Jump to content

vikke55

Tifoso Juventus
  • Content Count

    10,697
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

3,536 Excellent

1 Follower

About vikke55

  • Rank
    La fine di un'era
  • Birthday 05/19/1986

Profile Information

  • Gender
    Male
  • Location
    I due mondi che ho conosciuto

Recent Profile Visitors

3,204 profile views
  1. Sono felicissimo per lui. L'assetto tattico dell'anno scorso lo limitava. Ora fa pure gol di destro. Il giocatore che più ha beneficiato del cambio panchina. Proiezione 15 gol in campionato, ma arrivare ad una 20ina di reti e una 15ina di assist credo sia nelle sue corde.
  2. Malato di social network. È una malattia che di solito va di pari passo ad una serie di "ismi" odiosi.
  3. Dai su! È solo un graffio, riprenditi presto, Blaise
  4. Un anno fa molti criticavano il gioco. Ora si fa lo stesso. Non si può? Per quale motivo non si dovrebbe? Poi ci si dimentica che chi si criticava l'anno scorso ha vinto con noi un sacco di trofei, mentre colui che siede ora sulla nostra panchina è ad oggi uno sconosciuto ai primi approcci con noi. Ok, il calcio non ha riconoscenza, ma la fiducia a casa mia si guadagna, non si dà al primo che passa. Allegri aveva la mia fiducia, frutto del suo lavoro vincente da noi in 5 anni, come posso dar fiducia a Sarri, così, dopo 4 mesi e progressi rasenti allo 0? L'anno scorso, il culmine della critica arrivò nel momento in cui la Juve ipotecava lo scudetto a febbraio. Evidenti problemi in rosa... Ok, quindi stai dicendo che Allegri ne aveva pure di più. Allegri aveva la bacchetta magica: invece di una partita ogni 3 giorni, dilatava il tempo e ne faceva 1 a settimana. Come noterai certe cose che leggo sono BANALISSIME SCUSE! Con questa rosa l'unico gioco attuabile nel lungo periodo è gestione e difesa. Ovvio che se cambi i giocatori, potresti cambiare modo di giocare, è lapalissiano.
  5. L'inchiesta sul vino di qualche anno fa è raccapricciante. IGNORANZA allo stato puro.
  6. È quello che si dice da anni. I giocatori attuali sono fatti per difesa e gestione, l'ha capito pure Sarri. Ma non era tutta colpa del Satana labronico, che chiedeva un trequartista da 5 anni ma, senza fare una piega, si faceva andare bene tutto? Finchè Sarri non denigrerà la rosa, per me non sarà poi tanto diverso, come mentalità, da Allegri. E questo gli farebbe onore. Vedremo se Sarri sarà capace di adattarsi alla Juve, perchè a quanto pare la Juve non è disposta ad adattarsi al proprio allenatore.
  7. Chi ha torto? Chi ha la mentalità "sbagliata?". Chi fa il gaggio senza aver nulla, oltre che perdere fa la figura di palta.
  8. È sempre stato mal sopportato da una cospicua parte della tifoseria. Sarri a confronto ha avuto i tappeti rossi stesi.
  9. E lo ha detto in più occasioni. Infatti credo fermamente che a noi, quando finirà il tempo di Sarri, serva più uno Zidane che un klopp
  10. La Spagna è fedele a se stessa e raramente esporta talenti. Giocano a memoria ma non sono bravi a livello individuale. In poche parole è difficile, se non ti chiami iniesta, l'adattamento ad un altro contesto. Tedeschi, francesi ed inglesi giocano un calcio fisico, veloce e con 0 tatticismi. A me personalmente non piace, ma degustibus, con menzione speciale alla bundesliga, roba da pelle d'oca. Ti ricordo che dal 2006 c'è stato un reset totale, una sorta di disgrazia nucleare autoinflitta dal movimento calcio italiano per togliersi di torno il faro e navigare a vista con capitani ciechi. Che vuoi che venga fuori, mi iscusi? Ah, uno dei pochissimi pregi di de Laurentiis è la schiettezza: lo ha detto millanta volte che la EL è una roba che non porta soldi e dove non ci sono i soldi a pochi interessa arrivare. Roma compresa. Preferiscono puntare al 4o posto e fare 50 milioni immediatamente senza mettere piede in campo. Chiamali scemi. Non gliene importa a nessuno una cippa della coppetta, loro vogliono gli schei. P.s. sulla questione Italia anni 70 ho detto che non sapevo, però nel 74 penso sia andata piuttosto maluccio ed abbia ricostruito con una generazione nuova di zecca. Ma magari sbaglio pure qua
  11. Sulle nazionali giovanili io alzo le mani, visto che l'italia penso si ritrovi con la più grande penuria di menti calcistiche che possa ricordare (boh, qualcuno parlava delle nazionali anni 70 che facevano discretamente schifo, ma non ne ho la controprova visto che sono poco più di 30enne). Credo sia vero in parte la questione "dormire sugli allori", ma non credo sia la sola questione. La piccole società per anni hanno investito su giovani provenienti da altri stati perchè conveniva in termini economici: prestanti, pronti fisicamente, 2 rudimenti di tattica e via al miglior offerente. Punto secondo, Francia e Inghilterra, con la Germania subito dietro, hanno fatto le giovanili basate su potenza fisica e velocità attingendo dalle questioni coloniali (che un'improbabile entità divina li strafulmini nei secoli) ed immigrazionali, mentre in Italia ci sono curve che inneggiano alla purezza della razza ed altre schifoserie miste. Mentre qua si giocava a battimuro, lì si giocava a spacca betulla. La soluzione quale sarebbe? Giocare a spacca betulla pure noi? Ma dove vogliamo andare che un 18enne italiano ha il fisico di un 12enne franco-senegalese che se ti guarda storto ti spezza a metà wireless a te che ne hai 30? Questa pare sia stata la soluzione più gettonata, ora si raccolgono i frutti deformi di questa strategia. Le giovanili le imposti su classe e tecnica, ma mi pare che non freghi poi molto a nessuno. Poi guardi e guardi, e di giocatori decenti ne esce uno ogni tanto, sia in Italia che all'estero. Ma a livello decente 20 anni fa, andavi in serie c. È tutto il calcio che è andato a peripatetiche, con gli schemi cubici, le 26 sedute in palestra e la questione atletica, mentre la classe, la tecnica e la tattica, cosa che ci hanno sempre distinto, sono andate su per il camino. Gli unici custodi di un certo tipo di calcio sono a Coverciano, finchè dureranno. Lunga vita a loro.
  12. Ma quelli che stanno sul forum, a quanto pare, ne sono assuefatti, come non lo sapessero che la maggior parte dell'Italia ci vorrebbe radiati.
  13. Ovviamente è come dici. A detta di qualcuno arrivava Sarri e si vincevano in scioltezza tutte le partite con 3 4 gol di scarto. Invece... Io aspetto al varco tutti gli entusiasti di giugno. Il fatto è che a luglio sentivo dire "vedi, il giuocohhh, va che bello sto giuocohh," in agosto "si intravede il gioco ma ci vuole tempo" a settembre "visto? Allora dove sono le vedove?" Ad ottobre "colpa di allegri che ha lasciato le macerie, ci vuole tempo, per dicembre voleremo" a novembre "però vince le partite, che vi lamentate". Eeeeee no, dov'è il bel giuocoh? "A marzo vedrete!" "Dal prossimo anno, non ce ne sarà per nessuno". Detto questo, siamo primi in classifica, ma non vorrei che l'attesa sia per godot.
  14. "Perchè ci vuole tempoooo". Io aspetto, finchè si continua a vincere di corto muso non ho problemi (anche se, allora, avrei scelto allenatori più pragmatici di quello attuale, se proprio bisognava cambiare)
×
×
  • Create New...