Jump to content
Paganese26

Allegri costretto a chiudere i suoi profili social

Recommended Posts

Joined: 28-Aug-2006
1,895 posts
14 ore fa, Bradipo76 ha scritto:

 

Con la chiusura del suo account Allegri evita appunto che quella M***A si propaghi alle persone che gli stanno più vicino, alla sua rete di potenziali contatti.

 

Sì, sono del 76. Si stava meglio perchè ero più giovane e con meno pensieri. .asd 

 

Premetto che lavoro nel campo dell'informatica, e sono su internet da quando era fatto senza immagini .asd .

 

Sull'utilità dei social, sì, sono utili, aprono un mondo di possibilità che spesso la gente, gli stessi utilizzatori più incalliti, molto spesso non comprende perchè si ferma a considerare le parti più discutibili (il bullismo, le bimbominkiate) come l'unica possibilità di fruizione. 

La roba di cui stiamo discutendo in realtà è un effetto collaterale del loro utilizzo. Sì, da voce a loro ma da voce anche tanti altri.

 

Potrei farci un tema sul social utile .asd, do qualche accenno.

 

Si sviluppano tramite il loro meccanismo di diffusione capillare servizi di pubblica utilità e volontariato. L'esempio che faccio spesso è quello di ZampaAmica dalle mie parti, che si occupa di adozione canina, recupero di randagi e smarriti e loro gestione. Senza lo strumento (e tanta disponibilità di persone splendide), sarebbero molto meno efficaci. Perchè il social arriva a tutti, a costo zero, è facile da usare.

Un mio amico, pensionato, ha sviluppato un centro di servizi al cittadino. Ci fa cose banali, per dire segnala le buche della città, i disservizi e li espone sul web, facendo in questo modo pressione agli enti locali per la loro risoluzione. Rielabora e riassume leggi, aiuta in semplici pratiche burocratiche di tutti i giorni, segnalando un'opportunità, fornendo un modulo. Senza costi, che altrimenti non potrebbe farlo.

Si condividono affetti. I miei genitori riescono a "seguirci la vita" di mio fratello, distante centinaia di km, guardando quello che fa, dove sta, le foto che posta, i video del cane e le stupidaggini che scrive. Lo sentono più vicino. 

Si creano reti di persone che condividono interessi. Per ogni nostro hobby o attività possiamo entrare in contatto con tanti che l'hanno in comune con noi, senza barriere d'ingresso. Mia madre a più di sessant'anni con il suo tablet partecipa a gruppi di cucina, mio padre a settanta suonati si dedica a quelli di orto e giardinaggio. Ed imparano, ancora alla loro età. Io ho interessi un po' meno casalinghi, non li sto a citare. .asd 

Si creano, si riallacciano, si mantengono amicizie, con persone anche molto distanti tra loro. 

E' anche svago, che male non fa. 

 

Perdonami, m'è partito il papiro, e sono solamente un frammento delle varie possibilità, quelle che posso citare io. .asd 

 

E non credi che siano tutte cose che si potrebbero fare (e si facevano) già con dei semplici blog, (con tanto di moderazione dei commenti)?

Oppure con quello che una volta si faceva con MSN messenger, Skype e che oggi si fa con WhatsApp?

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 05-Oct-2008
64,168 posts
Posted (edited)
39 minuti fa, King Crimson ha scritto:

 

E non credi che siano tutte cose che si potrebbero fare (e si facevano) già con dei semplici blog, (con tanto di moderazione dei commenti)?

Oppure con quello che una volta si faceva con MSN messenger, Skype e che oggi si fa con WhatsApp?

 

 

 

Beh, non con la stessa efficacia. Prima a parità di sforzo profuso si faceva molto meno bene, ed arrivava a meno persone. 

 

Questi strumenti hanno le loro peculiarità, ho buttato qualche loro caratteristica in quel primo messaggio.

Ti consentono di avere un supporto alle tue varie attività a costo zero. E vabbè, pure quelli di prima .asd. Ma rispetto a quelli di prima sono pervasivi, semplici da utilizzare, rapidi, alla portata di tutti.

Per curare un blog (che alla fine è a metà tra un social ed un sito tradizionale) ci vuole più impegno, responsabilità e capacità, tra cui quella "editoriale".

Soprattutto, un blog si distingue da un Facebook per due aspetti principali. 

In un blog tendenzialmente tu scrivi ad altri. In un social tendenzialmente "si scrive insieme", è più interattivo.

Pensa a questo stesso forum se fosse un blog. Non sarebbe la stessa cosa. 

Negli strumenti tradizionali poi tendenzialmente tu vai a cercar roba, in quelli più moderni è spesso la roba che viene ad avvisarti che c'è. .asd 

Si poteva far pure prima, io sono forse una dozzina d'anni che utilizzo gli RSS, ma ritorniamo al discorso di prima, vai a spiegare all'utente medio, a mia madre, come si usano gli RSS. C'ha la bacheca principale, legge tutto là man mano che arriva, non deve andare a cercare, spulciare, a qualcosa che è di suo interesse replica e crea ulteriore contenuto in quindici secondi. 

 

Gli altri mezzi che hai citato, anche loro in realtà sono dei social, cambia semplicemente la forma di diffusione. Le dinamiche sono le stesse.

Ed anche i problemi che si vengono a creare sono gli stessi, perchè le persone che li utilizzano sono le stesse. Non sono iscritto a WhatsApp, utilizzavo suo nonno IRC ed immagino ci siano le stesse dinamiche di stalking, cyberbullismo, litigate feroci. 

Ho attraversato diverse tecnologie nel corso di questi anni. I troll, gli insulti, i grattacapi alle moderazioni, lo stalking, la delinquenza, li ho visti sulle prime chat, su Usenet, via e-mail, sui siti quando hanno aperto la possibilità a commentare, sui forum, sui blog.

Edited by Bradipo76

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 19-Feb-2006
6,910 posts
22 ore fa, Gnokko ha scritto:

per me dire che Allegri sia inadeguato ad allenare ad alti livelli non e' un'ingiuria

 

e' una s******a, che e' diverso

 

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 12-Oct-2008
28,885 posts

Risposta magistrale in conferenza. È riuscito a picchiare ambo le parti in una maniera sopraffina e naturale, quando fa queste cose è un vero piacere averlo come comunicatore della società, altro che supercazzolari vari. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 21-Jul-2006
33,572 posts
1 ora fa, stefan1 ha scritto:

Risposta magistrale in conferenza. È riuscito a picchiare ambo le parti in una maniera sopraffina e naturale, quando fa queste cose è un vero piacere averlo come comunicatore della società, altro che supercazzolari vari. 

cosa ha detto?

e quoto tutto 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 05-Oct-2008
64,168 posts
Posted (edited)
5 minuti fa, dal1982 ha scritto:

cosa ha detto?

e quoto tutto 

 

 

La faccenda sui social l'ha presa all'inizio e poi sul finale.

Edited by Bradipo76
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 12-Apr-2010
57,586 posts

menefreghismo puro del mister lol

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 28-Aug-2006
1,895 posts
4 ore fa, Bradipo76 ha scritto:

 

Beh, non con la stessa efficacia. Prima a parità di sforzo profuso si faceva molto meno bene, ed arrivava a meno persone. 

 

Questi strumenti hanno le loro peculiarità, ho buttato qualche loro caratteristica in quel primo messaggio.

Ti consentono di avere un supporto alle tue varie attività a costo zero. E vabbè, pure quelli di prima .asd. Ma rispetto a quelli di prima sono pervasivi, semplici da utilizzare, rapidi, alla portata di tutti.

Per curare un blog (che alla fine è a metà tra un social ed un sito tradizionale) ci vuole più impegno, responsabilità e capacità, tra cui quella "editoriale".

Soprattutto, un blog si distingue da un Facebook per due aspetti principali. 

In un blog tendenzialmente tu scrivi ad altri. In un social tendenzialmente "si scrive insieme", è più interattivo.

Pensa a questo stesso forum se fosse un blog. Non sarebbe la stessa cosa. 

Negli strumenti tradizionali poi tendenzialmente tu vai a cercar roba, in quelli più moderni è spesso la roba che viene ad avvisarti che c'è. .asd 

Si poteva far pure prima, io sono forse una dozzina d'anni che utilizzo gli RSS, ma ritorniamo al discorso di prima, vai a spiegare all'utente medio, a mia madre, come si usano gli RSS. C'ha la bacheca principale, legge tutto là man mano che arriva, non deve andare a cercare, spulciare, a qualcosa che è di suo interesse replica e crea ulteriore contenuto in quindici secondi. 

 

Gli altri mezzi che hai citato, anche loro in realtà sono dei social, cambia semplicemente la forma di diffusione. Le dinamiche sono le stesse.

Ed anche i problemi che si vengono a creare sono gli stessi, perchè le persone che li utilizzano sono le stesse. Non sono iscritto a WhatsApp, utilizzavo suo nonno IRC ed immagino ci siano le stesse dinamiche di stalking, cyberbullismo, litigate feroci. 

Ho attraversato diverse tecnologie nel corso di questi anni. I troll, gli insulti, i grattacapi alle moderazioni, lo stalking, la delinquenza, li ho visti sulle prime chat, su Usenet, via e-mail, sui siti quando hanno aperto la possibilità a commentare, sui forum, sui blog.

 

Sulla semplicità d'uso hai ragione al 100%. A ciò si aggiunga che ormai sono "nelle mani" di tutti grazie alla diffusione degli smartphone e relative app, che consentono anche ai minus habens, spesso semi-analfabeti, di poter trovar sfogo alle proprie frustrazioni personali. Ed il successo dei social probabilmente è stato proprio questo, oltre al fatto che consentono a tutti di avere notorietà ed una sorta di vita millantata, che attira la curiosità degli altri, aumentando ulteriormente il successo del mezzo stesso.

 

I forum?

Sui forum agiscono dei moderatori, ragione per la quale elementi di disturbo (trolls, haters e webeti vari) vengono prontamente silenziati ed allontanati. Nei social invece chi modera? Esistono degli algoritmi in grado di distinguere immagini consentite da quelle a contenuto inappropriato (ragione per la quale anche quadri ed opere d'arte di nudo vengono censurate/cancellate), eppure nulla si è fatto contro la violenza del linguaggio, contro le minaccie di morte o contro vere e proprie calunnie e diffamazioni, lasciando libero spazio a qualsiasi malato mentale che si nasconde dietro l'anonimato di una tastiera.

Odio la censura in tutte le sue forme e sono convinto che tutto sia ammissibile, anche le idiozie, ma non ciò che ho appena descritto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 05-Oct-2008
64,168 posts
Posted (edited)
26 minuti fa, King Crimson ha scritto:

 

Sulla semplicità d'uso hai ragione al 100%. A ciò si aggiunga che ormai sono "nelle mani" di tutti grazie alla diffusione degli smartphone e relative app, che consentono anche ai minus habens, spesso semi-analfabeti, di poter trovar sfogo alle proprie frustrazioni personali. Ed il successo dei social probabilmente è stato proprio questo, oltre al fatto che consentono a tutti di avere notorietà ed una sorta di vita millantata, che attira la curiosità degli altri, aumentando ulteriormente il successo del mezzo stesso.

 

I forum?

Sui forum agiscono dei moderatori, ragione per la quale elementi di disturbo (trolls, haters e webeti vari) vengono prontamente silenziati ed allontanati. Nei social invece chi modera? Esistono degli algoritmi in grado di distinguere immagini consentite da quelle a contenuto inappropriato (ragione per la quale anche quadri ed opere d'arte di nudo vengono censurate/cancellate), eppure nulla si è fatto contro la violenza del linguaggio, contro le minaccie di morte o contro vere e proprie calunnie e diffamazioni, lasciando libero spazio a qualsiasi malato mentale che si nasconde dietro l'anonimato di una tastiera.

Odio la censura in tutte le sue forme e sono convinto che tutto sia ammissibile, anche le idiozie, ma non ciò che ho appena descritto.

 

Nei social ci sono meccanismi analoghi ai forum (non li conosco neanche tutti, non sono un divoratore di social in realtà, e men che meno un "pubblicatore"...).

Su Facebook puoi creare dei gruppi moderati. Su Facebook e su Instagram puoi impedire che i tuoi contenuti vengano commentati e puoi bloccare utenti. Non conosco le opzioni su Twitter, forse è quello più debole da questo punto di vista, ma leggo che stanno lavorando ad un sistema di moderazione. Leggo di tanti noi che non possono andare ad insultare Pistocchi perchè son stati bloccati. .asd 

Puoi "moderare" anche lì in vario modo, in sostanza. Il problema grosso è che moderare costa tempo e fatica, come potranno testimoniare i nostri mod qua dentro .asd . Il posto rimane pulito perchè c'è chi pulisce, e bisogna pure trovare i giusti equilibri. Un posto troppo moderato rischia poi di soffocare. 

Edited by Bradipo76

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 19-Jul-2006
744 posts
19 minuti fa, Bradipo76 ha scritto:

 

Nei social ci sono meccanismi analoghi ai forum (non li conosco neanche tutti, non sono un divoratore di social in realtà, e men che meno un "pubblicatore"...).

Su Facebook puoi creare dei gruppi moderati. Su Facebook e su Instagram puoi impedire che i tuoi contenuti vengano commentati e puoi bloccare utenti. Non conosco le opzioni su Twitter, forse è quello più debole da questo punto di vista, ma leggo che stanno lavorando ad un sistema di moderazione. Leggo di tanti noi che non possono andare ad insultare Pistocchi perchè son stati bloccati. .asd 

Puoi "moderare" anche lì in vario modo, in sostanza. Il problema grosso è che moderare costa tempo e fatica, come potranno testimoniare i nostri mod qua dentro .asd . Il posto rimane pulito perchè c'è chi pulisce, e bisogna pure trovare i giusti equilibri. Un posto troppo moderato rischia poi di soffocare. 

 

Ciao carissimo!

 

Probabilmente oltre a costare fatica, può anche essere deleterio per chi vende sopra pubblicità; sia per chi "punisci" che per chi soffre la troppa censura.

Eclatante, uscendo dal campo dei social puri e semplici, il caso dei siti dei giornalacci sportivi online. Hanno sotto gli articoli commenti allucinanti, a volte anche dei supporter bianconeri per dovere di cronaca, senza che nessuno intervenga. Non serve spiegare che ai giornali il traffico di gente che continua a visitare la pagina per insultarsi, genera introiti pubblicitari e probabilmente anche per questo preferisce evitare di avere una persona preposta a cancellare tutto, lasciando piuttosto tutto alla deriva e lavandosene le mani con un piccolo disclaimer sulla non responsabilità da fare accettare a chi si iscrive.

Detto questo Allegri è libero di fare quello che vuole, sicuramente prendere insulti gratuiti non è bello e probabilmente ha fatto bene, ma è palese che questa situazione lo ha un po' indispettito. Speriamo produca risultati positivi!

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 05-Oct-2008
64,168 posts
2 minuti fa, Linus74 ha scritto:

 

Ciao carissimo!

 

Probabilmente oltre a costare fatica, può anche essere deleterio per chi vende sopra pubblicità; sia per chi "punisci" che per chi soffre la troppa censura.

Eclatante, uscendo dal campo dei social puri e semplici, il caso dei siti dei giornalacci sportivi online. Hanno sotto gli articoli commenti allucinanti, a volte anche dei supporter bianconeri per dovere di cronaca, senza che nessuno intervenga. Non serve spiegare che ai giornali il traffico di gente che continua a visitare la pagina per insultarsi, genera introiti pubblicitari e probabilmente anche per questo preferisce evitare di avere una persona preposta a cancellare tutto, lasciando piuttosto tutto alla deriva e lavandosene le mani con un piccolo disclaimer sulla non responsabilità da fare accettare a chi si iscrive.

Detto questo Allegri è libero di fare quello che vuole, sicuramente prendere insulti gratuiti non è bello e probabilmente ha fatto bene, ma è palese che questa situazione lo ha un po' indispettito. Speriamo produca risultati positivi!

 

 

Ciao sefz

Sì, poi i casi sono tutti diversi gli uni dagli altri.

C'è anzi chi sulla negatività ci campa, perchè o per lui sono importanti i numeri o perchè gli fa gioco passar per "vittima".

 

Nel caso specifico di Allegri, non lo seguivo e non so cosa scrivesse, ma non veniva riportato granchè qui dentro, a memoria due righe dopo ogni partita, ossia un post alla settimana. 

Se quella è la mia "attività" su un social, a fronte di dover perder ore a dover gestire centinaia di messaggi di roba inutile (insulti, ma anche critiche di cui non me ne faccio nulla o banali sfoghi), chiudo tutto, che me ne frega. .asd 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 09-Apr-2008
18,375 posts
3 hours ago, Aut said:

menefreghismo puro del mister lol

piu' che menefreghismo il suo ragionamento e' stato: non lo uso mai, se dev'essere una bacheca per prendermi delle peggio cose, vi vo in c**o e chiudo tutto .asd 

 

dagli torto

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 30-May-2006
198 posts

Ha fatto bene. E' un professionista, ha vinto molto, sta chiudendo un ciclo di vittorie (8 scudetti di fila) che costituiranno un record insuperabile per i prossimi 2 secoli. Non è maestro di calcio; per lui conta vincere, punto. Personalmente non mi piace ma riconosco la sua lucidità in certe situazioni; dopo uno 0-3 in casa i grandi maestri nostrani avrebbero mandato a madrid la primavera, lui quasi la rimonta. Chi non riconosce nulla del suo lavoro è un idiota, se poi lo fa sui social è un idiota da tastiera che è anche peggio. Purtroppo i social hanno il difetto di trasformare topi in leoni.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...