Jump to content

B&W Pride

Tifoso Juventus
  • Content Count

    860
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by B&W Pride

  1. Per me il più forte 8 della nostra storia insieme a Tardelli. Peccato davvero per quel maledetto infortunio. Grazie Principino.
  2. Preparano inda-Juve del 6 ottobre. Iniziano a montare quel “sentimento popolare” di Juve favorita per far arrivare l’arbitro di quella partita a “non potere sbagliare se non a nostro a nostro sfavore” (semicit. Carraro). Attenzione a Juve-Spal di sabato ..... mi aspetto che anche una eventuale rimessa laterale invertita sará usata a pretesto per costruire “lo scandalo”.
  3. Dunque, riassumendo il ragionamento di Catapano: “ Bonucci é effettivamente in fuorigioco , peró un difensore del Brescia lo tiene in gioco, quindi non é in fuorigioco e il goal é regolare”. Un po’ come dire :” Catapano é un bravo giornalista, peró scrive una marea di puttanate, quindi non é un bravo giornalista ma solo grandissimo co.....ne “. O anche : “la moglie di ziliani é una moglie fedele, peró si fa trombare da Montero, quindi Ziliani é un po’ c****to”. trattasi di nuove forme di ossimoro.....
  4. Quando é arrivato ero abbastanza sicuro avrebbe dato un gioco (più gradevole ed efficace di quello del suo predecessore) ma avevo molti timori sulla gestione dello spogliatoio e sulla sua capacitá di calarsi nell’ambiente Juve. Ora sono moderatamente meno sicuro della prima e moderatamente piú fiducioso sulla seconda. Il saldo é in pareggio.
  5. Siamo in una fase nella quale i giocatori provano ad assorbire i primi input di Sarri , ma in campo ragionano ancora in termini di calcio “allegriano”. É inevitabile che ci voglia del tempo per completare la transizione tra due idee di calcio diametralmente opposte. Dobbiamo costruire nuovi automatismi e trovare nuovi equilibri completamente diversi da quelli consolidati in questi 5 anni.... ci vorrá tempo e pazienza. Probabilmente non tutti i giocatori in rosa sono idonei al calcio di Sarri, ma promuovere o bocciare qualcuno ora mi sembra decisamente prematuro.
  6. https://www.google.it/amp/s/it.blastingnews.com/calcio/2017/12/lippi-fa-infuriare-i-tifosi-dellinter-e-spiega-il-suo-addio-ai-nerazzurri-002256641.amp.html Le parole di Lippi E proprio Marcello Lippi è tornato a parlare di quel periodo all'Inter, spiegando i motivi del suo fallimento, intervistato ai microfoni di Dogout: "Io all'Inter non ero ben visto perchè ho sempre difeso la mia juventinità e questo a loro non andava bene.
  7. Tu ricordi una sola mezza frase contro la Juve detta da Lippi in quel periodo? C’é modo e modo di essere professionisti.
  8. Anche senza social mi incazzai parecchio, e mi incazzai anche per l’ingaggio del semi-sconosciuto Lippi. Poi loro mi fecero ricredere. Ma se lo guadagnarono, non fu una gentile concessione. Capirono cos’era la Juve, ne condivisero i valori, diventarono “juventini dentro” a prescindere dallo stipendio, si comportarono e tutt’ora si comportano da juventini. Allo stesso modo non negheró a Sarri la possibilitá di farmi ricredere ma nemmeno gli concederó alcun credito. Sta a lui farmi cambiare idea, non a me dargli fiducia solo perché ha firmato un pezzo di carta. Ad oggi ho di lui una pessima opinione. Puó migliorarla col suo operato, ma attenzione, puó anche peggiorarla ulteriormente.
  9. Guarda, non entro nel merito sennó diventa una discussione lunghissima e probabilmente off topic. Ovviamente rispetto la tua opinione ma mi tengo la mia convinzione che a livello di spessore umano ci sia un abisso tra i due. Una sola cosa peró la voglio dire , che spero condividerai....Non apprezzavo per nulla il calcio di Allegri, ma un merito gli va dato. Quando c’era da vincere si vinceva.... certo grazie al talento dei giocatori e non grazie ai suoi automatismi.... Ma questo succedeva perché non lui ha mai alimentato nei giocatori la cultura dell’alibi. Da altre parti, il risultato di affermazioni come “per avere un rigore dobbiamo fare le maglie a strisce” portava a perdere gli scudetti in albergo. Spero che almeno questa lezione nel frattempo Sarri l’abbia imparata.
  10. Non confondiamo le due cose. Un conto erano le teorie di Allegri sul calcio giocato ..... e da quel punto di vista, ti do ragione, Sarri gli é 10 volte superiore. Un altro sono lo stile, l’educazione, la capacitá di comunicare, lo spessore umano.... e qui il risultato (per ora) é un “no contest” a favore di Allegri (e te lo dice un anti allegriano convinto).
  11. Spero vada come dici tu. A differenza tua peró io prima di dargli la mia fiducia attendo i risultati del suo lavoro. Ad altri avrei concesso del credito, a lui no.
  12. Su questo sono d’accordo con te e non ne potevo veramente piú dello “scazzo creativo”. Il gioco di Sarri é piacevole e basato su concetti diametralmente opposti a quelli del livornese. Se il lavoro dell’allenatore finisse qui non avrei nulla da dire e sarei contentissimo della scelta. Le perplessitá su Sarri peró sono di altro tipo: - innanzitutto la persona non sembra avere lo spessore per guadagnarsi il rispetto dei giocatori (e quando lo spogliatoio non ha stima dell’allenatore di solito non finisce bene). - poi la cultura dell’alibi che ha caratterizzato tutta la sua carriera fino ad oggi. Lontanissima dai nostri valori. - Infine le sue uscite “imbarazzanti” su argomenti non strettamente calcistici. Al Napoli la stampa ne parla per tre giorni e poi tutti dimenticano, alla Juve se te ne esci con certe frasi ti tengono sulla graticola h24 per un anno intero. E per uno che ha giá mostrato di andare in difficoltá quando la pressione aumenta non é il massimo. Detto questo, ribadisco, tutti si sbaglia e tutti si cresce. Se l’ambiete Juve trasformerá Sarri come ha giá trasformato decine di giocatori in ogni epoca saró il primo a riconoscergli la mia stima. Ma per ora il mio giudizio su di lui non puó che basarsi su ció che ci ha giá fatto vedere (gioco piacevole, tutto il resto insufficiente), e non su ció che spero accada.
  13. Ripeto, parliamo due lingue diverse. Dacci un taglio perché tanto non c’é modo di capirsi. Non prendertela, , la colpa é evidentemente solo mia che non riesco a trovare parole piú semplici. Se hai qualcuno vicino puoi eventualmente fargli leggere il mio post affinché te lo spieghi e ti faccia notare che il concetto che hai contestato é esattamente lo stesso che hai usato come argomentazione per contestarlo. Quanto al mettere in buona o cattiva luce il nuovo allenatore a me frega meno di nulla sia dell’una che dell’altra (altra accusa gratuita partorita dalla tua immaginazione). La luce sotto cui si trova Sarri é quella che lui si é costruito coi suoi gesti, non certo quella che io voglio appioppargli. Vuole cambiarla? Glie ne daró la possibilitá. Se si dimostrerá persona diversa da quella che finora si é fatta conoscere avrá da me tutta la buona luce che ti sta tanto a cuore. Per il momento ha solo firmato un pezzo di carta ..... e non puó bastare per definirlo “uno di noi” . Al momento é solo un professionista (come hai detto tu), tesserato per la Juve, che in passato ha buttato ci ha buttato addosso molta M***A. Vediamo come si comporterá in futuro, mi auguro faccia bene e non gli negheró la possibilitá di guadagnarsi la mia stima, ma il punto di partenza non puó che essere questo.
  14. Toni inaccettabili e risposta, oltre che maleducata, completamente fuori tema rispetto a quello che ho scritto io. Segnalo ai mods e ti consiglio di leggere meglio prima di commentare. Il fatto che tu non riesca a capire quanto scritto da altri non ti autorizza a definirle “cavolate”. Buona serata.
  15. No, non é uno di noi. Noi siamo juventini per passione, lui allena la Juve per soldi. C’é una enorme differenza. Forse un giorno diventerá juventino, ma al momento è solo un anti-juventino che prende uno stipendio per far finta di non esserlo. Non posso proprio considerarlo “uno di noi”.
  16. Guarda, personalmente di guardiola mi frega il giusto. E mai giudicherei Sarri partendo dal presupposto che non é Guardiola. Un giudizio peró sulla persona Sarri me lo sono giá fatto, non in base a quello che potrebbe fare o non fare in futuro, ma in base a quello che ha giá fatto e detto nei nostri confronti. Sta a lui farmi cambiare idea (e io non glie ne negheró la possibilità) ma al momento il giudizio su di lui c’é, é fondato su fatti concreti e non é lusinghiero. Non cancelleró le offese che ci ha riservato solo perché ha firmato un pezzo di carta. Se vuole cambiare la mia opinione su di lui cominci coi fatti a dimostrarsi diverso dalla persona che abbiamo conosciuto..... Una prima mossa gradita , ad esempio, potrebbero essere le sue scuse.
  17. Non é questo il punto. Per un allenatore é indispensabile guadagnare subito il rispetto dei giocatori che allenerá. Non sono certo un allegriamo ma riconosco a max il grandissimo merito di essere entrato nello spogliatoio Juve conquistando subito il rispetto di tutti i giocatori (all’epoca ancora molto legati a Conte). Non vedo in Sarri tale capacitá. Spero di sbagliare ma non mi sembra abbia lo spessore per essere riconosciuto leader dal nostro spogliatoio. Piú probabile ne diventi lo zimbello (come pare sia avvenuto al Chelsea).
  18. Il mio timore non é su come si comporterá in conferenza, ma su come, una persona di questo calibro, possa guadagnarsi il rispetto e la stima dei giocatori che allena. Spero di sbagliarmi ma vedo la sua personalitá totalmente incompatibile con quella di tre quarti della nostra rosa.
  19. Qualsiasi cosa fosse, rimane il fatto che la “persona” Sarri rimane squallida. A memoria non ricordo un allenatore cosí lontano dai nostri valori. Ovviamente lo giudicheró per come si comporta da noi, ma non credo che a 61 anni possa da tondo diventare quadrato.
  20. A patto che quello che vince non lo dedichi ai tifosi napoletani......
  21. C’é un limite al professionismo. Si chiama “dignitá”. Chi ne ha almeno un po’, al momento giusto ha saputo dire “no grazie, questo sarebbe troppo” (Vedi Nedved). Ho trovato professionale la scelta di Conte di andare in nazionale e al Chelsea, allo stesso modo avrei considerato un eventuale approdo al Milan o alla Roma. Trovo invece indegno che sia andato alle *****e. Idem la nostra scelta di prendere un allenatore che non ha fatto altro che insultarci e buttare M***A sulla nostra storia. Per me ridicolo é chi mette da parte la propria dignitá con la scusa del professionismo.
  22. Dimentichi una caratteristica importante : é un anti juventino, alla guida di uno staff di anti juventini. I nostri valori non sono i suoi e non sará mai completamente committed alla nostra causa. E ........ sono convinto, se arrivassimo secondi dietro il suo napoli, non si dispiacerebbe piú di tanto.
  23. Per me essere aziendalisti é non sputare M***A nel piatto dove mangi e condividere gli obiettivi di chi ti paga lo stipendio. Se vai a rivedere come Sarri di é lasciato con ADL ti renderai conto che di aziendalista ha ben poco.
  24. A me Sarri tutto sembra tranne che aziendalista. A napoli faceva giocare sempre gli stessi 11 e ADL non mi sembrava contentissimo..... Al Chelsea anche non vedevano l’ora di liberarsene.
×
×
  • Create New...