Jump to content

SamuJuve

Tifoso Juventus
  • Content Count

    1,598
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

469 Excellent

About SamuJuve

  • Rank
    Juventino Pinturicchio

Recent Profile Visitors

1,831 profile views
  1. Penso sia stato giusto perdere anche in questo modo, per tutti quelli che non appena i media parlano di presunti favori nostri partono a scrivere i "da juventino mi vergogno...blablabla". Guardate le *****e interiste come hanno festeggiato nonostante il rigore farlocco del pareggio.
  2. una stagione del genere è giusto che finisca così, faccia a terra, toccando il fondo. Devono sapere fin dai vertici di aver sbagliato e che non possono arrogarsi alcun merito per quest'anno. Solo cadendo pesantemente ci si può rialzare, Una stagione senza titoli è quella che ci vuole perché da troppi anni si sta sbagliando e da troppi si è tenuta troppa confusione tecnica. Ora pensiamo a ricostruire per l'ennesima volta e pensiamo all'anno prossimo.
  3. parita che lascia il tempo che trova. Una squadra allo sbando tattico come la nostra non comincia a giocare bene a fine stagione ad obiettivo ottenuto, anzi è più facile che sbraca. Non abbiamo sbracato, anzi potevamo vincerla. E se Kean l'avesse messa dentro e avessimo vinto nulla sarebbe cambiato, sempre una stagione di M***A rimane.
  4. concordo, per l'impegno (non per il talento, che non si può negare) e l'attaccamento che ha mostrarto negli ultimi non meritava nulla. E il fatto che sia l'elemento più di talento, chiamato ad essere leader tecnico, è un aggravante. Ciò non toglie che la questione del suo contratto (unita a quella di Ronaldo e di molti altri) è stata gestita malissimo non tanto da Arrivabene & co., ma dalle gestioni precedenti. Una grande squadra non si dovrebbe mai ridurre all'ultimo anno senza nulla di concreto in mano coi suoi giocatori di punta.
  5. Pirlo lo assolvo perché ha ottenuto il massimo con zero esperienza e un ambiente che era diventato una polveriera in completa autogestione. Ma scusa non gli si chiede perché è stato pagato per il suo lavoro (e continua ad esserlo) e si è portato a casa due trofei cosa che pochissimi allenatori esordienti possono vantare.
  6. partita ininfluente, anche in un anno senza trofei continuo ad avere la stessa opinione della coppa italia. La stagione è pessima a prescindere dal trofeo in più o in meno. In più l'inter è chiaramente favorita, in tre confronti contro di loro non siamo mai riusciti a dar l'idea di poterla vincere, quest'anno sono loro in controllo degli scontri diretti.
  7. in un Juve di mezzo come quella che si appresta ad essere nelle prossime stagioni i giovani temo non possano emergere. I giovani emergono o quando va molto male (vedi serie B) o quando hai un impianto di squadra così consolidato che puoi inserirli senza bruciarli. Io non sono ottimista per la Juve del futuro, temo che sia Miretti che Fagioli saranno tenuti giusto il tempo di far crescere il loro valore e poterli usare come contropartite tecniche.
  8. normalmente è il contrario, in una piccola squadra tutti giocano per te, in una squadra di grado più alto il gioco si distribuisce su più interpreti. Fermo restando che ci sono giocatori che non hanno ancora completato il loro ciclo di maturazione o semplicemente giocano in maniera differente da una squadra all'altra e segnano di più in un contesto differente, tipo Ibrahimovic che all'Ajax faceva pochissimi goal.
  9. assist di Modric pura poesia, mamma mia quanto mi manca "quel tipo" di giocatore alla Juve. Il Villarreal sa come giocare e ha i giocatori giusti per farlo, poi non le andrà sempre bene (è andata bene per molti anni all'Atletico di Simeone, ma questi spendevano anche tanto), ma giocano con cognizione e sanno come si affrontano le partite europee. Tanto è che si sono giocati la carta del bus parcheggiato contro uno schiacciasassi come il Bayern (che contro una squadra fisica come i tedeschi non è una scelta che può sempre funzionare), hanno avuto ragione loro alla fine. Vediamo stasera se questo è un anno che dice bene alle spagnole, non mi spiacerebbe.
  10. mai pensato che lo stipendio sia una questione di meritocrazia (in ogni campo), al limite indica che sei bravo a trattare, ma non necessariamente che sei il migliore nel tuo lavoro.
  11. E' una bella lotta, difficile estraniarsi dal contesto. Per le aspettative, dato il ritorno dalla B il trio Diego, Tiago e Felipe Melo furono una bella lotta. Diego e Tiago poi dimostrarono di essere giocatori validi, non fenomeni, in altri contesti dove non dovevano essere i protagonisti ma comprimari. Poulsen non aveva aspettative, pià o meno tutti avevano schifato il fuo arrivo. Così come Martinez, Esnaider ed Hernanes (che a dire il vero non andò nemmeno tanto malaccio). Salas come nome è il più grande flop, ma l'arrivare in una Juve che aveva preso Nedved, Buffon e Thuram lo fece passare sotto traccia. Krasic ed Amauri flopparono alla distanza, fecero molto bene per alcuni mesi. Non si dimostrarono però adatti al cambiamento del contesto. Bernardeschi, Rabiot e Ramsey sono stati flop da pancia piena, giocatori con diverse aspettative ma che flopparono in una rosa al suo declino dove c'è bisogno di rifondare. E non sono mai stati giocatori di personalità, capaci di ribaltare le proprie sorti. Bernardeschi e Rabiot grandi promesse che però già nello loro squadre di origine mostravano qualche crepa, Ramsey giocatore determinante nell'Arsenal che nonostante l'età, di testa era a fine carriera. Questi tre flop potevano essere comodamente evitati con osservatori più attenti, capaci di leggere le prospettive, fermo restando che nel contesto in cui arrivarono non li reputo tant peggio di un Oliseh o di un Blanchard. Il mio voto dunque fa a Felipe Melo, che fu una propria e vera inculata da parte della Fiorentina, un esborso economico importante, ed un giocatore che anche dopo si dimostrò non all'altezza delle maglie che aveva indossato.
  12. non so se te ne sei accorto ma da due anni a questa parte anche la Juve è una squadra di metà classifica. E in campo europeo siamo ridicoli da dopo Cardiff, il Villarreal al contrario una coppa l'ha alzata. Il valore di una squadra lo fa sempre e solo il campo, non il monte ingaggi. Ed è giusto così, bisogna essere realisti.
  13. riflessione fuori OT, ma non credo più di tanto: non ricordo altre stagioni in cui a fine marzo ci sono così tanti top player a scadenza e ben lontani dall'accordo. Che questo sia lo stadio finale della legge Bosman?
  14. può essere, è però una voce che si porta avanti da mesi e che nessuno ha mai smentito. Già Arrivabene dicendo che con l'acquisto di Vlahovic la situazione è cambiata ti fa capire che ci stavano pensando di accordarsi. Può anche essere stato solo un gentlemen agreement ma al concreto quello che non lo poteva firmare era Antun, tutti gli altri interlocutori potevano firmarlo quando volevano. Chi ha perso tempo è stato l'entourage di Dybala.
  15. ma quando Dybala è stato decisivo per un trofeo negli ultimi anni? Non c'è mai stato?
×
×
  • Create New...