Jump to content

Giova54

Tifoso Juventus
  • Content Count

    57
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

16 Good

About Giova54

  • Rank
    Juventino Godot

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Tanto tempo fa, in una Juve lontana lontana, c'era un giocatore che viveva in un rettangolo di sette metri per dieci, rettangolo il cui vertice coincideva grosso modo con la linea di area. Questo rettangolo si spostava anche più avanti ma sempre rettangolo restava. In questo rettangolo al giocatore ho visto fare cose che, calcisticamente, neanche Platinì, Furino e Pirlo messi assieme. Questo giocatore è Paulo Sousa. Se il rettangolo si allargava per colpa degli avversari lui diventava un giocatore medio-basso. Lippi aveva capito questa cosa e difendeva i lati di questo rettangolo con un plotone di giannizzeri. Poi arrivò Deschamps, il cui rettangolo era tre quarti di campo, e la Juventus cedette Sousa al Dortmund, salvo poi ritrovarselo in finale di Champions; quella dell'arbitro Sàndor Puhl; che il diavolo ce l'abbia in gloria ! Ma questa è un'altra storia. Pjaniç è un giocatore che quando si trova eccessivamente caricato di compiti tattici e sotto i riflettori va in crisi. Il suo gioco ideale è sparire all'interno della partita, trovare la sua zolla e da li realizzare quelle giocate di genialità che solo lui sa fare. Sarri questa cosa non l'ha capita. La stava capendo Allegri quando, nella mitica partita di ritorno con l'Atletico, ha affidato il ruolo di centrocampista unico di riferimento a Emre Can. Pjaniç deve sparire per giocare. Arthur ? Mi dicono che lui, di rettangoli o zolle, non ha bisogno.
  2. Ma che succede ? Se c'è uno che dovrebbe essere tranquillo in questo momento è proprio Lotito. Forte delle due vittorie pesanti ottenute dalla Lazio contro la Juventus, vittorie chiare a livello tattico con Sarri che non ci ha capito niente. E allora ? Lotito sa che il lockdown ha favorito una squadra sulle altre; la Juventus. Credete che le squadre della serie A Siano rimaste ferme ? Se c'era una squadra che necessitava di sessioni tattiche era la Juventus e ne ha avute a bizzeffe. Cristiano ha svernato a casa e ha potuto riflettere e definire le strategie future. Gonzalo in Argentina è stato vicino alla madre malata e ha potuto gestire con calma l'accordo con la squadra argentina dove andrà il prossimo anno. E, quando il campionato riprenderà, avremo una Juventus talmente forte da stupire tutti.
  3. No. Con tutti i gol che ha incassato in Champions. O meglio; con tutti i gol che Palomino gli ha fatto incassare in Champions non mi sembra la candidata ideale per lo scudetto.
  4. Assolutamente no. Ci chiamano Juve, Juventini perdiana !!! Quella Juve che, rinunciando al ricorso al TAR e a qualsiasi altra forma di giustizia, ha salvato quel carrozzone di clown che si chiama FIGC, la sua giustizia kafkiana ed il calcio italiano. Quella Juve che ha costruito 8 scudetti lasciando Zaniolo e Pellegrini alla Roma, Verdi al Napoli, Sensi e Barella all'inter mentre la SQUADRA DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO, negli anni '990, razziava mezza serie A per impedire alle altre squadre di rinforzarsi. Un nome su tutti: ve lo ricordate Nando De Napoli ? No, assolutamente no .
  5. Addio Franco. Pochi atleti italiani hanno avuto la forza, la motivazione, la determinazione feroce di questo piccolo, fantastico, sardo. Per quanto mi riguarda lo considero allo stesso piano dei grandi dello sport di questo paese: I Damilano, Tomba, Bartali, Coppi, Cova, Mennea, gli Abbagnale, Nuvolari, Moser, Oliva. Se pensate che l'albo d'oro del "MISTER OLIMPIA" è fatto da solo cinque nazioni: USA, Austria, Cuba, Inghilterra e Italia; grazie a Lui ho detto tutto.
  6. Carissimo. Quando dici che è arrivato a giugno intendi quello del 2017. Sono oramai tre anni che ci avvaliamo delle prestazioni del ragazzo di Nueva Helvecia e non tutte sono state di livello eccelso. Ammetto che il suo apporto nella stagione appena conclusa è stato cospicuo, almeno in campionato. Ma, a mio parere, non ha la genialità di un Pjanic, non ha la forza di un Vidal, non ha la statura di un Pirlo e nemmeno la continuità di pregio di un Marchisio. Di questi tempi è meglio averlo che non averlo. Però se Ramsey esplodesse, Can tornasse ai suoi livelli, cisti permettendo; CR7 sempre di più nei meccanismi della squadra e, magari, un Dybala rigenerato; lui rischia seriamente di non vedere più la luce.
  7. Carissima. squadradelpresidentedelconsiglio significa tante cose che, evidentemente per stupenda gioventù, tu non hai visto. Tu non hai visto la squadradelpresidentedelconsiglio che negli anni '990, per essere sicura che le altre squadre fossero deboli, comperava giocatori su giocatori e li teneva in panchina; un nome su tutti quello di Nando De Napoli. Vai su youtube e cerca "la panchina lunga del milan". Noi allestivamo Juventus fortissime i cui blocchi hanno contribuito a far vincere alla Nazionale tre Mondiali. Nel periodo dello "stratosferico" Milan di Berlusconi cosa ha vinto la Nazionale di calcio ?
  8. Se avesse 37 anni come quando venne chiamato la prima volta ? Subito !!!
  9. Un altro allenatore con le caratteristiche di quando il Trap aveva 37 anni ? Da metterci la firma.
  10. Il curriculum da allenatore di Giovanni Trapattoni quando passò ad allenare la Juventus era, a grandi linee, il seguente: tre anni alla squadradelpresidentedelconsiglio come vice di Nereo Rocco. Non conosco i giornali dell'epoca ma scommetto che ci fù qualcuno che si espresse sulla sua statura professionale più o meno come quando Borlotti presentò Oronzo Canà alla Longobarda. Come andò poi come allenatore il giocatore che, nella stessa settimana, marcò, fermandoli, prima Pelè e poi Eusebio non devo certo ricordarlo qui. E se la Juventus avesse, già da tempo, in canna un colpo simile ?
  11. Marco Pantani era una campione "scomodo" a qualcuno. Forse troppo atipico, troppo personaggio in un mondo chiuso e ingessato come quello del ciclismo. Sta di fatto che, di eventi ed episodi negativi, accidenti se gli sono successi nella carriera ! Da quando Chiappucci, suo caposquadra alla Carrera nel Tour del 1995, gli manda contro a contrastarlo i suoi stessi compagni di squadra. All'incidente del 1995; ma quando mai si è sentito di un fuoristrada che supera il servizio d'ordine e centra in pieno un ciclista durante una corsa nazionale ? E il Tour del 1997 ? Stava andando come un treno e si è ritrovato praticamente tutto il gruppo contro ! Normale alla Grand Boucle; i francesi sono, da sempre, dannatamente bravi a far cadere i ciclisti senza lasciare tracce, per non parlare del mellifluo, malsano, criminale ambiente avvantaggiato trovato da Armstrong per i suoi Tour dopati. Ma il nostro era forte, forte ! più forte dei gatti, delle cadute, degli avversari, di tutto e tutti. E vince Il Tour De France, primo italiano 33 anni dopo Gimondi. E realizza l'accoppiata giro+Tour, primo italiano 46 anni dopo Coppi !!! Ma come ? vince Il Tour De France, primo italiano 33 anni dopo Gimondi. E realizza l'accoppiata giro+Tour, primo italiano 46 anni dopo Coppi e non va a PORTA A PORTA, DOMENICA IN, COSTANZO ? Non fa uno spot nazionale che sia uno ! Non lo hanno nemmeno invitato in un TG. Lo capite che c'è qualcosa che non quadra ? Così come non quadra il fatto che sia arrivato al tradizionale controllo dell'ematocrito alle prime dieci squadre due giorni alla fine del giro del 1999 con i valori sballati. Gli sarebbe bastato prendere un "diluente"; cioè una sostanza per abbassare l'ematocrito e superava l'esame. E quel giro vinto avrebbe consacrato Pantani nell'Olimpo dei più grandi campioni dello sport di questo paesucolo, e del Mondo. Non quadra !!! Poi la fine, la fine di quelli lasciati soli. Degradante, miserabile, ingloriosa. Recentemente ho visto in TV una sua foto presa appena dopo il rinvenimento della salma e mi si è fermato il respiro. Non lo dimenticherò mai.
  12. L’avvocato Giuseppe Benedetto è stato componente della Commissione disciplinare della Figc dal 2002 al 2003, poi Giudice unico nazionale e dal 2005 in poi, giudice sportivo unico del settore giovanile scolastico della Federcalcio fino al 18 luglio 2006. Dopo la sentenza di Calciopoli il Giudice Benedetto si è dimesso dalla carica che ricopriva nella FIGC con una lettera che costituisce un vero atto di protesta contro la sentenza e un parere giuridico negativo sulla sua validità. Nessun giornale, nessun telegiornale, nessuna trasmissione sportiva, nessun sito WEB ha dato all'opinione pubblica del paese questa notizia. RISPONDI
  13. Prima squadra italiana a giocare una finale di una coppa internazionale: Torino 1908; la Lipton Cup Prima squadra italiana a vincere una finale di una coppa internazionale: Bologna 1932; la coppa dell'Europa Centrale poi Mitropa. Prima squadra italiana a giocare un torneo e una finalissima di un Mondiale per club: Juventus 1951 la Copa Rio; riconosciuta come tale dalla FIFA. Prima squadra italiana a vincere una coppa Intercontinentale: Inter 1963; l'eccezione che conferma la regola. Prima squadra italiana a giocare una finale di Coppa dei Campioni: Fiorentina 1957 Prime squadre italiane a vincere le coppe dell'era UEFA: Milan la Coppa dei Campioni, Fiorentina la Coppa delle Coppe, Juventus la Coppa UEFA e la Supercoppa Europea. Prima squadra italiana a vincere una coppa internazionale senza stranieri in rosa: Juventus; la Coppa Uefa del 1977. Prima squadra europea ad aggiudicarsi tutte le coppe organizzate dall'UEFA: Juventus. Mondiali vinti dalla Nazionale Italiana di calcio grazie ai blocchi-Juventus: 1934,1982,2006. Tornei vinti dalla Nazionale Italiana di calcio grazie ai blocchi-Inter: Mondiale del 1938 ed Europei del 1968 Tornei vinti dalla Nazionale Italiana di calcio grazie ai blocchi-squadradelpresidentedelconsiglio: ???
  14. Quanto è difficile essere Juventini ? Sembra quasi che entri in uno stato mentale, civile, alternativo per il quale tutto quello che vale per gli altri, tutto quello che è giusto, scontato, sicuro per tutti; per te non vale più. Prendiamo il gesto di Kean a Cagliari. Il ragazzo vìola la legge non scritta; per cui un giocatore di colore ai buu razzisti non reagisce più, forse per timore di essere frainteso o inquadrato, e crea un gesto, plateale e simbolico, che poteva passare alla storia dello sport come il pugno di Tommie Smith o le magliette rosse della Nazionale di tennis nella finale di Coppa Davis col Cile. Un gesto che denota un carattere, una personalità, una intelligenza ed una integrità eccezionali per un giovane di 19 anni. E invece niente. E' juventino ! Cosa pretende ! Nessuno dell'ambiente lo ha elogiato o ha rilevato l'accaduto. Anzi; viene tacciato per un provocatore e viene criticato addirittura dai suoi stessi compagni di squadra. E Del Piero ? Rifiuta le offerte del Manchester e, per seguire la Juventus, decide di scendere in serie B da Campione del Mondo perdendo per 5 anni la possibilità di giocare le Coppe e vincere altri Scudetti. In un Paese normale su di lui avrebbero già girato una fiction. E invece niente. E' juventino ! cosa pretende ! Cosa pretendono. Dopo tutte le ruberie e gli scudetti ladrati questi qui vogliono anche che gli si riconosca una superiorità morale o caratteriale ? Ma per favore !!! Durante una DS di inizio anno; il "giornalista" Sconcerti ha detto una frase al commentatore Tardelli che è la fotografia esatta della situazione da me evidenziata in questo post. "Marco, tu non puoi vincere con la Juve e essere anche dalla parte del giusto, accontentati di vincere".
×
×
  • Create New...