Benvenuto, Ospite!

Registrati, sarai in grado di discutere, condividere e inviare messaggi privati con gli altri membri della nostra community.
Avvisiamo l'utenza che per poter accedere al forum, in seguito agli aggiornamenti effettuati, bisognerà inserire tra i dati di accesso il proprio nickname e non più il nome scelto durante la registrazione.

minuano

Tifoso Juventus
  • Numero contenuti

    518
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

18 Good

1 Seguace

Su minuano

  • Livello
    Juventino El Cabezon
  1. Ne viene fuori che la classifica non è (mai stata) una cosa seria, visto che l'avanzamento rispetto all'anno precedente deriverebbe anche dall'assoluzione dei due giornalisti accusati dal Vaticano, che però notoriamente non è in Italia. Solo che Grillo e i suoi adepti la usavano ogni due per tre per scassare i marroni agli altri e ora è giusto fargliela rimbalzare. D'altra parte, nemmeno il m5s è una cosa seria. A Genova, dove vivo, hanno un candidato ufficiale, Pirondini, uno indicato dal Tribunale, Cassimatis, e uno appena fuoriuscito, Putti, che ha fatto una lista civica. Ed è la città del loro leader politico. Sono quasi peggio della sinistra descritta magistralmente da Bertinotti/Guzzanti.
  2. A mio avviso l'islam ha un grosso, anzi enorme, problema di violenza, innanzitutto interna, ma anche esterna. Il fatto che alcuni esponenti politici (ma neppure troppi) considerino l'islam come un problema di ordine pubblico è perché l'Islam è, anche, un problema di ordine pubblico, probabilmente il più rilevante nel mondo dopo il traffico di droga e armi, se consideri che solo dal'11 settembre 2001 si sono contati oltre trentamila attacchi terroristici mortali in tutto il mondo (sotto questo profilo c'è il medio oriente, ma c'è anche l'oriente, pensa all'Indonesia o alle Filippine, l'Africa, le repubbliche ex sovietiche, insomma tutti i luoghi in cui è arrivato l'islamismo) e non passa settimana che non si contino centinaia di morti. Inoltre non mi pare vero che non siano rappresentati: ci sono musulmani nei consigli comunali e nei parlamenti di tutta europa.
  3. insomma, di questi tempi direi di no.
  4. visto il ritorno del pericolo nucleare, in questi giorni ho ripreso "Power windows" dei Rush, con la fantastica "Manhattan Project". Disco bellissimo, questa è la versione dal vivo. https://www.youtube.com/watch?v=ek9ZecZThCU
  5. Ma - perdona se mi permetto - i musulmani non sono un "gruppo sociale", sono appartenenti a una religione e sul piano sociale sono in posizione estremamente variegata. E più sono al potere, più danni fanno: in medio oriente si sbudellano a vicenda (ossia sciiti VS sunniti) da 1.400 anni con una violenza e uno sprezzo per la vita umana che in occidente sono da tempo quasi inimmaginabili (basti pensare al bieco utilizzo dei bambini per azioni efferatissime). E sono per la quasi totalità musulmani. Proprio in quelle zone avviene la maggior parte degli atti di violenza in nome di questa (purtroppo assai diffusa) lettura della religione. E le dinastie al potere (in Iran, in Arabia Saudita etc.) mediamente sono di un'arretratezza e di una cattiveria fuori dal comune. Ma è possibile anche l'opposto, basti guardare a quella isolatissima, ma molto significativa figura che è il re del Marocco.
  6. Comunque l'espulsione in via amministrativa, per i soggetti cui può essere applicata, ossia i cittadini stranieri, è efficacissima. Un Imam estremista fa danni ogni volta che apre bocca, giusto sbatterlo fuori, se si può. Se si tratta di cittadini italiani è molto più complessa, la situazione. Nel senso che a quel punto devi monitorarli e prenderli in castagna. Poi le pene per reati di terrorismo sono altissime, una volta condannati te li sei levati per un po'. Per questo occorre lavorare sui due piani. Quello culturale è importantissimo. Se vai sul sito del MEMRI trovi centinaia di filmati di IMAM in moschee occidentali che dicono cose che manco un nazista che ha pippato coca. Non deve essere permesso.
  7. ho capito, ma il lasciar libere le forze di polizia di fare il cacchio che vogliono non ha senso; non foss'altro perché hanno costantemente dimostrato di non meritare fiducia, specie in Italia. Fatti come questi si prevengono con l'intelligence e si affrontano colpendo direttamente l'ambiente dal quale provengono, che è l'islam radicale: più controlli nelle moschee, sui finanziamenti a queste, sulle scuole religiose, valorizzazione degli elementi moderati (pochi, attualmente), pressione sui paesi (Arabia Saudita, Quatar) che finanziano questo tipo di ideologia, aggressione, finanziaria ma non solo, alle organizzazioni estremiste che si spacciano per organizzazioni politiche (Fratelli Musulmani, Hamas, Hezbollah).
  8. per la ricerca di droga e armi non c'è bisogno del mandato, in Italia. detto ciò, la "totale libertà della legge nei confronti delle forze dell'ordine" non si può ipotizzare, in una democrazia liberale.
  9. Vediamo chi è il primo che si affretta a dire che "l'islam è una religione di pace" e che il tizio in questione "non ha nulla a che fare con l'islam".
  10. Un giocatore pazzesco. Che bello averlo in squadra.
  11. Ecco, però non è francamente possibile che in Italia un imprenditore non possa seriamente programmare un'attività. Porca miseria, sono cinque anni che ci lavorano.
  12. Mah! Londra è un disastro come traffico, da come me la ricordo. NY non ne parliamo. E poi sono medie: manco a Roma fai tutto a passo d'uomo.
  13. Ecco, andrebbe anche detto che a Roma fare 5 km in taxi costa in media 14.2 dollari, a Londra 10.1, a NY 11.7. E parliamo di città nelle quali gli stipendi medi e il costo della vita sono più alti e in cui i trasporti pubblici costano molto, ma molto più che a Roma. ecco un link interessante. http://www.econopoly.ilsole24ore.com/2017/02/18/taxi-uber-milleproroghe-due-grafici-che-spiegano-un-po-di-cose/