Jump to content
Sign in to follow this  
gabe

15 calciatori in prestito tra Serie A, B ed estero

Recommended Posts

Joined: 08-Aug-2017
1,721 posts
Arthur
Un flop anche ai Reds, riscatto impossibile
Afp

Il treno del Liverpool è passato nell’ultima notte che ha preceduto la chiusura del mercato estivo. Arthur, che non rientrava più nei piani di Allegri, è stato reattivo nel coglierlo al volo ma molto meno fortunato subito dopo. La buona volontà non gli è bastata: dopo aver giocato qualche partita in Seconda squadra per ritrovare la condizione, infatti, ha dovuto fermarsi per un problema al quadricipite della coscia sinistra: operazione riuscita, è atteso in campo tra fine gennaio e febbraio. Resterà nella formazione di Klopp fino al termine della stagione, ma ad oggi è impensabile immaginare un riscatto del suo cartellino.

 

Cambiaso
A Bologna per giocare. Tornare? In estate
Lapresse

La Juve lo ha strappato all’Inter l’estate scorsa, pagandolo al Genoa 8 milioni e mezzo (più eventuali 3 di bonus). Cambiaso, classe 2000, è stato poi girato in prestito secco al Bologna: qui è sceso in campo 14 volte (per un totale di quasi mille minuti) e ha messo a referto 2 assist. Il laterale ambidestro, l’estate scorsa, ha condiviso con Allegri l’idea di andare in un altro club per giocare di più e acquisire maggiore esperienza, per questo la Juve - nonostante l’esigenza di potenziare le corsie - non dovrebbe riportarlo a Torino a gennaio. Sarà valutato l’estate prossima come altri giovani: il futuro è dalla sua parte.

 

De Winter
Piace all'estero, può rientrare alla base
Lapresse

Con Allegri in prima squadra ha fatto qualche apparizione da terzino destra. In realtà De Winter è un centrale che necessita solo fiducia: lo sta dimostrando ampiamente all’Empoli, dove nei primi mesi della stagione ha guadagnato 6 gettoni di presenza con pieno merito. Il classe 2002, già punto fermo del Belgio Under 21 e prossimo al salto in nazionale maggiore, negli ultimi anni è stato un osservato speciale dell’Ajax. L’estate scorsa si erano mossi per lui anche Bruges e Southampton, ma la Juve ha voluto tenerlo in Serie A per seguire più da vicino la sua evoluzione. L’idea è di riportarlo presto a Torino, in prima squadra.

 

Di Pardo
In Sardegna punta alla promozione
Ciamillo

Il destino di Alessandro Di Pardo, cresciuto nella Juve con tanto di maturazione in Seconda squadra (62 presenze per 4 mila e 500 minuti in Serie C, 10 gettoni per 700 minuti in Coppa Italia) e apparizioni in Serie A (7 tra campionato e coppa) dipende da quello del Cagliari. Il club sardo dovrà riscattarlo obbligatoriamente in caso di promozione in massima serie, obiettivo al momento lontano ma la stagione è ancora lunga. Il terzino classe 1999 non rientra nei piani futuri della Juve, ma ha tutte le carte in regola per giocare a buon livello nel calcio italiano per diversi anni. Nove presenze e un assist in Sardegna fino ad ora.

 

Frabotta
Dopo Pirlo si sta ritrovando al Frosinone
Lapresse

Anche per Frabotta non è previsto un ritorno a Torino. Ma la Juve, dopo averlo pescato dalla Primavera del Bologna, gli ha consentito di concludere la scalata fino alla massima serie. Se con Sarri aveva debuttato in Serie A nell’ultima gara della stagione 2019-20, con Pirlo ha poi consolidato l’esperienza con 15 gettoni e il debutto in Champions League. La pubalgia lo ha limitato nella passata stagione all’Hellas Verona, l’estate scorsa il Lecce lo ha scaricato dopo qualche settimana di ritiro. Lo ha accolto in Serie B il Frosinone, dove ha ricambiato la fiducia con 3 assist nelle 8 gare giocate fin qui.

 

Gori
Non rientrerà, possibile futuro in Serie A
Lapresse

L’ambizione di poter fare un giorno parte del pacchetto portieri della Juve ce l’aveva e ce l’ha ancora, ma per adesso il legame tra Gori e il club bianconero si è ridotto solo a qualche allenamento tra la Continassa e Vinovo e le operazioni di mercato che lo hanno visto in uscita, dopo l’acquisto nel settembre del 2020. I bianconeri lo hanno preso dal Perugia, poi girato in prestito al Pisa e successivamente al Como. L’estate scorsa è tornato in prestito al Perugia, ancora in Serie B: contratto in scadenza a giugno 2024, nessuna possibilità di rientro all’orizzonte ma il suo nome comincia a girare sovente sui taccuini dei piccoli club di A.

 

Lungoyi
Può convincere l'Ascoli al riscatto
Lapresse

È arrivato in Italia grazie alla Juve, ma per adesso il bianconero che ha indossato è quello dell’Ascoli in Serie B. Il club marchigiano potrebbe riscattarlo a fine stagione, a Torino potrebbero optare per il contro riscatto. L’acquisizione dell’attaccante classe 2000 è avvenuta a gennaio del 2021, dal Lugano: è lì che si è messo particolarmente in mostra con 2 reti e un assist in 15 presenze. È cresciuto calcisticamente nel Servette e nel Porto: alla Continassa seguono il suo percorso per valutarne un rientro alla base o, più facilmente, un’interessante operazione di mercato in uscita.

 
Marques
Arrivò dal Barça, il Portogallo per rilanciarsi
Getty

Alejandro Marques è tra i primi giovani prospetti in rampa di lancio nel calcio europeo che hanno scelto la Seconda squadra della Juve come trampolino. L’attaccante del 2000 è stato prelevato dal Barcellona nel gennaio del 2020 (operazione da 8 milioni, più l’opzione d’acquisto di Pereira allo stesso prezzo) e ha giocato per 2 mila minuti nella terza serie italiana tra campionato e coppa, per un rendimento complessivo di 8 reti e 2 assist. Il venezuelano, naturalizzato spagnolo, ha giocato l’anno scorso in Spagna nel Mirandes (10 reti in 32 partite), quest’anno è in Portogallo nell’Estoril Praia (4 presenze).

 

Nicolussi Caviglia
Infortuni alle spalle, sta sbocciando di nuovo
Lapresse

Nel Sudtirol, in Serie B, sta sbocciando di nuovo Nicolussi Caviglia, uno che la maglia della Juve l’ha indossata sin da bambino e potrebbe prima o poi tornare a onorarla in massima serie. Il centrocampista classe 2000 negli ultimi anni ha dovuto fare i conti con dei gravi problemi fisici, ma in fondo al tunnel ha ritrovato la luce e pian piano si sta riavvicinando ai massimi livelli. Quasi mille minuti nelle gambe da inizio stagione a ora: un gol in 11 partite. Il club da poco gli ha rinnovato il contratto: nuova scadenza al prossimo giugno 2026, ha tutto il tempo per tornare a inseguire il suo sogno.

 

Pellegrini
All'Eintracht per giocare, sta convincendo
Afp

Nella passata stagione ha scalato le gerarchie sulla fascia sinistra e dimostrato di essere molto più che un semplice vice Alex Sandro. L’estate scorsa, poi, Luca Pellegrini ha sposato di buon grado l’idea di fare un’esperienza all’estero e all’Eintracht Francoforte ha trovato le condizioni giuste per esprimersi al meglio. Col club tedesco ha giocato 9 partite in campionato, una nella coppa nazionale e 4 in Champions League. Al termine della stagione dovrà tornare alla Continassa, a meno che la società tedesca non voglia trattenerlo in Bundesliga discutendo con la Juve del suo passaggio a titolo definitivo.

 

Pjaca
Ultima fermata Empoli. Aspettando il 2024
Getty

Dopo aver giocato in prestito allo Schalke 04, alla Fiorentina, all’Anderlecht, al Genoa e al Torino, Marko Pjaca quest’anno ha trovato sponda ad Empoli. Nel club toscano è sceso in campo 7 volte nei primi mesi della stagione, ma non ha ancora trovato il gol. La Juve sta solo onorando il suo contratto fino al termine, ma non ha alcuna intenzione di riportarlo in bianconero: gli infortuni hanno compromesso la sua avventura sotto la Mole, dopo un investimento iniziale di 23 milioni (nell’estate del 2016) con ben altre aspettative. La scadenza per l’attaccante croato è fissata al 30 giugno 2024.

 

Ranocchia
Piace ad Allegri, in prestito per giocare
Lapresse

La prima stagione da protagonista in Serie A Filippo Ranocchia la sta giocando con la maglia del Monza, in prestito. Il club brianzolo potrebbe anche riscattarlo a fine anno, ma la Juve ha trattenuto il diritto di contro-riscatto per non perderne il controllo. Il centrocampista classe 2001 ha fatto un percorso di crescita netto tra Juve Primavera e Under 23, la scorsa stagione ha completato la sua formazione in Serie B con il Vicenza. È uno dei giovani che ha impressionato di più Allegri, che avrebbe voluto trattenerlo. Ma la cessione temporanea gli consente di giocare di più e fare esperienza.

 

Rovella
Ha convinto in estate. E anche al Monza
Lapresse

A Nicolò Rovella sono bastate poche settimane per dare ragione all’investimento fatto dal club su di lui nel gennaio del 2021. Tecnico e dirigenza lo hanno testato in estate tra tournée e prime giornate di campionato, poi hanno deciso di cederlo in prestito al Monza per consentirgli di crescere ancora e ripresentarsi pronto - più avanti - per fare il titolare nella Juve. Il prestito è secco, il rientro alla Continassa è previsto già la prossima estate. Il classe 2001 ha giocato quasi mille minuti fino a questo momento della stagione, facendosi apprezzare anche nella sfida diretta contro la squadra di Allegri.

 

Zakaria
Al Chelsea last minute, tornerà in estate
Afp

Il debutto nel Chelsea (con gol) in Champions League ha compromesso il prosieguo della stagione di Zakaria, che si è trasferito a Londra nell’ultimo giorno di mercato (dopo aver giocato alcune partite con la Juve) e fuori dal mercato per un terzo club a gennaio. Il centrocampista svizzero ha voluto lasciare Torino per la troppa concorrenza in mezzo: i Blues hanno preso in carico il suo ingaggio stagionale, ma difficilmente vorranno esercitare il diritto di riscatto. Alla Continassa dovrebbero comunque tornare a valutare la sua posizione dalla prossima estate, a meno che non s’incastri subito un’operazione in uscita.

 

Zanimacchia
Protagonista in B, rodaggio dopo il salto
Lapresse

L’anno scorso Zanimacchia è stato tra i protagonisti principali della promozione in Serie A della Cremonese, che lo ha rivoluto fortemente in massima serie. Il prestito prevede un obbligo di riscatto in caso di salvezza in A dei lombardi, che possono comunque sfruttare il diritto di acquisizione in ogni caso. Il laterale destro quest’anno ha giocato 13 gare (di cui una in Coppa Italia), ma è ancora lontano dal rendimento complessivo della passata stagione: 8 reti e 6 assist. Dopo il passaggio in Under 23, il classe 1998 ha fatto pure un’esperienza all’estero, nel Real Saragozza (2 reti in 28 partite).

 

 

 

A questi vanno aggiunti altri 6 giovani che - dopo il passaggio in Seconda squadra - stanno giocando ancora in terza serie per motivi diversi: Del Favero sta ritrovando la forma nella Pro Patria, dopo un brutto infortunio; e insieme a lui Perotti, pescato dalla Serie D, sta muovendo i suoi primi passi tra i professionisti. Leo sta crescendo molto sul piano caratteriale al Foggia, Del Sole e Minelli si stanno esprimendo in maniera convincente nell’ambizioso Ancona Matelica e nella Virtus Francavilla. Occhio pure a Fiumanò, il classe 2003 che i bianconeri hanno mandato a giocare nell’Aquila Montevarchi. Di seguito tutti gli altri.

 

© giornalaccio rosa.it - Giovanni Albanese

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 06-Jul-2007
11,763 posts

Sposto il topic in Calciomercato. 

 

Ribadiamo per la seconda volta di lasciar libera questa sezione, Juventus Forum, da articoli giornalistici di mercato. 

Evitiamo che ci sia anche la terza, Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 08-Aug-2012
19,242 posts

Arthur la situazione più spinosa. il prestito oneroso con stipendio pagato a fine mercato credo sia stato molto di più di quanto si aspettassero in dirigenza. è fuori per infortunio, difficilmente verrà riscattato, problema che ci porteremo dietro per la prossima stagione.

 

Cambiaso nella prossima Juve ci starebbe come riserva, terzino/esterno di riserva che gioca su entrambe le fasce, un De Sciglio non marcio. Se servirà monetizzare credo che comunque verrà ceduto senza pensarci troppo.

 

De Winter, copincollare il discorso fatto per Cambiaso sostituendo De Sciglio con Rugani.

 

Di Pardo/Frabotta onesti mestieranti di categoria. Stanno bene dove sono

 

Gori buon portiere in b. Interessa alle piccole di A? meglio, ma non ci farei troppo affidamento

 

Lungoyi  chi???????

 

Marques plusvalenze feels. Onesto mestierante di categorie inferiori, difficile monetizzarci

 

Nicolussi Caviglia il talento c'è, l'annata da titolare in b potrà fargli solo che bene. probabile pedina di scambio per future trattative (ad esempio lo vedrei bene ad Empoli)

 

Pellegrini sinceramente qua tutto è possibile. Se c'è la possibilità di monetizzare credo che lo lasceranno andare volentieri

 

Pjaca deludente come al solito. Arriverà in scadenza nel 2024 (sempre che non lo rinnovino, we believe in dreams)

 

Ranocchia per me abbastanza facilmente diventerà un calciatore di categoria. Al limite dell'impossibile però che lo diventi alla Juve. Manterrei il controll su di lui e lo userei come controparte per qualche operazione.

 

Rovella, per ora alla grande a Monza. Meriterebbe il ritorno alla juve, ma ci sono troppe pedine che devono incastrarsi nel nostro cc e alla fine potrebbe pagare pure lui.

 

Zakaria situazione simile ad Arthur ma con le attenuanti dei costi diversi, dell'integrità fisica e dello stipendio inferiore. Magari non ci andremo a guadagnare ma credo che piazzarlo all'estero sia relativamente facile.

 

Zanimacchia, buon giocatore in b, per ora non da serie A.

 

Questo ad oggi, fine novembre, con quasi metà stagione giocata. 

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 08-Jan-2007
68,821 posts

Se riuscissimo a ottenere una rescissione consensuale con Arthur sarebbe già molto.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...