Jump to content
claudio968

La Superlega europea a breve può diventare realtà

Recommended Posts

Joined: 05-May-2007
4,853 posts
2 ore fa, MattJu ha scritto:

Per me è qualcosa di vomitevole. Ragazzi se non siamo alla morte del calcio, ci siamo vicinissimi. Voi dite che la colpa è degli ea-sports? Io invece dico che la Superlega sarà la batosta finale a questo sport. 

 

Il senso poi qual'è? Fara ancora più miliardi di quello che già fatturano o voler copiare a tutti i costi gli americani col basket? 

 

Penso che mai il calcio abbia raggiunto la perfezione di questi anni, la Champions League è semplicemente qualcosa di perfetto, possiamo soltanto discutere se cambiare qualche regola legata ai gironi, e volendo possiamo capire se fare tutta una Champions League o salvare l'Europa League rivedendo le posizioni di qualificazione nei vari campionati nazionali. 

 

Sento molti tifosi juventini che ingenuamente sono contenti, perchè (a loro avviso) così ci sbarazziiamo delle polemiche e perchè la serie A senza di noi e le milanesi certamente fallirà. Motivazioni ridicole. 

Mi piacerebbe sapere cosa ne pensano i tifosi delle altre squadre. 

Da ultrasupermegaprogressista sono al 100% d'accordo.

 

La Superlega è UNA MONTAGNA DI M***A COLOSSALE.

 Solo un ingenuo integrale con una buona dose diottrie mancanti potrebbe apprezzarla.

Per capire che è una M***A FOTONICA basterebbe ricordare che se questa cosa fosse stata creata solo 6-7 anni fa noi ce ne staremmo belli fuori a guardare da lontano senza la minima possibilità di entrarci e di scalare le gerarchie per entrare.

La meritocrazia vedo continua a far schifo a molti vedo.

 

Dovesse arrivare in questa formula, soprattutto al posto della champions che è la perfezione fatta torneo calcistico, potrei considerare seriamente di smettere di seguire il calcio.

 

 

 

Edited by Eorlingas

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 24-May-2011
789 posts
16 minuti fa, Eorlingas ha scritto:

Da ultrasupermegaprogressista sono al 100% d'accordo.

 

La Superlega è UNA MONTAGNA DI M***A COLOSSALE.

 Solo un ingenuo integrale con una buona dose diottrie mancanti potrebbe apprezzarla.

Per capire che è una M***A FOTONICA basterebbe ricordare che se questa cosa fosse stata creata solo 6-7 anni fa noi ce ne staremmo belli fuori a guardare da lontano senza la minima possibilità di entrarci e di scalare le gerarchie per entrare.

La meritocrazia vedo continua a far schifo a molti vedo.

 

Dovesse arrivare in questa formula, soprattutto al posto della champions che è la perfezione fatta torneo calcistico, potrei considerare seriamente di smettere di seguire il calcio.

 

 

 

nel caso, ce ne faremmo una ragione.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 10-Feb-2020
181 posts
48 minuti fa, Jesper Olsen ha scritto:


C'è anche un fattore generazionale. La generazione dei millennials il calcio la già sta perdendo e la perderà completamente se continuerà a proporre i campanili. E se perdiamo questa generazione il calcio che già è meno diffuso di 30 anni fa diventerà roba da palio medievale in cui le guide turistiche diranno "guardate come si divertivano i vostri avi". Poi c'è un aspetto culturale, ancora più importante, con la necessità di uscire dai localismi per interessare a un'audience globale. La NBA per esempio la vendi in tutto il mondo perché è il top e non ha bisogno di particolari riferimenti culturali per appassionare. Un finlandese, un sudafricano e un filippino possono godersi Heat-Lakers senza istruzioni per l'uso. Se agli stessi proponi Torino-Juventus non hanno alcun riferimento culturale, ma tolto il contesto del campanile lo spettacolo è modesto e hai voglia a dirgli che è il derby di Torino, che quella squadretta dem*****a vive per questa partita, ti dicono sticazzi, io vivo a Turku/Pretoria/Manila e mi importa una sega della Mole e della supremazia cittadina di Torino, voglio vedere i grandi club sfidarsi a alti livelli, sennò c'è netflix o pornhub 

Per un italiano è tutto scontato, anche una partita con il Benevento ha un suo perché, ci sono gli sfotto' al lavoro, il fantacalcio e tutto quello che vuoi, ma se esci dall'Italia non ha alcun senso, gli sfottò al limite li hai per le notti di champions tra tifosi del liverpool e del barcellona, gente che magari Liverpool e Barcelona le hanno viste si e no su google maps. 
E a quel punto o entri in quel giro, o a livello globale conti quanto lo Sparta Praga

 

 

I match ad alto livello ci sono in Champions League. Allora rivediamo la modalità di accesso alla Champions, in modo tale da livellare ancora di più la competizione. Così salviamo anche l'Europa League e la rendiamo più appetibile.

Io al fatto che gli ea-sports sottraggano pubblico al calcio, ci credo fino ad un certo punto e che il calcio nel giro di 30 anni venga visto come la lotta greca, ci credo ancora di meno. A parte che in occidente, tolti gli Stati uniti a cui non piace e non piacerà mai, è di gran lunga lo sport più seguito, con tanto di mercato asiatico in continua crescita (Cina, Indonesia, Sud Corea). A me gli ea-sports e i millennials disinteressati, mi sembrano solo una scusa.

Infatti gli inglesi stanno facendo casino perchè la Premier ha toccato le loro tasche, mica per altro. Non c'è nemmeno da escludere che sia un bluff.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 10-Feb-2020
181 posts
59 minuti fa, Eorlingas ha scritto:

Da ultrasupermegaprogressista sono al 100% d'accordo.

 

La Superlega è UNA MONTAGNA DI M***A COLOSSALE.

 Solo un ingenuo integrale con una buona dose diottrie mancanti potrebbe apprezzarla.

Per capire che è una M***A FOTONICA basterebbe ricordare che se questa cosa fosse stata creata solo 6-7 anni fa noi ce ne staremmo belli fuori a guardare da lontano senza la minima possibilità di entrarci e di scalare le gerarchie per entrare.

La meritocrazia vedo continua a far schifo a molti vedo.

 

Dovesse arrivare in questa formula, soprattutto al posto della champions che è la perfezione fatta torneo calcistico, potrei considerare seriamente di smettere di seguire il calcio.

 

 

 

Infatti è una cosa ridicola, e penso che se si farà qualcosa non sarà certo quello che hanno in mente molti juventini da forum. No perchè è da fare questa precisazione, della Superlega se ne parla solo sui forum juventin.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 05-Oct-2008
79,210 posts
1 ora fa, Eorlingas ha scritto:

Da ultrasupermegaprogressista sono al 100% d'accordo.

 

La Superlega è UNA MONTAGNA DI M***A COLOSSALE.

 Solo un ingenuo integrale con una buona dose diottrie mancanti potrebbe apprezzarla.

Per capire che è una M***A FOTONICA basterebbe ricordare che se questa cosa fosse stata creata solo 6-7 anni fa noi ce ne staremmo belli fuori a guardare da lontano senza la minima possibilità di entrarci e di scalare le gerarchie per entrare.

La meritocrazia vedo continua a far schifo a molti vedo.

 

Dovesse arrivare in questa formula, soprattutto al posto della champions che è la perfezione fatta torneo calcistico, potrei considerare seriamente di smettere di seguire il calcio.

 

 

 

 

In una superlega oggi vedremmo il Milan e non vedremmo un'atalanta. 

 

Il tifoso juventino immagino la veda mediamente in modo positivo perché ci è dentro.

Quindici anni fa se ne sarebbe lamentato. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 01-Jun-2005
2,385 posts
7 minutes ago, MattJu said:

 

I match ad alto livello ci sono in Champions League. Allora rivediamo la modalità di accesso alla Champions, in modo tale da livellare ancora di più la competizione. Così salviamo anche l'Europa League e la rendiamo più appetibile.

Io al fatto che gli ea-sports sottraggano pubblico al calcio, ci credo fino ad un certo punto e che il calcio nel giro di 30 anni venga visto come la lotta greca, ci credo ancora di meno. A parte che in occidente, tolti gli Stati uniti a cui non piace e non piacerà mai, è di gran lunga lo sport più seguito, con tanto di mercato asiatico in continua crescita (Cina, Indonesia, Sud Corea). A me gli ea-sports e i millennials disinteressati, mi sembrano solo una scusa.

Infatti gli inglesi stanno facendo casino perchè la Premier ha toccato le loro tasche, mica per altro. Non c'è nemmeno da escludere che sia un bluff.


Infatti gli inglesi hanno l'unico campionato di cui frega qualcosa a qualcuno fuori dal paese
Gli esports non li ho nominati, ma per i millennials disinteressati parlo di quello che vedo, e lo vedo ogni giorno, oh sì, sono molto disinteressati e soprattutto non sono tifosi, cercano entertainment, guardano se si divertono sennò lasciano perdere, non hanno la devozione a un club che seguono nel bene e male. 
Il mercato asiatico è in crescita certo non per Sassuolo-Crotone. I club che lo fanno crescere sono una dozzina e sono gli scontri tra di loro che li animano. 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 24-Jan-2008
13,046 posts
Il 22/10/2020 alle 19:48 , UndiciLeoni ha scritto:

Quarti di finale della competizione super mega incredibilmente competitiva non come quella di oggi, annata 88 89

 

PSV Eindhoven 2 - 3 Real Madrid1 - 11 - 2 (dts)

Werder Brema 0 - 1 Milan0 - 00 - 1

Göteborg 2 - 5 Steaua Bucarest1 - 01 - 5

Monaco 1 - 2 Galatasaray

 

94 95, con l'altra riforma

 

Bayern Monaco 2 - 2 (gfc) IFK Göteborg0 - 02 - 2

Hajduk Spalato 0 - 3 Ajax0 - 00 - 3

Barcellona 2 - 3 Paris Saint-Germain1 - 11 - 2

Milan 2 - 0 Benfica

 

 

Se mi dite che avere nei quarti squadre svedesi e croate e meteore come il werder brema (si si di sicuro fortissimo quell'anno, così come lo era il villareal nel 2006, l'atalanta l'anno scorso ecc) è più competitivo di avere real madrid, barcellona, manchester, juventus, chelsea, liverpool e bayern monaco....ok.....

 

Ma infatti la coppa uefa era più difficile della coppa campioni 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 05-Oct-2008
79,210 posts

1) Molti pensano che condividere la stessa lega sia il fattore cardine per tendere ad avere poi la stessa forza. 

Giocare insieme al barcellona ci avvicina al Barcellona nella stessa misura in cui giocare insieme al city avvicina il crystal palace al city. La lega è ricca ma il gap rimane. 

 

2) giocando con squadre all'estero toglieremo di mezzo il sentimento anni juventino. 

No: gli Anti juventini continueranno ad esercitare, e gli juventini continueranno a seguirli ed a prendersela per questo. Sono gli juventini che creano la forza di certi personaggi, portandoseli in casa. Non smetteremo di postare le robe di pistocchi prima, durante e dopo la partita contro il Bayern. 

Edited by Bradipo76
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 03-Jun-2005
43,084 posts

Ecco,senza retrocessioni sarebbe una cagata.

E Sinceramente il Milan dovrebbe essere invitato...

Ci sarebbero l'Arsenal e il Tottenham che in europa hanno il blasone del Portogruaro...

Edited by Gelone

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 10-Feb-2020
181 posts
1 ora fa, Jesper Olsen ha scritto:


Infatti gli inglesi hanno l'unico campionato di cui frega qualcosa a qualcuno fuori dal paese
Gli esports non li ho nominati, ma per i millennials disinteressati parlo di quello che vedo, e lo vedo ogni giorno, oh sì, sono molto disinteressati e soprattutto non sono tifosi, cercano entertainment, guardano se si divertono sennò lasciano perdere, non hanno la devozione a un club che seguono nel bene e male. 
Il mercato asiatico è in crescita certo non per Sassuolo-Crotone. I club che lo fanno crescere sono una dozzina e sono gli scontri tra di loro che li animano. 

 

Che ti posso dire, per me stiamo esagerando.

Io ne vedo più di uno ogni sabato pomeriggio al bar guardando la partita perchè si sono giocati la schedina. 

Quando presentano qualcuno alla Continassa è pieno di ragazzini e bambini. 

Chi senza ombra di dubbio ci sta perdendo sono le medio - piccole che ormai hanno un bacino strettissimo. 

In ogni caso, se a questi non importa il calcio, non possiamo farci nulla. Ho letto in un articolo che vogliono l'essenziale, si innamorano delle giocate. Non so che dire, non possiamo trasformare il calcio in hilighlights. 

In ogni caso ripeto, il calcio ad altissimi livelli lo vedi in Champions League, se fai la Superlega dopo un po' la cosa diventa monotona come un campionato nazionale. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 05-May-2007
4,853 posts
10 ore fa, Bradipo76 ha scritto:

1) Molti pensano che condividere la stessa lega sia il fattore cardine per tendere ad avere poi la stessa forza. 

Giocare insieme al barcellona ci avvicina al Barcellona nella stessa misura in cui giocare insieme al city avvicina il crystal palace al city. La lega è ricca ma il gap rimane. 

 

2) giocando con squadre all'estero toglieremo di mezzo il sentimento anni juventino. 

No: gli Anti juventini continueranno ad esercitare, e gli juventini continueranno a seguirli ed a prendersela per questo. Sono gli juventini che creano la forza di certi personaggi, portandoseli in casa. Non smetteremo di postare le robe di pistocchi prima, durante e dopo la partita contro il Bayern. 

Il sentimento rimarrebbe e anzi si amplificherebbe a dismisura.

Sembra che chi vede di buon occhio questa cosa è convinto di teletasportare pure la propria vita al di fuori dei confini, come se il capo che tifa inter o il parente napoletano smettessero di esistere evaporandosi di bottosefz

 

L'idea di creare una competizione aperta solo alle superelite del calcio in maniera così esclusiva è la cosa più distante da quello che è il calcio assieme al ritiro della maglia.

La lesa maestà in uno sport di competizione basato sul buttare giù dalla torre il proprio avversario.

Bloccare sul nascere i sogni di un bambino di Napoli o di Milano che sogna di giocare per la propria squadra con la 6 di Baresi o la 10 di Maradona.

Adesso ci mettiamo il bloccare sul nascere una squadra dalla possibilità di evolversi, crescere e cambiare la propria storia calcistica(COME ABBIAMO FATTO NOI)

È l'egoismo sfacciato di chi vuole imprimere nell'eternità il proprio presente ed imporlo alle future generazioni di appassionati impedendogli di trovare la propria strada 

 

Gia che ci siamo propongo di tornare tutti al sistema feudale.

L'andazzo è quello.

 

 

 

Edited by Eorlingas
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 04-Aug-2018
1,746 posts
11 ore fa, Bradipo76 ha scritto:

1) Molti pensano che condividere la stessa lega sia il fattore cardine per tendere ad avere poi la stessa forza. 

Giocare insieme al barcellona ci avvicina al Barcellona nella stessa misura in cui giocare insieme al city avvicina il crystal palace al city. La lega è ricca ma il gap rimane. 

 

2) giocando con squadre all'estero toglieremo di mezzo il sentimento anni juventino. 

No: gli Anti juventini continueranno ad esercitare, e gli juventini continueranno a seguirli ed a prendersela per questo. Sono gli juventini che creano la forza di certi personaggi, portandoseli in casa. Non smetteremo di postare le robe di pistocchi prima, durante e dopo la partita contro il Bayern. 

1. Ci abituerebbe comunque ad un calcio europeo che giocando in Italia non possiamo allenare (Capello dixit). Forse è davvero questo che che non è acquistabile al calcio mercato

2. Gli antijuventini diventerebbero onanisti cuckold sefz

Edited by ZEBR one

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 03-Jun-2005
43,084 posts

Perdonatemi siete disperatamente ancorati ad un mondo che vi sta svanendo tra le mani...

.asd

 

Edited by Gelone
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 02-Aug-2006
16,178 posts

I primi anti juventini sono gli juventini stessi

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 01-Jun-2005
2,385 posts
12 hours ago, MattJu said:

 

Che ti posso dire, per me stiamo esagerando.

Io ne vedo più di uno ogni sabato pomeriggio al bar guardando la partita perchè si sono giocati la schedina. 

Quando presentano qualcuno alla Continassa è pieno di ragazzini e bambini. 

Chi senza ombra di dubbio ci sta perdendo sono le medio - piccole che ormai hanno un bacino strettissimo. 

In ogni caso, se a questi non importa il calcio, non possiamo farci nulla. Ho letto in un articolo che vogliono l'essenziale, si innamorano delle giocate. Non so che dire, non possiamo trasformare il calcio in hilighlights. 

In ogni caso ripeto, il calcio ad altissimi livelli lo vedi in Champions League, se fai la Superlega dopo un po' la cosa diventa monotona come un campionato nazionale. 


Ma infatti io capisco il tuo pdv, ma credo ci sia un fatto di fondo: tu la vedi da un punto di vista italiano di uno che vive in Italia, io cerco di spiegarti il pdv sulla questione di un paese "terzo" in cui il tifo è un fenomeno televisivo o turistico, in cui chi segue fa il tifo per club di posti in cui magari non è neanche mai stato. In Italia il sabato pomeriggio magari vedi pure i bambini al bar, io vedo solo ultratrentenni con maglie di club inglesi. Alla continassa ci sono ragazzini e bambini (portati dai padri, che non vuol dire che poi da grandi gli interesserà ancora...), io ho l'esempio della classe di mia figlia in cui di 28 bambini di 10 anni il calcio interessa a tre che lo praticano mentre all'intervallo parlano tutti di Fortnite e Roblox, il calcio nazionale non esiste a scuola danno i biglietti gratis per lo stadio che è nuovissimo a pochi passi e neanche ci vanno. Quanto agli appassionati più grandi, i 20 something mancano totalmente perché non pagano per la pay, e tutto il resto segue PL e CL, e stop, al limite El Clasico, Juve-Inter/Milan e il derby di Roma (che tira perché attenzione, il terzo club italiano più seguito all'estero è la Roma per ragioni...turistiche, tra chi c'è stato in vacanza, chi ci ha fatto l'erasmus, e la facilità di farci un fine settimana con partita inclusa etc).  
Tutto questo fino alla fase finale della Champions, dagli ottavi in poi. Una festa popolare. Pub stracolmi, amici che si invitano a casa per guardare le partite e via dicendo. 
Mi dirai: e a me che me ne frega? Anche nulla, ma dobbiamo anche chiederci in questa prospettiva "straniera" quale sia la differenza tra il campionato italiano e quello polacco. La differenza sono 1) l'eredità dei gloriosi anni 90, che però sta svanendo 2) Juventus e Milan, che grazie alla CL hanno messo sul mappamondo il calcio italiano in tempi recenti (l'Inter la ometto non a caso perché non se la caga nessuno, sono stranieri ma non scemi). Quindi capisci che la serie A per la Juve è un freno non un'opportunità. 
Ora, posso anche essere d'accordo che una riforma della CL possa essere sufficiente, ma resta il fatto che anche la CL interessa quando sono in ballo entrano i grandi nomi e lo spartiacque per restare al top è privilegiare la dimensione globale su quella nazionale. Perché forse (forse) perdi x appassionati fisici del tuo paese, ma ne guadagni y milioni televisivi in giro per il mondo, riccamente paganti. 

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 01-Jun-2005
2,385 posts

Un'altra cosa. Nel basket ci sono Euroleague e Serie A. Funzionano bene. Almeno l'Euroleague, la serie A un po' meno ma non certo per colpa dell'Euroleague.
Perché ritenete che nel calcio sia lesa maestà? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 01-Jun-2005
2,385 posts
12 hours ago, Gelone said:

Ecco,senza retrocessioni sarebbe una cagata.

E Sinceramente il Milan dovrebbe essere invitato...

Ci sarebbero l'Arsenal e il Tottenham che in europa hanno il blasone del Portogruaro...


L'Arsenal ha tantissimi tifosi. E' un club popolarissimo ovunque. A livello globale è il terzo/quarto club più popolare della PL (il primo è il Man Utd di gran lunga), con all'incirca lo stesso numero di tifosi di Liverpool e Chelsea.
 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 23-Aug-2005
3,247 posts

Il calcio come qualsiasi industria deve massimizzare il suo prodotto. E per farlo deve aumentare drasticamente le sue sfide d'eccellenza . Non è normale che match come Juve Real, Juve Barca, Juve Bayern ci debbano essere un volta ogni 3 4 anni. 

 

Va bene salvare i campionati, ma vanno ridotti a 16 squadre, per liberare slot per l Europa. E alla competizione principale, qualunque sia la formula, devono partecipare le squadre veramente d elite. Come avviene nel Basket. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 03-Jun-2005
43,084 posts
32 minuti fa, Jesper Olsen ha scritto:


L'Arsenal ha tantissimi tifosi. E' un club popolarissimo ovunque. A livello globale è il terzo/quarto club più popolare della PL (il primo è il Man Utd di gran lunga), con all'incirca lo stesso numero di tifosi di Liverpool e Chelsea.
 

Si lo so che i Gunners sono seguitissimi...

Sono quelle cose a cui non so dare spiegazione... sefz

Parlavo per un discorso di blasone

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 05-May-2007
4,853 posts
1 ora fa, Jesper Olsen ha scritto:


Ma infatti io capisco il tuo pdv, ma credo ci sia un fatto di fondo: tu la vedi da un punto di vista italiano di uno che vive in Italia, io cerco di spiegarti il pdv sulla questione di un paese "terzo" in cui il tifo è un fenomeno televisivo o turistico, in cui chi segue fa il tifo per club di posti in cui magari non è neanche mai stato. In Italia il sabato pomeriggio magari vedi pure i bambini al bar, io vedo solo ultratrentenni con maglie di club inglesi. Alla continassa ci sono ragazzini e bambini (portati dai padri, che non vuol dire che poi da grandi gli interesserà ancora...), io ho l'esempio della classe di mia figlia in cui di 28 bambini di 10 anni il calcio interessa a tre che lo praticano mentre all'intervallo parlano tutti di Fortnite e Roblox, il calcio nazionale non esiste a scuola danno i biglietti gratis per lo stadio che è nuovissimo a pochi passi e neanche ci vanno. Quanto agli appassionati più grandi, i 20 something mancano totalmente perché non pagano per la pay, e tutto il resto segue PL e CL, e stop, al limite El Clasico, Juve-Inter/Milan e il derby di Roma (che tira perché attenzione, il terzo club italiano più seguito all'estero è la Roma per ragioni...turistiche, tra chi c'è stato in vacanza, chi ci ha fatto l'erasmus, e la facilità di farci un fine settimana con partita inclusa etc).  
Tutto questo fino alla fase finale della Champions, dagli ottavi in poi. Una festa popolare. Pub stracolmi, amici che si invitano a casa per guardare le partite e via dicendo. 
Mi dirai: e a me che me ne frega? Anche nulla, ma dobbiamo anche chiederci in questa prospettiva "straniera" quale sia la differenza tra il campionato italiano e quello polacco. La differenza sono 1) l'eredità dei gloriosi anni 90, che però sta svanendo 2) Juventus e Milan, che grazie alla CL hanno messo sul mappamondo il calcio italiano in tempi recenti (l'Inter la ometto non a caso perché non se la caga nessuno, sono stranieri ma non scemi). Quindi capisci che la serie A per la Juve è un freno non un'opportunità. 
Ora, posso anche essere d'accordo che una riforma della CL possa essere sufficiente, ma resta il fatto che anche la CL interessa quando sono in ballo entrano i grandi nomi e lo spartiacque per restare al top è privilegiare la dimensione globale su quella nazionale. Perché forse (forse) perdi x appassionati fisici del tuo paese, ma ne guadagni y milioni televisivi in giro per il mondo, riccamente paganti. 

Provo a lanciare uno spunto per far capire che questa non è IMHO la classica e sterile questione modernità vs "i vecchi tempi."

 

La Lunga e inferessante descrizione che hai fatto somiglia moltissimo all'atmosfera che si respira per i mondiali e in generale per i grandi eventi che vedono coinvolte le nazionali.

Con dinamiche diverse, ma l'ambiente che si crea è quello.

Ossia partite che, sia allo stadio o in tv, sono seguite da una fetta di tifoserie direttamente coinvolte e da una larghissima e maggioritaria fetta di terzi interessati.

Non è qualcosa di nuovo di suo e IMHO non è nemmeno una cosa sbagliata anzi.

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 11-May-2014
4,740 posts
1 ora fa, Jesper Olsen ha scritto:


Ma infatti io capisco il tuo pdv, ma credo ci sia un fatto di fondo: tu la vedi da un punto di vista italiano di uno che vive in Italia, io cerco di spiegarti il pdv sulla questione di un paese "terzo" in cui il tifo è un fenomeno televisivo o turistico, in cui chi segue fa il tifo per club di posti in cui magari non è neanche mai stato. In Italia il sabato pomeriggio magari vedi pure i bambini al bar, io vedo solo ultratrentenni con maglie di club inglesi. Alla continassa ci sono ragazzini e bambini (portati dai padri, che non vuol dire che poi da grandi gli interesserà ancora...), io ho l'esempio della classe di mia figlia in cui di 28 bambini di 10 anni il calcio interessa a tre che lo praticano mentre all'intervallo parlano tutti di Fortnite e Roblox, il calcio nazionale non esiste a scuola danno i biglietti gratis per lo stadio che è nuovissimo a pochi passi e neanche ci vanno. Quanto agli appassionati più grandi, i 20 something mancano totalmente perché non pagano per la pay, e tutto il resto segue PL e CL, e stop, al limite El Clasico, Juve-Inter/Milan e il derby di Roma (che tira perché attenzione, il terzo club italiano più seguito all'estero è la Roma per ragioni...turistiche, tra chi c'è stato in vacanza, chi ci ha fatto l'erasmus, e la facilità di farci un fine settimana con partita inclusa etc).  
Tutto questo fino alla fase finale della Champions, dagli ottavi in poi. Una festa popolare. Pub stracolmi, amici che si invitano a casa per guardare le partite e via dicendo. 
Mi dirai: e a me che me ne frega? Anche nulla, ma dobbiamo anche chiederci in questa prospettiva "straniera" quale sia la differenza tra il campionato italiano e quello polacco. La differenza sono 1) l'eredità dei gloriosi anni 90, che però sta svanendo 2) Juventus e Milan, che grazie alla CL hanno messo sul mappamondo il calcio italiano in tempi recenti (l'Inter la ometto non a caso perché non se la caga nessuno, sono stranieri ma non scemi). Quindi capisci che la serie A per la Juve è un freno non un'opportunità. 
Ora, posso anche essere d'accordo che una riforma della CL possa essere sufficiente, ma resta il fatto che anche la CL interessa quando sono in ballo entrano i grandi nomi e lo spartiacque per restare al top è privilegiare la dimensione globale su quella nazionale. Perché forse (forse) perdi x appassionati fisici del tuo paese, ma ne guadagni y milioni televisivi in giro per il mondo, riccamente paganti. 

Ma li da voi è così per tutti gli sport o invece sport come magari quelli invernali hanno ancora seguito tra i giovani?

 

 

Comunque secondo me anche in Italia è così anche se di meno per ragioni culturali, non so ma vedendo questi ragazzini di oggi non me li vedo ad andare allo stadio o a farsi vedere troppo presi per una squadra di calcio ecc

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 10-Feb-2020
181 posts
1 ora fa, Eorlingas ha scritto:

Provo a lanciare uno spunto per far capire che questa non è IMHO la classica e sterile questione modernità vs "i vecchi tempi."

 

La Lunga e inferessante descrizione che hai fatto somiglia moltissimo all'atmosfera che si respira per i mondiali e in generale per i grandi eventi che vedono coinvolte le nazionali.

Con dinamiche diverse, ma l'ambiente che si crea è quello.

Ossia partite che, sia allo stadio o in tv, sono seguite da una fetta di tifoserie direttamente coinvolte e da una larghissima e maggioritaria fetta di terzi interessati.

Non è qualcosa di nuovo di suo e IMHO non è nemmeno una cosa sbagliata anzi.

 

Ma l'atmosfera di un mondiale è tale perchè è una competizione che si svolge ogni 4 anni, è sicuramente la competizione calcistica più magica di tutte. Se si giocasse ogni anno avrebbe la stessa atmosfera e lo stesso seguito? Per me no.

Ecco perchè sono contrario alla Superlega, preferisco il sistema attuale ma apportando modifiche importanti.

Campionati più corti, riforma della Champions per renderla ancora più di alto livello, riforma per l'Europa League in modo da darle un senso. Il tutto con l'obiettivo di rendere le coppe europee (che io adoro e darei tutto per vedere una Juventus trasformarsi in Real Madrid, Milan o Liverpool) ancora più centrali, ma senza eliminare i campionati nazionali (e quindi tutte le altre squadre). 

Per esempio una Champions League in stile mondiale con partita secca dagli ottavi in poi?

Edited by MattJu

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 01-Jun-2005
2,385 posts
2 hours ago, UndiciLeoni said:

Ma li da voi è così per tutti gli sport o invece sport come magari quelli invernali hanno ancora seguito tra i giovani?

 

 

Comunque secondo me anche in Italia è così anche se di meno per ragioni culturali, non so ma vedendo questi ragazzini di oggi non me li vedo ad andare allo stadio o a farsi vedere troppo presi per una squadra di calcio ecc

 

Ottima domanda. Ogni paese ha le sue peculiarità, e io posso solo rispondere per quella che conosco io. Direi che in generale tutti gli sport di squadra sono in ribasso presso i ragazzi. Che poi è anche il riflesso di una società sempre più individualista e votata al supereroe piuttosto che alla dedizione a un'identità collettiva, motivo per cui anche nello sport di squadra si tende a seguire il campione più che il club (quanti "tifosi" hanno cambiato da Real a Juve con il passaggio di Ronaldo?), ma non divaghiamo. 
Per gli sport invernali, "i giovani" piuttosto che i tradizionali fondo e triathlon seguono snowboard e freeskiing, ad esempio una manifestazione come x-games va sempre soldout in pochissimi minuti e ha molto più successo presso i 13-30 delle specialità tradizionali
Poi ho visto con mia sorpresa un'arena strapiena di giovanissimi a un raduno di parkour, e 7000 persone a un'esibizione di ginnastica acrobatica per dire. 
Conosco bene anche la Russia, e lì per esempio vanno tantissimo tra i giovanissimi il parkour e gli sport di combattimento, anche in quel caso individuali. 
Cosa hanno tutte queste specialità in comune? le parole chiave velocità, azione, adrenalina, youtube-friendly. Sono quanto di più vicino nel mondo reale a quello dei videogames. 
Poi, non posso sapere cosa pensano e come vivono a Manila o Seoul o Brazzaville. 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 16-Jul-2016
9,679 posts
19 ore fa, Jesper Olsen ha scritto:


Infatti gli inglesi hanno l'unico campionato di cui frega qualcosa a qualcuno fuori dal paese
Gli esports non li ho nominati, ma per i millennials disinteressati parlo di quello che vedo, e lo vedo ogni giorno, oh sì, sono molto disinteressati e soprattutto non sono tifosi, cercano entertainment, guardano se si divertono sennò lasciano perdere, non hanno la devozione a un club che seguono nel bene e male. 
Il mercato asiatico è in crescita certo non per Sassuolo-Crotone. I club che lo fanno crescere sono una dozzina e sono gli scontri tra di loro che li animano. 

 

I millennials sono la generazione nata tra circa l'81 e il 96 comunque eh. Circa mezzo forum. Tutta la generazione cresciuta con Del Piero, Baggio e Nedved.

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...