Jump to content

vlataskaaaa

Amministratore
  • Content count

    8,018
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    26

vlataskaaaa last won the day on November 25 2018

vlataskaaaa had the most liked content!

Community Reputation

2,939 Excellent

6 Followers

About vlataskaaaa

  • Rank
    nonvaccavallate

Profile Information

  • Gender
    Not Telling

Recent Profile Visitors

14,789 profile views
  1. Maglia 2019/2020

    No, io la prima maglia, ALMENO LA PRIMA MAGLIA, vorrei fosse come quella del 1905. del primo scudo. A strisce verticali bianche e nere. La ragione comprende le ragion di stato, i mercati, l'espansione del brand, la poca vestibilità della maglia a righe ecc ecc... il cuore no. Ma la ragione cmq si, lo fa. Però se proprio tocca far male al cuoire, lo si facesse con un minimo di rispetto per il senso estetico che questa società merita. Vestibilità, colletto che squilibra i 2 colori principali, retro abominevole. Questa maglia è una vergogna, tradizione o meno
  2. Massimiliano Allegri: Topic Unico

    Fa parte di ciò che ho scritto prima. Secondo me non è più lucido, ed è focalizzato più sul voler portare avanti la sua idea e vederla esaltata.. che su quanto concretamente avviene e come gestirlo al meglio
  3. Massimiliano Allegri: Topic Unico

    Si, tra coloro con i quali discuto di calcio lo dico da almeno un anno Lui dall'avvento di Sarri (CHE AVEVA DIETRO IL NAPOLI/NAPOLI/TUTTO IL BARACCONE MEDIATICO CHE SI TRASCINANO DIETRO, PER CONVENIENZA O TIFO LOCALE O ODIO TRASVERSALE NEI NOSTRI CONFRONTI.. ASSAI PIù CHE INTER MILAN O ANCHE ROMA) ha sofferto enormemente il confronto dialettico, anche quando sul campo lo ha vinto (anche bene, ed a modo suo). Garcia e la Roma li ha gestiti facilmente, Sarri ed il Napoli no. L'opinione pubblica lo sminuisce (anche sottilmente, senza debordare, quasi in maniera vigliacca) ed esalta l'altro, lui ne soffre, ed umanamente reagisce (a modo suo, ed a mio avviso sbagliando) anche se vorrebbe far passare il concetto che a lui scivola tutto addosso, ma è umano e naturale che non sia così, oltre che palese perchè basta ascoltare un'intervista su 2, o vedere i concetti del libro, per rendersi conto che sta sempre a parlare di "coloro che spiegano il calcio", segno che la cosa lo tocca su un nervo scoperto. Sente il bisogno di identificarsi in un'idea forte, diversa da quella che il vento spinge, che non lo faccia scivolare nell'oblio di "coloro che hanno vinto, ok, ma con la Juve del 2018", cosa a mio avviso delirante e non vera ma della quale lui non è riuscito a fregarsene... ed a mio avviso l'idea l'ha trovata nell'estremizzare (per cui sbagliando, MAI estremizzare nel calcio) il concetto di calcio episodico nel quale il singolo è padrone, basta allenarne la comprensione di come funziona il calcio e come comportarsi sul rettangolo verde nelle varie circostanze (cosa di per se giustissima... ma è sempre una questione di equilibrio, in un verso o nell'altro). ED A MIO AVVISO PER LUI è QUASI PIù IMPORTANTE ESTREMIZZARLO A PAROLE CHE SUL CAMPO, PERCHè SON CONVINTO CHE LUI IN REALTà RITENGA MINIMA LA PERCENTUALE DI COLORO CHE DAVVERO RIESCANO A DISTINGUERE IN CONCRETO CIò CHE DI CONTINUO AVVIENE E SI MODIFICA SUL RETTANGOLO VERDE, E FORSE TUTTI I TORTI NON LI HA. Solo che tutto questo toglie lucidità a 360°, è normale che sia così. E si inizia a seguire una strada che porta a rafforzare più il proprio personaggio invece che assecondare le caratteristiche di parte della rosa (che per inteso, NON sono quelle di giocare come il 90% delle persone credano si debba unicamente giocare, specie in fase di possesso palla). Cosa che a marzo/maggio 2015, o a marzo/aprile 2017, non esisteva, anzi. Assecondava le caratteristiche migliori della rosa, e stop, qualsiasi esse fossero. QUELLA ERA L'IDEA, ED ERA LUCIDA E FORTE. Ora non vedo più idee, se non quella che riguarda più il personaggio che (forse anche inconsciamente) si è costruito che la sua squadra di calcio Avrebbe avuto bisogno di un supporto a livello comunicativo, su come uscirne fuori, più lucido e lungimirante. Non l'ha avuto. Lui non è un comunicatore di professione, ha affrontato la questione dalla prospettiva sbagliata e da questo punto di vista è stato lasciato solo perchè la Juve a forza di delegare spesso si disconnette tra le sue componenti, non gliene faccio una colpa. Lui all'inizio ha tenuto botta, poi man mano ha perso sempre più il controllo, fino allo scorso anno. Ora a mio avviso bisognerebbe analizzare lucidamente e freddamente la situazione a 360° (compresa la situazione contrattuale), e poi agire. Come, lo sapranno loro
  4. Maglia 2019/2020

    Mica me ne accorgo adesso, semplicemente non è che passo le giornate a dire "oh guardate che la Juve è cambiata". E' da Giraudo che è avvenuta la svolta, i know, e l'ho anche scritto prima, E SENZA ALCUNA ACCEZIONE NEGATIVA. Certo, cambiare la cosa IN ASSOLUTO più identitaria ed identificativa (ovvero la maglia) è una roba di oggi. Fino ad ora ci sono state maglie anche esteticamente immonde, ma con parvenza di strisce verticali. La maglia del Palio di Siena è il primo anno che la indossiamo, ripeto a prescindere dai gusti (a qualcuno magari piace ed ha il sacrosanto diritto di farsela piacere)
  5. Massimiliano Allegri: Topic Unico

    Non penso che lui (o ancor più i suoi collaboratori tecnici, soprattutto quelli dietro le quinte ma importantissimi, tipo i match analyst che abbiamo, tra i migliori in circolazione) abbiano bisogno di aggiornarsi "sui metodi", altrimenti da Coverciano neanche uscivano. Ma proprio fidatevi! E sopratutto un'azienda (perchè la Juventus questo è) come la nostra non se li accollava (lui e TUTTO lo staff) di anno in anno. Siete fuori strada. Tutt'al più questo metodo non lo ritiene valido, ammesso che sia così (lui dice di si, ma si è spesso contraddetto, specie ultimamente). Semplicemente ha (o ultimamente vuole avere) un'idea che ha condotto/conduce/vedremo se condurrà ai risultati richiesti da chi elargisce lo stipendio e pone le condizioni di base. Fine, piaccia o meno questo è, carta canta. Dopo di che... se prendo la champions degli ultimi anni ad esempio, sono arrivate alle fasi finali squadre composte nella maniera più disparata (tra le quali noi più volte), e dalle più disparate caratteristiche. E le ultime 6/7 le hanno vinte o squadre con enormi singoli ma non esattamente l'Olanda del 74 tatticamente, o il Barca di Messi (e di Iniesta, e xavi, e Yaya Toure, Eto'o, Bousquet, Puyol, ecc ecc ecc) Come la si guarda si guarda, credo sia un tantinello più complessa di come la si vuole esemplificare. E credo che l'unico assunto di base con discreta dose di certezza sia quello che lui stia abbastanza svalvolando, e combattendo una crociata (mediatica e non) non solo inutile, ma deleteria per lui e soprattutto per noi
  6. Massimiliano Allegri: Topic Unico

    francamente non credo proprio sia questione di garantirsi lauti stipendi, ha già intascato una fracca di soldi, ha garantito un altro anno a più di 7 netti, e se puntasse ai lauti stipendi con il CV che ha andrebbe in Cina e ce lo seppellirebbero vivo con i soldi semplicemente è umano, ed umanamente pensa anche ad altro. solo che a mio avviso lo sta facendo nel modo più sbagliato
  7. Massimiliano Allegri: Topic Unico

    Non so se verrà riconfermato o meno, a mio avviso il ciclo si è esaurito e faremmo bene a cambiare.. Ma a prescindere da questo, è assolutamente vero che gli sbagli fatti vanno contro il suo modo di intendere il calcio. Specie alcuni dal punto di vista della gestione della rosa, e dal punto di vista dell'assecondare i pregi e le caratteristiche migliori della maggior parte dei componenti di peso della nostra rosa (che NON sono quelle del palleggio e del fraseggio nello stretto). E' andato in confusione dialettica, mentale. Passa le conferenze stampa a rivolgersi agli "scienziati del calcio" provando a far passare il concetto che lui se ne frega, ma in realtà così non è perchè ne parla sempre, sbarella, e perde concretezza e lucidità (ovvero le 2 doti necessarie per gestire e far rendere un gruppo per 9 mesi.. doti che ha dimostrato in passato di possedere abbondantemente) Ha iniziato a combattere una guerra inutile contro l'opinione pubblica, lo ha fatto senza sostegno della società (o forse proprio a causa di questo), l'ha persa (perchè l'ha persa, e non per i risultati che sono in linea con quanto più o meno richiesto). Siccome personalmente lo stimo come conoscitore di calcio a mio avviso enorme, spero che si tiri fuori da questa fanghiglia nella quale si è immerso. Ovviamente, per il bene della Juventus, credo sia meglio che le strade si separino (ma lo credevo già last summer), e di Allegri a 'na certa caxxi suoi, tanto è ben retribuito anche per assumere un esperto di comunicazione (cosa nella quale ha spesso latitato, malgrado alla maggioranza piaccia perchè fa battute). Poi magari resta e vince tutto per 7 anni di fila, nel calcio l'assolutismo (malgrado vada di moda, vedi termini senza usenso utilizzati anche qui sopra) non esiste, non è matematica e tutto cambia per un palo o per una botta di culo o di sfortuna, giudizi in primis
  8. Massimiliano Allegri: Topic Unico

    In estrema sintesi si. Si potrebbe (e forse dovrebbe) discutere sulle motivazioni che hanno scaturito ciò.. ma secondo me si
  9. Maglia 2019/2020

    primi ricordi con un minimo di cognizione di causa miei con l'ultimo Boniperti e l'ultimo Trap (prima ricordo ma era tutto molto confuso, ma l'eliminazione al San Paolo ai quarti di coppa uefa primavera 89 la ricordo eccome). la Juve che non vinceva una mazza, ma con il Delle Alpi spesso pieno, 2 curve spettacolari e BELLE esteticamente (al contrario di adesso), con il fascino di chi era diverso, nell'epoca dell'amico di Dell'Utri e Mangano, dei suoi media, degli scudetti che io sognavo (letteralmente) perchè li vinceva anche la Sampdoria ma non noi. son cresciuto a pane e calcio, fin da bambino, e sul pane quasi sempre spalmavo Juventus. son cresciuto con i racconti di mio padre che ha fatto prima trasferta nel 58, e per il quale la Juve in linea di massima si ferma agli anni 90. so di cosa parlo. NON è più quella Juventus, è solo una constatazione, non vi è alcuna accezione negativa nel concetto che esprimo. altrimenti non sarei qui a scrivere
  10. Massimiliano Allegri: Topic Unico

    Stiamo dicendo di fatto la stessa cosa. Ma più che l'appeal con i propri eventuali futuri datori di lavoro (resta pur sempre un manager che, proporzianando i fatturati dei competitors europei esattamente come viene fatto con quelli italiani, ha raggiunto TUTTI gli obiettivi che la propria S.p.A. gli imponeva di raggiungere, tranne una Coppa Italia ma con 2 finali europee tra cui quella di Berlino che ancora non va giù... ed è una cosa che bisogna evidenziare SEMPRE perchè parliamo di aziende in continua crescita ed espansione che fatturano dal mezzo miliardo in su) che cmq è da tenere in considerazione, mi riferisco proprio all'idea concettuale che si è costruita intorno a lui nell'era dell'informazione e dei social media, alla sua iconografia. Come dici giustamente tu difende i suoi metodi, che al momento secondo me per lui contano quasi più di un risultato da perseguire ed a volte si confondono con esso, e lo fa perchè lui a mio modesto avviso vuol dimostrare di aver ragione. Vuole DIFFERENZIARSI, e non essere ricordato dalla massa come "uno che ha vinto si, ma con la Juventus di quell'epoca", che è una roba a mio avviso sbagliatissima ma ciò che penso io non c'entra una ceppa. Discorso complesso e con varie sfumature, l'ho sintetizzato al massimo
  11. Massimiliano Allegri: Topic Unico

    Io penso che il suo attuale problema non sia la concorrenza che ha o non ha sul campo, anzi probabilmente si divertirebbe assai più di adesso. Adesso, malgrado quello che vuole comunicare a voce, secondo me non si diverte Secondo me attualmente gli farebbe bene un campionato dove vi sia una pressione mediatica ed un chiacchiericcio complessivo enormemente minore rispetto a quello ENORME che hai in Serie A e da allenatore della Juventus P.S. finchè la Champions non cambierà formula non sarà una necessità mai per nessuno, a meno che non si formino dream team con tutti i migliori che si mettono d'accordo per giocare insieme dimezzandosi (o ancor peggio) gli stipendi, allora FORSE si. Ma la Champions è bella ed affascinante proprio per la formula, quindi inutile piagnucolare da parte nostra
  12. Massimiliano Allegri: Topic Unico

    Personalmente credo sia giusto salutarsi, andava fatto imho l'estate scorsa, a maggior ragione andrebbe fatto a giugno 2019. Riconoscenza e gratitudine infinita, lo ritengo un enorme conoscitore di calcio e calciatori, delle dinamiche calcistiche a 360°... ma credo si stia arrovellando sul personaggio che per millemila motivi ha sentito l'esigenza di crearsi, già da tempo. Imho mancano lucidità ed elasticità mentale, cosa che aveva a pacchi, e che sta sacrificando sull'altare della sua crociata personale (che combatte per motivi lunghi da spegare qui sopra). Secondo me una separazione farebbe bene ad entrambi, a lui specie se andasse all'estero
  13. Maglia 2019/2020

    Credo che nell'era del calciomercato 365 giorni l'anno h24, con i boccoloni (senza offesa, pura constatazione affettuosa, lo ero anche io) a pendere dalle labbra del Pedullà di turno sognando "formazioni titolari" h24, scrivere e parlare della prima maglia della Juventus qui sopra, su un forum di tifosi della Juventus, sia abbastanza importante, e probabilmente sottovalutato. Sulla maglia 2 sole cose. 1) Non è una prima maglia della Juventus, fine. Ma su questo scriverò sotto. 2) E' fatta malissimo. Non è questione di esser bella o brutta, per me è ORRIDA ma questi son gusti personali, ognuno ha i suoi, rispettabilissimi. Ma il colletto nero che squilibra i 2 colori principali, il retro da denuncia penale.. è chiaramente fatta MALE, concretamente. Sul primo punto... la Juventus NON è più la società calcistica per la quale noi vecchietti (ne ho quasi 38, penso ai diciassettenni di oggi cresciuti con questa e solo questa concezione di Juventus) abbiamo iniziato a tifare negli anni 70/80/primissimissimi 90 (già a metà 90 qualcosa stava iniziando a modificare con l'avvento di Giraudo). La Juventus FC, perdutamente romantica, al contempo bohemienne e nazionalpopolare (quando ancora questo concetto non era stato traviato dai social media), la Juventus stracolma di queste meravigliose contraddizioni, profondamente torinese ed inevitabilmente di tutta l'Italia da nord a sud, la Juventus sola, la Juventus un po' lapalissiana un po' (tanto) misteriosa, la Juventus vincente e maledetta, la Juventus dove simboli e valori contavano più di qualsiasi cosa ed Anastasi doveva tagliarsi i capelli (a prescindere dal fatto che si fosse d'accordo o meno, io no ma non è questo il punto)... NON ESISTE PIù. Adesso esiste la Juventus S.p.A., società di entertainment con il gioco del calcio come Core Business, brand globale che punta ai mercati globali. Nulla di più, nulla di meno. CON TUTTO CIò CHE NE CONSEGUE, A 360°, DALLA COMPOSIZIONE (E TIPOLOGIA) DELLA TIFOSERIA, ALLO STADIO E NON... AL RAPPORTO CON LE PROPRIE RADICI E LA PROPRIA STORIA.. ECC ECC ECC. Le uniche 2 linee guida (importantissime) immutate nel tempo sono: 1) il fare ciò che si fa al 120%, divertendosi, godendone, e con la sacrosanta pretesa di migliorare continuamente pensando solo al domani ed agli stimoli che ne conseguono, e ZERO alle chiacchiere. "Our way or no way". 2) la ricerca dell'unicità, dell'esser diversi da tutti, sempre. O soli contro tutti, TUTTI, o non è Juventus. Una volta preso atto che NON è più la Juventus FC della quale ci si è innamorati, ma è un "qualcosa" evolutasi in altro, né migliore né peggiore ma essenzialmente differente... ognuno di noi fa le proprie riflessioni e si approccia come meglio crede. Personalmente riesco sempre a scorgere un filo conduttore, seppur sottilissimo. E' rimasto solo quello ma c'è ancora, e l'emozione è sempre altissima quando penso alla Juventus, sempre. Spero non lo azzerino del tutto, perchè il mio cervello le Ragion di Stato (ovvero le esigenze dei mercati e dei bilanci aziendali) le capisce, il mio cuore alla lunga non so se ce la fa
  14. Ufficiale: Martin Caceres torna alla Juventus

    ci si vede ad aprile occhio alle reiscrizioni
  15. migliore in campo Matuidi perchè ha un'intelligenza calcistica ed una capacità di lettura del gioco surreale, in ogni singola fase al secondo posto Matuidi perchè ha un dinamismo pazzesco se rapportato alla resistenza terzo posto Matuidi perchè se non deve dialogare nello strettissimo di prima ha anche un decente sinistro (non è Xavi ma quantomeno la sfera viaggia veloce, e nel calcio i tempi di gioco sono TUTTO), cosa che se si unisce alle doti di sopra ne fa il centrocampista pazzesco che è infine vorrei fare anche un complimento a Matuidi, perchè è un Calciatore ("C" rigorosamente maiuscola) di Cristo Iddio
×