Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'femminile'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Sport Corner
    • Juventus Forum
    • Calciomercato Juventus
    • Juventus Women
    • Allianz Stadium, J-Museum & Biglietti
    • Calciopoli (Farsopoli)
    • Il Romanzo Bianconero
    • Off Juve
    • Juventus news in English
    • Pronostici & Scommesse
    • Altri Sports
  • Tifosibianconeri.community
    • Il Diario dei Tifosi
    • Games Zone - Nuova Stagione 2019/2020
    • Off topics
    • Multimedia & Graphics
  • Supporto
    • Comunicazioni, proposte e messaggi per lo staff
    • L'Archivio Di Tifosibianconeri.com
    • Cestino

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests

Found 8 results

  1. Ripartiamo da qui con Modena che avrà un Matt Anderson in più nel motore
  2. DONNE DILETTANTI PER LEGGE IN ITALIA Da Redazione Calcio Femminile Italiano - 19 ottobre 2016 La legge n. 91 del 23 marzo 1981 vieta alle donne sportive italiane di diventare professioniste. Una vergogna che i governi (di ogni colore) si tramandono e la modifica di legge proposta dall’On. Valeria Fedeli dopo oltre 1 anno dalla presentazione non è stata ancora esaminata. Con il debito pubblico che sale inesorabile sotto la disattenzione attiva dei nostri governanti, che si battono con la legge elettorale che a poco serve per ridare dignità ai governati, brilla vergognosamente l’impegno passivo del 30% di donne presenti al Senato e alla Camera verso i pari diritti del genere umano e soprattutto delle donne. Una vergogna per tutta la maggioranza di sinistra divisa tra il SI e il NO che continua ad ignorare una realtà da terzo mondo, a differenza di altri Stati membri UE, dove le donne dello sport possono conquistare, se capaci, il professionismo. Consapevole che i problemi che toccano le donne sono ben altri e ai quali si sta facendo ben poco, mi chiedo come sia possibile che la maggioranza di governo con l’apporto di tutte le donne (si diceva che della politica maschilista e adesso che ci sono el donne?) facenti parte dell’opposizione non siano in grado di far passare una modifica di legge, giusta e doverosa, che non vuole il professionismo obbligatorio ma vuol implementare i principi di parità tra uomini e donne introdotti nella Costituzione. Mi sorgono alcune riflessioni che ci tengo a sottoporvi e alla quali non riesco a darmi una risposta:La Giustizia non dovrebbe essere uguali per tutti?Quali interessi bloccano questa giusta modifica di legge? Ecco perchè ritengo che la politica abbia terminato il suo corso, anzi abbia proprio fallito la sua missione…, proprio perchè troppo spesso non vengono apportate modifiche di legge giuste per tutti ma di interesse politico dettate dal sistema. Questa mia protesta non è indirizzata al CONI o alle FEDERAZIONI ma allo Stato Italiano perchè è in primis una discriminazione di genere. Le donne parlamentari ivi comprese le sindacaliste sportive e di categoria invece di fare la nazionale di calcio dovrebbero prendersi a cuore queste vicende in maniera ferma e decisa e opporsi al sistema ma non lo fanno o almeno io non ho mai visto in tv una parlamentare ch si prende a cuore queste problematiche. Alcuni anni fa una squadra di basket femminile aprì una petizione per sollecitare i governanti verso questo problema ma si è fermata a circa 30.000 firme e nulla ha portato alla causa. Un cittadino che è nato in una famiglia dove le donne sono sempre state innalzate per i loro meriti, come può accettare questa discriminazione di genere? e tutti gli sportivi uomini professionisti e le loro associazioni di categoria perchè non si fanno sentire bloccando i loro campionati e gare? Forse perchè “#chissenefrega”? Facciamo un approfondimento. Il disegno di legge presentato dall’Onorevole Valeria Fedeli al Senato in data 1 luglio 2015 con lo scopo di modificare la legge 23 marzo 1981, n. 91, per la promozione dell’equilibrio di genere nei rapporti tra società e sportivi professionisti, annunciata nella seduta ant. n. 477 del 2 luglio 2015, per poi lanciarla a conoscenza dei media con la conferenza stampa del 30 settembre 2015 presso la Camera dei Deputati e assegnata alla 7ª Commissione permanente che non ha ancora iniziato l’esame. Ma cosa ha chiesto nel dettaglio l’ON. Fedeli? L’iniziativa dei senatori FEDELI, IDEM, RANUCCI, DE PETRIS, BIGNAMI, AMATI, ANGIONI, BATTISTA, BERGER, BO*****O, CANTINI, D’ADDA, GUERRIERI PALEOTTI, Elena FERRARA, LO GIUDICE, MATTESINI, ORRÙ, PAGLIARI, FABBRI, PEGORER, PEZZOPANE, DI GIORGI, RICCHIUTI, LAI e VALDINOSI ha chiesto che… 1. Alla legge 23 marzo 1981, n. 91, vengano apportate le seguenti modificazioni: a) all’articolo 2, primo comma, le parole: «sono sportivi professionisti gli atleti, gli allenatori, i direttori tecnico-sportivi ed i preparatori atletici» sono sostituite dalle seguenti: «sono sportivi professionisti gli atleti e le atlete, gli allenatori e le allenatrici, i direttori e le direttrici tecnico-sportivi ed i preparatori e le preparatrici atletici»; b) all’articolo 2, dopo il primo comma, è aggiunto il seguente: «Qualunque sia la disciplina sportiva regolamentata dal CONI, è vietata qualsiasi discriminazione da parte delle federazioni sportive nazionali per quanto riguarda la qualificazione del professionismo sportivo in ambito femminile e maschile.»; c) all’articolo 10 è aggiunto, in fine, il seguente comma: «Quando elementi di fatto, desunti anche da dati di carattere statistico relativi alle qualificazioni degli sportivi professionisti, alla costituzione e alla affiliazione delle società sportive, siano idonei a fondare, in termini precisi e concordanti, la presunzione dell’esistenza di atti, patti o comportamenti discriminatori in ragione del sesso, spetta alle federazioni sportive nazionali riconosciute dal CONI l’onere della prova sull’insussistenza della discriminazione.». Una modifica che chiede al nostro Stato di concedere pari diritti e opportunità alle donne che praticano lo sport e venga concessa loro la possibilità di diventare professioniste. Una legge non fa il professionismo ma porta la speranza alle donne che il loro sacrificio non serva solo ad arricchire il medagliere ma le permetta di fare sport come professione con tutti i diritti che ne conseguono. Negli sport individuali le atlete più capaci possono diventare dipendenti delle forze di Stato (ottima iniziativa) mentre negli sport di squadra le nostre donne sono costrette a fare le dilettanti, studiando, lavorando e allenandosi con cadenza regolare, svolgendo in realtà una vita sportiva da professioniste ma senza diritti come per esempio l’assistenza sanitaria, contributi previdenziali e la maternità. Di sicuro seguirò il consiglio del grande Einstein: “Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l’inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare.” https://www.calciofemminileitaliano.it/diritto-sportivo/donne-dilettanti-legge-italia/
  3. JuventusFC‏Account verificato @juventusfc 52 min52 minuti fa Altro Stagione 2017-2018: anche la Juventus in serie A femminile. Prossimamente i dettagli…
  4. La Juventus ha appena inaugurato la sezione femminile, anche a livello di prima squadra e primavera. Sarebbe interessante sapere cosa ne pensa il forum. Postato qui e non nella sezione Juventus Women perchè non darebbe un responso neutro.
  5. Ciao a tutti, premesse le eventuali difficoltà di calendario, fareste giocare la Juventus Femminile all'Allianz Stadium? Sarebbe una degna cornice è un passo molto in avanti per il calcio femminile in generale. Vi lascio al sondaggio. Essendo promotore del sondaggio, e visto anche che in questo stadio oltre a giocarci ci mangiano i piccioni durante la settimana, per me la risposta è SI.
  6. Il campionato europeo di pallavolo femminile 2017 si svolgerà dal 20 settembre al 1º ottobre 2017 a Baku e Gäncä, in Azerbaigian, e a Tbilisi, in Georgia: al torneo parteciperanno sedici squadre nazionali europee. Le squadre hanno disputato una prima fase a gironi con formula del girone all'italiana; al termine della prima fase le prime tre classificate di ogni girone hanno acceduto alla fase finale, strutturata in ottavi di finale (a cui hanno partecipato le seconde e le terze classificate di ogni girone), quarti di finale, semifinali, finale per il terzo posto e finale. Se il risultato finale è stato di 3-0 o 3-1 sono stati assegnati 3 punti alla squadra vincente e 0 a quella sconfitta, se il risultato finale è stato di 3-2 sono stati assegnati 2 punti alla squadra vincente e 1 a quella sconfitta. L'ordine del posizionamento in classifica è stato definito in base a: Numero di partite vinte; Punti; Ratio dei set vinti/persi; Ratio dei punti realizzati/subiti; Risultati degli scontri diretti. Fase a gironi[modifica | modifica wikitesto] Girone A Girone B Girone C Girone D Azerbaigian Bielorussia Bulgaria Belgio Germania Croazia Russia Paesi Bassi Polonia Georgia Turchia Rep. Ceca Ungheria Italia Ucraina Serbia Girone A Risultati 22 settembre 2017 National Gymnastics Arena, Baku Durata: - Spettatori: Ungheria - Azerbaigian 22 settembre 2017 National Gymnastics Arena, Baku Durata: - Spettatori: Polonia - Germania 23 settembre 2017 National Gymnastics Arena, Baku Durata: - Spettatori: Polonia - Ungheria 24 settembre 2017 National Gymnastics Arena, Baku Durata: - Spettatori: Azerbaigian - Polonia 24 settembre 2017 National Gymnastics Arena, Baku Durata: - Spettatori: Germania - Ungheria 25 settembre 2017 National Gymnastics Arena, Baku Durata: - Spettatori: Germania - Azerbaigian Girone B Risultati 22 settembre 2017 Tbilisi Sports Palace, Tbilisi Durata: - Spettatori: Italia - Georgia 22 settembre 2017 Tbilisi Sports Palace, Tbilisi Durata: - Spettatori: Bielorussia - Croazia 23 settembre 2017 Tbilisi Sports Palace, Tbilisi Durata: - Spettatori: Georgia - Croazia 23 settembre 2017 Tbilisi Sports Palace, Tbilisi Durata: - Spettatori: Italia - Bielorussia 24 settembre 2017 Tbilisi Sports Palace, Tbilisi Durata: - Spettatori: Georgia - Bielorussia 24 settembre 2017 Tbilisi Sports Palace, Tbilisi Durata: - Spettatori: Croazia - Italia Girone C Risultati 22 settembre 2017 National Gymnastics Arena, Baku Durata: - Spettatori: Ucraina - Russia 23 settembre 2017 National Gymnastics Arena, Baku Durata: - Spettatori: Bulgaria - Ucraina 23 settembre 2017 National Gymnastics Arena, Baku Durata: - Spettatori: Turchia - Russia 24 settembre 2017 National Gymnastics Arena, Baku Durata: - Spettatori: Bulgaria - Turchia 25 settembre 2017 National Gymnastics Arena, Baku Durata: - Spettatori: Russia - Bulgaria 25 settembre 2017 National Gymnastics Arena, Baku Durata: - Spettatori: Turchia - Ucraina Girone D Risultati 22 settembre 2017 Göygöl Olympic Sport Complex, Gäncä Durata: - Spettatori: Serbia - Rep. Ceca 22 settembre 2017 Göygöl Olympic Sport Complex, Gäncä Durata: - Spettatori: Paesi Bassi - Belgio 23 settembre 2017 Göygöl Olympic Sport Complex, Gäncä Durata: - Spettatori: Rep. Ceca - Belgio 23 settembre 2017 Göygöl Olympic Sport Complex, Gäncä Durata: - Spettatori: Serbia - Paesi Bassi 24 settembre 2017 Göygöl Olympic Sport Complex, Gäncä Durata: - Spettatori: Belgio - Serbia 24 settembre 2017 Göygöl Olympic Sport Complex, Gäncä Durata: - Spettatori: Rep. Ceca - Paesi Bassi Ottavi di finale 26 settembre 2017 National Gymnastics Arena, Baku Durata: - Spettatori: - 27 settembre 2017 National Gymnastics Arena, Baku Durata: - Spettatori: - 26 settembre 2017 National Gymnastics Arena, Baku Durata: - Spettatori: - 27 settembre 2017 National Gymnastics Arena, Baku Durata: - Spettatori: - Quarti di finale 28 settembre 2017 National Gymnastics Arena, Baku Durata: - Spettatori: - 29 settembre 2017 National Gymnastics Arena, Baku Durata: - Spettatori: - 28 settembre 2017 National Gymnastics Arena, Baku Durata: - Spettatori: - 29 settembre 2017 National Gymnastics Arena, Baku Durata: - Spettatori: - Semifinali 30 settembre 2017 National Gymnastics Arena, Baku Durata: - Spettatori: - 30 settembre 2017 National Gymnastics Arena, Baku Durata: - Spettatori: - Finale 3º posto 1º ottobre 2017 National Gymnastics Arena, Baku Durata: - Spettatori: - Finale 1º ottobre 2017 National Gymnastics Arena, Baku Durata: - Spettatori: https://it.wikipedia.org/wiki/Campionato_europeo_di_pallavolo_femminile_2017 -
  7. Sta per iniziare una grande stagione per il mondo bianconero… in rosa. Una stagione che, oltre alle squadre del Settore Giovanile, vedrà la Juve in campo, come già annunciato, sia con la Prima Squadra nel massimo campionato che con la Primavera. Questi sono i nomi che compongono gli staff tecnici. PRIMA SQUADRA Allenatore Rita Guarino Allenatore in seconda: Matteo Scarpa Preparatore Atletico: Emanuele Chiappero Preparatore dei portieri: Giuseppe Mammoliti Dirigente accompagnatore: Elisa Miniati PRIMAVERA Allenatore: Daniele Diana Preparatore atletico: Emanuele Chiappero Preparatore dei portieri: Giuseppe Mammoliti Dirigente accompagnatore: Flavio Mantovani La Prima Squadra, come già annunciato, si ritroverà il 10 agosto per poi partire in ritiro a Valle D’Aosta, mentre per la Primavera il raduno è fissato a Vinovo il 19 alle 11: le ragazze di Diana si alleneranno per 11 giorni al JTC, poi da 22 agosto, si sposteranno alla Sisport. http://www.juventus.com/it/news/news/2017/juventus-femminile--gli-staff-tecnici.php
  8. Sono scese per la prima volta in campo, oggi, nel Training Center di Vinovo. Sono giovani, volenterose e, ovviamente, bianconere. Parliamo delle ragazze che compongono la squadra femminile Under 13 della Juventus, l’ultimo arrivo nella nostra #JAcademy, che oggi hanno ricevuto l’equipaggiamento sportivo e si sono subito cimentate con il loro primo allenamento. Dopo questo primo allenamento a Vinovo le calciatrici (anno di nascita dal 2003 in poi), che sono tesserate Juventus FC, si alleneranno e scenderanno in campo per le partite casalinghe, sul terreno del Campo Victoria Ivest di via Paolo Veronese 173. Da adesso per loro inizia un periodo di preparazione e allenamenti, dopodiché le ragazze parteciperanno a una serie di tornei e gare amichevoli, con l’obiettivo di prendere parte nel 2016 al campionato primaverile, dove saranno inserite nel tabellone con i “colleghi” maschi. (juventus.com) http://www.juventus.com/it/news/news/2015/la-juventus-femminile-muove-i-primi-passi.php
×
×
  • Create New...