Jump to content

Giova54

New Member
  • Content count

    4
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

3 Neutral

About Giova54

  • Rank
    Juventino Godot
  1. Prima squadra italiana a giocare una finale di una coppa internazionale: Torino 1908; la Lipton Cup Prima squadra italiana a vincere una finale di una coppa internazionale: Bologna 1932; la coppa dell'Europa Centrale poi Mitropa. Prima squadra italiana a giocare un torneo e una finalissima di un Mondiale per club: Juventus 1951 la Copa Rio; riconosciuta come tale dalla FIFA. Prima squadra italiana a vincere una coppa Intercontinentale: Inter 1963; l'eccezione che conferma la regola. Prima squadra italiana a giocare una finale di Coppa dei Campioni: Fiorentina 1957 Prime squadre italiane a vincere le coppe dell'era UEFA: Milan la Coppa dei Campioni, Fiorentina la Coppa delle Coppe, Juventus la Coppa UEFA e la Supercoppa Europea. Prima squadra italiana a vincere una coppa internazionale senza stranieri in rosa: Juventus; la Coppa Uefa del 1977. Prima squadra europea ad aggiudicarsi tutte le coppe organizzate dall'UEFA: Juventus. Mondiali vinti dalla Nazionale Italiana di calcio grazie ai blocchi-Juventus: 1934,1982,2006. Tornei vinti dalla Nazionale Italiana di calcio grazie ai blocchi-Inter: Mondiale del 1938 ed Europei del 1968 Tornei vinti dalla Nazionale Italiana di calcio grazie ai blocchi-squadradelpresidentedelconsiglio: ???
  2. E' da molto che ho meditato e sviluppato questa mia opinione e, più passa il tempo. più mi convinco di essere nel giusto. Non ho mai postato o condiviso mai niente di tutto questo su nessuno strumento sociale, se non una volta sul forum gestito dal giornalista Beccantini sul sito di Tuttosport. Ma oggi, dopo quanto visto nelle due partite contro l'Ajax, rompo ogni indugio e procedo. Sapete perchè, da 23 anni, la Juventus non vince più la Champions League nonostante ben cinque finali giocate nel periodo e tre consecutive? Esiste un preciso diktat sulla Juventus in Champions e questo diktat lo ha emanato il Signor Silvio Berlusconi. Tranquilli; non sono vestito da Giulio Cesare ed in questo momento non sto digitando da una stanza imbottita. Ma è innegabile che, nelle Champions della Juventus degli ultimi 20 anni, di cose strane ne sono successe; così come è evidente che alla Juventus basterebbero un paio di Champions in più per intaccare la superiorità del palmares milanista; Superiorità che serviva sopratutto per scopi elettorali. E non dimentichiamo il maggior punto debole di Berlusconi; l'invidia. Mi rendo conto che accusare di essere invidioso uno che ha un patrimonio personale di 6,8 miliardi di dollari non è cosa semplice. Consideriamo però che anche questi grandi della Storia (si fa per dire) hanno sentimenti e, sopratutto, tengono famiglia (e). Ricordatevi di Napoleone; al massimo fulgore del suo Impero si inventa di invadere la Spagna, senza alcuno scopo politico o militare, quasi lasciandoci le penne. E tutto perché gli serviva un regno per il fratello Luciano; che si lamentava di non avere ricevuto una corona in testa come i fratelli e le sorelle !!! Per invidia di quello che la Famiglia Agnelli riuscì a fare della Juventus negli anni 970 e 980 che lui, juventino, ha comperato il Milan !!! Per invidia di quanto sarebbe diventato ricco Franco Sensi, senza contare l'azzeramento dei debiti della Roma calcio, che ha pilotato il Blitz della Guardia di Finanza e ha, di fatto, distrutto la trattativa Italpetroli-Nafta Moska. Figuriamoci cosa ci metteva a radunare il gotha del calcio europeo e buttare li qualche parolina ! Procediamo con ordine. 1997: la finale decisa dall'arbitro Sandor Puhl con uno degli arbitraggi più scandalosi della storia del calcio. 1998: ad Amsterdam; magari non giochiamo la migliore finale tra quelle raggiunte ma il gol del Real di Mijatovic è in fuorigioco. 2003: Un discorso a parte. Per essa ho coniato uno dei miei migliori aforismi. "Le combine meglio riuscite sono quelle a cui partecipa anche la vittima". 2015: 20 minuti memorabili dopo il pareggio e un Morata da Piccolo Alpino per abnegazione. E poi il rigore netto non dato su Pogbà. Le ultime le conoscete meglio di me. Passate una buona serata, a me non riuscirà.
  3. Sostengo da tempo che uno dei punti deboli (o forti ?) di Allegri, come allenatore, è la sua voglia di stupire a tutti i costi. Oramai a lui vincere non basta più. E, a volte, se ne esce con iniziative e tentativi disastrosi: come il 4-2-4 a Firenze di qualche anno fa o la recente super difesa Spinazzola-Caceres-Rugani-Cancelo. Però, quando gli va bene, incanta tutti; come il modulo-maraviglia con i quattro attaccanti di due anni fa, la Juventus ammazza-Atletico e, recentissima, la Juventus-ZELIG vista contro l'Ajax. Allegri ha, finalmente, capito che intorno a Pjanic ci devono essere meno giocatori avversari possibile; lui deve inventare nella calma e nella sicurezza di non essere eccessivamente marcato o asfissiato. Giocare sempre facendogli fare la prima impostazione dalla difesa significa mettergli un faro addosso. E allora bisogna trovare il sistema di "nasconderlo" nel centrocampo della Juventus. Contro l'Atletico c'è riuscito facendo fare l'impostazione della azione dalla difesa sempre a Emre Can che partiva da difensore aggiunto e poi usciva palla al piede mentre Pjanic subentrava nella azione quando la palla era oramai sulla tre quarti di campo, Contro l''Ajax si è ottenuta la stessa cosa con gli esterni e, sopratutto, con un Bentancùr a tutto campo ed un Bernardeschi assolutamente straordinario come trequartista. Il risultato è che, paradossalmente, la Juventus è riuscita a giocare in una maniera molto simile, se non speculare, agli avversari; i quali si sono visti una squadra che, nonostante il loro 6-4 della fase difensiva, riusciva comunque a penetrare nella zona nevralgica dell'azione con giocate di una qualità superiore e ha resistito al loro massimo urto d'attacco concedendo 18 tiri con pochissime palle- gol vere e proprie. E con Pjanic che, libero da marcature e compiti tattici, si è dedicato addirittura a recuperare 10 palloni e intercettarne 5; colpi questi che non sono, propriamente, in cima al suo biglietto da visita ! Questo li ha fatti innervosire e hanno cominciato a reagire; prima con una serie di falli quasi ingenui che sarebbero costati molto di più con un arbitro meno casalingo e più pignolo. Poi, nel secondo tempo, perdendo sicurezza nella fase di impostazione nella quale, a tratti, apparivano quasi frastornati tanto da realizzare azioni d'attacco decenti quasi solo su contropiede. Se non ci fosse stato l'episodio del gol regalato all'inizio del secondo tempo e il tiro da storia del calcio di Costa fosse entrato in porta, oggi la Juventus starebbe ancora festeggiando una vittoria storica. E chissà se a un ipotetico Woody Allen in tribuna; lui il più europeo degli americani, questa Juventus sarebbe piaciuta.
  4. Quanto è difficile essere Juventini ? Sembra quasi che entri in uno stato mentale, civile, alternativo per il quale tutto quello che vale per gli altri, tutto quello che è giusto, scontato, sicuro per tutti; per te non vale più. Prendiamo il gesto di Kean a Cagliari. Il ragazzo vìola la legge non scritta; per cui un giocatore di colore ai buu razzisti non reagisce più, forse per timore di essere frainteso o inquadrato, e crea un gesto, plateale e simbolico, che poteva passare alla storia dello sport come il pugno di Tommie Smith o le magliette rosse della Nazionale di tennis nella finale di Coppa Davis col Cile. Un gesto che denota un carattere, una personalità, una intelligenza ed una integrità eccezionali per un giovane di 19 anni. E invece niente. E' juventino ! Cosa pretende ! Nessuno dell'ambiente lo ha elogiato o ha rilevato l'accaduto. Anzi; viene tacciato per un provocatore e viene criticato addirittura dai suoi stessi compagni di squadra. E Del Piero ? Rifiuta le offerte del Manchester e, per seguire la Juventus, decide di scendere in serie B da Campione del Mondo perdendo per 5 anni la possibilità di giocare le Coppe e vincere altri Scudetti. In un Paese normale su di lui avrebbero già girato una fiction. E invece niente. E' juventino ! cosa pretende ! Cosa pretendono. Dopo tutte le ruberie e gli scudetti ladrati questi qui vogliono anche che gli si riconosca una superiorità morale o caratteriale ? Ma per favore !!! Durante una DS di inizio anno; il "giornalista" Sconcerti ha detto una frase al commentatore Tardelli che è la fotografia esatta della situazione da me evidenziata in questo post. "Marco, tu non puoi vincere con la Juve e essere anche dalla parte del giusto, accontentati di vincere".
×