Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'inter'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Sport Corner
    • Juventus Forum
    • Calciomercato Juventus
    • Juventus Women
    • Allianz Stadium, J-Museum & Biglietti
    • Calciopoli (Farsopoli)
    • Il Romanzo Bianconero
    • Off Juve
    • Juventus news in English
    • Pronostici & Scommesse
    • Altri Sports
  • Tifosibianconeri.community
    • Il Diario dei Tifosi
    • Games Zone - Nuova Stagione 2019/2020
    • Off topics
    • Multimedia & Graphics
  • Supporto
    • Comunicazioni, proposte e messaggi per lo staff
    • L'Archivio Di Tifosibianconeri.com
    • Cestino

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests

Found 34 results

  1. SERIE A TIM (Settima giornata girone d'andata) INTER - JUVENTUS Pagelle
  2. SERIE A TIM (Settima giornata girone d'andata) INTER - JUVENTUS Commenti post-partita
  3. Siamo ad una settimana esatta dalla sfida di S.Siro contro l'Inter. Abbiamo quest'anno una seria candidata per lo scudetto? Li vedete forti oppure sono sopravvalutati, si sono avvicinati a noi oppure addirittura sono più forti di noi, ritenete che possano mantenere questo ritmo a lungo ? Tutte le vostre sensazioni a riguardo su questa (presunta) lotta a due.
  4. Dopo settimane di silenzio, da Losanna arriva un annuncio di quelli che scottano: Milan e Inter annunciano la costruzione di un nuovo stadio, a Milano, che andrà a sostituire San Siro. “Tutto procede, facciamo un nuovo San Siro accanto al vecchio, nella stessa area della concessione. Il vecchio verrà buttato giù e al suo posto ci saranno nuove costruzioni”, ha detto il presidente del Milan, Paolo Scaroni, dalla città svizzera dove oggi si tiene il voto del Cio (il Comitato Olimpico Internazionale) per l’assegnazione dei Giochi olimpici invernali del 2026. E Scaroni ha precisato che, in ogni caso, “bisogna presentare la domanda, è una procedura complicatissima” sebbene il presidente del Milan non si sia sbilanciato sui tempi tecnici necessari per completare l’operazione. Una operazione di cui ha parlato anche l’amministratore delegato dell’Inter, Alessandro Antonello, anch’egli a Losanna per sostenere Milano-Cortina. Si tratta di una iniziava congiunta di Milan e Inter, ha spiegato Antonello. E sulla possibilità di costruire insieme il nuovo impianto, l’ad nerazzurro ha assicurato: “Assolutamente”. Nel nuovo stadio si terrà, peraltro, l’eventuale cerimonia di inaugurazione delle Olimpiadi del 2026: “Dovessimo fare la cerimonia di apertura nel nuovo stadio sarebbe bello”, ha commentato Scaroni. Un’idea che però non piace al sindaco di Milano Giuseppe Sala, per il quale L sede della cerimonia delle Olimpiadi 2026, se Milano le dovesse vincere, sarebbe l’attuale San Siro: “Il Comune è proprietario di San Siro, se (Milan e Inter, ndr) decidono di fare uno stadio posso solo dire due cose. Ci vorrà tempo. E poi alla fine siamo padroni dello stadio. Nel dossier di Milano-Cortina abbiamo garantito che nel 2026 San Siro sarà ancora funzionante. Questa è la fine della storia. Dopo il 2026, nel caso avremo un nuovo stadio, decideremo il futuro di S.Siro. Ma ora siamo nell’assoluta condizione di confermare che quella sarà la sede della cerimonia di apertura”. Il nuovo stadio dovrebbe sorgere nella stessa area di San Siro, per il quale è in cantiere l’abbattimento. “Tutto procede, costruiremo un nuovo stadio a San Siro accanto al vecchio, nella stessa area della concessione. Il vecchio verrà buttato giù e al suo posto ci saranno nuove costruzioni”, ha spiegato Scaroni. Continua su: https://www.lastampa.it/2019/06/24/sport/milan-e-inter-costruiranno-insieme-il-nuovo-san-siro-quello-di-oggi-verr-abbattuto-gaUVDkVDQu80Y6kIQ0zWCJ/pagina.html
  5. Parliamo qui delle vicende che si stanno susseguendo per quanto concerne la trattativa che potrebbe portare l'attaccante dell'Inter Sotto la Mole
  6. Topic unico 2018/2019 sulla squadra nerazzurra di Pechino, pardon, Milano, prescritta ed indossatrice di altrui scudetti. FOZA INDA!
  7. Come da titolo, fonte DM Forse una manovra di disturbo
  8. L'osservatorio indipendente sul calcio attacca la Serie A e i prezzi di mercato, a suo dire gonfiati, per aggirare le regole UEFA sul Fair Play Finanziario. Tanti i casi citati, nel mirino principalmente Inter e Juventus. Il valore effettivo di un calciatore in sede di calciomercato è qualcosa che da sempre genera discussioni tanto tra i tifosi quanto tra gli stessi addetti ai lavori. Com'è possibile stimare con esattezza il prezzo di un giocatore? In questo tipo di valutazioni entrano in gioco talmente tanti fattori - età, margini di miglioramento, esperienza, qualità tecniche, immagine, situazione contrattuale - da rendere una valutazione precisa quasi impossibile. Quasi, perché da tempo il CIES, osservatorio indipendente con sede in Svizzera e specializzato nello studio e nelle analisi dei numeri e delle statistiche del calcio, sta mettendo a punto una serie di algoritmi che possono permettere di stimare l'effettivo valore di mercato di un calciatore basandosi su una serie di parametri oggettivi. Ed è proprio il CIES ad andare all'attacco della Serie A, sottolineando su Twitter come le sempre più frequenti plusvalenze, ormai principale risorsa dei nostri club per raggiungere il pareggio di bilancio, siano spesso palesemente gonfiate. L'affondo prende ad esempio il recente trasferimento di Andrea Pinamonti, che il Genoa ha prelevato dall'Inter per 18 milioni di euro: un'operazione che ha permesso al club nerazzurro di rientrare nei parametri imposti dal Fair Play Finanziario della UEFA, traguardo peraltro raggiunto negli ultimi anni dal club di Suning con le stesse modalità, la cessione di numerosi giovani prodotti dalla Primavera. Il colpo di calciomercato che riguarda Pinamonti, è bene sottolinearlo, è soltanto un esempio portato dal CIES, che più in generale sottolinea come il ricorrere a plusvalenze gonfiate sia pratica comune un po' in tutta la Serie A. Calciomercato, il CIES accusa la Serie A: plusvalenze gonfiate Come prevedibile, infatti, al post Twitter dell'osservatorio rispondono numerosi tifosi, che sottolineano come questa sia pratica diffusa nel mondo del calcio indicando altri trasferimenti "sospetti" effettuati da altre società. Una mossa che ha come unica conseguenza la precisazione da parte dello stesso CIES che Pinamonti è soltanto un esempio e che in Serie A a livello di plusvalenze - messi a bilancio complessivamente oltre 700 milioni nell'ultima stagione - in effetti qualcosa non sembra tornare. È il sito dedicato Calcio e Finanza ad andare più nello specifico, sottolineando come un terzo delle plusvalenze record prodotte nell'ultima stagione sia stata generata da sue soli club, Roma e Juventus (rispettivamente 132 e 113 milioni) che in questa maniera hanno potuto far respirare i propri bilanci. Una boccata d'aria effimera, perché prima o poi la bolla esploderà e saranno guai. Sotto accusa anche gli scambi, da quelli che hanno portato Spinazzola alla Roma e Luca Pellegrini alla Juventus - valutazioni importanti per entrambi da mettere a bilancio come plusvalenze - e soprattutto quello che ha permesso al 20enne dell'Inter Marco Sala, una stagione all'Arezzo in Serie C alle spalle, di essere valutato 5 milioni di euro, la cifra necessaria al club nerazzurro per ottenere il prestito di Stefano Sensi dal Sassuolo, centrocampista che sarà acquistato soltanto la prossima estate sempre per ragioni di bilancio e con la stessa formula che ha portato a Milano nell'estate 2018 Matteo Politano. Fanno riflettere anche i casi di Cerri, Mandragora e Sturaro, ceduti dalla Juventus rispettivamente a Cagliari, Udinese e Genoa per cifre che fecero discutere molto già all'epoca dei fatti. Altra pratica molto comune, scrive Repubblica, è quella di cedere un calciatore impegnandosi a riacquistarlo in futuro: basata sul modello spagnolo di "recompra", è stata molto utilizzata fino a quando la FIGC non ne ha depotenziato i benefici, finendo con l'essere abbandonata e sostituita da impegni formali, sulla parola. Accordi che, inutile sottolinearlo, servono soltanto a rientrare nei parametri imposti dalla UEFA, producono soldi virtuali e in ultimo sembrano dare ragione al CIES. Che ribadisce di non avere alcuna intenzione né alcun interesse nell'attaccare l'Inter, Pinamonti o il calcio italiano ma di voler semplicemente sottolineare con forza come le plusvalenze della Serie A, di fatto fondamentali per tenere aperto quello che rimane uno dei campionati top d'Europa, siano a dir poco sospette, mirate esclusivamente ad aggirare il Fair Play Finanziario UEFA.
  9. Si parla insistentemente di Dybala all' Inter con Allegri nella prossima stagione. Icardi sarebbe la contropartita. Non credo sia il tipo di giocatore adatto per affiancare Ronaldo. Senza contare che si compra i pacchetto Icardi Wanda ...
  10. Tornerà a fare il dirigente dell'Inter e contemporaneamente manterrà la carica da dirigente che ha in Nazionale. A mio avviso una cosa poco opportuna.
  11. E' ufficiale: Antonio CONTE è il nuovo allenatore dell'Inter. Premetto che la cosa non mi fà ne caldo nè freddo, pur essendo stato un capitano e un allenatore della Juve le modalità con cui lascio' la squadra non mi sono piaciute. Mi fà pero' specie che in tutti i servizi passati alla TV sul suo ingaggio da parte dell'Inter sia improvvisamente scomparso ogni possibile accenno negativo nei suoi confronti. Nulla sul calcioscommesse, nulla sulle sue polemiche da giocatore, nulla sull'esonero dall'Atalanta. Un immacolato. Speriamo finisca come con Lippi. Forse Mourinho quando parlava di prostituzione intellettuale lo faceva a ragion veduta: il fenomeno era, ed è, una specialità della casa.
  12. Un'autentica perla degna delle migliori esibizioni di cabaret post-elettorale è stata diffusa dai tifosi della Curva Nord del Meazza per accogliere Conte. Davvero un'autentica esplosione di artifici di ipocrisia: "NOI NON SIAMO LA JUVE Annunciato arrivo del nuovo allenatore, puntualizziamo in maniera ferma e decisa che la Curva Nord non può certo dimenticare il suo passato bianconero e giudiziario. Da garantisti quali siamo e saremo sempre, accettiamo il fatto che da certi “sospetti giudiziari” il nuovo mister si sia svincolato espiando le sentenze che l’hanno riguardato, sebbene rimanga indelebile la “colpa” per la lunghissima militanza in una società da cui ci riteniamo lontani anni luce per stile e valori. Inutile nascondere che la scelta di una persona col passato di Stellini nello staff tecnico ci preoccupa moltissimo ma, sebbene consci dell’apporto tecnico che le innegabili qualità professionali di Conte possano fornire al percorso futuro dell’Inter, la nostra preoccupazione riguarda soprattutto l’aspetto morale che vorremmo fosse dimostrato in futuro. NOI NON SIAMO LA JUVE. PER NOI VINCERE NON È L’UNICA COSA CHE CONTA!!! Essere interista significa vincere nel rispetto dell’avversario, accettare la sconfitta, le sentenze e non cercare alibi. Il nostro messaggio e augurio è pertanto quello che mister Conte e con lui anche Marotta, si affidino a Lele Oriali e a Zanetti ed assimilino presto lo spirito di fratellanza che sta al centro dell’essere Inter e che non deve aver nulla a che vedere coi risultati sportivi. Si può vincere e si può perdere ma la dignità non deve mai venire meno; gli isterismi e le frustrazioni bianconere le seppellisca a torino. Noi siamo l’Inter e camminiamo sempre a testa alta. Noi non abbiamo e non vogliamo avere scheletri nell’armadio, non vantiamo titoli che ci son stati tolti per i nostri comportamenti illeciti; noi rispettiamo le sentenze e non facciamo uso della “memoria” per raccogliere consensi con ipocrisia. Noi siam quelli che hanno avuto la signorilità di applaudire l’ingresso in campo del Milan dopo la conquista del mondiale, noi siam quelli che non hanno abbandonato i propri giocatori vittime di gravi malattie anche dopo che hanno lasciato la società, noi siamo quelli che ricordano i propri eroi ispirandosi ai loro valori non ai loro successi. Essere interista significa rispettarne la storia, la tradizione sportiva, la sua gente e soprattutto la città che rappresenta sempre con Onore. Buon lavoro mister Conte con l’augurio di dimostrarci presto di esser all’altezza dell’Inter perché ... NOI NON SIAMO LA JUVE". Aggiungo io: E MENO MALE!!!! Vobis: scatenate l'inferno!
  13. La Juventus ha depositato al Collegio di Garanzia del Coni il ricorso contro l’assegnazione dello scudetto 2006 all’Inter. Lo ufficializza una nota del Coni. Il club bianconero chiede l’annullamento del lodo con cui nel 2011 il Tnas si era dichiarato incompetente a decidere sul ricorso della stessa Juve contro la mancata revoca dello scudetto 2006, assegnato a tavolino all’Inter dopo i fatti di Calciopoli. La Juve chiede che sia accolta invece l’istanza di arbitrato e che siano annullati tutti gli atti che hanno portato il titolo alla società nerazzurra. Il comunicato ufficiale: “Il Collegio di Garanzia dello Sport ha ricevuto un ricorso presentato dalla società Juventus Football Club S.p.A. contro la Federazione Italiana Giuoco Calcio (F.I.G.C.), la società F.C. Internazionale Milano S.p.A. e il Comitato Olimpico Nazionale Italiano (C.O.N.I.) per l’impugnazione e la riforma del lodo definitivo pronunciato dal Collegio Arbitrale del Tribunale Nazionale di Arbitrato per lo Sport del C.O.N.I. (T.N.A.S.), nel procedimento R.G. n. 1930/2011 TNAS, tra la Juventus Football Club S.p.A., la Federazione Italiana Giuoco Calcio (F.I.G.C.) e la società F.C. Internazionale Milano S.p.A., sottoscritto e depositato in data 15 novembre 2011, prot. n. 2621, con istanza di arbitrato presentata in data 10 agosto 2011, in cui il TNAS si era dichiarato incompetente a decidere in merito al provvedimento di revoca – assunto in data 26 luglio 2006 dal Commissario Straordinario FIGC Guido Rossi per motivi disciplinari – del titolo di Campione d’Italia alla Juventus per il Campionato di calcio di Serie A, s.s. 2005-2006, con corredata assegnazione alla società Internazionale di Milano”. "La società Juventus chiede al Collegio di Garanzia di dichiarare la nullità del lodo ivi impugnato, per i motivi esposti nel ricorso. In via principale, chiede: di decidere la controversia e, per l’effetto, di accogliere l’istanza di arbitrato presentata dinanzi al Tnas in data 10 agosto 2011; di annullare, con effetto ex tunc, il provvedimento del Consiglio Federale F.I.G.C. in data 18 luglio 2011, di reiezione dell’istanza di revoca in autotutela, presentata dalla Juventus in data 10 maggio 2011, dell’atto del Commissario Straordinario F.I.G.C. , in data 26 luglio 2006, di assegnazione del titolo di “Campione d’Italia” in favore della società Internazionale Milano per il Campionato di calcio s.s. 2005/2006; di annullare l’atto del Commissario Straordinario F.I.G.C., in data 26 luglio 2006, di assegnazione del titolo di “Campione d’Italia” in favore della società Internazionale Milano per il Campionato di calcio s.s. 2005/2006; di annullare l’assegnazione del titolo di “Campione d’Italia” in favore della società Internazionale Milano per il Campionato di calcio s.s. 2005/2006; in subordine, previo annullamento del lodo impugnato, di rinviare la controversia alla cognizione del Tribunale Federale F.I.G.C., ex art. 43 bis Codice di Giustizia Sportiva F.I.G.C., con l’enunciazione dei principi di diritto indicati nel presente ricorso; in ulteriore subordine, in caso di ritenuta e dichiarata inammissibilità del presente ricorso, per effetto della res iudicata della sentenza delle Sezioni Unite Civili della Suprema Corte di Cassazione in data 25 settembre 2018 (pubblicata in data 13 dicembre 2018), recante accertamento definitivo dell’esclusiva competenza degli organi della giustizia sportiva, di disporre la traslatio iudicii davanti al Tribunale Federale F.I.G.C. per la decisione di merito, quale giudice sportivo competente, assegnando un termine ad hoc".
  14. SERIE A TIM: JUVENTUS - INTER STADIO "ALLIANZ STADIUM" - Torino, venerdì 07/12/2018 - Ore 20:30 Qui le vostre pagelle
  15. SERIE A TIM: JUVENTUS - INTER STADIO "ALLIANZ STADIUM" - Torino, venerdì 07/12/2018 - Ore 20:30 Qui i vostri commenti post-partita
  16. SERIE A TIM: JUVENTUS - INTER STADIO "ALLIANZ STADIUM" - Torino, venerdì 07/12/2018 - Ore 20:30 Qui la cronaca del match
  17. SERIE A TIM: JUVENTUS - INTER STADIO "ALLIANZ STADIUM" - Torino, venerdì 07/12/2018 - Ore 20:30 Qui il preview del match --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- V I N C E R E ! ! !
  18. Avviso ai naviganti: il topic era stato aperto ben prima della presunta trattativa "modric-inter" perché mi piaceva il giocatore e mi sarebbe piaciuto vederlo con la nostra maglia. Così come qualcuno si è inventato la trattativa Alcantara e ha aperto il topic. I moderatori hanno deciso di farne un topic sulla trattativa inter-modric, mi spiace se qualcuno è scontento di vedere questo topic in questa sezione ma non so cosa farci, non era mia volontà fare un topic sulla trattativa nerazzurra. ------------------------------------ ...fosse davvero sul mercato, voi non lo prendereste?
×
×
  • Create New...