Jump to content

BanMan

Tifoso Juventus
  • Content Count

    2,487
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

1,704 Excellent

About BanMan

  • Rank
    Juventino Pinturicchio

Profile Information

  • Gender
    Male
  • Location
    Roma (emigrato)
  • Interests
    3% semestrale

Recent Profile Visitors

1,244 profile views
  1. Sto qui è giovane, milionario, torna a casa la sera e gli si aprono le porte del paradiso...sai quanto gliene frega d'essere scarso. Un mediocre giocatore di serie A che non avrebbe mai guadagnato tutti quei soldi se non avesse incrociato Juventus FC sul suo cammino, chiamalo scemo. Grande Ruganello, sappi che ti invidio (non le qualità tecniche)!
  2. Vero ma in parte, se al posto dell'Inter ci fosse stato il Milan mi sarei lamentato comunque perché una squadra del genere guidata da Pioli, con un 40enne in attacco che ha avuto una marea di problemi fisici non può starti davanti, o quanto meno non può annullare un gap decennale in un anno. Sono sicuro anche, e condivido pienamente, che l'Inter di Conte ha quest'anno, poi tornerà nell'anonimato e il prossimo campionato sarà rivinto agevolmente da noi. Però lasciami passare il fatto che essere a - 10 da questa Inter, essere sotto al Milan, fare a sportellate con la Roma (che ha anche lei l'Europa league) e buttare punti a destra e a manca non è da Juventus. Si può perdere uno scudetto, si può arrivare secondi o terzi, ma non in questo modo barbarico. Io posso arrivare dietro l'Inter ma a San Siro non vado a fare l'agnello sacrificale, ci perdo ma ci perdo da squadra. Dovere martedì rimontare il Porto (quando tutte le prime classificate fuori casa hanno vinto con squadre ben più forti) e quindi giocare più leggeri con la Lazio, non è da squadra che ha vinto campionati per 9 anni. Arrivare dietro la Roma o dietro il Milan, magari uscendo anche ai quarti di finale, non è una stagione di successo, ma non è neanche una buona stagione. Poi, che sia la stagione ad essere fallimentare e non il progetto, sarei d'accordo. Per me il progetto Pirlo alla lunga si rivelerà vincente, ed anzi già dal prossimo anno vedremo cose diverse, però quest'anno, se dovessi mettere in ghiaccio la stagione oggi a marzo, non si può dire che abbia rispettato le aspettative della società.
  3. È fuor di dubbio che i giocatori (o meglio, I pochi superstiti rimasti) ci credano ancora allo scudetto,daranno l'anima fino alla fine come è da inizio stagione. A questa squadra non si può dire che non segua l'allenatore o che non ci sia unita d'intenti, traspare la voglia. I problemi però sono altri e sono più grandi. Diciamo che arrivare al quarto posto è un fallimento (perché hai Ronaldo, altrimenti ci stava anche un anno così). La stagione può essere salvata facendo un percorso in Champions superiore alle aspettative (alcuni dicono fuori col Porto, altri massimo quarti poi imbarcata e via) raggiungendo, per esempio, una insperata semifinale e vincendo al contempo la coppa Italia. Uscire ai quarti di finale dopo aver eliminato l'armata Porto, finendo quarti in campionato, pur vincendo la coppa Italia per una squadra come la Juventus, non può che essere un fallimento. Per abbellire il discorso possiamo infilarci la coppa del nonno ps5 supercup, che però più che salvare le natiche a Pirlo nell'unico momento in cui davvero rischiava l'esonero, non ha alcuna utilità. È una stagione un pó così e ci sta, però fa paura come le aspettative dei tifosi si siano abbassate. Siamo la Juventus c****, non la Lazio o l'atalanta che se arriva terza è una favola. Noi dopo 9 scudetti stiamo cedendo lo scettro all'Inter e a Conte, che potrà dire di aver lui iniziato e lui stesso concluso il nostro ciclo. Se tutto ciò vi fa dire che la stagione è sufficiente, vi invidio, perché vi si compra con poco.
  4. Se tieni quella media da inizio campionato, il campionato lo vinci (probabilmente). Ma noi quella media lì non la teniamo da inizio campionato e di questo andazzo difficilmente la terremo anche da qui alla fine. Volevo solo dire che mai come quest'anno quando la Juve scende in campo non si può fare un pronostico, perché può vincere con chiunque e in ogni modo, così come perdere davvero con chiunque e in ogni modo. Con la champions di mezzo poi, Juventus-Lazio diventa una di quelle partite dove vincere e perdere hanno esattamente la stessa probabilità (non statistiche ma calcistiche ovviamente ahaha) e questo è sempre pericoloso, soprattutto in questo momento. Questo volevo dire,poi quello che hai detto tu sono dati di fatto indiscutibili.
  5. Non ho la più pallida idea di come questa Juventus, con la partita col Porto a 3 giorni dall'impegno poi, possa battere la Lazio sinceramente. Non ci resta che guardarla e capirlo,tanto ormai siamo squadra da 1X2 in tutte le partite ormai.
  6. Si vocifera che Achille Lauro sul palco lacrimasse sangue perché aveva visto il primo tempo della Juventus. Comunque, bene per il risultato e l'ingresso di Morata e Berna. Lo vedremo con Lazio e Porto quanto valiamo, non ieri sera
  7. Sono 10 anni che a marzo abbiamo puntualmente la rosa falcidiata. Chiamatela sfiga, chiamatela come ve pare. Ma boh.
  8. Da queste tue parole, si evince soltanto una cosa: sai di cosa parli ed hai studiato, probabilissimamente facoltà economiche. È tutto corrispondente alla realtà, dalle prime righe, la continuità aziendale, sino alla programmazione del Pirlo-Vidal-Pogba, 3 occasioni tentate e vinte,non di certo mirate col fucile da cecchino.
  9. Belli i soffoconi psicologici di tuttosport,hanno imparato bene il dettato alle elementari, mi fa piacere perché si sta rivelando utilissimo per le prime pagine.
  10. Altra squadra dopo il Verona di Juric dal tasso tecnico infimo ma molto organizzata. Tuttavia è più debole e dovremmo vincerla, non senza qualche patema, ma dovremmo vincerla. Al momento non ci sono le condizioni per pensare allo scudetto, anche se tutti noi juventini in fondo ci crediamo e ci speriamo Pensiamo a guardarci alle spalle e provare a consolidare il terzo posto (erano anni che non scrivevamo così ahahaha) poi il resto si vedrà. Alla Juve per sperare serve una lunga striscia di risultati, ma vedo una rosa cotta oltre ai già infinitamente citati limiti tecnici. In più si avvicina l'impegno di Champions, e già sabato con la Lazio metto in conto di vedere una squadra con la testa al martedì seguente. Speremusssss e stringiamo le natiche
  11. Cagate su cagate di cui lo juventino medio si è lasciato impoltrire il cervello fin dall'anno zero. Lo stile Juve, la garra, la tradizione, l'aplomb, la difesa a oltranza, la cravatta, il panciotto, la conferenza stampa idilliaca...concetti vecchi di un secolo che incarnano una fantomatica mentalità vincente. La verità è che Sarri è stato osteggiato dalla prima ora da personalità rilevanti nel mondo Juve, il primo Agnelli che con lui ancora allenatore dichiara alle radio che "Guardiola ci piace, vediamo nel prossimo futuro". In ogni impresa è così, se un tizio viene ostacolato e screditato dal primo momento dal soggetto più importante, hai voglia a parlare e dialogare, anche ai livelli più bassi non sei più credibile. Maurizione è stato una specie di agnello sacrificale a cui si è chiesto di vincerle tutte 4a0 con una rosa inadatta, una polmonite in piena preparazione, una pandemia, e un campionato coi 40 gradi di agosto. Poi caboom, silurato,prima da alcune personalità forti dello spogliatoio, poi abbandonato da Paratici e Nedved che avevan da salvare la poltrona. Gli stessi che oggi urlano alle attenuanti di Pirlo (reali) ieri sbraitavano addosso a Sarri, per pura antipatia. Questi sono i fatti, e non li dico io che sono l'ultimo degli stronzi, che esulano da antipatie o simpatie personali perché Sarri manco lo conosco. Discorsi vecchi ormai.
  12. BanMan

    Allegri subito

    Allegri tornerebbe di corsa visto che fuori dall'Italia l'appeal è prossimo allo zero, e non lo dico io bensì i fatti. Io credo comunque che a fine stagione la Juve, qualora dovesse esonerare Pirlo (cosa a cui non credo), virerebbe su Zidane che a Madrid ha fatto il suo corso. Allegri lo farei tornare solo per dimostrare a tante vedove che non è (solo) il manico il problema, ma ce ne sono altri ben più grandi. Da quando è andato via in Italia le cose sono cambiate, tanto per cominciare i competitor non giocano più con Schelotto e Jonathan o non hanno Jorginho come massimo esponente. In secondo luogo, cosa più importante, la BBC vera fonte dei successi di Allegri è ormai un lontano ricordo. Fa comodo pensare che il suo ritorno sia l'antidoto a tutti i mali, ma non lo è, così come non lo sarebbe prendere Klopp e Guardiola.
  13. Parliamoci chiaramente Zico, la prima Juve di Cr7, con Allegri in Panchina,quell'anno per la champions league era la favorita perché era davvero sulla carta la più forte. Siamo poi inspiegabilmente usciti con l'Ajax, ma non eravamo più scarsi di Liverpool e Tottenham, ovvero le 2 finaliste. Non è Ronaldo il problema, e secondo me non lo era neanche Allegri. La sfiga di Cr7 è stata scegliere una squadra alla canna del gas come ciclo, questo ciclo si è allungato di un anno per "la spinta Cr7" che ha dato grande motivazione e consapevolezza a tutto il gruppo. Esaurito questo effetto, a me è sembrato che l'unico a cui realmente interessasse vincere la champions fosse Cristiano Ronaldo e nessun altro. Lo testimoniano i fatti e i gol del portoghese, senza oggi saresti all'ottavo posto, e anche meritatamente visto che più di Atalanta, Lazio e Roma hai fatto 0 per stare lì. E se puoi sperare di eliminare il Porto e andare a fare qualche figura di M***A risonante in qualche campo blasonato, lo devi sempre a Cr7. Perché senza, il Porto lo rimonti con Da Graca, Di Pardo che entra e Morata con la diarrea. Prima di sputare addosso a Cr7 pensiamo un attimo a chi è lui, e chi siamo noi.
×
×
  • Create New...