stampa alla Continassa. Alla fine, per tutti gli astanti ricchi premi e cotillon. Gli abbonati avranno diritto di prelazione, ma se parteciperanno all'evento perderanno lo sconto DAZN.
  4. Roba da TifoSO. Niente di male, è sufficiente faccia il suo lavoro, poi può preferire pure Nigmatullin e Karius.
  5. Gestione Elkann in a nutshell. Può piacere o non piacere il metodo, ma tant'è. Funziona, evidentemente.
  6. A febbraio, cosa ne poteva sapere la dirigenza, ti stavi quasi giocando lo scudetto fino a Empoli.
  7. Il comunicato ufficiale della società infatti adduce incompatibilità di valori a seguito della sbroccata (e di altre cose delle quali si vocifera che sono successe nell'ufficio dell'AD il giorno dell'esonero). I motivi economici, che comunque la società non verrà mai a dire ufficialmente, stanno invece nella differenza tra esonero e tanti saluti, e licenziamento per giusta causa.
  8. Sì, nel caso specifico sono opinioni, è vero. Le opinioni di tutti però sono condizionate dall'interpretazione degli eventi passati e gli eventi passati nascondono una verità (che c'è, come sempre, anche se noi non la sapremo probabilmente mai). Ciò detto, hai ragione, certo: un dato di fatto è che ha commesso un errore professionale e non ha mai fatto niente per la Juventus senza essere lautamente pagato per farla. Poteva agire diversamente, e poteva agire come un professionista. Qual è.
  9. Cacciarlo a febbraio a qualificazione CL ancora da ottenere, con tutto che almeno la qualificazione l'ha sempre centrata (quindi, ragionando statisticamente, ti prendi zero rischi e lo lasci dov'è), mettendo Montero che non aveva (e non ha) dimostrato nulla, mentre sei in cerca di sponsor, sarebbe stato quantomeno avventato, diciamo.
  10. Allora, tutto questo è vero. Ma, come in tutte le cose, esistono due facce: E la seconda faccia, altrettanto vera, è questa. Il licenziamento per giusta causa dell'ultimo baluardo della gestione Agnelli ricorda questa faccia. Molte cose dal 2006 sono successe così, e non sarebbero potute succedere altrimenti. E, nonostante la proprietà si sia mossa in passato anche bene, finché le cose andavano secondo il copione del caro John - e finché le cose vanno secondo copione siamo in una botte di ferro, abbiamo vinto nove scudetti di fila, sei coppe, record, procedimenti inventati dalla solita procura di Torino archiviati in agilità dal fantastico "acciaio scadente" alla 'ndrangheta in curva - si è anche mossa molto, molto male, appena qualcuno ha osato deviare dal suddetto copione o mettere a rischio in qualche modo l'egemonia Elkann sulla... non so nemmeno, famiglia? Azienda? Dinastia? Impero? Mossa male guardando in faccia a nessuno, nemmeno alla Juventus stessa, pur di strapparsi di dosso i "ribelli". Trademark dal 2006. Quindi credo sia normale che la tifoseria sia spaccata in due (come minimo in due) tra quelli che vogliono credere che sia sempre andato tutto bene e che la società faccia bene tutto, e quelli che vedono in Elkann il nemico di sempre e che dal 2006 siamo in mano ad uno squalo senza scrupoli. La verità, come in tutte le cose, sta nel mezzo e comprende entrambe le facce della medaglia.
  11. È una disamina dell'episodio piuttosto corretta. Aggiungerei inoltre che la Juventus FC è una azienda, e che nelle aziende conta il bilancio. Come finirà la storia del licenziamento è irrilevante. Rilevante è quando finirà, e cioè durante un altro bilancio, non questo. Se da pagare ci sarà, non sarà in questo, ed è questo che importa alla dirigenza, perché siamo ancora sotto l'occhio del FFP e c'è da fare mercato. Stiamo anche impegnandoci per tenerci i 9 milioni che dovremmo a Ronaldo, ad esempio. Visto che l'accordo non è stato raggiunto per cifre inferiori senza fare troppo rumore, anzi sono continuate a volare parole, lo step successivo è l'operazione arenamento. Il pool legale serve per capire a quale bilancio andrà messo l'ingaggio di quest'anno del nostro ex allenatore, cioè quanto a lungo si può spingere il processo. Se la cifra pattuita gli dovremo dare, gliela daremo, magari con anche qualche spicciolo di risarcimento se va male, ma poi. Tra un annetto, forse. Qui conviene andare per le lunghe. Tutto il circo che c'è intorno, chi ha ragione, chi ha torto, chi vince, chi perde, cosa è giusto e cosa non lo è, conta poco più di zero. Ogni milione risparmiato, con ogni mezzo, o "liberato" da questo bilancio e traslato in un altro, conta. Una carta di credito griffata "J" che la dirigenza dovrà gestire su mandato di Elkann.
×
×
  • Create New...