Jump to content

nortek

Tifoso Juventus
  • Content Count

    293
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

189 Excellent

About nortek

  • Rank
    Juventino Soldatino

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Si,ma non siamo il Real,né tantomeno la Serie A è la Liga...in serie A han sempre giocato,e giocano,difensori,centrocampisti,addirittura attaccanti,dalla tecnica e stile imbarazzanti...per non riferirci solo alla Juve,vogliamo parlare di Skryniar,di quanto è goffo e scarso nel portare la palla..di Lukaku,che non sa stoppare e toccare la palla..questi sono esempi eclatanti ma ce ne sono tantissimi altri in serie A,un campionato,un ambito dove l'efficacia fisica è addirittura da tanti anni considerata prioritaria alla tecnica,in qualsiasi ruolo...e questo già da quando si tratta di scegliere e selezionare i ragazzini...questo è anche il motivo principale per cui non emergono da tempo veri talenti italiani..semplicemente perché il talento tecnico non è considerato prioritario, né valorizzato...
  2. Magari iniziare noi in massa,a rispondere a tono nei commenti del video in cui viene intervistato questo sfigato...poi senz'altro segnalare....
  3. A me invece è capitato tanto per cambiare di discutere con i soliti interisti...guardaunpo'...
  4. Disdetta Dazn effettuata..poche storie,se in centinaia di migliaia,o addirittura milioni di noi,facessero disdetta,senz'altro si avrebbero conseguenze..se non altro far capire una volta per tutte che i tifosi juventini non sono solo una massa maggioritaria di fans che accetta qualsiasi cosa... Certo sarebbe fondamentale esplicitare le motivazioni del ns malcontento dovuto soprattutto a questa insopportabile disparità di trattamento,presente e passata... A tal fine,vi pregherei,io che per scelta non sono affatto "social",di sfruttarli al massimo..
  5. Io credo che soprarrutto nel calcio degli ultimi anni,con la pressione e l'intensità che tutti perseguono e realizzano in partita..pensare scientemente di cedere l'iniziativa per 3/4 del tempo agli avversari arroccando 8/10 uomini a difesa della propria area sia un mezzo suicidio;prima o poi i tuoi faranno l'errore fatale..dinanzi hai troppo campo da risalire e soprattutto troppi avversari che non ti lasciano il tempo della giocata..è anche una questione di tempi ridotti oltre che di baricentro e posizione;predicare calma nelle giocate diventa difficile contro avversari che mettono intensità per lunghi tratti..lasciare tutto all'improvvisazione del singolo davanti ancora di più..di qui anche l'importanza di poter disporre di automatismi che consentano di ovviare.. Se ci pensiamo,se Allegri è rimasto il solo a credere in maniera così estrema in un certo calcio,diversamente da tutti gli altri i Italia ed Europa..un motivo ci sarà, e qualche domanda sulla sua efficacia attuale,dovremmo essercela fatta da tempo...
  6. Sono d'accordo,ma penso che il punto principale non sia la ricerca della bellezza e divertimento fine a se stessi,ma di un gioco organizzato,propositivo,dinamico,intenso;quindi un gioco che ha più possibilità di essere vincente,e che inevitabilmente risulta cosi più divertente, coinvolgente ed attrattivo. Non capirò mai come Agnelli possa pensare di affidarsi ad Allegri e parlare di calcio che deve tornare ad essere attrattivo,di Superleague,senza avere almeno il dubbio di essere in contraddizione,e in definitiva,abbastanza ridicolo... I sostenitori in genere di Allegri,poi,non capisco come non possano ammettere ed accettare l'evidenza di questo anticancro,brutto e da tempo perdente..
  7. Ma dire la juve è sempre stato questo,è solo semplificare,generalizzare e alla fine dire inesattezze..tra il non avere una tradizione di calcio all'olandese e l'avere un tecnico che si è sempre più negli anni incaponito su di un calcio ultradifensivo,statico,privo di dinamismo e intensità, che ti porta,nonostante il budget per distacco più grande della serie A,a difenderti per lunghi tratti dentro la tua area contro chiunque,sottolineo chiunque,in casa e fuori,ce ne passa...Abbiamo avuto i cicli di Lippi,di Conte, con Juventus vincenti e a tratti arrembanti,a volte meno,ma sempre aggressive,intense, che ti rendevano orgoglioso come tifoso della più importante squadra italiana..Non si è mai vista se non con Allegri una roba così,una juve che cede per scelta l'iniziativa per il 70% del tempo contro qualsiasi avversario,spesso a difesa della propria area,che nelle rare sortite in contropiede magari segna il gollettino da difendere strenuamente,e che più spesso, per forza di cose,quando riparte, anche per la grandezza del campo da risalire e il nr di avversari da superare,non è efficace,non sa mettere assieme 3 passaggi di fila.. Ma non è evidente,i risultati lo dicono da tempo..che un calcio simile ti permette al massimo di vincere con formazioni inferiori ed episodicamente,anzi rarissimamente con quelle superiori..Che quando il livello si alza appena in Europa ed in Italia sono batoste?Ad Allegri capitava al Milan (dove è rimasto poco e nessuno lo soppprtava ne lo vorrebbe più..)e capita alla Juve da stagioni . Le prime 2 stagioni le sue Juventus giocavano diversamente,non parlo di automatismi ereditati dalla gestione precedente per non urtare gli haters di Conte,ma.e' evidente che quella squadra plasmata precedentemente.avesee un'impostazione,un'identità cui lui senz'altro ha aggiunto del suo...ma.nelle.stagioni successive,campionati nazionali vinti per manifesta superiorità e gliene sono grato,partite e frazioni di campionati spesso gestite ma vinti...ok,ma quando qualche avversario anche italiano saliva di livello.qualche problema si palesava.. ed in Europa erano sempre batoste..ok era il Bayern,ok il Barca,ok il Real...ultimamente il calcio è cambiato ovunque,a proporre questo calcio é rimasto solo lui,e le batoste le si prende in Italia un po.da chiunque e in Europa da Ajax,Villareal, Benfica..mica.dai vincitori Champion...il calcio di Allegri,soprattutto nella.sua.espressione più estrema ed incaponita degli.ultim anni,prima.ti permetteva almeno di superare avversari tecnicamente inferiori..(ora spesso nemmeno quelli..),ora,lo dicono i fatti.e le.stagioni..oltre che orrendo, da qualche anno assolutamente è perdente e soffocato, neutralizzato dagli avversari..
  8. Alt,ho.letto e condivido in buona parte il tuo post;però non condivido il tuo concetto della bellezza che va oltre,anzi il concetto comunemente accettato della contrapposizione tra bellezza/piacere,eventualmente anche a prescindere dai risultati,e il gioco brutto,essenziale, utilitaristico volto al risultato.. perché ciò presuppone comunque una convinzione sbagliata tradizionalmente italiana;ovvero che il gioco brutto,essenziale e speculativo,ti porti più facilmente alle vittorie..non è mai stato così...storicamente chi ha vinto di più,a livello di nazionali e club,sia in ambito nazionale che internazionale,ha come minimo avuto un predominio sulla maggior parte dei propri avversari..un gioco collettivo,organizzato,intenso...le.squadre che han vinto trofei con un calcio cortomusesco e speculativo sono le eccezioni di un secolo di calcio (Chelsea di Di Matteo,Inter 2010,Grecia agli Europei e pochi altri...),mai visto un Real o un Barca vincere trofei mettendosi intenzionalmente per gran parte del tempo,in casa e fuori,in difesa contro Osasuna,Getafe ecc ,per non parlare di Bayern o top inglesi...Le stesse Juve di Lippi (e di Conte),erano squadre tostissime,organizzate,che non regalavano intenzionalmente l'iniziativa a qualsiasi avversario.. intense,intense,intense già allora..ora più che mai la parola d'ordine è organizzazione e intensità..non è tanto una questione di calcio bailado o alla Harlem Globettroter...un calcio,organizzato,dinamico,intenso,è quello che moltiplica esponenzialmente le capacità dei giocatori (a maggior ragione se disponi di grandi giocatori...),e le possibilità di vittoria,soprattutto di grandi trofei...(poi è chiaro che il calcio è uno sport di squadra,quindi risulta più piacevole e godibile un gioco collettivo,organizzato, dinamico e intenso,piuttosto che un gioco fatto di passività, bus dinanzi la propria area,di rilanci,senza la possibilità di fare più di 2 passaggi in velocità, con rari gol trovati esclusivamente su colpi e azioni individuali dopo infinite sofferenze contro chiunque...).. Un calcio volto per lo più alla difesa ad oltranza,al golletto trovato con azioni e colpi individuali ,da difendere strenuamente, ti da qualche possibilita di infilare qualche filotto e vittorie più o meno fortunose contro squadre medio/piccole,ma quando il livello si alza diventa terribilmente dura...tra l'altro presuppone di riuscire a massimizzare l'attenzione e di non commettere il minimo errore sulla propria fase difensiva,in quanto potrebbe compromettere l'esiguo vantaggio..ti disabitua a giocare e ad essere efficace in fase propositiva anche quando le cose si mettono male e c'e da recuperare.. Io credo che, a maggior ragione nelle ultime stagioni questo sia divenuto un calcio inefficace..e lo dimostrano,oltre ai risultati, il fatto che il solo Allegri lo proponga...sia in ambito nazionale che internazionale...
  9. Ok,tutto giusto e civile,quindi poniamo il caso... hai un'azienda che viene periodicamente e regolarmente controllata e indagata...le altre aziende tue compatitors un zona,di cui conosci amministratori e attività,invece stranamente mai nulla.. nemmeno per sbaglio.. giustamente è civilmente non batti ciglio..o ti fai qualche domanda,perché alla fine la giustizia dev'essere uguale per tutti,no? Perché allora,il 2006 non è mai accaduto?Allo stesso modo,"le altre",soprattutto alcune, non interessavano,anzi vennero premiate di fronte ad evidenze che furono volontariamente occultate,e che quando uscirono (solo a seguito di lungo lavoro del pool di Moggi...)...furono controvoglia prese in esame e guardacaso giudicate dalla giustizia sportiva solo una volta cadute in prescrizione... Eh no,questo significa,in nome della correttezza e civiltà, assogettarsi a massacri a senso unico,alimentati dalla logica "punirne uno era educarne mille",o peggio dall'odio sportivo... Io a questa roba non mi arresi allora,e più che mai oggi
  10. Ma è evidente che tutta la differenza del mondo la fanno i tempi,il grado di approfondimento e la quantità di testate,tutto nemmeno lontanamente comparabile se riguarda la Juventus o riguarda qualsiasi altra società... È talmente evidente da anni,che negarlo equivale comportarsi da antijuventivi tifosi di ns avversarie...
  11. Infatti, Kostic, solo considerando i.pochi mesi che sta alla Juve,non è da ieri che mette cross e assist vincenti per i compagni...ed è l'unico dei nostri che lo fa con lucidità...alla luce della grande stagione vissuta in Germania,ero comunque convinto fosse un esterno più adatto ad un calcio piu organizzato e corale,che permettesse agli esterni di arrivare al.cross lanciati sulla corsa,piuttosto che in un calcio come quello di Allegri...invece ieri è stato devastante anche in azioni individuali in ripartenza...
  12. Premetto che definire improbabile l'eventualità che questa Juve non vinca lo scudetto mi fa un po' pensare...;ma visto che il promotore di questa discussione palesa dubbi su chi non dovrebbe vincerlo mai per uno juventino (quindi l'avversario più detestato..),mi permetto di chiedere,senza nessuna intenzione di offendere e senza nessuna intenzione di dare patenti...l'autore ha più o meno di 25 anni? Questo perché ,l'odio alimentato nei confronti della Juve in particolare dalla seconda metà degli anni 90 (ma chi c'era mi dice già risalente a decenni prima..)dagli interisti,da Moratti & C.,espresso costantemente nei mass media per anni e sfociato in calciopoli 2006,che ha avuto chiari manovratori e protagonisti nell'intento di distruggerci..beh penso che tutto questo non possa essere stato dimenticato da chi l'ha vissuto...
  13. Poco,è una gran tristezza,la realtà è che stiamo diventando peggio dell'Inter morattiani che per anni non vinceva mai,ma era ogni anno costantemente la prima in campagna acquisti...
  14. Dai Pianic e Dybala erano e sono immensamente superiori del portoghese nel tirare punizioni..e non ci vuole molto..loro specialisti,cr7 scarsino in questo fondamentale...giocatore eccezionale in tanti altri fondamentali,ma le punizioni proprio no..per postura e modalità di calcio/impatto sul pallone lo vedevi da subito che le punizioni non erano roba sua,tant'è che n'ha segnata una nel Derby l'anno di Sarri e per il resto decine e decine di punizioni sulla barriera e fuori misura,tutti tentativi levati ai 2 compagni ben più dotati...
  15. Beh,infatti negli scontri diretti e.nelle partite migliori quel portoghese nemmeno ha inciso...nulla da dire,ancora gran giocatore nei 3 anni da noi,ha segnato tanto (sulla miriade di conclusioni che si arrogava),ma non così fondamentale. Per niente uomo squadra,anzi.. con il suo arrivo guardacaso ahime' abbiamo smesso di essere squadra....
×
×
  • Create New...