Jump to content

aragorn74

Tifoso Juventus
  • Content Count

    2,032
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by aragorn74

  1. Trevisani ci odia (uno dei tanti...). Gli va però riconosciuto il merito di aver criticato pesantemente Allegri.
  2. Ditemi che sarà anche l'ultimo anno di Rabiot... Comunque a questa squadra mancano proprio i fondamentali, tecnica zero, gli stop qualcosa di sconosciuto.
  3. Preziosissimo pareggio, diamo continuità ai risultati, iniezione di fiducia per i ragazzi, trasferta complicata, obiettivo sempre più vicino. Ho inanellato una serie di cazzate che Max potrà utilizzare senza chiedermi il permesso.
  4. Lady Oscar aveva più palle di lui Chiedo rispetto per Oscar François de Jarjayes! Grande donna, carisma e coraggio da vendere e pure un bel vedere...
  5. Povero Pacione, quella partita con il Barcellona lo ha reso uno dei giocatori più insultati della storia bianconera.
  6. Per lui risolvere le vicende con la (in)giustizia sportiva significa accettare qualunque sopruso, vendendo l'onore della Juve, solo per soddisfare i suoi interessi, il suo ego e per vendicarsi del cugino tanto odiato, che porta quel cognome da rinnegare.
  7. Ah ecco, è stato evidentemente frainteso. E a chi si riferiva quindi? Dubbio amletico.
  8. Scelta complicata... Obtorto collo dico Conte, nonostante il suo tradimento e gli atteggiamenti sopra le righe, potrebbe essere in grado di riportare cultura del lavoro e senso di appartenenza. Thiago Motta sarebbe una bella scommessa, anche se troppo prescritto per i miei gusti da rancoroso estremista, porterebbe una ventata di novità, voglia di affermarsi e, finalmente, un'idea di gioco. Zidane è chiaramente una suggestione, impossibile non sognarlo sulla nostra panchina, ma visto il nostro budget, le sue probabili pretese e le difficoltà che incontrerebbe a gestire una squadra di giocatori lontanissimi dai livelli a cui era abituato a Madrid, è un'ipotesi da scartare. Non so come finirà questa storia, la cosa fondamentale è che ci sia un epilogo a quella di Allegri in bianconero.
  9. Ci rendiamo conto di cosa eravamo? In questa foto c'è la vera Juve, il proprietario che la amava incondizionatamente, un presidente juventino fino al midollo (... la Juventus è il mio cuore ) e tre giocatori che incarnavano i valori di una società gloriosa come poche. A guardarci oggi non può che esserci grande amarezza e nostalgia.
  10. Visti gli highlights di Sinner che annichilisce Korda a Montecarlo. Lo stato di grazia di Jannik sembra continuare, se acquisisce sicurezza anche sulla terra rossa, ci sarà da divertirsi.
  11. Arrigo non è informato... Premesso che è inaccettabile associare il termine barare alla società più onesta del mondo. Se in aggiunta aprisse la giornalaccio rosa capirebbe che i prescritti sono una forza inarrestabile, un brand in crescita mostruosa, con una proprietà solidissima e pronta a rilanciare per un futuro ancora più radioso. A pagare i debiti si fa sempre in tempo... E poi è partito il conto alla rovescia per la seconda stella, che sarà pure di cartone ma pur sempre una stella. Per cui è abbastanza inopportuno attaccarsi a sterili ragionamenti contabili, quando di mezzo c'è la passione.
  12. La cosa che più sorprende dell'Allegri bis, non è solo l'incapacità di dare una parvenza di gioco alla squadra, di stimolare e motivare i giocatori, di fare uscire un po' di orgoglio, ma la perdita di ogni capacità comunicativa sia nei confronti dei calciatori (scaricando sempre su di loro le colpe) che dei media. Le interviste da tre anni a questa parte sono prive di senso, ripetitive, illogiche, spesso spocchiose e arroganti. Sembra veramente non avere più nulla da dire, pronto per la pensione dorata. Un finale di carriera disastroso.
  13. Fondamentalmente il problema è la totale assenza di un giornalismo serio, imparziale, d'inchiesta. Nel nostro caso specifico, che sarebbe degno di una tesi di laurea in ambito giuridico, i media li abbiamo scientemente tutti contro. In prima linea figurano quelli di proprietà, il che rende tutto paradossale e grottesco. Se c'è una cosa che Berlusconi ha insegnato, prendendo spunto dalle regole stabilite dal "venerabile", è che con i mezzi di informazione si possono orientare le masse italiche a piacimento. Del resto il livello medio degli italiani, quando si tratta di elaborare una propria opinione, è vicinissimo a quello di un armadillo lobotomizzato!
  14. Senza Farsopoli non sarebbero nemmeno arrivati a 19, avrebbero continuato con campagne acquisti ridicole, ad essere perculati da mezza Italia, prima o poi Moratti avrebbe chiuso i rubinetti (e magari la bocca...), la CL sarebbe rimasta una lontanissima chimera. Zanetti, il tanto osannato capitano, avrebbe vinto esattamente nulla, Materazzi relegato nella mediocrità che gli competeva. Insomma il circo nerazzurro avrebbe vissuto ancora altre, esaltanti, tappe. Il 2006 ha cambiato la loro storia e, amaramente, soprattutto la nostra.
  15. Per quanto Conte mi abbia profondamente deluso, e il suo passaggio ai prescritti resti imperdonabile, credo anche io che un suo ritorno potrebbe significare avere qualcuno in grado di alzare la voce di fronte a certe porcherie.
  16. Chi l'avrebbe mai detto! Meglio prendersi un cesto gigante di pop corn e attendere gli eventi.
  17. Yildiz, senza voler essere blasfemo e con le dovute proporzioni, mi ricorda alcune movenze di Baggio.
  18. Già completato il check del Var... Sicuro sicuro.
  19. Senza vergogna, con noi il Var consente ogni genere di interpretazione che possa danneggiarci.
  20. Sono convinto che se Allegri avesse il coraggio di fare altrettanto, cosa chiaramente impossibile visto il personaggio, l'attuale dirigenza rifiuterebbe le dimissioni, lo implorerebbe di restare e gli aumenterebbe pure lo stipendio.
  21. Sinner pazzesco!!! Ed è pazzesco avere un italiano lassù, guardare il tennis sapendo che, finalmente, un giocatore italiano può vincere qualunque torneo. Fino a poco tempo fa era semplicemente un sogno che sembrava irrealizzabile.
  22. La rosa attuale della Juventus è indubbiamente tra le più scarse della nostra storia. È anche vero che il livello attuale del campionato italiano è, molto probabilmente, il più ridicolo di sempre. Quindi una squadra allenata dall'allenatore più pagato, più esperto, più vincente in circolazione, con Vlahovic, Chiesa, Rabiot, Danilo, Bremer Locatelli, Tek, Milik, dovrebbe, quantomeno, partire con i favori del pronostico con almeno i 2/3 delle attuali compagini che giocano in serie A. Invece l'atteggiamento è sempre il medesimo, squadra intimidita, zero idee, approccio passivo, attesa della giocata del singolo, involuzione di tutti i giocatori. Le ultime 9 partite sono state una vera umiliazione, non ci sono giustificazioni che reggano, basterebbe che qualcuno avesse il coraggio di ammetterlo e trovasse la dignità per fare un passo indietro. Ma forse è chiedere troppo.
×
×
  • Create New...