Jump to content

beppe81

Tifoso Juventus
  • Content Count

    30
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

26 Excellent

About beppe81

  • Rank
    Juventino Godot
  1. Dando per certo l'arrivo di Pogba, e ipotizzando che non ci siano altri "botti" a centrocampo ci troveremmo in rosa 10 centrocampisti (considerato il rientro dai prestiti). Presumibilmente Allegri giocherà con la solita configurazione regista + 2 mezz'ali, il che vuol dire tenere in rosa 6 centrocampisti (di cui uno dovrebbe accettare di vedere poco il campo, almeno ad inizio stagione) e cederne 4. Io cederei Arthur --> non lo considero un bidone, ma secondo me poco adatto al calcio italiano (e a quello di Allegri in particolare) e troppo incline agli infortunii Miretti --> ottimo prospetto, ma vedrei bene un anno a giocare con continuità in squadra di B che punta alla promozione o squadra di A di media/bassa classifica (step che Fagioli e Rovella hanno già fatto) Rabiot --> a differenza di tanti tifosi non lo detesto, ma le sue prestazioni non valgono sicuramente l'ingaggio che gli diamo Ramsey --> no comment Partirei con i titolari Pogba - Locatelli - Mc Kennie che potrebbe evolvere in Pogba - Fagioli - Locatelli se il ragazzo si integra bene. Zakaria alternativa per far legna e Rovella per completare il reparto. Vobis
  2. Ho votato Poulsen, davvero non mi ricordo neanche una partita decorosa che abbia fatto. Una volta ha addirittura passato il pallone ad un compagno che era fuori dal campo A parimerito avrei messo Jorge Martinez (meteora totale) e Ramsey (qualcosinainaina nella prima stagione aveva fatto vedere ma considerato l'ingaggio c'è poco da dire) . Salas non merita di stare nella lista: giocava con il contagocce e si era infortunato gravemente se ricordo bene. Anche Krasic non lo metterei come bidone totale: ha fatto la prima stagione da ira di dio e poi si è "perso" con Conte (che è uno con cui entri in sintonia o finisci facilmente da parte). Altri giocatori (Amauri, Diego, Tiago) hanno pagato anche il fatto di essere stati da noi in anni particolarmente bui.
  3. Emotivamente sono molto dispiaciuto e le lacrime di stasera fanno davvero male. Razionalmente però bisogna farsene una ragione: primi tre anni di livello molto alto (1 gol ogni 2 partite giocando praticamente sempre) poi è stato un calando. Difficile compatibilità con Ronaldo, infortuni a catena e dopo il covid del 2020 non ha mai recuperato fisicamente al 100%. Più di una volta ho sentito Nedved e Allegri fare riferimento tra le righe ad "atteggiamento fuori dal campo"... Forse ha scontato qualcosa in questo senso. Ultima considerazione è che, a parte tutto, non si meritava di essere ignorato dalla società in questa serata.
  4. Difficile replicare dal mio punto di vista, per tre motivi principali 1) Erano anni in cui il calcio Italiano era al top (squadre come Fiorentina/Parma/Samp arrivavano in fondo alle coppe europee) e c'era ancora il limite di 3/4 stranieri; mentre ormai in Italia i giocatori top sono solo di passaggio e/o vengono a chiudere la carriera. 2) Non c'erano procuratori/intermediari/etc e il mercato era più "semplice", questo - unito al fatto che Moggi non si faceva mettere i piedi in testa da nessuno - faceva si che non si rimaneva incastrati in ricatti di giocatori con stipendi fuori di testa. Per le società era più facile portare avanti i progetti e cedere un giocatore quando non più funzionale. 3) Per quanto la Juve di Lippi non abbia portato ad una vera e propria rivoluzione in termini di gioco aveva introdotto un lavoro specifico in termini di "forza" (guidato da Ventrone) che non faceva nessun altro in Italia ed in Europa... e per 3/4 anni ci ha permesso di asfaltare chiunque da un punto di vista fisico. Detto questo credo che il ciclo Conte e primo Allegri sia stato fantastico e - con le dovute proporzioni date dal diverso periodo storico (vedi punto 1 e 2) - paragonabile al primo Lippi.
  5. Tra l'altro da qui a fine anno cosa si farà con Dybala? Giocherà se disponibile (con quali stimoli e motivazioni)? Panca? Tribuna? Lo vedo difficilmente in campo titolarissimo e con la fascia di capitano dopo l'uscita di Arrivabene...
  6. Non vedo molte analogie con il caso ADP, in quanto Dybala non rappresenta neanche la metà di quello che rappresentava Del Piero... non credo che Dybala sia stato silurato per "gelosia" di AA. Invece concordo, e sono preoccupato, sulla velocità con cui si cambiano progetti e strategia e quindi - in definitiva - si fanno caxxate. Qualche esempio Dirigenza - Marotta out ad autunno 2018, cancellazione ruolo AD e promozione di Pratici (vice di Marotta) - Paratici out estate 2021, promozione di Cherubini (vice di Paratici), ripristino ruolo di AD con Arrivabene (che non sa niente di calcio) Giocatori - Estate 2018 acquisto Ronaldo che doveva essere la ciliegina sulla torta, senza rendersi conto che la torta sotto si stava per squagliare - Estate 2019 stipendi smodati a Rabiot e Ramsey - Settembre 2021 Dybala vice-capitano centrale nel progetto, Marzo 2022 Dybala non più centrale nel progetto Allenatori - Fine stagione 2018-2019 OUT Allegri (ha fatto il suo tempo, era ora di cambiare, ...) IN Sarri (che, al di la delle capacità di allenatore, è quanto di più lontano ci possa essere dal mondo juve e quanto più inadatto a gestire un gruppo di campioni - Fine stagione 2019-2020 OUT Sarri (non ha costruito sinergia nello spogliatoio... ma vah?!?) IN Pirlo (neanche mai allenati i pulcini) - Fine stagione 2020-2021 OUT Pirlo IN Allegri con contratto lunghissimo (è l'uomo giusto per ricostruire un ciclo) Insomma se fino ad inizio 2018 avevo la sensazione che AA fosse un presidente "illuminato" che garantiva stabilità, anticipava i problemi e difficilmente sbagliava le scelte "importanti" ho invece l'impressione che negli ultimi anni si navighi a vista. Secondo me il punto di rottura è stato l'addio a Marotta che guarda caso è riuscito a resuscitare l'Inda.
  7. In una visione prospettiva concordo sul fatto che avere 4 centrali di cui due >= 35 sia un rischio. Quello che voglio dire è che Demiral/Romero sono due che, per quanto molto appariscenti fisicamente, la cappella ogni tanto la piazzano anche loro. Rugani avrà tutti i limiti del mondo ma prima del sue errore le ragioni della mancata qualificazione sono: - non aver messo il 2 a 0 nel primo tempo all'andata dove eri stato superiore - non aver finalizzato una delle tante occasioni di stasera (soprattutto primo tempo) - non avere avuto una reazione dopo lo svantaggio di stasera (se vuoi andare avanti in CL un gol dopo il 78° contro questo Villareal devi saperlo fare)... anzi... siamo crollati mentalmente Con una di queste tre cose l'errore di Rugani lo assorbivi.
  8. Vado contro-corrente. L'errore è evidente e grave... ma per passare un ottavo di CL devi fare qualcosa di meglio di un solo gol al 1° minuto della partita di andata. Continuo a ritenere che Rugani come 4° difensore centrale nella Juve ci sta, il problema è che Bonucci/Chiellini sono inaffidabili fisicamente e si ostinano a spremersi in nazionale. Per coloro che si strappano i capelli per Demiral vi invito ad andare a guardare cosa ha combinato nell'ultima partita del girone dell'Atalanta.
  9. Gran tripletta stasera contro il Tottenham... molto belli il primo e terzo gol. Una cosa di cui non mi capacito è il fatto che ha accettato di fare la prima punta allo United, mentre da noi si è quasi sempre opposto a questa ipotesi. Tra l'altro guardando gli highlight ho visto Kulu: per quanto contino 8 minuti di sintesi mi è sembrato un altro giocatore rispetto a quello che si era visto da noi nella prima parte della stagione.
  10. Sono da sempre "combattuto" su Arthur. Da un lato, quando gioca (ed è in forma come in questo periodo), è un buon regista e da sicuramente qualità nel palleggio, ritmo e ordine. Questa cosa si è intravista anche lo scorso anno. D'altro canto ritengo anche che gli manchino quasi completamente giocate determinanti: non segna, non fa assist, non tira calci piazzati (per gli stessi motivi non sono un fan di Jorginho). Sicuramente concordo che non è un giocatore da partita ogni tanto o da ultimi 20 minuti (come lo possono invece essere gli altri nostri centrocampisti)... o si decide di farlo giocare con continuità e di costruirci attorno la squadra o meglio puntare su altri.
  11. In qualche modo sono dispiaciuto per entrambi. Il Bentancur dei primi due anni, in un centrocampo "serio" e in una squadra con le idee chiare, aveva avuto un ottimo impatto... ricordiamoci che aveva 19-20 anni. Negli ultimi anni oggettivamente si è involuto, un po' come tutta la squadra. Ha fatto qualche errore tecnico aberrante ma ha sempre sudato la maglia e mai una parola fuori posto, in un ruolo alla Sturaro/Padoin nei 23 me lo sarei tenuto volentieri. Su Kulu non so cosa dire... sicuramente gli manca un po' di "garra" per incidere in una grande squadra, ma le potenzialità ci sono. A livello di numeri ha fatto 74 presenze (con 9 gol) in un anno e mezzo... spesso schierato in ogni dove (punta, esterno dx, esterno sx, centrocampista) non proprio male per un 2000 capitato alla Juve in un periodo sciagurato. C'è la seria possibilità che lo rimpiangeremo.
  12. Secondo me in questa squadra manca gente con garra e palle... in questo senso darei sicuramente più fiducia a Pellegrini. Sicuramente non sarà mai un fenomeno ma in questa squadra ci può stare benissimo.
  13. Sulla carta anche secondo me il 4231 è il modulo più adatto alla rosa che abbiamo, l'unica cosa è che nei due di centrocampo metterei Locatelli + Bentancur/Rabiot: Arthur è nullo in fase difensiva. Ma al di la degli schemi il vero problema è che abbiamo perso completamente la mentalità, quindi 4231, 433, 442, 352 contano ben poco se non si mettono in campo gli attributi.
  14. Voto Pogba contro l'Udinese e Tevez che dribla metà squadra avversaria
  15. Più che carattere dei singoli giocatori secondo me difettiamo di giocatori con leadership, e la cosa è super evidente a centrocampo. Prendiamo un Bentancur: sicuramente non si può dire che gli manchi il carattere (mena, morde le caviglie a tutto campo, non tira mai indietro la gamba) ma non ha leadership, nel senso che tende a perdersi nelle difficoltà, non riesce a trasmettere la sua i suoi punti di forza alla squadra e non riesce a far sue le qualità dei compagni. Da questo punto di vista ritengo che i due anni con il Komandante e il Maestro siano stati assolutamente deleteri... infatti, al di la dei risultati più o meno buoni, abbiamo perso completamente la nostra identità.
×
×
  • Create New...