Jump to content

Fabri BN

Tifoso Juventus
  • Content Count

    1,602
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

1,098 Excellent

About Fabri BN

  • Rank
    Juventino Pinturicchio

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. È nella natura umana abituarsi alle cose belle fino a trascurarne il significato. Lo scudetto del 2012 lo abbiamo festeggiato come i pazzi perché lo aspettavamo da una vita. È chiaro che quando arrivi al nono, e il più delle volte lo hai vinto senza pathos e senza ansie, non ti venga voglia di festeggiarlo in piazza. Adesso ci siamo fatti due anni di rieducazione e sono sicuro che se dovessimo battagliare per il titolo nel 2023 lo apprezzeremo a modo. L'entusiasmo purtroppo non si può azionare con un bottone. È anche vero che svegliarsi solo quando non si vince è una pessima abitudine; a volte il tifoso della Juve mi ricorda il padre padrone, che bastona il figlio "per il suo bene". Non siamo teneri con la Vecchia Signora. La parte sulla Champions invece la quoto in tutto e per tutto. È un'ossessione che offusca ogni ragionamento. Chiellini si ritira e sento dire che la BBC è sopravvalutata, perché ha preso 4 gol dal real Madrid, omettendo che fino alla finale, alla voce gol subiti il tabellino diceva 2!!! Due in un'intera competizione, ma abbiamo perso la finale e allora è tutto da buttare. Questa champions league non ci fa gioire per le vittorie, e son sicuro che non la alzeremo mai finché la approcceremo con così tanta tensione.
  2. Ragazzi però un conto è dribblare in campo aperto come faceva al Parma insieme a Gervinho, e un conto è dribblare una difesa schierata come ha fatto nella Juve di Pirlo, che giocava alta e provava a comandare la partita, e altre situazioni ancora ha vissuto con Allegri e Conte. Si può accettare il fatto che esistano giocatori da contesto e con caratteristiche precise. A me Kulusevski spalle alla porta, contro difese schierate o in situazioni in cui aveva bisogno di pensare è sembrato palesemente in difficoltà. In campo aperto già meglio. Dobbiamo farne una colpa a qualcuno o è meglio che le società tornino a mettere insieme delle rose che sposino le idee di un allenatore e in cui gli undici in campo non vadano a pestarsi i piedi? Lasciamo da parte Allegri. Da quanto tempo è che la Juve non ha una rosa ben amalgamata? Lo dico a discolpa di tutti quelli che l'hanno allenata dal dopo Conte ad oggi. Allora si, che si seguiva un progetto tattico, giusto o sbagliato che fosse.
  3. Auguri Gaetano, prima di tutto. E poi qualche pensiero personale che ti vorrei dedicare: Sono nato troppo tardi per vederti giocare, anzi, purtroppo nel 1992 eri già lassù. Mi sono ripromesso varie volte di guardare almeno una tua partita per intero, per capire meglio come hai fatto a restare nel cuore di tutti e ad aver ottenuto un rispetto trasversale, che va oltre i colori di una bandiera. E poi un'altra cosa: tre anni fa ho conosciuto tuo fratello, in occasione di un torneo calcistico in cui giocavani bambini di prima elementare. È venuto a trovarci anche il Trap. Questo torneo porta il tuo nome, con tuo fratello ho potuto scambiare solo qualche parola, ma gli brillano ancora gli occhi quando parla di te.
  4. Ne ho lette di ogni sul ragazzo quando era da noi. È uno dei giocatori che ho visto maggiormente in difficoltà sul piano tecnico, ma proprio dei fondamentali: controllo, passaggio, tiro, come orientare il corpo, la corsa... Mi chiedo come si potesse recuperare un giocatore in quelle condizioni psicofisiche. Era totalmente sfiduciato. L'unica soluzione in questi casi è un cambio di maglia, e ce lo pagheranno anche bene per come stavano le cose a Gennaio 2022. Ma ormai è partito il revisionismo come al solito...
  5. Ecco, questa forse è la prospettiva più verosimile. E tra Kulusevski e Vlahovic, pur avendo ruoli diversi, scelgo sempre il secondo.
  6. Non è buono? L'ho visto un paio di volte in champions e mi sembrava sul pezzo, o forse lo sto confondendo con Reinildo.
  7. Terzo per presenze nella storia della Juventus e trattato come uno che si risparmia e ruba lo stipendio.
  8. Va beh, tanto se n'è andato per la gioia di molti... A me invece mancherà, sia con la maglia bianconera che con quella azzurra. Perché ha sempre dato l'anima, con uno stile tutto suo dentro e fuori dal rettangolo verde. Con personalità e con idee. Ho la sensazione che la Juventus attuale sia un po' quella che ci meritiamo: piatta, composta da giocatori privi di personalità e con uno stadio che non trasmette nulla. Così nessuno può emergere, nel bene e nel male, e facciamo trionfare il politicamente corretto anche nello sport.
  9. Il Milan ha vinto a sorpresa ma con programmazione e serietà. In campo idee semplici e ben applicate; così facendo i gregari hanno dato il massimo, e chi ha talento (Maignan, Theo, Tonali, Tomori e Leao a mio parere) sono perfino migliorati fino a diventare trascinatori. Questo è creare valore. Poi possiamo confrontare i palmares di Pioli e Allegri, dire che è un trionfo casuale che non si ripeterà, ma non mettersi in discussione non farà il bene della Juventus.
  10. Concordo al 100% Acerbi qui viene snobbato ma è un centrale mancino, e noi non ne abbiamo, ha senso della posizione e una tecnica più che discreta. In una parola: affidabile. Per Demiral molti si sono stracciati le vesti quando è partito, però mi pare che pregi e difetti del giocatore siano rimasti sostanzialmente gli stessi. Non ha avuto l'exploit che tutti davano per scontato. Ma se tornasse farebbe comodo, perché ha le caratteristiche tecniche per colmare il vuoto lasciato da Chiellini. Per concludere, un pacchetto come quello che hai scritto tu sarebbe completo per molti motivi, e non costerebbe un euro.
  11. La combinazione "portare risultati+creare valore" per cui ha annunciato di essere stato ingaggiato, finora non si è proprio vista. Gli prenderanno giocatori dal valore già conclamato e lui dovrà portare risultati. Se ciò non accadrà, credo saranno finite le attenuanti.
  12. Personalmente l'unica speranza è data dal fatto che faremo una rivoluzione in termini di rosa e magari arriveranno giocatori importanti. Affiderei la squadra a un altro, ma magari anche Allegri con una rosa più forte porterà a casa qualche risultato migliore.
  13. Può raccontarla come vuole, ma deve ringraziare la società per non averlo accompagnato alla porta, perché i risultati di quest'anno, alla Juventus, portano all'esonero. I tanto decantati miglioramenti non esistono e non si sono visti. La squadra è piatta da settembre e non è mai stata competitiva. I dati sono impietosi. Avrà una seconda chance e sarà meglio per lui e per noi che la approcci con umiltà e idee che possano trasformarsi in risultati. Meno chiacchiere e più fatti. Per aneddoti e disquisizioni filosofiche da quattro soldi avrà tempo quando la sua carriera sarà finita e sarà ospite fisso di Caressa.
  14. Hanno banchettato in molti attorno ai resti di una Juve senza anima, idee, competitività. Allegri resta e si gioca il bonus della vita dovuto a un contratto pesante e a un credito legato a successi passati. Si dia una bella svegliata perché ci è dentro con tutte le scarpe insieme ai giocatori, al posto di pontificare e raccontare aneddoti che non servono a nessuno.
×
×
  • Create New...