Benvenuto, Ospite!

Registrati, sarai in grado di discutere, condividere e inviare messaggi privati con gli altri membri della nostra community.
Avvisiamo l'utenza che per poter accedere al forum, in seguito agli aggiornamenti effettuati, bisognerà inserire tra i dati di accesso il proprio nickname e non più il nome scelto durante la registrazione.

La pigna di Montero

Tifoso Juventus
  • Numero contenuti

    20823
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

634 Excellent

Su La pigna di Montero

  • Livello
    Gobbaccio
  • Compleanno 14/08/1979

Profile Information

  • Sesso:
    Male
  • Scrive da:
    Tra cosce (di rana) e zanzare

Visite recenti

2409 visite nel profilo
  1. Perchè stanno decidendo se togliersi il dente con un piccolo dolore o andare allo scontro a [email protected] duro per smèrdàre Pecorello. Vista la vicenda - Conte immagino sceglieranno la prima soluzione.
  2. A parer mio il fatto che Pecorino abbia fatto subito una proposta potrebbe voler dire che si accontenterebbe di una pena minima pur di non fare una (ulteriore) figura del collionazzo.
  3. Sì. vergogna /ver'goɲa/ s. f. [lat. verecundia "ritegno"]. - 1. a. [turbamento e disagio che si prova per un comportamento sentito come sconveniente, riprovevole, ecc., anche con le prep. di, per: provare v. (per una colpa, di un peccato)] ≈ ‖ mortificazione (per), pentimento (per), rossore (per). b. [senso dell'inopportunità, coscienza dell'immoralità di un'azione, di un comportamento: essere senza v.; non avere v.] ≈ pudore, riguardo, ritegno, (lett.) verecondia. ↔ sfacciataggine, sfrontatezza, spudoratezza, svergognatezza. 2. [senso di impaccio provocato da timidezza o ritrosia nel fare o nel chiedere qualcosa, con la prep. di: avere v. di parlare in pubblico; non bisogna avere v. di chiedere ciò a cui si ha diritto] ≈ disagio, imbarazzo, paura, remora, ritegno, timore. 3. a. [perdita del buon nome, della reputazione in seguito ad azioni disonorevoli, anche con la prep. di: ho avuto la v. di essere cacciato dal circolo; che v.!] ≈ (lett.) disdoro, disonore, ignominia, infamia, onta, scorno, (lett.) vituperio. b. (estens.) [persona che è motivo di discredito e sim.: essere la v. della famiglia] ≈ (lett.) disdoro, disonore, macchia, (fam.) pecora nera, scandalo. ↑ abominio, (non com.) vituperio. ↔ fiore all'occhiello, gloria, (lett.) lustro, onore, orgoglio, vanto. 4. (eufem., pop.) [al plur., le parti genitali] ≈ genitali, (eufem.) intimità, (eufem.) parti intime, (lett.) pudende. http://www.treccani.it/vocabolario/vergogna_(Sinonimi-e-Contrari)/
  4. Spalletti è il meglio a cui possano ambire, realisticamente. Gli altri erano fantasie per le pippe dei tifosi. In un ambiente serio e sereno potrebbe anche fare bene, con la Roma ha fatto un ottima stagione nonostante quello che lo circondava. Mi spiace per lui perché così è come cadere dalla padella nella brace.
  5. Bellissima notizia, purtroppo al di fuori del ricordo dei parenti e nostro, questi 39 angeli sono ancora vittime di serie B. La società dopo anni in cui sembravano una quasi una vergogna da nascondere ha iniziato ad averne più considerazione, ma per le altre tifoserie (ovviamente non nella singola persona ma nella massa demente) sono solo un motivo di sbeffeggio, come se quei morti non fossero reali. Altrettanto vergognoso è il silenzio dei media di fronte a questi insulti, anzi, in realtà è una posizione anche peggiore, perché pur essendo in condizione di condannare questi gesti con il megafono, se ne guardano bene, e probabilmente il motivo è semplicemente l'odio verso tutto ciò che è legato alla Juventus.
  6. Lo vedo particolarmente nervoso, come se glielo avessero piantato su, senza nemmeno la vaselina.
  7. Concordo, è la soluzione meno "pesante".
  8. Ecco, mi hai anticipato.
  9. 210 in cinque anni, sei anni fa erano in B.
  10. Ottimo.
  11. Alex, lasa stà.
  12. 'rcozio, sono andato a cercare le foto. Molto interessanti. Molto. Molto. :>