Vai al contenuto

Nico Leggieri

Tifoso Juventus
  • Numero contenuti

    273
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

112 Excellent

Su Nico Leggieri

  • Livello
    Juventino Soldatino
  • Compleanno 05/12/1989

Profile Information

  • Sesso:
    Male
  • Scrive da:
    Taranto

Visite recenti

267 visite nel profilo
  1. Precipita e scompare l'aereo con Emiliano Sala a bordo.

    Che tristezza.
  2. Su wikipedia dice che è del 1960. Fosse vero vorrei anch'io del blumele
  3. Genio e sregolatezza, come accadeva con Vucinic...
  4. La commossa esultanza di Claudio Marchisio da tifoso

    Grande Principino.
  5. [ Supercoppa Italiana "Finale" ] Juventus F.C. - A.C. Milan 1-0

    Muoio male
  6. [ Supercoppa Italiana "Finale" ] Juventus F.C. - A.C. Milan 1-0

    Nel 2015, se il primo tempo si è chiuso per 0-1 e non 0-5 per il Barça dobbiamo ringraziare Buffon e la buona sorte. Centrocampo stratosferico per nomi, ma Pirlo era cotto a puntino e Vidal andava cacciato dopo nemmeno metà primo tempo. Tevez da buon argentino come Higuain in quella finale sembrava il cugino scarso. Ringraziamo Allegri per averci permesso di ritornare in finale, visto che non eravamo nemmeno da Top4 in quell'anno.
  7. [ Supercoppa Italiana "Finale" ] Juventus F.C. - A.C. Milan 1-0

    Mi mancava il "eu estou aqui" durante una sua celebrazione al gol. E pure al King Abdullah Sports City Stadium abbiamo timbrato il cartellino.
  8. Pipaback

    E' il motivo per cui l'abbiamo silurato velocemente quando è sbarcato l'alieno
  9. [ Supercoppa Italiana "Finale" ] Juventus F.C. - A.C. Milan 1-0

    Immagino che guarderà la partita nel letto, sgranocchiando i nutella b-ready
  10. Insulti razzisti e rissa tra genitori

    Stra-quoto.
  11. Napoli Calcio: la squadra che perde scudetti in albergo

    Napoli, bomba alla pizzeria Sorbillo: “Sospetto gente da stadio” Il gestore Gino: “Può essere stato qualcuno che frequenta il San Paolo. Visto che avevo preso posizione contro violenza e razzismo e sono stato insultato" 16 gennaio 2019 - Milano Gino Sorbillo col cartello davanti alla propria pizzeria “Gino, hanno messo una bomba nella tua pizzeria!”. La telefonata è arrivata poco prima delle 2 di notte da un vicino che aveva sentito il boato a via dei Tribunali, nel centro storico di Napoli. Gino Sorbillo si è catapultato subito nel locale - forse la pizzeria più famosa e affollata quotidianamente in città - e e ha trovato i vigili del fuoco già al lavoro. Distrutto l’ingresso e parte della sala. Sorbillo non demorde: “Non ho ricevuto avvertimenti. Io sono un ex carabiniere, se mi avessero minacciato avrei denunciato subito. Quello che mi amareggia di più è che hanno messo una bomba in un locale che è un simbolo della rinascita di questa città: lavoro da anni per riportare il centro storico alla luce, ai turisti, ai clienti locali e internazionali, e all’improvviso mi fanno chiudere così. Ho paura che sia un avvertimento destinato ad altri commercianti, che abbiano colpito me per lanciare il messaggio: ‘Se lo abbiamo fatto a Sorbillo lo possiamo fare a tutti’”. Sorbillo si divide fra Napoli e Milano dove col fratello Toto ha aperto un altro locale di successo, sfruttando un nome che è un marchio, da tre generazione di pizzaioli. LA RISPOSTA — “Riapriremo entro pochissimi giorni, non ci fermiamo. I danni sono di alcune migliaia di euro, ma quello che mi preoccupa è che poteva scapparci il morto. Io ho un guardiano notturno che era dentro alla pizzeria, se fosse stato vicino all’ingresso in quel momento chissà che cosa sarebbe successo. E a quell’ora via dei Tribunali è ancora piena di gente, di studenti e di ragazzi. Non oso immaginare cosa sarebbe potuto accadere». IL SOSPETTO — Riflette Sorbillo: “Non ho nemici conclamati: anche l’incendio che ha distrutto il mio locale 5 anni fa è arrivato all’improvviso. E non si è mai saputo il colpevole. La via è piena di telecamere, solo nei miei locali ce ne sono 16: ora la polizia sta guardando i filmati, si vede un vigliacco che piazza l’ordigno e scappa. Spero lo prendano: non escludo che sia qualcuno dell’ambiente degli stadi, perché io qualche settimana fa mi sono schierato contro il razzismo e la violenza nel calcio e tante persone hanno colto l’occasione per offendermi. Magari è un episodio collegato a quello. Mi fa male che si colpisca chi si sforza per migliorare questa città: è una bomba che peggiora Napoli, che peggiora il mondo, come se la mettessero a Piccadilly Circus a Londra. Ma non fermeranno né me né i miei colleghi: mi hanno già chiamato in tanti, dal questore al sindaco, da Cracco a Oldani. E domani si festeggia il protettore dei pizzaioli, Sant’Antonio, nonostante questa ferita”. POLEMICHE — Solidarietà dall’associazione Libera e anche da figure istituzionali come il presidente della Camera, Fico. Ma anche tante polemiche politiche fra il sindaco De Magistris e il ministro dell’Interno Salvini sul dispiegamento di esercito e forze dell’ordine a Napoli Maurizio Nicita © riproduzione riservata
  12. La vera emergenza sarà trovare un'uscita dal bunker, visti gli "odori" una volta espletati...
  13. Io già sto imprecando per Atletico Madrid-Juventus...
  14. E' morto Phil Masinga

    Non sapevo della malattia... Riposa in pace Phil.
×