Vai al contenuto

gobbo_dal_76

Tifoso Juventus
  • Numero contenuti

    15201
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Days Won

    1

gobbo_dal_76 last won the day on July 9 2017

gobbo_dal_76 had the most liked content!

Reputazione Forum

1374 Excellent

Su gobbo_dal_76

  • Livello
    Suino D.O.P.
  • Compleanno 23/05/1969

Profile Information

  • Sesso:
    Male
  • Scrive da:
    una frattura del continuum spazio-temporale con disgressioni in un universo parallelo dove Allegri fa giocare bene la Juventus

Visite recenti

3895 visite nel profilo
  1. La presenza di menti bianconere raziocinanti nei vari programmi sportivi è praticamente pari a zero. Solamente soggetti improponibili o che (comprensibilmente) abbozzano sempre pur di portare a casa il bonifico mensile. Pazienza. Così è se ci pare; e se non ci pare, pace, tanto non frega niente a nessuno.
  2. Il solito (infreddolito) saluto dalla Nord! -------------------------
  3. Uai? Becaous! (cit. "Frengo" alias Antonio Albanese) Suflinirrana! ....aiò. Ti spezzo le braccine! (cit. "Nico" alias Giacomo Storti)
  4. Good News

    La vita di tutti i giorni, i media e quant'altro ci hanno orientato verso una visione del mondo quasi sempre settata sui toni del grigio. In realtà, la fuori, qualcosa di buono c'è; qualcosa di buono capita. Allora, mi son detto, perchè non condividere anche il "positivo"? Io ci provo. E inizio con questa notizia. A voi, se lo ritenete (e se i mods lo ritengono opportuno), commentare e condividere altre....positività! ________________________________________________________________________________________________________ Mauriziano, lotta per la vita: operato a cuore aperto direttamente al pronto soccorso Il paziente, un uomo di 69 anni arrivato dal San Luigi, ha avuto un arresto cardiaco Un intervento d’emergenza, di cardiologia, risolto direttamente in una stanza del pronto soccorso dell'ospedale Mauriziano di Torino: tempo contato, questione di secondi, in ballo la vita di un uomo di 69 anni arrivato dall’ospedale San Luigi di Orbassano con la diagnosi di «ematoma di parete dell’aorta ascendente». Fuori dal gergo medico, in assenza di un intervento immediato del cardiochirurgo significa pochissime chances di sopravvivenza. Lotta contro il tempo Una lotta contro il tempo. Ma il peggio è arrivato quando il cuore ha cessato di battere: il momento in cui il confine tra il panico e la saldezza di nervi del personale sanitario si fa più sottile, quasi impercettibile. Nel “pronto” diretto dal dottor Domenico Vallino la reazione è stata all’altezza. Il medico di guardia, dottor Andrea Landi, coadiuvato dalla sua équipe, ha iniziato le manovre cardio-rianimatorie secondo protocollo. Il dottor Edoardo Zingarelli, della Cardiochirurgia diretta dal dottor Paolo Centofanti, consapevole che il sangue fuoriuscito dall’aorta aveva riempito il pericardio ed impediva al cuore di contrarsi, ha eseguito immediatamente l’aspirazione del sangue dal pericardio con un lungo ago (pericardiocentesi) eliminando mezzo litro di versamento. Anche così, il cuore non ripartiva. E questo, nonostante l’ecocardiogramma dimostrasse la scomparsa della parte liquida del versamento. Tutto per tutto A questo punto è apparso drammaticamente evidente che il paziente non aveva alcuna possibilità di arrivare vivo nella sala operatoria di cardiochirurgia, dove il personale era già pronto ad accoglierlo. Nonostante fossero già trascorsi 30 minuti dall’inizio delle manovre rianimatorie, e l'uomo non mostrasse ancora segni di ripresa, i cardiochirurghi - Zingarelli e Roberto Flocco - hanno deciso di non mollare: secondo intervento sul posto. I cardioanestesisti Arianna Abascià e Luca Amendolia, della Anestesia e Rianimazione Cardiovascolare diretta dalla dottoressa Gabriella Buono, si sono precipitati a rotta di collo nella «shock room» dell’Area rossa. Nello stesso tempo veniva detto all’équipe infermieristica e alla tecnica di perfusione di andare in pronto soccorso. Messa in sicurezza A quel punto è stata fatta una sternotomia (apertura del torace) in emergenza, tra un massaggio cardiaco e l’altro sono stati rimossi i coaguli dal pericardio e il cuore, nel sollievo generale, ha ripreso a battere. Soltanto allora il paziente è stato portato nelle sale operatorie del blocco cardiovascolare per completare il lavoro. Altra particolarità, qualcuno potrebbe chiamarlo “miracolo”: nonostante i timori dei medici sui danni alle funzioni neurologiche a causa del prolungato arresto cardiaco, il giorno seguente l’uomo si è svegliato senza alcun deficit: trasferito dopo tre giorni di cure presso la cardiorianimazione presso il reparto di Cardiochirurgia, è in buone condizioni generali presso il reparto di Medicina Interna diretta dal dottor Claudio Norbiato per completare l’iter diagnostico-terapeutico. Incredibile: ma vero. (fonte: La Stampa online 21/01/2019 Link )
  5. Conosciuta di persona, così come Tonio Cartonio e Orco Bruno negli studi Rai di Via Verdi a Torino. Vederla ballare sul trabattello (ponteggio) dietro la scenografia, in stile lap dancer tra una registrazione e l'altra, te lo faceva venire du....come non si addice ad un programma per bambini!!! -------------------------
  6. [ Supercoppa Italiana "Finale" ] Juventus F.C. - A.C. Milan 1-0

    E' andato tutto come era prevedibile. Il modo di "essere" [leggi, gioco] della Juve, il tipo di approccio alle partite, il vizio di lasciarle aperte fino alla fine ovvero non chiuderle il prima possibile, il contare in maniera eccessiva sulla propria superiorità tecnica, ha portato comunque alla vittoria. Bene, anzi, benissimo. Ma c'è il rischio [occhio: ho scritto rischio e non certezza] che tutto ciò venga prima o poi pagato, se pagarlo si deve. Passi se capita con un Genoa, con una Atalanta, vuoi perfino con un Napoli o una Inter o un MU non rassegnato nessun problema. I saggi dicono "mica si possono vincere tutte" oppure "prima o poi si deve pure perdere" o, ancora "nulla è compromesso". Ma se capita nel momento sbagliato? E sappiamo quali sono i momenti sbagliati! Beh, se capita nel momento sbagliato [speriamo che non avvenga mai!] di tutto ciò che si è sognato rimarranno poche briciole da nascondere sotto il tappeto assieme alle "magagne" ignorate. In alternativa ci sono sempre la sfiga, le maledizioni avverse, Evrà che doveva spazzarla, gli arbitri, le scie chimiche, le invasioni aliene, i "vi meritate i Del Neri e i settimi posti".
  7. [ Supercoppa Italiana "Finale" ] Juventus F.C. - A.C. Milan 1-0

    Un trofeo in più....benissimo. Per il resto c"é Mas......d. -------------------------
  8. [ Supercoppa Italiana "Finale" ] Juventus F.C. - A.C. Milan 1-0

    Siamo solo grandi individualità che giocano assieme. -------------------------
  9. [ Supercoppa Italiana "Finale" ] Juventus F.C. - A.C. Milan 1-0

    Ma passare all'autogestione e investire su un CC? -------------------------
  10. [ Supercoppa Italiana "Finale" ] Juventus F.C. - A.C. Milan 1-0

    Urogermina prostata....spot azzecato! -------------------------
  11. [ Supercoppa Italiana "Finale" ] Juventus F.C. - A.C. Milan 1-0

    ....non deve dribblare! [emoji23][emoji23][emoji23] -------------------------
  12. [ Supercoppa Italiana "Finale" ] Juventus F.C. - A.C. Milan 1-0

    Ma è possibile che Cerquieti mi stia sulle palle quanto un carton-prescritto-deboscio-demente!?!? -------------------------
  13. [ Supercoppa Italiana "Finale" ] Juventus F.C. - A.C. Milan 1-0

    Non si potrebbe prendere Pirlo e affidarlo al preparatore atletico di CR7? -------------------------
  14. [ Supercoppa Italiana "Finale" ] Juventus F.C. - A.C. Milan 1-0

    Miiiiiii......uno due e infilata in area......oltraggio al calcio. La vera essenza è dx sx, dx sx, lancio o cross dalla 3/4. -------------------------
  15. [ Supercoppa Italiana "Finale" ] Juventus F.C. - A.C. Milan 1-0

    Deo (Ronaldo) gratias -------------------------
×