Vai al contenuto

Socrates

Amministratore
  • Numero contenuti

    111052
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Days Won

    14

Socrates last won the day on October 5

Socrates had the most liked content!

Reputazione Forum

3496 Excellent

2 Seguaci

Su Socrates

  • Livello
    English mod
  • Compleanno 03/02/1961

Profile Information

  • Sesso:
    Male
  • Scrive da:
    The Netherlands
  • Interessi:
    Love is not what you say. Love is what you do.

Visite recenti

10308 visite nel profilo
  1. Paulo Dybala vestirà la maglia numero 10

    Infortunio Dybala, la Joya fa crack con l’Argentina: le ultime Tegola per la Juventus di Max Allegri: Dybala esce dolorante durante Brasile-Argentina. Le ultime sulle sue condizioni Fonte: https://bit.ly/2Ez8BHk Guai in vista per la Juve? Paulo Dybala, titolare nel big match tra Brasile e Argentina, è stato sostituito al minuto 57 dal ct Scaloni. Il numero 10 bianconero ha abbandonato il campo dolorante per un problema al ginocchio e, appena sedutosi in panchina, ha applicato una vistosa borsa del ghiaccio sulla zona interessata. Si attendono ulteriori accertamenti nelle prossime ore.
  2. Accadeva il 16 ottobre

    Sabato, 16 ottobre 2004 - ore 20:30 - Serie A - sesta giornata di andata JUVENTUS - MESSINA 2-1 Zalayeta (J. 26'), Nedved (J. 54'), Zampagna (M. 69'). JUVENTUS: Buffon, Zebina (Birindelli 57'), Thuram, Cannavaro, Zambrotta, Camoranesi, Emerson, Appiah (Blasi 82'), Nedved, Ibrahimovic, Zalayeta (Olivera 72'). Allenatore: Capello. MESSINA: Storari, Zoro, Conte M. (Sullo 46'), Rezaei, Parisi, Zanchi, Giampá, Coppola, Donati (Yanagisawa 72'), Di Napoli (Amoruso N. 79'), Zampagna. Allenatore: Mutti. Arbitro: Trefoloni. 16.10.2012 - Calcioscommesse: scontata la squalifica, Angelo Alessio riprende il suo posto (Conte ancora squalificato, in panchina Alessio allenatore e Carrera vice) 16.10.2015 - Presentato ufficialmente il JVillage Auguri a Stefan Reuter (Difensore/Centrocampista Juventus 1991-1992) - Dinkelsbühl (Germania), 16.10.1966 Oggi sarebbe stato il compleanno di Federico "Ricciolo" Munerati (Attaccante Juventus dal 1923 al 1933) - La Spezia, 16.10.1901 - Chiavari (GE), 26.07.1980 e di Eugenio Canfari (Primo Presidente Juventus 1897-1898) - Genova, 16.10.1878 - Torino, 23-03-1962 Il 16 ottobre sono nati fra gli altri Gian Galeazzo Visconti, Robert Stephenson, Oscar Wilde, Austen Chamberlain, Christian Brevoort Zabriskie, Dorando Pietri, David Ben Gurion, Eugene O'Neill, Michael Collins, Maria Goretti, Roberto Farinacci, Dino Buzzati, Enver Hoxha, Gino Bechi, Linda Darnell, Angela Lansbury, Waldemaro Bartolozzi, Nando Gazzolo, Giancarlo Ferretti, Wilma Goich, Marina Coffa, Paulo Roberto Falcão, Giuliano Terraneo, Gary Kemp, Chris Weber, Mehmet Scholl, Gianluca Comotto e Casey Stoner. Il 16 ottobre sono deceduti fra gli altri Grigorij Potëmkin, Jules Rimet, Enrico Patti (J.), Mario Del Monaco, Sandro Puppo (J.), Giovanni Varglien (J.), Giacomo Mari (J.) e Ondina Valla.
  3. Torricelli: “Lo Scudetto lo può perdere solo la Juve” L’ex terzino ha parlato a DirettaGoal Fonte: https://bit.ly/2RUQkH6 L’ex terzino della Juventus Moreno Torricelli, ha parlato a DirettaGoal: “Lo scudetto lo può perdere solo la Juve, che è due gradini sopra le altre. La squadra bianconera è una delle principali candidate alla conquista della Champions League e le due finali giocate negli ultimi anni confermano la crescita esponenziale anche a livello europeo. L’acquisto di Cristiano Ronaldo, che è il numero uno al mondo, rappresenta poi la ciliegina sulla torta. Scambio Caldara-Bonucci? Non mi ha convinto al 100%. Bonucci nell’immediato può fare la differenza, ma l’ex difensore dell’Atalanta in prospettiva promette altrettanto bene. La cessione di Higuain, invece, ci sta visto che la dirigenza della Juventus è stata costretta a fare scelte importanti con l’approdo a Torino di Ronaldo”.
  4. Kean bella impressione

    Ancora un record per Moise Kean Kean segna con la Nazionale e registra un nuovo record Fonte: https://bit.ly/2NMe6lw Il Corriere di Torino si sofferma sulla partita dell’Italia Under 21 ed in particolare sul bianconero Moise Kean: “Parigini apre, Kean chiude con un altro record. Kean, un altro gol per un altro record”, l’altro titolo. Il bianconero segna su rigore, prima rete di un «2000» nell’Under 21: gli era successo anche in A. “Buona anzi ottima la seconda uscita con gli azzurrini di Kean, che ha offerto una prova di grande quantità, svariando su tutto il fronte d’attacco. E ricevendo a gran voce da Di Biagio l’onere e l’onore di battere il rigore gentilmente concesso dalla Tunisia (…) – scrive Timothy Ormezzano -. Avanti con i record. Il più giovane a debuttare in Champions con la maglia bianconera (il 22 novembre 2016, a 16 anni e 258 giorni, contro il Siviglia) nonché il primo giocatore nato nel nuovo millennio a segnare in Serie A (il 27 maggio 2017 contro il Bologna) diventa così anche il primo Millennial ad andare in gol con gli Azzurrini. Se tutti questi indizi fanno una prova, Allegri in attacco ha qualcosa in più di un giovane di belle speranze. Che a gennaio potrebbe però chiedere di giocare con maggiore continuità, magari in prestito in un club italiano. In campo anche Audero, Orsolini e Favilli, giovani bianconeri sparsi per l’Italia.
  5. Juventus, contatti con il Boca: grande colpo in arrivo! Fonte: https://bit.ly/2NL4LKy L’effetto del colpo Tevez potrebbe non essere ancora svanito. Il ritorno dell’Apache in Argentina ha fatto guadagnare alla Juventus un grande prospetto come Rodrigo Bentancur, ma potrebbe non essere finita qui. Gli ottimi rapporti con in club de ‘La Bombonera’, potrebbero favorire la Juve anche in un’altra trattativa. Il nome è quello di Leonardo Belardi, difensore centrale classe 1999. Il giovane del Boca è considerato uno dei migliori prospetti del panorama argentino, che da sempre sforna campioni ogni anno. Belardi è un giocatore di grande appeal sul mercato, con Manchester City e Barcellona che pare abbiano già bussato alle porte del club di Buenos Aires. NOTIZIE JUVENTUS – Secondo quanto riportato da Sportmediaset, la Juventus avrebbe già avviato i contatti per aggiudicarsi Belardi, approfittando proprio del canale già aperto con il Boca. Sulla valutazione ci sarà da discutere: il Barcellona aveva già tentato con un’offerta da 5 milioni di euro, che gli argentini hanno rispedito al mittente. La Juventus dalla sua, ha il vantaggio di dover ridiscutere gli accordi su Rodrigo Bentancur. Il Boca infatti detiene ancora il diritto sul 50% della prossima rivendita dell’uruguaiano. I bianconeri tenteranno sicuramente di cambiare le condizioni, magari garantendo un indennizzo al club argentino. Nell’operazione si parlerà anche di Belardi, che potrebbe arrivare a Torino a fine stagione. La Juventus è chiamata a giocare d’anticipo: quando un giocatore attrae l’attenzione di colossi come Barça e City non è mai facile battere la concorrenza. L’operazione che ha riportato Tevez in Argentina anni fa fece discutere, ma nel corso del tempo ha prodotto dei vantaggi per la Juve. La palla ora passa ai bianconeri, che presto incontreranno la dirigenza del Boca per ottenere le migliori condizioni possibili. Nel frattempo Paratici sta valutando anche altri difensori, giovani talenti che possano prendere il posto di Andrea Barzagli!
  6. La Juventus va forte su De Ligt: Raiola sarà decisivo L'Ajax valuta il suo gioiello 50 milioni di euro: è l'obiettivo più caldo per i bianconeri Fonte: https://bit.ly/2P2xzTE Non spaventa la richiesta di cinquanta milioni di euro. Al limite spaventa di più la possibilità che si inserisca pesantemente il Barcellona. Perché la Juventus vuole Matthijs de Ligt e lo ritiene un obiettivo molto importante per le strategie di rafforzamento della squadra. Ha 19 anni, è titolare dell’Ajax, pilastro della nazionale olandese e considerato, da Pavel Nedved e Fabio Paratici, uno dei migliori difensori del mondo in prospettiva. Se mantiene le promesse, De Ligt potrebbe diventare il più forte per molti anni e la Juventus, che crede fermamente nell’importanza di quel reparto per fondare i suoi successi, è disposta anche a fare una follia per prenderlo. Inserirlo, ventenne, nel reparto che l’anno prossimo potrà ancora contare su Bonucci e Chiellini significa iscriverlo all’università della difesa per far compiere al suo talento il definitivo salto di qualità. Ecco perché la valutazione di cinquanta milioni di euro buttata lì dall’Ajax e, soprattutto, dal suo agente Mino Raiola che ha già lo sguardo a slot machine pensando alla potenzialità del suo giovane assistito. Su di lui la Juventus c’è da parecchio tempo, ma non c’è mai stata la possibilità concreta di affondare il colpo. Adesso il suo profilo diventa sempre più importante nei piani bianconeri che prevedono un drastico ringiovanimento del reparto nel corso dei prossimi due anni.
  7. Juventus Transfer Market

    Juventus target De Ligt https://www.football-italia.net/129366/juventus-target-de-ligt Oct 16, 2018 Juventus have reportedly made Ajax defender Matthijs de Ligt their number one target, but they face competition from Barcelona. The centre-back was linked with the Bianconeri in the summer, and was enthusiastic about the prospect of moving to Turin. According to today’s edition of Tuttosport, De Ligt has been established as Juve’s top target and they are even willing to pay the €50m asking price. They face stiff competition from Barcelona, as well as Napoli and Inter, but Juventus hope their good relations with agent Mino Raiola will swing things in their favour.
  8. Lo stadium in silenzio.... Orribile

    San Siro a 75 euro: esplode la rabbia dei tifosi della Juve I club potrebbero decidere di rinunciare al big match con il Milan Fonte: https://bit.ly/2yH1kiQ Manca ancora un mese scarso al grande appuntamento tra Milan e Juventus e già monta la polemica. La innescano i tifosi bianconeri, una volta venuto a sapere il prezzo del settore riservato agli ospiti: 75 euro. Una cifra altissima, per andare a seguire il match lassù, nella fetta del terzo anello in curva, ma in linea con quanto sta avvenendo quest’anno con la Juventus targata Cristiano Ronaldo: aumenti, spropositati o meno, quando si presentano i campioni d’Italia. Per carità, anche in altri settori non si scherza (la tribuna rossa è fissata a 330 euro) e la scorsa stagione Roma-Juventus costava 70 euro mentre per la trasferta con l’Inter ne servivano 50. Però i 75 fissati dal club rossonero hanno fatto arrabbiare i tifosi dei club bianconeri, che in Lombardia sono numerosi e nutriti: non a caso la Juve, a San Siro, ha sempre goduto di tifo ampio e caloroso. Di fronte a una simile richiesta potrebbero anche pensare di rinunciare al match, lasciando un vuoto ben visibile in un settore che può ospitare 4.500 persone.
  9. JUVENTUS SEASON 2018-2019

    Juventus fans could boycott San Siro https://www.football-italia.net/129376/juventus-fans-could-boycott-san-siro Oct 16, 2018 Juventus fans are considering boycotting the trip to Milan next month, in protest at €75 tickets. The Bianconeri ultras have been silent for home matches after a raise in ticket prices, but their fans are also being charged more for away games. Tickets for the away sector, on the third tier at San Siro, for the game against Milan on November 11 will cost €75. According to Tuttosport, several Juve fan groups are considering boycotting the game in protest, and a sell-out is unlikely even among the less organised fans.
  10. Curva sud chiusa per un turno + 1 con la condizionale

    Juventus-Genoa: riaperta la Curva Sud, ma solo per i bambini Nel settore chiuso dopo i cori razzisti contro Napoli e Koulibaly potranno entrare 9mila giovani calciatori delle società dilettantistiche piemontesi e della Valle d'Aosta Fonte: https://bit.ly/2Aee2rn Curva Sud chiusa due turni (la seconda giornata con sospensiva) per la Juventus dopo i cori razzisti contro Koulibaly e Napoli ma il divieto non vale per tutti. Già, perché il settore dell'Allianz Stadium verrà aperto ai giovani calciatori delle società dilettantistiche del Piemonte Valle d’Aosta (nati tra il 2004 e il 2011) in occasione della gara Juventus-Genoa (sabato 20 ottobre, ore 18). ad assumere le funzioni di prenotazione per l’ingresso allo stadio sarà il Comitato Regionale Piemonte Valle d’Aosta della FIGC-LND. La Juventus ha postato un tweet in cui si rimanda al comunicato dello stesso Comitato regionale della Lnd che spiega le modalità per poter prendere parte all'iniziativa: 9mila i posti totali disponibili, con ogni società che potrà portare 20 ragazzi e 4 dirigenti (con il rapporto massimo di 1 dirigente ogni 5 giocatori che andrà comunque rispettato).
  11. JUVENTUS SEASON 2018-2019

    Juve fill banned Curva Sud with kids https://www.football-italia.net/129392/juve-fill-banned-curva-sud-kids Oct 16, 2018 Juventus will fill the Curva Sud with kids from their academy against Genoa after a partial stadium ban for racist chants. The Curva Sud section is where the hard-line ultras normally sit and also where the racist and ‘territorial discrimination’ insults were emanating from in the game with Napoli. Rather than leave those seats empty, Juventus have been given permission to fill it with kids from their youth academy, extending the anti-racism initiatives already developed with the UNESCO centre in Turin. It is now fairly regular practice for clubs to do this when part of their stadium has been shut.
  12. Accadeva il 15 ottobre

    Domenica, 15 ottobre 2000 - ore 15:00 - Serie A - seconda giornata di andata JUVENTUS - BARI 2-0 Kovacevic (J. 2'), Zidane (J. rigore 92'). JUVENTUS: Van der Sar, Birindelli, Ferrara C., Iuliano, Bachini (Tudor 59'), Conte A., Davids, Pessotto, Zidane, Trezeguet (Tacchinardi 80'), Kovacevic. Allenatore: Ancelotti. BARI: Rossi, De Rosa, Innocenti, Neqrouz (Valdes 82'), Mazzarelli, Collauto (Madsen 71'), Bellavista, Andersson, Perrotta (Spinesi 62'), Osmanovski, Cassano. Allenatore: Fascetti. Arbitro: Cesari. 15.10.1958 - Coppa Italia, la Juventus perde la finale per il 3° posto contro il Bologna (sorteggio, lancio della moneta) Auguri a David Trezeguet (Attaccante Juventus dal 2000 al 2011) - Rouen (Francia), 15.10.1977 e a Didier Deschamps (Centrocampista Juventus dal 1994 al 1999 e Allenatore Juventus 2006-2007) - Bayonne (Francia), 15.10.1968 Il 15 ottobre sono nati fra gli altri Publio Virgilio Marone, Evangelista Torricelli, Friedrich Nietzsche, Lina Merlin, Lauro Gazzolo, Angelo Schiavio, Yitzhak Shamir, Arthur M. Schlesinger Jr., Salvo D'Acquisto, Mario Puzo, Ugo Zatterin, Italo Calvino, Vittorio De Seta, Agustín García Calvo, Antonino Zichichi, Philippe Leroy, Giuseppe Gazzoni Frascara, Giovanni Rana, Mariolina Cannuli, Sali Berisha, Richard Carpenter, Alessandro Ghibellini, Chris de Burgh, Vahid Halilhodžić, Tito Jackson, Víctor Pecci, Sarah Ferguson, Valerio Staffelli, Matteo Garrone, Vítor Baía, Andy Cole, Niko Kovač, Carlos Checa, Davide Mazzanti, Tom Boonen, Bruno Senna, Nolito, Mesut Özil e Fedez. Il 15 ottobre sono deceduti fra gli altri Mata Hari, Shirdi Sai Baba, Luigi Meroni e Vito Taccone.
  13. IL PIANO DI ALLEGRI Fonte: http://bit.ly/2pUL4a0 Massimiliano Allegri ha un piano che deve portare la Juventus a vincere ancora nelle prossime partite continuando la serie incredibile iniziata fino ad ora. A Torino se ne fregano abbastanza di chi dice che il campionato è già vinto. Lo dicevano anche l’anno scorso e sappiamo benissimo come e’ andata a finire tra il gol di Koulibaly, la grande reazione di Inter-Juve ed il suicidio napoletano a Firenze. Insomma, meglio mettere il classico fieno in cascina e questo fieno ha una fisionomia ben definitiva, come le prossime partite in campionato contro Genoa, Empoli e Cagliari. MURI NON IMPOSSIBILI DA SCALARE, MA...- si tratta delle classiche partite non impossibili ma che nascondono delle insidie perché tre formazioni ben allenate (da verificare i Grifoni), con dei punti di forza ben chiari. Il Genoa ha da poco cambiato mister, Ballardini aveva fatto buone cose, ma non è bastato. Torna Juric con un calcio diverso, ma ci sarà Piatek la vera sorpresa della serie A. Questa una delle insidie di una squadra che potrebbe creare grattacapi. Dopo la Champions, ci sarà poi l’Empoli, da affrontare fuori casa. Si tratta anche in questo caso di una sfida non impossibile ma vedendo la gara dei toscani con Roma e Milan, ci vuole prudenza. Andreazzoli fa giocare bene i suoi, poche stelle ma grande collettivo. Infine, prima di andare a San siro con il Milan, ci sarà il Cagliari. La formazione di Maran ha una difesa molto solida e alcuni calciatori come Joao Pedro, Pavoletti, Barella che sanno creare problemi agli avversari. Insomma, da una parte il piano delle vittorie. Dall’altra non dare nulla per scontato, in questo inizio di stagione abbiamo visto una squadra solida, determinata e consapevole dei propri mezzi, l’ideale per vincere tutto in Italia e provare ad andare a Madrid in Europa, ma per farlo ci vuole la stessa cattiveria vista fin qui, un passo alla volta, un piano da raggiungere partita dopo partita.
×