Jump to content

PsychoII

Tifoso Juventus
  • Content Count

    184
  • Joined

  • Days Won

    1

PsychoII last won the day on November 20

PsychoII had the most liked content!

Community Reputation

230 Excellent

About PsychoII

  • Rank
    Juventino Soldatino

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Ciao pjaca, per certo, non saprei, per questo motivo ho utilizzato il termine ''sospetto'' nel mio post precedente. Ma puo essere solo un semplice errore di applicazione sul campo. Comunque, hai ragione che adesso inizia il periodo (da qui a febbraio) piu importante per il nostro percorso di crescita.
  2. Purtroppo persiste il problema della scarsa occupazione dell'area avversaria e dei tempi d'attacco di essa non ottimali. Se mi ricordo bene, contro l'Atletico, esiste un'azione attorno al 7'minuto, dove la Juve e'arrivata alla rifinitura laterale per ben tre volte nella stessa azione, e' sempre in area c'erano non piu di 2 giocatori, cioe un'occupazione di essa non ottimale pur avendo a dispozione tempo prolungato, cosa abbastanza grave. Comunque, ho il sospetto che questa soluzione di occupazione dell'area ''conservativa'', sia una cosa voluta per agevolare la riaggressione. Avere dei tempi d'attacco dell'area piu ''conservativi'', significa avere piu giocatori sotto la linea della palla, elemento che agevola le distanze e le spaziature in fase di riaggressione. Forse attualemente, priorita per Sarri e' aumentare il tempo di restare nella trequarti avversaria, e questo puo succedere solo con una riaggressione/pressione efficace.
  3. Sarri e' un filosofo del gioco meccanico, tipologia di gioco con dinamiche ben precise che per definizione contiene un elemento di rigidita elevato. Nel calcio non si puo avere tutto. Se si parla di gioco meccanico, quando si intraprende una strada, dopo difficilmente si cambia. Sarri e' un allenatore rigido, di ''struttura'' e di ''specializzazione di ruoli''. Quando sceglie una struttura, lavora su quella sotto tutti gli aspetti. Nel nostro caso la struttura e' stata scelta, ed e' quella del rombo. Maurizio cosi puo lavorare sulle tattiche di ruolo precodificate (come per esempio lui stesso ha detto su Rabiot), sull'occupazione degli spazi, le distanze, i tempi di pressione etc. di questa precisa struttura. Cambiare modulo, significa ricodificare tutti questi aspetti. Prendete come esempio le parole di De Zerbi, che ha spiegato come ha sfruttato i punti deboli delle nostre modalita di pressione con questo modulo. Tralatro, con questo 4-3-1-2, Sarri ha la possibilita di sfruttare una certa ''simmetria'' (elemento ricercato e gradito dal nostro alleanatore) nella codificazione della tattica dei vari ruoli, a differenza dell'alternativa ibrida del 4-4-2/4-3-3. Proprio per agevolare lo sviluppo meccanico, Sarri sta provando chiunque nel ruolo del trequartista. E la codificazione dei movimenti di un (1-2), cioe trequartista/due punte, e' totalmente diversa da quella di un (3), cioe tre punte. Per questo motivo Sarri, quando li e'stata fatta la domanda sulla soluzione Douglas-trequartista ha risposto ''...se impara 2-3 movimenti, puo fare il trequartista''. Con questa risposta intende che nella codificazione del (1-2) bisogna codificare chi comanda i movimenti nelle varie situazioni di gioco, sincronizzare i movimenti corto-lungo, lungo-corto, la connessione sul lato palla etc. Ripeto, sono i contro del calcio meccanico. Quando si sceglie una strada, difficilmente si cambia, perche cambiare significa ricodificare (processo dispendioso sia per l'allenatore che per la squadra).
  4. Dichiarazioni di Sarri nella conferenza pre-Lazio: ''...Non puoi vietare a Dybala di venire a prendere palla vicino ai centrocampisti perché gli toglieresti i grandi pregi che è capace di tirare fuori da queste situazioni...'' In sintesi, Sarri si riferisce al compito di raccordo. Dichiarazioni dello stesso Dybala a El Pais: ''...Sono un ragazzo tranquillo, ma in campo voglio la palla. Senza la palla mi perdo, è una necessità. Il gol è il gol, chiaramente, ma ci sono poche cose che mi piacciono più di un assist..." Queste dichiarazioni (sia di Sarri che di Dybala) offrono indicazioni ben chiare sul modo di stare in campo dell'argentino, mentre nelle varie narrative su Dybala si iperfocalizza (erroneamente) sul discorso del ''stare piu vicino alla porta''.
  5. Ciao Sarriball, Secondo me, le parole di Chiellini sono condivisibili. Ha detto cose assolutamente corrette. La parola-chiave della sua intervista (che secondo me non bisogna assolutamente sottovalutare) e' la parola ''emozione'' nella seguente dichiarazione: ''...Secondo me bisogna avere più emozione nel bel gioco, cercare di farlo un po' di più.''
  6. Ciao baroneconbrio, Sulla preparazione atletica sarebbe interessante trovare articoli specializzati sul tema, con informazioni specifiche sulle metodologie utilizzate da Sarri. Purtroppo, personalmente non li ho trovati. Sul ''divertirsi'' probabilmente hai ragione, tenendo conto anche delle recenti dichiarazioni di Dybala a El Pais.
  7. Ciao FaffJ, perdonami, ma non posso rispondere alla tua domanda, perche come ho detto all'utente nel post che hai quotato, personalmente non ho visto giocare Tonali molte volte, quindi il mio giudizio rischia di essere affrettato e molto probabilmente anche errato. Comunque, condivido al 100% il resto del tuo post. Un problema della Juve attuale, e' la mancanza di un reale vice-Pjanic. Sia Rabiot che Bentancur rimangono due alternative ancora da provare ed approvare, mentre Emre Can (come hai sottolineato tu) non e' esattamente il prototipo del mediano sarriano. Quindi e' molto probabile che Tonali venga preso nell'ottica di vice-Pjanic. In ogni caso, per quanto riguarda la crescita dei giovani, maggiore importanza ha farli giocare, non dove farli giocare (e' successo anche con De Ligt, schierato sul centro-sinistra). Anzi, molti allenatori schierano i giovani in vari ruoli, cosi da permetterli di sviluppare una percezione di gioco piu completa, basata su ''visuali'' diverse, ed una capacita di conoscere/leggere in modo piu ottimale la reazione propria e dei compagni, quando veranno spostati nel loro ruolo naturale.
  8. Ciao Joker, Questione di testa, sicuramente. Ad ''occhio nudo'' direi anche di fisico, ma per rispondere in modo preciso su questo aspetto, bisogna vedere il giocatore da vicino quotidianamente. Tu che ne pensi?
  9. Ciao pjaca20, Dybala e' gia fortissimo, ma come ogni calciatore ha i suoi pregi e difetti. Se si migliorera anche negli aspetti da te sottolineati, sicuramente diventera devastante. La cosa che mi piace di piu dell'utilizzo del giocatore da parte di Sarri, e' il fatto che il nostro attuale contesto permette a Dybala di effetuare la ''giocata''. Basta osservare la meccanica di tiro nel gol contro l'Inter, per come posiziona il piede d'appoggio, la fluidita di movimento, la rotazione nel follow-through etc., tralatro tutto questo eseguito in corsa, da posizione decentrata e contro un'ottimo portiere (Handanovic). Una giocata davvero fenomenale. Ma la cosa piu importante, secondo me, si trova altrove. Tutti parlano dei gol di Dybala, ma avete notato come ha ritrovato i suoi ''turns'' sul posto?. Quando Dybala effetua i suoi ''turns'' fenomenali, vuol dire che Dybala sta bene, non quando segna. Perche ''turns'' significa duelli vinti e ''duelli vinti'' significa spaziotempo in dinamiche pericolose. Questo e' secondo me l'aspetto piu importante. Tralatro, nella passata stagione quando effetuava i suoi ''turns'' peccava in rapidita di esecuzione, ed anche se saltava l'avversario, non li sfuggeva. Questo Dybala lo sapeva e' molte volte prediligeva la protezione della palla subito dopo l'esecuzione di un ''turn'', cosi da costringere l'avversario al fallo (Dybala ha avuto una media falli elevata nella passata stagione). Mentre attualmente, grazie ad una agilita e rapidita nel breve ritrovate, quando esegue un ''turn'', non solo salta l'avversario, ma li sfugge anche, rimanendo in piedi.
  10. Ciao Gnokko, i numeri offensivi di Dybala sono gia migliorati, attualmente tocca molti piu palloni in area rispetto alle passate stagioni. Quindi, l'affermazione che ''Dybala gioca piu vicino alla porta'' e' assolutamente corretta, per quanto riguarda la stagione finora. Semplicemente il mio post iniziale che hai quotato si riferiva alla singola partita (quella contro l'Atalanta) dove questo non e' successo. Sarri sta utilizzando (ma anche gestendo) Dybala in modo ottimale. Rimane il fatto pero che la mia visione personale nell'interpretazione delle caratteristiche di Dybala e' un po anortodossa, e non coincide con quella di Sarri. Ma valutare un giocatore in base alla propria opinione e valutarlo in base al pensiero calcistico dell'allenatore sono due processi diversi. Per il calcio reale, maggiore importanza ha sicuramente il secondo processo. Ripeto, per me, Dybala rimane un giocatore piu vicino al termine di mezzala che quello di punta.
  11. Certi utenti evidenziano in ''bold'' le parole di Sarri su Dybala e fanno bene. Sono sempre a favore di ascoltare le parole di addetti ai lavori. Sarri ha la sua opinione su Dybala, poi il tifoso puo essere d'accordo o meno. Quello che da fastidio, e che sono gli stessi utenti che per esempio nei topic di Khedira e/o Bernardeschi non evidenziano con la stessa premura le parole di Sarri, ''Khedira non lo percepisco assolutamente come un problema'', ''il lavoro tattico di Bernardeschi e' sottovalutato'' etc. Forse, perche in questi casi non fa tanto comodo. Purtroppo il tifoso anche nelle parole degli addetti ai lavori ricerca l'elemento di ''fan-service''.
  12. Per quanto riguarda il discorso ''gioca piu vicino alla porta'', nella partita contro l'Atalanta, Dybala ha toccato 77 palloni ed ha tirato in porta 2 volte (+1 tentativo). Veramente numeri da uno che sta abbracciato alla porta. Ma valutiamo anche le dinamiche di questi tiri/tentativi. Un tentativo di tiro in una percussione di 30 metri, un tiro da punizione ed il gol in transizione con squadra avversaria allungata. Di nuovo, proprio abbracciato alla porta. Per quanto riguarda il discorso ''intesa con Higuain'', faccio notare che i due argentini giocano insieme da diverse stagioni. Mi potete riportare le statistiche di passaggi completati tra Higuain-Dybala nelle passate stagioni? Un piccolo assagino: nella partita fuori casa contro la Dinamo Zagabria (vinta 4-0) nessun passaggio di Dybala a Higuain e nessun passaggio di Higuain a Dybala. Ma se qualcuno dovesse trovare queste statistiche ''scomode'' esiste sempre il ''paspartu'' delle giustificazioni ''e' colpa di Allegri'', sapete, quell'allenatore con il quale Dybala ha segnato piu o meno 80 gol. Se Sarri sfruttera meglio l'intesa tra Higuain/Dybala sara un bene per la Juve. Ma bisogna domandarsi quante volte i due argentini giocheranno contemporaneamente titolari con la presenza di Ronaldo. Sarri tralatro ha fatto un'osservazione sulle dinamiche (aspetto che personalmente ritengo molto piu importante dei termini) molto interessante, identificando un problema dove ''tutti venivamo incontro senza conseguente aggressione degli spazi''. Dybala vuole essere partecipe al gioco, ma e' limitato dal punto di vista anaerobico, sia con palla che senza palla. Con palla non ha per esempio le capacita anaerobiche di un Messi per permettersi di ''autoinnescarsi'' sia con percussioni (anche se contro l'Atalanta ne ha fatte un paio davvero pregevoli, ma non sono una caratteristica principale di Dybala) che con continui ''wall-passes'', mentre senza palla, Paulo non possiede le capacita anaerobiche di un Ronaldo, per poter staccarsi dalla zona di palleggio ed aggredire qualsiasi tipologia di assistenza. Preciso che i nomi di Messi e Ronaldo, sono stati utilizzati come casi estremi, solo per far rendere meglio il concetto. Per chi ragiona per moduli, nel 4-3-1-2 di Sarri, Dybala fa parte del 2, quindi e' un attaccante. E' un modo di interpretare il calcio assolutamente legittimo. Personalmente preferisco ragionare per dinamiche ed interpretazione, e secondo me, Dybala non e' una punta. Dybala e' un giocatore atipico che dell'attaccante possiede solo la mentalita. E' un finalizzatore, cosa totalmente diversa. La finalizzazione, come la regia, nel calcio moderno e' diventata un compito. Cosi come regia e' diventata un compito che puo essere eseguito sia da un terzino (Cuadrado), un centrale (Bonucci), una punta (Higuain) etc. e non esiste piu solo il ruolo del regista davanti alla difesa di una volta, cosi la finalizzazione e' diventata un compito che puo essere eseguito sia da un esterno, un trequartista, una punta etc. e non solo dall'attaccante.
  13. Ciao pjaca20, secondo me, le caratteristiche dei nostri giocatori possono incidere sulle modalita di pressione. Si puo essere aggressivi ed applicare pressing in modi diversi, sta all'allenatore trovare la giusta applicazione. Abbiamo una rosa ampia che ce lo permette. Comunque non e'solo questione di trovare l'equilibrio di un signolo meccanismo (nel nostro caso, quello del pressing), ma bisogna trovare anche l'equilibrio tra i vari meccanismi. Utilizzo l'esempio banale di Bernardeschi, il quale e'molto utile nel mantenere l'equilbrio di squadra in pressione, ma attualmente e' abbastanza dannoso nelle altre fasi. L' allenatore mette sulla bilancia pregi e difetti, e poi fa le sue scelte. Finora, le ha azzeccate. In sintesi, si la Juve puo essere aggressiva e fare pressing, anche con questi giocatori, si ragiona semplicemente sulle modalita. Tu che ne pensi? Dove si trova il problema?
  14. Dalla partita Atalanta-Juventus sorge un dato davvero interessante. I nostri due centrali (De Ligt, Bonucci) sono saliti sul podio per km percorsi (secondo e terzo posto rispettivamente, il primo rimane sempre e comunque Pjanic): De Ligt: 11.269km (Jog-2.577km, Run-7.974km, Sprint-0.718km) Bonucci: 11.152km (Jog-2.687km, Run-7.896km, Sprint-0.569km) Secondo me, questi dati sono causa di molte situazioni di palla scoperta regalate all'avversario, e per una squadra che applica l'elastico difensivo questo significa scappare all'indietro in modo continuo, per poi rialzarsi. Un'altra spiegazione puo essere un numero elevato di passaggi conservativi, cioe situazioni dove i centrali devono abbassarsi per offrire la giusta linea di passaggio nel riciclaggio del possesso, per poi di nuovo rialzarsi cosi da mantenere corta la squadra. Anche se nel calcio il centrale di solito corre molto meno rispetto ad altre posizioni (mezzala, mediano, terzino), una linea difensiva alta ed aggressiva richiede uno sforzo maggiore da parte dei difensori. Non a caso De Ligt e' sempre nei primi 5 per km percorsi.
  15. Afferralo, tienilo e premilo, accendilo, bevilo come farmaco, metti la jivana e giralo.
×
×
  • Create New...