Jump to content
Sign in to follow this  
Bradipo76

De patientia

Recommended Posts

Joined: 05-Oct-2008
70,086 posts
26 minuti fa, Pinturicchio73 ha scritto:

I cicli vincenti prima o poi finiscono, lo è stato quello del grande Milan, della Juve di Lippi, non si può vincere ogni anno, noi lo abbiamo fatto in maniera straordinaria per otto anni consecutivi facendo qualcosa di irripetibile. Ora la società ha deciso di cambiare, e di tentare di volere praticare un calcio diverso, come tra l'altro molti utenti qui dentro chiedevano, me compreso. È vero, ci vuole pazienza, come dici tu non si può pensare di cambiare 8 giocatori in un colpo solo. E anche potendolo fare non é detto che poi sia garanzia di vittoria. Una squadra diventa vincente per l'integrazione perfetta di tante componenti che non sono il risultato di operazioni matematiche. Tornando alla nostra realtà attuale, io sono disposto ad avere pazienza, sono consapevole delle difficoltà dovute a un cambio radicale avvenuto dopo anni di successi e quindi di motivazioni che possono avere un momentaneo calo di motivazioni. Aperta e chiusa parentesi: ricordiamoci cosa accadde il secondo anno di Allegri, iniziato con un avvio di campionato disastroso culminato con la sconfitta contro il Sassuolo. Dopo quella sconfitta la situazione era grave, e solo un discorso di Buffon ed Evra, senatori del gruppo, riuscì a far scattare di nuovo la scintilla in un gruppo demotivato. Non fu Allegri, ma non è un'accusa, sia chiaro. È solo per dire che in tutte le squadre molto spesso, in determinati momenti, sono più importanti i giocatori simbolo rispetto all'allenatore. Lo fu per Allegri e lo è oggi per Sarri. L'unica differenza è che Allegri non lo gridò urbi et orbi, mentre Sarri si. Chiusa parentesi, tornando al discorso pazienza, per me la pazienza deriva anche dalla fiducia. Se io ho fiducia cieca nella dirigenza e nella sua chiarezza di idee e programmazione, nonostante si possa anche non vincere una stagione, proprio perché ci vuole tempo allora faccio pazienza e aspetto, altrimenti se vedo che è stato fatto un mercato non all'altezza e confusionario, allora scatta l'allarme. Anche eccessivo allo stato attuale delle cose. Imho.

 

Ho già scritto a riguardo ieri sera, se si fa un discorso sulla fiducia, quest'ultima non può essere messa in discussione improvvisamente tutta al primo momento negativo. È un credito costruito in anni di lavoro. La fiducia la puoi mettere in discussione per chi non ha quel credito, per chi è arrivato adesso. Ma anche in quest'ultimo caso gli dai almeno il tempo per dimostrare se è in grado di guadagnarsene. 

 

Edited by Bradipo76

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 15-Mar-2016
3,436 posts
6 minuti fa, Bradipo76 ha scritto:

 

Ho già scritto a riguardo ieri sera, se si fa un discorso sulla fiducia, quest'ultima non può essere messa in discussione improvvisamente tutta al primo momento negativo. È un credito costruito in anni di lavoro. La fiducia la puoi mettere in discussione per chi non ha quel credito, per chi è arrivato adesso. Ma anche in quest'ultimo caso gli dai almeno il tempo per dimostrare se è in grado di guadagnarsene. 

 

Esatto 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 01-Jun-2005
2,673 posts

la pazienza in italia non esiste...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 01-Jun-2005
7,428 posts
1 ora fa, Pinturicchio73 ha scritto:

I cicli vincenti prima o poi finiscono, lo è stato quello del grande Milan, della Juve di Lippi, non si può vincere ogni anno, noi lo abbiamo fatto in maniera straordinaria per otto anni consecutivi facendo qualcosa di irripetibile. Ora la società ha deciso di cambiare, e di tentare di volere praticare un calcio diverso, come tra l'altro molti utenti qui dentro chiedevano, me compreso. È vero, ci vuole pazienza, come dici tu non si può pensare di cambiare 8 giocatori in un colpo solo. E anche potendolo fare non é detto che poi sia garanzia di vittoria. Una squadra diventa vincente per l'integrazione perfetta di tante componenti che non sono il risultato di operazioni matematiche. Tornando alla nostra realtà attuale, io sono disposto ad avere pazienza, sono consapevole delle difficoltà dovute a un cambio radicale avvenuto dopo anni di successi e quindi di motivazioni che possono avere un momentaneo calo di motivazioni. Aperta e chiusa parentesi: ricordiamoci cosa accadde il secondo anno di Allegri, iniziato con un avvio di campionato disastroso culminato con la sconfitta contro il Sassuolo. Dopo quella sconfitta la situazione era grave, e solo un discorso di Buffon ed Evra, senatori del gruppo, riuscì a far scattare di nuovo la scintilla in un gruppo demotivato. Non fu Allegri, ma non è un'accusa, sia chiaro. È solo per dire che in tutte le squadre molto spesso, in determinati momenti, sono più importanti i giocatori simbolo rispetto all'allenatore. Lo fu per Allegri e lo è oggi per Sarri. L'unica differenza è che Allegri non lo gridò urbi et orbi, mentre Sarri si. Chiusa parentesi, tornando al discorso pazienza, per me la pazienza deriva anche dalla fiducia. Se io ho fiducia cieca nella dirigenza e nella sua chiarezza di idee e programmazione, nonostante si possa anche non vincere una stagione, proprio perché ci vuole tempo allora faccio pazienza e aspetto, altrimenti se vedo che è stato fatto un mercato non all'altezza e confusionario, allora scatta l'allarme. Anche eccessivo allo stato attuale delle cose. Imho.

 

A dire il vero la società ha scelto la strada del cambiamento in maniera molto.... diciamo dubitativa, senza crederci "completamente", o peggio "veramente".

Si è limitata a prendere un allenatore che era indicato come "rivale" del precedente non solo nella sfida per i campionati ma nella mentalità tattica in campo.

E più per una "necessità" indotta dalla fine del rapporto precedente che dal "vogliamo a tutti i costi sarri, anche se questo significa rinunciare ad Allegri".

 

Alla fine cioè più che una decisione precisa è stata unicamente una scelta tra le, poche, papabili per il dopo Allegri.

 

E infatti non si è minimamente intervenuti sull'organico della squadra per spingere tale cambiamento.

 

Edited by DoctorDoomIII
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 12-Jan-2006
19,292 posts
1 ora fa, Bradipo76 ha scritto:

 se si fa un discorso sulla fiducia, quest'ultima non può essere messa in discussione improvvisamente tutta al primo momento negativo. È un credito costruito in anni di lavoro. 

 

seeh, vallo a dire a mia moglie .asd

 

  • Haha 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 04-Jun-2005
19,673 posts

Bradipo, abbiamo nove punti in meno dell'anno scorso. Abbiam gia perso la Supercoppa. La cosa preoccupante, per me, e' che un cambiamento si era iniziato a vedere fino alla partita con l'Inter. Poi per qualche motivo deve esser successo qualcosa e la squadra ha chiaramente subito una involuzione. 

 

Pazienza o non pazienza, vecchiaia o non vecchiaia, data la nostra rosa questo campionato sarebbe da vincere in ciabatte come quello dell'anno scorso. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 14-Nov-2006
79,309 posts

Io vorrei solo che i calciatori scendessero in campo come se non potessero più tornare a casa dalle famiglia qualora non riuscissero a portare a casa il risultato .asd 

  • Like 1
  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 05-Oct-2008
70,086 posts
8 minuti fa, zlataniere ha scritto:

Bradipo, abbiamo nove punti in meno dell'anno scorso. Abbiam gia perso la Supercoppa. La cosa preoccupante, per me, e' che un cambiamento si era iniziato a vedere fino alla partita con l'Inter. Poi per qualche motivo deve esser successo qualcosa e la squadra ha chiaramente subito una involuzione. 

 

Pazienza o non pazienza, vecchiaia o non vecchiaia, data la nostra rosa questo campionato sarebbe da vincere in ciabatte come quello dell'anno scorso. 

 

Come scritto successivamente, il bradipo in realtà non è un forte sostenitore della pazienza. .asd 

Non credo che l'intenzione della Juventus in questo momento sia orientarsi alla pazienza / al lungo termine, con una rosa dall'età media di 29 anni. Come mi pare ha già scritto qualcuno, oggi siamo più Real che Liverpool. 

 

 

Edited by Bradipo76

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 15-Mar-2016
3,436 posts
4 minuti fa, zlataniere ha scritto:

Bradipo, abbiamo nove punti in meno dell'anno scorso. Abbiam gia perso la Supercoppa. La cosa preoccupante, per me, e' che un cambiamento si era iniziato a vedere fino alla partita con l'Inter. Poi per qualche motivo deve esser successo qualcosa e la squadra ha chiaramente subito una involuzione. 

 

Pazienza o non pazienza, vecchiaia o non vecchiaia, data la nostra rosa questo campionato sarebbe da vincere in ciabatte come quello dell'anno scorso. 

Ma non si può fare un paragone con l'anno scorso, con una squadra che aveva una sua continuità tecnico-tattica.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 04-Jun-2005
19,673 posts
1 minuto fa, Pinturicchio73 ha scritto:

Ma non si può fare un paragone con l'anno scorso, con una squadra che aveva una sua continuità tecnico-tattica.

Se un'azienda cambia manager o quadro in qualsiasi settore, il nuovo innesto non sara' MAI salvo dal confronto con gli obiettivi raggiunti precedentemente. Anche perche', o cambi per ridimensionarti in piccolo o cambi per ridimensionarti in grande. 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 05-Oct-2008
70,086 posts
4 minuti fa, Pinturicchio73 ha scritto:

Ma non si può fare un paragone con l'anno scorso, con una squadra che aveva una sua continuità tecnico-tattica.

 

Il confronto direi che è inevitabile. L'avvento di Sarri è stato venduto come il superamento di quanto fatto da Allegri (e superamento grosso).

Se questo superamento non avviene, la cosa si ripercuote come un boomerang. Ma di quelli grossi. .asd 

 

E' "giusto" ragionare in questo modo ? E' secondario, dal momento che è sostanzialmente impossibile tornare sulla strada del buon senso dopo anni di violenta guerra ideologica. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 10-Jan-2006
1,141 posts
2 ore fa, Pinturicchio73 ha scritto:

I cicli vincenti prima o poi finiscono, lo è stato quello del grande Milan, della Juve di Lippi, non si può vincere ogni anno, noi lo abbiamo fatto in maniera straordinaria per otto anni consecutivi facendo qualcosa di irripetibile. Ora la società ha deciso di cambiare, e di tentare di volere praticare un calcio diverso, come tra l'altro molti utenti qui dentro chiedevano, me compreso. È vero, ci vuole pazienza, come dici tu non si può pensare di cambiare 8 giocatori in un colpo solo. E anche potendolo fare non é detto che poi sia garanzia di vittoria. Una squadra diventa vincente per l'integrazione perfetta di tante componenti che non sono il risultato di operazioni matematiche. Tornando alla nostra realtà attuale, io sono disposto ad avere pazienza, sono consapevole delle difficoltà dovute a un cambio radicale avvenuto dopo anni di successi e quindi di motivazioni che possono avere un momentaneo calo di motivazioni. Aperta e chiusa parentesi: ricordiamoci cosa accadde il secondo anno di Allegri, iniziato con un avvio di campionato disastroso culminato con la sconfitta contro il Sassuolo. Dopo quella sconfitta la situazione era grave, e solo un discorso di Buffon ed Evra, senatori del gruppo, riuscì a far scattare di nuovo la scintilla in un gruppo demotivato. Non fu Allegri, ma non è un'accusa, sia chiaro. È solo per dire che in tutte le squadre molto spesso, in determinati momenti, sono più importanti i giocatori simbolo rispetto all'allenatore. Lo fu per Allegri e lo è oggi per Sarri. L'unica differenza è che Allegri non lo gridò urbi et orbi, mentre Sarri si. Chiusa parentesi, tornando al discorso pazienza, per me la pazienza deriva anche dalla fiducia. Se io ho fiducia cieca nella dirigenza e nella sua chiarezza di idee e programmazione, nonostante si possa anche non vincere una stagione, proprio perché ci vuole tempo allora faccio pazienza e aspetto, altrimenti se vedo che è stato fatto un mercato non all'altezza e confusionario, allora scatta l'allarme. Anche eccessivo allo stato attuale delle cose. Imho.

Principalmente, le scelte effettuate sono state fatte affinché questo ciclo finisse.

Lasciare Marotta e Conte (25 anni di esperienza juventina) alle fogne è stata la peggior mossa fatta dalla dirigenza, peggio della scusante calciomercato/elementi "non idonei" al gioco di Sarri.

Sarri (e lo dice uno che non lo apprezza proprio) non è la causa, ma una conseguenza di questa situazione.

In certi momenti, bisogna mettere l'orgoglio da parte, da entrambe le parti; visto che nella mentalità juventina le scelte sono state sempre prese con la ragione, ad oggi, a questa squadra (molto competitiva) servivano solo forti motivazioni; tra gli allenatori disponibili, mi vergogno nel dirlo, solo Conte poteva darle.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 19-Jan-2007
1,344 posts

Uno ci prova anche ad avere pazienza se vedesse uno schema organizzativo, che magari c'è ma che da questa estate sono molto bravi a tenere nascosto allora.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 26-Apr-2009
1,697 posts

Forse un ciclo è finito e noi facciamo fatica ad accetarlo, molto più semplicemente.

Sicuri di avere una squadra fortissima, fatta bene, equilibrata tra i reparti, con i giusti ricambi, giovane con la fame di vittoria e freschezza per correre 90 minuti?

Io non ne sono sicuro....... anzi sono sicuro del contrario!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 01-Jun-2005
7,428 posts
4 minuti fa, xqaz69 ha scritto:

Forse un ciclo è finito e noi facciamo fatica ad accetarlo, molto più semplicemente.

Sicuri di avere una squadra fortissima, fatta bene, equilibrata tra i reparti, con i giusti ricambi, giovane con la fame di vittoria e freschezza per correre 90 minuti?

Io non ne sono sicuro....... anzi sono sicuro del contrario!

 

Noi siamo tifosi, è anche normale che non capiamo.

E' più grave che a non capirlo siano stati a giugno i dirigenti optando per "rafforzare" con alcuni innesti la squadra più che a cambiarla maggiormente in vari ruoli chiave per far partire un nuovo ciclo.

A parole l'unico ad averlo capito pare fosse Allegri.

Questo non vuol dire cambiare 8 giocatori ma senza l'infortunio di Chiello la Juve per non so quante partite avrebbe giocato con 11 giocatori del ciclo "finito", il che cozza con tale idea, a meno di essere una necessità che quindi confermerebbe un mercato fatto non con l'idea in testa del ciclo finito.

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 21-Nov-2011
9,238 posts
6 minutes ago, xqaz69 said:

Forse un ciclo è finito e noi facciamo fatica ad accetarlo, molto più semplicemente.

Sicuri di avere una squadra fortissima, fatta bene, equilibrata tra i reparti, con i giusti ricambi, giovane con la fame di vittoria e freschezza per correre 90 minuti?

Io non ne sono sicuro....... anzi sono sicuro del contrario!

Infatti e'come dici tu. Ma a molti piace raccontare la favoletta della rosa migliore di tutti.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 03-Sep-2006
1,975 posts

Se si voleva ingranare subito, bisognava prendere Conte. Per quello che mi riguarda, io sono disposto a dare ancora fiducia a Sarri.. Per i calciatori è un po' diverso.

 

Fiducia ancora a De Ligt, che sta crescendo. Fiducia a Demiral, purtroppo fuori gioco. Fiducia ancora a Danilo, ancora da integrare. Fiducia persino a Rabiot. Fiducia a Bentancour che sta crescendo. FIducia pure a Ramsey, anche se si rompe un po' troppo. Fiducia pure a Bernardeschi, che paga la confusione in cui è precipitato fuori ruolo, comunque sotto osservazione.

 

Ma:

Pianic lo abbiamo da anni, e il suo massimo abbiamo visto che è qualche partita ottima, molte anonime. Uno dei suoi PLUS erano le punizioni, non ne centra più una da una vita. A me pare che sia ora di cambiarlo.

Douglas Costa: giocatore fortissimo, ma si rompe di continuo. C'è poco da dare fiducia. De Sciglio, idem (non fortissimo però). 

Alex Sandro: buon giocatore, ormai lontano dalle partite fenomenali di anni fa. Poca fiducia.
Kedhira: ottimo giocatore, ma tramontato e fragile. Poca fiducia

Higuain: mi aveva illuso all'inizio della stagione, quando sembrava tirato a lucido, veloce, potente e aggressivo. Ero pure disposto a perdonargli i pochi gol, visto il lavoro che faceva. Ma da diverse partite mi pare involuto, e torna a dare ragione a chi avrebbe voluto fortemente liberarsene.

Matoudi: per me non è da considerare un titolare, ma in una rosa come quella della juve ci può stare per le sue caratteristiche di recupera palloni.

 

Per quanto riguarda la società (Agnelli, Nedved, Paratici) c'è più di un appunto da fare. 

Fermo restando il loro diritto di scegliere i profili che ritengono funzionali, e pur accettando degli errori (col senno di poi), io penso che:

- puntare troppo sui parametri zero non funziona, se sono parametri zero, almeno nella maggioranza dei casi, ci sono dei motivi

- forse (dico forse) sono troppo "leggeri" o ingenui nelle trattative: sembra abbastanza chiaro che l'arrivo di Sarri non sia stato la prima scelta, e che sia arrivato quasi casualmente.

- la mancata capacità di liberarsi, facendoci qualche soldo, di giocatori non più funzionali: le mancate cessioni bloccano poi anche gli acquisti. 

- il problema delle mancate cessioni deriva anche dagli ingaggi che in qualche caso sembrano spropositati

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 05-Oct-2008
70,086 posts
28 minuti fa, xqaz69 ha scritto:

Forse un ciclo è finito e noi facciamo fatica ad accetarlo, molto più semplicemente.

Sicuri di avere una squadra fortissima, fatta bene, equilibrata tra i reparti, con i giusti ricambi, giovane con la fame di vittoria e freschezza per correre 90 minuti?

Io non ne sono sicuro....... anzi sono sicuro del contrario!

 

Quello forse no. Materiale sufficiente per non fare le figure di Napoli e Verona, personalmente ne sono certo.

Quantomeno, una squadra può permettersi di fare quelle figure quando le inserisce in un quadro complessivamente convincente.  Se l'allenatore chiede aiutatemi... convince poco...

Non si sta criticando una squadra che non riesce a fare bene in una finale di coppa, ma una che sta stentando nel mese di febbraio in Serie A. 

 

 

 

Edited by Bradipo76

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 04-Jun-2005
19,673 posts
3 minuti fa, Bradipo76 ha scritto:

 

Quello forse no. Materiale sufficiente per non fare le figure di Napoli e Verona, personalmente ne sono certo.

Quantomeno, una squadra può permettersi di fare quelle figure quando le inserisce in un quadro complessivamente convincente.  Se l'allenatore chiede aiutatemi... convince poco...

Non si sta criticando una squadra che non riesce a fare bene in una finale di coppa, ma una che sta stentando nel mese di febbraio in Serie A. 

 

 

 

Per me aspettano l'esito delle semifinali di Coppa Italia per decidere. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 05-Oct-2008
70,086 posts
3 minuti fa, zlataniere ha scritto:

Per me aspettano l'esito delle semifinali di Coppa Italia per decidere. 

 

Io non penso che si arriverà a decisioni drastiche, a meno che la squadra non prenda una caduta libera. 

Del resto, se esoneri Sarri che fai, richiami Allegri o la dai a Mazzarri. Personalmente non ci vedo nulla di buono. .asd 

Edited by Bradipo76

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 15-Mar-2016
3,436 posts
1 ora fa, zlataniere ha scritto:

Se un'azienda cambia manager o quadro in qualsiasi settore, il nuovo innesto non sara' MAI salvo dal confronto con gli obiettivi raggiunti precedentemente. Anche perche', o cambi per ridimensionarti in piccolo o cambi per ridimensionarti in grande. 

 

 

Giusto, io non voglio difendere Sarri, anche perché non mi sta neanche simpatico, dico solo, e questo è problema delle aziende in generale, specialmente quelle grandi, anche al si fuori del mondo del calcio, dove spesso il management é defilato nelle responsabilità e si scarica tutto sull'ultima ruota del carro. Ora se leggo che già dopo sette mesi la Juve valuta offerte per Ramsey, vuol dire che qualcosa è andato storto. Per colpa di Sarri? Non credo. Se in tutti questi anni il centrocampo é stato sempre l'anello debole, e gli acquisti sono stati uno che non giocava da otto mesi e l'altro che è in odor di cessione. Evidentemente tutta questa qualità non c'è. Siamo sicuri che Allegri con questa stessa rosa avrebbe condotto la squadra dove è esattamente ora? Niente é certo, potevamo anche non superare i gironi, ad esempio. Ripeto, per quella che è la mia idea, in questo momento stiano facendo, lo dico come tifosi in generale, ovviamente non vale per tutti, due errori grandi: aggravare una situazione che certamente va attenzionata, ma che alla luce dei risultati fin qui raggiunti grave non é, e continuare a fare paragoni con il passato. Tra parentesi, Allegri voleva rivoluzionare mezza squadra per continuare, segno evidente che aveva capito che il ciclo era finito. Poteva permettersi la società sul mero piano economico di accontentarlo? Forse no.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 12-Jul-2011
6,624 posts
3 ore fa, Pinturicchio73 ha scritto:

. Se io ho fiducia cieca nella dirigenza e nella sua chiarezza di idee e programmazione, nonostante si possa anche non vincere una stagione, proprio perché ci vuole tempo allora faccio pazienza e aspetto, altrimenti se vedo che è stato fatto un mercato non all'altezza e confusionario, allora scatta l'allarme. Anche eccessivo allo stato attuale delle cose. Imho.

 

 

Concordo su tutto, ma sopratutto con la parte finale.

 

C'è pazienza e comprensione da parte di molti, anche per la costruzione di una squadra nuova, però non è che la pazienza rende anche ciechi.

 

E' giusto sottolineare le cose che non vanno nella fase di nuova costruzione, sia giudicando il lavoro dell'allenatore, dei giocatori e della società, sopratutto se si intravede che la fase di pazienza potrebbe essere più lunga del previsto, proprio a causa delle criticità e degli errori che si commettono.

 

A mio avviso, al di la del fatto che siamo in corsa su tutto e primi in campionato, questo percorso sin qui fatto è "negativo" su tutti i fronti, pur essendo personalmente uno favorevole al cambio rispetto al passato e disposto ad aspettare.

 

L'allenatore ha già sbagliato in campo e fuori, non ha ancora dato una fisionomia alla squadra e probabilmente non ha ancora capito come si sta alla Juve.

 

I giocatori se non sono infortunati, in campo danno veramente poco, giocano distratti, in maniera pigra e supponente, senza metterci quel sacro fuoco che tutti ci aspettiamo.

 

La rosa ha millemila problemi, che tutti conosciamo.

 

Se la Società vuole che il tifoso rinnovi la pazienza, deve iniziare da subito a correggere la rotta, su tutti i fronti. 

 

All'allenatore va ricordato che  il percorso di cambiamento con questa squadra e con questi avversari non esclude la vittoria finale, anzi.

 

Ai giocatori va ricordato che in campo va dato il sangue, e che non sono ammessi errori di sufficienza o sconfitte con squadre più deboli, e che va seguito il dettame dell'allenatore.

 

A chi amministra il parco giocatori va ricordato che la società non paga stipendi milionari per dei bidoni che passano le loro giornate in infermeria o per prendere 4 in pagella quando vanno in campo.

 

Io la pazienza la ho per tutti, ma non vanno sottovalutate le criticità o nascosta la testa sotto la sabbia, solo perchè si era favorevoli al cambiamento.  

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 01-Jun-2005
7,428 posts
18 minuti fa, Pinturicchio73 ha scritto:

Ora se leggo che già dopo sette mesi la Juve valuta offerte per Ramsey, vuol dire che qualcosa è andato storto. Per colpa di Sarri? Non credo

 

Anche, come si diceva che Dybala si era svalutato non per come giocava (quindi colpa sua) ma per come lo faceva giocare Allegri.

Il discorso è generale, e Ramsey, al di là dei problemi fisici non è mai stato utilizzato nel ruolo a lui congeniale.

E in campo è l'allenatore a schierare i giocatori.

 

Certo si può dire che sarri è costretto ad adattare perchè lui in primis è costretto ad adattarsi a quello che c'è (quindi scelte errate di mercato), ma questo allora valeva anche per Allegri.

 

Alla fine le "colpe" sono sempre distribuite tra le varie figure.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 08-Jan-2007
64,897 posts

Mah... fiducia...

Io speravo che con il cambio di allenatore si potesse vedere più entusiasmo al di là del gioco e invece musi sempre più lunghi nelle sostituzioni e passi indietro notevoli sia per quanto riguarda il gioco che per i risultati.

La colpa di Sarri è quella di non saper gestire una situazione delicata per quanto riguarda l' umore dei giocatori e provare a rivoluzionare un sistema di gioco in troppo breve tempo senza considerare le qualità dei giocatori stessi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 21-Jun-2007
6,377 posts
1 ora fa, DoctorDoomIII ha scritto:

 

Anche, come si diceva che Dybala si era svalutato non per come giocava (quindi colpa sua) ma per come lo faceva giocare Allegri.

Il discorso è generale, e Ramsey, al di là dei problemi fisici non è mai stato utilizzato nel ruolo a lui congeniale.

E in campo è l'allenatore a schierare i giocatori.

 

Certo si può dire che sarri è costretto ad adattare perchè lui in primis è costretto ad adattarsi a quello che c'è (quindi scelte errate di mercato), ma questo allora valeva anche per Allegri.

 

Alla fine le "colpe" sono sempre distribuite tra le varie figure.

 

Già, anche Allegri ha dovuto rimediare ad errori della società sul mercato. Il guaio è che si è voluto ripetere gli stessi errori... e quindi le colpe della società sono ancora maggiori.

Se sai che Sarri che bisogno di:

- trequartista o esterni d'attacco per giocare con 4-3-1-2 o col 4-3-3-

- centrocampisti agili e palleggiatori

 

Perchè non abbiamo trequartisti?

Perchè abbiamo così pochi esterni d'attacco? Considerando che Costa è sempre infortunato, Cuadrado l'hai spostato a terzino a causa dei guai fisici di Danilo.

Perchè abbiamo preso Rabiot e Ramsey? 2 incognite enorme! Ingaggiati ancora prima dell'arrivo di sarri e quindi, ovviamente, non adatti al gioco del nuovo tecnico.

 

Aldilà dei buoni colpi fatti in difesa (e di CR7), mercato disastroso nelle ultime sessioni.

Edited by Maxel

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...