Vai al contenuto

Socrates

Amministratore
  • Numero contenuti

    108276
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Days Won

    6

Socrates last won the day on June 8

Socrates had the most liked content!

Reputazione Forum

2444 Excellent

1 Seguace

Su Socrates

Profile Information

  • Sesso:
    Male
  • Scrive da:
    The Netherlands
  • Interessi:
    Love is not what you say. Love is what you do.

Visite recenti

9635 visite nel profilo
  1. Accadde oggi

    22 giugno 1983 Scomparsa di Emanuela Orlandi Oggi ricordiamo un caso misterioso all'interno della Cittá del Vaticano. Oggi sarebbe una donna adulta ma quando di lei si perse ogni traccia aveva soltanto 15 anni e frequentava il liceo scientifico. Emanuela Orlandi, cittadina vaticana e figlia di un commesso della Prefettura della Casa Pontificia, fu vista l'ultima volta un pomeriggio di giugno, alla scuola di musica dove seguiva lezioni di canto corale e pianoforte. Quella che all'inizio poteva sembrare come un'"ordinaria" sparizione di un'adolescente, magari per un allontanamento volontario da casa, divenne presto uno dei casi più oscuri della storia italiana e della storia vaticana, che coinvolse lo stesso Stato Vaticano, lo Stato Italiano, l'Istituto per le Opere di Religione (IOR), la Banda della Magliana, il Banco Ambrosiano e i servizi segreti di diversi Paesi; la reale natura dell'evento a tutt'oggi non è ancora stata definita. Alla scomparsa di Emanuela fu collegata la quasi contemporanea sparizione di un'altra adolescente romana, Mirella Gregori, scomparsa il 7 maggio 1983 e mai più ritrovata. Inchieste giornalistiche e giudiziarie, incrociatesi con altre vicende oscure legate ai rapporti tra Stato italiano e il Vaticano, non sono riuscite a fare piena luce sulla sua sparizione che rimane tra i grandi casi irrisolti della storia repubblicana. Il giorno della scomparsa, Emanuela si recò a lezione di musica attorno alle 4 del pomeriggio, per uscirne come di consueto attorno alle 7, dopodiché telefonò a casa, dove parlò con una delle sorelle riguardo a una proposta di lavoro che avrebbe ricevuto, retribuita con la somma di 350.000 lire (equivalenti, paragonando il potere d'acquisto, a circa 500 euro odierni) per un lavoro di poche ore come promotrice di prodotti cosmetici di una nota marca durante una sfilata di moda nell'atelier delle Sorelle Fontana, di lì a pochi giorni; tuttavia, la sorella la sconsigliò di dar retta a una proposta simile e le suggerì di tornare quanto prima a casa per parlarne con la madre. Questo fu l'ultimo contatto che Emanuela ebbe con la famiglia. In seguito, fu accertato che la ditta di cosmetici in questione - che peraltro impiegava solo personale femminile - non aveva nulla a che vedere con l'offerta di lavoro asseritamente fatta alla giovane e risultò altresì che, nello stesso periodo, altre adolescenti dell'età di Emanuela erano state adescate da un uomo con il pretesto fasullo di pubblicizzare prodotti cosmetici in occasione di eventi quali sfilate di moda o altro. Dopo la telefonata, Emanuela raggiunse due compagne di corso, tali Maria Grazia e Raffaella alla fermata dell'autobus in Corso Rinascimento. A detta delle ragazze, Emanuela alluse a una proposta di lavoro molto allettante ricevuta e, messa in guardia da loro, disse che avrebbe chiesto prima il permesso di partecipare ai propri genitori e che avrebbe comunque fatto attenzione per evitare brutte sorprese. Attorno alle 19:30, prima Maria Grazia e poi Raffaella salirono su due autobus diversi dirette a casa, mentre, a detta di Raffaella, Emanuela non salì a sua volta sul mezzo pubblico perché troppo affollato e disse che avrebbe atteso il prossimo. Da questo momento, della ragazza si perdono le tracce. Secondo un'altra versione dopo la telefonata, Emanuela confidò a un'amica e compagna della scuola di musica, Raffaella, che sarebbe rimasta ad attendere l'uomo che le aveva fatto l'offerta per avvisarlo che avrebbe chiesto prima il permesso di partecipare ai propri genitori. Raffaella dichiarò che Emanuela l'avrebbe accompagnata alla fermata dell'autobus, lasciandola alle 19:30 per salire sul mezzo pubblico; l'amica riferì poi di aver visto dal finestrino che Emanuela parlava con una donna dai capelli ricci che non fu mai identificata anche se alcuni suggerirono che si trattasse con ogni probabilità di qualche altra allieva della scuola di musica. Giovanni Paolo II con Mehmet Ali Ağca Nel 2010 Pietro Orlandi, fratello di Emanuela, ebbe un colloquio con Mehmet Ali Ağca, nel quale l'ex terrorista confermò l'ipotesi del rapimento per conto del Vaticano, già menzionata nella telefonata del 5 luglio 1983 e fece il nome di un cardinale, Giovanni Battista Re, ritenendolo persona informata sui fatti. Un anno dopo, la registrazione del colloquio venne pubblicata dalla trasmissione Chi l'ha visto? che censurò il nome del cardinale. Pietro Orlandi, in quel momento in collegamento, comunicò di essere andato a parlare con lo stesso Re, il quale avrebbe smentito le parole dell'ex terrorista. Il cardinale Giovanni Battista Re Secondo una pista investigativa, Emanuela Orlandi sarebbe stata attirata e uccisa in un giro di festini a sfondo sessuale in cui sarebbero stati coinvolti esponenti del clero, un gendarme vaticano e personale diplomatico di un'ambasciata straniera presso la Santa Sede. Altre indagini rinviano a una pista che conduce a Boston, con coinvolgimento di preti pedofili. Padre Gabriele Amorth Secondo Padre Gabriele Amorth, la giovane Emanuela Orlandi sarebbe morta in un'orgia di pedofili tenutasi in Vaticano. La ragazza sarebbe stata drogata e coinvolta in un'orgia nella quale sarebbe rimasta uccisa. Questa è l'ipotesi che, in un'intervista rilasciata il 22 maggio 2012 a LaStampa.it, è stata avanzata dal religioso, definito dal quotidiano "capo mondiale degli esorcisti"; la notizia è pubblicata anche nel suo libro L'ultimo esorcista. Nell'intervista, l'esorcista dichiara quanto segue: «Come dichiarato anche da monsignor Simeone Duca, archivista vaticano, venivano organizzati festini nei quali era coinvolto come "reclutatore di ragazze" anche un gendarme della Santa Sede. Ritengo che Emanuela sia finita vittima di quel giro. [...] Non ho mai creduto alla pista internazionale, ho motivo di credere che si sia trattato di un caso di sfruttamento sessuale con conseguente omicidio poco dopo la scomparsa e occultamento del cadavere. Nel giro era coinvolto anche personale diplomatico di un'ambasciata straniera presso la Santa Sede». Paul Marcinkus La stessa ipotesi, coinvolgendo anche Paul Marcinkus, è stata fatta dal collaboratore di giustizia Vincenzo Calcara, ex affiliato di Cosa Nostra, che ha riferito alla trasmissione Chi l'ha visto? nel 2014 una presunta confidenza di un boss mafioso, affermante che la Orlandi è morta durante un festino a base di droga e sesso, ed è sepolta in Vaticano con altre presunte giovani vittime. Una fonte anonima, già nel 2005, avrebbe fatto confidenze di tenore sostanzialmente analogo, ovvero che Emanuela sarebbe deceduta, forse accidentalmente, in seguito a un "incontro conviviale" tenutosi nei pressi del Gianicolo, situato al capolinea dell'autobus che la ragazza avrebbe dovuto prendere per tornare a casa, nella residenza di un alto prelato o comunque di una persona vicina agli ambienti vaticani e che il suo cadavere sarebbe stato probabilmente occultato nelle vicinanze. Il 17 giugno 2011, durante un dibattito sul libro di Pietro Orlandi "Mia sorella Emanuela" in diretta tv su RomaUno un uomo dichiaratosi ex-agente del SISMI afferma che «Emanuela è viva, si trova in un manicomio in Inghilterra ed è sempre stata sedata». Aggiunge che causa del rapimento fu la conoscenza da parte di Ercole Orlandi, padre di Emanuela, di attività di riciclaggio di denaro "sporco", collegando il rapimento a Calvi e al crack dell'Ambrosiano. Pietro Orlandi: "Papa Francesco indifferente quindi complice della scomparsa di Emanuela". A maggio 2013, papa Francesco si è rivolto alla mamma di Emanuela, facendo intendere che sua figlia non fosse più in vita. Alcune testimonianze raccolte dalla trasmissione Chi l'ha visto? porterebbero invece a un'altra verità; tuttavia, a maggio del 2016, la Cassazione sembra scrivere la parola fine alla vicenda giudiziaria, respingendo il ricorso della famiglia Orlandi presentato contro la richiesta di archiviazione da parte della Procura di Roma. A rinfocolare la polemica su presunte verità omesse dalle gerarchie vaticane sul destino di Emanuela è il film La verità sta in cielo, diretto da Roberto Faenza e uscito nelle sale ad ottobre 2016.
  2. Accadeva il 22 giugno

    Mercoledí, 22 giugno 1983 - ore 20:30 - Coppa Italia - Finale di ritorno JUVENTUS - VERONA 3-0 (d.t.s.) Rossi P. (J. 7'), Platini (J. 81'), Platini (J. 119'). JUVENTUS: Bodini, Gentile, Cabrini, Bonini, Brio (Storgato 75'), Scirea, Marocchino (Furino 60'), Tardelli, Rossi P., Platini, Boniek. Allenatore: Trapattoni. VERONA: Garella, Oddi, Marangon, Volpati, Guidetti, Tricella, Fanna, Sacchetti, Di Gennaro, Dirceu, Penzo. Allenatore: Bagnoli. Arbitro: Longhi. La Juventus conquista la settima Coppa Italia. 22.06.1983 - Ultima partita in bianconero per Domenico Marocchino e Massimo Storgato 22.06.1983 - La Juventus si aggiudica la Coppa Italia (7ª vittoria) 22.06.2006 - Calciopoli: il procuratore federale Stefano Palazzi deferisce Juventus, Milan, Lazio e Fiorentina alla Caf Oggi sarebbe stato il compleanno di Virginio "Gigione" De Paoli (Attaccante Juventus dal 1966 al 1968) - Certosa di Pavia (PV), 22.06.1938 - Brescia, 24.08.2009 e di Alessandro "Ceci" Von Mayer (Portiere Juventus 1942 e dal 1945 al 1948) - Sanremo (IM), 22.06.1923 - Sanremo (IM), 10.08.2005 Il 22 giugno sono nati fra gli altri Lucrezia Tornabuoni, Francesco Manfredini, George Vancouver, Giuseppe Mazzini, Jacopo Ruffini, William Wirt Winchester, Erich Maria Remarque, Richard Drew, Carl Hubbell, Billy Wilder, Mike Todd, Konrad Zuse, Joseph Papp, Giancarlo Celli, Vittorio Citterich, Soraya, Jacques Martin, Kris Kristofferson, Eumir Deodato, Klaus Maria Brandauer, Michele, Annarita Spinaci, Miko, Barbara Marchand, Franciszek Smuda, Francesco Magni, Carlo Petrini, Meryl Streep, Lindsay Wagner, Patrick Revelli, Cyndi Lauper, Paolo Rossi, Cinzia Monreale, Jo Squillo, Jimmy Somerville, Bobby Gillespie, Dan Brown, Massimiliano Ferretti, Isabelle Adriani, Emanuele Filiberto di Savoia, Giorgio Pasotti, Andreas Klöden, Thomas Voeckler, Margareth Madè, Jessica White, Loris Karius e Vanessa Panzeri (J.). Il 22 giugno sono deceduti fra gli altri Judy Garland, Fred Astaire, Sergio Bruni, Pinuccia Nava e Laura Antonelli.
  3. Piazza San Carlo, 03-06-17

    Piazza San Carlo, chiesto rinvio a giudizio per la sindaca Appendino L'accusa per il primo cittadino e altri 14 indagati è di omicidio, lesioni e disastro colposo. Fonte: https://bit.ly/2MOwefa La procura di Torino ha chiesto il rinvio a giudizio della sindaca Chiara Appendino e di altri 14 indagati nell'inchiesta su quanto accadde in Piazza San Carlo la sera del 3 giugno 2017 quando, durante la proiezione sul maxischermo della finale di Champions League, delle ondate di panico tra la folla provocarono oltre 1500 feriti e la morte di una donna. Si procede per i reati di disastro lesioni e omicidio colposo. L'indagine riguarda le modalità con cui fu organizzato e gestito l'evento di piazza.
  4. Juventus, Sarri vuole Higuain: ipotesi scambio con Morata A 65 milioni plusvalenza anche per il club bianconero. Fonte: https://bit.ly/2lpMYNr Non ci sono ancora le fotografie con sciarpe e strette di mano, ma l'era di Maurizio Sarri al Chelsea è iniziata. Il tecnico è a Londra dove ha iniziato a delineare i piani con la dirigenza del Chelsea. Annuncio entro lunedì. La società, tuttavia, non si muoverà sul mercato con offerte nero su bianco fino a che tutto non sarà ufficializzato. Diversi giocatori del Chelsea hanno richieste di mercato e i Blues non sono rimasti con le mani in mano in queste settimane. Dopo aver sentito le richieste di Sarri inizieranno a muoversi. Il primo nome messo sul tavolo è quello di Gonzalo Higuain, una certezza: Sarri lo vuole anche perchè ha individuato nel ruolo un buco nero della rosa londinese. Difficile che si faccia pagando in contanti, l'interesse del Chelsea è quello di intavolare uno scambio con Alvaro Morata: sulla base di 65 milioni si può trovare un punto d'incontro che farebbe fare plusvalenza sia alla Juventus che al Chelsea. Seguono, in queste ore, lunghi elenchi di giocatori attualmente in forza al Napoli. Ma sul punto la verità è che per tutti questi (da Koulibaly a Mertens, passando per Hysai, Callejon e Albiol) si faranno valutazioni solo dopo che sarà chiarito il futuro dei giocatori attualmente in rosa.
  5. Khedira dà il benvenuto: «Emre Can alla Juventus colpo importante». Dal ritiro della Germania, Khedira dà il benvenuto alla Juventus al suo connazionale Emre Can, da ieri ufficialmente bianconero. Fonte: https://bit.ly/2yxYlfD Emre Can è un nuovo calciatore della Juventus. Il tedesco ha lasciato il Liverpool alla fine del suo contratto e si è unito ai bianconeri. Si tratta di un gran colpo, in pratica durato più di sei mesi. Da gennaio lo Juve lo stava cercando e ha chiuso solamente negli ultimi giorni, da ieri è ufficiale. Grande gioia per Sami Khedira, suo connazionale e prossimo compagno: «Sono contento che sia arrivato, conosco bene Emre Can e sono felice. Si tratta di un acquisto importante e da noi si troverà bene, è la scelta giusta. Io resto alla Juventus, qui sto bene». Si era vociferato di un addio per Khedira in direzione MLS, ma verosimilmente rimarrà ancora un anno alla Juve e si farà una stagione spalla a spalla con Emre Can. I due avrebbero potuto condividere l’esperienza al Mondiale ma Can si è fatto male ed è rientrato solo per gli ultimissimi scampoli di stagione, quindi la Germania non lo ha chiamato. La stessa Germania subissata dalle critiche, a cui Khedira, a La Gazzetta dello Sport, risponde così: «Dobbiamo migliorare tutti e cambiare rispetto alla partita col Messico. Siamo convinti di poterci rialzare».
  6. Juventus Transfer Market

    Khedira hails Emre Can capture https://www.football-italia.net/123358/khedira-hails-emre-can-capture Jun 22, 2018 Sami Khedira has hailed Juventus’ ‘very important’ capture of Emre Can and insisted that ‘I’ll definitely stay’ in Turin this summer. Can completed his free transfer to Juve on Thursday, and Khedira spoke of his excitement at linking up with his fellow German in the Bianconeri’s midfield. “He’s a very important signing, I know him well and I’m glad he’s joined us,” he told Gazzetta dello Sport. “Why do I say ‘us’? Because I’ll definitely stay at Juventus and I have no intention of leaving. I’m fine there.”
  7. [Girone E // Secondo turno] Brasile - Costa Rica

    Sceneggiata del portiere ora. Sudamericani attori provetti.
  8. [Girone E // Secondo turno] Brasile - Costa Rica

    É una massa di pagliacci da entrambe le parti
  9. [Girone E // Secondo turno] Brasile - Costa Rica

    É un ragazzino viziato
  10. [Girone E // Secondo turno] Brasile - Costa Rica

    Ottimo l'arbitro olandese. Gli sta insegnando come si vive a quel bamboccio di Neymar.
  11. [Girone E // Secondo turno] Brasile - Costa Rica

    Una persona viscida, arrogante e antisportiva quel Neymar.
  12. Ufficiale: Emre Can è un calciatore della Juventus

    Juventus, clausola rescissoria da 50 milioni per Emre Can Sarà valida solo dal terzo anno di contratto e solo per l'estero. Fonte: https://bit.ly/2yx28K2 Dopo mesi di inseguimento, ieri Emre Can è diventato ufficialmente un nuovo giocatore della Juventus. Se i 16 milioni di euro indicati come "oneri accessori" dal club bianconero hanno fatto discutere poiché era (ed è tuttora, considerando il solo cartellino) un affare a costo zero, oggi emerge un'altra novità che è anche una prima volta per la Juve: nel contratto del centrocampista è presente una clausola rescissoria.Marotta ha sempre spiegato di essere contrario alle clausole perché tolgono forza al club di appartenenza ma in questo caso è stata fatta un'eccezione, seppur con numerosi paletti: dal terzo anno di contratto in poi e solo con offerte di club stranieri, Emre Can potrà partire per 50 milioni di euro. In partica quando il tedesco sarà a un anno dalla scadenza, se non ci fosse un prolungamento, i bianconeri incasserebbero comunque una grande cifra.Nulla vieta, comunque, che giocatore e società tornino a discutere di contratto prima del 2021 e, quindi, la clausola potrà essere spostata più in là o addirittura tolta.
  13. Juventus Transfer Market

    Emre Can release clause? https://www.football-italia.net/123338/emre-can-release-clause Jun 21, 2018 Emre Can’s contract with Juventus reportedly has a release clause worth €50m, valid only for abroad from 2020. The former Liverpool man completed his medical today and put pen to paper on a contract that will expire in June 2022. Although he was technically a free agent after his contract with Liverpool expired, he still ended up costing €16m between signing-on fees and agent commissions. According to reports in Italy, there is a hidden detail in the deal that means Can could leave earlier than expected. It’s claimed there is a release clause worth €50m, but it’d only be valid for clubs outside Italy and could not be activated until his third season in Turin. The use of a release clause in any Juventus contract is a complete novelty.
×