Jump to content

Bianconero1897

Tifoso Juventus
  • Content Count

    3,314
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

438 Excellent

About Bianconero1897

Profile Information

  • Gender
    Male

Recent Profile Visitors

4,629 profile views
  1. Fossi un dirigente in Ferrari gli farei il c**o, sta bruciano un pilota della madonna, senza portare vantaggi reali alla scuderia
  2. In tutti i GP in cui sulla carta Ferrari doveva essere in vantaggio la Bull si è dimostrata alla pari e nella maggior parte dei casi superiore, avevano problemi di affidabilità e li hanno risolti praticamente subito. Fai sempre la pole e loro grazie alla superiorità aerodinamica appena aprono il DRS ti superano senza problemi, ogni volta che la Ferrari è dietro non riesce a superare neanche con il DRS aperto. Poi negli unici casi in cui sei in vantaggio seriamente il muretto di raccomandati rovina tutto, quindi dico tranquillamente che Red Bull è superiore alla rossa e non di poco. La Mercedes oggi aveva il passo della Ferrari, Hamilton ha piazzato anche il giro veloce, partivano da uno svantaggio abissale, sempre più convinto che Ferrari arriva terza nel mondiale dietro a Red Bull e Mercedes. Ah il Budget cup, certo come no
  3. Leggendo alcuni commenti mi chiedo se guardiamo lo stesso sport. Red Bull ritenuta inferiore alla Ferrari, quando mi sembra chiaro che senza problemi Verstappen avrebbe vinto in carrozza anche questo GP. Perez da ultimo arriva secondo e senza il "tappo" Leclerc (fenomeno assurdo con gomme meno performanti e vecchie) avrebbe superato quel raccomandato dello spagnolo. Alcuni parlano anche di Ferrari superiore di brutto alla Mercedes, nelle scorse gare magari, ma io oggi ho visto una Mercedes con lo stesso passo gara della Ferrari e continuando così arriveranno tranquillamente secondi davanti alle rosse. Può risultare un post negativo, ma penso che sia la semplice e cruda realtà
  4. Mi stanno facendo odiare la Ferrari, questa gente non merita di stare lì, sono dei raccomandati del c****, è evidente
  5. Meno male che avevano risolto il porpoising, saltellano come non mai
  6. In questo weekend hanno già avuto problemi sia l'alfa Romeo che la Haas se non sbaglio
  7. Temo per il motore, non sembra per niente affidabile quello Ferrari
  8. Ma ora che si sono qualificati all'Europa League per due volte entrano di diritto in Champions League? Scherzi a parte, complimenti a loro, è comunque un trofeo europeo
  9. La crescita rispetto all'anno scorso dimostra che quello che dici evidenziato in grassetto non è vero. Abbiamo fatto veramente pena quest'anno, non abbiamo vinto nulla dopo 10 anni di coppe e scudetti, eppure siamo cresciuti. Non dico assolutamente che il fatto di andare anche bene sportivamente non sia un'ulteriore spinta al miglioramento del brand, anzi, sono incazzato perché non abbiamo ancora un sostituto di Marotta come Dio comanda. Ma la società sembra sana, il brand cresce a prescindere dai risultati e questa crescita ci permette di investire comunque, anche dopo una stagione fallimentare come questa, che poi è da sempre stato l'obiettivo di Agnelli. Ancora manca tanto ovviamente, l'obiettivo vero e proprio è quello di diventare indipendenti dagli introiti della Champions, molto difficile se il calcio italiano non comincia ad evolversi Scelta che non capirò mai. Almeno sui 60 mila posti si poteva costruire, in modo da poter ospitare anche le finali della Champions. Poi è anche vero che nel corso degli anni vedo lo stadio sempre più vuoto e non so se sia solamente dovuto al caro biglietti sinceramente
  10. Sulla pessima gestione sportiva mi trovi assolutamente d'accordo, il motivo per me è anche semplice e banale, non abbiamo un direttore sportivo qualificato, Marotta non è stato sostituito a dovere e già ai tempi scrissi sul forum di come quella scelta non mi piaceva minimamente e che ce ne saremmo pentiti. Sul fatto che per forza i due settori debbano camminare parallelamente non sono d'accordo, la grande crescita del brand Juventus è dovuta alle politiche commerciali e di marketing e sono separate dall'andamento sportivo della squadra. Se fosse come dici tu il Manchester United dovrebbe essere dietro alla Juve anni luce, considerando che non vincono quasi nulla da anni. Loro possono contare anche sulla Premier League, noi stiamo facendo tutto da soli, è un grande merito che bisogna riconoscere alla società
  11. Da quello che si vede in campo sembrerebbe anche vera sta roba, il che è assurdo considerando già il livello basso di molti giocatori attuali
  12. La parte in grassetto non la condivido, il lavoro che c'è dietro questo primato è attuale, tutto il marketing e la pubblicità che si sta facendo in giro per il globo è attualità, non il semplice risultato dei primi anni di Agnelli. Questo risultato per fortuna non è strettamente legato ai risultati della squadra, ma si tratta di un progetto che va avanti a prescindere dai risultati ed è una gran cosa, perchè possiamo permetterci anche qualche stagione non al top e continuare comunque a crescere
  13. E' il discorso che ha sempre fatto Agnelli, la Serie A è indietro anni luce rispetto alla Premier, lotta da anni per far sì che il resto delle squadre italiane si sveglino e capiscano quanto sia importante modernizzare l'intero movimento. La Premier si vende così bene che squadre meno blasonate di noi ci stanno ancora davanti, ma la dirigenza sta facendo un lavoro egregio da questo punto di vista, continuando a crescere nonostante la mediocrità del movimento italiano.
  14. L'ho trovata una notizia interessante, perché forse ci fa capire come nonostante i risultati la società qualcosa di buono la stia facendo. So che da tifosi viene da dire che non frega un c**** di queste robe, ma è grazie a queste robe se rimaniamo una società molto solida che può ambire a rimanere sempre al top
  15. La Juventus è ancora una volta il marchio calcistico più prezioso d’Italia, secondo un nuovo report della società di consulenza globale per la valutazione dei marchi, Brand Finance. Il club bianconero ha un valore stimato di 705 milioni di euro, in crescita del 25% rispetto alla misurazione precedente. Questo valore – spiega la società – testimonia la forte leadership del club e la prova che un marchio costruito su solide basi può resistere a delusioni a breve termine. La forza del brand è identificata come la capacità di influenzare le scelte e le opinioni dei tifosi, sia dal punto di vista economico. L’estrema forza del brand Juventus, classificato AAA nel Brand Finance Football 50 2022, è stata favorita sia dal miglioramento delle prospettive di fatturato a inizio 2022 sia dalla riduzione dei costi, che indica una riduzione del rischio degli investimenti nel club. Questi fattori, insieme al miglioramento della crescita di lungo periodo, hanno portato gli analisti di Brand Finance a stimare il valore del marchio Juventus in 705 milioni di euro. Grazie al significativo incremento di 140 milioni di euro anno su anno, pari a una crescita del 25%, la Juventus è uno dei cinque club il cui marchio è cresciuto di più nel calcio mondiale. Inoltre, quest’anno il brand Juventus ha recuperato e superato del 4,4% il valore pre-covid. A seguito della forte crescita, la Juventus si conferma all’11° posto nel Brand Finance Football 50 2022 e riduce sensibilmente la distanza con l’Arsenal al 10° posto. Classifica brand calcio più forti – La graduatoria Oltre la Juventus, gli altri club italiani classificati per valore del marchio presenti nel Brand Finance Football 50 2022 sono nell’ordine: Juventus – 11° posto, con un rating AAA; Inter – 14° posto, con un rating AAA; Milan – 17° posto, con un rating AA+; Napoli – 27° posto, con un rating AA-; Roma – 29° posto con un rating AA; Atalanta – 42° posto; Fiorentina – 50° posto. Il rafforzamento del brand Juventus è dovuto sia al miglioramento della performance di alcuni indicatori chiave, sia all’ottimizzazione di altri indicatori che contribuiscono all’analisi di Brand Finance, sulla base dei dati di marketing e business disponibili nelle ultime due settimane. Su un campione rappresentativo di tifosi nei principali paesi europei, USA, Cina e Brasile, la Juventus è uno dei club più amati e con il maggior numero di tifosi. Inoltre, dati nettamente superiori alla media sono emersi anche in tutti gli indicatori di performance. Nello specifico, la Juventus si è comportata molto bene, ad esempio in termini di qualità dello stadio, percezione della qualità del club, fair play, sponsorizzazioni, attrattività per partner ed emittenti, affluenza media dei tifosi allo stadio. Massimo Pizzo amministratore delegato per l’Italia di Brand Finance, ha affermato: «Come per Ferrari e Real Madrid, le buone prestazioni della Juventus, nella valutazione di Brand Finance, indicano che il marchio del club torinese è sempre più appetibile e influente per tifosi e sponsor, favorendo così l’andamento del business a prescindere dai risultati sportivi». Calcio e Finanza
×
×
  • Create New...