Jump to content

Gianfry88

Tifoso Juventus
  • Content Count

    76
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

43 Excellent

About Gianfry88

Profile Information

  • Gender
    Not Telling

Recent Profile Visitors

662 profile views
  1. 5 Scudetti, 4 Coppe Italia, 2 Supercoppe, 2 finali di Champions raggiunte dopo oltre un decennio e contro ogni pronostico, ma di cosa parliamo? Il tempo è galantuomo...
  2. C'è ben poco da dire quando una squadra decide di non essere competitiva affidando la panchina ad un NON ALLENATORE, se non che è una scelta precisa e consapevole. Cos'altro bisogna aspettare per dire che Pirlo non è un allenatore? Che non ha nulla, dal carisma alla flessibilità tattica per esserlo? Invece è certo che perlomeno fino a fine stagione non cambieremo guida tecnica, d'altronde sotto la presidenza di Agnelli non è mai stato cambiato allenatore a stagione in corso, per fortuna non ce n'è mai stato bisogno, ma anche nell'unico anno fallimentare si decise di proseguire con Del Neri fino alla conclusione del campionato. Quel che conta è che perlomeno a fine anno venga cambiato, perchè diversamente significherebbe solo perdere tempo, e ci ritroveremmo nel bel mezzo della prossima annata a scrivere le stesse cose, è ben chiaro che il progetto Pirlo non esiste e che Andrea, straordinario fuoriclasse, ad ora non valga la panchina di una squadra così importante. Averlo in panchina sembra di assistere a qualcuno che, trovando la porta chiusa a chiave, continua a prenderla a testate facendosi male, invece di cambiare direzione e magari entrare dal retro: mai un cambio di modulo, questa costante inutile dei ruoli fluidi, il terzino che scivola centrale e l'esterno che scivola interno, tutte stupidaggini volte solo a riempirsi la bocca, questo voler continuare a costruire dal basso manco avessi Xavi e Iniesta regalando continuamente palle gol agli avversari, un 4-4-2 che non si vede dai primi anni 2000 e che fa accapponare la pelle, un 4-3-3 che sembra cucito apposta per questa squadra con diecimila doppioni esterni offensivi che non ha mai lontanamente preso in considerazione, infine dichiarazioni assurde, dire di credere allo scudetto, quando in stagione non si è mai, e dico MAI, infilato più di 3-4 vittorie di fila, significa prendere in giro i tifosi e gli stessi giocatori. Non basta una tesi o avere il patentino per essere un allenatore. Ovviamente l'errore e a monte, all'esonero di Allegri, e si sa, il tempo è galantuomo. Questa squadra perfino con Sarri, proprio lui, sarebbe prima in classifica e probabilmente ai quarti di Champions, invece regala 5 punti al Benevento, 4 al Verona, 2 al Crotone, 3 alla Fiorentina, e non ci si permetta di attaccarsi ai rigori, seppur evidenti, non dati, se ti chiami Juve contro Crotone e Benevento hai bisogno dei rigori solo per arrotondare il risultato, non certo per riprenderlo. Una stagione storta, specie dopo 9 anni di successi, può capitare ed è fisiologica, ma non voler accorgersi dei propri errori ed anzi continuare ad insistere su questi senza voler rimediare significa perseverare nell'errore e peccare di umiltà.
  3. Dunque, Juventus-Napoli, positivi Elmas, Zielinski: rinviata. Inter-Milan, positivi Radu, Skriniar, Bastoni, Gagliardini, Nainggolan; Duarte, Gabbia: disputata Crotone-Juventus, positivi Ronaldo, McKennie: disputata. Milan-Juventus, positivi Rebic, Krunic; Cuadrado, Alex Sandro: disputata. Inter-Juventus, positivi Cuadrado, De Ligt, Alex Sandro: disputata. Sassuolo-Inter, positivi D'Ambrosio, Handanovic, De Vrij, Vecino: rinviata. Noi abbiam fatto ridere buttando punti con squadrette, ma che bello il campionato dell'equità.
  4. Aldilà dei moduli e degli indisponibili quello che vorrei vedere è l'atteggiamento, perchè se dobbiamo scucirci lo scudetto va fatto con orgoglio e dignità. Ecco, a proposito di Juve-Spezia e mi viene alla mente l'ultimo precedente, l'ultima del campionato di B. Siamo una squadra che ha costruito tutto quello che ha costruito con orgoglio e appartenenza, ritrovandosi dal nulla in B dopo scudetti e una finale mondiale con tanti nostri giocatori protagonisti, risalendo dal fango grazie alla dedizione dei senatori, passando per l'anonimato dei 7imi posti fino alla magia di uno stadio di proprietà, Scudetti in serie per nove anni, record di punti, Coppe Italia, finali di Champions, emozioni indescrivibili senza mai perdere quell'umiltà che trasudava di orgoglio, tenacia, ferocia, consapevolezza e voglia di lottare sempre. Puoi anche non vincere, ma se non lotti hai già perso. Sono convinto che prima di qualunque modulo, allenatore o acquisto sono necessari quei due ingredienti magici ed unici: orgoglio e appartenenza.
  5. Secondo me la scorsa stagione Douglas non ha avuto nulla dello spacca partita, ha sempre giocato spezzoni di partita per lo più nei finali, senza squilli di rilievo (a memoria ricordo il tiro a giro col Genoa da subentrato), se non nella sola partita di Champions giocata, quando fu decisivo. Restringendo il cerchio ai semplici match clou come hai detto, non ha giocato nel 4-3 al Napoli, ha fatto mezz'ora nelle vittorie con Milan e Atalanta, ha saltato la gara di campionato a Roma con la Lazio, fatto 14' in Supercoppa, saltato la Roma in campionato e giocato 67' in Coppa Italia, 18' col Napoli, unica da titolare i 59' con l'Inter nell'ultimo match pre lockdown. Poi ancora 30' con Milan e Napoli in Coppa Italia alla ripresa, 20' con il Milan, 30' con l'Atalanta e altri 30' con la Lazio. Troppo poco secondo me, anche perchè un giocatore che fa dello scatto il suo punto di forza perde giocoforza brillantezza facendo 20' una tantum senza continuità. Per dire, già solo Kulusevski, che sta facendo pochissimo, in termini di presenze, gol e assist, ad ora gli è superiore.
  6. Lasciar andar via un allenatore vincente e che trovava sempre la quadra facendo le nozze con i fichi secchi per ascoltare i capricci di un tifo viziato e le mode di quattro giornalisti che nemmeno sanno cosa voglia dire allenare. "Potrei fare un esempio, ma se lo faccio vien giù un casino..."
  7. Io ricordo che la scorsa stagione nei momenti clou non c'era mai, e quelle poche volte che era a disposizione ha fatto poco, infatti il tabellino recita 1 gol in campionato in 23 presenze, per un totale di 792' giocati, in media sarebbero 9 partite, troppo poco per essere una risorsa per una squadra di vertice. In Champions invece una sola, unica presenza, di 20', con quel gol in slalom alla Lokomotiv Mosca, saltando tutte le restanti 7 gare del girone e le due col Lione.
  8. Potrà sembrare una bestemmia, ma a conti fatti io credo fosse più forte la rosa della scorsa stagione, soprattutto a livello di personalità. Tutti avevamo auspicato una rivoluzione del centrocampo che ormai non si reggeva più in piedi, ma è ormai abbastanza chiaro che il trio Khedira-Pjanic-Matuidi, seppur con tante carenze, specie in intensità, portava esperienza, sapeva come affrontare alcune partite ed incuteva timore negli avversari, d'altronde parliamo di due campioni del mondo ed uno tra i migliori centrocampisti della Serie A nell'ultimo decennio. Andavano si presi Arthur e soprattutto McKennie, che hanno presente e futuro, ma quelli da cedere erano Ramsey e Rabiot (facile a dirsi, difficile nel concreto), senza dimenticare la follia della cessione di Emre Can. Inoltre la scorsa stagione l'abbiamo affrontata con 3 attaccanti (che già ritenevamo pochi), tant'è che alternavamo Higuain e Dybala, quest'anno Dybala non c'è mai stato, di fatto stiamo giocando con solo due punte. Unico upgrade è Chiesa al posto di Douglas Costa, che era come se non ci fosse.
  9. Si si ma infatti l'ho scritto era solo per precisare che nel 2004 arrivammo terzi, ovviamente come dici tu c'è l'esempio lampante del 2011.
  10. Solo per cronaca, in realtà nel 2004 arrivammo terzi, era l'ultimo anno di Lippi, poi in estate venne Capello. Negli ultimi 20 anni la Juve è rimasta fuori dai posti Champions solamente nelle due stagioni dei 7imi posti 2009/10, 2010/11.
  11. Mi sono spesso limitato a leggere qui sul forum, questa volta però vorrei dire la mia dopo una gara così brutta e in una stagione così altalenante. Ho sempre vissute queste gare, specie contro l'Inter con un'adrenalina pazzesca e, in caso di sconfitta, con una rabbia che faticava a scivolare via. Questa sera però sinceramente non c'è rammarico perché questa squadra ha ampiamente dimostrato di non poter avere ambizioni di vittoria e non averne nemmeno i mezzi, vedere già dopo pochi minuti gli avversari rincorrere come assatanati ogni pallone a metà campo ed i nostri centrocampisti passeggiare timidamente ha reso l'idea di quale sarebbe stata la partita ed in generale il nostro campionato, perchè le grandi squadre si costruiscono in mezzo al campo. Non puoi avere ambizioni di vittoria se costruisci un centrocampo su 5 calciatori sottoritmo, (Rabiot e Ramsey non avrebbero visto nemmeno la panchina nel nostro centrocampo fino a qualche stagione fa), non puoi averne se vuoi affrontare una stagione con 2 terzini di ruolo, un'altro adattato ed uno che pochi mesi fa sgambava in C, non puoi averne se metti in rosa 3 esterni d'attacco ma non giochi con tre punte, non puoi averne se hai soltanto tre attaccanti di cui uno perennemente infortunato e gli altri due costretti a giocare sempre sempre sempre, non puoi averne se dopo aver vinto per 9 anni affidi la panchina ad un grande ex calciatore che pochi mesi prima faceva l'opinionista televisivo (ed in tutto ciò ha anche qualche discreta idea). Non puoi averne, soprattutto, se non hai quasi mai grinta, tenacia, rabbia agonistica, voglia di lottare, tutte caratteristiche cardine dello sport, e che se mostrano di avere gli avversari devi alzarti ed applaudirli, perché si mostrano più bravi di te. La nostra stagione è questa, io credo che Pirlo non pagherà perché è il meno colpevole di tutti se la rosa è questa, e poi soprattutto perché significherebbe sconfessare una scelta fatta in estate, poi a fine stagione si prenderanno altre decisioni, per ritoccare un gruppo che è stato vincente fino a pochi mesi fa e renderlo nuovamente altamente competitivo. Sicuramente nostro malgrado è stata data una grande lezione a tutti coloro che in passato auspicavano un calcio frizzante, spettacolare e vincente, in Italia dominerà sempre il calcio di Allegri, di Conte, di Capello, di Mourinho, di Trapattoni, nel suo piccolo anche di Pioli, ed anche in Europa a parte qualche raro caso barcelloniano la coppa è stata alzata anche dai Di Matteo, Mourinho, Zidane, Benitez, questo per dire che non esiste una ricetta per essere più o meno vincenti, ma conta l'obiettivo finale da raggiungere, e se per arrivarci devi essere più brutto, sporco o cattivo chi se ne frega, alla fine tu gioisci per lo scudetto o per la coppa e l'avversario bello, tecnico e che fa la foca ritira la medaglia del secondo posto. Ora cosa fare? Ricompattarci attorno all'ambiente e far sentire a prescindere il nostro calore, perchè siamo stati abituati troppo bene in questo decennio, poi a fine stagione prendere altre decisioni, salutare chi non può aiutarci ad essere vincenti, individuare gli errori commessi e porvi rimedio. Mettere più italiani in rosa, gente che sa cos'è un derby d'Italia e a cui rode perdere queste gare (ai tempi del Cagliari ci saremmo dovuti fiondare su Barella), rifondare completamente il centrocampo mettendo gente che innanzitutto abbia gamba e ritmo e qualche gol nelle corde, equilibrare la rosa componendola di giocatori realmente utili e non fuori ruolo solo per fare da tappabuchi (magari prendendo terzini di ruolo e affidabili). Sarà semplice? magari no, ma è stato immensamente più difficile fare quello che è stato fatto in questi nove anni, se ci siam già riusciti in passato vuol dire che potrà esser fatto ancora, facendo tesoro degli errori commessi in passato.
  12. La pagina Facebook della Jeep ha spoilerato erroneamente e poi e rimosso l'hastag per la conquista dello Scudetto. Speriamo questa sera possano pubblicarlo per davvero.
  13. Io, ma ovviamente chi lo fa di mestiere ne sa più di me, avrei compilato la lista basandomi anche sul carisma e sull'importanza di un calciatore, e non soltanto sulle posizioni in campo. Personalmente avrei lasciato fuori Rugani in difesa, tanto la Lokomotiv Mosca se ti chiami Juve devi batterla anche con una difesa di emergenza composta da Demiral e Can, e avrei inserito anche un uomo spogliatoio come Mandzukic, lasciando fuori Bentancur o Ramsey, quest'ultimo è fermo da 5 mesi e in estate ha fatto solo 20 minuti con la Triestina, e non potrà avere mai al momento una condizione di forma migliore di Can, che pure essendo un giocatore "pesante" è in ritardo. In questo modo avresti evitato questi casi diplomatici e tenuto tutti i carismatici in Champions. Poi fossi la società inizierei a ragionare anche sull'inserire giocatori del vivaio sparsi in Serie A in rosa, ci sono queste regole e vanno rispettate, ma meglio allungare la rosa con giocatori che non ti occupano posti in lista e non ti fanno storie se non giocano. Dal prossimo anno Audero potrebbe essere un buon vice, e avresti già un posto in più in rosa, o Mirante, e in difesa un Romagna come quinto centrale d'emergenza non penso faccia così pena visto che è anche nel giro dell'Under 21. Kean ormai è andato, ma almeno così si recuperano due posti in lista, poi non so se al momento ci sono altri ex Primavera più o meno interessanti in giro per il campionato.
  14. Probabile, ma se non ci sono cessioni non possono esserci entrate.
  15. Io credo che contando 6 esclusi o includa Pjaca, infortunato lungodegente, in questo discorso, o i conti non tornano. Rispetto alla lista Champions della scorsa fase a eliminazione diretta, dove rimase fuori solo Cuadrado, numericamente le sostituzioni sarebbero queste. Barzagli...De Ligt Caceres...Demiral Spinazzola...Cuadrado Perin...Buffon Cancelo...Danilo A questi vanno aggiunti Ramsey, Rabiot e Higuain se rimane, per i quali potrebbero uscire numericamente tre giocatori: uno o entrambi tra Khedira e Matuidi, oppure Rugani se viene ceduto, oppure ancora Mandzukic. A questi si aggiunge Perin che verrà ceduto al 100% e Pellegrini probabilmente partente verso Cagliari. A meno che non abbia dimenticato qualcuno, i giocatori da escludere dalla lista sarebbero, al netto di Perin e Pellegrini, 5, non 6.
×
×
  • Create New...