Jump to content

lerch

Tifoso Juventus
  • Content Count

    822
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

417 Excellent

About lerch

  • Rank
    Juventino El Cabezon

Profile Information

  • Gender
    Male
  • Location
    Torino

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Mah sarà come dite voi ma l'"affare" Alcaraz in periodo in cui so poteva incidere prendendo un buon centrocampista alimenta grossi dubbi. Al momento l'apporto di Giuntoli alla Juve classifica alla mano, è vicino allo zero
  2. Accanirsi su questo allenatore, su questi giocatori, su questa società è ormai un esercizio totalmente inutile. Il vero tifoso (e io lo sono) tifa e ama a prescindere ma quando la palla è ferma non ci si può esimere dal fare alcune considerazioni. L'origine dei mali credo sia ormai chiara a tutti: scelte dissennate, totalmente incomprensibili fatte da AA e Paratici (a partire dalla rimozione di Marotta). Il contratto quadriennale di Allegri è paradossale; qualunque tifoso juventino avrebbe fatto al massimo un biennale con possibilità di rinnovo, i 4 anni sono ingiustificati e ingiustificabili. Lui ovviamente difende il suo contratto come un mantra; ha capito che la Juve non ha la forza economica e forse neanche la volontà di rimuoverlo, per cui si va avanti così con l'obiettivo champions, l'unico reale e credibile di questa fase della nostra storia. Nessun interesse nel costruire un'idea di gioco, nessuna certezza nel reale valore della mitologica nex-gen, c'è solo un continuo traslare gli obiettivi alla stagione successiva nella speranza di avere qualche euro in più. Non credo che quei pochi giocatori di valore che abbiamo siano molto contenti: giocare nella Juve di oggi significa votarsi in modo quasi certo ad obiettivi minimi con speranze pressoché nulle sia di vincere qualcosa di significativo. Temo che molti di loro si stiano guardando intorno. Anche il "grande" Giuntoli mi sembra ormai molto ben inserito in questo andazzo. Al netto di qualche coppa italia temo che il convento passerà questa sbobba: vincere è l'unica cosa che conta? Non credo che l'assù in alto ci credano molto.
  3. Nessun odio, anzi... Per dirla come Allegri esistono le categorie sia per le squadre che per i giocatori. Per come è adesso la sua categoria non è quella della Juve. Continuo a pensare che, vista la situazione di classifica, un backup a centrocampo ci potrebbe potrebbe dare qualche chances in più. Il fatto che non facciano nulla è sintomo che la situazione economica è molto problematica
  4. Manca come l'aria un centrocampista in grado di gestire il pallone e verticalizzare rapidamente; al momento essere dove siamo è un mezzo miracolo, ma se mettiamo il pezzo mancante in rosa lo scudetto diventa un'ipotesi concreta. I pidocchi sono lì a 2 punti, nonostante l'impegno di Gravina&C, sono lì vicini vicini tanto che si sente il tanfo delle loro mutande. Non conosco la reale situazione economica, ma io ci proverei.
  5. Hai centrato il punto. Posso tollerare quasi tutto della situazione attuale: il ridimensionamento degli obiettivi, il non gioco di Allegri, giocatori miracolati che indossano una maglia che in altri tempi avrebbero visto solo in tv, ma la dignità non si baratta per un caxxo di posto in UCL. Molte scelte fatte sono state sbagliate: dalla rimozione di Marotta alla superlega fino alla sottovalutazione della potenza e della spregiudicatezza dei nostri nemici. Ma oggi si è passato il segno: ai tempi del var non possono far passare sotto silenzio gli interventi di Malinovskyi e Berardi, così come tutte le oscenità della cosiddetta "giustizia" sportiva che penalizza noi per le plusvalenze e non penalizza, ad esempio, i folkloristici per l'affare Osimen. La remissività di questa società si riflette su squadra e allenatore. Di fronte a qualunque aggressione, arbitrale, mediatica, giudiziaria si tace sperando nella clemenza del nemico. Ma questi nemici sono Hamas; non vogliono batterci sul campo, vogliono cancellarci. Il motto FINO ALLA FINE è ormai poco più che un promemoria. Francamente dire che non mi riconosco più in questa società è poco. So che molti non condividono questo punto di vista ma la scorsa stagione era quella della svolta: scegliere da che parte stare o di qua o di là. Avrei accettato di buon grado la b e anche la c, ma avrei incatenato la federazione e i suoi sodali in una serie infinita di cause civili; del campionato italiano sarebbero rimaste solo le macerie e alla fine qualche testa sarebbe saltata. Per restare all'attualità non posso concepire che delle *****e di parlamentari o di giudici possano dire quello che dicono senza che la società non abbia nulla da ribattere, così come non posso accettare che un allenatore parli di soggettività dopo che un avversario abbia attentato all'incolumità di un tuo giocatore. Cosa c'è di più oggettivo dell'intervento di Malinovskyi ?!? Cornuti e mazziati questa è il nostro status nell'era Elkann. Ripeto: io non mi ci riconosco.
  6. Operazione complessivamente sbagliata; il ragazzo è tecnicamente grezzo e non migliora. Ci sono problemi evidenti ne controllo del pallone e nella rapidità di esecuzione che lo porta spesso a perdere il tempo della giocata; tutti aspetti che si possono allenare ma, al momento, sono ancora tutti lì. Se un giocatore così lo prendi a 30 e lo paghi 3 hai fatto un affarone, se lo prendi a 80 e lo paghi 9,10,.. hai preso un grande pacco. Al momento è incedibile per evitare una importante minusvalenza per cui, visto come gioca la squadra, cercherei di recuperarlo alla causa magari con un ruolo più simile al centro boa per favorire gli inserimenti degli esterni.
  7. Ieri sera mi sono fatto forza e ho guardato tutta la partita: primo tempo discreto con Chiesa e Vlahovic spettatori non paganti; quest'ultimo è ormai un caso e mi ricorda sempre di più Bernardeschi: una partita buona tanto per rincuorare e 5 partite da chi l'ha visto. Il secondo tempo è dal film dell'orrore visto che è abbastanza chiaro che se avessimo spinto un po' di più il gol della sicurezza l'avremmo fatto. E invece no, tutti in dietro a farsi palleggiare in faccia dal Monza, senza una ripartenza degna di questo nome, con Sczesny a fare da regista basso, con tentativi di pressing patetici in cui mancava sistematicamente la presenza di uno o due giocatori. E poi il gol del 95, con la forza e la classe di Rabiot e le palle di Gatti che ha deciso che in mancanza di una punta appena decente forse era il caso che ci provasse lui. Su questa squadra pesa come un macigno la stagione scriteriata di Paratici, con giocatori strapagati che probabilmente non valgono la metà di quanto pagati, ma c'è un limite: ieri sera sarebbe bastata un po' di garra, tipo quella mostrata al 95, per portarla a casa senza patemi. E nel calcio spesso la fortuna gira. Alla fine comunque ho goduto, non tanto per la vittoria quanto al pensiero delle zecche nerazzurre, lì col pisello in mano reso moscio da Rabiot prima ancora che potesse diventargli duro.
  8. È uno dei pochi che salta l'uomo per cui allegri non lo vede...magari rischia di vincere con 2 gol di scarto
  9. E' nella sua confort zone, blindato da un contratto demenziale per lunghezza, somma e assenza della controparte, la società, mai così distante. Questa Juve è mediocre, ma l'idea di entrare in campo con l'atalanta con lo zero a zero come massimo obiettivo è nauseante e di questo lui è il massimo responsabile. Nonostante la passione incrollabile è ormai da tempo che fatico a vedere fino in fondo una partita che mi sembra sempre più un esercizio di masochismo. Forse in molti non condivideranno il mio sentimento, ma vista la probabilità nulla o quasi di vincere, forse è meglio perdere giocando che pareggiare non giocando.
  10. Mi aspetterei almeno che qualcuno parlasse quando ci prendono a pesci in faccia, invece siamo al solito silenzio imbarazzante
  11. La nostra rosa è mediocre, direi dal 4 al 7 posto. Per entrare nelle 4 ci vorrebbero in ordine di priorità altre componenti: allenatore, società, tifo. La prima e la terza mancano clamorosamente, sulla seconda, data la new entry Giuntoli, mi esprimerò più avanti anche se ieri, dopo il casino inscenato dal bologna, due parole me le sarei aspettate.
  12. Provo una tristezza infinita: impotenti in società, impotenti in campo, impotenti sugli spalti. Come si sia passati dall'essere quasi imbattibili, almeno in casa, con un gran tifo allo stadium è rispettati in Europa ad essere un surrogato del torino, ancora fatico a spiegarmelo. In questo momento siamo il nulla e, temo, che a soffrire di questo siamo solo noi tifosi
  13. So che non è possibile disporre dei soldi degli altri, ma visto quello che sta succedendo lo stadio vuoto contro il milan sarebbe un bel segnale. Del resto quello che gli aspetta è un un'obbrobrio stile Empoli per cui..
  14. Ha diritto di cittadinanza in una juve derelitta come in questo momento; in una juve appena appena normale non vedrebbe il campo neanche col binocolo. Dare in prestito nella speranza che cresca ma temo che non sarà mai giocatore di livello
  15. Quando il livello si alza lui sparisce. Il suo pregio è l'età che non è un merito. Se pensiamo di ripartire da gente così dopo aver perso l'europa che conta perderemo anche l'Italia che conta
×
×
  • Create New...