Jump to content

beppe81

New Member
  • Content Count

    12
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

7 Neutral

About beppe81

  • Rank
    Juventino Godot
  1. Rispetto alle partite prima della sosta stasera sembrava un altro giocatore, sia mentalmente che fisicamente. Certo un po' pasticcione davanti... ma se continua così nella juve ci sta sicuramente.
  2. Rispetto all'attribuzione di priorità tra Scudetto e CL c'è una grossa differenza "statistica" - il campionato è qualcosa di "pianificabile" dove, nel computo totale di 38 partite, il valore delle squadre tende ad emergere in maniera predominante rispetto agli episodi (infortuni, picchi di forma o mancata forma, fortuna/sfortuna, errori arbitrali pro/contro, ...) - la CL è una competizione tremendamente episodica (soprattutto dagli ottavi in poi) per cui ti basta una circostanza negativa in una partita per andare fuori... gli esempi negativi purtroppo abbondano nella nostra storia recente (e anche in quella meno recente ) In questo senso ha poco senso gestire la stagione facendo un all-in sulla CL perché il rischio di rimanere a bocca asciutta è molto alto. L'obiettivo che tendenzialmente si da la Juve degli ultimi anni è vittoria dello scudetto e arrivare almeno ai quarti di CL (che vuol dire passare il girone da primi e beccare un ottavo abbordabile)... se ricordo bene Marmotta in un'intervista di qualche anno fa aveva spiegato che pure i forcast dei ricavi per l'anno successivo erano calcolati su questi obiettivi ritenuti realistici. Un anno in cui si è sbagliato è stato il 2013-2014... dove Gonde ha spremuto la squadra per fare un record (poco interessante ihmo) di punti in campionato arrivando cotti alle semifinali di EL (ok non era la CL... ma un trofeo europeo con finale nello stadio di casa non mi avrebbe fatto schifo).
  3. Cancelo è un terzino di spinta che ha grandi giocate ma fa anche errori vistosi; Danilo è un terzino più bloccato che fa il compitino (o poco più) ma difficilmente fa danni pesanti. Per quanto mi riguarda per terzini (così come per difensori centrali e portiere) è più importante la capacità di non commettere errori piuttosto che la capacità di fare la giocata sensazionale ogni tanto (ma abbinata a continui errori banali)... in questo senso, considerata anche la cospicua plusvalenza, mi tengo Danilo. Ovvio che se avessi budget illimitato o dovessi fare la squadra da videogioco stile real dei galacticos prenderei Cancelo.
  4. Sono d'accordo... a livello fisico e tecnico non gli manca niente... forse solo il tiro non è il massimo. Probabilmente non ancora esploso definitivamente per questioni caratteriali, che speriamo prima o poi superi. Aggiungo che anche la vicinanza della madre/procuratore (abbastanza pazza pare...) potrebbe avere un peso "negativo": se chi ti sta di fianco professionalmente non ti trasmette i giusti stimoli e i giusti messaggi difficilmente riesci a tirare fuori il 100% con costanza.
  5. Il problema è che "pressare in avanti" e "ri-aggredire" quando si perde palla non sono atteggiamenti naturali... chiunque abbia giocato a calcio anche a livello amatoriale sa bene che quando perdi palla l'istinto è quello di fermarti e andare indietro. Oltretutto veniamo da 8 anni di Conte e Allegri in cui la strategia era quella di essere impenetrabili in difesa, pressando in avanti sono occasionalmente. Ci può stare che i giocatori in squadra da più tempo facciano ancora più fatica a cambiare atteggiamento. Teniamo inoltre presente che - pressare in avanti sistematicamente è un gioco ad alto rischio... basta un mezzo errore e si prendono infilate clamorose - abbiamo in rosa una quantità notevole di giocatori devastanti o potenzialmente devastanti in contropiede (Morata, Ronaldo, Chiesa, Kulusevski, Cuadrado, ...), quindi aspettare l'avversario e ripartire può anche essere una buona strategia e sicuramente non è un disonore
  6. Vero, per il momento ha mostrato questo. Il problema è che noi non siamo (non lo siamo mai stati e credo non lo saremo mai) una squadra da tic-tac... spero trovi un modo di evolversi ed essere più determinante con meno fiocchetti.
  7. Deve imparare a verticalizzare o comunque a fare passaggi "pesanti" e decisivi.
  8. Pirlo ieri ha detto testualmente "purtroppo in questo momento ha in testa altre cose e dovremo lavorarci"... non è che il ragazzo ha "problemi" extra campo che lo stanno condizionando?? Non l'ho mai considerato un fenomeno, ma non credo neanche sia l'ultimo dei bidoni... davvero inspiegabile questa involuzione.
  9. L'errore di domenica è stato voler mettere un giocatore offensivo "di troppo"... 2 punte + Ramsey + Kulusevsky hanno sbilanciato la squadra che, soprattutto nel primo tempo, prendeva delle infilate clamorose. L'altro errore è stato voler mettere Cuadrado a sinistra, anche se a "discolpa" di questo c'è da dire che abbiamo fuori sia Sandro che Bernardeschi che sono i due uomini che possono fare quel ruolo. Il 343 o 3412 paventato nei precedenti topic non mi spiacerebbe... - 3 centrali tra Bonucci, Chiellini, De Ligt, Demiral, con Rugani (ed eventualmente Sandro e Danilo) alternative - Cuadrado e Bernardeschi opzioni offensive a tutta fascia, Sandro e Danilo opzioni difensive (inoltre a dx Mc Kennie potrebbe essere una terza opzione per emergenze) - Uno tra Arthur e Rabiot più uno tra Bentancur e Mc Kennie in mezzo (Ramsey alternativa per emergenze) - Kulusevsky / Costa / Ramsey come giocatore di raccordo o trequartista "atipico" che parte largo - Ronaldo più uno tra Dybala e Morata davanti La rosa verrebbe ottimizzata (ci sarebbero 2 o 3 alternative per ruolo), inoltre tutte le opzione sarebbero compatibili con un passaggio verso il 442 in fase difensiva. Da ultimo volevo dire che, secondo me, la considerazione del mister sulla necessità di giocare a 2 in mezzo oltre che riferita alle caratteristiche dei giocatori, sarebbe anche "traducibile" sul fatto che non abbiamo centrocampisti sufficientemente forti per giustificare di giocare a 3... ma è meglio andare in altre direzioni.
  10. Secondo me non è tanto un problema di modulo... quanto di tipo di gioco che i due esprimono. Il "problema" è che sia Ronaldo che Dybala - si allargano e/o arretrano reclamando la palla tra i piedi per dribblare e tirare in porta - non attaccano la profondità - portano troppo palla e talvolta rallentano il gioco - non si cercano (o si cercano troppo poco) per creare combinazioni e triangolare - non sono efficaci in fase difensiva (Ronaldo per mancanza di voglia e abbondanza di ego, Dybala ogni tanto ci prova ma risulta leggero e poco incisivo) Il risultato è quello che si è visto quest'anno: una squadra con poche soluzioni offensive, fortemente dipendente dalle due individualità e che spesso si ritrova a palleggiare sulla 3/4 avversaria creando troppi pochi pericoli. Le soluzioni sono A) accettare i vantaggi (54 gol stagionali in due sono notevoli) e gli svantaggi di avere una squadra che "aspetta" l'invenzione di uno dei due B) panchinare o vendere uno dei due C) cercare di convincere almeno uno dei due (preferibilmente entrambi) a variare un po' il tipo di gioco Il modulo (433, 442, rombo, ...) secondo me è un dettaglio, o quantomeno secondario... Io spero che Pirlo trovi le giuste leve mentali e riesca ad implementare la soluzione C dandoci finalmente un gioco più godibile ed europeo.
×
×
  • Create New...