Jump to content
Sign in to follow this  
Bradipo76

De patientia

Recommended Posts

Joined: 05-Oct-2008
68,764 posts

Vengo da una serata dove, in più post, si chiede la pazienza per il lavoro dell'allenatore, programmazione di lungo corso, eccetera. 

Dopotutto il Liverpool ci ha messo tre, quattro anni per diventare quello che è diventato. Per insegnare il gioco moderno ci vuole tempo, parecchio tempo. 

 

Mi può star bene. Però mi vengono in mente un paio di considerazioni (copio-incollo da altri topic).

 

Se la  pazienza è una virtù che dobbiamo esercitare... perchè la concediamo solamente nei confronti dell'operato di Sarri ? Tutto il resto, quello dei dirigenti, le performance dei calciatori che devono integrarsi in una realtà nuova se sono nuovi acquisti, oppure che devono imparare un nuovo modo di giocare se sono vecchi, per questi bastano venti giorni di risultati un po' così  per esser messo tutto a M***A?

 

Il Liverpool ci ha messo x anni, ergo ha bisogno pure Sarri di x anni... Paratici però deve far tutto in una sessione di mercato ed i calciatori devono rendere in due gare altrimenti rimangono bocciati a vita?  

 

Come linea generale (non pretendo di riscontrarlo in tutti), vedo che chi cerca pazienza per l'allenatore è poi il primo a non applicarla su tutto il resto, ad andarci pesante sugli altri. 

 

Applicando il concetto in particolare alle cose di mercato.

 

Rifare una squadra in un'unica sessione di mercato, se diamo al verbo rifare il significato che intende il tifoso, ossia di cambiare 8 calciatori con altrettanti calciatori di rilievo (e mi sto tenendo basso) con lo scopo di essere subito competitivi ai massimi livelli, è all'atto pratico impossibile. 

Se si vuole la rivoluzione, bisogna anche essere disposti a subirne i tempi. Chiederei chi è disposto, e chi era disposto a giugno scorso, ad accettare i tempi che ci vogliono, quando gran parte delle persone che frequenta questo spazio virtuale ha dimostrato di andare in mood da manicomio dopo due partite perse in quindici giorni. 

 

L'anno scorso si è chiuso un ciclo di cinque anni, una lunghezza importante. E' quest'anno che è stato resettato il nostro tempo zero, per chi aveva bisogno e cercava una rivoluzione. Se ci vuole tempo, vi tocca aspettare. Ma aspettare tutti. 

 

Edited by Bradipo76
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 28-Jan-2011
3,556 posts

Pazienza? Qui siamo in corsa su tutti i fronti e molti vorrebbero dare fuoco a tutti, da Agnelli al raccattapalle. .asd

  • Like 1
  • Haha 5

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 01-May-2019
1,432 posts
20 minuti fa, juv897 ha scritto:

Pazienza? Qui siamo in corsa su tutti i fronti e molti vorrebbero dare fuoco a tutti, da Agnelli al raccattapalle. .asd

Ma quanto è bella la Juve .asd

 

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 07-Apr-2019
6,984 posts
15 minuti fa, juv897 ha scritto:

Pazienza? Qui siamo in corsa su tutti i fronti e molti vorrebbero dare fuoco a tutti, da Agnelli al raccattapalle. .asd

1849686050_C__Data_Users_DefApps_AppData_INTERNETEXPLORER_Temp_SavedImages_tumblr_ovdku0z6li1s2791bo1_540-1.gif.d6ea93bb750be74b8c31adee06f846b8.gif

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 16-Nov-2008
6,658 posts

Anche l’inda ha giocatori e allenatore nuovo...però sembrano insieme da anni

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 09-Jul-2007
21,537 posts

mi scuso, ma non ci sto

 

la pazienza ha senso se sei il liverpool, appunto, meglio ancora se "quel" liverpool

 

non se sei se la Juve e in particolar modo "questa" Juve

è stato detto che Allegri era una pila esausta: bene, anzi benissimo

ma da una squadra che è al vertice mi attendo che continui a restarci: si pazienta per crescere non per perdere le posizioni guadagnate in precedenza

 

Agnelli 'sto discorso provi a farlo agli azionisti

si raccomandasse a loro dicendo di non vendere le azioni mentre quelle crollano, di pazientare perché è un momento di transizione, ma che poi, grazie alle idee del nuovo amministratore delegato, le azioni risaliranno: vediamo che succede

 

ora qui nulla sta crollando e seppur con un andamento ondivago e sciupone siamo ancora in testa alla classifica avendo messo in mostra si e no il 10% del nostro presunto potenziale

però insisto, cioè ribadisco quanto scritto altrove: i problemi ci sono e per il momento nessuno è sembrato volersene fare carico, né avere idea di come risolverli (l'ennesimo infortunio di Costa è stata la goccia che ha fatto traboccare il mio vaso)

 

quindi pazienza 'n par de palle: se non bissano almeno quanto ottenuto da Max avranno fallito. punto

 

il che non cambia certo il fatto che sul mio sostegno la Juve potrà sempre contare

ma un conto è l'amore, altro la realtà dei fatti

 

  • Like 10

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 05-Oct-2008
68,764 posts
17 minuti fa, plotino ha scritto:

mi scuso, ma non ci sto

 

la pazienza ha senso se sei il liverpool, appunto, meglio ancora se "quel" liverpool

 

non se sei se la Juve e in particolar modo "questa" Juve

è stato detto che Allegri era una pila esausta: bene, anzi benissimo

ma da una squadra che è al vertice mi attendo che continui a restarci: si pazienta per crescere non per perdere le posizioni guadagnate in precedenza

 

Agnelli 'sto discorso provi a farlo agli azionisti

si raccomandasse a loro dicendo di non vendere le azioni mentre quelle crollano, di pazientare perché è un momento di transizione, ma che poi, grazie alle idee del nuovo amministratore delegato, le azioni risaliranno: vediamo che succede

 

ora qui nulla sta crollando e seppur con un andamento ondivago e sciupone siamo ancora in testa alla classifica avendo messo in mostra si e no il 10% del nostro presunto potenziale

però insisto, cioè ribadisco quanto scritto altrove: i problemi ci sono e per il momento nessuno è sembrato volersene fare carico, né avere idea di come risolverli (l'ennesimo infortunio di Costa è stata la goccia che ha fatto traboccare il mio vaso)

 

quindi pazienza 'n par de palle: se non bissano almeno quanto ottenuto da Max avranno fallito. punto

 

il che non cambia certo il fatto che sul mio sostegno la Juve potrà sempre contare

ma un conto è l'amore, altro la realtà dei fatti

 

 

Ci sta. Ognuno la intende a modo suo. 

Il punto principale del mio discorso, comunque, non è l'imporre di avere pazienza. Ma di applicarla coerentemente se si intende applicarla. 

 

Io stesso credo che non sia applicabile nel momento storico in cui siamo. Non siamo una realtà che viene "dai settimi posti", non siamo il Liverpool che inizia appunto il suo ciclo, per noi non vincere e non fare bene significa tornare indietro, non andare avanti. Non abbiamo nemmeno una realtà giovane sulla quale costruire. Abbiamo un gruppo di calciatori mediamente molto maturo, quello che ci puoi fare oggi è vincere, non costruirci un qualcosa per il futuro. Quello che ci fai oggi domani non te ne fai più nulla.

 

Non siamo al momento una realtà da lungo termine, nella sostanza. Certi cambiamenti vengono da una necessità, più che da una volontà. 

 

 

Edited by Bradipo76
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 19-May-2006
891 posts
38 minuti fa, plotino ha scritto:

quindi pazienza 'n par de palle: se non bissano almeno quanto ottenuto da Max avranno fallito. punto

 

Vedi la mia firma

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 09-Jul-2007
21,537 posts
13 minuti fa, Bradipo76 ha scritto:

 

Ci sta. Ognuno la intende a modo suo. 

Il punto principale del mio discorso, comunque, non è l'imporre di avere pazienza. Ma di applicarla coerentemente se si intende applicarla. 

 

Io stesso credo che non sia applicabile nel momento storico in cui siamo. Non siamo una realtà che viene "dai settimi posti", non siamo il Liverpool che inizia appunto il suo ciclo, per noi non vincere e non fare bene significa tornare indietro, non andare avanti. Non abbiamo nemmeno una realtà giovane sulla quale costruire. Abbiamo un gruppo di calciatori mediamente molto maturo, quello che ci puoi fare oggi è vincere, non costruirci un qualcosa per il futuro. Quello che ci fai oggi domani non te ne fai più nulla.

 

Non siamo al momento una realtà da lungo termine, nella sostanza. Certi cambiamenti vengono da una necessità, più che da una volontà. 

 

 

appunto

 

preciso che non ho assolutamente nulla in contrario alla svolta impressa dalla dirigenza alla, come vogliamo chiamarla, "filosofia di gioco" della Juventus

e nessuno mi impone nulla

dico solo che nel pianificare quello che vuoi essere e che sarai non puoi dimenticare quello che eri

 

se tu congedi un allenatore che lo scorso anno ha vinto uno scudetto non puoi pensare d'aver fatto progressi se il successore arriva secondo né, nel caso, puoi chiedermi di pazientare, perché nella fattispecie non vincere sarebbe l'esito finale di scelte errate, di banali errori di giudizio a monte, e non di scelte oculate razionalmente proiettate ad un futuro più o meno prossimo

nel caso di queste ultime uno può e forse deve avere pazienza, non certo nei confronti delle prime

nulla spiega più chiaramente degli umori del forum l'evoluzione della posizione della Juve nel giro di qualche mese

siamo passati da una situazione in cui lo scudetto valeva meno del trofeo moretti e una stagione senza champions era un flop ad una in cui… pazienza (casomai non si dovesse vincere)

ma qui la pazienza non c'entra

la pazienza la puoi invocare in un altro contesto, diversissimo da quello che ha portato all'esonero di Allegri e alla "rivoluzione" sarriana

es. non puoi prendere Sarri, "costringerlo" a fare di Costa il fulcro del suo gioco e al ventesimo infortunio dire: "pazienza"; no! hai semplicemente preso la decisione sbagliata (e molto probabilmente più d'una)


 

  • Like 4

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 09-Jul-2007
21,537 posts
1 ora fa, Yurijy ha scritto:

Vedi la mia firma

non si vede, cioè non c'è o non la visualizza, non so

 

pazienza .asd

 

:singer:

 

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 07-Apr-2019
6,984 posts

Patientia non era un giocatore colombiano, che si bombava una delle veline, negli anni 90 !?? .bah

Io direi di prenderlo in società.....

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 01-Jun-2005
6,540 posts

Mah.

mi pare che si sia passati dal dover avere pazienza che “a a gennaio vedremo” (Chiello dixit) al dover aver pazienza che “tra qualche anno vedremo”

 

La pazienza comunque mal si sposa con CR7 e il “voglio fargli vincere un altro pallone d’oro”.

 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 23-Feb-2006
1,034 posts

Posso capire "la pazienza" nel caso la società avesse preso un allenatore giovane e rampante (Ten Hag D'Aversa, De Zerbi), lavorando quindi sul medio-lungo termine anche in termini di mercato, ma hanno scelto un mister non proprio giovane e con una visione del calcio non flessibile, in più per sua stessa ammissione sta' aspettando la quota 100....

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 14-Mar-2007
7,406 posts

Il problema è che non è possibile il paragone tra le due realtà. Il Liverpool eran vent'anni che non concludeva un gazz. 

Noi siamo in un ciclo vincete da quasi un decennio e la sensazione è che quello che doveva essere l'apice del ciclo (lo sforzo enorme per cr7) sia stato gestito malissimo. 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 19-Aug-2008
16,264 posts
8 ore fa, Bradipo76 ha scritto:

Vengo da una serata dove, in più post, si chiede la pazienza per il lavoro dell'allenatore, programmazione di lungo corso, eccetera. 

Dopotutto il Liverpool ci ha messo tre, quattro anni per diventare quello che è diventato. Per insegnare il gioco moderno ci vuole tempo, parecchio tempo. 

 

Mi può star bene. Però mi vengono in mente un paio di considerazioni (copio-incollo da altri topic).

 

Se la  pazienza è una virtù che dobbiamo esercitare... perchè la concediamo solamente nei confronti dell'operato di Sarri ? Tutto il resto, quello dei dirigenti, le performance dei calciatori che devono integrarsi in una realtà nuova se sono nuovi acquisti, oppure che devono imparare un nuovo modo di giocare se sono vecchi, per questi bastano venti giorni di risultati un po' così  per esser messo tutto a M***A?

 

Il Liverpool ci ha messo x anni, ergo ha bisogno pure Sarri di x anni... Paratici però deve far tutto in una sessione di mercato ed i calciatori devono rendere in due gare altrimenti rimangono bocciati a vita?  

 

Come linea generale (non pretendo di riscontrarlo in tutti), vedo che chi cerca pazienza per l'allenatore è poi il primo a non applicarla su tutto il resto, ad andarci pesante sugli altri. 

 

Applicando il concetto in particolare alle cose di mercato.

 

Rifare una squadra in un'unica sessione di mercato, se diamo al verbo rifare il significato che intende il tifoso, ossia di cambiare 8 calciatori con altrettanti calciatori di rilievo (e mi sto tenendo basso) con lo scopo di essere subito competitivi ai massimi livelli, è all'atto pratico impossibile. 

Se si vuole la rivoluzione, bisogna anche essere disposti a subirne i tempi. Chiederei chi è disposto, e chi era disposto a giugno scorso, ad accettare i tempi che ci vogliono, quando gran parte delle persone che frequenta questo spazio virtuale ha dimostrato di andare in mood da manicomio dopo due partite perse in quindici giorni. 

 

L'anno scorso si è chiuso un ciclo di cinque anni, una lunghezza importante. E' quest'anno che è stato resettato il nostro tempo zero, per chi aveva bisogno e cercava una rivoluzione. Se ci vuole tempo, vi tocca aspettare. Ma aspettare tutti. 

 

Con Sarri non fai la rivoluzione. Potevi aspettare un Klopp, un Guardiola. Qui bisogna cercare un allenatore di prospettiva e in due anni cambiare tre quarti dei giocatori attuali.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 19-Aug-2008
809 posts
8 ore fa, Bradipo76 ha scritto:

Vengo da una serata dove, in più post, si chiede la pazienza per il lavoro dell'allenatore, programmazione di lungo corso, eccetera. 

Dopotutto il Liverpool ci ha messo tre, quattro anni per diventare quello che è diventato. Per insegnare il gioco moderno ci vuole tempo, parecchio tempo. 

 

Mi può star bene. Però mi vengono in mente un paio di considerazioni (copio-incollo da altri topic).

 

Se la  pazienza è una virtù che dobbiamo esercitare... perchè la concediamo solamente nei confronti dell'operato di Sarri ? Tutto il resto, quello dei dirigenti, le performance dei calciatori che devono integrarsi in una realtà nuova se sono nuovi acquisti, oppure che devono imparare un nuovo modo di giocare se sono vecchi, per questi bastano venti giorni di risultati un po' così  per esser messo tutto a M***A?

 

Il Liverpool ci ha messo x anni, ergo ha bisogno pure Sarri di x anni... Paratici però deve far tutto in una sessione di mercato ed i calciatori devono rendere in due gare altrimenti rimangono bocciati a vita?  

 

Come linea generale (non pretendo di riscontrarlo in tutti), vedo che chi cerca pazienza per l'allenatore è poi il primo a non applicarla su tutto il resto, ad andarci pesante sugli altri. 

 

Applicando il concetto in particolare alle cose di mercato.

 

Rifare una squadra in un'unica sessione di mercato, se diamo al verbo rifare il significato che intende il tifoso, ossia di cambiare 8 calciatori con altrettanti calciatori di rilievo (e mi sto tenendo basso) con lo scopo di essere subito competitivi ai massimi livelli, è all'atto pratico impossibile. 

Se si vuole la rivoluzione, bisogna anche essere disposti a subirne i tempi. Chiederei chi è disposto, e chi era disposto a giugno scorso, ad accettare i tempi che ci vogliono, quando gran parte delle persone che frequenta questo spazio virtuale ha dimostrato di andare in mood da manicomio dopo due partite perse in quindici giorni. 

 

L'anno scorso si è chiuso un ciclo di cinque anni, una lunghezza importante. E' quest'anno che è stato resettato il nostro tempo zero, per chi aveva bisogno e cercava una rivoluzione. Se ci vuole tempo, vi tocca aspettare. Ma aspettare tutti. 

 

Riflessioni in gran parte condivisibili: noi però siamo tifosi........e la Juve non è il Liverpool ma bensì società e squadra abituata ad essere dominante. Il paragone più pertinente, secondo me, è con il Real. Là in una situazione del genere, nata come tutti sappiamo da circostanze e decisioni non propriamente volute, l'allenatore salterebbe adesso.-

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 19-Aug-2008
16,264 posts
13 minuti fa, zart ha scritto:

Il problema è che non è possibile il paragone tra le due realtà. Il Liverpool eran vent'anni che non concludeva un gazz. 

Noi siamo in un ciclo vincete da quasi un decennio e la sensazione è che quello che doveva essere l'apice del ciclo (lo sforzo enorme per cr7) sia stato gestito malissimo. 

Ronaldo è arrivato quando poteva arrivare, ma purtroppo nel momento sbagliato in rapporto all'età e alla composizione della rosa. L'anno buono in chiave Champions era quello passato. Non penso ora che vinceremo la Champions con Ronaldo. Speriamo in seguito.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 19-Aug-2008
16,264 posts
1 minuto fa, Never Gives Up ha scritto:

Riflessioni in gran parte condivisibili: noi però siamo tifosi........e la Juve non è il Liverpool ma bensì società e squadra abituata ad essere dominante. Il paragone più pertinente, secondo me, è con il Real. Là in una situazione del genere, nata come tutti sappiamo da circostanze e decisioni non propriamente volute, l'allenatore salterebbe adesso.-

Il Liverpool ha vinto sei Champions. Non lo riterrei una provinciale. Certo rivincerà dopo una vita la Premier, ma avrei preferito avere sei Champions in bacheca e 5/6 scudi in meno.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 19-Aug-2008
16,264 posts
7 ore fa, Garby ha scritto:

Anche l’inda ha giocatori e allenatore nuovo...però sembrano insieme da anni

Anche noi con Lippi dopo 5/6 giornate iniziammo a volare. Non c'è una ricetta precisa. Per me con Conte avremmo vinto lo scudo e l'Inter sarebbe rimasta a mangiar polvere con Spalletti. Poi Conte ha i suoi limiti, ma mi stava bene che andasse a Milano se noi avessimo preso un allenatore forte. Invece il 17 maggio A.A. fa i proclami e poi un mese dopo si presenta con Sarri.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 19-Aug-2008
809 posts
5 minuti fa, Moeller 73 ha scritto:

Il Liverpool ha vinto sei Champions. Non lo riterrei una provinciale. Certo rivincerà dopo una vita la Premier, ma avrei preferito avere sei Champions in bacheca e 5/6 scudi in meno.

Si ma in Premier, ne converrai, non è come quà in Italia, dove la Juve ha sempre dominato ed è profondamente odiata per questo da tutti gli altri. In Inghilterra c'è una totale alternanza che, per esempio, in Spagna non esiste. Comunque tanto di cappello al Liverpool e pure io vorrei le 6 Champions.-

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 19-Aug-2008
16,264 posts
4 minuti fa, Never Gives Up ha scritto:

Si ma in Premier, ne converrai, non è come quà in Italia, dove la Juve ha sempre dominato ed è profondamente odiata per questo da tutti gli altri. In Inghilterra c'è una totale alternanza che, per esempio, in Spagna non esiste. Comunque tanto di cappello al Liverpool e pure io vorrei le 6 Champions.-

Dal 1992 il Man.Utd ha dominato. Prima dominava il Liverpool. Anche da noi mica abbiamo sempre vinto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 19-Aug-2008
809 posts
1 minuto fa, Moeller 73 ha scritto:

Dal 1992 il Man.Utd ha dominato. Prima dominava il Liverpool. Anche da noi mica abbiamo sempre vinto.

Vero, ma per una ventina d'anni.......l'albo d'oro è più distribuito.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 19-Aug-2008
16,264 posts
4 minuti fa, Never Gives Up ha scritto:

Vero, ma per una ventina d'anni.......l'albo d'oro è più distribuito.

Si certo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 25-Jan-2012
28,636 posts
mi scuso, ma non ci sto
 
la pazienza ha senso se sei il liverpool, appunto, meglio ancora se "quel" liverpool
 
non se sei se la Juve e in particolar modo "questa" Juve
è stato detto che Allegri era una pila esausta: bene, anzi benissimo
ma da una squadra che è al vertice mi attendo che continui a restarci: si pazienta per crescere non per perdere le posizioni guadagnate in precedenza
 
Agnelli 'sto discorso provi a farlo agli azionisti
si raccomandasse a loro dicendo di non vendere le azioni mentre quelle crollano, di pazientare perché è un momento di transizione, ma che poi, grazie alle idee del nuovo amministratore delegato, le azioni risaliranno: vediamo che succede
 
ora qui nulla sta crollando e seppur con un andamento ondivago e sciupone siamo ancora in testa alla classifica avendo messo in mostra si e no il 10% del nostro presunto potenziale
però insisto, cioè ribadisco quanto scritto altrove: i problemi ci sono e per il momento nessuno è sembrato volersene fare carico, né avere idea di come risolverli (l'ennesimo infortunio di Costa è stata la goccia che ha fatto traboccare il mio vaso)
 
quindi pazienza 'n par de palle: se non bissano almeno quanto ottenuto da Max avranno fallito. punto
 
il che non cambia certo il fatto che sul mio sostegno la Juve potrà sempre contare
ma un conto è l'amore, altro la realtà dei fatti
 
Perfetto

Inviato da Yuggoth

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 15-Mar-2016
3,401 posts
8 ore fa, Bradipo76 ha scritto:

Vengo da una serata dove, in più post, si chiede la pazienza per il lavoro dell'allenatore, programmazione di lungo corso, eccetera. 

Dopotutto il Liverpool ci ha messo tre, quattro anni per diventare quello che è diventato. Per insegnare il gioco moderno ci vuole tempo, parecchio tempo. 

 

Mi può star bene. Però mi vengono in mente un paio di considerazioni (copio-incollo da altri topic).

 

Se la  pazienza è una virtù che dobbiamo esercitare... perchè la concediamo solamente nei confronti dell'operato di Sarri ? Tutto il resto, quello dei dirigenti, le performance dei calciatori che devono integrarsi in una realtà nuova se sono nuovi acquisti, oppure che devono imparare un nuovo modo di giocare se sono vecchi, per questi bastano venti giorni di risultati un po' così  per esser messo tutto a M***A?

 

Il Liverpool ci ha messo x anni, ergo ha bisogno pure Sarri di x anni... Paratici però deve far tutto in una sessione di mercato ed i calciatori devono rendere in due gare altrimenti rimangono bocciati a vita?  

 

Come linea generale (non pretendo di riscontrarlo in tutti), vedo che chi cerca pazienza per l'allenatore è poi il primo a non applicarla su tutto il resto, ad andarci pesante sugli altri. 

 

Applicando il concetto in particolare alle cose di mercato.

 

Rifare una squadra in un'unica sessione di mercato, se diamo al verbo rifare il significato che intende il tifoso, ossia di cambiare 8 calciatori con altrettanti calciatori di rilievo (e mi sto tenendo basso) con lo scopo di essere subito competitivi ai massimi livelli, è all'atto pratico impossibile. 

Se si vuole la rivoluzione, bisogna anche essere disposti a subirne i tempi. Chiederei chi è disposto, e chi era disposto a giugno scorso, ad accettare i tempi che ci vogliono, quando gran parte delle persone che frequenta questo spazio virtuale ha dimostrato di andare in mood da manicomio dopo due partite perse in quindici giorni. 

 

L'anno scorso si è chiuso un ciclo di cinque anni, una lunghezza importante. E' quest'anno che è stato resettato il nostro tempo zero, per chi aveva bisogno e cercava una rivoluzione. Se ci vuole tempo, vi tocca aspettare. Ma aspettare tutti. 

 

I cicli vincenti prima o poi finiscono, lo è stato quello del grande Milan, della Juve di Lippi, non si può vincere ogni anno, noi lo abbiamo fatto in maniera straordinaria per otto anni consecutivi facendo qualcosa di irripetibile. Ora la società ha deciso di cambiare, e di tentare di volere praticare un calcio diverso, come tra l'altro molti utenti qui dentro chiedevano, me compreso. È vero, ci vuole pazienza, come dici tu non si può pensare di cambiare 8 giocatori in un colpo solo. E anche potendolo fare non é detto che poi sia garanzia di vittoria. Una squadra diventa vincente per l'integrazione perfetta di tante componenti che non sono il risultato di operazioni matematiche. Tornando alla nostra realtà attuale, io sono disposto ad avere pazienza, sono consapevole delle difficoltà dovute a un cambio radicale avvenuto dopo anni di successi e quindi di motivazioni che possono avere un momentaneo calo di motivazioni. Aperta e chiusa parentesi: ricordiamoci cosa accadde il secondo anno di Allegri, iniziato con un avvio di campionato disastroso culminato con la sconfitta contro il Sassuolo. Dopo quella sconfitta la situazione era grave, e solo un discorso di Buffon ed Evra, senatori del gruppo, riuscì a far scattare di nuovo la scintilla in un gruppo demotivato. Non fu Allegri, ma non è un'accusa, sia chiaro. È solo per dire che in tutte le squadre molto spesso, in determinati momenti, sono più importanti i giocatori simbolo rispetto all'allenatore. Lo fu per Allegri e lo è oggi per Sarri. L'unica differenza è che Allegri non lo gridò urbi et orbi, mentre Sarri si. Chiusa parentesi, tornando al discorso pazienza, per me la pazienza deriva anche dalla fiducia. Se io ho fiducia cieca nella dirigenza e nella sua chiarezza di idee e programmazione, nonostante si possa anche non vincere una stagione, proprio perché ci vuole tempo allora faccio pazienza e aspetto, altrimenti se vedo che è stato fatto un mercato non all'altezza e confusionario, allora scatta l'allarme. Anche eccessivo allo stato attuale delle cose. Imho.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...