Benvenuto, Ospite!

Registrati, sarai in grado di discutere, condividere e inviare messaggi privati con gli altri membri della nostra community.
Avvisiamo l'utenza che per poter accedere al forum, in seguito agli aggiornamenti effettuati, bisognerà inserire tra i dati di accesso il proprio nickname e non più il nome scelto durante la registrazione.

Socrates

Moderatori
  • Numero contenuti

    102230
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

1151 Excellent

1 Seguace

Su Socrates

Profile Information

  • Sesso:
    Male
  • Scrive da:
    The Netherlands
  • Interessi:
    Love is not what you say. Love is what you do.

Visite recenti

8053 visite nel profilo
  1. C'é solo un pallone e nemmeno un raccattapalle.
  2. Lemina non fare ste cose che non ti compra nessuno.
  3. Sturaro usa le cattive maniere per fermare Messi
  4. Barzagli nella ex posizione di Bonucci.
  5. Cominciamo male: il telecronista americano sta ricordando che la Juve ha perso 7 finali di CL.
  6. MOISE KEAN https://en.wikipedia.org/wiki/Moise_Kean Nazione: Italia Luogo di nascita: Vercelli Data di nascita: 28.02.2000 Ruolo: Attaccante Altezza: 182 cm Peso: 71 kg Nazionale Italiano under-17 Soprannome: - Moise Kean Personal information Full name Moise Bioty Kean Date of birth 28 February 2000 (age 17) Place of birth Vercelli, Italy Height 1.82 m (5 ft 11 1⁄2 in) Playing position Forward Club information Current team Juventus Number 34 Youth career 2007 Asti 2007–2010 Torino 2010– Juventus Senior career* Years Team Apps (Gls) 2016– Juventus 3 (1) National team‡ 2015 Italy U15 6 (2) 2015 Italy U16 4 (3) 2015–2017 Italy U17 17 (8) * Senior club appearances and goals counted for the domestic league only and correct as of 27 May 2017. ‡ National team caps and goals correct as of 3 May 2017 Moise Bioty Kean (born 28 February 2000) is an Italian professional footballer who plays as a forward for Juventus. In November 2016, he became the first player born in the 2000s to make an appearance in one of Europe's five major leagues, as well as in the UEFA Champions League. Later in May 2017, he became the first player born in the 2000s to score a goal in one of Europe's five major leagues. Club career Born in Vercelli to Ivorian parents, Kean was first noticed by Renato Biasi, who inserted him in the youth teams of Asti before offering him to Torino.[1] In 2010, however, instead of renewing with the Granata, he was signed by Juventus (until a player is of 14 years of age, the contract is annual and in constant renewal).[2][3] Kean made his professional debut for Juventus on 19 November 2016, at the age of 16, coming on in the 84th minute for Mario Mandžukić in a 3–0 win over Pescara in Serie A, thus becoming the first player born in the 2000s to compete in one of Europe's four major leagues.[4][5] On 22 November, he became the first player born in the 2000s to feature in a UEFA Champions League match, substituted on in the 84th minute of a 3–1 away win over Sevilla.[6] On 27 May 2017, Juventus' final match of the 2016–17 Serie A season, Kean scored his first goal for Juventus, the winning goal of a 2–1 away victory over Bologna, also becoming the first player born in the 2000s to score a goal in one of Europe's five major leagues.[7] International career Although born in Italy, he remains eligible to play for both the Italy and Ivory Coast senior national teams, as his father is from the latter country.[8][9] Since 2015, Kean has represented Italy at under-15 level.[10] With the Italy U17 team he took part at the 2016 and 2017 editions of the UEFA European Under-17 Championship, scoring 1 goal in each tournament. Style of play Regarded as one of Italian football's most promising prospects, Kean is a quick, tenacious, and strong forward, with good skills and an accurate shot. Naturally right-footed, his preferred role is in the centre as a main striker. He is known in particular for his great pace, ability in the air, offensive movement, and powerful physique, which enable him to hold up the ball with his back to goal or take advantage of openings in the opposition's defence; a hard-working player, he has also been praised for his defensive contribution off the ball.[11][12] Honours Juventus[13] Serie A: 2016–17 Coppa Italia: 2016–17
  7. MATTIA DE SCIGLIO https://it.wikipedia.org/wiki/Mattia_De_Sciglio Nazione: Italia Luogo di nascita: Milano Data di nascita: 20.10.1992 Ruolo: Difensore Altezza: 183 cm Peso: 74 kg Nazionale Italiano Soprannome: - Mattia De Sciglio De Sciglio con la nazionale italiana nel 2015 Nazionalità Italia Altezza 183[1] cm Peso 74[1] kg Calcio Ruolo Difensore Squadra Juventus Carriera Giovanili 2001-2002 Cimiano 2002-2012 Milan Squadre di club1 2011-2017 Milan 110 (0) 2017- Juventus 0 (0) Nazionale 2010-2011 Italia U-19 8 (1) 2011-2012 Italia U-20 6 (0)[2] 2012 Italia U-21 5 (0) 2013- Italia 31 (0) Palmarès Confederations Cup Bronzo Brasile 2013 1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato. Il simbolo → indica un trasferimento in prestito. Statistiche aggiornate al 20 luglio 2017 Mattia De Sciglio (Milano, 20 ottobre 1992) è un calciatore italiano, difensore della Juventus e della Nazionale italiana. Caratteristiche tecniche Ricopre il ruolo di terzino, principalmente sulla fascia sinistra, nonostante sia un destro naturale.[3][4] All'inizio della sua carriera è stata evidenziata la sua grande tranquillità in tutte le fasi di gioco, dote che ha portato gli addetti ai lavori a definirlo come possibile erede di Paolo Maldini. Ai tempi delle giovanili del Milan nasceva come difensore centrale.[5] Carriera Club Milan Inizia a giocare a calcio nella squadra dell'oratorio Santa Chiara e San Francesco di Pontesesto,[6] una frazione di Rozzano. Nella stagione 2001-2002 gioca con il Cimiano nella categoria Pulcini[7] e nel 2002, a 10 anni, passa nelle giovanili del Milan.[6][8] Dopo aver giocato in tutte le categorie giovanili dei rossoneri dagli Esordienti agli Allievi Nazionali, nel 2009 passa nella formazione Primavera[8] con cui vince la Coppa Italia 2009-2010 contro il Palermo.[9] Nella stagione 2011-2012 viene promosso in prima squadra e sceglie di indossare la maglia numero 52. Esordisce con i rossoneri e nelle competizioni UEFA per club il 28 settembre 2011, a 18 anni, nella partita valevole per la fase a gironi della Champions League giocata a San Siro contro i cechi del Viktoria Plzeň,[9] subentrando a Ignazio Abate all'87º minuto.[10] Il 6 dicembre 2011, nella gara di ritorno sempre contro il Viktoria Plzeň, a qualificazione già acquisita, gioca la sua prima partita da titolare[9] e rimane in campo per 90 minuti.[11] Il 10 aprile 2012 esordisce in Serie A, giocando dal primo minuto la trasferta della 32ª giornata contro il Chievo, gara vinta dai rossoneri per 1-0.[12] Termina la sua prima stagione con la società milanesecon 3 presenze in Serie A e 2 in Champions League.[13] De Sciglio con la maglia del Milan nel 2012 Viene quindi confermato in prima squadra per la stagione 2012-2013, in cui, dopo la partenza di Taye Taiwo, decide di indossare la maglia numero 2.[14] Con il passare delle giornate diventa sempre più un titolare fisso,[15] inanellando ottime prestazioni sia sulla fascia destra che su quella sinistra.[16][17][18] Conclude la sua seconda stagione in rossonero con 33 match giocati, di cui 27 in Serie A (partendo per 25 dal primo minuto), 5 in Champions League e 1 in Coppa Italia.[19] All'inizio della stagione successiva si è infortunato al ginocchio sinistro: prima una distorsione durante il ritiro estivo[20] e poi all'inizio di settembre del 2013 una lesione a manico di secchia del menisco mediale.[21] A seguito dell'operazione è stato fermo per circa due mesi[22] e, dopo aver giocato la partita di campionato contro la Lazio del 30 ottobre 2013, per tutto il successivo mese di novembre a causa di un'infiammazione al ginocchio precedentemente operato.[23] Anche la stagione 2014-2015 è caratterizzata da numerosi problemi fisici che impediscono a De Sciglio di trovare continuità. Ottiene infatti solo 17 presenze in campionato. Il 3 maggio 2015, nella partita Napoli-Milan, viene espulso dopo appena 43 secondi ottenendo il primato di calciatore espulso più velocemente nella Serie A a inizio partita (il record assoluto spetta invece a Paolo Ammoniaci, espulso all'89′ in Roma-Lazio del 18 marzo 1979, dopo aver sostituito Vincenzo D'Amico ed essere stato presente in campo soltanto per 2 secondi a gioco fermo).[24] Indossa per la prima volta la fascia di capitano del Milan il 27 settembre 2015 nel corso di Genoa-Milan (1-0), valida per la sesta giornata del campionato di Serie A 2015-2016, in seguito all'uscita dal campo di Riccardo Montolivo e all'assenza di altri giocatori. Il 6 marzo 2016 raggiunge le 100 presenze con la maglia del Milan, nella partita di campionato persa 2-0 contro il Sassuolo al Mapei Stadium. Conclude la sua quinta stagione in prima squadra, nella quale totalizza 29 presenze totali, disputando da titolare la finale di Coppa Italia, persa 1-0 contro la Juventus. La stagione seguente vince il suo primo trofeo come professionista, la Supercoppa italiana 2016, nella partita vinta ai rigori contro la Juventus il 23 dicembre 2016 a Doha. In questa occasione indossa anche la fascia di capitano dopo l'uscita dal campo di Abate. Juventus Il 20 luglio 2017 passa a titolo definitivo alla Juventus, per 12 milioni di euro.[25] Nazionale Nel 2010 entra a far parte della nazionale italiana Under-19, con cui gioca 6 amichevoli e 2 partite di qualificazione all'Europeo di categoria del 2011 segnando un gol contro le Fær Øer.[26] Nel 2011 viene convocato in Under-20 dal CT Luigi Di Biagio.[27] Con questa selezione prende parte al Torneo Quattro Nazioni 2011-2012, nel quale disputa 5 partite, di cui 4 da titolare.[13] Viene selezionato per la prima volta in nazionale Under-21 dal CT Ciro Ferrara, per partecipare all'amichevole contro la Scozia del 25 aprile 2012.[28][29] A Edimburgo contro gli scozzesi esordisce con la maglia degli Azzurrini, sostituendo Giulio Donati nel corso del secondo tempo.[30][31] De Sciglio e Ranocchia contro Éder, durante l'amichevole tra Italia e Portogallo nel 2015 Il 10 agosto 2012 viene convocato per la prima volta in nazionale dal CT Cesare Prandelli, in occasione della partita amichevole contro l'Inghilterra;[32] De Sciglio, tuttavia, non scende in campo nel match giocato a Berna contro i Tre Leoni.[33][34] Dopo altre 4 presenze con l'Under-21, esordisce con Nazionale maggiore il 21 marzo 2013, a 20 anni, giocando dal primo minuto l'amichevole di Ginevra pareggiata per 2-2 contro il Brasile.[35] Viene inserito nella lista dei 23 convocati per la Confederations Cup 2013.[36] Nel corso del torneo disputa da titolare tutte le 3 partite della fase a gironi e successivamente la finale per il 3º posto contro l'Uruguay, vinta dall'Italia ai calci di rigore nonostante l'errore dal dischetto proprio di De Sciglio.[37][38] Partecipa al Mondiale 2014, dove per colpa di un infortunio viene schierato unicamente nella terza partita del girone, la sconfitta contro l'Uruguay (1-0) che determina l'eliminazione dell'Italia. Con il CT Antonio Conte viene impiegato in 7 partite delle qualificazioni a Euro 2016. Partecipa quindi all'Europeo 2016 in Francia,[39] dove ottiene quattro presenze. Nei quarti di finale contro la Germania trasforma l'ottavo calcio di rigore della sfida, che viene però persa dall'Italia.[40] Palmarès Club Competizioni giovanili Coppa Italia Primavera: 1 Milan: 2009-2010 Competizioni nazionali Supercoppa italiana: 2 Milan: 2011, 2016 Individuale Gran Galà del calcio AIC: 1 Squadra dell'anno: 2013
  8. CARLO PINSOGLIO https://it.wikipedia.org/wiki/Carlo_Pinsoglio Nazione: Italia Luogo di nascita: Moncalieri (TO) Data di nascita: 16.03.1990 Ruolo: Portiere Altezza: 192 cm Peso: 72 kg Nazionale Italiano under-20 e under-21 Soprannome: - Carlo Pinsoglio Pinsoglio con la maglia del Modena nel 2015. Nazionalità Italia Altezza 192[1] cm Peso 72[1] kg Calcio Ruolo Portiere Squadra Juventus Carriera Giovanili 1999-2000 Moncalieri 2000-2010 Juventus Squadre di club1 2009-2010 Juventus 0 (0) 2010-2011 → Viareggio 25 (-35) 2011-2012 → Pescara 5 (-7) 2012-2013 Vicenza 23 (-35) 2013-2014 → Modena 36 (-36) 2014 Juventus 0 (-0) 2014-2015 → Modena 40 (-38) 2015-2016 → Livorno 36 (-45) 2016-2017 → Latina 39 (-46) 2017- Juventus 0 (-0) Nazionale 2008-2009 Italia U-20 2 (-2) 2011-2012 Italia U-21 9 (-5) Palmarès Europei di calcio Under-19 Argento Repubblica Ceca 2008 1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato. Il simbolo → indica un trasferimento in prestito. Statistiche aggiornate al 29 maggio 2017 Carlo Pinsoglio (Moncalieri, 16 marzo 1990) è un calciatore italiano, portiere della Juventus. Carriera Club Cresciuto nella Juventus, che nel 2000 lo ha prelevato dai Pulcini del Moncalieri, con la maglia bianconera ha vinto la Supercoppa Primavera nel 2007, ed il Torneo di Viareggio nel 2009 e nel 2010 (risultando in quest'ultimo anche il miglior portiere della competizione).[2] Ha il primo approccio con la prima squadra della Juventus in occasione della 28ª giornata del campionato 2009-2010, quando viene portato in panchina a causa delle defezioni per infortunio di Gianluigi Buffon e di Alexander Manninger.[3] Nel 2010 passa in prestito al Viareggio dove gioca da titolare in Lega Pro Prima Divisione. Nel 2011 viene ceduto in prestito al Pescara in Serie B, debuttando in categoria il 10 settembre nella vittoria 2-0 sul Crotone; dopo poche partite entra in contrasto con l'allenatore Zdeněk Zeman, perdendo il posto da titolare.[4] Il 17 gennaio 2012 fa così ritorno alla Juventus per poi passare in comproprietà al Vicenza per 1,5 milioni di euro, esordendo con la maglia biancorossa il 1º maggio 2012, in Pescara-Vicenza finita 6 a 0.[5][6] Il 22 giugno 2012 la compartecipazione viene rinnovata e il giocatore rimane al Vicenza.[7] Dal 2013 è il portiere titolare del Modena arrivando il primo anno ai play-off e il secondo ai play-out piazzandosi 2º nella Top 15 dei portieri di Serie B del 2014/2015 secondo una classifica stilata dalla Lega Serie B.[8] Dopo essere tornato alla Juventus viene ceduto in prestito in Serie B per il secondo anno consecutivo al Modena. Nel 2015 passa al Livorno, restando in Serie B. Gioca gran parte delle partite, ma nelle ultime due giornate gli viene preferito la riserva Matteo Ricci. Lo stesso Ricci tuttavia viene espulso nell'ultimo fondamentale turno contro il Lanciano, e il subentrato Pinsoglio a pochi minuti dalla fine si fa sfuggire un pallone che causa il pareggio ospite e la conseguente retrocessione in Lega Pro del Livorno. Nella stessa notte si è recato in ospedale dopo aver ricevuto un pugno al volto da un tifoso.[9][10][11][12] Il 6 luglio 2016 prende parte al ritiro di Vinovo con la Juventus, ma il 20 luglio viene nuovamente ceduto in prestito in Serie B, questa volta al Latina Calcio. Nell'estate successiva torna alla Juventus, dove viene confermato come terzo portiere della squadra per la stagione 2017-18, in seguito alla cessione in prestito di Emil Audero al Venezia. Nazionale Tra il 2008 e il 2009 gioca 2 partite con la Nazionale Under-20 italiana. L'11 novembre 2010 riceve la sua prima convocazione in Under-21 da parte del nuovo commissario tecnico Ciro Ferrara in vista dell'amichevole contro i pari età della Turchia del 17 novembre.[13] In seguito lascia il ritiro a causa di un trauma distrattivo al retto anteriore della coscia sinistra.[14] L'8 febbraio 2011, sotto la guida di Ciro Ferrara come CT, esordisce con l'Under-21 in amichevole contro i pari età dell'Inghilterra, giocando titolare.[15] Il 6 settembre 2011 gioca poi la sua prima gara valida per le qualificazioni agli Europei di categoria 2013, la vittoria per 3-0 in casa dell'Ungheria.[16] Palmarès Giovanili Supercoppa Primavera: 1 Juventus: 2007 Torneo di Viareggio: 2 Juventus: 2009, 2010
  9. RODRIGO BENTANCUR https://it.wikipedia.org/wiki/Rodrigo_Bentancur Nazione: Uruguay Luogo di nascita: Nueva Elvecia Data di nascita: 25.06.1997 Ruolo: Centrocampista Altezza: 185 cm Peso: 73 kg Nazionale Uruguayano under-20 Soprannome: - Rodrigo Bentancur Bentancur con l'Uruguay Under-20 nel 2017 Nome Rodrigo Bentancur Colmán Nazionalità Uruguay Altezza 185[1] cm Peso 73[1] kg Calcio Ruolo Centrocampista Squadra Juventus Carriera Giovanili 2008-2009 Peñarol[2] 2009-2015 Boca Juniors Squadre di club1 2015-2017 Boca Juniors 50 (1) 2017- Juventus 0 (0) Nazionale 2017- Uruguay U-20 14 (1) Palmarès Campionato sudamericano Under-20 Oro Ecuador 2017 1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato. Il simbolo → indica un trasferimento in prestito. Statistiche aggiornate all'11 giugno 2017 Rodrigo Bentancur Colmán (Nueva Helvecia, 25 giugno 1997) è un calciatore uruguaiano, centrocampista della Juventus. Caratteristiche tecniche Interno di centrocampo, Bentancur può adattarsi a giocare tutti i ruoli di centrocampo, da mediano a trequartista oltreché da mezzala.[3][2] Giocatore tecnico,[3] ambidestro,[3][2] è un centrocampista forte fisicamente,[3][2] bravo negli inserimenti[2] e dotato di una buona visione di gioco.[2] Carriera Club Fa il suo esordio da professionista il 9 aprile 2015, a diciassette anni, subentrando al 69' della sfida di Copa Libertadores tra Mont. Wanderers e Boca Juniors (0-3),[3] per poi debuttare in Primera División il 12 aprile successivo, nella partita pareggiata per 0-0 contro il Nueva Chicago, subentrando a Pablo Pérez al 77'.[3] Dopo essere entrato, nell'estate del 2015, nell'affare che sancisce il trasferimento di Carlos Tévez dalla Juventus al Boca Juniors, la squadra bianconera ottiene il diritto di opzione per l'acquisizione a titolo definitivo del centrocampista uruguaiano,[4]che viene esercitato nell'aprile del 2017 a fronte di un versamento di 9,5 milioni di euro, con effetti dal 1° luglio dello stesso anno.[5] Alla fine del 2015 è stato eletto dal quotidiano argentino El Clarin come giocatore rivelazione dell'anno.[3] Nazionale Nazionali giovanili Nel gennaio 2017 viene convocato nella nazionale uruguaiana Under-20,[6] con la quale disputa e conquista il campionato sudamericano Under-20 tenutosi in Ecuador.[7] Nello stesso anno partecipa anche al campionato mondiale Under-20 in Corea del Sud:[8] l'Uruguay perde le semifinali contro il Venezuela ai rigori, nonostante il rigore segnato da Bentancur. Palmarès Club Competizioni nazionali Campionato argentino: 2 Boca Juniors: 2015 Boca Juniors: Primera División 2016-17 Coppa d'Argentina: 1 Boca Juniors: 2014-2015 Nazionale Competizioni giovanili Campionato sudamericano Under-20: 1 Ecuador 2017
  10. ESPN FC's ICC updates from Juventus vs. Barcelona http://www.espnfc.co.uk/international-champions-cup/2326/blog/ post/3159418/juventus-vs-barcelona-updates-onscene-espn-fc Jul 22, 2017 ESPN FC is "OnScene" in the United States for the International Champions Cup preseason tournament. Stay in touch with everything we've been getting up to ahead of Juventus vs. Barcelona in New Jersey. But some tried nonetheless... Twitter Ads info and privacy Please keep off the grass Twitter Ads info and privacy For all the latest on the ICC, which features some of the biggest club teams in Europe, check out our index.