Jump to content
Sign in to follow this  
cccp

Per Kefeo...E Per Coloro Che Vogliono Discutere...

Recommended Posts

Joined: 06-Oct-2006
309 posts
Chi non ci crede vada domani stesso ad acquistare una nuova ricaricabile TIM, turandosi il naso ovviamente, e provi a chiamarla da un altro cell:: ti risponder? il 119 dicendoti che il numero non ? esatto o se ? gi? stata registrata (24/48 ore dopo l'acquisto) che l'utente non ? abilitato a ricevere chiamate.

Per chi non vuole spendere i 10 euro guardi qui [Attivazione nuova scheda SIM] non ho trovato niente di meglio ma ? la conferma che forse ho ragione.

La mia ? stata solo un'intuizione, che poteva venire a chiunque,, ho fatto quello che potevo fare,, ho comunicato la cosa al team ju29ro che dovrebbe avere il contatto di Prioreschi.

Purtroppo credo che ormai non possa avere + effetti,, una contestazione immediata probabilmente avrebbe fatto sciogliere immediatamente l'udienza a causa dell'odore di m.... del Nucini che si sarebbe cagato addosso.

Molto bene! Se la cosa sar? verificata altro che non avere pi? effetti! Mica ? un discorso al bar quello tra Prioreschi e Nucini. Alla fine del dibattimento credo che non avrebbero problemi a dimostrare la falsit? della sua dichiarazione.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 18-Aug-2008
662 posts

secondo me sarebbe importante chiedere a Nucini perch? d'un tratto ha smesso di frequentare telelombardia...forse qualcuno conoscendolo, aveva paura che dicesse troppo??

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 14-Dec-2006
180 posts

No Sissoko...avevano capito che era un racconta balle.

Se penso che un tribunale dello stato italiano si mette a discutere sul fatto che la Juve abbia regalato a Nucini una maglietta senza nome stampato e che questo sia un "fatto" degno di un aula di tribunale.....mi viene da piangere

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 18-Aug-2008
662 posts
No Sissoko...avevano capito che era un racconta balle.

Se penso che un tribunale dello stato italiano si mette a discutere sul fatto che la Juve abbia regalato a Nucini una maglietta senza nome stampato e che questo sia un "fatto" degno di un aula di tribunale.....mi viene da piangere

in tribunale si discute di quello che ci arriva....il nocciolo ? l?..perch? ci ? arrivata quella m***a?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 09-Jun-2006
227 posts

allora, ho acquistato un telefono nuovo nel mese di marzo e mi hanno dato una scheda TIM nuova. non l'ho mai utilizzata perch? non ne avevo bisogno. stamattina, da altra utenza ho composto quel numero e la segreteria mi ha risposto che non ? abilitata alla ricezione di chiamate in entrata.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 18-Aug-2008
662 posts
allora, ho acquistato un telefono nuovo nel mese di marzo e mi hanno dato una scheda TIM nuova. non l'ho mai utilizzata perch? non ne avevo bisogno. stamattina, da altra utenza ho composto quel numero e la segreteria mi ha risposto che non ? abilitata alla ricezione di chiamate in entrata.

quindi conferma che Nucini dice solo bugie?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 09-Jun-2006
227 posts
in tribunale si discute di quello che ci arriva....il nocciolo ? l?..perch? ci ? arrivata quella m***a?

perch? l'udienza preliminare davanti al gup ? divenuta ormai una tappa obbligata senza che li venga deciso nulla. del resto un giudice monocratico dovrebbe decidere al posto di un organo collegiale anche se le finalit? sono diverse. questa figura era stata introdotta per snellire il numero delle cause nella speranza che in tanti si affidassero ai cd riti alternativi. credo che si sia trattato di un "flop".

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 09-Jun-2006
227 posts
quindi conferma che Nucini dice solo bugie?

bisognerebbe accertare se all'epoca in cui si sarebbe verificata la consegna della sim, l'attivazione della stessa avveniva con le medesime modalit? di oggi, ma penso proprio di si.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 18-Aug-2008
662 posts
bisognerebbe accertare se all'epoca in cui si sarebbe verificata la consegna della sim, l'attivazione della stessa avveniva con le medesime modalit? di oggi, ma penso proprio di si.

vediamo se ho capito bene : Nucini dice che Fabiani gli d? una scheda imballata che lui mette nel telefonino ma che non usa mai ma solo riceve da fabiani che per? tecnicamente sarebbe impossibile...mi sono un po' perso sul fatto di Nucini che prima dice mai usata subito buttata e poi invece dice non buttata subito ma ricevuto da fabiani....

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 10-Sep-2006
4,751 posts

Leggendo la trascrizione di CCCP, mi sembrava di leggere la sceneggiatura del film comico in cui due cugini, POSALAQUAGLIA & POSALAQUAGLIA (Tot? e Peppino De Filippo), vivevano in tribunale e si mettevano a disposizione per fare da "testimoni oculari".

Che boiata!

E pensare che da questa testimonianza doveva uscire fuori la prova di una cupola che controllava e manipolava i risultati del Calcio italiano!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 29-Mar-2006
94 posts

File MP516036 Minuti 00:00 - 27:30

Presidente Casoria: allora possiamo riprendere questo controesame. Si riprende l?udienza, si continua il controesame del teste ad opera dell?avv. Prioreschi.

Maurilio Prioreschi: grazie Presidente. Allora inter-Udinese del 25/02/2001, lei rispondendo al Pm ha detto che dopo la partita e? venuto a trovarla negli spogliatoi facchetti?

Danilo Nucini: si.

MP: e dopo essere venuto a trovarla nei giorni successive, l?ha chiamata, vi siete sentiti?

DN: si mi ha chiamato il giorno dopo per chiedermi dell?accaduto?

MP: e? normale questo..che un arbitro si senta al telefono con?il presidente che era presidente dell?inter?all?epoca?

DN: no

MP: vabbe? era un dirigente dell?inter..

DN: si era un dirigente dell?inter

MP: e? consentito questo dal regolamento?

DN: no.

MP: come mai lei lo ha ritenuto comunque?di intrattenersi telef..

DN: a parte che io non mi sono intrattenuto al telefono, ma mi ha?no vabbe? intrattenersi e? una cosa chiedere un accaduto e? un?altra cosa e come dicevo prima Bergamo e? una citta? piccolo..la mia conoscenza con facchetti era?

MP: a quando risale la sua conoscenza con facchetti? Lei viveva a Bergamo?

DN: io vivo tuttora a Bergamo

MP: cioe? da quanto tempo vive a Bergamo?

DN: credo che risalga intorno al 97-98-99?98-99

MP: quindi lei facchetti lo conosceva

DN: come le dicevo all?inizio era una conoscenza molto superficiale cioe? ci si incontra nella via del centro a bere il caffe?..il bar del centro e? sempre quello..si trovano dirigenti, calciatori e la squadra della citta??

MP: lei non ha ritenuto di segnalare all?ufficio indagini che facchetti l?ha telefonata dopo che le e? venuta a trovare dopo

DN: allora che mi sia venuto a trovare nello spogliatoio credo che sia legittimo perche? lui era un dirigente dell?inter quindi poteva farlo..

MP: dopo la partita si puo? mi pare?e? tra primo e secondo tempo?

DN: non puo? un dirigente di un?altra squadra entrare nello spogliatoio di un altro stadio?e facchetti come dirigente dell?inter ha tutto il diritto di entrare nello spogliatoio a fine partita..nello spogliatoio dello stadio Meazza

MP: se ho capito bene non poteva telefonarle il giorno dopo?

DN: sicuramente non poteva telefonarmi, ma siccome il contenuto della telefonata?ok va bene.

MP: come mai che non ha ritenuto di segnalare agli organi..siccome mi pare di aver sentito che quando e? venuto Moggi ad Ancona-Napoli lei subito lo ha segnalato?

DN: io segnalai di Moggi in Napoli-Ancona perche? Moggi era il ds della Juventus e non poteva trovarsi nello spogliatoio del San Paolo. E? per quello?

MP: quindi uno che non aveva nessun interesse a farle un saluto lo segnala, uno che invece le parla della partita della quale era dirigente non si segnala

DN: va bene no ma no ha ragione intendo il suo ragionamento..probabilmente ha ragione l?avvocato ma io ritengo che la telefonata di facchetti non e? stata inerente a qualcosa che potesse interessare anche l?ufficio indagine?siamo uomini no? mi chiede come sto?mi chiede perche? ero incazzato negli spogliatoi?cioe? voglio dire?cosa gli vado a raccontare?

MP: va bene?allora veniamo comunque sempre ai rapporti con facchetti..lei ha detto dopo la vicenda Bolognino ho cominciato..ho ritenuto di dover incominciare ad appuntare tutta una serie di episodi...

DN: ma non e? proprio Bolognino in specifico, avvocato..

MP: mi dica lei, io cosi? ho capito..

DN: si si no sembra che Bolognino sia l?artefice, l?apice di tutta...no dopo quella partita quando io ho visto un episodio...

MP: non mi ricordavo la partita e ho detto Bolognino perche? Bolognino me lo ricordavo ma non mi ricordavo la partita

DN: ah ok..no dopo Juventus-Chievo quando io ho visto questo episodio, che a Coverciano e? stato commentato in maniera positiva, allora mi sono ricordato del mio che era successo mesi prima e ho detto..ma qui c?e? una disparita? di giudizio..e allora cosi? anche perche? secondo me e? importante aver memoria, mi sono scritto le cose ma giusto perche? e? bene ricordare..

MP: eh be? ha scritto tanto perche? prima ha detto che ha un dossier di 250 pagine

DN: si ho scritto molto..ho scritto anche tutti gli articoli che la carta stampata, giornalaccio rosa dello sport, corriere dello sport...

MP: ah ma quindi e? una raccolta...

DN: dal 97 fino...

MP: ah quindi e? una rassegna stampa?

DN: una rassegna stampa e anche qualche mio aneddoto personale..

MP: la rassegna stampa e? anche su di lei..quando parlavano di lei..insomma dicevano che arbitrava bene, arbitrava male, arbitrava malissimo...

DN: certamente..ma io ho anche un bell?archivio stampa...un bella rasegna stampa soprattutto dopo Juventus-Bologna

MP: ma lei e? fissato con Juventus-Bologna?

DN: eh no perche? poi vede avvocato si e? bravi...essere bravi e?molto soggettivo...

MP: si son d?accordo ma anche essere somari..

DN: si

MP: allora torniamo a facchetti..quindi dopo questo episodio lei decide di confidarsi con giacinto facchetti..

DN: no veramente c?eravamo gia? confidati su alcune cose...

MP: su quali?

DN: sulle nostre impressioni, su come funzionava...dopo...da quell?occasione li? ho deciso...cioe? ho deciso..ci siamo incontrati in maniera molto privata, riservata per...

MP: anche qui...perche? non ha ritenuto di rivolgersi agli organi federali competenti invece di andarsi a confidare con un dirigente di un?altra squadra che comunque era una parte interessa...

DN: vorrei rispondere...

MP: no mi risponda...

DN: no vorrei risponderle alla Mourinho ma non le rispondo alla Mourinho...

MP: no sa perche? le faccio questa domanda? Perche? io avevo ho apprezzato molto l?inizio del suo esame quando lei parlando della vicenda Di Tommaso e criticando il comportamento dei suoi colleghi ha detto..gli unici rapporti vanno tenuti con le istituzioni...

DN: e? vero!

MP: e pero? lei pratica bene... e razzola male

DN: e razzolo male e lo so. Pero? vede un conto un conto e? raccontare all?ufficio indagini no? Che in un occasione di una partita del 1998 o qualsiasi partita del 98 io sono stato a cena con un giornalista..un conto e? raccontare questo no? Allora l?ufficio indagini secondo me lo crede ok? O quanto meno non ti prendono per un visionario non ti prendono per un somaro..un conto e? raccontare no? Quello che mi e? accaduto personalmente cioe? quello che mi e? stato detto quello che ho vissuto in prima persona qui si trattava, a mio avviso, di a quell?epoca...un uomo solo contro tutti...scusi avvocato...

MP: io veramente non ho capito quello che le e? successo...ma va be? andiamo...

DN: per me e? molto chiaro...

PC: va be?

MP: quando lei vede facchetti per la prima volta?

DN: come?

MP: quando vede facchetti per la prima volta? Dopo l?episodio Bolognino tanto per intenderci...

DN: ci vedavamo gia? pero? per tutto quell?arco dell?anno abbiamo..io non mi sono piu?...a parte gli incontri fugaci improvvisati al bar del centro...io non gli ho mai accennato di quello che stavo facendo se non raccontargli di fronte ad un caffe? in un bar pubblico, le mie sensazioni e il mio dispiacere di quello che stava accadendo e poi alla fine di quella stagione sportiva io l?ho incontrato nel suo ufficio in via Verdi a Bergamo.

MP: nel suo ufficio cosa faceva? Io non lo so..

DN: e? assciuratore..faceva l?assicuratore..

MP: e che vi siete detti?

DN: gli ho portato quelle che erano le mie impressioni verbali, quelle che erano le mie sensazioni, gli ho portato questo elenco di questi episodi..

MP: sarebbe quello che abbiamo acquisito?

DN: si gli ho portato quest?elenco e abbiamo commentato quanto io gli dicevo e lui..non ci credeva...non ci credeva..

MP: e poi va bene..

DN: lui non ci credeva

MP: poi quante volte vede o sente facchetti per telefono?

DN: eh alcune volte

MP: eh?

DN: eh alcune volte perche? poi..perche? poi..

MP: lei ci pare che rispondendo, adesso non vado a prendere il rigo, mi pare con una certa frequenza ha risposto..

DN: si si ma lacune volte...

MP: con certa frequenza per lei che significa?

DN: alcune volte..frequentemente..decida lei l?aggettivo..

MP: alcune volte e? una cosa, frequentemente e? un?altra...

DN: allora facciamo frequentemente..facciamo frequentemente

MP: quindi una volta a settimana, una volta ogni 3 giorni, una volta ogni 10 giorni

DN: io quando ho un rapporto con un amico non sto a segnare quante volte mi mi sento..

MP: insomma era un rapporto particolare...non era normalissimo voglio dire quello che stava facendo...

DN: no secondo me il fatto che non fosse normale perche? io ero un arbitro in attivita? e lui era un dirigente e questo siamo perfettamente d?accordo..il fatto che comunque era un amico e? che c?era un rapporto di fiducia e quindi io altrettanto di fiducia con un amico...se fossi suo amico mica mi annoto tutte le volte che lei mi chiama scusi

MP: allora che cosa avete deciso di fare con facchetti dopo che lei aveva fatto queste cose?

DN: ma dopo quando?

MP: me lo dica lei...dopo un mese, dopo un giorno...

DN: no dopo Torino, dopo che ho ricevuto la scheda da Fabiani e ho incontrato Moggi...

MP: partiamo dall?inizio...

DN: ah partiamo dall?inizio...niente lui...

MP: lui e? rimasto esterrefatto..

DN: si

MP: ma allora facciamolo, vediamolo, fai lo spione per me...le indagini che succede?

DN: no no no

MP: non gli ha chiesto mai di denunciare agli organi competenti?

DN: che cosa? Che cosa?

MP: quello che lei dice, quello che..

DN: io ho portato...

MP: quindi lei sostanzialmente non diceva nulla...

DN: no un momento...quello che c?era da denunciare era quello che c?era da denunciare quando io sono stato a Torino..a Torino li? quello..ma quello e? avvenuto dopo...

MP: prima quindi e? stata una chiacchierata...

DN: e? stata una chiacchierata dove lui era incredulo, come le ripeto, gli ho consegnato questo elenco e poi..ci siamo sentiti ci siamo visti ed io continuamente gli raccontavo quello che accadeva e quello che mi accadeva e lui altrettanto era dispiaciuto di quello che accadeva alla sua squadra..

MP: poi abbiamo il primo quello che lei colloca come primo incontro con Fabiani quello dell?aeroporto..

DN: si

MP: quindi dopo questo che fa va a parlare di nuovo con facchetti?

DN: certo io gli raccontavo tutto a facchetti

MP: e anche li avete stabilito...

DN: no abbiamo chiacch..l?unica cosa che c?era da stabilire e? di capire di capire se tuuto nasce per caso o se ci fosse dietro se ci fosse stato qualcosa che detrminava..

MP: pero? lei dicamo che dopo il primo colloquio quello dell?aeroporto di Lamezia Terme...

DN: no io gli ho semplicemente detto guarda...

MP: no se lei si e? iniziato a insospettire...

DN: insospettire di che cosa scusi? Mi ha dato 2 numeri di telefono scusi

MP: quindi era un colloquio assolutamente neutro..

DN: no mi ha dato 2 numeri di telefono mi ha detto questo e? il numero..anzi questo non te lo do? perche? e? sua moglie cioe? non e? che mi abbia fatto delle proposte..mi sembra di averlo detto avvocato..non mi ha fatto nessuna proposta

MP: e quindi non c?e? niente..incontro all?Hotel Cristallo no?

DN: si fuori dall?Hotel Cristallo si

MP: pure qui se ho letto il fatto lei va da facchetti ma qui pero? gia? lei credo che fosse piu? insospettito vogliamo dire cosi??

DN: ma piu? che insospettito mi passi il termine...

MP: le passo tutto..

DN: no volevo andare fino in fondo, volevo capire realmente...

MP: e quindi va da facchetti e gli racconta quest?altra cosa..e che cosa decidete di fare?

DN: di andare a fondo di andare avanti...

MP: come?

DN: per quanto mi riguarda io sono all?interno del gruppo nel moomento in cui vengo a conoscenza delle novita? metterlo al corrente

MP: sostanzialmente erano ancora al livello di..con facchetti era ancora a livello di parle? non erano state ancora decise..no e? che dice un amico e? meglio che faccio l?amico per entrare per capire...

DN: ma guardi..

MP: quand?e? che si concretizza questi...

DN: ehhh

MP: quest?altra strategia se vogliamo chiamarla cosi?

DN: ma di quale strategia sta parlando avvocato?

MP: queela di farsi vedere amico di questa....

DN: quella parte dopo che ci siam visti una settimana che ci siam fermati che l?ho visto in via Verdi che gli ho consegnato l?elenco...quello lui mi ha detto cerca di capire se riuscito nel gruppo

MP: la prima volta?

DN: si certo

MP: allora cambia le sue...

DN: no non cambio niente..strategia..a me non sembra una strategia particolare perche? nel momento in cui una persona mi chiede cerca di capire che cosa succede..l?ho detto anche prima mi sembra che ho risposto anche prima ad una sua iterazione...mi e? stato...

PC: l?osservatore...

DN: ho deciso ho deciso di rendermi piu? simpatico no? Per essere accettato dal gruppo che fino al quel momento, io di mia spontanea volonta?, non volevo essere accettato

MP: io volevo dirle questo lei aveva perche? gia? rispondendo al PM sin dal primo momento quando arriva alla CAN lei dice no avevo dei sospetti poi ho cominciato..

DN: no va bene allora cerchiamo di fare chiare le cose scusi...

MP: non e? questo il problema e? un altro...

DN: no no no io voglio essere molto chiaro cerchiamo di distanziare le cose..quando io sono arrivato alla CAN i sospetti che avevo non sono di quelli che sono emersi tuttora ok? Pero? e? evidente, capivo, capivo che c?era una situazione che se ti rendevi amico del gruppo forte o ti confacevi avevi la possibilita?..in pratica la possiamo racchiudere in un?affermazione totale..non c?era meritocrazia

MP: ma questo non...

DN: e la meirtocrazia era determinata, purtroppo, non era..cioe? chi aveva impedito che ci fosse questa meirtocrazia a quell?epoca era questo giornalista Di Tommaso e mi sembra che tutti ricordiate quanto e? accaduto nella stagione con Baldas e Mattei..pero? sospetti sospetti di che cosa? Nessun sospetto perche? non ero a conoscenza di niente..

MP: pero? adesso sico dopo Bolognino lei aveva cominciato a prendere appunti...

DN: ma li ho cominciato a prendere...

MP: gli incontri con Fabiani sono tutti dopo Bolognino?

DN: certo

MP: oooh..allora io voglio dire lei prima rispondendo al Pm ha detto sa io che potevo fare non avevo le prove..sarei passato per pazzo..non lo so..ma non le e? venuto in mente in uno di questi incontri con fabiani di portare un registratore?

DN: no

MP: e come mai? Perche? voglio dire e? la cosa piu? elementare che si puo? fare quando uno va ad un incontro con Moggi e con Fabiani almeno al terzo, almeno al terzo..guardi e? la cosa piu? elementare forse se lo dico a mia figlia...

PC: vabbe? avvocato...

MP: ci avrebbe pensato...chiedo scusa...pero? dico non ha pensato di portare...

PC: non ci ha pensato...

DN: no...

PC: e poi non e? una cosa...

DN: allora innanzitutto...innanzitutto..innanzitutto..mi lasci rispondere avvocato...

MP: no io per carita?

DN: innanzitutto..innanzitutto non credo che sia una cosa che si potesse fare e che comunque non credo...

MP: ma tanto cose che non si potevano fare lei gia? ne aveva fatte...

DN: quali?

MP: parlava con facchetti..

DN: mi dica quali avvocato

MP: si quelle di parlare con facchetti..

DN: perche? io non posso parlare con un amico?

MP: era suo dovere andare all?ufficio indagini...

DN: io non posso parlare con un mio amico?

MP: ma no non era un suo amico..era un dirigente di calcio..lei ci parlava come dirigente...

PC: va bene avvocato basta ha detto anche che era un suo amico...

MP: va bene comunque non ci ha pensato?

DN: non e? che non ci ho pensato non credo che fosse opportuno ed era inelegante questa cosa e poi io non faccio l?investigatore privato...

MP: allora queste sono le malignita? degli avvocati..

DN: no non faccio l?investigatore privato!

MP: quando Fabiani le ha dato la scheda...poi oggi ha modificato ed ha detto che l?ha utilizzata, non le e? venuto in mente di registrare o di far sentire ad un amico o di andare a chiamare Fabiani dentro l?ufficio Indagini..guardate che vi faccio sentire? Perche? poi voleva cercare le prove..fa la rassegna stampa..

DN: allora...

MP: prende appunti e aveva in mano una bomba atomica...lei che fa? La butta! Lo spieghi...

DN: no ve lo spiego subito..innanzitutto lei ha detto che io ho contatto Fabiani io non ho contattato Fabiani..e? stato Fabiani che ha contattato me...

MP: va beh e? uguale...

DN: no non e? la stessa cosa non e? la stessa cosa..ok? secondo luogo io non..so ho una bomba in mano ma infatti non me la sono tenuta per me e non l?ho buttata..l?ho confidata ad un mio amico che non era un uomo qualsiasi..

MP: lei non e? che doveva fare confidenze agli amici..lei era...

DN: ma perche? io perche? io...

MP: io le sto dicendo siccome lei ha fatto tutto sto esame dicendo eh ma io che potevo fare poi arriviamo pure alla Bocassini perche? poi...

PC: cosi? ha pensato di fare..di agire..avvocato che insistiamo a fare..

MP: come che insistiamo a fare Presidente? Io vorrei capire se e? un teste attendibile o se e? un teste inattendibile..

PC: e va beh..mi pare che non e? il caso di..

MP: fatemi fare il mio modestissimo lavoro...

PC: ha ritenuto di agire in questa maniera di confidarsi con l?amico...

MP: ha ritenuto..mentre prendeva l?appunto il giudizio positivo...

DN: no va bene..signor Giudice e? vero mi scusi devo rispondere in maniera corretta per far capire all?avvocato...

MP: io ascolto meglio di quello che pensa lei..

DN:..perche? l?ho fatto con un amico..l?ho fatto con giacinto facchetti perche? era l?unico, l?unico che in quel momento avrebbe potuto smontare tutto perche? se io mi fossi rivolto all?Ufficio Indagini a chiunque all?interno dell?organizzazione, nessuno mi avrebbe ascoltato ma mi avrebbero buttato tutti...

MP: se lei portava la scheda con le telefonate, se lei portava un registratore...

DN ma glielo ho gia? detto glielo ho gia? detto ma il registratore...prima di tutto il registratore non e? elegante ed in secondo luogo io non faccio...

MP: ma che elegante! Non parliamo di eleganza..

DN: io non faccio l?investigatore privato. Lo faccia lei non lo faccio io

MP: ma mi pare che l?ha fatto lei l?investigatore privato..

DN: si in un modo molto piu? elegante..in un modo molto piu? elegante di quello che lei mi ha chiesto di fare..

PC: ha tenuto un diario...andiamo avanti..avanti..

MP: lei non e? stato creduto quindi aveva questa paura di non essere creduto...senta ma...

DN: non e? che avevo paura di non essere creduto avvocato..mi sono rivolto all?unica persona che politicamente, economicamente poteva fare qualcosa

MP: che vuol dire? Che vuol dire?

DN: cioe? che aveva una forza era una potenza..

MP: quindi pensava che facchetti dovesse fare le denunce..

DN: no non e? che pensavo che facchetti potesse fare le denunce..pensavo che..a chi mi rivolgevo? A chi? Ai designatori?

MP: vabbe? se lei me la fa la domanda io rispondo...

PC: vabbe? avvocato non insista..

DN: vabbe? io non mi sono rivolto all?Ufficio Indagini perche? non credevo all?Ufficio Indagini va bene? Le va bene? Le va bene cosi??

MP: mi va benissimo.

DN: ok

MP: adesso mi spiega pure perche? quando la convoca il PM Bocassini non si fida neanche del PM Bocassini...

DN: non e? vero..li? non e? vero...perche? io non ho detto che non mi son fidato della d.ssa Bocassini..non ho detto questo..lo dice lei..non lo dico io

MP: no lo dico io..allora lei mi spiega quando il PM Bocassini la convoca su questi fatti che ha riferito oggi perche? lei ha usato un eufemismo ma insomma perche? lei mente al PM Bocassini?

DN: io non ho mentito al PM

MP: e allora che cosa ha fatto? Non gli ha detto le cose? E? la stessa cosa.

DN: no io non ho risposto su delle domande..aspetti..non ho risposto..ma tanto guardi non c?e? problema io non mi vergogno a dirlo...

MP: guardi che quando lei...

PC: avvocato! Lei lo deve far parlare!

MP: ha ragione Presidente

PC: avanti

MP: si pero? deve dire le cose...

DN: perche? le sembra che abbia detto cose...

PC: il teste dice quello che vuole dire..poi sara? valutato..

MP: lui deve dire solo la verita?..solo la verita?..

PC: no lui dice quello che...si suppone che dica la verita? pero? dice quello che si sente di dire..

DN: mi scusi signor Giudice ma l?avvocato mette in dubbio che io non dica la verita? mi scusi...

PC: no ma non si preoccupi..lei dica..allora di che stiamo parlando?

MP: allora il PM Bocassini che cosa le ha chiesto e che cosa ha risposto?

DN: io a quello che mi ha chiesto la d.ssa Bocassini...e a quello che ho risposto..mi scusi..io a lei non glielo dico

MP: guardi che non e? che...

PC: va beh..non lo vuole dire

MP: Presidente...

DN: quello che io ho detto alla d.ssa Bocassini..

PC: perche? non si ritiene si materia di indagine penale...

MP: no no quella e? un?indagine che non e? nemmeno aperta Presidente..

DN: ed invece le rispondo in un altro senso non gli ho detto probabilmente quello che voleva sentirsi dire perche? mi sono trovato li? da solo punto

MP: perche? ci voleva andare in compagniadal PM che la convocava...?

Un po? di confusione...

MP: il tema Bocassini lo ha introdotto lui..evidentemente io non ho una conoscenza..se facchetti..

PC: ma Bocassini lo aveva convocato o e? andato lei da Bocassini?

DN: mi aveva convocato...ma

PC: lo aveva convocato.

MP: benissimo.

PC: ha detto che era privo di contenuto significativo...

MP: no no la Bocassini aveva ricevuto una denuncia su questi fatti...

DN: no

MP: un esposto...che aveva ricevuto?

PC: da chi?

MP: e non lo so ce lo dicesse lui...

PC: lei aveva fatto un esposto?

DN: no io non avevo fatto nessun esposto..nessuno aveva fatto nessun esposto...

MP: facchetti?

DN: io non so..nessuno mi risulta abbia fatto un esposto

MP: qualcuno lo ha fatto perche? se hanno aperto un fascicolo

PC: non lo sappiamo...

DN: io non so come hanno aperto il fascicolo

MP: io voglio sapere che cosa le ha chiesto la Bocassini e che cosa ha risposto lui..tutto qua.

DN: io le ripeto...

MP: cerco di capire se su questi stessi temi li? ha detto una cosa e qui ne dice un?altra...

DN: no io non ne dico un?altra...no no io li? non ho detto cose diverse da quelle che ho detto qua semplicemente non ho detto le stesse cose perche?...

MP: non ha detto le stesse cose che ha detto qua quindi e? la stessa cosa..

DN: ma perche? l?argomento non era questo mi perdoni quando io le ho detto che dovevo andare che ero solo non perche? dovevo andare accompagnato da qualcuno perche? comunque qualc..chi aveva chi era stato con me in tutta questa vicenda era giusto che mi stesse al fianco quindi mi riferisco a giacinto...

MP: a?

DN: a giacinto facchetti doveva starmi affianco nel momento in cui mi son trovato da solo a sostenere un racconto, delle accuse..mi permetta avvocato...

PC: si e? tirato indietro...non ha dichiarato niente..

DN: io non ho dichiarato niente..

PC: non intende riferire che cosa si sono detti...

MP: pero? e? stato 3 minuti a parlare e non ha detto nulla io gli ho chiesto che cosa gli ha chiesto la Bocassini e che cosa ha risposto...

DN: ed infatti glielo dico...glielo sto dicendo...non glielo dico quello che ci siam detti...

MP: se il Presidente ammette la domanda lei me lo dice!

PC: di che cosa avete parlato?

DN: abbiamo parlato dell?andamento del calcio.

PC: dell?andamento del calcio..un tono colloquiale...

MP: con la d.ssa Bocassini...si e? messo a parlare di tattica...?

PC: si ed e? anche verosimile...andiamo avanti

MP: va bene...allora senta lei a facchetti ha chiesto qualcosa in cambio della sua collaborazione...diciamo cosi?

DN: no

MP: non ha chiesto un posto di lavoro all?interno dell?inter come responsabile addetto agli arbitri?

DN: no

MP: e? sicuro?

DN: si e? una diceria che e? uscita sui giornali ed anche in televisione..e? una chiacchiera che e? uscita...

MP: no non e? una chiacchiera guardi..

DN: e? una chiacchiera..le posso dire tanto per completezza di informazione che lui si era prodigato per cercarmi un posto di lavoro..ma io non gli ho chiesto niente..

MP: quindi e? facchetti che le ha offerto qualcosa in cambio...

DN: no no nel momento in cui io avrei dovuto raccontare quello che sono venuto a conoscenza e che ho messo a conoscenza lui e? chiaro che io dovevo abbandonare il settore arbitrale e lui non si preoccupava del fatto che io lo potessi raccontare o meno ma si preoccupava del fatto che io poi non arbitravo piu? e mi trovavo di fronte ad una situazione complicata

MP: ma lei non aveva un?attivita?...mi pare che ha detto che e? commerciante

DN: io mentre arbitravo non avevo un?attivita?

MP: faceva l?arbitro di professione?

DN: siamo stati costretti quasi tutti a farlo di professione...ma non era una professione siamo stati costretti

MP: comunque voglio dire aveva fatto un accordo in questo senso

DN: non c?era stato nessun accordo..lui si e? proposto ed io ho rifiutato

MP: una proposta unilaterale

DN: no lui mi hafatto una proposta ed io mi sono rifiutato

MP: e lei si e? rifiutato

DN: si

MP: ma lei ha mai incontrato moratti?

DN: no

MP: altri dirigenti dell?inter ne ha mai incontrati?

DN: no

MP: ma facchetti nelle interlocuzioni con lei le ha mai detto di aver parlato che questa vicenda la sapeva anche...

DN: no ma presumo che la sapesse qualchedun?altro ma a ma non ne aveva mai parlato

MP: quando lei dice qualchedun?altro ci vuol dire chi o..

DN: ma se e? una mia presunzione come posso darle una certezza

MP: ne ha date tante di presunzioni..ne dice una in piu?...non e? mica la fine...

DN: io non le ho detto presunzioni avvocato io non le ho detto che facchetti ha detto che lo sa qualchedun?altro..presumo io che lui a qualcuno abbia raccontato..presumo io..

MP: quando lei e? stato convocato dai carabinieri e? stato convocato o si e? presentato spontaneamente?

DN: scusi non ho capito la domanda..

PC: vuole sapere se i carabinieri l?hanno convocato o e? andato lei spontaneamente dai carabinieri nel 2007?

DN: sono andato...convocato a Roma..si si convocato convocato

MP: lei ha fatto solo questo verbale con i carabinieri? Solo una volta e? stato sentito?

DN: si

MP: non ha mai avuto colloqui informali?

DN: no

MP: senta pero? lei e? stato sentito dall?Ufficio Indagini?

DN: si

MP: prima?

DN: si

MP: senta mi tolga una curiosita? ma com?e? che i 2 verbali sono perfettamente identici pure nelle virgole?

PM: c?e? opposizione Presidente

PC: eh avvocato...

MP: no sa Presidente io in 25 anni di professione e? la prima volta che mi capita di vedere a 63 anni, 2 verbali perfettamente identici..pure nelle virgole Presidente

PC: va beh..lei fa questa dichiarazione..

MP: quando e? andato dai carabinieri portava appresso il verbale dell?Ufficio Indagini?

DN: io non portavo niente...

MP: si era preso degli appunti...

DN: io non portavo niente..io ho detto quello che dovevo dire...

MP: ha letto?

DN: ho DETTO quello che dovevo dire

MP: ho capito...va bene Presidente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 17-May-2008
218 posts
Juventino74,, sbagli tu,, lo dice eccome :p

la deposizione che riporti tu ? quella che nucini ha fatto ai carabinieri e che prioreschi riporta... nella deposizione di napoli non ha dichiarato che la scheda era nuova...

ecco il controinterrogatorio di prioreschi dove cita la dichiarazione fatta ai carabinieri:

Prioreschi : Peccato che pure delle celle, delle cellule o di quello che vuole Lei ai Carabinieri non ne ha parlato.

Nucini : Questo non ?eh, va b?, ok.

Prioreschi : No, no, no, aspetti, aspetti, adesso le leggo quello che ha detto cos? poi Lei mi dice se poi ? vero quello che ha detto oggi o non ? vero, ? vero quello che ha detto all?epoca o non ? vero nessuno dei due, ce lo dica Lei.

Presidente : Andiamo avanti, avvocato!

Prioreschi : Allora, Fabiani mi consegn? una scheda telefonica del gestore TIM, scheda ancora imballata per l?uso della quale avrei dovuto acquistare un telefonino dedicato solo a tale sim, invitandomi a comunicare con lui solo tramite questa scheda telefonica. Quindi, celle, cellule?no, perch? sa siccome di celle, di cellule, si ? parlato poi sui giornali, le schede, ha capito?quindi non vorrei che poi Lei confonde i ricordi?

nella parte sottolineata ? prioreschi che parla riportando le dichiarazioni di nucini date ai carabinieri prima del processo di napoli..

e di seguito la dichiarazione durante la deposizione a napoli:

Nucini : Si, dopo io quelle non le ho pi? osservate perch? mi rimase impressa, quella designazione mi rimase impressa, perch? poi Udinese-Inter suscit? grosse polemiche, grossa chiacchiera, insomma. E?insomma, poi parl? di queste cose, mi salut?, ha detto : hai visto, dopo c?ho pensato io, qualsiasi cosa tu hai bisogno, parlane con Fabiani. Chiama Fabiani e parla con lui. Moggi se ne va e Fabiani mi consegna una scheda telefonica della TIM e mi dice : con questa scheda in qualsiasi occasione chiamiami, se hai bisogno, ci vediamo sempre qua, non usarla assolutamente per fare telefonate diverse da quelle che devono essere tra me e te. Le cellule, mi spiegava le cellule, le cellule qua, le cellule si dividono, le cellule?

:p

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 03-May-2009
2,983 posts

Qualcuno ? in grado di contattare la difesa o lo stesso Moggi per sottoporgli le vostre interessanti deduzioni. Alcunistanno facendo un grande lavoro che potrebbe essere utile agli avvocati.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 09-May-2009
72 posts
la deposizione che riporti tu ? quella che nucini ha fatto ai carabinieri e che prioreschi riporta... nella deposizione di napoli non ha dichiarato che la scheda era nuova...

ecco il controinterrogatorio di prioreschi dove cita la dichiarazione fatta ai carabinieri:

Prioreschi : Peccato che pure delle celle, delle cellule o di quello che vuole Lei ai Carabinieri non ne ha parlato.

Nucini : Questo non ?eh, va b?, ok.

Prioreschi : No, no, no, aspetti, aspetti, adesso le leggo quello che ha detto cos? poi Lei mi dice se poi ? vero quello che ha detto oggi o non ? vero, ? vero quello che ha detto all?epoca o non ? vero nessuno dei due, ce lo dica Lei.

Presidente : Andiamo avanti, avvocato!

Prioreschi : Allora, Fabiani mi consegn? una scheda telefonica del gestore TIM, scheda ancora imballata per l?uso della quale avrei dovuto acquistare un telefonino dedicato solo a tale sim, invitandomi a comunicare con lui solo tramite questa scheda telefonica. Quindi, celle, cellule?no, perch? sa siccome di celle, di cellule, si ? parlato poi sui giornali, le schede, ha capito?quindi non vorrei che poi Lei confonde i ricordi?

nella parte sottolineata ? prioreschi che parla riportando le dichiarazioni di nucini date ai carabinieri prima del processo di napoli..

e di seguito la dichiarazione durante la deposizione a napoli:

Nucini : Si, dopo io quelle non le ho pi? osservate perch? mi rimase impressa, quella designazione mi rimase impressa, perch? poi Udinese-Inter suscit? grosse polemiche, grossa chiacchiera, insomma. E?insomma, poi parl? di queste cose, mi salut?, ha detto : hai visto, dopo c?ho pensato io, qualsiasi cosa tu hai bisogno, parlane con Fabiani. Chiama Fabiani e parla con lui. Moggi se ne va e Fabiani mi consegna una scheda telefonica della TIM e mi dice : con questa scheda in qualsiasi occasione chiamiami, se hai bisogno, ci vediamo sempre qua, non usarla assolutamente per fare telefonate diverse da quelle che devono essere tra me e te. Le cellule, mi spiegava le cellule, le cellule qua, le cellule si dividono, le cellule?

:p

Prioreschi : Ecco, no, per? allora se noi ricostruiamo quelle che sono le sue dichiarazioni rese ai Carabinieri, allora?mi ha consegnato la scheda telefonica del gestore TIM, scheda ancora imballata per l?uso della quale avrei dovuto acquistare un telefonino dedicato solo a tale sim, invitandomi a comunicare con lui solo tramite questa scheda?non sono in grado di specificare l?utenza della scheda, comunque annotai il numero e poi lo consegnai a Facchetti. Ripart? da solo per tornare a casa, quindi subito dopo questo? aver lasciato Fabiani, Lei riparte, ? cos? no ?

Nucini : Certo.

...

...

Prioreschi : ?ascolti, chiama Facchetti, gli dice ci vediamo?per impegni vi sareste visti dopo?e subito dopo butto la scheda. Quindi questa scheda secondo queste sue dichiarazioni, le ha fatte Lei, non le ho fatte io?

Nucini : Ok, ok.

Prioreschi : ?e buttata un minuto dopo, nemmeno l?avrebbe scartata, voglio dire, mi fa capire come l?ha usata ?

Nucini : No, va b?, va b?, ok, subito dopo, l?aggettivo?

Prioreschi : E quindi non l?ha mai usata ? Modifica la precedente dichiarazione ?

Nucini : No, non la modifico la precedente dichiarazione, le confermo que?

Juventino74 attento che a fare l'avvocato del diavolo si va all'inferno,, e l? ? pieno di diavoli e biscioni. :)

Come vedi conferma che la scheda era ancora imballata anche in tribunale,, rispetto al verbale fatto ai carabinieri aggiunge che l'ha utilizzata 2-3 volte.

La favoletta secondo lui quadra ma dimentica quello segnalato da me: L'attivazione.

Resta il rammarico che questo aspetto non sia stato evidenziato nel controesame,, sarebbe stato interessante vedere cosa altro si sarebbe inventato

Cos? ? se ti pare.

Edited by penalty

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 03-Jun-2005
1,027 posts
Io non sottovaluterei la testimonianza di Romeo Paparesta, fra quelle che finora ho ascoltato questa mi sembra la pi? lucida, chiarisce pubblicamente ed ufficialmente le peripezie ed il ruolo di Gianluca Paparesta e d? un attendibile panorama della situazione dal suo punto di vista, non cerca di aggraziarsi i PM, come ho letto, ma cerca di essere il pi? "sincero" possibile per chiarire la sua versione dei fatti.

Per noi non c'? niente di nuovo ma questa ? la prima volta che "una persona estranea alla Juventus a conoscenza dei (alcuni) fatti lo dichiara pubblicamente".

Secondo me sembra, in pratica, la conferma della frase che spesso Moggi ha ripetuto quando scoppi? lo scandalo "Mi dovevo difendere dal sistema" allora sembr? (anche a me ad essere sincero) una sterile difesa, quasi a giustificare le "malefatte", che comunque tacitamente sembrava confermasse. Romeo Paparesta non confuta quello che si ? sempre sostenuto in queste pagine, ed in altri siti come questo, e che Moggi stesso ha spesso ripetuto, e cio? che le attivit? effettuate non sono mai state indirizzate verso l'illecito sportivo che gli ? stato imputato, ma verso una legittima autodifesa indirizzata ad avere tutto il materiale necessario per contrastare sia in via mediatica che ufficiale quello che le milanesi e le romane secondo lui effettuavano: un illecito sportivo, reale o ipotetico (fate vobis).

Certo che a giudicare l'andazzo di questi ultimi anni il dubbio che i suoi timori, le sue "ossessioni", fossero reali ? stato confermato, provate a guardare da quanti anni una squadra non terminava un campionato con zsero rigori contro e guarda caso si tratta di una milanese.

Quoto in pieno.La testimonianza di Paparesta Senior mi sembra "scagionare " Moggi.

La deposizione di Nucini si commenta da sola:? semplicemente ridicola.

Ps:ragazzi grazie,state facendo un lavoro immenso!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 31-Jul-2007
1,401 posts

PM: si ricorda che tipo di apparecchio cellulare era?

RP: era un Nokia perch? tra l?altro era molto simile a quello mio personale, forse era proprio lo stesso adesso che mi ricordo

PM: teneva gi? una scheda dentro?

RP: s? aveva una scheda tra l?altro io non conoscevo di che genere fosse quella scheda perch? non mi era stato detto e quando la utilizzavo parlavo tranquillamente come se fosse una scheda normale cosa che invece poi ho saputo nel momento in cui si sono sviluppate quelle indagini che hanno portato a questo?

PM: ma ancora una cosa Moggi le disse di chiamare lei o Fabiani esclusivamente con quel cellulare o no? Questo non l?ho capito

RP: s? mi disse tieni questo cellulare e quando, anche perch? io non conoscevo i numeri i numeri invece erano inseriti in questo cellulare che pi? che numeri erano i nominativi che corrispondevano a dei numeri per cui dice qualsiasi cosa tu dovessi riferirmi o anche qualsiasi cosa che io dovessi avere la necessit? di chiederti o riferirti lo facciamo tramite il telefonino che ti consegno

PM: senta ma in sostanza erano soltanto 4 i nominativi presenti in rubrica?

RP: esattamente ?erano solo quei quattro nominativi due nomi con i due numeri 1 2 1 2 altro non c?era, tanto ? vero che successivamente questo telefonino in circostanze in cui avevo avuto problemi con il telefonino mio personale l?ho usato io per telefonate mie normali a persone amici e parenti

PM: lei dove vive?

RP: a Bari

PM: in che strada in che via?

RP: io abito in via Mameli che ? nella zona Carassi di Bari

PM: lei con questo apparecchio cellulare, questa scheda che le viene data nel settembre 2004 ha chiamato per esempio anche sua moglie qualche volta?

RP: s?

PM: ma ha chiamato anche il suo cellulare privato mentre stava a casa per esempio

RP: io ho chiamato quelli che in quel momento avevo bisogno di sentire come se fosse il telefonino mio normale che invece in quel periodo non mi funzionava, cio? ho fatto uso normale questo per dire che non avevo minimamente la percezione che si potesse trattare di una scheda che non fosse di una societ? italiana

PM: ma poi se ne ? accorto

RP: me ne sono accorto dopo qualche mese perch? telefonando su quei numeri + di una volta mi era capitato di avere dei messaggi in lingua estera e siccome questo avviene, almeno avveniva, questo non lo so se avviene ancora quando un cellulare ? all?estero, la prima volta ritenne che la persona era fuori per? poi siccome questo ? avvenuto altre volte una volta chiesi proprio ma scusa per caso eri fuori all?estero? Dice no ero in Italia allora a questo punto mi sono reso conto che la

PM: e non ha chiesto a Fabiani o a Moggi il perch? di questo fatto?

RP: no assolutamente

una domanda .penso

ma se paparesta chiamava casa sua

o numeri suoi

con scheda svizzera

non avrebbe dovuto fare il +39???prima del numero??

a meno che non abbia trasferito la sua agenda sulla sim..???

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 31-Jul-2007
1,401 posts
Credo che avesse trasferito la rubrica sul telefonino o sulla SIM,, mi sembra strano potesse ricordare tutti quei numeri a memoria.

beh pu? darsi..

per? dice che riceveva risposte in tedesco..qualche volta

insomma a me non convince tanto questa versione

poi il numero di casa..anche quello col prefisso internazionale??

io credo forse sapesse che la scheda non era italiana

oppure l'ha trasferita sul suo cellulare

e quindi sono risaliti all'imei del cellulare di paparesta..

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 31-Jul-2007
1,401 posts
Messaggi in tedesco... .penso

Mi capita spesso di lavorare a Lugano e quando chiamo un numero di telefono non raggiungibile in Italia, il messaggio ? in tedesco!

La lingua del "messaggio" credo dipenda dalla linea che si sta utilizzando in quel momento, non dalla "nazionalit?" della Sim! Se sei in Italia, il messaggio di non raggiungibilit? ? in italiano perch? stai utilizzando una linea italiana! Mi sbaglio?

non lo so

io ipotizzavo che alcuni messagi fossero per l'intestazione della scheda..

dal 2004 dovevano avere nome e cognome per le leggi sul terrorismo infatti molte anche di quelle di moggi non andavano pi?

per? questo avveniva tramite sms

quelo che voglio dire se tu fai il numero di casa o di un cellulare senza perfisso internazionale.. ti risponde un altro numero

oppure in tileiano ti dicono che il numero ? sabgliato on esiste o devi fare il prefisso internazionale..

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 09-May-2009
72 posts

Se sei agganciato ad una cella del roaming italiano non ? necessario fare il +39 per chiamare un telefono nazionale.

I servizi di cortesia invece sono legati all'operatore titolare della SIM, in questo caso la Sunrise, ecco perch? sono in tedesco.

Quello che dice Paparesta ? attendibile.

Ad esempio in Italia con una scheda TIM non ? necessario fare il +39 per parlare con qualsiasi telefono della rete nazionale, invece se vuoi chiamare in Svizzera devi fare il +21. Viceversa in Svizzera sempre con la stessa scheda TIM non ? necessario fare il +21 per chiamare un telefono svizzero mentre sei obbligato a fare il +39 per chiamare un numero italiano.

Edited by penalty

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 03-Aug-2008
162 posts
Se sei agganciato ad una cella del roaming italiano non ? necessario fare il +39 per chiamare un telefono nazionale.

I servizi di cortesia invece sono legati all'operatore titolare della SIM, in questo caso la Sunrise, ecco perch? sono in tedesco.

Quello che dice Paparesta ? attendibile.

Ad esempio in Italia con una scheda TIM non ? necessario fare il +39 per parlare con qualsiasi telefono della rete nazionale, invece se vuoi chiamare in Svizzera devi fare il +21. Viceversa in Svizzera sempre con la stessa scheda TIM non ? necessario fare il +21 per chiamare un telefono svizzero mentre sei obbligato a fare il +39 per chiamare un numero italiano.

scusa ma paparesta senior che cosa era?

non era proibito che telefonassero vero? allora perche ci chiediamo il perche su questo teste? .penso .penso

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 31-Jul-2007
1,401 posts
Se sei agganciato ad una cella del roaming italiano non ? necessario fare il +39 per chiamare un telefono nazionale.

I servizi di cortesia invece sono legati all'operatore titolare della SIM, in questo caso la Sunrise, ecco perch? sono in tedesco.

Quello che dice Paparesta ? attendibile.

Ad esempio in Italia con una scheda TIM non ? necessario fare il +39 per parlare con qualsiasi telefono della rete nazionale, invece se vuoi chiamare in Svizzera devi fare il +21. Viceversa in Svizzera sempre con la stessa scheda TIM non ? necessario fare il +21 per chiamare un telefono svizzero mentre sei obbligato a fare il +39 per chiamare un numero italiano.

bene.. grazie della spiegazione.. :sisi:

quindi paparesta juinor o senor

dovrebbe avere chiamato bertini col telefono svizzero sul suo numero italiano

e non sul numero svizzero affibiato dai carabinieri a bertini.. .penso

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 29-Mar-2006
94 posts

File MP516036 minuti 27:31 – 1:09:20 circa

Controesame di nucini

Presidente Casoria: possiamo considerarlo chiuso questo contro esame? Va bene...chi altro vuole parlare? Avvocato Morescante...

Silvia Morescante: avvocato Morescante per Fabiani. Senta sig nucini lei ha dichiarato dai carabinieri e poi lo ha confermato prima che gia’ all’inizio, ora mi dispiace se alcune domande forse potranno sembrare ripetitive ma dopo 6 ore di interrogatorio...gia’ dal’inizio del 96-97 dichiara di essere arrivato in serie A e serie B soltanto perche’ si e’ trovato in un periodo storico particolare..mi spiega il senso di questa sua affermazione? cosa intende dire quando sono arrivato in serie A e B soltanto perche’ c’era un momento storico particolare?e particolare che cosa vuol dire?

Danilo nucini: allora il momento storico particolare significa che la CAN C era stata commissariata al terzo anno per il problema di un cavallo di un arbitro con un cavallo

SM: per il problema? Non ho capito?

DN: di un cavallo con un arbitro cioe’ per un arbitro che parrebbe avrebbe avuto in dono un cavallo e fu commissariata e fu commissariata la CAN C ma furono cose che non mi riguardano e il momento particolare e’ perche’ secondo me si doveva ridare credibilita’ all’ambiente arbitrale soprattutto di serie C e quindi sono stati 2 anni secondo me molto positivi dove si andava alla ricerca efettivamente di chi sapeva arbitrare siccome le ripeto io non ho avuto nessuna raccomandazione, non ho avuto nessun padrino, nonostante tutto senza (...) sono arrivato in serie A e glielo ribadisco come numero 1 della serie C e con il premio Guerin d’oro e se lei va a vedere il mio curriculum le partite che ho fatto in serie C in Campania, in Sicilia lei non se le immagina neanche per cui il momento particolare era che evidentemente c’era necessita’ di arbitri bravi..

SM: perche’ prima non c’erano arbitri bravi?

DN: non lo so

SM: non lo sa quindi e’ una sua supposizione una sua sensazione?

DN: io ho detto che il momento particolare veniva dopo un commissariamento e il commissariamento..

SM: se non ci fosse stato, mi scusi se la interrompo, se non ci fosse stato questo commissariamento lei non avrebbe mai arbitrato in serie A e in serie B?

DN: questo non lo posso dire

SM: ok vado avanti lei dice che molti arbitri anzi prima ha detto tutti avevano un rapporto preferenziale con Di Tommaso...

DN: io non ho detto ah! si allora non tutti non tutti

SM: ecco se ci puo’ indicare quali erano se lei lo sa se ne e’ a conoscenza gli arbitri che avevano questo rapporto particolare con Di Tommaso

DN: ma se vuole io l’elenco siccome son passati tanti anni no? Le possa ricordare e citare quello che la procura arbitrale la procura arbirale eeeeh l’indagine che fece la procura arbitrale poi usci’ sulla giornalaccio rosa dello sport che furono deferiti 5 arbitri quindi non l’ho detto io non lo dico io lo dice la procura arbitrale che ha fatto un’indagine, lo dicono gli organismi di stampa che sono stati deferiti questi arbitri

SM: senta lei prima ha dichiarato che la procura arbitrale, nella procura arbitrale lei non aveva la minima fiducia..

DN: io nell’ufficio indagini ho detto

SM: nell’ufficio indagini..lei ha pure dichiarato prima che i giornali dicono tante chiacchiere in riferimento ad una domanda che il collega della difesa Moggi le ha fatto in riferimento ad un possibile accordo lavorativo tra lei e l’inter e lei ha risposto: i giornali ne dicono molte di chiacchiere

DN: io non ho detto i giornali ho detto che sono illazioni

SM: no lei ha detto i giornali

PC: una notizia che era uscita sul giornale

SM: quindi lei ritiene cosi’ di sua sponanea iniziativa che alcuni articoli corrispondono a notizie vere e alcuni articoli corrispondono a notizie false

DN: no non ho detto questo

SM: no quindi tutto quello che esce sui giornali sono notizie vere

DN: no ascolti non mi porti su un’altra strada

SM: no io le ho fatto una domanda

DN: no le notizie le notizie sono notizie possono essere vere o non possono essere vere ma un comunicato stampo della FGCI dove viene riportato sull’organismo di stampa non puo’ essere falso quindi io le dico che vada a rileggersi il comunicato stampa della FGCI dell’epoca e leggera’ i nomi

SM: senta se lei ci puo’ spiegare e’ un arbitro qui ci sono diversi arbitri le cose le sanno noi un po’ meno...ma gli arbitri possono rilasciare interviste in televisione di qualsiasi genere?

DN: ehhhhh simpatica

SM: scusi pero’ i commenti li apprezzeremmo..non so se si riferiva a me o alla domanda..

DN: no no no no simpatica la domanda no simpatica lei

SM: ah ok grazie

Qualcuno della difesa: simpatico pure l’avvocato...

PC: va beh diceva la domanda nel caso concreto

DN: si si e poi e’ una signora quindi ah ah

PC: andiamo avanti

DN: no ehhh non si possono rilasciare interviste

SM: non si possono rilasciare interviste..serve un’autorizzazione da parte della FIGC?

DN: no serve un’autorizzazione da parte del tuo organo tecnico

SM: quando lei prima ha dichiarato l’ha dichiarato ai carabinieri e lo ha confermato qui oggi, ora non rileggo giudice poi se c’e’ bisogno insomma per rendere un po’ piu’ snello l’interrogatorio, dichiara di essere stato sospeso ingiustamente per 4 mesi forse se lei me lo ricorda perche’ in televisione...

DN: 40 giorni

SM: no io dico...

DN: 40 giorni...sempre 40 ce li giochiamo al lotto

SM: ce li giochiamo al lotto magari vinciamo pure eh?

PC: questo commento del testimone non deve...

SM: dichiara di essere stato sospeso perche’ in televisione aveva pubblicizzato un corso di arbitri..lei questa sospensione la ritenne giusta o ingiusta?

DN: allora lei mi ha fatto una domanda ben precisa lei mi ha detto..

SM: no pero’ lei deve rispondere...e’ giusto o no?

DN: no ma mi faccia rispondere avvocato

SM: pero’ lei quando risponde parla sempre delle domande fatta prima di quello detto dopo...SOLO SI O NO

DN: a questa domanda non posso rispondere si o no avvocato se mi fa...posso rispondere?

PC: si si allora vediamo come vuole rispondere

DN: allora lei mi ha detto che dichiarazioni non si possono fare ed io le confermo che dichiarazioni non si possono fare sugli organismi di stampa ma la pubbicita’ al corso arbitri si puo’ fare cara signora

SM: si puo’ fare?

DN: si

SM: quindi questa sospensione lei l’ha ritenuta ingiusta?

DN: ma ovvio ho fatto publicita’ al corso arbitri al movimento al settore arbitrale mi scusi non ho mica parlato di un episodio calcistico

SM: senta un’altra domanda..lei sa perche’ non credo lei fosse stato magari l’unico arbitro ad essere stato sospeso chissa’ per quale motivo insomma, no possono esserci state sospensioni di qualsiasi tipo, lei sa se anche ad altri suoi colleghi e’ successo o meno il fatto che queste sospensioni non avessero poi fondamento in un provvedimento formale? O meglio lei sa se alcuni suoi colleghi abbiano avuto come lei la notizia di essere stati sospesi dagli organi di stampa? O da una semplice telefonata?

DN: io so che il comunicato che certifica la sospensione deve essere protocollata dalla segreteria dell’AIA

SM: e’ sicuro lei di questo?

DN: mi scusi ma un provvedimento secondo me deve essere sempre protocollato

SM: secondo lei oppure e’ certo che..

DN: no e’ cosi’

SM: il regolamento..

DN: eh ma se lei se il designatore mi dice lei e’ sospeso sei sospeso oppure tanto piu’ non mi dice niente ma non mi manda ad arbitrare lei la ritiene una sospensione giusta..

SM: no ma lei a me non mi deve fare domande..io non devo ritenere giusta....quindi lei la ritiene una sospensione ingiusta perche’ non e’ stato additato formalmente ora ripeto e riformulo la domanda..lei e’ a conoscenza se qualche altro suo collega nel corso degli anni e’ stato sospeso senza avere un provvedimento formale?

DN: a tutti i livelli...i livelli inferiori sicuramente..dalla serie C..

SM: quindi lei veniva trattato come tanti altri in questa circostanza.

DN: no no scusi non ho capito bene la domanda no no m scusi dal settore giovanile fino alla CAN C io ricordo io ricordo che chi e’ stato sospeso per motivi che l’organo tecnico ha ritenuto disciplinari ha sempre vuto una comunicazione dalla segreteria dell’AIA di sospensione alla CAN A e B questo a me non e’ accaduto e ad altri colleghi non lo so..

PC: ma allora poi di fatto non era una sospensione..

SM: giudice questo e’ chiaro pero’ lo sa che c’e’? che il teste raccontando mille episodi e raccontandoci le sue sensazioni che poi lasciano il tempo che trovano le ha racontate come per fare diciamo per dimostrare quello che poi era la sua sensazione ed io volevo arrivare proprio a questo ci siamo arrivati e ne sono pure contenta

DN: scusi la sensazione che la mia era una sospensione..

SM: no no no lei ha raccontato...

PC: basta...

SM: da 4 ore determinati fatti e li ha raccontati perche’ li ha messi tutti a sostegno di una sua sensazione

DN: no

SM: no allora queste non erano sue sensazioni?

DN: io ho descritto fatti oggettivi e ho descritto quello che mi e’ accaduto realmente..

SM: e quindi l’interpretazione che lei da a questi fatti

DN: questo el fatto che non sono andato ad arbitrare per 40 gg non e’ interpretazione..e’ una sospensione

SM: d’accordo sempre su questi 40 gg

PC: e’ una sospensione di fatto...

DN: di fatto e’ una sospensione..

PC: perche’ non e’ una sospensione

DN: di fatto e’ una sospensione

PC: vabbe’ e’ una sospensione...non e’ il termine esatto...non l’hanno piu’ chiamata insomma

DN: ma di fatto e’ una sospensione eh

PC: vabbe’

SM: senta lei dice di essere stato sospeso questi famosi 40 gg e poi io leggo che la sospensione partiva dal 14 gennaio 01 e terminava l’11 febbraio 01. Sono 40 gg?

DN: vabbe’ so’ 38 sono 35 quanti sono?

SM: non lo so quanti sono me lo deve dire lei perche’ lei gia’ 3-4-5 volte ha detto sono stato sospeso per 40 gg e sono lunghissimi

DN: allora io ho arbitrato Juventus-Bologna quando?

SM: 14/01/01

DN: ecco e sono rientrato ad arbitrare quando?

SM: e questo me lo deve dire lei non glielo devo dire io

DN: eh ma io non mi ricordo

SM: lei non si ricorda

DN: io ritengo siano passati 40 gg

SM: lei ritiene siano passati 40 gg

PC: intorno ai 40

SM: ora lei ha anche dichiarato che non capiva le logiche se poi ci puo’ spiegare quali erano queste logiche che non capiva e soprattutto non aveva nemmeno interesse a capirle queste logiche..se ci puo’ spiegare queste logiche quali erano e perche’ non aveva interesse a capirle

DN: allora come ho detto prima non avevo interesse a non capirle nel momento in cui mi veniva dato quello che mi meritavo..non avevo interesse perche’ ci possono essere delle logiche pero’ se comunque all’interno delle logiche in tutti gli ambienti chi merita ha...voglio dire..non vedo perche’ cioe’ nel momento in cui faccio il mio mi merito le cose e ottengo risultati..

PC: non ha interesse...

DN: non mi possono piacere determinate situazioni ma allo stesso tempo cioe’ per quanto mi riguarda e quindi c’e’ giustizia io ottengo quello che merito. Nel momento in cui nel momento in cui nel momento in cui mi e’ capitato quell’episodio ritorno a dirglielo era l’inizio della stagione successiva vedo il primo episodio in Juventus-Chievo allora dico li’ non va piu’ bene perche’ se io vengo bocciato per un calcio di rigore ritenuto che forse c’era o non c’era ma comunque bocciato e premiato invece chi da un calcio di rigore che sicuramente non c’e’ mi scusi eh ma se lei fosse al mio posto che cosa avrebbe pensato?

PC: va beh...

SM: va beh ognuno fa le proprie valutazioni..lei ha fatto le sue..

DN: esatto

SM: ed io faccio le mie. Un altro racconto che lei ha fatto e’ riferito alla famosa gara Napoli-Ancona nella quale Moggi entra nello spogliatoio..ora una domanda nel referto arbitrale che voi arbitri dovete stilare a fine gara che cosa ci deve essere scritto soltanto quello che accade dall’inizio alla fine della gara oppure quello che accade all’interno degli spogliatoi?

DN: quello che accade all’interno degli spogliatoi ma quello che accade non in termini di presenza diverso e’ se Moggi fosse entrato nel mio spogliatoio a Napoli ed oltre che presentarsi mi avesse detto qualcosa di irregolare o mi avesse insultato o avesse alzato la voce..

SM: e allora perche’ lei..

DN: scusi mi faccia finire.. questo compito e’ dell’ufficio indagini io questo compito e’ dell’ufficio indagine notare presenze non debite o debite all’interno degli spogliatoi degli stadi..per quanto mi riguarda io ho fatto il mio compito..ho avvertito i designatori..secondo me erano i 2 designatori che dovevano procedere

SM: lei lo sa che i designatori vanno avvertiti dando il rapporto arbitrale?

DN: no

SM: e’ vero o non e’ vero che...

DN: mi scusi avvocato ma il rapporto arbitrale va al giudice sportivo

SM: quindi lei per parlare con i designatori era sufficiente fare una telefonata..

DN: non va all’ufficio indagine..mi scusi

SM: bisogna scrivere la presenza indebita nel modulo

DN: mi scusi

SM: una domand pero’ glielo pongo forse in modo semplice lei quindi ci sta dicendo mi dica se corrisponde al vero se ho capito bene che per un arbitro non c’e’ l’obbligo di scrivere nel proprio referto arbtrale che c’e’ stata una presenza indebita nello spogliatoio...mi sta dicendo questo?

DN: ma se questa presenza indebita...

SM: ma pero’ lei deve rispondere si o no?

DN: ma non c’e’ questa voce..non c’e’ questa voce nel rapporto arbitrale a meno che questa persona indebita o debita quindi un tesserato un tesserato a meno che un tesserato un tesserato ed in questo caso la persona Moggi che era dg della Juve etra nel mio spogliatoio e ha un comportamento non corretto allora in quel caso debbo segnalarlo al giudice sportivo per quanto riguarda il comportamento dei tesserati all’interno degli spogliatoi che non sono da menzionare sul rapporto di gara e’ l’ufficio indagine che deve fare la segnalazione indebita e comunque e comunque se lei mi vuole dare atto che io non l’ho segnalato ma io..

SM: no io non voglio dare atto di nulla io faccio solo domande...

DN: no no

SM: io le chiedo...

DN: alza la voce e non si capisce

SM: non siamo arbitri c’e’ ne qualcuno..noi vogliamo solo sapere se l’arbitro ha l’obbligo di segnalare la presenza indebita..

DN: allora...

SM: mi scusi io di referti arbitrali me ne e’ capitato di vederne un po’ a me sembra che c’e’ scritto chi e’ presente e chi non e’ presente..

DN: non c’e’ scritto

SM: ma probabilmente...

DN: e comunque in scala gerarchica delle persone indebite all’interno degli spogliatoi c’e’ l’ufficio indagine cioe’ e comunque per cui se l’ufficio indagine non l’ha fatto che e’ il primo che dovrebbe farlo non lo so se l’ho fatto o non l’ha fatto ma che e’ il primo che dovrebbe farlo cioe’ mi scusi io il mio dovere

SM: quindi se l’ufficio indagine non l’ha fatto i designatori non lo sanno formalmente

DN: no lo sanno da me

SM: lo sanno informalmente va beh basta

DN: ma scusi a voglio dire

SM: senta allora lei ci vuole spiegare quale arbitro in attivita’ per tanti anni vuole spiegare alla Corte, al Presidente a noi tutti se e’ fatto divieto di intrattenere rapporti di qualsiasi tipo tra arbitro e dirigente di qualsiasi societa’ sportiva?

DN: quindi cosa vuole sapere scusi?

SM: se e’ fatto divieto se c’e’ un regolamento se c’e’ un norma della FIGC dell’AIA che vieta categoricamente ed espressamente qualsiasi tipo di rapporto fra arbitro e dirigente

DN: cioe’ certo e’ divieto che io abbia avuto un’amicizia con facchetti come e’ div..

SM: pero’ io ho fatto una domanda

PC: ma gia’ aveva a dire il vero aveva gia’ risposto..

SM: ma non proprio cosi’

DN: e comunque e’ fatto divieto e’ vietato come tesserato andare a Torino

SM: e’ vietato?

DN: andare a Torino a prendere una tessera telefonica

SM: vabbe’ io ho fatto un’altra domanda..poteva anche non andarci...

PC: aveva gia’ dichiarato che il divieto formalmente c’e’ e ha spiegato con l’amicizia

SM: senta lei ci puo’ spiegare ci puo’ dire se all’inizio di ogni campionato ad ogni arbitro viene dato un foglio nel quale l’arbtro deve scrivere se ha rapporti di amicizia di colleganza di conoscenza di lavoro con un determinato ds con un dg presidente di squadra di societa’

DN: lei ha detto bene di lavoro colleganza interesse

SM: amicizia

DN: nooo

SM: no amicizia no

DN: ma lo sa nel mondo del calcio quanti arbitri hanno amicizie o conoscenze personali o conoscenze superficiali con dirigenti con ds..

SM: no io non lo so lei lo sa?

DN: si

SM: e ce lo dica allora

DN: ma io non lo so sono fuori da 4 anni non so piu’ niente

SM: allora lei non lo sa..lo sa quando c’era prima?

PC: questa dichiarazione

DN: e’ una dichiarazine dove bisogna mettere per specifico se ci sono legami di parentela, legami di lavoro o di interesse questa..

PC: amicizia non c’e’?

DN: non mi si chiede se io conosco facchetti no scusi

PC: certo potrebbe avere una sua logica...

DN: ma io devo scrivere mi scusi mi passi il termine avvocato ma siamo uomini o caporali devo scrivere che vado a prendere il caffe’ che mi incontro al bar a prendere..

SM: non lo so guardi penso di si ritengo di si perche’ se stiamo facendo questo processo credo di si pero’

DN: che siamo caporali?

PC: no no no...vabbe’ l’amicizia non e’ contemplata

DN: l’amicizia non e’ contemplata

SM: l’amicizia non e’ contemplata...quindi lei poteva tranquillamente essere amico di un dirigente sportivo non segnalarlo e magari andare ad arbitrare la partita della societa’ di cui questo dirigente lei aveva questa forte amicizia poteva farlo...

DN: allora guardi combinazione se lei mi ha seguito attentamente

SM: attentamente parola per parola tutto

DN: ok quando io l’unica volta ho arbitrato l’inter non avevo un’amicizia particolare con facchetti

SM: ma io le ho fatto un’altra domanda..io..lei poi dice subito facchetti..

DN: ma e’ quella la domandaaa avvocato per favore

SM: ma lei vuole sapere anche la domanda ma lo sa che c’e’ Giudice? Ora devo contestare che l’ha scritto..l’ha scritto sul verbale dei carabinieri l’ha detto un’ora fa una mezzoretta fa

DN: che cosa?

SM: che lui e’ un caro amico di facchetti co il quale andava a prendere il caffe’ che sono entrambi bergamaschi che questa amicizia risale da tanti anni..

DN: no no no no

SM: l’amicizia risale da tanti anni lei arbitra inter non mi ricordo quale

DN: no no ascolti

SM: tra l’altro l’inter vince pure giudice

DN: no no mi deve mi deve mi deve perdonare avvocato pero’..

SM: io le ho fatto una domanda

PC: quando ha arbitrato questo inter...quando ha arbitrato?

DN: nella stagione 2000-2001 ma pero’ Giudice

SM: inter udinese che e’ finita con la vittoria dell’inter per 2 a 1

DN: e se la vada a rivedere avvocato che e’ stata una bella partita

SM: io non mi devo andare a rivedere nulla io ho fatto una domanda Giudice

PC: avvocato e’ inutile che insistiamo abbiamo accertato che lo conoceva dal 97-98

SM: ah ecco perche’ pensavo di aver capito male

DN: no no no no no avvocato io sono sicuro che lei ha capito bene

SM: ma infatti io ho capito benissimo era lei che pero’ prima..

DN: e allora siccome ha capito bene glielo rispiego...

SM: no ma io non ho bisogno...

DN: la mia conoscenza con facchetti a quel punto che si riferisce lei a quel punto che si riferisce lei era una conoscenza che ho con tutte le persone che incontro in centro ne’ piu’ ne’ meno quindi molto molto superficiale

SM: senta signor nucini lei ha mai stipulato polizze assicurative con il signor facchetti?

DN: io non ho nessuna polizza assicurativa

SM: senta l’incontro all’aeroporto che prima ci ha raccontato di Lamezia Terme avvenuto con il Fabiani

DN: me l’hanno gia’ fatta la domandaaa

SM: cosa?

DN: me l’hanno gia’ fatta sta domanda su

SM: ed io non ho capito e la vorrei risentire

PC: e aspetti pero’ certo ma non e’ stata gia’

SM: ma non e’ la stessa domanda

PC: sentiamo...

SM: quest’incontro e’ fatto all’interno gia’ del terminal? Oppure fuori dall’aeroporto?

DN: ma guardi a me a me di quell’episodio li’ di quella situazione mi ricordo un colloquio che poi..ah no mi correggo siamo usciti anche a fumare una sigaretta

PC: fuori dall’aeroporto va bene

DN: perche’ fuma Fabiani

SM: si ricorda..

PM: Presidente mi scusi vorrei evitare che le risposte del teste sia accompagnate da battute o da considerazioni di qualsiasi altra natura

PC: va bene..

Confusione..

PM: non sto parlando dell’avvocato non sto parlando dell’avvocato che fa..

PC: va bene gli avvocati si comportino bene avanti

DN: ma scusi giudice scusi giudice ma e’ vietato fumare una sigaretta con una persona? Non credo eh

PC: va bene andiamo

SM: senta lei prima ha dichiarato mi dica perche’ adesso con tutta questa confusione ha dichiarato che poi il Fabiani prendeva un volo che andava chissa’ dove?

DN: eh penso che andava a casa sua credo eh

SM: cosa?

DN: penso che andasse a casa sua

SM allora ha dichiarato o no che Fabiani prendeva il volo poi?

DN: ebbe’ se era li’ a Cosenza come andava a cas...dove doveva andare

SM: allora le ripeto Fabiani prendeva il volo o no?

DN: ma io non capisco che importanza abbia sta roba

SM: lei non deve capire lei deve dire...lei prima ha fatto una dichiarazione

DN: io non so che carta d’imbarco che volo doveva prendere il Fabiani

SM: pero’ ha preso il volo?

DN: ma cosa..io ho preso il mio volo e me ne sono andato cosa mi interessa a me di cosa fa Fabiani?

SM: no perche’ lei prima ha dichiarato che Fabiani prendeva e partiva in aereo.

DN: e vabbe’ se era in aeroporto che cosa ci faceva..

Confusione..

SM: invece io ho la carta dell’agenzia di viaggi presso la quale..allora in quell’anno Fabiani era il ds della Triestina ogni volta che il ds segue la squadra durante le trasferte lo fa ovviamente non si conpra da solo il biglietto non lo fa personalmente ma lo fa per il tramite della societa’ per il quale lavora che ovviamente paghera’ anche il biglietto allora io ho documentazione sia della Triestina Calcio anche dell’agenzia di viaggi presso il quale la Triestina ha elaborato preparato tutti i biglietti inerenti a quella trasferta dove il Fabiani risulta non esserci..

DN: allora e’ venuto solo per me..allora e’ venuto solo per me

SM: io pero’ non ho fatto nessuna domanda

DN: allora e’ venuto solo per me

PC: lo ha solo visto all’aeroporto non sa dopo che direzione ha preso

SM: senta lei e’ a conoscenza della sua graduatoria di fine anno sa su 35-40-42 arbitri, ogni anno eravate in un numero diverso lei e’ a conoscenza almeno in questi anni che ha fatto la serie A e la serie B come si collocava a fine anno in graduatoria?

DB: le ho appena detto che non c’era meritocrazia non me la dica neanche la graduatoria

SM: no io le ho fatto una domanda..se era a conoscenza..

DB: non ne ero a conoscenza e non mi e’ mai interessato perche’ tanto non c’era meritocrazia

SM: quindi lei non sa se e’ stato..

DB: no. Senta avvocato..

SM: no no no lei a me senta avvocato NON ME LO DICE. Io ho fatto una domanda se lei lo sa bene se non lo sa mi dice non lo so

DB: no e non mi interessa neanche

SM: non lo sa e non le interessa quindi a lei non le interessa sapere se era un bravo arbitro o un cattivo arbitro se era bravo ad arbitrare oppure no

PC: questa graduatoria chi la compila?

SM: i designatori

PC: i designatori va bene

SM: quindi lei non ha interesse di sapere se e’ stato un bravo arbitro oppure no?

DN: no perche’ non c’era meritocrazia quindi e’ inutile che in un ambiente dove non c’e’ meritocrazia..

Un po’ di confusione

SM: no va bene lei ha risposto basta. In quest’ambiente dove a lei non piace niente dove lei dice sta facendo voglio dire delle dichiarazioni allarmanti e disarmanti allo stesso tempo ma allora perche’ lei continua a lavorare..fino a che anno lavora lei? 2004-2005-2006 fino a ? quanti anni?

DN: 44

SM: 44 anni e lei perche’ continua ad avere l’interesse di lavorare in quest’ambiente che e’ cosi’ ostile dove pensano che non sia una persona intelligente dove pensano che sia una persona antipatica dove pensano che sia una persona che..

PC: va bene ma questo non e’ una domanda pero’ eh?

DN: ma posso anche rispondergli..a parte il fatto che..

SM: grazie eh?

DN: a parte il fatto che nessun arbitro e lei lo sa meglio di me da le dimissioni in anticipo

SM: io non lo so

DN: aspettano..allora gli arbitri presenti aspettano sempre di ricevere la comunicazione da parte dell’organo tecnico perche’ prima non se ne andrebbero mai ma poi in secondo luogo mi scusi eh io ho iniziato ad arbitrare a 22 anni ma me ne devo andare io? Ma io finche’ posso arbitrare arbitro mi scusi

SM: arbitra..mi sembra giusto..va bene senta

PC: ma questo capita in tutte le professioni..Percio’ la domanda non mi pare sia molto

SM: senta lei prima ha dichiarato che non aveva interesse..no aspetti perche’ non voglio fare confusione..lei prima ha dichiarato che ha annotato in questo manoscrittto tutti questi riferimenti a queste gare che lei riteneva pro Juve per andare proprio a cercare a centellinare quegli episodi per vedere poi la risposta del giudice sportivo, dell’organo tecnico

DN: no la risposta dell’organo tecnico

SM: la risposta dell’organo tecnico ora quando lei stilava questa sua personale classifica di sbagli di errori a parte il fatto che era una cosa personale ma lei lo faceva vedendo le partite alla televisione

DN: no

SM: era sul campo?

DN: no

SM: e come faceva?

DN: ero a coverciano e sentivo il comento del designatore

SM: cioe’ lei questo manoscritto che ha presentato e’ praticamente..(un po’ di confusione) no aspetti perche’ lei le sa certe cose io no..e’ una conseguenza di quello che lei vedeva a Coverciano quindi lei su questa classifia ha scritto di cose di cui non ha nemmeno visto?

DN: allora no no non e cosi’

SM: ha detto che non li vedeva

DN: no no no no no

PC: gli episodi incriminati li vedevano ha detto

DN: no scusi non dica cose che non ho detto

SM: le ho fatto una domanda

PC: pero’ fatelo rispondere

DN: allora ogni venerdi sera ci trovavamo a Coverciano e tutti insieme vedevamo gli episodi della domenica quindi su un televisore grande cosi’ adesso non so..e successivamente all’episodio c’era il commento del designatore io che stavo sempre in ultima fila al buio con solo le luci del televisore guardavo l’episodio mi segnavo la partita e scrivevo ok non ok e poi tornavo a casa e lo riportavo sul mio diario

SM: e lo riportava a facchetti giusto?

DN: no quello glielo ho portato alla fine

SM: no mano mano?

DN: alla fine alla fine di quella stagione sportiva

SM: se lei prima ha dichiarato che non aveva interesse a capire queste cose per quale motivo annotava tutte queste situazioni?

DN: io le ho detto che non avevo interesse di capire le logiche e non mi sono addentrato nelle logiche nel momento in cui io ho corso 2 ore e con il sacrificio e con l’impegno ottenevo quello che mi meritavo nel momento in cui mi e’ stato tolto quello che mi meritavo e’ chiaro che allora ho cercato di capire perche’

SM: senta da quando comincia a scrivere a redigere questo manoscritto?

DN: la stagione 2001-2002

SM: qual e’ la stagione dove lei ha arbitrato piu’ partite in serie A?

DN: la stagione precedente

SM: e’ sicuro che lei nella stagione sportiva 2001-2002 non ha mai arbitrato in serie A?

DN: a me risulta di non aver mai arbitrato in serie A

SM: non e’ sicuro..

DN: no sono sicuro

SM: sicuro al 100% che lei non ha mai arbitrato in serie A?

DN: 101%

SM: se lei non aveva interesse per quale motivo tutte queste indicazioni le dava al facchetti oltre al fatto che lo ritenevo grande amico unico uomo onesto del mondo del calcio

DN: ha detto bene unico uomo onesto nel mondo del calcio..premesso questo premesso questo io in effetti non avevo nessun interesse economico o qualsiasi cosa si voglia immaginare o voglia dirm..mi voglia far dire..l’unica cosa che avevo di interesse era riuscire a capire a capire come funzionava tutto e come ho detto prima nell’interrogatorio del PM alla fine mi sono messo sulla sponda del fiume e ho aspettato

SM: quindi lei di tutti gli organi di tutti gli uffici indagine che sono passati nel corso di tutti questi anni non si e’ mai fidato di nessuno?

DN: no

SM: no ora visto che l’ufficio indagine e’ come dire non mi fido del collegio giiudicante del tribunal di Napoli..oh il collegio giudicante ha un nome e cognome..allora lei ci puo’ fare i nomi e cognomi delle persone di cui non si fidava?

DN: non c’era una persona in particolare o 2 persone in particolare era tutta la conoscenza del settore arbitrale delle varie situazioni che si creavano e come sono state definite tante volte alcune situazioni tipo ritorno a dirle assoluzione della procura arbitrale per alcuni arbitri e lo ritorno a dire c’e’ scritto sulla giornalaccio rosa e un comunicato ufficiale e’ finito tutto in un vogliamoci bene

SM: quindi non c’e’ una persona..

DN: no

SM: della quale lei non aveva fiducia..tutte indistintamente

DN: non tutte..ehh diciamo io credo che io credo io credo che quello che e’ emerso in questa indagine che e’ stata fatta e per il motivo che ci troviamo qui credo che molte persone a chi ti rivolgevi forse non trovavi aiuto

SM: ma lei lo dice dopo che ha letto gli atti di questa indagine nonn ho capito

DN: no io lo dico dopo che ho letto gli atti di questaindagine ma soprattutto di momenti che ho vissuto li’ all’interno

SM; quando li ha letti lei questi atti?

DN:mm?

SM: quando ha letto lei questi atti?

DN: ho comprato i 2 dossier dell’espresso

SM: quindi nel maggio 2006..maggio 2006?

DN: si va bene ma cosa vuol dire?

SM: no io ho fatto una domanda..maggio 2006?

DN: quando li ha pubblicati? Maggio 2006? Maggio 2006!

SM: prima del 415bis no questa e’ una nota..

DN: potevo comprare topolino ho preferito l’espresso

PC: va bene...(avvocati in sottofondo non apprezzano la battuta) silenzio. Quindi lei li ha comprati allorche’ sono stati pubblicati

DN: ebbe’ ero curioso di sapere

PC: benissimo abbiamo collocato nel tempo maggio 2006

SM: anche perche’ sono andate a ruba dopo 3 gg non c’erano piu’

DN: ma ero curioso di di di leggere...curiosita’ voglio dire

SM: e in queste cose che lei ha letto che cosa ha letto se ci puo’..che cosa c’era scritto sul libro rosso e libro nero dell’espresso guardi glielo ricordo libro nero e libro rosso

DN: libro nero e libro rosso e’ vero

PC: e’ una domanda questa?

DN: ma che domanda e’?

SM: si Giudice perche’ gli interrogatori che il signor nucini ha fatto dinanzi all’ufficio indagini, ai carabinieri ed oggi qui davanti a tutti noi le ha fatte dopo aver preso lettura

PC: va bene

DN: ma no

SM: di questa documentazione allora io vorrei sapere in questa documentazione cosa c’era cosa c’era scritto

PC: e va bene..

DN: c’era scritto tutto il contrario di quello che io ero a conoscenza prima..c’era scritto praticamente tutte cose nuove che io non conoscevo

SM: tutte cose nuove che lei non conosceva

DN: quindi se lei vuole dire che io abbia preso spunto da li’ si sbaglia

SM: no lei a me non deve dire queste cose io non ho detto questo ognuno faccia il proprio lavoro

PC: le conclusioni saranno tratte a tempo debito

SM: senta ma lei quando dichiara di essere stato in macchina con Fabiani, dichiara che va in albergo, ricorda la data ricorda anche la targa del Fabiani?

DN: purtroppo no pero’ ricordo la stanza 303

SM: 303! Ricorda che tipo di automobile?

DN: Ypsilon

SM: cosa?

DN: Ypsilon una ypsilon

SM: quando lei e’ andato dalla Boccassini ha verbalizzato? C’e’ stato un verbale? E’ stato redatto un verbale di quell’interrogatorio?

DN: questo non me lo ricordo...tantomeno mi sembra opportuno dire (...)

SM: senta lei prima ha dichiarato che all’inizio fece finta di essere amico dell’arbitro De Santis testuali parole..io ho fatto finta di essere amico dell’arbitro De Santis cosi’ come ho fatto finta..

DN: sono testuali parole?

SM: testuali parole ho fatto finta di essere amico dell’arbitro..

DN: no no no no no no no no no no

PC: non sappiamo..

SM: testuali parole giudice io ho scritto tutto..

DN: no no no no no no no no no ho cercato di rendermi amico e di mostrarmi amico di rendermi piu’ simpatico.

SM: ha fatto finta di essere amico dell’arbitro De Santis

DN: non dell’arbitro De Santis

PC: di apparire

DN: di apparire piu’ simpatico

SM: vabbe’ pero’ io sono sicura che il teste ha detto questo

DN: non ho detto questo

SM: non ha detto questo va bene ed ha anche dichiarato riferendosi al De Santis che rimase indenne da quella famosa partita Juve-Parma del 2000 dove ebbe appena 4 mesi di sospensione perche’ ha fatto questo commento? Lei che ne sa di questa questione di Juve-Parma?

DN: io non ho detto niente pero’ so che dichiarazioni post partita su episodi tecnici non si possono fare e credo non solo io ma molti miei colleghi all’epoca hanno ritenuto quella sospensione..

SM: e perche’? una sospensione di 4 mesi e’ poco ce lo faccia capire

DN: ma se lei mi ha fatto prima la domanda se e’ possibile fare dichiarazioni alla stampa senza autorizzazione io le ho detto di no e quindi adesso le dico le aggiungo che lui non ha fatto una dichiarazione dopo un giorno dopo 2 giorni lui l’ha fatta a caldo dopo la partita e non si puo’ commentare un episodio tecnico dopo la partita assolutamente

SM: quindi lei ritiene che 4 mesi sono pochi sono tanti

DN: ma secondo me e’ un fatto grave

SM: ma 4 mesi per far capire anche a noi perche’ non lo sappiamo quale puo’ essere..

DN: io non conoscendo la vicenda in totale perche’ non la conosco se non quello che ho letto sui giornali per me e’ poco

SM: per lei e’ poco

DN: si soprattutto perche’ e’ poco perche’ comunque voglio dire adesso ma non perche’ qualsiasi arbitro non no aspetti non pers..non nello specifico pero’ ma praticamente voglio dire se tu lo sospendi 4 mesi nel periodo estivo non gli porti via..non gli togli manco una partita

SM: senta un’arbitro internazionale nel periodo estivo ha impegni arbitrali?

DN: dipende

SM: secondo lei il De Santis se ne e’ a conoscenza nell’anno 2000 dopo questa sospensione aveva degli impegni internazionali?

DN: non sono a conoscenza

SM: non lo sa quindi lei non puo’ sapere se in quei 4 mesi il De Santis

DN: se avesse avuto..vede avvocato ha ragione puo’ darsi che ne abbia avuti impegni pero’ 4 mesi nel periodo estivo vuol dire forse arbitrare una due partite 4 mesi nel periodo invernale vuol dire perderne faccia il conto quante partite

SM: pero’ se quella gara era l’ultima di campionato...

DN: eh lo so ha ragione e’ andata cosi’

SM: questo e’ anche un altro fatto..e’ andata cosi’ comunque un arbitro internazionale nel periodo estivo ha molti (...)

PC: va bene

SM: senta lei dichiara pure che a Linate dovevate andare insieme il giorno dopo ad allenarvi nel campo di Linate, De Santis le chiede di accompagnarlo. Conferma questo?

DN: certo

SM: con che mezzo siete andati?

DN: con la mia macchina

SM: con la sua macchina...da dove partivate?

DN: dall’albergo dove eravmo allogiati per andare al campo di Linate

SM: e ognuno era con la propria macchina?

DN: no. Allora chi era con i mezzi di trasporto quindi aereo o treni, ovviamente il trasporto avveniva in pullman, chi abitava vicino Milano, io abito a 50km, quindi io sono andato in macchina al raduno, i campi di Linate so dove sono..sono sulla tangenziale est, io finito l’allenamento prendo la macchina e me ne vado a casa

SM: oltre a lei che era in macchina...( nucini dice qualcosa tipo che in macchina c’erano solo loro 2) c’era anche un pullman che accompagnava gli altri arbitri?

DN: si

SM: quindi tutti gli altri arbitri erano sul pullman?

DN: non tutti gli arbitri

SM: ci puo’ se si ricorda ci puo’ dire chi erano questi altri arbitri

DN: allora quelli che abitavano nelle vicinanze sicuramente erano in macchina..

SM: e ci puo’ dire..mi puo’ dare delle indicazioni se si ricorda di arbitri che non abitano in Linate o in quelle zone lei si ricorda essere presente..

DN: a me la cosa che mi interessa ricordare e’ il viaggio con De Santis

SM: ah! quindi a lei qui interessa dire solo determinate cose

DN: no! Mi scusi ma io come faccio a ricordarmi chi c’era sul pullman

SM: ma lei mi risponda non me lo ricordo, lo ricordo...io ho interesse lei non mi puo’ dire io ho interesse per dire questo per dire..

DN: no no avvocato mi scusi no mi sembra una domanda un po’

SM: ma a lei non deve sembrare..io le faccio una domanda se il giudice me la fa passare..si ricorda allora il nome di 2-3 arbitri sul pullman

DN: ma sul pullman ci sara’ stato quello che abita a Reggio Calabria quello che abita in Sicilia.

SM: ma se mi dice i nomi perche’ io non so chi abita in Sicilia e a Reggio Calabria..non lo sa nemmeno il Giudice, non lo sanno i PM

DN: a me basta ricordare quello che e’ accaduto in quel tragitto..

SM: quindi lei ricorda solo quello che vuole ricordare

DN: no che non lo voglio non mi e’ interessato..senta io non faccio il portinaio eh?

SM: io le ho fatto una domanda e lei mi ha risposto..

PC: non se lo ricorda

SM: non ho interesse a ricordarmi questi fatti

Confusione..

SM: adesso stia un attimo zitto se mi permette se mi permette io ho fatto una domanda, lei (interviene Casoria e si sovrappongo le voci) io ho 35 anni sono giovane la memoria io ce l’ho e questa e’ una memoria breve ed io ce l’ho molto forte allora mi ha risposto: “io non ho interesse a ricordare questo fatto”

Confusione tra il Giudice, Morescanti e nucini che parlano insieme

DN: ma non e’ vero che non ho interesse ma non e’ vero..non lo ricordo perche’ non ci ho fatto caso

SM: non ci ha fatto caso

DN: non faccio mica l’usciere dello Sheraton mi scusi eh?

PC: si era capito che il senso era questo..non ho fissato il ricordo perche’..

DN: non mi interessava chi andava in pullman e chi andava in macchina, mi scusi avvocato..

PC: andiamo avanti...dobbiamo sentire altri 5 testi..

SM: io ho finito..

DN: io ho perso gia’ l’aereo

SM: (ride) lei prima dichiarava che era stato contatt...veniva cont...ci ha proprio tenuto a precisare..io non ho mai contattato il Fabiani e’ stato sempre il Fabiani che mi ha contattato..

DN: in quelle 2 occasioni

SM: in quelle 2 occasioni..su quale telefono lo contattava?

DN: glielo ho gia’ detto sul telefonino mio e mi diceva attacca l’altro

SM: il numero di telefono suo chi glielo aveva dato a Fabiani?

DN: che ne so? Ah gia’ scusi no lo so forse..lo so immagino...lo sa che le societa’ tutte le societa’ di A e B hanno l’elenco degli arbitri con numero di telefono con l’indirizzo

SM: lo so

DN: ah lo sa

SM: lo so apposta glielo chiedo...e lei su quell’elenco che hanno tutti gli arbitri ha indicato il numero di cellulare?

DN: certo

SM: sicuro?

DN: si si si

SM: ok

DN: ebbe’ per forza scusi eh no no mi piace la domanda ma e’ anche ovvio perche’ non..cioe’ oltre a quello dell’abitazione nel momento in cui sono in giro se uno...se il designatore mi deve contattare...

SM: lei e’ sicuro...

DN: eh certamente

SM:..che in quell’anno in questione in quell’elenco ha messo il numero del telefonino?

DN: certamente certamente sempre sempre

SM: grazie io non ho altre domande chiedo di depositare la certificazione della Triestina Calcio in riferimento al volo la documentazione dell’agenzia di viaggio sempre in riferimento al volo da Lamezia Terme

PC: va bene va bene

SM: chedo inoltre giudice di depositare anche abbiamo fatto un 335 a Milano dopo le dichiarazioni di..visto che non sappiamo in che stato sta il procedimento che il nucini dichiara dalla Boccassini ho detto non ho detto ho fatto verbal non ho fatto verbale, allora noi che cosa abbiamo fatto? Siamo andati a Milano e abbiamo fatto un 335 dal quale risulta che il Fabiani non e’mai stato indagato non e’ mai stato..chiedo il deposito anche di questo..

DN: ma infatti io non ho mai..

PC: va bene depositiamo tutti questi documenti..se le parti non li osservano sono documenti..c’e’ qualcuno che li vuole osservare?

Edited by avel

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 11-Aug-2006
1,081 posts

Deposizione di Danilo Nucini 26/05/09

File MP516036 1h09? ? 1h39?

Controesame di Paolo Trofino, difesa Moggi

Trofino : Senta, io ho due rapidissime domande da fare, mi aspetto anche delle risposte brevi, cos? facciamo subito a quest?ora della notte. Ovviamente, sono l?avvocato Trofino, difensore di Moggi. Ehm, senta Nucini, Lei ha fatto una serie di affermazioni attraverso le quali ci ha fatto comprendere che meritocrazia non esisteva in quelle che erano le sfere della CAN, tra cui i designatori, ovviamente. C?ha detto che la meritocrazia l? non esisteva. Io leggo che Lei ? diventato arbitro di A e di B credo nel 1996 e che ? stato dimesso per raggiunti limiti di et?, credo, come Racalbuto, per esempio, nel 2004 o nel 2005. Questo deficit di meritocrazia che Lei lamenta ? comune a tutto l?arco di questo periodo nel quale Lei ha fatto parte della CAN ?

Nucini : No, mi sembra di averlo detto, no ? C?? stato quell?anno?quell?anno dove?nel 2000/2001, dove ? stato l?anno migliore, dove io sono stato premiato con gare di Serie A e di Serie B, di vertice, sulla base dei risultati ottenuti sul terreno di gioco.

Trofino : Va b?, si fermi un attimo. Diciamo che si sono avvicendati, diciamo, pi? designatori in questo arco di tempo, Lei nei confronti di chi lamenta questo deficit di?

Nucini : Io non?

Trofino : ?meritocrazia. Proprio facendo nomi e cognomi.

Nucini : Si, no, io?

Trofino : ?? partito da Casarin?e arriviamo ai giorni nostri.

Nucini : Io non lamento nei confronti di nessuno. Dico solo che sono?

Trofino : Non ho capito, guardi.

Nucini : Io non lamento nei confronti di nessuno, se non, se non il fatto che gli accadimenti hanno portato a far si?un appiattimento della classe arbitrale e quindi un azzeramento della meritocrazia. Mi sembra di aver ricordato all?inizio, ormai son passate 6 ore, che, oltre all?anno di Baldas e Mattei che tutti sappiamo com?? terminato, mi sembra di aver ricordato che l?anno dopo ci fu il sorteggio. Un sorteggio che ha penalizzato?

Trofino : No, io la fermo, non ? che si dilunga troppo?

Nucini : ?vabb??

Trofino : Io?questo deficit di meritocrazia?se vuole pu??siccome faccio io il controesame, credo che?non mi interessa questa risposta, posso fermarlo?

Presidente : ?allora cosa?

Trofino : ?cio?, io sto chiedendo : Lei ha detto che esisteva questo deficit di meritocrazia. Ora, Lei dice ? sull?appiattimento degli arbitri. Quindi, i designatori non c?entravano ?

Nucini : Non c?entravano si!

Trofino : E allora, mi dica quali designatori c?entravano ? Le sto chiedendo questo da?

Nucini : Allora, io ho vissuto un anno con Casarin, e le ho detto quello che mi ? capitato. Ho vissuto un anno con Baldas, e le ho detto quello che mi ? capitato, e oltretutto abbiam visto cosa ? successo. Ho vissuto un anno col sorteggio, e le ho detto quello che ? successo. Ho vissuto sei anni con Bergamo e Pairetto, a parte un anno che ho ottenuto quello che meritavo?

Trofino : ?cio?, per riassumere la domanda, e durante questo arco Lei ha sempre lamentato?l?ho fatta all?inizio?

Presidente : ?lo ha detto prima, tranne la parentesi del commissariamento che c?era stato quello sbandamento che dicevano?

Trofino : ?quindi, tutti i designatori?

Nucini : Avvocato, avvocato, se non le mettono il guinzaglio?io il guinzaglio, le ho gi? detto, e padroni non ne ho.

Trofino : ?se non le mettono il guinzaglio. E si riferisce a chi ? A Casarin, a Gonella, a tutti quelli che sono?ah, perfetto.

Nucini : Io sono andato avanti per la mia strada.

Trofino : Sono soddisfatto si fermi qua. Facciamo una cosa breve.

Presidente : ?ma l?aveva gi? detto, avvocato, questo.

Nucini : ?l?avevo gi? detto, eh.

Presidente : ?aveva detto, tranne il periodo del commissariamento che c?era stato uno sbandamento, che non c?erano designatori, poi tutti i designatori gli avevano dato?

Trofino : Quindi, tutti i designatori?praticamente, per esempio, parlando di Lei l?hanno ritenuta un arbitro, mi scusi il termine ma non ? offensivo, mediocre.

Nucini : Ma vede, avvocato, le ho gi? detto che il giudizio di positivit? o di negativit??

Presidente : ?va bene, va bene?non l?hanno valorizzato come lui?

Nucini : ?si, si, si, ok. Va bene : a parte un anno, a parte un anno che?

Trofino : ?scusi, io faccio una domanda e se Lei mi da una risposta secca facciamo prima.

Nucini : ?a parte un anno, le ho gi? detto, grazie a Bergamo, grazie a Bergamo?no, a parte un anno ho avuto quello che mi meritavo. Grazie a Bergamo per?, eh!

Trofino : Senta, Lei ha anche lamentato che, nel periodo in cui era designatore Baldas, che aveva dei rapporti di frequentazione con un giornalista di cui abbiamo sentito prima il nome e che, attraverso questo giornalista, alcuni arbitri?insomma, praticamente facevano dei favori?da quello che ha capito Lei?da quello che ho capito da quanto ha detto Lei. E? esatto ?

Nucini : No, io non ho detto che questi arbitri facevano i favori.

Trofino : Bene, e allora siccome Lei lamenta che c?? stata? gli organi federali della CAN che hanno assolto questi arbitri da una contestazione disciplinare, che cosa lamentava Lei ? Che cosa intravedeva ?

Nucini : Ma io non ritenevo giusto tutto quello che accadeva, mi scusi, eehh?io non ritenevo giusto?cio?, allora?se io vengo a conoscenza, mi perdoni?solo per farle capire. Se io vengo a conoscenza e leggo che un arbitro in occasione di una partita, prima di una partita si trova a cena con un giornalista il quale ha frequentazioni in certi ambienti etc. etc. io non lo trovo eticamente corretto. Poi, oh?

Trofino : Allora, si fermi qui. E allora, quindi, era solo una questione di etica ? Perch? anche Lei, voglio dire?da arbitro feder?aveva qualche frequentazione, voglio dire?perch? si lamentava con questi signori qua?

Nucini : Ascolti, la mia frequentazione con Facchetti ? ben motivata.

Trofino : Io non sto dicendo che?

Presidente : Lui ne fa un problema di qualificazione, avanti.

Trofino : ?perch? Facchetti ? un mito ed ? una persona immagino? non vorrei nemmeno citarlo come cognome. Per?, io le sto dicendo : se c?erano delle frequentazioni con un giornalista, le frequentazioni con un dirigente di calcio erano un po? pi? intensamente, voglio dire, proibite. E allora perch? Lei lamentava che i suoi colleghi venivano assolti per questa situazione che addirittura avevano cenato una sera con Danilo Di Tommaso ?

Nucini : Bah, oddio?facciamo una cena?va bene, va bene cos?, avvocato.

Trofino : Io non ho capito?non lo so, mi sembra di fare domande comprensibili, Presidente.

Presidente : La risposta?il teste?vorrebbe dire che non si trattava solo di una cena, avanti.

Nucini : No, no, vabb??ma ormai ? passato tanto tempo?in questo contesto non ha, a mio avviso, non ha?

Presidente : Cos? si deve interpretare la risposta del teste.

Trofino : Va bene. Voglio dire, degli arbitri nei confronti dei quali Lei si lamentava di questo deficit di meritocrazia tra cui abbiamo sentito prima Rosetti, abbiamo citato anche?c?era anche Collina ?

Nucini : Ma, guardi, io non voglio assolutamente commentare ed individuare?

Trofino : Vabb?, Lei non commenta?

Nucini : No, scusi?

Trofino : ?le contesto?

Nucini : ?le carriere personali degli arbitri, io ce l?ho qui?

Trofino : ?ma non ? una carriera personale, ho detto : tra quelli da Lei denunciati o, tra virgolette, immaginati, voglio dire, che avessero connivenze con un giornalista, se c?era anche Collina. Le ho fatto una domanda. Dica si o no.

Nucini : Io la invito a leggersi i rapporti del?la stampa?

Trofino : Ma Lei non pu? invitare nessuno, deve rispondere solo alle mie domande.

Nucini : Ma io non posso?

Trofino : ?intervenga Lei, Presidente.

Presidente : Lei sapeva che Collina frequentava giornalisti ?

Nucini : Io, no. Io so quello che ho letto, come?

Presidente : ?non lo sapeva.

Nucini : ?come lo ha letto Lei.

Presidente : Allora, lo ha letto dai giornali, da dove lo ha letto ?

Nucini : ?l?ho letto dai giornali?

Presidente : ?dai giornali, dai giornali.

Nucini : ?punto.

Trofino : Allora, nell?interrogatorio del?l?ultimo che lui ha fatto?quello, ovviamente, sempre del? 23 Settembre del 2007, cos? si esprimeva : la giustizia AIA apr? un?inchiesta per appurare i rapporti che alcuni arbitri intrattenevano con il giornalista Di Tommaso. Inchiesta che si concluse, dopo una serie di audizione di arbitri, con una assoluzione nei confronti degli arbitri in quanto ritenuti incolpevoli della violazione dell?etica arbitrale. Gli arbitri deferiti, ricordo, furono : Collina, Ceccarini, Bartoli, Treossi e Cesari. L?ha detto Lei questo ?

Nucini : Non ricordo?certo ricordo perch? l?ho letto?ma mi scusi?ma io ricordo, ma io non sono stato presente in un procedimento. Io ho letto.

Trofino : Lei ha detto?

Nucini : ?e io riporto quello che ho letto.

Trofino : ?Lei ha detto, per tutta una mattinata, di aver avuto una grande sfiducia, anzi grandi sospetti nei confronti degli organi che hanno giudicato questi suoi colleghi?

Nucini : No, un momento, un momento, un momento?

Trofino : ?oh, Lei ha detto che la Procura della CAN faceva quello che voleva?

Nucini : Io?mi ? stata fatta la domanda, mi stata fatta la domanda?

Trofino : ?ho sentito o non ho sentito, Presidente, io solo questo credo di aver sentito?

Presidente : Va bene, va bene?

Nucini : Mi ? stata fatta la domanda perch? non sono andato a denunciare tutto all?Ufficio Indagini. Io ho detto : perch? io non mi fidavo, punto. Io, Danilo Nucini, non si fi-da-va, punto.

Trofino : ?non si fidava.

Presidente : ?non aveva stima, questo si. Si ? capito.

Trofino : Perfetto, non?

Presidente : Andiamo avanti.

Trofino : Signor Presidente, rapidissimamente. Lei parlando della famosa Bologna-Juventus del Gennaio?credo, ormai ne abbiamo parlato tanto?ad una domanda specifica, credo proprio del rappresentante della pubblica accusa, ha detto?ah, no, penso del Presidente?dice : ma i resoconti della stampa su questa partita quali erano, quali furono ? Lei ha detto : b?, vabb?, ma che vogliamo parlare del resoconto della?c?era la moviola, c?era Biscardi, insomma?era tutto un disegno anche loro?questo c?ha lasciato intendere, ? esatto, no ?

Nucini : Si solo, avvocato, io non ho parlato di disegno.

Trofino : Si, vabb?, voglio dire?

Nucini : Quello che intende Lei ? una cosa, quello che dico io ? un?altra.

Trofino : Vabb?, diciamo che i commenti erano?non erano obiettivi perch? erano?non lo so, di parte?, non lo so, insomma?Lei ha detto : Biscardi?

Nucini : Ma guardi, io al riferimento di quello che sta dicendo Lei le porto un esempio. Allora?

Trofino : ?no, no, si fermi?

Nucini : ?come, come, come?

Trofino : ?le faccio la domanda pi? diretta, cos? pu??

Nucini : ?come moviolista abbiamo avuto l? dentro Baldas, abbiamo avuto Di Tommaso?

Trofino : ?quindi Lei non si fidava, voglio dire, non si fidava. E io questo le sto chiedendo, non si fidava di Biscardi, non si fidava?

Nucini : ?ma poi mi sembra cosa sia emerso dalle intercettazioni, cio? voglio dire?

Presidente : ..va bene, va bene. Ma ? chiaro, questo atteggiamento di diffidenza diffuso l?abbiamo capito.

Trofino : Perfetto, l?abbiamo?Allora, io ho una serie di rassegna stampa di quel giorno e spaziano su vari giornali. Le cito un giornale, Il Corriere della Sera : Lei ritiene che faceva?anche il Corriere della Sera?

Nucini : Non lo so, non mi riguarda.

Trofino : Due giornalisti di chiarissima fama che si possono leggere?le porto in relazione a quella partita, Presidente e Signori del Tribunale, il titolo?nemmeno nel corso dell??il titolo : assist del fantasista, gol dell?attaccante : ko il Bologna. L?arbitro Nucini il peggiore in campo. A caratteri cubitali! A caratteri cubitali. Ora ritiene che anche questo giudizio era, non lo so, maldestramente esposto oppure pilotato ? Ce n?ho degli altri, ma io le ho preso il Corriere della Sera che credo sia?

Presidente : Vediamo.

Nucini : Ma guardi, li pu? leggere tutti, tanto tutti diranno quella frase l?.

Trofino : Perch? era tutto un disegno di tutti contro Lei.

Nucini : No, questo lo dice Lei.

Trofino : ?vabb?, Presidente, io non ho altre domande se non un?ultima, rapidissima. Prendo atto della risposta e vado rapidissimo all?ultima domanda.

Trofino : Per inquadrare un attimo il tema, e quindi essere pi? rapidi?la famosa scheda che Lei dice di aver ricevuto da Fabiani quel giorno. Questa scheda telefonica?Lei dice che poi l?ha buttata, poi ha fatto delle correzioni, non ci interessa questo. Lei annot? il numero di telefono di questa scheda ?

Nucini : Si.

Trofino : E lo dette a Facchetti?

Nucini : Si.

Trofino : ?giusto ?

Nucini : Si, si.

Trofino : Non ne tenne uno anche per Lei ?

Nucini : No.

Trofino : Non ho altre domande, Presidente.

Presidente : Ci sono altre persone che vogliono procedere al controesame ? Possiamo licenziare il?

Controesame dell'avvocato Matteo Bonatti, difesa Pairetto

Bonatti : Bonatti, per Pairetto. Lei ci ha gi? parlato, ovviamente non le chiedo di ripetere dei suoi non buoni rapporti con Gonella, con Baldas, con Casarin.

Nucini : Le faccio una correzione.

Bonatti : Grazie.

Nucini : Gonella non c?entra niente.

Bonatti : Ah, Gonella non c?entra niente?

Nucini : Poverino, lui ? arrivato, ha fatto il sorteggio.

Bonatti : ?Casarin e basta.

Nucini : Si.

Bonatti : Per?, ci ha detto anche all?inizio della sua audizione, Lei parlava di una presa di posizione nei suoi confronti, ci spieghi o mi corregga se ricordo male, una presa di posizione di Pairetto nei suoi confronti dovuta anche ad anni precedenti, cio? prima ancora che Lei accedesse alla CAN A e B.

Nucini : No, non ho detto anni precedenti. Ho detto che l?anno di Casarin e Baldas lui era un arbitro in attivit? e?un arbitro anziano?quindi io sin dall?inizio ho dimostrato di non voler stare dentro il gruppo?non volevo essere una pecora, volevo essere una persona libera e indipendente nel mio modo di essere, nel mio modo?e evidentemente non piacciono, non viene accettato.

Bonatti : Cio?, no, ma dico, questo con Pairetto?Pairetto l? era uno di quelli?

Nucini : Io con Pairetto non ho avuto nessun screzio, invece per? mi son reso conto che evidentemente non gli ero simpatico.

Bonatti : Senta, Lei arbitr? la Salernitana quando ebbe ad arbitrare tra le varie partite?ricorda partite arbitrate dove gioc? la Salernitana?

Nucini : Io la Salernitana l?ho arbitrata in C, in B, cio? voglio dire?

Bonatti : Quindi l?ha arbitrata pi? volte.

Nucini : Ma credo di si, si. Forse era meglio che mi portavo l?elenco delle partite cos??

Bonatti : No, no, no, a me basta sapere se l?ha arbitrata?

Nucini : Eh, scusi, ho fatto la Serie B e la Serie A?per forza che l?ho arbitrata.

Bonatti : Potrebbe anche per casualit??

Bonatti : Senta, per quanto riguarda?Lei prima ha detto con riferimento?ecco, Lei?tra parentesi?Lei prima ha detto che non si fidava neanche dell?Ufficio Indagini?

Nucini : Non ho detto : neanche. E qui bisogna stare attenti a non?

Bonatti : ?no, ma io infatti?a proposito delle societ??

Nucini : Io, Danilo Nucini?

Bonatti : ?si?

Nucini : ?Danilo Nucini, non mi fi-da-vo. Ma posso esser libero di non fidarmi dell?Ufficio Indagini ?

Bonatti : Io per? ora le chiederei, come gi? le hanno chiesto i colleghi, la cortesia di non fare commenti e di dare risposte, visto che ha continuato a fare?

Nucini : Ma ho gi? risposto, ho gi? risposto!

Presidente : Ma?per? abbiamo ormai acclarato che non si fidava della FIGC.

Bonatti : ?e le volevo chiedere : Lei sa che l?Ufficio Indagini?

Prioreschi ( in sottofondo ) : ?un tesserato che non si fida dell?Ufficio Indagini?

Nucini : ?e perch? non posso ? Sono un uomo libero, eh!

Presidente : ?molti sono nelle categorie che non si fidano del?

Bonatti : Le volevo chiedere una domanda : se sa da chi ? composto l?Ufficio Indagini. Lei sa da chi ? composto l?Ufficio Indagini ?

Nucini : Quando ? Quando ?

Presidente : Nel tempo, vuole sapere l?avvocato, o in un determinato?

Nucini : Io da quando ? arrivato il Dottor Borrelli ho cominciato a fidarmi dell?Ufficio Indagini.

Bonatti : Ma l?Ufficio Indagini sa che ? composto da magistrati si o no ? Sapeva che era composto da magistrati ?

Nucini : Si, da magistrati, avvocati?

Bonatti : ?lo sapeva, fin da subito ?

Nucini : Ma nello specifico?ma no che tizio era magistrato, tizio?no, nello specifico non conoscevo le figure. Per??

Bonatti : Io non le sto chiedendo se conoscesse le figure, le sto chiedendo se Lei sapeva che l?Ufficio Indagini, come Ufficio?

Presidente : Vabb?, avvocato, che rilevanza ha questa domanda ?

Beatrice ( PM ) : ?che nella sostanza non ? nemmeno vero. Non ? nemmeno vero.

Bonatti : Ha il suo rilievo.

Presidente : Perch? ha il suo rilievo ? Non ? una categoria?

Bonatti : ?lo dir? in discussione perch??

Presidente : Perch??

Bonatti : ?vuole che anticipi la discussione?

Presidente : ?per farci capire a che fine ?

Bonatti : Perch? per me non ? credibile una persona che dica che non si fida dell?unico organo che ? deputato?composto tra l?altro da competenti?

Nucini : Vabb?, allora io non sono credibile, avvocato, che dico io, Danilo Nucini, da uomo libero dico che non mi fido?

Presidente : ?va bene, va bene?

Nucini : Ma tutto quello che ? emerso, tutto quello che ? emerso secondo Lei?

Bonatti : Per? io le chiedo di non commentare?

Nucini : ?soprattutto quello che ? emerso, secondo Lei ? credibile o non ? credibile ? Mi risponda Lei!

Bonatti : ?guardi che c?? un processo in corso?

Presidente : Va bene, avvocato?testimone!

Bonatti : Quello che Lei chiama l?emerso ? il processo che ? in corso quindi ? emerso per modo di dire.

Presidente : Eh!

Nucini : ?intanto ? emerso.

Bonatti : C?? un processo?

Presidente : ?? sub judice, dice l?avvocato, non ? ancora detta l?ultima?va bene?

Prioreschi ( in sottofondo ) : ?ha parlato dopo che era emerso?

Bonatti : ?questo ? evidente che ha dei pregiudizi?

Presidente : ?va bene, avvocato?.

Prioreschi ( in sottofondo ) : eehh, ho capito, Presidente?

Presidente : Avvocato di Pairetto?? pericoloso l?avvocato di Pairetto?avanti?

( Secondo me, la Presidente intendeva dire "? pericoloso l'avvocato di Moggi", giacch? sta parlando l'avvocato di Pairetto ed ? Prioreschi con i commenti in sottofondo a dare "fastidio". Per? dice proprio "? pericoloso l'avvocato di Pairetto". Ovviamente si giudica dai botta e risposta spesso anche sovrapposti come in questo caso in cui, mi sembra, si sono messi a commentare Prioreschi e Bonatti. n.d.r. )

Prioreschi ( in sottofondo ) : ?non ? che viene a fa? Santa Maria Goretti?

Nucini : Sono un uomo non so? mica una donna!

Presidente : Silenzio. Vabb?, s?intende un santo, un santo maschio. Avanti.

Nucini : ?Santa Maria Goretti?ha detto Santa Maria Goretti ?

Presidente : ?l?equivalente?San Francesco d?Assisi?

(Prioreschi continua in sottofondo)

Presidente : ?basta, andiamo avanti!

Bonatti : Alla domanda dell?avvocato Prioreschi, Lei aveva risposto che quando si present? al maresciallo Di Laroni, maresciallo capo Di Laroni Michele, per rendere, 23 Settembre 2007, le proprie dichiarazioni, and? l? sfornito di qualsiasi riferimento, cio? non and? l? con dei verbali o qualcosa che lesse.

Nucini : Non mi risulta di aver detto quello che sta dicendo Lei. Io non sono andato con nessun verbale.

Presidente : Si, si, questo sta dicendo, non aveva appunti, non aveva niente.

Bonatti : Allora, senta : Lei non ha dettato qualcosa che stava leggendo?ad esempio, non aveva con s?, per farle un esempio, le dichiarazioni rilasciate al 12 Ottobre 2006 alla Federazione Italiana Gioco Calcio.

Presidente : Le ha portate con se queste dichiarazioni che aveva fatto ?

Nucini : Che dichiarazioni ? Io fatto delle dichiarazioni ?

Bonatti : Lei aveva rilasciato delle dichiarazioni?

Nucini : Ah, al Dottor Borrelli!

Presidente : E le ha portate con se', vuole sapere l?avvocato ?

Nucini : No.

Presidente : E perch? dice che le ha citate nel verbale.

Bonatti : Ecco ma Lei?non le ha portate con se' ?

Presidente : Non le ha portate, non le ha portate.

Nucini : Cio?, cosa?

Presidente : Cio? la copia di queste dichiarazioni?

Nucini : No, io ho portato la copia delle?non ho portato niente!

Presidente : Quando ? andato dai Carabinieri, Lei che cosa aveva in mano ?

Nucini : Niente!

Presidente : ?niente.

Bonatti : E c?? andato dai Carabinieri nel 2007, conferma ?

Nucini : Quando mi hanno chiamato, 2007.

Bonatti : ?un anno prima era stato dall?Ufficio Indagini.

Nucini : ?non un anno prima, non ? un?

Bonatti : Le dico un anno prima.

Nucini : ?un anno prima ?

Bonatti : 12 Ottobre 2006?

Nucini : ?no, no, no, si!

Bonatti : ?le date, le date sono 12 Ottobre 2006 e 23 Settembre 2007?

Nucini : ?come vola il tempo, oh!

Bonatti : ?quindi non ? passato un anno solare, quasi?undici?

Presidente : ?undici mesi.

Bonatti : Va bene, a me basta. Quindi Lei non aveva?

Bonatti : Ascolti, l?ultima domanda. Con riferimento alle dichiarazioni che Lei ha riportato? relativo alla scheda, all?episodio torinese, che Lei rifer? a Facchetti. Facchetti non fece denunce ? O le rifer? di averne fatte o le rifer? di non averne fatte ?

Nucini : Ma, non ha fatto denunce e non mi ha riferito che ha fatto denunce.

Bonatti : Quindi, le rifer? di non averne fatte ?

Nucini : No. No, non mi ha detto niente?

Bonatti : ?ah, ecco!

Nucini : ?non mi ha detto niente.

Bonatti : Tenne riserbo sul punto.

Nucini : Eh ?

Bonatti : Mantenne riserbo sul punto.

Nucini : ?mantenne ?

Presidente : Riserbo. Le disse n? si n? no, non le disse niente.

Nucini : Ma noi non ne abbiamo proprio parlato. Che riserbo deve tenere, mica?

Presidente : Riserbo. Cio? che praticamente non le ha detto niente, non le ha detto niente.

Nucini : No, no, no, no.

Presidente : Andiamo avanti. Andiamo.

Bonatti : Non ho altre domande. Chiedo per? a questo punto in relazione alla penultima domanda che ho fatto che il Tribunale acquisisca per vantare la credibilit? del testimone il verbale delle dichiarazioni rilasciate il 12 Ottobre 2006 alle ore 11 dal Signor Danilo Nucini e il verbale delle sommarie informazioni rese davanti ai Carabinieri di Roma ore 12.15 nella persona del maresciallo capo Di Laroni perch? vi sono delle sovrapposizioni speculari con stessi termini, stesse frasi identiche con l?unica differenza che ci sono delle piccole aggiunte.

Presidente : Quindi c?? il consenso di tutte le parti ? Con l?accordo di tutte le parti si acquisisce al fascicolo del dipartimento i due documenti. Anche il PM ha prestato consenso.

Controesame dell'avvocato Giacomo Mungiello, difesa di Salvatore Racalbuto

Mungiello : Presidente, grazie. L?avvocato Giacomo Mungiello, difensore di Racalbuto Salvatore. Volevo chiedere al Sig. Nucini da Bergamo se gentilmente ci pu? dire?siamo in tema calcistico, non credo che da Bergamo sia in tema offensivo?

Presidente : ?va bene?.

Mungiello : ?volevo sapere, quando loro designati ad arbitrare una gara di calcio se sanno prima? oltre chiaramente la gara che devono arbitrare e chiaramente gli squalificati?se sanno prima chi sono i diffidati. Se lo sapete?

Nucini : Allora, uno non lo sa, per? se va a leggere sulla giornalaccio rosa l? li trova.

Mungiello : Ecco, per? dico?la CAN o l?AIA quando vi manda ad arbitrare vi dice solamente gli squalificati. Il fatto che voi sapete?

Nucini : Prego, prego, prego, prego ?

Mungiello : Vi dice soltanto chi sono gli squalificati, gli squalificati che non possono giocare una partita?

Nucini : No, non ce lo dice neanche la CAN.

Mungiello : Vabb?, non ve lo dice nemmeno, ok. I diffidati li venite a sapere voi?

Presidente : I diffidati non sono sul campo ?

Nucini : Lo si legge sulla giornalaccio rosa?sugli organi di stampa, Presidente, lo si legge.

Mungiello : Vabb?. Quindi, i diffidati lo sapete per scienza vostra ? Cio? perch? leggete i giornali ?

Nucini : Ah, certamente.

Mungiello : Ecco, quindi non ? che siete tenuti a sapere chi sono i diffidati?

Nucini : No.

Mungiello : Questa era la domanda che io avevo fatto. Grazie, gentilissimo.

Nucini : E? importante qual?era la domanda che mi aveva fatto.

Presidente : Vabb?, basta.

Mungiello : Grazie, basta una ma buona.

Presidente : Avanti.

Controesame dell'avvocato Luigi De Vita, difesa di Paolo Bergamo

De Vita : Presidente, avvocato De Vita, difensore di Bergamo Paolo. Una sola domanda.

Presidente : ?una sola domanda.

De Vita : Si. Se sa se sussistevano rapporti di conoscenza tra Facchetti e Bergamo. Se ? una cosa di sua conoscenza, se?

Nucini : Ma guardi, io per quello che so io la?il rapporto che ho avuto con Facchetti, lui non mi ha mai, mai assolutamente parlato dei suoi rapporti con altre persone all?interno del mondo del calcio. Era solo un rapporto esclusivamente tra me e lui. Io non gli ho mai chiesto se lui parlava con chi o con che cosa. Quindi, tanto meno mi ha parlato di Bergamo.

De Vita : Prima delle partite, magari quelle pi? importanti, o immediatamente dopo voi arbitri avevate contatti con i designatori per avere delle indicazioni, delle?

Nucini : A volte si, a volte prima e anche a volte dopo.

De Vita : ?c?erano questo tipo di contatti?Grazie.

Presidente : Possiamo congedare il teste ? Si ? Va bene. Qualcuno vuole rivolgere domande ? Va bene, il teste pu? andare, arrivederci, grazie a Lei.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 15-Feb-2006
199 posts

N.B. : La qualit

Edited by flip

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 10-Sep-2006
4,751 posts

"....................

De Vita : Avvocato De Vita per Bergamo. Dottor Aliberti, lei conosce o ha conosciuto il signor Bergamo?

Aliberti : Si.

De Vita : Ha avuto modo di avere contatti con lui anche nella sua qualit

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...