Jump to content

lerch

Tifoso Juventus
  • Content Count

    778
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

376 Excellent

About lerch

  • Rank
    Juventino El Cabezon

Profile Information

  • Gender
    Male
  • Location
    Torino

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Qualche "giornalista" dice che sia peggio di calciopoli: sono d'accordo anche perché calciopoli è stato il nulla pneumatico costruito ad arte per distruggerci. Che poi le sentenze abbiano dimostrato che il campionato era regolare, che della grande cupola sia rimasto poi solo un arbitro peraltro per una partita che non ci riguardava, non frega niente a nessuno; l'obiettivo era stato raggiunto e va bene così. Il vero scandalo è la saldatura mediatico giudiziaria che sistematicamente colpisce noi ignorando tutti gli altri per fatti anche ben più gravi. Pensate ad esempio alle indagini sugli ultrà: da noi indagini su larga scala, gruppi rasi al suolo, trasmissioni televisive, ecc. Da altre parti morti, camorra, gruppi eversivi, ricatti, droga, risultato: qualche piccola indagine di piccolo cabotaggio e poco altro. In Italia quando ci siamo in mezzo noi vige un sistema che farebbe impallidire Goebbels: menzogne mai dimostrate diventati assiomi per la pervicacia di odiatori seriali che passano per essere portatori del vero. Ho avuto modo di criticare aspramente la società per quel che è stato fatto begli ultimi 4 anni; una realtà virtuosa è stata trasformata in una realtà penosa, errori che sono stati commessi per coprire altri errori. Sapendo di essere costantemente spiati, osservati, intercettati i nostri dirigenti avrebbero potuto evitare qualche manovra ardita e invece citando "tu sai chi" questi non imparano mai. Ma oggi siamo nuovamente sotto assedio. Non criticherò più la società se avrà il coraggio di difendersi con le unghie e con i denti, se avrà il coraggio di parlare chiaro e ad alta voce, se saprà essere altro rispetto al 2006. E noi prepariamoci ad indossare elmetto e armatura perché ci sarà da combattere.
  2. Nel frattempo nella Milano cartonata la digos ci spiega che gli ultrà hanno accompagnato gli altri curvaioli fuori dallo stadio regalando fiori e cioccolatini. Da quelle parti polizia e magistratura (evidentemente nelle giornate di riposo te li ritrovi allo stadio con sciarpetta e trombetta) non si muovono neanche quando atti delinquenziali vengono effettuati alla luce del sole.
  3. Il calcio come molte cose della vita segue leggi probabilistiche; puoi fare un gol tirando una volta in porta o non farlo tirando 10 volte in porta, ma le probabilità che ciò accada è molto bassa. La probabilità che una quantità abnorme di infortuni sia solo frutto del caso e non di una preparazione sballata, di allenamenti sballati, di tattica sballata è più o meno la stessa che stasera bussi alla mia porta Jessica Alba seminuda.
  4. Se avete occasione e voglia di farvi ulteriormente del male andatevi a guardare una partita allo stadium; ho avuto occasione di farlo (per fortuna) solo una volta quest'anno contro lo Spezia. Osservate i movimenti di squadra sia offensivi che difensivi (alla tv non si percepiscono così bene); è impressionante vedere il livello di imprecisione e disorganizzazione in qualunque cosa facciano, dai tentativi comici di pressing, alle uscite difensive, al semplice giro palla. In questo momento, al di là della condizione fisica che è un altro problema che andrebbe molto ben indagato, non esiste altro che qualche giocata dei singoli che ogni tanto provano a ribellarsi contro lo stato di frustrazione in cui versa questa squadra tutte le volte che gli avversari si accorgono di chi hanno o, meglio, non hanno di fronte. La "fase difensiva" di questa squadra è semplicemente ridurre le dimensioni del campo ai 20 m davanti la nostra porta per una semplice legge che dice che per aumentare la densità basta ridurre gli spazi. Questi non conoscono altro. Poi, quando trovano un avversario come il benfica che è in grado di palleggiare anche in spazi ristretti ai nostri poveri malcapitati il mondo crolla addosso. Io credo che se i portoghesi, che spesso si credono brasiliani senza esserlo, avessero continuato con il gioco lineare e asfissiante dei primi 60' anche negli ultimi 30', il risultato avrebbe preso dimensioni ben più che tennistiche. Invece il dio minore del calcio c'ha messo lo zampino e quasi la riprendiamo. Vorrei che nessuno si illudesse: chi deve avere dei rimpianti è il benfica che oggi è squadra di altra categoria rispetto alla juve e che avrebbe meritato di marcare altre 3 o 4 reti. Concludo dicendo che grossomodo il benfica costa un quarto in termini di stipendio della juve a partire dal suo allenatore. E dalle nostra parti non c'è neanche un bambino a far notare che il re è nudo.
  5. Di Maria o non Di Maria, lo scrivevo la scorse estate (col senno del poi son tutti capaci) che questa era l'ennesima campagna acquisti da ubriachi. E' ormai evidente l'ennesimo tentativo disperato di una dirigenza che è evidentemente consapevole della propria incompetenza di lasciare anche il pallino del mercato nelle mani di allegri. Allegri che non è nè direttore sportivo nè allenatore (e un discreto gestore e nulla più) ha puntato su profili dal solido passato (gli unici evidentemente che conosce) ma dal presente molto dubbio. Con Pogba, Di Maria e Paredes non vai da nessuna parte se dietro non c'è una realtà molto solida che in questo momenti non c'è. Per tornare a Di Maria: ci ha fatto capire PRIMA che sarebbe andato più volentieri altrove, che l'obiettivo stagionale è il mondiale e che il suo sogno per il futuro era ritornare in Argentina. Ripeto: se hai già lo squadrone e ti serve la ciliegina per raggiungere l'obiettivo l'azzardo avrebbe avuto un senso; in questa situazione è una cosa insensata e folle e i responsabili andrebbero cacciati a calci. Temo che finche ci sarà Agnelli al vertici non ci siano speranze di rilancio.
  6. Il dislivello tecnico, tattico, fisico e motivazionale visto ieri sera è qualcosa di deprimente; con questa gente al comando non c'è luce in fondo al tunnel perché ormai non viaggiamo nemmeno in prima si va direttamente in retro. La cosa davvero incomprensibile è che il naufragio ormai quasi certo non si faccio neanche un tentativo di cambiare la rotta.
  7. Faccio fatica a ricordare 70 min di vergogna e umiliazione come stasera; poi i 20 minuti che consentiranno all'incompetente livornese di raccattare qualche scusa e al presidente ectoplasma di perseverare in questo errore ormai tragicomico.
  8. Sono sempre più convinto che gran parte della responsabilità sia di allegri; guardatevi con attenzione il primo tempo con l'empoli tanto per non scomodare partite disastrose. I movimenti di reparto sono spesso sballati o mal coordinanti e questo costringe i giocatori a movimenti forzati e innaturali per coprire spazi o recuperare il pallone. Poi c'è sicuramente la preparazione, la fragilità dei singoli, ecc.
  9. Non è una partita o, meglio, un tempo che mi fa cambiare idea su Allegri (che dovrebbe essere da tempo a mangiar granite a Livorno) ma devo dire che è la prima volta quest'anno che vedo dei movimenti di reparto che ricordano vagamente una squadra di calcio. Nel secondo tempo qualche buona azione non classificabile come "giocata" del singolo s'è fatta e con onestà intellettuale occorre ammetterlo.
  10. Sul futuro allenatore non possedendo sfere di cristallo tutti possiamo avere torto o ragione. Non sono per i cavalli di ritorno che mediamente da noi falliscono, non sono per profili ipermilionari perchè non ce li possiamo permettere e non solo per salti nel vuoto in stile gasperini perchè visti i soggetti che bazzicano la continassa rischia di dar fuoco agli spogliatoi dopo una settimana. Mancini ha il giusto background, ha uno standing juventino e costerebbe meno di allegri. Che non verrebbe da noi per continuare a guardare giocare gli altri per 11 mesi l'anno non ne sono poi così convinto. Ovviamente è un parere personale
  11. La mia era una battuta facile prendendo in prestito quanto hai scritto. Ovviamente senza ricorrere a forme di violenza una contestazione più calda sarebbe auspicabile almeno quanto il licenziamento del suddetto elemento
  12. Vero, ma una società civile l'avrebbe già licenziato da un pezzo.
  13. AA si vergogna e non agisce, i giocatori si scusano e si vergognano ma non giocano a calcio, MA non si scusa e non si vergogna (e come potrebbe visto che si becca 7 fischioni per stare halmo e non fare un hazzo). Azioni zero un po' come la squadra, ritiro farsa, ma lo stadium costa il doppio o triplo di tutti gli altri e qualcuno ha pure il coraggio di andarci. Alla fine mi spiace ammetterlo ma gli idioti siamo noi che soffriamo per questa manica di pidocchi.
  14. Le premesse vanno bene la conclusione no. Proprio perché andrebbe a giocarsi una coppetta sintetica che non vale nulla ci rinuncerebbe volentieri e proprio perché siamo nella melma fino al collo sa che partendo dal basso è più facile risalire. Chi vive a Torino come me sa che la città sa essere indifferente (ahime) sia alle sconfitte quanto alle vittorie ed è pertanto l'ambiente ideale per ripartire. Da altre parti allegri girerebbe con la scorta qui si va a fare tranquillamente colazione al bar e gli chiedono pure l'autografo. Non per niente questa è la città dei bogianen (in senso negativo sta volta)
  15. Penso anch'io che se lo siano scritti da soli o l'abbiano commissionato a qualche "drugo" in cambio di 3 biglietti di curva sud. L'"agnelli vattene" è un palese diversivo. Ogni essere senziente sa che la situazione è allo sfascio e che non basta la rimozione dell'ominicchio di livorno per risanarla; ma non far nulla è peggio e non potendo licenziare in blocco tutta la squadra e il management l'unica cosa sensata è rimuovere la metastasi livornese. Continuo a pensare che un allenatore nuovo, senza andare a scomodare profili costosi, potrebbe ripristinare un po' di serenità, motivazione e condizione fisica tanto da raggiungere il 4 posto e ripartire il prossimo anno. Io un nome l'avrei; so che è inviso a molti per svariati motivi, ma è in grado di far giocare decentemente una squadra vedendola 15 giorni l'anno e in fondo al suo cuore c'è un po' di bianconero. Parlo di Mancini.
×
×
  • Create New...