Jump to content

Morpheus ©

Amministratore - CDA Founder
  • Content Count

    213,881
  • Joined

  • Days Won

    87

Everything posted by Morpheus ©

  1. Continua senza sosta il soggiorno della Coppa del Mondo di sci alpino in terra nordamericana tra Canada e Stati Uniti d’America: dopo il gigante e lo slalom di Killington al femminile, e discesa e super-g a Lake Louise al maschile, si mescolano le carte e si riprenderà con uno spettacolo misto tra velocità e tecnica. Domani alle ore 18:45 spazio al super-g maschile a Beaver Creek sulla “Birds of Pray”, mentre alle 20:30 andrà in scena la discesa libera femminile a Lake Louise, teatro delle gare di velocità degli uomini nello scorso weekend, sulla “Men’s Olympic Downhill; sabato dedicato invece tutto alla velocità alpina purissima con ben due discese, una alle 19:00 valida per la gara maschile, e alle 20:30 quella dedicata agli uomini domenica si inizia alle 17:30 per la prima manche di slalom gigante maschile, unica gara tecnica di questo fine settimana, con alle 20:30, dopo le tre ore canoniche la seconda, mentre alle 19 super-g delle ragazze. Mettiamoci come sempre ben comodi, che lo spettacolo del circo bianco è pronto ad emozionarci ancora una volta tra pali stretti e larghi. http://discesalibera.org/2019/12/05/gli-appuntamenti-con-lo-sci-alpino-del-weekend-tra-lake-louise-e-beaver-creek/
  2. In questi giorni abbiamo raccontato di un weekend di gare alpine assolutamente spettacolare con le competizioni che han raggiunto la volta americana tra Killington e Lake Louise in attesa di Beaver Creek, ma tra la gioia di commentare tutto questo, purtroppo, c’è anche una nota negativa che ci provoca una forte rabbia: Ragnhild Mowinckel, una delle atlete di punta della nazionale norvegese, sarà costretta a saltare anche questa stagione. La splendida velocista classe 1993 nativa di Molde, durante un allenamento a Bjorli nella sua Norvegia, mentre stava cercando di ritrovare la sua condizione ottimale sugli sci, si è procurato nuovamente un gravissimo infortunio ancora una volta su quel ginocchio destro operato dopo la rottura del legamento crociato anteriore a Soldeu in prova di discesa libera nella scorsa stagione: anche questa volta quel legamento si è lesionato e l’atleta battente bandiera crociata rossoblù sarà costretta ad operarsi. Una botta bruttissima per un’atleta straordinaria, gentile e disponibile sempre con tutti, che non si è mai risparmiata né dentro né fuori la pista per cercare di ottenere sempre il massimo dalle sue prestazioni e che non si era buttata giù dopo quell’incidente della scorsa stagione che si era aggiunto a tanti altri patiti in passato prova che, la fortuna sarà cieca ma la sfortuna ci vede benissimo, aggiungiamo spesso e volentieri con le atlete di infinito talento. Ragnhild sino ad ora ha conquistato nella sua carriera una vittoria nel circuito intercontinentale, nello slalom gigante di Ofterschwang nel 2018, per un totale di sei podi complessivi cui vanno immediatamente aggiunte le soddisfazioni ottemperate agli ultimi Giochi Olimpici di Pyeongchang, in Corea del Sud, dove ha portato in patria una medaglia d’argento in slalom gigante e in discesa libera, preceduta dalla nostra Sofia Goggia in una giornata indimenticabile per lo sport italiano, e poi una medaglia di bronzo nella combinata combinata alpina negli ultimi Campionati del Mondo di Are nella scorsa stagione proprio poco prima di infortunarsi in Andorra. Continua su: http://discesalibera.org/2019/12/02/la-sfortuna-continua-per-ragnhild-mowinckel-il-suo-ginocchio-cede-ancora-una-volta/
  3. E’ Mattias Mayer il vincitore della seconda prova a Lake Louise in fatto di velocità: nel super-g odierno interpreta meglio di tutti il tracciato e porta a casa la vittoria numero sei in Coppa del Mondo nonché la terza in discesa per l’atleta battente bandiera austriaca: secondo posto ancora per il nostro Dominik Paris che replica il podio di ieri in super-g e oggi si arrende a Mayer per 40 centesimi confermando un ottimo stato di forma. Chiude il podio il duo Kriechmayr e Caviezel che finiscono a pari merito a 49 centesimi di gap dalla vetta. Ottimo il quinto posto di Mattia Casse al miglior risultato in carriera staccato di 60 centesimi sulla Men’s Olympic Downhill in quel del Canada: Italia che quindi esce con un bottino positivo in questo weekend di gara alpine tra femminile e maschile e con delle indicazioni notevoli dai propri azzurri che confermano che anche questa volta un ottimo stato di forma e dei margini di miglioramento assoluti in vista del proseguimento della stagione. Il prossimo appuntamento con lo sci alpino maschile è previsto per venerdì 6 dicembre con il Super-G maschile a Beaver Creek. http://discesalibera.org/2019/12/01/sci-alpino-il-super-g-di-lake-louise-maschile-va-a-mattias-mayercon-paris-ancora-secondo/
  4. Quando si parla di slalom, è spesso e volentieri Mikaela Shiffrin a rispondere. Una prova assolutamente superlativa da parte della 24enne di Vail in Colorado, che si riscatta dal terzo posto di ieri dietro il duo azzurro Bassino – Brignone, detta legge in data odierna e porta a scuola le avversarie ribadendo, ancora una volta, che è lei la sciatrice più forte attualmente sulla faccia della terra andando a prendere Annemarie Moser-Pröll con 62 vittorie in Coppa del Mondo e con 42 in specialità slalom Una Shiffrin che ha impresso il suo ritmo anche nella seconda manche prendendo il comando delle operazioni sin da subito e che demolisce letteralmente le avversarie a partire da Petra Vlhová che chiude al secondo posto a 2.29 di distacco, una cosa assolutamente impressionante in una neve non facile da domare e con un vento trasversale che ha creato non pochi problemi a partire da Federica Brignone caduta; chiude terza una super Swenn-Larsson che rimonta ben sei posizioni. Le azzurre qualificate alla seconda parte di gara sono state Irene Curtoni che chiude al decimo posto e la Brignone che, come detto, non ha completato la gara. http://discesalibera.org/2019/12/01/sci-alpino-lo-slalom-di-killington-e-affare-di-mikaela-shiffrin-che-demolisce-la-concorrenza/
  5. Non sarebbe male ritornare a giocare a calcio alla Juventus oltre che in Nazionale. Se non è troppo disturbo sempre eh, a 30 milioni l'anno. Perchè al momento mi ricorda Amauri.
  6. La discussione è stata intitolata a seguito di una prestazione differente diversi mesi addietro. Se volete commentare lucidamente, bene, vi aprite un'altra discussione. Se dovete fare spam e ironie qui che non c'entra nulla, dopo aver riesumato la discussione, vi sospendo fino al 21 di marzo. Decidete.
  7. Non mi pare che Sarri sia al posto giusto eh Inviato dal mio Samsung Note9 utilizzando Tapatalk
  8. Non che quello attuale ci sta portando il premio oscar delle prestazioni
  9. E intanto la vetta l'abbiamo persa
  10. Bastava non sbagliare la scelta del tecnico, invece di lasciarlo ai cartonati.
  11. Aspettiamo fiduciosi (cit.) nel frattempo che i nostri avversari, ogni domenica, vincono sempre.
  12. SERIE A TIM (Quattordicesima giornata girone d'andata) JUVENTUS - SASSUOLO Pagelle
  13. Andassero a quel paese, a 2 orari, a giocare come delle salme
  14. SERIE A TIM (Quindicesima giornata girone d'andata) LAZIO - JUVENTUS Preview
  15. Chi è che voleva Emre Can? Rimettere prima di subito dentro Sami al posto di quello là che meriterebbe di giocare nel Giana Erminio
  16. Emre Can invece di piangere con i giornali quando è in Nazionale pensasse ad imparare a stoppare un pallone, che roba Poi tenere Dybala in panchina, gran mossa eh Ronaldo se gioca male deve stare FUORI
  17. Emre can deve andare via dalla Juventus Un giocatore più SCARSO di questo io non l'ho visto, manco Poulsen Ecco perché non gioca, SCARSO
×
×
  • Create New...