Jump to content
Sign in to follow this  
Don Chisciopeth

VINCERE NON È IMPORTANTE, MA È L’UNICA COSA CHE CONTA.

Recommended Posts

Joined: 09-Jun-2007
20,528 posts

Buonasera Signori, 

Apro questa discussione dopo questa GODURIOSA vittoria. :D

Vittoria che ci ha dato ( parlo personalmente, ma credo valga per molti di noi qui) una bella dose di sollazzo e di ottimismo, dopo la brutta botta di Milano.

 

Approfitto di questa bella sensazione per soffermarmi un attimo sul famoso motto che ci contraddistingue:

"VINCERE NON È IMPORTANTE, MA È L’UNICA COSA CHE CONTA." (G. Boniperti)

 

Questa frase viene molto spesso denigrata e dileggiata dai nostri rivali, (Napoletani, Romanisti, Interisti, Milanisti et simila), perchè, secondo loro, sarebbe la testimonianza scritta del voler raggiungere l'obiettivo ad ogni costo e con ogni tipo di macchinazione.

Questi pseudo onesti/sportivi,  preferirebbero l'altra celebre frase, attribuita a Pierre De Coubertin:

"L' importante non è vincere ma partecipare"

 

Quanta ipocrisia in tutto ciò? .asd 

 

 

Intanto pare che la frase originale del De Coubertin  fosse: " L'importante non è vincere ma partecipare per poter vincere".. ma , a parte questo piccolo (grande) dettaglio, qui parliamo di professionisti, non dei giochi della gioventù.

Parliamo di competizioni ai massimi livelli, dove un uomo si confronta con un altro uomo per stabilire la supremazia SPORTIVA.

De Coubertin mi sta bene, ma alla scuola media. (...e ve lo dice un Prof. di Ed. Fisica .asd)

La vittoria è la linfa alla base della competizione, il brivido del pre-gara, il misurarsi con gli altri e con se stessi.

Il Godimento ( vedi le facce dei nostri dopo il fischio finale :) )

Insomma essere UOMINI:

EVOLVERSI.

 

La domanda importante è questa:

Quanto ti fa stare bene vincere?

 

il rilascio di endorfine che può darti il raggiungimento di un obiettivo è fondamentale.

Le endorfine sono "ormoni della felicità" prodotti dal corpo.

 Riducono lo stress, alleviano il dolore e ci forniscono una sensazione di felicità.

 

  • Le endorfine sono di grande importanza, poiché leniscono la nostra percezione del dolore.
  • Il loro effetto, che stordisce e solleva l’umore, può provocare dipendenza

 

Sarà per questo che i nostri rivali ci odiano tanto?

La ricerca di questa produzione ormonale che ormai, chi ci odia, non assapora da circa un decennio.

Inoltre, se l'importante è partecipare, cari rivali, vi chiedo: 

Perchè vi incazzate cosi tanto ? .asd

 

 

Detto questo.. volevo ringraziare la Società, la dirigenza e la Squadra, per farci provare questa sensazione ormai da 10 anni ininterrottamente.

Ne siamo DIPENDENTI.

 

..Naturalmente, sempre aspettando il Super Rilascio che prima o poi RI-arriverà.

 

E voi?

Preferite il Barone De Coubertin?

 

 

 

 

 

 

Allego foto di gente che non produce Endorfine da praticamente mai.

.asd

 

 

insigne.jpeg

Varriale.jpeg

  • Like 3
  • Thanks 3
  • Haha 6

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 20-Nov-2011
5,694 posts

Ieri ho passato tutto il giorno a ripetere che l’importante era la prestazione, dopo la figuraccia di milano, che potevamo anche perdere 2-0, ma l’importante era stare bene in campo e non sbracare. E tutt’ora penso che fosse quella la cosa più importante.

Poi, dopo che la prestazione era arrivata, dopo che eravamo passati in vantaggio, quando il traguardo era lì a portata, volevo vincere più che mai, in quel momento spazzarli via era l’unica cosa che contasse.

E a distanza di quasi 24 ore ancora czyborra

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 05-Oct-2008
79,107 posts

Come motto preferisco viva la riga. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 09-Jun-2007
20,528 posts
2 minuti fa, Bradipo76 ha scritto:

Come motto preferisco viva la riga. 

certo.. Brad.. ma anche quella conquistarla è una vittoria.

 

sefz

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 30-Nov-2018
4,888 posts
18 minuti fa, Don Chisciopeth ha scritto:

 

La domanda importante è questa:

Quanto ti fa stare bene vincere?

 

il rilascio di endorfine che può darti il raggiungimento di un obiettivo è fondamentale.

Le endorfine sono "ormoni della felicità" prodotti dal corpo.

 Riducono lo stress, alleviano il dolore e ci forniscono una sensazione di felicità.

 

  • Le endorfine sono di grande importanza, poiché leniscono la nostra percezione del dolore.
  • Il loro effetto, che stordisce e solleva l’umore, può provocare dipendenza

 

 

sefz

 

luciano-onder-medicina33.jpg

 

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 30-Nov-2018
4,888 posts

Scherzi a parte.

Sono completamente d'accordo.

Vincere è sempre stato e sarà sempre bellissimo

  • Like 1
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 02-Jun-2005
6,673 posts

Diciamo che,trattandosi della juve,vincere dev'essere l'obiettivo di ogni competizione. Noi tifosi siamo abituati bene,ma in generale tutti i giocatori e tutto lo staff dicono sempre,anche da ex,che l'ambiente juventino è proprio fatto così,si respira voglia di vincere fin dal primo ingresso. A me va bene così :sventola:

Edited by gsm88
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 03-Sep-2010
2,694 posts
2 minuti fa, gsm88 ha scritto:

Diciamo che,trattandosi della juve,vincere dev'essere l'obiettivo di ogni competizione. Noi tifosi siamo abituati bene,ma in generale tutti i giocatori e tutto lo staff dicono sempre,anche da ex,che l'ambiente juventino è proprio fatto così,si respira voglia di vincere fin dal primo ingresso. A me va bene così :sventola:

Esattamente, infatti Boniperti disse:

"ALLA JUVENTUS, VINCERE NON È IMPORTANTE, E' L’UNICA COSA CHE CONTA.

La parte sottolineata indica proprio che non si tratta di una filosofia di vita o di comportamento generale, ma rappresenta ciò che la società Juventus chiede ai propri calciatori, ossia di dare sempre più del massimo per cercare di conquistare i massimi risultati ottenibili (le vittorie) e di non pensare mai di potersi accontentare di qualcosa di meno.

 

Tutto il resto, come sempre, è malafede.

 

  • Thanks 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 09-Jun-2007
20,528 posts
2 minuti fa, torino juventina ha scritto:

Scherzi a parte.

Sono completamente d'accordo.

Vincere è sempre stato e sarà sempre bellissimo

Quello che mi fa più ridere è che molti ( you know i Culicchia, i  Gramellini, i Facchetti Figlio, i vari Telese, Auriemma, i Bonolis  e robaccia varia)  ci fanno la morale perchè tifiamo una squadra che persegue con insistenza certi obiettivi, ma in realtà è quello che comprensibilmente vorrebbero perseguire loro.

..ma proprio per un bisogno fisico intendo..

 

qui l'etica centra poco o nulla. .asd

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 30-Nov-2018
4,888 posts
8 minuti fa, Don Chisciopeth ha scritto:

Quello che mi fa più ridere è che molti ( you know i Culicchia, i  Gramellini, i Facchetti Figlio, i vari Telese, Auriemma, i Bonolis  e robaccia varia)  ci fanno la morale perchè tifiamo una squadra che persegue con insistenza certi obiettivi, ma in realtà è quello che comprensibilmente vorrebbero perseguire loro.

..ma proprio per un bisogno fisico intendo..

 

qui l'etica centra poco o nulla. .asd

 

4upk3n.jpg

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 05-Oct-2008
79,107 posts
1 ora fa, Don Chisciopeth ha scritto:

 

Varriale.jpeg

 

Comunque non è più varriale maiale, ma varriale porchetta

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 17-Jun-2007
10,266 posts
1 ora fa, Don Chisciopeth ha scritto:

 

 

 

Varriale.jpeg

Sembra lei 

 

 

8BA47D2E-C5FC-4122-923C-AD19B99DD51E.jpeg

  • Haha 4

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 24-Jan-2008
13,040 posts
13 minuti fa, filippo83 ha scritto:

Sembra lei 

 

 

8BA47D2E-C5FC-4122-923C-AD19B99DD51E.jpeg

 

Non so chi dei due mi sta più sugli zebedei

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 16-Apr-2006
26,174 posts

l'importante per questa stagione era conquistare almeno un trofeo. ci siamo riusciti. pensiamo al prossimo..... E NEL FRATTEMPO SI ESULTA .asd

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 07-Jul-2008
48,019 posts

E gli altri ce la sukano, aggiungerei :) 

Comunque, a parte tutto, va benissimo, l'importante è non farne una ossessione e non dare di matto (come a troppi tifosi straviziati capita) quando non si vince, perché anche la sconfitta fa parte del gioco. Per il resto godiamoci ogni traguardo come è giusto che sia 

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 04-Aug-2005
48,356 posts
2 ore fa, filippo83 ha scritto:

Sembra lei 

 

 

8BA47D2E-C5FC-4122-923C-AD19B99DD51E.jpeg

 

Quanto mi inquieta questa, ma davvero...

 

detto questo, il motto, giustissimo, ma dobbiamo portarlo ANCHE in europa

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 14-Nov-2006
80,353 posts

Per me, da tifoso, la Juve è come un soggetto al quale rivolgere il mio amore.

 

Quando gioca è come se andassi a vedere una gara di una persona a me molto cara e strettissima. 

Intanto per nulla al mondo mi perderei la sua esibizione. Dopodiché spererei con tutto me stesso nel suo successo, provando gioia incommensurabile se dovesse ottenerlo e molta tristezza se non dovesse invece riuscire a tagliare il traguardo, vincendo. 

In ogni caso però saprei bene dentro me stesso che l'importante, e benché meno l'unica cosa che conta, non è che si dimostri necessariamente la migliore, quando semplicemente esserci, accompagnare, fare in modo che la storia scandita da ogni singolo avvenimento che si sussegue, sia anche mia perché ci tengo da morire, perché è davvero parte di me. 

 

E fino alla fine non lo concepisco tanto come un motto a crederci fino oltre il novantesimo, quanto un urlo a non distaccarsi mai. Fino alla fine ti seguirò e sosterrò e sarò fiero, a prescindere dai risultati, di poter aver l'onore di seguire la tua storia. 

 

 

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 09-Jun-2007
20,528 posts
26 minuti fa, SICILIANO ha scritto:

Per me, da tifoso, la Juve è come un soggetto al quale rivolgere il mio amore.

 

Quando gioca è come se andassi a vedere una gara di una persona a me molto cara e strettissima. 

Intanto per nulla al mondo mi perderei la sua esibizione. Dopodiché spererei con tutto me stesso nel suo successo, provando gioia incommensurabile se dovesse ottenerlo e molta tristezza se non dovesse invece riuscire a tagliare il traguardo, vincendo. 

In ogni caso però saprei bene dentro me stesso che l'importante, e benché meno l'unica cosa che conta, non è che si dimostri necessariamente la migliore, quando semplicemente esserci, accompagnare, fare in modo che la storia scandita da ogni singolo avvenimento che si sussegue, sia anche mia perché ci tengo da morire, perché è davvero parte di me. 

 

E fino alla fine non lo concepisco tanto come un motto a crederci fino oltre il novantesimo, quanto un urlo a non distaccarsi mai. Fino alla fine ti seguirò e sosterrò e sarò fiero, a prescindere dai risultati, di poter aver l'onore di seguire la tua storia. 

 

 

Bello. 

Grazie Siciliano  :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 02-Jun-2005
6,673 posts
4 ore fa, Don Chisciopeth ha scritto:

Quello che mi fa più ridere è che molti ( you know i Culicchia, i  Gramellini, i Facchetti Figlio, i vari Telese, Auriemma, i Bonolis  e robaccia varia)  ci fanno la morale perchè tifiamo una squadra che persegue con insistenza certi obiettivi, ma in realtà è quello che comprensibilmente vorrebbero perseguire loro.

..ma proprio per un bisogno fisico intendo..

 

qui l'etica centra poco o nulla. .asd

Si chiama semplicemente INVIDIA,non riescono a vincere quanto noi e quindi ne parlano male. Peggio per loro 

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 21-Dec-2008
15,195 posts

Diciamo che è un principio che si sta un po' perdendo...un po' perché al tifoso non basta più "solo" la vittoria e un po' perché la rosa sta diventando sempre più piena di stranieri a cui si fa fatica a trasmettere certi principi...dietro a quella frase ci sono anche i principi della sofferenza e del sacrificio...che anche se le cose si mettono male bisogna sempre stringere i denti, saper soffrire e vincere. Dagli stranieri fai un po' fatica ad ottenerlo 

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 24-Jun-2006
10,628 posts
13 ore fa, Bradipo76 ha scritto:

Come motto preferisco viva la riga. 

 

Che però  è in antitesi se si fa il tifo per una squadra 

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 24-Jun-2006
10,628 posts
12 ore fa, JUtente ha scritto:

 

Non so chi dei due mi sta più sugli zebedei

 

Lui senza dubbio, lei è una patetica pupazzetta manovrata e sfruttata suo malgrado da altri.

Lui è quanto più lontano ci possa essere dal concetto di sport e dalla professione di giornalismo.

A Greta auguro di tornare a fare la bambina della sua età mentre al direttore di RAI Sport auguro di trovarsi un lavoro vero in modo che la smetta di fare il tifoso a spese del servizio pubblico. A Bergomi posso decidere di non dare una lira, a Varriale invece pago, a lui come altri parassiti, parte del suo stipendio con le mie bollette.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 24-Jun-2006
10,628 posts
14 ore fa, Don Chisciopeth ha scritto:

Buonasera Signori, 

Apro questa discussione dopo questa GODURIOSA vittoria. :D

Vittoria che ci ha dato ( parlo personalmente, ma credo valga per molti di noi qui) una bella dose di sollazzo e di ottimismo, dopo la brutta botta di Milano.

 

Approfitto di questa bella sensazione per soffermarmi un attimo sul famoso motto che ci contraddistingue:

"VINCERE NON È IMPORTANTE, MA È L’UNICA COSA CHE CONTA." (G. Boniperti)

 

Questa frase viene molto spesso denigrata e dileggiata dai nostri rivali, (Napoletani, Romanisti, Interisti, Milanisti et simila), perchè, secondo loro, sarebbe la testimonianza scritta del voler raggiungere l'obiettivo ad ogni costo e con ogni tipo di macchinazione.

Questi pseudo onesti/sportivi,  preferirebbero l'altra celebre frase, attribuita a Pierre De Coubertin:

"L' importante non è vincere ma partecipare"

 

Quanta ipocrisia in tutto ciò? .asd 

 

 

Intanto pare che la frase originale del De Coubertin  fosse: " L'importante non è vincere ma partecipare per poter vincere".. ma , a parte questo piccolo (grande) dettaglio, qui parliamo di professionisti, non dei giochi della gioventù.

Parliamo di competizioni ai massimi livelli, dove un uomo si confronta con un altro uomo per stabilire la supremazia SPORTIVA.

De Coubertin mi sta bene, ma alla scuola media. (...e ve lo dice un Prof. di Ed. Fisica .asd)

La vittoria è la linfa alla base della competizione, il brivido del pre-gara, il misurarsi con gli altri e con se stessi.

Il Godimento ( vedi le facce dei nostri dopo il fischio finale :) )

Insomma essere UOMINI:

EVOLVERSI.

 

La domanda importante è questa:

Quanto ti fa stare bene vincere?

 

il rilascio di endorfine che può darti il raggiungimento di un obiettivo è fondamentale.

Le endorfine sono "ormoni della felicità" prodotti dal corpo.

 Riducono lo stress, alleviano il dolore e ci forniscono una sensazione di felicità.

 

  • Le endorfine sono di grande importanza, poiché leniscono la nostra percezione del dolore.
  • Il loro effetto, che stordisce e solleva l’umore, può provocare dipendenza

 

Sarà per questo che i nostri rivali ci odiano tanto?

La ricerca di questa produzione ormonale che ormai, chi ci odia, non assapora da circa un decennio.

Inoltre, se l'importante è partecipare, cari rivali, vi chiedo: 

Perchè vi incazzate cosi tanto ? .asd

 

 

Detto questo.. volevo ringraziare la Società, la dirigenza e la Squadra, per farci provare questa sensazione ormai da 10 anni ininterrottamente.

Ne siamo DIPENDENTI.

 

..Naturalmente, sempre aspettando il Super Rilascio che prima o poi RI-arriverà.

 

E voi?

Preferite il Barone De Coubertin?

 

 

 

 

 

 

Allego foto di gente che non produce Endorfine da praticamente mai.

.asd

 

 

insigne.jpeg

Varriale.jpeg

 

Assolutamente d'accordo, lo sport è essenzialmente competizione, il motto del barone, bello poetico quanto volete, ma forse era già ingenuo se non ipocrita un secolo fa, figuriamoci oggi.

Solo una nota a margine, per la verità Iil motto che citi non è di Boniperti, trattasi di un piccolo irrilevante falso storico, e non è nemmeno, come dice qualcuno farina del sacco di Vince Lombardi il plurivittorioso allenatore dei Packers anni 60, ma a Red Sanders coach di UCLA nel secondo dopoguerra.Giusto per ristabilire, per quel che vale, la verità storica ad una piccola leggenda metropolitana.   

Edited by Arminius
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 19-Aug-2008
19,092 posts
1 ora fa, Cene ha scritto:

Diciamo che è un principio che si sta un po' perdendo...un po' perché al tifoso non basta più "solo" la vittoria e un po' perché la rosa sta diventando sempre più piena di stranieri a cui si fa fatica a trasmettere certi principi...dietro a quella frase ci sono anche i principi della sofferenza e del sacrificio...che anche se le cose si mettono male bisogna sempre stringere i denti, saper soffrire e vincere. Dagli stranieri fai un po' fatica ad ottenerlo 

In effetti l'epoca bonipertania è lontanissima. Allora i giocatori forti restavano di base 10 anni di fila alla Juve. Si creava un legame stretto con l'ambiente. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...