Jump to content
Gian8Marchisio

È morto Pietro Anastasi

Recommended Posts

Joined: 04-Aug-2005
41,803 posts
2 ore fa, Maidomi ha scritto:

Non so se questo filmato è già stato postato, ma voglio postarlo lo stesso con le mie considerazioni

 

 

per chi è troppo giovane e non ha avuto la fortuna di vederlo giocare in questo filmato c’è tutto quello che era Pietro e cosa rappresentava per noi. L’esultanza genuina dopo il goal, spontanea, vera, mai costruita. Il goal al Verona quando tranciato da dietro invece di buttarsi come avrebbero fatto il 99.9% dei calciatori attuali si rialza e beffa il portiere. Il goal all’Atalanta con sombrero e tiro al volo. Le rovesciate contro Milan e Cagliari. Ma il vero Pelè bianco è quello del penultimo goal della serie, il goal contro l’Inter in Coppa Italia. Lì si vede il giocatore che faceva impazzire la curva. La rapidità, la tecnica... un grandissimo giocatore e una persona umana, schietta, genuina. Uno di noi fino alla fine.

Ciao Pietro, RIP

 

bellissimi i gol, tutti pesanti, tra l'altro col sottofondo di un grande della musica come rino gaetano, ma questa è un'altra storia...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 04-Apr-2006
119,053 posts

ROBERTO BETTEGA "IL MIO MINUTO DI SILENZIO É COMINCIATO QUANDO HO APPRESO DELLA SCOMPARSA DI PIETRO"

 

funerali-anastasi-alle-15-30-la-cerimonia-alla-basilica-di-san-v-80883-0

 

FONTE

 

 

Un appuntamento che tutti avremmo voluto evitare, ma che raccoglie comunque le tante persone accorse a Varese per l'ultimo saluto a Pietro Anastasi. Deceduto lo scorso 17 gennaio, Anastasi ha perso a 71 anni la sua personale battaglia con la Sla. Una malattia di cui non sapeva di essere affetto, come ha rivelato la moglie, ma che ha provato a combattere con la stessa umiltà con cui segnava i suoi gol in maglia bianconera. 

 

Alla Basilica di San Vittore, sono accorsi in tanti per stare ancora vicino a Pietruzzu, l'uomo venuto dal Sud che ha saputo conquistare il Nord con la palla tra i piedi: a partire da Roberto Bettega, compagno di squadra per sei stagioni alla Juventus.

 

 

 

 

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 24-Jun-2006
7,928 posts
4 ore fa, Maidomi ha scritto:

Non so se questo filmato è già stato postato, ma voglio postarlo lo stesso con le mie considerazioni

 

 

per chi è troppo giovane e non ha avuto la fortuna di vederlo giocare in questo filmato c’è tutto quello che era Pietro e cosa rappresentava per noi. L’esultanza genuina dopo il goal, spontanea, vera, mai costruita. Il goal al Verona quando tranciato da dietro invece di buttarsi come avrebbero fatto il 99.9% dei calciatori attuali si rialza e beffa il portiere. Il goal all’Atalanta con sombrero e tiro al volo. Le rovesciate contro Milan e Cagliari. Ma il vero Pelè bianco è quello del penultimo goal della serie, il goal contro l’Inter in Coppa Italia. Lì si vede il giocatore che faceva impazzire la curva. La rapidità, la tecnica... un grandissimo giocatore e una persona umana, schietta, genuina. Uno di noi fino alla fine.

Ciao Pietro, RIP

 

Grazie Maidomi.

Di destro di sinistro, da fuori, sottoporta, di rapina ed in acrobazia, gocatore completo. Poi mi vengono a dire "eh ma era un altro calcio" si come no, era un altro calcio, perchè il livello medio era elevato ed anche il tasso tecnico era mediamente più elevato rispetto ai pedatori di oggi. So che qualcuno sbuffando mormorerà "Che Palle!" ma io gli Anastasi, i Causio, ma anche i Bulgarelli, gli Antognoni ed i Savoldi per non parlare dei Best dei Muller o dei Keizer, in giro non ne vedo molti.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 07-Apr-2019
15,066 posts

Ciao campione R.I.P

Vinceremo ancora una volta per te !

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 24-Oct-2006
8,430 posts

Da qualunque parte guardo tutta la vicenda, (malattia, ospedale, sla, lega calcio, tv, giornali, storia del calcio gobbo, storia del calcio italiano, storia del paese, ecc, ecc, ecc, ecc) , è tutto uno strano labirinto di emozioni contrastanti. 

Sono senza parole, da tutti i punti di vista. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 24-Oct-2006
8,430 posts

Questa foto che aveva sempre nel portafoglio però vale più di mille parole. 

Da non crederci. Destino totale, robe da film. 

 

EOkzz4AW4AYIKfK.jpg

  • Like 2
  • Thanks 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 19-Aug-2008
16,340 posts
9 ore fa, Arminius ha scritto:

 

Grazie Maidomi.

Di destro di sinistro, da fuori, sottoporta, di rapina ed in acrobazia, gocatore completo. Poi mi vengono a dire "eh ma era un altro calcio" si come no, era un altro calcio, perchè il livello medio era elevato ed anche il tasso tecnico era mediamente più elevato rispetto ai pedatori di oggi. So che qualcuno sbuffando mormorerà "Che Palle!" ma io gli Anastasi, i Causio, ma anche i Bulgarelli, gli Antognoni ed i Savoldi per non parlare dei Best dei Muller o dei Keizer, in giro non ne vedo molti.

Concordo. Inoltre all'epoca i difensori erano molto più liberi di menarti senza essere espulsi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 19-Aug-2008
16,340 posts
7 ore fa, CRAZEOLOGY ha scritto:

Questa foto che aveva sempre nel portafoglio però vale più di mille parole. 

Da non crederci. Destino totale, robe da film. 

 

EOkzz4AW4AYIKfK.jpg

Struggente

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 04-Apr-2006
119,053 posts

Il tackle benedetto di Claudio Gentile

Il tackle benedetto di Claudio Gentile

 

FONTE

 

 

Funerali di popolo per un campione amato dal popolo, aveva annunciato ieri Tuttosport. E così è stato. Una cerimonia commossa, sobria, quasi pudica, come l’applauso che ha accolto il feretro nella basilica di San Vittore gremita di fedeli e ne ha salutato l’uscita sul sagrato, dove altre centinaia di persone hanno reso omaggio a Pietro Anastasi. Chissà se Paolo Dal Pino, neopresidente della Lega calcio di A, sa chi sia stato Pietro Anastasi. Chissà se lo sa. Ieri, anzichè rappresentare a Varese le venti società che l’hanno eletto e salutare uno dei più grandi attaccanti degli ultimi quarant’anni, ha ritenuto più importante concionare 59 km più in là, in Via Rosellini, a Milano, sulla «trasformazione della Lega in una media company attiva su scala internazionale, dove media company non significa fare un canale, ma significa avere un’attitudine, una modalità con cui affrontare la vita quotidiana del calcio». Ecco, bravo, la vita quotidiana del calcio. Il calcio intriso di passione e di rispetto che Pietro Anastasi ha onorato nel modo migliore, mentre il calcio non ha onorato Pietro Anastasi nel modo migliore, negandogli quel tributo generale, quel minuto di silenzio osservato soltanto all’Allianz Stadium di Torino e allo stadio di Via del Mare a Lecce.

 

Una negligenza imperdonabile. Altro che dettare alle agenzie una nota «sul migliore coordinamento necessario in futuro su temi simili», come ha fatto Dal Pino ieri sera, aggiungendo: «Sono appena arrivato, non voglio soffermarmi su eventuali intoppi burocratici». Eh? Il mancato tributo ad Anastasi è scaturito da «eventuali intoppi burocratici?». Vada a dirlo alla gente di Varese, ai milioni di tifosi addolorati per Pietro, a Claudio Gentile e benedetto sia il suo tackle verbale. Per non dire di una Federazione che rinvia addirittura al 27 marzo, a Wembley, il ricordo del Campione d’Europa, anziché ordinare già sabato mattina il minuto di silenzio su tutti i campi. Bastava un tweet, vero Gravina? Ieri, c’era solo un impegno da rispettare: l’ultimo saluto ad Anastasi. Tutto il resto non contava. Tutto il resto è fuffa.

 

Xavier Jacobelli

  • Like 3
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 26-Jul-2006
1,994 posts

Lo hanno già fatto in molti, a cominciare da Jacobelli, giornalista che non mi piace , troppo propenso  come si diceva una volta, a "legar l'asino dove vuole il padrone"

ma al quale do atto, doverosamente, di essere stato uno dei primi, a sottolineare, su "Tuttosport" lo schifo rappresentato dai tanti , Lega e Federcalcio "in primis"

che hanno dimenticato completamente di ricordare, fosse pure con un modesto minuto di silenzio, o qualche semplice parola, il grande Anastasi.Lo hanno fatto in

molti, dicevo, ma quando era ormai tardi e il tutto suonava   tanto inutile quanto, per l'appunto,sgradevolmente tardivo.Rimangono per fortuna,, a sottolineare,

ancora di più la loro ipocrisia, le parole e i ricordi e i fatti di coloro che qualcosa hanno fatto e a tributargli l'ultimo addio, c'erano.Rimane il buio dello "Stadium, ma

rimane anche il ricordo indelebile di chi come me , ha ormai anni abbastanza, per poter raccontare di averlo visto giocare dal vivo.Sia pure una volta sola.

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 20-May-2006
70 posts

Ho sessantuno anni. Ti ho vissuto in pieno. Sei stato la mia giovinezza juventina. Qualsiasi cosa potessi mai scrivere non sarebbe degna di Te, come non ne è degna questa federazione che si dimostra sempre ostile ai nostri colori. Ti ho anche incontrato una volta, in piazza mercato a Varese. e ricordo ancora l'emozione (ti ho lasciato un parcheggio) quando ho visto che eri tu. Non ti dimenticherò mai.

Marco.

Edited by iamthesea
correzione
  • Like 6
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 24-Jun-2006
7,928 posts
6 ore fa, Moeller 73 ha scritto:

Concordo. Inoltre all'epoca i difensori erano molto più liberi di menarti senza essere espulsi.

 

Ma tanto fanno spallucce, perchè per alcuni, e lo posso anche capire, il calcio inizia con circa un secolo di ritardo. Tutto quello che c'è stato prima, è non è poco, anzi, è relegato in soffitta come fosse roba uscita dal baule ammuffito di qualche vecchio rincoglionito. Ed invece, per me il calcio, un certo tipo di calcio, non quello delle TV o quello delle divise da palio regionale, degli espertoni buoni solo a chiacchierare da perfetti principi del nulla, quel calcio, che iniziava e finiva in campo, muore una sera di fine maggio in un fatiscente stadio belga. I Berlusconi, gli Emiri, i Blattler, i Murdoch ed i procuratori senza scrupoli (grazie Bosman!) hanno fatto il resto.

Per quanto riguarda il comportamento della federazione, sto aspettando le scuse, che come sempre arriveranno come consuetudine in ritardo.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 18-Oct-2008
62,245 posts

:sventola::sventola::sventola::sventola:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 26-Jul-2006
1,994 posts
20 ore fa, Arminius ha scritto:

 

Ma tanto fanno spallucce, perchè per alcuni, e lo posso anche capire, il calcio inizia con circa un secolo di ritardo. Tutto quello che c'è stato prima, è non è poco, anzi, è relegato in soffitta come fosse roba uscita dal baule ammuffito di qualche vecchio rincoglionito. Ed invece, per me il calcio, un certo tipo di calcio, non quello delle TV o quello delle divise da palio regionale, degli espertoni buoni solo a chiacchierare da perfetti principi del nulla, quel calcio, che iniziava e finiva in campo, muore una sera di fine maggio in un fatiscente stadio belga. I Berlusconi, gli Emiri, i Blattler, i Murdoch ed i procuratori senza scrupoli (grazie Bosman!) hanno fatto il resto.

Per quanto riguarda il comportamento della federazione, sto aspettando le scuse, che come sempre arriveranno come consuetudine in ritardo.

 

Considerato quanto si è visto fino a questo momento, ti rivolgo- e senza la benchè minima intenzione ironica ( ci mancherebbe!!) una domanda: sei poi

così sicuro che arriveranno??? Io, personalmente, pur sperandolo, al di là del fatto che, come ho anche scritto più sopra , e tu stesso ben sottolinei, sarebbero

comunque ormai irrimediabilmente tardive,non ci conto granchè.Anche perchè, chi dovrebbe rivolgerle, facendolo solo ora, si esporrebbe ad un'inevitabile squallida

figuraccia .Scomoda, scomodissima e quindi da evitarsi con cura.Comunque vedremo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 03-Jun-2005
40,822 posts

Quanti bei post, grazie ragazzi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 24-Jun-2006
7,928 posts
2 ore fa, diamond ha scritto:

Considerato quanto si è visto fino a questo momento, ti rivolgo- e senza la benchè minima intenzione ironica ( ci mancherebbe!!) una domanda: sei poi

così sicuro che arriveranno??? Io, personalmente, pur sperandolo, al di là del fatto che, come ho anche scritto più sopra , e tu stesso ben sottolinei, sarebbero

comunque ormai irrimediabilmente tardive,non ci conto granchè.Anche perchè, chi dovrebbe rivolgerle, facendolo solo ora, si esporrebbe ad un'inevitabile squallida

figuraccia .Scomoda, scomodissima e quindi da evitarsi con cura.Comunque vedremo.

 

Guarda, per come la penso io, la figuraccia e che figuraccia, l'hanno già fatta, al di la delle scuse, che come giustamente sottolinei, al momento non avrebbero alcun significato se non quello di evidenziare quanto sta gente sia lontana da ogni tipo di empatia, rispetto e buon senso. Sta gente e non mi riferisco solo a chi siede e prende decisioni i FIGC, è anni luce distante da quei principi minimi che regolano le relazioni sociali, hanno in testa solo i loro interessi di parte o personali, infischiandonese se fanno o meno figure di M***A, se ne fregano per il semplice motivo, perchè neanche se ne accorgono, sono come quelli che pestano la cacca del cane e la portano in macchina, non sentono neanche la puzza. Ecco perchè non mi stupirei se qualcuno di questi signori fosse spedito a fare delle scuse, che come ripeto avrebbero scarsissimo significato in primis perchè la caduta di stile è grossolana e imbarazzate e secondo perchè scusarsi adesso avrebbe il sapore di una cosa forzata e senza spontaneità. Senza conatre che farebbe filotto con le dichiarazioni e le giustificazioni assurde che sono state divulgate

Questo tipo di comportamento maleducato e menefreghista mi suona tanto come se pochi di sti cafoni abbia solo una pallida idea di è stato Pietro Anastasi per il calcio italiano. Per gestire una federazione sportiva non c'è bisogno solo di manager capaci di strappare un contrattone alle televisioni o fare la ruota nelle occasioni importanti, serve gente che ama e conosce la storia dello sport, dare la FIGC a questi è come mettere la Franzoni a capo di un asilo nido.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 11-Mar-2009
51,769 posts

Riposa in pace grande Pietruzzu

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...