Jump to content
Sign in to follow this  
Bradipo76

De patientia

Recommended Posts

Joined: 16-Nov-2008
7,027 posts
5 ore fa, Moeller 73 ha scritto:

Anche noi con Lippi dopo 5/6 giornate iniziammo a volare. Non c'è una ricetta precisa. Per me con Conte avremmo vinto lo scudo e l'Inter sarebbe rimasta a mangiar polvere con Spalletti. Poi Conte ha i suoi limiti, ma mi stava bene che andasse a Milano se noi avessimo preso un allenatore forte. Invece il 17 maggio A.A. fa i proclami e poi un mese dopo si presenta con Sarri.

Esattamente...con Pep ero tranquillo...quando hanno annunciato sarri è finito il campionato 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 28-Nov-2010
8,271 posts
14 ore fa, Garby ha scritto:

Anche l’inda ha giocatori e allenatore nuovo...però sembrano insieme da anni

 

tutto si può dire tranne che ha messo su questa squadra in una sessione di mercato.

 

handanovic è lì da secoli.

 

skriniar 2017

de vrij 2018

bastioni/godin 2019

 

candreva 2016

brozovic 2015

sensi/barella 2019

 

lukaku 2019

lautaro 2018..

Edited by mik.mac
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 01-May-2019
2,716 posts
1 minuto fa, mik.mac ha scritto:

 

tutto si può dire tranne che ha messo su questa squadra in una sessione di mercato.

Dai..lo sappiamo tutti perché l'Inter sta macinando...ha un maniaco in panchina..

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 28-Nov-2010
8,271 posts
2 ore fa, Garby ha scritto:

Esattamente...con Pep ero tranquillo...quando hanno annunciato sarri è finito il campionato 

 

no guarda...quando si vociferava di Pep in molti con lui avrebbero (a parole) avuto pazienza, con Sarri no.

 

il mondo va al contrario

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 28-Nov-2010
8,271 posts
Adesso, The Ultimate ha scritto:

Dai..lo sappiamo tutti perché l'Inter sta macinando...ha un maniaco in panchina..

 

per carità.

 

ma i giocatori cardine sono stati presi in molte sessioni di mercato.

 

skrijnar de vrij brozovic lautaro..

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 28-Nov-2010
8,271 posts
17 ore fa, plotino ha scritto:

mi scuso, ma non ci sto

 

la pazienza ha senso se sei il liverpool, appunto, meglio ancora se "quel" liverpool

 

non se sei se la Juve e in particolar modo "questa" Juve

è stato detto che Allegri era una pila esausta: bene, anzi benissimo

ma da una squadra che è al vertice mi attendo che continui a restarci: si pazienta per crescere non per perdere le posizioni guadagnate in precedenza

 

Agnelli 'sto discorso provi a farlo agli azionisti

si raccomandasse a loro dicendo di non vendere le azioni mentre quelle crollano, di pazientare perché è un momento di transizione, ma che poi, grazie alle idee del nuovo amministratore delegato, le azioni risaliranno: vediamo che succede

 

ora qui nulla sta crollando e seppur con un andamento ondivago e sciupone siamo ancora in testa alla classifica avendo messo in mostra si e no il 10% del nostro presunto potenziale

però insisto, cioè ribadisco quanto scritto altrove: i problemi ci sono e per il momento nessuno è sembrato volersene fare carico, né avere idea di come risolverli (l'ennesimo infortunio di Costa è stata la goccia che ha fatto traboccare il mio vaso)

 

quindi pazienza 'n par de palle: se non bissano almeno quanto ottenuto da Max avranno fallito. punto

 

il che non cambia certo il fatto che sul mio sostegno la Juve potrà sempre contare

ma un conto è l'amore, altro la realtà dei fatti

 

 

sto discorso prova a farlo tu agli azionisti.

 

le azioni juve oggi quotano 1,15.

 

ad aprile 2018. con allegri e marotta alla juve, con +250 punti sulle seconde e dopo la vittoria in rimonta sull'inter, il titolo valeva 0,52 centesimi.

 

ma davvero pensate che il titolo juve sia riflesso della posizione in classifica e che due sconfitte abbiano impatto?

 

gli investitori, a meno che non siano meri tifosi che fanno gli azionisti, guardano in prospettiva. così come le quotazioni.

 

non sono mica checche isteriche come i tifosi.

 

il 17 maggio, giorno di addio di allegri, il titolo ha chiuso in rialzo. (insignificanti speculazioni)

quando Marotta annunciò l'addio il titolo passò da 1,35 a 1,34 (insignificanti speculazioni)

 

gli azionisti che guardano i risultati anzichè i fondamentali economici non sono azionisti, è gente a cui piace fare il figo in borsa.

 

gli azionisti juve devono baciare il c**o ad andrea agnelli. che dota la juve di asset patrimoniali sempre di più e diversifica l'attività (j medical? j village? j hotel? attrattività del brand?)

 

agnelli ha preso in mano un titolo che vale 0,10 e lo ha portato STABILMENTE (che ha un significato ben preciso) sopra l'euro.

 

gli azionisti devono stare solo muti, ed infatti col piffero che vendono.

 

rimango dell'idea che i tifosi juventini sono i numeri uno in fatto di catastrofismi.

 

ieri un utente diceva che nedved e paratici non sanno gestire il vociferare di questi mesi, senza specificare quali.

tu te ne esci con un discorso sugli azionisti che non sta né in cielo né in terra.

 

sarri sarà in confusione ma i tifosi non mi sembrano molto lucidi.


la mia interpretazione di tutti questi giorni assurdi di disfattismo (e non so quanto convinto o mal riposto) è che Andrea Agnelli indica la luna ed tifosi guardano il dito 

 

 

 

 

 

Edited by mik.mac
  • Like 2
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 04-Aug-2018
1,596 posts

Pazienza fu uno dei primi acquisti a parametro 0 di Marotta 

  • Haha 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 09-Jul-2007
22,457 posts
2 ore fa, mik.mac ha scritto:

 

sto discorso prova a farlo tu agli azionisti.

 

le azioni juve oggi quotano 1,15.

 

ad aprile 2018. con allegri e marotta alla juve, con +250 punti sulle seconde e dopo la vittoria in rimonta sull'inter, il titolo valeva 0,52 centesimi.

 

ma davvero pensate che il titolo juve sia riflesso della posizione in classifica e che due sconfitte abbiano impatto?

 

gli investitori, a meno che non siano meri tifosi che fanno gli azionisti, guardano in prospettiva. così come le quotazioni.

 

non sono mica checche isteriche come i tifosi.

 

il 17 maggio, giorno di addio di allegri, il titolo ha chiuso in rialzo. (insignificanti speculazioni)

quando Marotta annunciò l'addio il titolo passò da 1,35 a 1,34 (insignificanti speculazioni)

 

gli azionisti che guardano i risultati anzichè i fondamentali economici non sono azionisti, è gente a cui piace fare il figo in borsa.

 

gli azionisti juve devono baciare il c**o ad andrea agnelli. che dota la juve di asset patrimoniali sempre di più e diversifica l'attività (j medical? j village? j hotel? attrattività del brand?)

 

agnelli ha preso in mano un titolo che vale 0,10 e lo ha portato STABILMENTE (che ha un significato ben preciso) sopra l'euro.

 

gli azionisti devono stare solo muti, ed infatti col piffero che vendono.

 

rimango dell'idea che i tifosi juventini sono i numeri uno in fatto di catastrofismi.

 

ieri un utente diceva che nedved e paratici non sanno gestire il vociferare di questi mesi, senza specificare quali.

tu te ne esci con un discorso sugli azionisti che non sta né in cielo né in terra.

 

sarri sarà in confusione ma i tifosi non mi sembrano molto lucidi.


la mia interpretazione di tutti questi giorni assurdi di disfattismo (e non so quanto convinto o mal riposto) è che Andrea Agnelli indica la luna ed tifosi guardano il dito 

 

 

 

 

 

mi sa che non hai capito quel che ho scritto

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 28-Nov-2010
8,271 posts
36 minuti fa, plotino ha scritto:

mi sa che non hai capito quel che ho scritto

 


Hai scritto che 

‘Agnelli 'sto discorso provi a farlo agli azionisti

si raccomandasse a loro dicendo di non vendere le azioni mentre quelle crollano, di pazientare perché è un momento di transizione, ma che poi, grazie alle idee del nuovo amministratore delegato, le azioni risaliranno: vediamo che succede’

 

non c’è molto da capire 

 

ho capito che gli azionisti sono i tifosi e il ad è sarri. 
Ma la realtà dei fatti è che i nostri risultati ad oggi (il valore delle azioni) è in linea con le aspettative. 
Ma il momento dei dividendi non è oggi. 
ma gli azionisti sono più razionali e badano al sodo. Noi ci lamentiamo di quando io titolo chiude in perdita la sessione 

Edited by mik.mac

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 04-Aug-2005
43,941 posts

è un discorso di buon senso che condivido.

 

Quest'anno paratici ha toppato il mercato (dal mio punto di vista), ma sono anni che si sbaglia mercato (precisamente da dopo la finale di berlino)

 

Io voglio dare tempo a paratici e a sarri (a patto come detto che a fine anno si noti che la squadra lo segua davvero a prescindere dai risultati)

 

paratici si è trovato a dover fare i conti con mercati errati da più anni, ma il rinnovo a manzo è roba sua (un errore grave), probabilmente anche quello a khedira... forse non sapevano che allegri sarebbe andato via? e allora è più grave, perchè il rinnovo di manzo avvenne a marzo, con una juve già in affanno e bisognava tenerne conto anche per un eventuale cambio di tecnico

 

ora cosa mi aspetto dalla dirigenza :

 

A) che venga , almeno in minima parte ascoltato  per una volta nella storia della juve, il tecnico, che sia sarri o chi per lui

 

B) non venga rinnovato il contratto a rami secchi come matuidi e possibilmente in estate tagliarne altri anche a costo di perderci qualcosina (come è accaduto con manzo tra l'altro)

 

C) sistemare i reparti che hanno bisogno : innanzitutto il centrocampo con almeno 1 innesto di GRANDE SPESSORE + TERZINO DESTRO + PRIMA PUNTA

Edited by Dark Wizard

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 09-Jul-2007
22,457 posts
1 ora fa, mik.mac ha scritto:


Hai scritto che 

‘Agnelli 'sto discorso provi a farlo agli azionisti

si raccomandasse a loro dicendo di non vendere le azioni mentre quelle crollano, di pazientare perché è un momento di transizione, ma che poi, grazie alle idee del nuovo amministratore delegato, le azioni risaliranno: vediamo che succede’

 

non c’è molto da capire 

 

ho capito che gli azionisti sono i tifosi e il ad è sarri. 
Ma la realtà dei fatti è che i nostri risultati ad oggi (il valore delle azioni) è in linea con le aspettative. 
Ma il momento dei dividendi non è oggi. 
ma gli azionisti sono più razionali e badano al sodo. Noi ci lamentiamo di quando io titolo chiude in perdita la sessione 

appunto, hai capito male

 

dire ad un tifoso "ragazzi, fino all'anno scorso s'è vinto; ma se quest'anno dovessimo perdere pazientate: è un passo necessario per tornare a vincere in futuro" equivale a dire ad un azionista "ragazzi, fino all'anno scorso abbiamo ridistribuito bei dividendi; ma se quest'anno dovessimo essere in perdita pazientate: è un passo necessario per tornare a ridistribuire dividendi in futuro"

 

credi che un azionista "pazienterebbe" o se la darebbe a gambe?

 

come vedi intendevo dire altro: non che il titolo fosse fuffa, ma che chiedere al tifoso di "pazientare" (cosa che Agnelli per altro non ha fatto e secondo me sarà il primo ad incazzarsi in caso di insuccesso) a fronte dei macroscopici errori nel pianificare la stagione è un inconcepibile assurdità (tanto quanto chiedere agli azionisti di "pazientare" in vista di tempi migliori ;) )

 

 

Edited by plotino

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 28-Nov-2010
8,271 posts
29 minuti fa, plotino ha scritto:

appunto, hai capito male

 

dire ad un tifoso "ragazzi, fino all'anno scorso s'è vinto; ma se quest'anno dovessimo perdere pazientate: è un passo necessario per tornare a vincere in futuro" equivale a dire ad un azionista "ragazzi, fino all'anno scorso abbiamo ridistribuito bei dividendi; ma se quest'anno dovessimo essere in perdita pazientate: è un passo necessario per tornare a ridistribuire dividendi in futuro"

 

credi che un azionista "pazienterebbe" o se la darebbe a gambe?

 

come vedi intendevo dire altro: non che il titolo fosse fuffa, ma che chiedere al tifoso di "pazientare" (cosa che Agnelli per altro non ha fatto e secondo me sarà il primo ad incazzarsi in caso di insuccesso) a fronte dei macroscopici errori nel pianificare la stagione è un inconcepibile assurdità (tanto quanto chiedere agli azionisti di "pazientare" in vista di tempi migliori ;) )

 

 


penso che gli azionisti rimarrebbero, se si ha cognizione del mercato mobiliare.

proprio perché è più razionale del tifoso.

La Juve, nella realtà, non ne distribuisce da secoli e non vedo questa fuga in investitori. Anzi sono sempre più qualificati.

Edited by mik.mac

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 02-Nov-2005
1,866 posts

Certo che se dopo 8 scudetti e svariate coppe stiamo messi così male da parlare di fallimenti, pazienza da dare o avere, mi sa che il problema siamo noi tifosi. Non la Juventus.

Non è la Playstation. Ci sono pure gli avversari, 'per fortuna'.

Le vittorie non sono mai garantite e dovremmo ringraziare 100mila volte questa società, con tutti i suoi pregi e difetti, per tutte le ultime stagioni vincenti.

Eventuali annate magre sono da mettere in preventivo considerando l'invecchiamento naturale dei nostri pilastri ed il necessario ricambio che non sarà facile ne indolore.

 

Piuttosto possiamo rammaricarci per non essere riusciti a vincere alcuna champions ed è su questo aspetto che dovremo focalizzare i nostri obbiettivi futuri.

 

 

 

Edited by Vespa76
  • Like 1
  • Thanks 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 09-Jul-2007
22,457 posts
1 minuto fa, mik.mac ha scritto:


penso che gli azionisti rimarrebbero, se si ha cognizione del mercato mobiliare.

proprio perché è più razionale del tifoso.

Non cambia il succo. Il 90% delle aziende non distribuisce dividendi ogni anno. La Juve non ne distribuisce da anni e non vedo questa fuga in investitori 

grazie al caz*o, se il titolo cresce!!! .asd

 

qui si parla di "pazientare", cioè di preferire la gallina domani al non uovo oggi, e di farlo a fronte di errori di mercato e di pianificazione evidenti, manco a dire che "ok, stiamo ipotecando le prossime dieci champions league", no: l'estate prossima sul mercato avremo da risolvere problemi simili se non peggiori a quelli di quest'anno con magari l'antefatto d'una stagione potenzialmente trionfale (per i valori tecnici "teorici" della squadra) conclusa con un nulla di fatto

pazienza

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 01-Jun-2005
6,435 posts
Spoiler

 

Sarri da l'idea di essere lui stesso sfiduciato...patientia de che???cosa dobbiamo attendere? Che crolli tutto?? 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 28-Jul-2008
861 posts
Il ‎11‎/‎02‎/‎2020 alle 00:03 , Bradipo76 ha scritto:

Vengo da una serata dove, in più post, si chiede la pazienza per il lavoro dell'allenatore, programmazione di lungo corso, eccetera. 

Dopotutto il Liverpool ci ha messo tre, quattro anni per diventare quello che è diventato. Per insegnare il gioco moderno ci vuole tempo, parecchio tempo. 

 

Mi può star bene. Però mi vengono in mente un paio di considerazioni (copio-incollo da altri topic).

 

Se la  pazienza è una virtù che dobbiamo esercitare... perchè la concediamo solamente nei confronti dell'operato di Sarri ? Tutto il resto, quello dei dirigenti, le performance dei calciatori che devono integrarsi in una realtà nuova se sono nuovi acquisti, oppure che devono imparare un nuovo modo di giocare se sono vecchi, per questi bastano venti giorni di risultati un po' così  per esser messo tutto a M***A?

 

Il Liverpool ci ha messo x anni, ergo ha bisogno pure Sarri di x anni... Paratici però deve far tutto in una sessione di mercato ed i calciatori devono rendere in due gare altrimenti rimangono bocciati a vita?  

 

Come linea generale (non pretendo di riscontrarlo in tutti), vedo che chi cerca pazienza per l'allenatore è poi il primo a non applicarla su tutto il resto, ad andarci pesante sugli altri. 

 

Applicando il concetto in particolare alle cose di mercato.

 

Rifare una squadra in un'unica sessione di mercato, se diamo al verbo rifare il significato che intende il tifoso, ossia di cambiare 8 calciatori con altrettanti calciatori di rilievo (e mi sto tenendo basso) con lo scopo di essere subito competitivi ai massimi livelli, è all'atto pratico impossibile. 

Se si vuole la rivoluzione, bisogna anche essere disposti a subirne i tempi. Chiederei chi è disposto, e chi era disposto a giugno scorso, ad accettare i tempi che ci vogliono, quando gran parte delle persone che frequenta questo spazio virtuale ha dimostrato di andare in mood da manicomio dopo due partite perse in quindici giorni. 

 

L'anno scorso si è chiuso un ciclo di cinque anni, una lunghezza importante. E' quest'anno che è stato resettato il nostro tempo zero, per chi aveva bisogno e cercava una rivoluzione. Se ci vuole tempo, vi tocca aspettare. Ma aspettare tutti. 

 

 

 

Liverpool: hanno ed avevano una capacità di spesa di gran lunga superiore a quella della Juve, quindi il paragone è arduo.

 

Dirigenza: Allegri disse che sapeva come continuare il ciclo, ma occorrevano 5-6 giocatori nuovi. Hanno preferito (più economico) cambiare l'Allenatore, mantenendo la stessa struttura. Implicitamente hanno detto che la rosa era valida così salvo innesti ad hoc (però non concordati con il nuovo tecnico e parlo di Rabiot e Ramsey). Solo che hanno preso un allenatore a cui occorrono giocatori con caratteristiche completamente differenti (e lo sapevano, dovevano saperlo, che fosse Guardiola o Sarri). Hanno palesemente effettuato una scelta sbagliata. Per giunta con un tecnico che ha dei modi da elefante in cristalleria e che forse viene mal digerito e qualcuno è mal disposto a seguirlo (mia opinione).

 

Pazienza: la pazienza sei disposto ad averla se vedi alti e bassi, se vedi una squadra che cerca il gioco e la corsa, se vedi l'attacco ma i gol subiti in contropiede, se vedi i gol presi da calcio piazzato ma poi vedi i miglioramenti sul posizionamento e sulla reattività in area. Io non vedo nulla di tutto ciò. Vedo una squadra calata vistosamente da dicembre, non vedo gli alti e bassi come con la Juve all'11 posto dopo il Sassuolo con Allegri.

 

Siamo ancora primi ed in tempo per ogni cosa, ma francamente un allenatore che nel post partita anzichè incazzarsi e ruggire, afferma: "SPERIAMO CHE QUALCUNO MI DIA UNA MANO", suona come una sirena di allarme e nemmeno come un campanello. Mi suona come uno che ha completamente perso la trebisonda.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 04-Jul-2007
3,393 posts
Il 11/2/2020 alle 01:14 , Garby ha scritto:

Anche l’inda ha giocatori e allenatore nuovo...però sembrano insieme da anni

 

Però sono fuori dalla CL e giocano un calcio che dir da oratorio è un complimento... un calcio molto più semplice da assimilare ed attuare: si difende in massa, lasciando Lukaku isolato davanti, gli si da la palla sulle ripartenze sperando che possa riuscire ad innescare uno dei due esterni (cosa che, a S. Siro contro la Juve, Sarri è riuscito a rendergli totalmente sterile tra l'altro, in una partita che poteva finire benissimo 0-3).

 

Li vediamo quasi "invincibili" perché segnano più di noi con estrema facilità (e una discreta dose di c*lo, oserei dire, vedi come hanno vinto a Napoli, pareggiato con l'Atalanta e/o tante altre gare dove meritavano di perdere ed hanno addirittura vinto).

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 15-Jun-2019
12,657 posts

io con guardiola ero disposto a perdere il campionato (1 anno) perché sarei stato CERTO di un progetto tecnico-sportivo in atto e una transizione verso un calcio più moderno (basta regista davanti alla difesa, probabilmente avremmo preso ali e terzini VERI ecc), guardiola ha tanti difetti ma non è un co*****e ed ha una grande ambizione.

 

con sarri personalmente non vedo NESSUN progetto tecnico che mi faccia sopportare la possibilità di perdere il campionato, nulla di proiettato verso il futuro, si vive alla giornata e se non segna ronaldo non segna nessuno. Aggiungiamoci che PURE LUI ha detto che la Juve è il suo ultimo contratto prima della pensione e questo francamente fa cadere le balle.

 

fossero venuti klopp o peppiola ripeto io un anno di transizione lo avrei fatto, ma perché dietro si stava evolvendo un progetto. questo non è un anno di transizione, è un anno perso (giocatori vecchi, NESSUN sistema di gioco iniettato nella squadra, scazzo generale ecc), se non si vincerà nulla ovviamente.

 

il progetto tecnico è essenziale ormai per imporsi ad alti(ssimi) livelli.

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 28-Jul-2008
861 posts
10 minuti fa, _aLEx-1O_ ha scritto:

 

Però sono fuori dalla CL e giocano un calcio che dir da oratorio è un complimento... un calcio molto più semplice da assimilare ed attuare: si difende in massa, lasciando Lukaku isolato davanti, gli si da la palla sulle ripartenze sperando che possa riuscire ad innescare uno dei due esterni (cosa che, a S. Siro contro la Juve, Sarri è riuscito a rendergli totalmente sterile tra l'altro, in una partita che poteva finire benissimo 0-3).

 

Li vediamo quasi "invincibili" perché segnano più di noi con estrema facilità (e una discreta dose di c*lo, oserei dire, vedi come hanno vinto a Napoli, pareggiato con l'Atalanta e/o tante altre gare dove meritavano di perdere ed hanno addirittura vinto).

 

Già, ma per quale motivo in gare parecchio più semplici (Lecce, Fiorentina, Verona, tralasciando la Lazio), Sarri non è riuscito a trovare delle "contromisure" tattiche tali da ridurre le difficoltà ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 28-Jul-2008
861 posts
2 minuti fa, Brahms ha scritto:

io con guardiola ero disposto a perdere il campionato (1 anno) perché sarei stato CERTO di un progetto tecnico-sportivo in atto e una transizione verso un calcio più moderno (basta regista davanti alla difesa, probabilmente avremmo preso ali e terzini VERI ecc), guardiola ha tanti difetti ma non è un co*****e ed ha una grande ambizione.

 

con sarri personalmente non vedo NESSUN progetto tecnico che mi faccia sopportare la possibilità di perdere il campionato, nulla di proiettato verso il futuro, si vive alla giornata e se non segna ronaldo non segna nessuno. Aggiungiamoci che PURE LUI ha detto che la Juve è il suo ultimo contratto prima della pensione e questo francamente fa cadere le balle.

 

fossero venuti klopp o peppiola ripeto io un anno di transizione lo avrei fatto, ma perché dietro si stava evolvendo un progetto. questo non è un anno di transizione, è un anno perso (giocatori vecchi, NESSUN sistema di gioco iniettato nella squadra, scazzo generale ecc), se non si vincerà nulla ovviamente.

 

il progetto tecnico è essenziale ormai per imporsi ad alti(ssimi) livelli.

 

 

L'altro grande problema è proprio questo: Sarri non ha carisma, non sembra avere ambizioni, non sembra avere palle, non appare in grado di "togliersi il cappotto". A mio avviso non è capace di far scoccare scintille. Allegri non ha mai addossato responsabilità ai propri giocatori: al massimo perculava e lanciava messaggi (Benatia al prato, Douglas Costa biondo...) a chi doveva recepirli.

Se ti poni così nei confronti di uno spogliatoio per 8 anni pluri-vittorioso, rischi grosso al primo colpo....

Sono professionisti e sanno benissimo che basta mettersi un tre-quattro contro l'allenatore che perde l'allenatore....

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 15-Jun-2019
12,657 posts
1 minuto fa, TrezAleVed ha scritto:

 

 

L'altro grande problema è proprio questo: Sarri non ha carisma, non sembra avere ambizioni, non sembra avere palle, non appare in grado di "togliersi il cappotto". A mio avviso non è capace di far scoccare scintille. Allegri non ha mai addossato responsabilità ai propri giocatori: al massimo perculava e lanciava messaggi (Benatia al prato, Douglas Costa biondo...) a chi doveva recepirli.

Se ti poni così nei confronti di uno spogliatoio per 8 anni pluri-vittorioso, rischi grosso al primo colpo....

Sono professionisti e sanno benissimo che basta mettersi un tre-quattro contro l'allenatore che perde l'allenatore....

eh c'è anche questo, se Zidane o Guardiola entrano nello spogliatoio, nessuno osa fiatare nessuno dice niente, e ci mancherebbe, stai parlando con gente che ha fatto la storia del calcio (poi quest'anno guardiola ha un po' perso la bussola secondo me ma è un discorso diverso).

 

ma anche conte ha trasformato una squadra di smidollati in gente pronta a buttarsi nel fuoco per lui. Barella o Lukaku lo vedono come la reincarnazione del messia.

 

sarri sotto questo aspetto sta fallendo clamorosamente.

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 14-Oct-2019
606 posts
Just now, Brahms said:

eh c'è anche questo, se Zidane o Guardiola entrano nello spogliatoio, nessuno osa fiatare nessuno dice niente, e ci mancherebbe, stai parlando con gente che ha fatto la storia del calcio (poi quest'anno guardiola ha un po' perso la bussola secondo me ma è un discorso diverso).

 

ma anche conte ha trasformato una squadra di smidollati in gente pronta a buttarsi nel fuoco per lui. Barella o Lukaku lo vedono come la reincarnazione del messia.

 

sarri sotto questo aspetto sta fallendo clamorosamente.

 

sarri si scaccola... magari è una tecnica per farsi temere dai giocatori sefz

  • Haha 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 04-Jul-2007
3,393 posts
10 minuti fa, TrezAleVed ha scritto:

 

Già, ma per quale motivo in gare parecchio più semplici (Lecce, Fiorentina, Verona, tralasciando la Lazio), Sarri non è riuscito a trovare delle "contromisure" tattiche tali da ridurre le difficoltà ?

 

Mi sono fatto una mia idea: Sarri non riesce a chiedere alla squadra di giocare "male", con sistemi di calcio all'antica come possono essere quelli del catenacciaro idolo dei nerazzurri... vorrebbe attuare il "Sarriball" ma non sempre ci sono le condizioni (mentali e fisiche, mi viene da pensare) perché questo abbia successo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 04-Jul-2007
3,393 posts
17 minuti fa, Brahms ha scritto:

io con guardiola ero disposto a perdere il campionato (1 anno) perché sarei stato CERTO di un progetto tecnico-sportivo in atto e una transizione verso un calcio più moderno (basta regista davanti alla difesa, probabilmente avremmo preso ali e terzini VERI ecc), guardiola ha tanti difetti ma non è un co*****e ed ha una grande ambizione.

 

con sarri personalmente non vedo NESSUN progetto tecnico che mi faccia sopportare la possibilità di perdere il campionato, nulla di proiettato verso il futuro, si vive alla giornata e se non segna ronaldo non segna nessuno. Aggiungiamoci che PURE LUI ha detto che la Juve è il suo ultimo contratto prima della pensione e questo francamente fa cadere le balle.

 

fossero venuti klopp o peppiola ripeto io un anno di transizione lo avrei fatto, ma perché dietro si stava evolvendo un progetto. questo non è un anno di transizione, è un anno perso (giocatori vecchi, NESSUN sistema di gioco iniettato nella squadra, scazzo generale ecc), se non si vincerà nulla ovviamente.

 

il progetto tecnico è essenziale ormai per imporsi ad alti(ssimi) livelli.

 

Purtroppo tutto questo è ciò che temo di più: se questa cosa che Sarri (non so se l'abbia dichiarato in prima persona davanti a dei microfoni o se si tratti di voci) pare voglia andare in pensione venisse confermata, quali stimoli potrebbero mai esser trasmessi in calciatori consci del fatto che tra due anni non ci sarà più?? E per lui -CHE NON LO HA MAI VINTO-, vincere uno Scudetto con una squadra che lo vince già da otto anni evidentemente non è abbastanza stimolante?? Boh...

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 01-Jun-2005
8,062 posts
35 minuti fa, _aLEx-1O_ ha scritto:

 

Mi sono fatto una mia idea: Sarri non riesce a chiedere alla squadra di giocare "male", con sistemi di calcio all'antica come possono essere quelli del catenacciaro idolo dei nerazzurri... vorrebbe attuare il "Sarriball" ma non sempre ci sono le condizioni (mentali e fisiche, mi viene da pensare) perché questo abbia successo.

 

Se per fare l'allenatore bastasse dire ai giocatori "giocate così" e poi scaricare su di loro la responsabilità del non esserne capaci.... beh saremmo tutti in grado di fare l'allenatore, e intendo veramente non stile "antiallegriano".

 

L'allenatore deve "insegnare" ai giocatori a giocare come vuole lui ma deve anche rendersi conto che se non sono in grado tocca a lui adattarsi e raggiungere una via di mezzo.

 

Altrimenti la "pazienza" si riduce solo ad un mero "speriamo che nel prossimo mercato comprino giocatori che possano giocare come voglio io", un po' troppo comodo (e nemmeno sicuro).

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...