Jump to content
Bradipo76

Massimiliano Allegri

Recommended Posts

Joined: 11-May-2014
9,921 posts
59 minuti fa, iosonogobbo ha scritto:

Quante finali abbiamo perso pur essendo nettamente favoriti, addirittura con Zidane e il Del Piero pre infortunio in squadra.

eh ma infatti quelle sono state colpa nostra, demeriti nostri, sì nonostante ci fossero dei totem intoccabili sulla nostra panchina

 

se avessimo affrontato le finali contro borussia amburgo real 98 e milan 2003 come real 2017 e barcellona 2015 le hanno affrontate contro di noi  avremmo 4 CL in più

 

nel 2015 e nel 2017 avevamo di fronte due squadre leggendarie con giocatori mostruosi non rendersene conto scusate ma è davvero da stereotipo di juventino arrogante che vuole vincere sempre soltanto perchè tifa la squadra della famiglia agnelli

 

poi certo abbiamo commesso vari errori in quelle finali che avrebbero potuto portare a un risultato diverso, se magari tevez si fosse ricordato di essere un leon e non un *** magari nel 2015 avremmo fatto megliio

 

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 13-Nov-2007
15,902 posts
Il 21/8/2023 alle 18:07 , Gnokko ha scritto:

ci abbiamo gia' pensato

 

:nono:

images?q=tbn:ANd9GcQ0T9vC0jzgwWK7v8tFPhQ

:nono:

Non nello stadio dell'Inter,  si parlava dello stadium

Edited by zizouzidane

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 13-Nov-2007
15,902 posts

Complimenti al mister innanzitutto. Detto questo, ricordo che il calcio GIOCATO non prevede riconoscenza ma fatti sul campo e i numeri che lo riguardano negli ultimi due anni sono tutto  meno che esaltanti. Quindi riconoscendo che ha lasciato una sua traiettoria importante da noi e in assoluto in carriera questi numeri importanti aggiungono poco al giudizio che dobbiamo dare ora. Ci sono giocatori finiti dopo una certa soglia di età o un infortunio grave o più raramente per un qualche blocco mentale (Belotti me lo spiego così .boh ) ci sono allenatori che a un certo punto non hanno più quello standard. L'Allegri delle ultime due stagioni è stato molto deludente per come non è saputo venir a capo dei problemi, e non mi parlate di parco giocatori, con un Conte avremmo avuto un altra tipo di resa. Vediamo come va questa stagione per il momento iniziata in modo molto promettente. 

Il presente comunque, la gloria ottenuta in passato non scende in campo, per il passato... tanti complimenti ad Allegri per quanto raggiunto, con tantissimi meriti suoi.

Edited by zizouzidane

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 04-May-2009
1,716 posts
12 ore fa, Mastro Titta ha scritto:

Credo che in questo senso tra i top può essere tranquillamente annoverato Antonio Conte... lo scudetto del 2011-2012, secondo me, è la sublimazione del concetto da te espresso.

Al contrario non annoverei Ancelotti tra i predetti. A Napoli e con l'Everton ha fatto figure barbine...

 

Invece lo vedo esattamente al contrario: Ancelotti ha sempre tratto il meglio dalle squadre che aveva.

 

Stiamo parlando di uno che ha vinto 4 Champions e lo scudetto nei 5 più importanti campionati.

 

Stiamo parlando di uno dei più grandi allenatori di tutti i tempi (se non IL più grande)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 21-Jul-2006
52,987 posts

Una partita non è sufficiente per parlare di cambiamento. Tuttavia, la prestazione offerta dalla Juventus a Udine, soprattutto nel primo tempo, ha lasciato in molti la convinzione che, anche se non tutto, qualcosa stia mutando a livello tattico in casa juventina. Anche i dati confermano questa direzione. Nella prima frazione di gioco la squadra di Allegri ha giocato con buona intensità e con un baricentro medio piuttosto alto (50.05m). In generale, rispetto alla scorsa stagione, nella partita di Udine la Juventus è stata più pericolosa nelle conclusioni.

 

Juve, il gioco sulle fasce con Weah e Cambiaso

Non a caso il dato degli expected goals (xG) prodotti per tiro (escludendo i rigori) è stato di 0.13 nella sfida ai friulani, a fronte dell’0.10 registrato dalla Juve nello scorso torneo di Serie A. A cambiare è stato l’intero modo di sviluppare la manovra offensiva. Il 3-5-2 di Allegri infatti, pur essendo lo stesso sistema base di un anno fa, è stato declinato in maniera diversa, a partire dal gioco sulle fasce. In Friuli infatti abbiamo trovato da una parte un giocatore a tutta fascia e verticale come Weah e, dall’altra un elemento come Cambiaso, in grado di tagliare anche centralmente.

Chiesa seconda punta con Vlahovic

A destra quindi la Juve andava per la profondità, mentre a sinistra poteva sovraccaricare quella zona del terreno di gioco sfruttando anche la presenza di Chiesa. Proprio l’impiego del nazionale azzurro da seconda punta rappresenta una delle novità più interessanti che Allegri cercherà di sfruttare con continuità quest’anno. Utilizzando Chiesa da attaccante la Juventus non soltanto avvicina l’italiano a supporto di Vlahovic, ma varia anche il modo di attaccare. Già contro l’Udinese la squadra di Allegri ha prodotto un numero di cross (8) inferiore rispetto al dato medio del passato campionato (19.24).

Juve, il palleggio e i cut-back

Sono invece apparsi i cut-back, vale a dire quei tipi di passaggi che, partendo dal fondo del campo all’interno dell’area di rigore avversaria, sono diretti all’indietro per i giocatori a rimorchio. A Udine ne è stato utilizzato uno soltanto, ma è comunque un dato in controtendenza con quello di appena 0.50 per 90 minuti fatto registrare nella scorsa annata. Con Chiesa come seconda punta è più facile prevedere che l’utilizzo di questo tipo di passaggi possa incrementarsi. In generale poi la Juve di Udine ha palleggiato maggiormente, registrando 476 passaggi contro una media di 447.61 del campionato 2022-23.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 20-Jul-2008
6,236 posts

Quest'uomo non avrà mai i miei complimenti. Personaggio che mi è scaduto su tutti i fronti.

Inviato dal mio CPH2173 utilizzando Tapatalk

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 02-Jun-2005
12,163 posts

Innanzitutto c’è da fare i complimenti al mister ;)sefz 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 26-Apr-2009
2,165 posts
16 ore fa, sendokamata ha scritto:

 

Invece lo vedo esattamente al contrario: Ancelotti ha sempre tratto il meglio dalle squadre che aveva.

 

Stiamo parlando di uno che ha vinto 4 Champions e lo scudetto nei 5 più importanti campionati.

 

Stiamo parlando di uno dei più grandi allenatori di tutti i tempi (se non IL più grande)

Mah... con la juve, con il napoli e l'everton non è stato così. Vincere uno scudo con la juve del 2012, oppure con il napoli dello scorso anno o con i leicester è tutt'altra cosa che vincerlo con il milan, il real, il bayern, il psg o il chelsea.

Ma sono solo opinioni... e valgono per quel che valgono.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 14-Feb-2020
4,224 posts
1 ora fa, Kris ha scritto:

Quest'uomo non avrà mai i miei complimenti. Personaggio che mi è scaduto su tutti i fronti.

Inviato dal mio CPH2173 utilizzando Tapatalk
 

Quando si vince si deve fare sempre i complimenti, a prescindere che chi vince una partita o una gara  ci piaccia o no , è la base dello sport da sempre

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 01-May-2010
20,521 posts

Complimente per quel che ha fatto. Ok, diamo merito al merito; è giusto così.

 

Ma complimenti anche a @gobbo_dal_76 per le 250 vittorie, giusto per voler essere un attimo ironico e sottolinerare che le vittorie non sono "solo di".

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 13-Nov-2007
15,902 posts
3 ore fa, Mastro Titta ha scritto:

Mah... con la juve, con il napoli e l'everton non è stato così. Vincere uno scudo con la juve del 2012, oppure con il napoli dello scorso anno o con i leicester è tutt'altra cosa che vincerlo con il milan, il real, il bayern, il psg o il chelsea.

Ma sono solo opinioni... e valgono per quel che valgono.

Voglio spezzare una lancia in favore di Max ... ricordiamoci anche che con Pirlo il ciclo di vittorie si è interrotto e quindi non chiunque avrebbe vinto nel 2017 o nel 2016 e non chiunque avrebbe raggiunto due finali di Champions.  L'impresa di Max non è stato vincere uno scudetto con quella Juve ma vincerne 5 di fila condite con coppe Italia e due finali. Qualcosa di non comune e non facile nel suo passato con noi lo ha ottenuto. Questo ripeto non gli dà nessuna immunità nel periodo presente e in quanto fatto negli ultimi due anni.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 04-May-2009
1,716 posts
12 minuti fa, zizouzidane ha scritto:

Voglio spezzare una lancia in favore di Max ... ricordiamoci anche che con Pirlo il ciclo di vittorie si è interrotto e quindi non chiunque avrebbe vinto nel 2017 o nel 2016 e non chiunque avrebbe raggiunto due finali di Champions.  L'impresa di Max non è stato vincere uno scudetto con quella Juve ma vincerne 5 di fila condite con coppe Italia e due finali. Qualcosa di non comune e non facile nel suo passato con noi lo ha ottenuto. Questo ripeto non gli dà nessuna immunità nel periodo presente e in quanto fatto negli ultimi due anni.

Ma infatti.

 

Secondo me ci sono 3 cicli Allegri:

 

- i primi tre anni vincenti e giocando anche bene.. mi ricordo gran partite in Coppa come quando umiliammo il Borussia di Klopp o gli spettacolari 70 minuti a Monaco contro il Bayern

 

- i successivi due anni: vincenti ma giocando molto male; qualche volta qualche sprazzo di gioco si è visto (tipo contro il Manchester o contro l'Atletico) ma in generale mancava completamente il gioco

 

- gli ultimi due anni: non vincenti e giocando sempre male

 

Poi leggo: "ehhh Max non ha vinto la Coppa".. forse contro il Real qualcosa di più potevamo fare, ma contro quel Barcellona non c'erano speranze, ricordiamoci che i nostri panchinari erano gente come Padoin, Sturaro, ecc...

 

 

  • Like 1
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 13-Nov-2007
15,902 posts
34 minuti fa, sendokamata ha scritto:

Ma infatti.

 

Secondo me ci sono 3 cicli Allegri:

 

- i primi tre anni vincenti e giocando anche bene.. mi ricordo gran partite in Coppa come quando umiliammo il Borussia di Klopp o gli spettacolari 70 minuti a Monaco contro il Bayern

 

- i successivi due anni: vincenti ma giocando molto male; qualche volta qualche sprazzo di gioco si è visto (tipo contro il Manchester o contro l'Atletico) ma in generale mancava completamente il gioco

 

- gli ultimi due anni: non vincenti e giocando sempre male

 

Poi leggo: "ehhh Max non ha vinto la Coppa".. forse contro il Real qualcosa di più potevamo fare, ma contro quel Barcellona non c'erano speranze, ricordiamoci che i nostri panchinari erano gente come Padoin, Sturaro, ecc...

 

 

Riassunto perfetto della sua traiettoria da noi, un primo Max, un secondo Max meno brillante, un terzo deludente (finora).

Quanto alla coppa lui ci ha portato a giocarcela, con altri a cominciare dal leccese quelle finali le vedevamo in cartolina.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 08-Aug-2022
3,067 posts
55 minutes ago, zizouzidane said:

Voglio spezzare una lancia in favore di Max ... ricordiamoci anche che con Pirlo il ciclo di vittorie si è interrotto e quindi non chiunque avrebbe vinto nel 2017 o nel 2016 e non chiunque avrebbe raggiunto due finali di Champions.  L'impresa di Max non è stato vincere uno scudetto con quella Juve ma vincerne 5 di fila condite con coppe Italia e due finali. Qualcosa di non comune e non facile nel suo passato con noi lo ha ottenuto. Questo ripeto non gli dà nessuna immunità nel periodo presente e in quanto fatto negli ultimi due anni.

Vabbè però con Pirlo ci poteva stare di non vincere nulla. Sia per il profilo e conseguentemente per l'ingaggio. Max è il più pagato in Serie A e per il suo curriculum certe scuse o scaricabarili non potrebbe permetterselo. Mia opinione naturalmente.

Edited by Voost

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 13-Nov-2007
15,902 posts
1 minuto fa, Voost ha scritto:

Vabbè però con Pirlo ci poteva stare di non vincere nulla. Sia per il profilo e conseguentemente per l'ingaggio. Max è il più pagato in Serie a certe scuse o scaricabarili no potrebbe permetterselo. Mia opinione naturalmente.

Ma infatti in tanti non gli condonano niente, io tra questi. Quanto ha fatto in questi due anni è deludente e io l'avrei implacabilmente esonerato. Poi magari, senza coppe, con una nuova visione strategica delle partite, meno rinunciataria, col rientro di un Pogba guardabile, torneremo in vetta e vincerà il sesto scudetto con noi, ma giudicando l'operato della sua terza avventura con noi non meritava la conferma. La sua colpa maggiore in questi due anni imho è stata non costruire un identità di gioco e una identità di squadra. Nella prima partita come nel precampionato è sembrato di vedere un qualcosa di nuovo, stiamo a vedere (io personalmente non mi fido).

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 11-May-2014
9,921 posts

Io per assurdo se devo criticarlo per una CL lo critico molto di più per quella del 2019 che per le due finali, non aver sfruttato quel ronaldo, quella forza che avevamo dalla nostra parte è stato un "crimine", chissà quando avremo di nuovo un giocatore così dominante come lui contro l'atletico. E quell'anno eravamo pure partiti molto bene fino a quella cavolo di Juve United. Ma quell'anno dovevamo vincerla, per me è stato il suo vero fallimento con noi, non eventuali scelte sbagliate in partite tiratissime come a Madrid e Monaco (dove prima di sbagliare aveva fatto due partite perfette tatticamente).

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 21-Jul-2006
52,987 posts
19 ore fa, UndiciLeoni ha scritto:

Io per assurdo se devo criticarlo per una CL lo critico molto di più per quella del 2019 che per le due finali, non aver sfruttato quel ronaldo, 

verissimo

c'e' da dire che quell ajax era piu' forte di quanto si pensasse , giocavano benissimo, ma noi la abbiamo proprio interpretata male, sia l andata, sia e soprattutto, il ritorno

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 20-Jul-2008
6,236 posts
Quando si vince si deve fare sempre i complimenti, a prescindere che chi vince una partita o una gara  ci piaccia o no , è la base dello sport da sempre
Alla base dello sport ci sono molti principi, come la dignità, il lottare per la maglia etc... Quest'uomo con lo sport ormai a stento c'entra qualcosa con i cavalli

Inviato dal mio CPH2173 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 14-Feb-2020
4,224 posts
55 minuti fa, Kris ha scritto:

come la dignità, il lottare per la maglia etc.

Ti confondi con Elkann , Max con tutti i limiti che ha , almeno è l'unico dentro la Juve ad aver rivendicato i punti fatti sul campo , difendendola dagli attacchi subiti ( la battuta a Grassani su tutte) a differenza da chi avrebbe avuto difenderci , ovvero la dirigenza e proprietà 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 11-May-2014
9,921 posts

Secondo me noi avevamo fatto due ottime scelte con Conte e (il primo) Allegri, prendendoli entrambi al momento giusto e godendo delle loro differenze caratteriali e delle loro diverse qualità, probabilmente poi ci è mancato il terzo guizzo, la terza decisione giusta, tra il 2017 e il 2019...peccato

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 11-May-2014
9,921 posts
3 ore fa, dal1982 ha scritto:

verissimo

c'e' da dire che quell ajax era piu' forte di quanto si pensasse , giocavano benissimo, ma noi la abbiamo proprio interpretata male, sia l andata, sia e soprattutto, il ritorno

 

Sì quell'Ajax era un'ottima squadra e aveva appena battuto 1-4 il Real a Madrid, ma secondo me avremmo comunque dovuto vincere, anche puntando sul fatto che noi eravamo super esperti loro no, poi in semifinale avremmo avuto il Tottenham...Un'occasione troppo d'oro per averla sprecata, certo eravamo arrivati al ritorno dei quarti in grande emergenza la nostra solita sfiga, ma secondo me se hai quel Ronaldo li non hai scuse, turni così li devi passare (poi ovviamente per carità ci sono anche gli avversari ed è normale perdere, ovvio)

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 24-Oct-2006
10,761 posts

Vittorie meritate. 

Infatti il problema non si pone se parliamo solo di stretta matematica.

E non si pone nemmeno se mettiamo nel conto tutto quello che la Juve ha subito lo scorso anno.

Non sarà stato certo facile lavorare con quelle situazioni mafiose e assurde nate durante la stagione in corso per danneggiarci scientemente. 

Che sia strapagato non vuol dire che deve subire e pagare il pizzo ad una manica di delinquenti che lo hanno boicottato dall'esterno. 

Solidarietà al Mister. E da me su 'ste cose l'avrà sempre.

 

Se invece parliamo di calcio, di come si mette una squadra in campo, di cosa dover insegnare ai giocatori, di come vanno preparati atleticamente, di come vanno tenuti sul pezzo, e di cosa pretendere da loro, allora la faccenda cambia. E di parecchio. 

Il calcio di Allegri è filosoficamente vecchio, da provinciale, e di freddo calcolo. 

E se parliamo di come lui si prende, o non si prende, le sue responsabilità quando le cose vanno bene e quando le cose vanno male, anche qui Allegri è ora che cresca. 

Che non ha più 10 anni. 

 

Ed è un gran peccato, perché l'uomo oltreché simpatico, è molto intelligente, pragmatico, sempre coi piedi piantati per terra, e regge abbastanza bene le pressioni. 

Se cambiasse filosofia, senza buttare tutto al cesso, tenendo solo alcune vecchie abitudini (soprattutto quando c'è da far punti ma la squadra è scarsa, o devastata da infortuni o casini vari), e facesse calcoli solo quando buttare il cuore oltre l'ostacolo non è sufficiente a livello empirico, e via dicendo, allora sarebbe quasi perfetto. 

La strategia e il calcolo servono sempre, ma se la storia ti mette di fronte lo sbarco in Normandia devi entrare nella dimensione che ti serve il coraggio, la cazzimma, e la possibilità seria di assistere ad un bagno di sangue. 

E queste cose non si accendono all'improvviso nei giocatori con un interruttore. Li deve abituare ad avere fiducia in se stessi, li deve incoraggiare, fargli capire che anche se sono scarsi non è detto che lo sono davvero, perché se corri come un disgraziato puoi fare la tua porca parte eccome. 

Devono essere pirati, non giocatori. Scaltri quando serve, spietati quando serve. Sennò restano dei rubagalline. 

Bisogna giocare a pallone, non a scacchi. Servono le palle. 

  • Like 7

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 01-May-2014
3,441 posts
1 ora fa, CRAZEOLOGY ha scritto:

Vittorie meritate. 

Infatti il problema non si pone se parliamo solo di stretta matematica.

E non si pone nemmeno se mettiamo nel conto tutto quello che la Juve ha subito lo scorso anno.

Non sarà stato certo facile lavorare con quelle situazioni mafiose e assurde nate durante la stagione in corso per danneggiarci scientemente. 

Che sia strapagato non vuol dire che deve subire e pagare il pizzo ad una manica di delinquenti che lo hanno boicottato dall'esterno. 

Solidarietà al Mister. E da me su 'ste cose l'avrà sempre.

 

Se invece parliamo di calcio, di come si mette una squadra in campo, di cosa dover insegnare ai giocatori, di come vanno preparati atleticamente, di come vanno tenuti sul pezzo, e di cosa pretendere da loro, allora la faccenda cambia. E di parecchio. 

Il calcio di Allegri è filosoficamente vecchio, da provinciale, e di freddo calcolo. 

E se parliamo di come lui si prende, o non si prende, le sue responsabilità quando le cose vanno bene e quando le cose vanno male, anche qui Allegri è ora che cresca. 

Che non ha più 10 anni. 

 

Ed è un gran peccato, perché l'uomo oltreché simpatico, è molto intelligente, pragmatico, sempre coi piedi piantati per terra, e regge abbastanza bene le pressioni. 

Se cambiasse filosofia, senza buttare tutto al cesso, tenendo solo alcune vecchie abitudini (soprattutto quando c'è da far punti ma la squadra è scarsa, o devastata da infortuni o casini vari), e facesse calcoli solo quando buttare il cuore oltre l'ostacolo non è sufficiente a livello empirico, e via dicendo, allora sarebbe quasi perfetto. 

La strategia e il calcolo servono sempre, ma se la storia ti mette di fronte lo sbarco in Normandia devi entrare nella dimensione che ti serve il coraggio, la cazzimma, e la possibilità seria di assistere ad un bagno di sangue. 

E queste cose non si accendono all'improvviso nei giocatori con un interruttore. Li deve abituare ad avere fiducia in se stessi, li deve incoraggiare, fargli capire che anche se sono scarsi non è detto che lo sono davvero, perché se corri come un disgraziato puoi fare la tua porca parte eccome. 

Devono essere pirati, non giocatori. Scaltri quando serve, spietati quando serve. Sennò restano dei rubagalline. 

Bisogna giocare a pallone, non a scacchi. Servono le palle. 

Bel post. 

Conosco le tue posizioni, ma farebbe piacere leggerti più spesso su temi di campo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 24-Oct-2006
10,761 posts
3 ore fa, Fabri BN ha scritto:

Bel post. 

Conosco le tue posizioni, ma farebbe piacere leggerti più spesso su temi di campo.

 

Purtroppo per me, da troppi anni ormai, il calcio giocato è diventato un fatto del tutto secondario. 

Speravo di avere torto, invece anche quest'anno sono capitate cose fuori dal campo che hanno condizionato parecchio il campo. 

Senza contare che non serve a nulla vincere, partite o trofei, se poi il primo bulletto invidiosetto di quartiere che passa può rivedere punti e classifiche senza che nessuno lo prenda a sganassoni. 

Io poi posso dire che, se è così, da me non vedono più un soldo. E infatti da me non ne vedono dal 2006, e a certe cose non partecipo manco gratis. Stadium compreso. 

Ma questo non vuol dire che mi basti sapere che posso starmene tranquillo nella mia piccola esistenza piccolo-borghese/operaia senza spendere soldi, per essere felice. 

La situazione non mi sta bene, a prescindere. E' diventato anche un fatto anti-democratico e di vergognosa presa in giro della masse, e di tutti i tifosi, di tutte le squadre. 

 

Quindi, riassumendo. 

Quindi si, se vuoi ti posso dire che Allegri secondo me fa del freddo calcolo una malattia. E allo stesso tempo posso dirti che per me il suo non è più del tutto pallone, ma una roba che sta a metà tra gli scacchi, la statistica, il calcio, e robe del genere. Lui ragiona sui punti potenziali prima, e sul calcio giocato poi. Allo stesso tempo è tutt'altro che un imbecille, bensì un professionista con molte qualità.  

Ma deve rendersi conto che anche quando poi lui chiede una prestazione diversa e aggressiva ai suoi giocatori, e può capitare eccome, in realtà non li ha abituati a tenerli su quel tipo di atteggiamento. Quindi ci sono per forza di cose meno automatismi, meno astuzie, meno efficienza in generale. Perché i giocatori si devono trovare, si devono conoscere, si devono abituare ai movimenti degli altri, non sono mica tutti Pirlo. 

E così va a finire che giochi due finali di CL contro squadroni facendo in parte una buona partita, ma prendi 7 pere nel complesso facendone solo 2, e con una difesa che sulla carta era fortissima e quasi impenetrabile, e con il portiere forse più forte della storia. 

Cose che capitano nel calcio eh, non è sempre tutto in discesa. Ma capisci che se lui mi conferma davanti ad una telecamera, due settimane dopo, intervistato a Livorno vicino al mare, che lui non ha sostituito Pjanic e Manzo clamorosamente azzoppati, perché pensava di andare ai supplementari e rigori, vuol dire che la sua filosofia è diventata una deviazione mentale.

Lo so, tu mi dici che tanto poi è entrato Lemina che faceva degli scivoloni che manco Charlie Chaplin nelle comiche, e che non sarebbe cambiato nulla. Concordo. 

Lo so, ma non è questo il punto. 

Il punto è che se hai anche solo 1 probabilità su 100, devi provare a lavorare sempre in modo da regalarti quella possibilità anche dove non c'è, per accedere a quella porta e provare a scassinarla. E questo non lo fai se non abitui la squadra a dare il meglio di se nel proporre gioco. 

Perché il calcio è cambiato, perché pure le provinciali vengono a fare la partita a Torino. E se giochi una finale non c'è più l'Amburgo che ha la botta di c**o. Ora c'è gente che gioca a calcio, e tu, per quanto puoi essere bravo a tenere botta, come un buon pannolino contenitivo, prima o poi ti bagni tutto. sefz 

Questo non vuol dire che se giochi a calcio davvero vinci facile, anzi, ma vuol dire che se tieni un atteggiamento guardingo nel calcio di oggi per vincere devi avere un chiulo ancora più grande di quello che ti servirebbe normalmente, perché non vinci le coppe con gli 0-0 strategici che tanto c'è il ritorno. Per questo dico che è una filosofia vecchia. 

Per non parlare del calcio show, del marketing, dell'immagine, e dell'idea di società sportiva che vuoi proporre al "cliente" che ti deve dare i dindi. 

250 vittore meritatissime. Non ha rubato nulla. Il calcio però è tutta un'altra roba. 

 

Detto tutto questo. Discorsi inutili perché il campionato non è regolare già da qualche decennio. 

In bradigaaaaa, stiamo parlando di cinema, non di fatti e persone reali.

E' tutto da rifareeeeeeeeee! sefz  

Edited by CRAZEOLOGY
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 26-Apr-2009
2,165 posts
Il 23/8/2023 alle 12:06 , UndiciLeoni ha scritto:

eh ma infatti quelle sono state colpa nostra, demeriti nostri, sì nonostante ci fossero dei totem intoccabili sulla nostra panchina

 

se avessimo affrontato le finali contro borussia amburgo real 98 e milan 2003 come real 2017 e barcellona 2015 le hanno affrontate contro di noi  avremmo 4 CL in più

 

nel 2015 e nel 2017 avevamo di fronte due squadre leggendarie con giocatori mostruosi non rendersene conto scusate ma è davvero da stereotipo di juventino arrogante che vuole vincere sempre soltanto perchè tifa la squadra della famiglia agnelli

 

poi certo abbiamo commesso vari errori in quelle finali che avrebbero potuto portare a un risultato diverso, se magari tevez si fosse ricordato di essere un leon e non un *** magari nel 2015 avremmo fatto megliio

 

 

Ragazzi... borussia, real 98 e barcellona 2015 (nettamente più forte di quella Juve, infatti nel primo tempo fummo preso a pallonate) sono i più grandi furti della storia del calcio.

Posso essere d'accordo sulle coppe perse contro l'amburgo, il milan ed il real del 2017, ma su quelle sopra citate, almeno noi juventini... cerchiamo di non dimenticare.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...