Jump to content
Tiger Jack

Nuovo Stadio Roma: Investimento da un Mijardo de euri. Più nartro mezzo e quarche piotta, poi se vede

Recommended Posts

Joined: 23-Jul-2012
13,615 posts

che buffonata .asd 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 02-Apr-2008
41,678 posts

Ao'...o stadio sta già pure a bilancio!

Screenshot_20180216-225955.png

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 01-Jan-2009
51,075 posts

C'arisemo!!! Parte 2181828191910230 Ah, ma è un pesce d'aprile :sisi: 

 

image.png

Edited by sangigibuffon

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 02-Apr-2008
41,678 posts
3 ore fa, sangigibuffon ha scritto:

C'arisemo!!! Parte 2181828191910230 Ah, ma è un pesce d'aprile :sisi: 

 

image.png

Ma come tra un anno i lavori?

:261:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 01-Jan-2009
51,075 posts
8 minuti fa, Tiger Jack ha scritto:

Ma come tra un anno i lavori?

:261:

 

Ricorda che oggi è il 1 aprile... Il Tempo è in vena di scherzi :sisi:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 02-Apr-2008
41,678 posts
14 minuti fa, sangigibuffon ha scritto:

 

Ricorda che oggi è il 1 aprile... Il Tempo è in vena di scherzi :sisi:

So dei mattacchioni .asd

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 24-Jan-2008
12,286 posts
1 aprile 2018 - 09:34
 
 

 

(Ansa)
L’INCHIESTA
1 aprile 2018 - 09:34
 

Stadio della Roma, la procura indaga sul passaggio dei terreni a Parnasi

di Giulio De Santis

 
 
 
 
 
 
 
 
 

La procura indaga sul passaggio dei terreni dell’ippodromo di Tor di Valle, dove è prevista la costruzione dello stadio della Roma, dalla società Sais della famiglia Papalia all’Eurnova del costruttore Luca Parnasi.

L’inchiesta, affidata al pm Mario Dovinola, è stata aperta dopo una denuncia dell’associazione «Tavolo della libertà urbanistica». L’ipotesi all’esame degli inquirenti, che ancora non hanno formulato reati, è che Parnasi abbia contribuito al dissesto della Sais, che gestiva l’ippodromo ed è fallita il 22 maggio del 2014. A destare i dubbi è la velocità dell’operazione, chiusa in poche ore e senza nemmeno la presentazione di una fideiussione a garanzia dei pagamenti. Perché tanta fretta?

 

 

 

Una breve cronistoria aiuta a chiarire gli interrogativi sollevati dalla denuncia dell’avvocato Edoardo Mobrici per conto dell’associazione. Nell’aprile del 2012 Parnasi e Papalia stabiliscono con un contratto che il trasferimento della proprietà dei terreni dell’ippodromo avverrà il 31 dicembre del 2013 e solo a una condizione. Che vi sia il via libera del Comune all’edificabilità nella zona.

Ma 14 mesi dopo tutto cambia. Il 25 giugno del 2013, azzerando il contratto siglato in precedenza, l’Eurnova e la Sais concordano l’immediato trasferimento alla prima dei terreni di cui è proprietaria la società di Papalia dietro il pagamento di una cifra dilazionata nel tempo: 42 milioni di euro se ci sarà la stipula della convenzione urbanistica con le istituzioni per la costruzione dello stadio; solo la metà, 21 milioni, qualora la convenzione non veda la luce. Nel contratto non è inserita nessuna fideiussione, nessuna garanzia che la cifra stabilita verrà pagata.

Il giorno dopo l’accordo, il 26 giugno del 2013, la Sais deposita una proposta di concordato fallimentare al tribunale civile. Offerta bocciata, tanto che undici mesi dopo c’è il fallimento della società. Il passaggio ha fatto da preludio al rinvio a giudizio di Gaetano e Umberto Papalia per bancarotta fraudolenta. Ma la Sais sarebbe fallita senza il trasferimento dei terreni alla Eurnova? Domanda a cui dovrà rispondere la procura.

 

Edited by JUtente

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 01-Jun-2005
5,150 posts
22 ore fa, JUtente ha scritto:
1 aprile 2018 - 09:34
 
 

 

(Ansa)
L’INCHIESTA
1 aprile 2018 - 09:34
 

Stadio della Roma, la procura indaga sul passaggio dei terreni a Parnasi

di Giulio De Santis

 
 
 
 
 
 
 
 
 

La procura indaga sul passaggio dei terreni dell’ippodromo di Tor di Valle, dove è prevista la costruzione dello stadio della Roma, dalla società Sais della famiglia Papalia all’Eurnova del costruttore Luca Parnasi.

L’inchiesta, affidata al pm Mario Dovinola, è stata aperta dopo una denuncia dell’associazione «Tavolo della libertà urbanistica». L’ipotesi all’esame degli inquirenti, che ancora non hanno formulato reati, è che Parnasi abbia contribuito al dissesto della Sais, che gestiva l’ippodromo ed è fallita il 22 maggio del 2014. A destare i dubbi è la velocità dell’operazione, chiusa in poche ore e senza nemmeno la presentazione di una fideiussione a garanzia dei pagamenti. Perché tanta fretta?

 

 

 

Una breve cronistoria aiuta a chiarire gli interrogativi sollevati dalla denuncia dell’avvocato Edoardo Mobrici per conto dell’associazione. Nell’aprile del 2012 Parnasi e Papalia stabiliscono con un contratto che il trasferimento della proprietà dei terreni dell’ippodromo avverrà il 31 dicembre del 2013 e solo a una condizione. Che vi sia il via libera del Comune all’edificabilità nella zona.

Ma 14 mesi dopo tutto cambia. Il 25 giugno del 2013, azzerando il contratto siglato in precedenza, l’Eurnova e la Sais concordano l’immediato trasferimento alla prima dei terreni di cui è proprietaria la società di Papalia dietro il pagamento di una cifra dilazionata nel tempo: 42 milioni di euro se ci sarà la stipula della convenzione urbanistica con le istituzioni per la costruzione dello stadio; solo la metà, 21 milioni, qualora la convenzione non veda la luce. Nel contratto non è inserita nessuna fideiussione, nessuna garanzia che la cifra stabilita verrà pagata.

Il giorno dopo l’accordo, il 26 giugno del 2013, la Sais deposita una proposta di concordato fallimentare al tribunale civile. Offerta bocciata, tanto che undici mesi dopo c’è il fallimento della società. Il passaggio ha fatto da preludio al rinvio a giudizio di Gaetano e Umberto Papalia per bancarotta fraudolenta. Ma la Sais sarebbe fallita senza il trasferimento dei terreni alla Eurnova? Domanda a cui dovrà rispondere la procura.

 

che la questione della proprietà dei terreni, del passaggio di proprietà, dei debiti con unicredit che voleva recuperare i prestiti, etc... fosse poco chiara (per non dire altro), in questo topic non lo scrivevamo tipo 2/3 anni fa?

Edited by 19ouch83

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 02-Apr-2008
41,678 posts
45 minuti fa, 19ouch83 ha scritto:

che la questione della proprietà dei terreni, del passaggio di proprietà, dei debiti con unicredit che voleva recuperare i prestiti, etc... fosse poco chiara (per non dire altro), in questo topic non lo scrivevamo tipo 2/3 anni fa?

:sisi:

A Roma la Procura qualche anno fa fu soprannominata " il porto delle nebbie" .asd

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 15-Nov-2010
2,488 posts

Nuovo stadio Roma, Baldissoni: "L'inizio dei lavori entro maggio 2018"

Il d.g. giallorosso: "I tempi di costruzione sono tra i 26 e i 28 mesi, quindi l'obiettivo è la stagione 2020/21"

 

Stadio Roma, iter non concluso. L’inizio dei lavori può slittare a fine 2018

L’iter amministrativo non sarebbe ancora del tutto completato e si rischia di posticipare tutto a fine anno o inizio 2019

 

Vedo che il cronoprogramma prosegue spedito !! .asd

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 11-Mar-2009
52,039 posts

Baldissoni fa tenerezza .asd

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 03-Sep-2006
487 posts

Si sono presentate tre ditte per la costruzione:

- una di Milano, che ha fatto un preventivo di  600 miloni: 300 per la struttura, 200 per gli edifici annessi, 10 per il campo, 90 per la viabilita e parcheggi

- una di Firenze, che ha preventivato 800 milioni: 400 per lo stadio vero e proprio, e altri 400 per le strutture accessorie

- una di Roma, quella che ha vinto, ha preventivato UN MILIARDO: 200 milioni alla ditta romana, 200 milioni ai politici che devono dare il via libera, e 600 alla ditta di Milano che esegue i lavori...

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 07-Jun-2005
11,800 posts

E c'è pure qualcuno che dopo tutto lo schifo dietro a questa operazione mafiosa che è lo stadio ieri spera che la Roma passi pure il turno. 

Edited by Knopfler

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 16-Aug-2008
6,393 posts

Chi gli e lo fa a Pallotta di rimanere la alla Roma?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 01-Sep-2008
2,375 posts
10 ore fa, giangio87 ha scritto:

Chi gli e lo fa a Pallotta di rimanere la alla Roma?

 

vende i Salah, i Pianic gli Allison  e guadagna soldi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 16-Mar-2016
336 posts
Il Thursday, April 05, 2018 alle 23:09 , Knopfler ha scritto:

E c'è pure qualcuno che dopo tutto lo schifo dietro a questa operazione mafiosa che è lo stadio ieri spera che la Roma passi pure il turno. 

1 miliardo (di cui non so quanti milioni di opere pubbliche) per fare uno stadio ed è operazione mafiosa.

Credo che Pallotta avrebbe pagato per ricevere lo stesso trattamento che vi ha riservato il comune di Torino:13_upside_down:

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 02-Apr-2008
41,678 posts
10 ore fa, giallorosso98 ha scritto:

1 miliardo (di cui non so quanti milioni di opere pubbliche) per fare uno stadio ed è operazione mafiosa.

Credo che Pallotta avrebbe pagato per ricevere lo stesso trattamento che vi ha riservato il comune di Torino:13_upside_down:

 

C'è una "piccola" differenza tra le due operazioni: una (Torino) il beneficiario effettivo è la Juventus SpA titolare dell'impianto che è iscritto a bilancio; l'altra (Roma) il beneficiario, anzi i beneficiari, sono Pallotta, Unicredit e Parnasi (non sto qui a ripetere tutta la cronistoria che, penso, conoscerai benissimo anche tu...) la AS Roma SpA non centra una mazza, tantè che pagaherà un affitto per lo stadio (a Pallotta .asd) è solo il cavallo di troja per far partire tutta l'operazione.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 16-Mar-2016
336 posts
3 ore fa, Tiger Jack ha scritto:

C'è una "piccola" differenza tra le due operazioni: una (Torino) il beneficiario effettivo è la Juventus SpA titolare dell'impianto che è iscritto a bilancio; l'altra (Roma) il beneficiario, anzi i beneficiari, sono Pallotta, Unicredit e Parnasi (non sto qui a ripetere tutta la cronistoria che, penso, conoscerai benissimo anche tu...) la AS Roma SpA non centra una mazza, tantè che pagaherà un affitto per lo stadio (a Pallotta .asd) è solo il cavallo di troja per far partire tutta l'operazione.

Ma è ovvio che serva un'altra società per supportare l'operazione, se la Roma mette a bilancio le spese per lo stadio può già portare i libri in tribunale. E poi anche l'Arsenal e altre società hanno fatto la stessa identica cosa, ma l'Emirates non mi sembra che sia di Usmanov e Kroenke

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 02-Apr-2008
41,678 posts
13 minuti fa, giallorosso98 ha scritto:

Ma è ovvio che serva un'altra società per supportare l'operazione, se la Roma mette a bilancio le spese per lo stadio può già portare i libri in tribunale. E poi anche l'Arsenal e altre società hanno fatto la stessa identica cosa, ma l'Emirates non mi sembra che sia di Usmanov e Kroenke

Appunto l'Emirates è di proprietà dell'Arsenal ( o di una società ad essa collegata) invece lo "stadio della Roma" semplicemnte non sarà della As Roma spa. Punto

C'è poco da girarci intorno

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 07-Jun-2005
11,800 posts
Il 9/4/2018 alle 01:08 , giallorosso98 ha scritto:

1 miliardo (di cui non so quanti milioni di opere pubbliche) per fare uno stadio ed è operazione mafiosa.

Credo che Pallotta avrebbe pagato per ricevere lo stesso trattamento che vi ha riservato il comune di Torino:13_upside_down:

 

Mi spiace ma se avete i prosciutti sugli occhi perché pensate che l'operazione sia pulita e dietro non siano interessi dei vari palazzinari etc. è un problema vostro. Comunque evita almeno di fare paragoni alquanto strampalati tra la nostra amministrazione e la vostra quando anche i muri dei fori imperiali sanno che da secoli la Capitale va avanti tra compromessi politici, personaggi squallidi, infiltrazioni mafiose su più livelli etc. .bah Lo dico con enorme dispiacere perché Roma è una città bellissima ma purtroppo dannatamente corrotta.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 09-Jan-2011
14,436 posts
Il 9/4/2018 alle 01:08 , giallorosso98 ha scritto:

1 miliardo (di cui non so quanti milioni di opere pubbliche) per fare uno stadio ed è operazione mafiosa.

Credo che Pallotta avrebbe pagato per ricevere lo stesso trattamento che vi ha riservato il comune di Torino:13_upside_down:

 

è facile recuperare le informazioni sul trattamento che torino ha fatto alla juve...così come è facile capire di chi sono i terreni, chi ha pagato, chi ci guadagna e cosa.

Li a Roma ancora non si capisce di chi siano i terreni, chi ci guadagna!.... chi dovrebbe pagare buona parte delle opere invece per il momento lo sappiamo: lo stato italiano, cioè noi poveri fessi!

cmq per la cronaca ti faccio un breve riassunto che puoi andare a verificare: citta di torino ha una zona periferica abbandonata attorno al vecchio delle alpi e non ha soldi per fare tutte le opere di urbanizzazione e riqualificazione urbana.... in più ha due stadi che costano un botto di manutenzione, e le due società di torino premono affinchè siano fatti dei lavori di riqualificazione per gli impianti.

quindi il comune affitta per 99 anni i terreni del Delle Alpi e limitrofi (continassa) alla juve (ad un prezzo vantaggioso per la juve) che paga di tasta propria per recuperare tutta la zona, farci tutte le opere di urbanizzazione tipo strade (senza costruire grattacieli e fare metrature da favelas brasiliana) , paga di tasca propria per abbattere e ricostruire lo stadio (con dei vincoli imposti dal comune ). 

ai topi concede l'olimpico...una superficie minore ma in zona più centrale di torino e con zero opere di urbanizzazione da fare...quindi lo concede ad un prezzo leggermente maggiore.

 

la juve ci ha guadagnato uno stadio in cui può fare pubblicità e vendere servizi...il comune una zona rimessa a nuovo, riqualificata (più negozi, più servizi) e tanto lustro a costo zero.

  • Like 1
  • Thanks 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 07-Jun-2005
11,800 posts
18 ore fa, Spartony ha scritto:

è facile recuperare le informazioni sul trattamento che torino ha fatto alla juve...così come è facile capire di chi sono i terreni, chi ha pagato, chi ci guadagna e cosa.

Li a Roma ancora non si capisce di chi siano i terreni, chi ci guadagna!.... chi dovrebbe pagare buona parte delle opere invece per il momento lo sappiamo: lo stato italiano, cioè noi poveri fessi!

cmq per la cronaca ti faccio un breve riassunto che puoi andare a verificare: citta di torino ha una zona periferica abbandonata attorno al vecchio delle alpi e non ha soldi per fare tutte le opere di urbanizzazione e riqualificazione urbana.... in più ha due stadi che costano un botto di manutenzione, e le due società di torino premono affinchè siano fatti dei lavori di riqualificazione per gli impianti.

quindi il comune affitta per 99 anni i terreni del Delle Alpi e limitrofi (continassa) alla juve (ad un prezzo vantaggioso per la juve) che paga di tasta propria per recuperare tutta la zona, farci tutte le opere di urbanizzazione tipo strade (senza costruire grattacieli e fare metrature da favelas brasiliana) , paga di tasca propria per abbattere e ricostruire lo stadio (con dei vincoli imposti dal comune ). 

ai topi concede l'olimpico...una superficie minore ma in zona più centrale di torino e con zero opere di urbanizzazione da fare...quindi lo concede ad un prezzo leggermente maggiore.

 

la juve ci ha guadagnato uno stadio in cui può fare pubblicità e vendere servizi...il comune una zona rimessa a nuovo, riqualificata (più negozi, più servizi) e tanto lustro a costo zero.

Proprio uguale all'operazione di cui ci parla il nostro amico romanista.

Non sanno di cosa parlano quando si riferiscono a noi, sputano solo veleno e poi esaltano il loro progetto che è in realtà pieno di misteri e omissioni ovviamente e schifezze varie.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 02-Aug-2006
14,990 posts

vincono la giembions e lo costruiscono finalmente @@

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 24-Jan-2008
12,286 posts

Roma, Stadio di Tor di Valle: verso un nuovo stop?

La Roma riabbraccia Massara, Kluivert dice "sì" e l'Ajax chiede 40 milioni 

 
di MARIA SCOPECE
 
Roma, 1 giugno 2018. Il mercato della Roma non si ferma. Il DS Monchi non smette di progettare la Roma della prossima stagione. Dopo i colpi Coric e Marcano, il manager spagnolo ha strappato il "sì" Kluivert. L'Ajax chiede tra i 35 e i 40 milioni di euro per privarsi del giovane attaccante, figlio del più celebre Patrick. I giallorossi, però, non vorrebbero spendere più di 20 milioni di euro, considerando anche la giovanissima età del centravanti olandese, classe 1999. Intanto la Roma riabbraccia Frederic Massara. La Roma ha annunciato il ritorno del manager giallorosso attraverso un tweet. Il dirigente Massara rientra nella Capitale con un contratto da 3 anni e lavorerà a stretto contatto con il DS Monchi nella direzione sportiva.


STADIO DELLA ROMA, VERSO UN NUOVO STOP? In questo inizio d'estate si torna a parlare anche della costruzione dello stadio della Roma. La posa della prima pietra, però, potrebbe tardare ancora a causa di un errore di carattere burocratico commesso dal Comune di Roma. In sostanza, fa rilevare l'architetto Francesco Sanvitto, contestatore di lunga data dello stadio e voce rilevante del “tavolo della Libera Urbanistica Roma”, il verbale conclusivo della Conferenza dei Servizi, invece di essere inviato dalla sindaca Virginia Raggi al Consiglio Comunale, è stato direttamente pubblicato all’Albo Pretorio per le osservazioni dei cittadini. "La procedura è molto complicata e quindi anche chi si riferisce ad altre procedure fa degli errori" - ha detto oggi l'Assessore all'Urbanistica Luca Montuori in un evento pubblico organizzato dalll’Osservatorio Stadio della Roma, un organismo che racchiude comitati e cittadini allo scopo di informare interfacciandosi direttamente col Gruppo di lavoro tecnico/inter-assessoriale di Roma Capitale - "C’è una fase di interlocuzione con i cittadini nella quale ci possono essere osservazioni al progetto e un’altra fase, altrettanto legittima, per rivolgersi ai tribunali amministrativi, che poi decideranno se le legittimità sono state rispettate o meno. Leggendo tutte le carte siamo completamente sereni che la fase di approvazione sarà nei tempi. Chi reputa questo un errore farà i suoi passi di conseguenza".

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...