Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'bernardeschi'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Sport Corner
    • Juventus Forum
    • Calciomercato Juventus
    • Juventus Women
    • Allianz Stadium, J-Museum & Biglietti
    • Calciopoli (Farsopoli)
    • Il Romanzo Bianconero
    • Off Juve
    • Juventus news in English
    • Pronostici & Scommesse
    • Altri Sports
  • Tifosibianconeri.community
    • Il Diario dei Tifosi
    • Games Zone - Nuova Stagione 2019/2020
    • Off topics
    • Multimedia & Graphics
  • Supporto
    • Comunicazioni, proposte e messaggi per lo staff
    • L'Archivio Di Tifosibianconeri.com
    • Cestino

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests

Found 6 results

  1. Bernardeschi cita i Metallica: 'Credi in te stesso e...' Federico Bernardeschi si sta gradualmente inserendo negli schemi della Juventus. Il fantasista classe ’94 è stato lanciato ieri sera da Max Allegri nell’ultima mezz’ora del derby contro il Torino, a risultato praticamente acquisito. L’esordio da titolare in maglia bianconera è rimandato, ma il giocatore dimostra tutta la propria soddisfazione su Instagram. “Forever trust in who you are and nothing else matters” (“Credi sempre in te stesso e nient’altro ha importanza”), scrive Bernardeschi, che da fan sfegatato del rock cita una vecchia canzone dei Metallica. calciomercato.com
  2. "Stravedo per Bernardeschi, può diventare presto un autentico fuoriclasse". Parole firmate Maurizio Sarri e pronunciate in tempi non sospetti, ovvero quando neanche esisteva il sentore che il tecnico potesse sbarcare sul pianeta bianconero. Oggi la nuova investitura - In un contesto ben più attendibile, questa mattina è arrivata la nuova dichiarazione d'amore: "Parliamo di un giocatore tecnico e ordinato, mi piace molto. Deve avere più continuità, gli manca un po' questo. Adesso deve farlo, in un solo ruolo. Si deve specializzare". Una seconda conferma che sa tanto di investitura, per il numero 33 bianconero. Che con Sarri in panchina potrebbe ulteriormente aumentare il proprio minutaggio dopo la già buona stagione con Allegri. Continua su: https://www.tuttomercatoweb.com/serie-a/sarri-alla-juve-bernardeschi-al-centro-del-villaggio-ma-con-quale-ruolo-1260149
  3. Federico Bernardeschi è ufficialmente un giocatore della Juventus. L'attaccante classe '94 vestirà i colori bianconeri fino al 2022. Questo il comunicato ufficiale: ACCORDO CON LA FIORENTINA PER L’ACQUISIZIONE DEFINITIVA DEL CALCIATORE FEDERICO BERNARDESCHI Torino, 24 luglio 2017 – Juventus Football Club S.p.A. comunica di aver perfezionato l’accordo con la società ACF Fiorentina S.p.A. per l’acquisizione a titolo definitivo del diritto alle prestazioni sportive del calciatore Federico Bernardeschi. Il corrispettivo è stato fissato in € 40 milioni, pagabili in tre esercizi, e potrà incrementarsi di una quota pari al 10% del prezzo di un futuro trasferimento del calciatore, fino ad un massimo di € 5 milioni. Juventus ha sottoscritto con lo stesso calciatore un contratto di prestazione sportiva quinquennale fino al 30 giugno 2022. Federico Bernardeschi è nato a Carrara il 16 febbraio 1994: 183cm per 75kg, l'attaccante toscano è cresciuto nel settore giovanile della Fiorentina, esordendo nella formazione Primavera nella stagione 2011/2012, anno in cui gioca stabilmente anche in Nazionale Under 18, ed affermandosi da protagonista assoluto nel 2012/2013, collezionando le prime convocazioni in Prima squadra, realizzando 17 gol nel Campionato Primavera (capocannoniere del Girone A) ed approdando alla Nazionale Under 19. IL PRESTITO AL CROTONE NEL 2012/2013 L'esordio del nuovo fantasista bianconero tra i professionisti avviene l'otto settembre 2013, in Serie B, con la maglia del Crotone. Dopo la doppietta realizzata nella prima giornata del Campionato Primavera per la Fiorentina contro il Palermo, Bernardeschi si trasferisce in prestito ai calabresi, mettendo insieme 39 presenze in cadetteria, play-off compresi, condite da 12 gol e cinque assist. In questa stagione, Federico è protagonista anche in azzurro: inizia con la Nazionale Under 20 di Evani fino ad approdare all'Under 21 di Di Biagio, facendo il proprio esordio a marzo 2014. IL RITORNO ALLA FIORENTINA E L'ESORDIO IN A E IN EUROPA Dopo l'ottimo rendimento dimostrato nel prestito in Serie B, Bernardeschi torna alla Fiorentina: con i Viola arriva l'esordio nella massima serie, il 14 settembre 2014 contro il Genoa (a fine stagione saranno sette le presenze complessive) e quello in Europa League (tre gettoni e due gol contro Guingamp e Dinamo Minsk). Nella stessa stagione il primo gol in campionato il 31 maggio 2015 nella vittoria per 3-0 sul Chievo che chiude la stagione dei toscani, nonchè la conferma in Nazionale Under 21. 2015/2016: L'AFFERMAZIONE La stagione 2015/2016 è, per Bernardeschi, quella del salto di qualità: 33 presenze in campionato, di cui 25 da titolare, condite da due gol e quattro assist, oltre ad un eccezionale ruolino di marcia in Europa League, con quattro reti in sette presenze. A settembre, il talento toscano è tra i protagonisti dell'Under 21 ma il 24 marzo 2016 arriva l'esordio nella Nazionale maggiore di Conte, nell'amichevole pareggiata 1-1 con la Spagna a Udine. Dopo quattro presenze complessive in azzurro, Federico parteciperà anche all'Europeo in Francia, giocando sessanta minuti contro l'Irlanda nell'ultima gara della fase a gironi. 2016/2017: IN DOPPIA CIFRA DI GOL E PROTAGONISTA IN POLONIA Nella passata stagione, la 2016/2017, oltre a confermarsi in azzurro con Ventura (in campo nelle qualificazioni ai Mondiali contro la Macedonia e in amichevole contro la Germania), totalizza 42 presenze complessive con la Fiorentina, realizzando sei assist e segnando un gol in Coppa Italia, due in Europa League (contro Paok Salonicco e Borussia Monchengladbach) e raggiungendo la doppia cifra in campionato, con 11 reti complessive, comprese le doppiette contro Cagliari, Empoli e Napoli, risultando il giocatore più giovane ad avere segnato almeno dieci gol nell'ultimo campionato. A fine stagione, gioca con l'Italia l'amichevole contro l'Uruguay e il match di qualificazione a Russia 2018 contro il Liechtenstein, segnando il suo primo gol in Nazionale maggiore, prima di tornare a disposizione di Di Biagio per l'Europeo Under 21 in Polonia. Con gli Azzurrini, gioca titolare tutte e quattro le gare e segna due gol: la rete, pesantissima, che vale la vittoria per 1-0 sulla Germania e il passaggio in semfinale, oltre al gol del provvisorio pareggio proprio in semifinale contro la Spagna. COME GIOCA BERNARDESCHI Tra Fiorentina, Crotone e Nazionale, Federico Bernardeschi ha saputo spaziare nei più svariati ruoli offensivi, agendo da vero e proprio fantasista laddove il modulo ha previsto la presenza di un trequartista, ma anche da esterno di attacco in un tridente e da ala in un centrocampo a quattro, impiegato a sinistra ma anche a destra, dove si distingue per la possibilità di rientrare col mancino. Giocatore offensivo completo, il nuovo attaccante bianconero ha dimostrato di sapere eccellere nel tiro dalla distanza (quattro reti segnate da fuori area nell'ultimo campionato: meglio ha fatto soltanto Ljajic con sei) oltre ad avere una spiccata sensibilità per l'assist (quattro in quest'ultima stagione di campionato: secondo giocatore più giovane ad aver partecipato ad almeno 15 gol, dopo il laziale Keita). In generale, il talento toscano ha mandato ben 57 volte al tiro i propri compagni nella Serie A 2016/2017. Non solo: le statistiche dimostrano anche l'abilità di Bernardeschi nel dribbling (sessanta quelli riusciti nell'ultima stagione di Serie A, meglio di qualsiasi altro giocatore della Fiorentina) e la notevole pericolosità sotto porta: soltanto una prima punta pure come Kalinic ha effettuato, infatti, più conclusioni in porta di Bernardeschi tra i giocatori viola nel campionato 2016/2017 (41 contro 28). Un talento, quello del giovane carrarese, che ora è pronto alla definitiva consacrazione in maglia bianconera: benvenuto, Federico! (juventus.com)
  4. FEDERICO BERNARDESCHI https://it.wikipedia.org/wiki/Federico_Bernardeschi Nazione: Italia Luogo di nascita: Carrara (MS) Data di nascita: 16.02.1994 Ruolo: Centrocampista/Attaccante Altezza: 183 cm Peso: 75 kg Nazionale Italiano Soprannome: Brunelleschi Federico Bernardeschi Bernardeschi con la maglia della Fiorentina nel 2014 Nazionalità Italia Altezza 183 cm Peso 75 kg Calcio Ruolo Centrocampista, attaccante Squadra Juventus Carriera Giovanili 2000-2001 Atletico Carrara 2001-2003 Polisportiva Ponzano 2003-2013 Fiorentina Squadre di club1 2013-2014 → Crotone 38 (12)[1] 2014-2017 Fiorentina 72 (14) 2017- Juventus 0 (0) Nazionale 2011-2012 Italia U-18 7 (0) 2013 Italia U-19 1 (0) 2013-2015 Italia U-20 2 (0) 2014-2017 Italia U-21 16 (5) 2016- Italia 9 (1) 1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato. Il simbolo → indica un trasferimento in prestito. Statistiche aggiornate al 24 luglio 2017 Federico Bernardeschi (Carrara, 16 febbraio 1994) è un calciatore italiano, centrocampista o attaccante della Juventus e della nazionale italiana. Caratteristiche tecniche Soprannominato Brunelleschi per la sua vena tecnica e l'eleganza realizzativa,[2] può giocare come trequartista[3] o attaccante esterno[4] nel 4-3-3,[5][6] o in moduli più contenuti, come il 3-4-1-2,[7] fungendo da cardine tra le retrovie della difesa e le punte. Buon finalizzatore,[8] dispone di un ottimo dribbling.[9] Mancino puro,[10] bravo nelle punizioni[11][12][13] e nei rigori.[14][15] Carriera Club Inizi e prestito al Crotone Inizia a giocare a calcio all'età di sei anni nell'Atletico Carrara. Dopo un anno arriva il trasferimento al Ponzano, scuola calcio dell'Empoli, cui segue l'approdo nel 2004 al settore giovanile della Fiorentina, che a dieci anni lo inserisce nel gruppo dei "Pulcini". Dopo aver compiuto tutta la trafila nel vivaio dei viola, il 2 settembre 2013 la società lo cede in prestito al Crotone, in Serie B.[16] Fa il suo debutto da professionista nel torneo cadetto l'8 settembre 2013, indossando la maglia con il numero 29, contro il Pescara.[17] Segna il suo primo gol al Brescia, nella partita di campionato giocata il 21 dello stesso mese.[18]Segna poi la sua prima doppietta nella sfida contro il Carpi.[19] Concluderà la stagione con 12 gol in 39 presenze, contribuendo a portare i calabresi ai play-off. Fiorentina Il 20 giugno 2014, dopo il riscatto per la metà da parte del Crotone, viene ufficializzato il controriscatto dalla Fiorentina che acquisisce nuovamente la totalità del cartellino del giocatore.[20] Viene quindi inserito in prima squadra sotto la direzione dell'allenatore Montella. Esordisce in Serie A il 14 settembre 2014, a 20 anni, entrando al 57' della partita interna contro il Genoa (0-0).[21] Quattro giorni più tardi esordisce nelle coppe europee, nella partita di Europa League al Franchi contro il Guingamp (3-0), nella quale realizza il suo primo gol in maglia viola.[22] Dopo un promettente inizio di stagione, all'inizio del mese di novembre riporta in allenamento la frattura del malleolo, infortunio per il quale viene operato; ritorna in campo dopo sei mesi, il 10 maggio 2015, nella sfida di campionato contro l'Empoli. Realizza il suo primo gol in Serie A il 31 maggio seguente, nell'ultima giornata di campionato, nella partita vinta 3-0 contro il Chievo.[23] Nella stagione 2015-2016 cambia numero di maglia, passando dal 29 al 10.[24] L'allenatore portoghese Paulo Sousa lo impiega con continuità, soprattutto come esterno di centrocampo. Il 26 novembre 2015 segna la sua prima doppietta con la maglia viola, nella partita di Europa League contro il Basilea pareggiata per 2-2.[25] Conclude la stagione con 41 presenze totali e 6 gol. Il 23 ottobre 2016, alla 9ª giornata del campionato 2016-2017, realizza la sua prima doppietta in Serie A nella partita vinta 5-3 in trasferta contro il Cagliari. Si ripete il 20 novembre, durante il derby giocato contro l'Empoli, segnando due dei quattro gol che permettono alla Fiorentina di prevalere per 4-0. Il 18 dicembre 2016, nel match perso 3-1 in trasferta contro la Lazio, indossa per la prima volta la fascia da capitano. Il 16 febbraio 2017, giorno del suo 23esimo compleanno, decide su punizione la sfida in casa del Borussia Mönchengladbach, valevole per i sedicesimi di Europa League;[26] l'1-0 perpetrato è anche la prima storica vittoria della Fiorentina in Germania.[27] Juventus Il 24 luglio 2017 passa a titolo definitivo alla Juventus per 40 milioni di euro (più un 10% alla Fiorentina, su un'eventuale futura rivendita, fino a un massimo di 5 milioni).[28] Nazionale Bernardeschi con la nazionale Under-21 nel 2014 Nazionali giovanili Il 28 febbraio 2014 è convocato da Luigi Di Biagio, CT della nazionale Under-21, per la partita di qualificazione all'Europeo Under-21 contro l'Irlanda del Nord del 5 marzo seguente,[29] nella quale ha fatto il suo esordio con gli Azzurrini giocando da titolare.[30] Segna la sua prima rete con l'Under-21 il 9 settembre 2014, nella partita di qualificazione Italia-Cipro (7-1).[31] Successivamente prende parte all'Europeo Under-21 2015 in Repubblica Ceca.[32] A distanza di un anno e mezzo dalla sua ultima presenza del novembre 2015, viene nuovamente convocato in Under-21 per disputare l'Europeo Under-21 2017 in Polonia. Realizza 2 gol, contro Germania e Spagna, nelle 4 partite disputate dagli Azzurrini, che vengono eliminati in semifinale dalla Spagna. Nazionale maggiore Dal 10 al 12 marzo 2014 è stato convocato dal CT della nazionale maggiore Cesare Prandelli per uno stage organizzato allo scopo di visionare giovani giocatori in vista dei Mondiali 2014,[33] venendo riconfermato per il raduno successivo del 14 e 15 aprile.[34] Il 19 marzo 2016 riceve la sua prima convocazione in nazionale maggiore dal CT Antonio Conte, per le gare amichevoli contro Spagna e Germania.[35] Esordisce il 24 marzo 2016, a 22 anni, entrando al posto di Candreva nel secondo tempo della partita Italia-Spagna (1-1) disputata a Udine.[36] Viene inserito nella lista dei 23 convocati per l'Europeo 2016,[37][38] dove viene impiegato unicamente nella terza partita del girone persa 1-0 contro l'Irlanda. Realizza il suo primo gol in Nazionale l'11 giugno 2017, sotto la gestione del CT Ventura, nella partita di qualificazione al Mondiale 2018 contro il Liechtenstein (5-0) disputata a Udine. Palmarès Individuale Selezione UEFA dell'Europeo Under-21: 1 Polonia 2017
  5. l tanto atteso incontro milanese è andato in scena. Da una parte Pantaleo Corvino, responsabile dell'area tecnica della Fiorentina , impegnato a rinfrescare il progetto sportivo. Dall'altra l'agente di Federico Bernardeschi , Beppe Bozzo, chiamato a trovare la miglior soluzione possibile per il suo assistito. Il fantasista di Carrara, infatti, ha deciso di non rinnovare il contratto con i viola in scadenza nel 2019. Alla base della scelta, la volontà di compiere il definitivo salto di qualità. Voglia di assaporare la Champions League. Voglia di accettare l'offerta della Juventus. A fuoco lento, ma non troppo, i dirigenti di corso Galileo Ferraris hanno intensificato il fronte, mettendo in atto un pressing asfissiante per cercare di arrivare all'attuale numero 10 della Fiorentina. Operazione delicata, soprattutto considerando i difficili rapporti societari, ma che potrebbe andare in porto valutando il caos creatosi attorno alla famiglia Della Valle; indispettita dai continui mugugni della piazza gigliata. Gonzalo Rodriguez è già passato, Borja Valero probabilmente andrà all'Inter, Kalinic spera nel Milan, Bernardeschi - come dicevamo - attende di fare le valigie con destinazione Torino Insomma, Firenze ha vissuto momenti migliori. La Juventus, alla ricerca di elementi offensivi che possano consentire a Max Allegri di allungare le rotazioni, ha individuato nel 23enne toscano il profilo perfetto: giovane, tecnico, munito di ampi margini di miglioramento e, soprattutto, forte. Pronti 40 milioni pur di mettere le mani su Bernardeschi, corteggiato da tempo d.s. Fabio Paratici. L'articolo prosegue qui sotto. Compresa la volontà del ragazzo, adesso è lecito pensare che la Fiorentina possa incontrare nei prossimi giorni direttamente la Juventus. Un passo che, verosimilmente, dovrebbe sfociare nella fumata bianconera. http://www.goal.com/it/notizie/calciomercato-juventus-bernardeschi-si-avvicina-vuole-andare/z37s8it6hypm1v10i5h2h3k6v
×
×
  • Create New...