Jump to content

Bianconero1897

Tifoso Juventus
  • Content Count

    3,177
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

389 Excellent

About Bianconero1897

  • Rank
    Juventino Le Roi
  • Birthday 03/13/1993

Profile Information

  • Gender
    Male

Recent Profile Visitors

4,312 profile views
  1. Sarei curioso di vederli festeggiare, magari faranno un live della festa nazionale
  2. Continuate a criticarlo a prescindere mi raccomando, non sarà stato il giocatore decisivo dell'Europeo, ma ha segnato due rigori pesantissimi dimostrando di avere gli attributi. Se rende così poco con la Juve forse è anche colpa nostra che lo critichiamo anche da fresco campione d'Europa, complimenti
  3. Una delle notti più belle sportivamente parlando della mia vita, grazie ragazzi! Con umiltà e grande forza l'abbiamo portata a casa, alla faccia di tutti quelli che hanno criticato questa squadra meravigliosa
  4. Non si può giudicare per il rigore, piuttosto come immaginavo una volta entrato lui abbiamo rischiato di perderla, grande attaccante
  5. Dispiace tantissimo per Spina, non riesco a godermi a pieno la vittoria, secondo me senza di lui non saremo gli stessi, giocatore determinante e forse il top player fino a questo momento del nostro europeo. Spero sia meno grave di quanto sembri, ritorna presto Spina
  6. Idem, leggendo alcuni nel topic sembra che sia diventato scarsissimo, poi lo vedo giocare un paio di partite e non capisco se guardiamo uno sport diverso il nostro centrocampo ha bisogno di un paio di innesti di grande qualità per recuperare il gap perso, ma se prendessimo uno come lui mi prendo il lusso e la responsabilità di dire che già ci cambierebbe completamente la squadra, diventeremmo di un altro livello. Purtroppo non tornerà, ormai non ci credo più da tanto, ci giocano ogni anno solo per scrivere qualche articolo
  7. Essendo giovane non ho avuto l'onore né di vederlo giocare dal vivo né di godermelo da presidente, ma da appassionato di questi colori ho letto e studiato la storia del nostro club e posso affermare che sia il giocatore che, forse, più di tutti rappresenta la Juventus. Un giocatore straordinario, con un fiuto del goal pazzesco ed un'intelligenza calcistica che gli ha permesso di spostarsi dall'attacco al centrocampo. In un'epoca in cui avevamo Charles e Sivori, molti ci invidiavano proprio lui, Boniperti. Ma soprattutto un UOMO con la U maiuscola, figlio ovviamente del suo tempo, portatore di molti valori che oggi stanno un pò scomparendo. Cosa si può dire di un ragazzo che sognava di poter giocare una sola partita con la nostra maglia per essere felice per il resto della sua vita e che poi invece ne ha giocate ben 444 con 188 goals? Cosa si può dire ad un ragazzo che rifiuta di giocare nella squadra più forte dell'epoca, il Grande Torino, perchè lui gioca alla Juventus? Cosa possiamo dire ad un uomo che diventa presidente e riporta la Juve sul tetto d'Italia, permettendogli di entrare finalmente anche tra le più grandi in Europa? Solo un enorme GRAZIE! Personalmente penso che tu abbia rappresentato il vero Stile Juve, un concetto e un modo di essere che ormai si sta perdendo, soprattutto tra i tifosi. Chiudo con una delle sue frasi che mi piacciono di più: "C'è un'eleganza che non è deliberata, ma che si acquisisce o s'interpreta una volta che viene indossata quella meravigliosa divisa [bianconera]" Giampiero Boniperti RIP
  8. Da Sportmediaset Il malore in campo di Eriksen a Euro 2020 ha colpito il mondo intero, innescando tante domande sulle cause alla base del problema. "Ipotizziamo possa trattarsi della Sindrome di Brugada o di una displasia aritmogena ventricolare - ha spiegato il dott. Saverio Iacopino, coordinatore nazionale Aritmologia GVM Care & Research. Appare plausibile che la condizione di arresto cardiaco possa essere stata scatenata da un'aritmia cardiaca maligna". "Durante Danimarca-Finlandia Eriksen si è accasciato facendoci pensare, sulla base delle manovre salvavita effettuate, ad una conseguenza di un arresto del cuore e della circolazione sanguigna - ha continuato l'esperto membro dell’AIAC Associazione Italiana di Aritmologia e Cardiostimolazione -. Considerato l’utilizzo del defibrillatore, potrebbe essersi trattato di una tachicardia ventricolare e/o di una fibrillazione ventricolare". "Prenderebbe così corpo l’ipotesi di una anomalia del sistema di conduzione elettrico del cuore che può causare in età giovanile, prevalentemente tra 20 e 40 anni, svenimenti e morte cardiaca improvvisa, come la Sindrome di Brugada (causa del decesso nel sonno di Davide Astori della Fiorentina) - ha spiegato ancora il dott. Iacopino -. Si tratta di una malattia ereditaria dovuta a un malfunzionamento dei canali ionici del sodio presenti nelle cellule cardiache, talvolta invisibile anche agli occhi di esperti”. "Il pattern di Brugada viene non di rado riscontrato nell’ECG di giovani che praticano sport a livello agonistico o che desiderano dedicarsi allo sport: in questa situazione è comprensibile la difficoltà di chi, eseguita l’indagine, deve emettere un giudizio - ha proseguito l'esperto -. Le attuali linee guida italiane ed europee sconsigliano l’attività sportiva agonistica ai soggetti con pattern di Brugada diagnostico della Sindrome definito “tipo 1”, indipendentemente dal fatto che questo sia spontaneo o provocato da farmaci bloccanti il canale del sodio". "Alla luce della dichiarazione del 13 giugno resa dal medico della Danimarca, in merito al fatto di aver eseguito una defibrillazione, oltre alla sindrome di Brugada, o ad altre malattie dei canali ionici, si può ipotizzare anche una displasia aritmogena del ventricolo destro (o cardiomiopatia aritmogena) - ha proseguito il dott. Iacopino -. Si tratta di una patologia genetica (che in passato ha riguardato ad esempio Piermario Morosini del Livorno e Antonio Puerta del Siviglia) che colpisce all’improvviso con aritmie ventricolari e nei casi più gravi porta ad arresto cardiaco fatale". Poi qualche considerazione sulla prevenzione e sulle terapie possibili. "Appare evidente la necessità di una sempre più stretta sinergia tra i medici della Medicina dello Sport, i medici delle Società Sportive e i Cardiologi e gli Aritmologi, al fine di utilizzare al massimo le risorse clinico-strumentali disponibili allo scopo di migliorare la diagnostica preventiva e rendere i protocolli di intervento efficaci come quello praticato a Eriksen, in tutti gli ambiti dello sport", ha precisato il coordinatore nazionale Aritmologia GVM Care & Research. "In Italia, l’iter medico-diagnostico pre attività sportiva è estremamente accurato - ha aggiunto -. Ma nel campo della prevenzione sportiva a livello agonistico si può ancora fare molto, ad esempio estendere le collaborazioni tra la medicina dello sport e la cardioaritmologia". "Inoltre l’utilizzo di diagnostica avanzata per valutazioni multiparametriche, come una Risonanza Magnetica del cuore o una TC coronarica, possono escludere la presenza di anomalie genetiche nascoste, come nel caso della sindrome di Brugada o di tutte le anomalie congenite e strutturali, non evidenti con gli accertamenti ECG, Holter, test da sforzo, ecocardiogramma”, ha continuato. "Ad oggi non esiste una terapia per le sindromi aritmiche - ha concluso il dott. Iacopino-. I medici possono solo cercare di ridurre e controllare i sintomi: poco sport e comunque non agonistico, farmaci betabloccanti per tenere bassa la frequenza cardiaca, eventuale ablazione dei tessuti fibro-adiposi per bruciare i circuiti elettrici maligni, fino al defibrillatore automatico (ICD) impiantato nel torace, pronto a dare shock quando ce n’è bisogno".
  9. Sembra una telenovela, sinceramente mi sembra una presa per il c**o ormai, ho smesso di credere in un suo ritorno..
  10. Da studente di economia che qualcosina ha studiato di diritto mi sembrerebbe assurda una sentenza a favore dell'UEFA, sarebbe un vero e proprio favoreggiamento del monopolio e andrebbe contro tutti i trattati dell'UE
  11. L'ho aperto nella sezione giusta, questo può essere chiuso, scusatemi
  12. Ah ecco grazie, non lo sapevo. Non credo di poterlo spostare da solo
  13. Tra meno di una settimana iniziano gli europei con una formula diversa rispetto ai precedenti. Le partite non saranno giocate solo in un Paese o in 2 Paesi geograficamente collegati come in passato, ma vedremo partite giocate in diverse città europee. So che alcuni del forum ormai neanche seguono la nazionale, ma io sono super emozionato e non vedo l'ora che incominci, in un certo senso potrebbe rappresentare il punto di inizio per il ritorno alla normalità con gli stadi che non saranno pieni, ma che vedranno comunque il ritorno del pubblico. Qui sotto i gruppi, con l'Italia che dovrà vedersela con Turchia, Svizzera e Galles. Forza Azzurri Secondo voi chi sono i favoriti?
×
×
  • Create New...