Jump to content

LoganFive

Tifoso Juventus
  • Content Count

    795
  • Joined

Community Reputation

593 Excellent

About LoganFive

  • Rank
    Juventino El Cabezon

Profile Information

  • Location
    Newman Scoring Stage

Recent Profile Visitors

1,612 profile views
  1. Esatto, e non è da escludere che nella trattativa per avere l’europeo ci sia la consegna del cadavere della Juventus al frustrato sloveno.
  2. Le dichiarazioni di gravina sono di una gravità inaudita e confermano il suo ruolo di mero esecutore del volere di un mandante che ha sede a nyon. Il vigliacco sloveno infatti, frustrato dal non poter neanche sfiorare il suo vero grande obiettivo (florentino perez), si sfoga su un bersaglio più debole, grazie soprattutto al fatto che le istituzioni nostrane (sportive e non) si prestano sempre più che volentieri a colpire la società più prestigiosa del paese, nonché la sola ad aver immesso denaro vero nel sistema calcio italiano per più anni. La vera grande delusione è però ancora una volta l’assoluta assenza di replica alle vergognose affermazioni di oggi pomeriggio da parte di una proprietà che si conferma ogni giorno sempre più inadeguata o, peggio, nuovamente complice di chi questa volta non si accontenterà di tenerci fuori dai giochi per un po’, ma che invece ci vuole vedere definitivamente annientati.
  3. Mettendo da parte i numeri per un momento, quello che conta è il gesto e il messaggio che questo gesto trasmette: tutte le partite, a cominciare da quella di domenica scorsa, non hanno più alcun peso, sono allenamenti o al massimo amichevoli. Tutti i punti in classifica che eventualmente saranno ottenuti nei prossimi mesi, saranno cancellati da altri processi farsa senza diritto alla difesa per i soggetti deferiti e soprattutto con sentenze già scritte da tempo, proprio come quella di venerdì scorso. Perciò continuare a pagare cifre non indifferenti ogni mese per assistere ad un torneo che oramai ha meno credibilità del wrestling non ha alcun senso.
  4. Io e tutta la mia famiglia siamo con voi, fermamente convinti a tagliare ogni fonte di guadagno al sistema calcio italiano e, a malincuore, alla Juve stessa, nel caso anche in questa occasione la proprietà dovesse mancare di tutelare in tutti i modi il club e la passione di noi tifosi.
  5. Guarda, può darsi che mi ricordo male ma l’ultimo calciatore ammonito per simulazione in area di rigore, tra l’altro parecchio dubbia, dovrebbe essere stato luca pellegrini in un juve - salernitana di un paio di stagioni fa. Un dato statistico quantomeno singolare, soprattutto pensando ai simulatori di primo livello che operano nel campionato italiano.
  6. Arbitraggio che, nei contrasti e nei corpo a corpo, è stato sulla stessa linea di quello di orsato a san siro: 100% tollerante con la squadra di casa e 100% inflessibile con la squadra ospite. Mancano, a mio parere, due gialli ai veronesi: uno al giocatore che calcia platealmente il pallone fuori e poi pretende che l’arbitro vada al monitor a guardare l’episodio in area di danilo (non mi pare che il var sia a richiesta, o sbaglio?) e l’altro al giocatore che calcia il piede di bonucci e poi stramazza a terra neanche gli avessero amputato il piede senza anestesia (per plateale simulazione, o non esiste più il giallo per questo tipo di scorrettezze?).
  7. Al netto dei problemi nostri che sono ancora tutti lì e sono enormi, ma questi qui a quaranta punti ci arrivano? Sono veramente imbarazzanti
  8. Quando si dice: fare ricorso a tutti gli amuleti possibili Grande Morpheus, anche questa volta riesce a portare a casa il risultato
  9. Che sia in corso un braccio di ferro tra società e allenatore nel quale ciascuna delle due parti pensa che, prima o poi, l’altra cederà, è una teoria che circola da tempo. Posso anche credere che ci sia del vero ma, secondo me, non può essere solo questo: la mancanza di un piano b per la panchina, o, peggio, una serie di “no, grazie” che potrebbero aver incassato da altri tecnici che neanche per tutti i soldi del mondo si verrebbero a cacciare in una situazione come questa, soprattutto in mancanza di una figura seria e competente a dirigere l’area tecnica, è l’ipotesi che ritengo più probabile. Difficile uscire da uno stallo del genere se nessuna delle parti in causa ritrova l’umiltà per mettersi in discussione e pensare al bene del club piuttosto che al proprio.
  10. Manca drammaticamente competenza in almeno due ruoli dirigenziali chiave per ogni società di calcio: il responsabile dell’area tecnica e l’amministratore delegato. Attualmente questi due incarichi sono affidati a due figure assolutamente inadeguate ma la cosa più preoccupante è che coloro i quali li hanno messi lì, cioè la proprietà, tutta, non solo il presidente, non hanno l’umiltà di ammettere l’errore commesso e di rimediare quindi il più in fretta possibile andando a cercare innanzitutto una figura seria e competente nel ruolo di responsabile dell’area tecnica, al quale affidare il delicatissimo compito di impostare un vero progetto tecnico e scegliere l’allenatore per realizzarlo. Umiltà, serietà e competenza: tre cose che di sicuro non mancavano al dottor Umberto, che infatti affidò quei due ruoli così delicati ai due migliori disponibili all’epoca. Mi delude profondamente constatare che suo figlio sembri aver smarrito la strada.
  11. Le parole del presidente confermano che non c’è l’umiltà, da parte della proprietà, di ammettere di aver avuto torto nelle scelte dirigenziali e tecniche. Puerile la pretesa che non si cambia in corsa perché “da noi non si fa”: come se fossero loro quelli furbi, non i poveri stolti al bayern o al chelsea, che cambiano guida tecnica ad ottobre o a gennaio e sollevano trofei a fine stagione. Non si potrà parlare di progetto tecnico finché non ci si deciderà ad incaricare un responsabile dell’area tecnica serio e competente che convinca un altro allenatore ad accettare la panchina: ora come ora, neanche tutti i soldi del mondo convincerebbero qualcuno a salire su questa nave in tempesta a fare da parafulmine, abbandonato a se stesso e a collezionare figuracce.
  12. Quando ti ritrovi con una proprietà che non ha l’umiltà di ammettere di aver messo solo amici di amici e neanche uno che capisca un minimo di calcio a gestire il club più prestigioso del paese, cosa ci si aspetta che succeda di diverso da questo strazio? Chi ci verrebbe in questo circo se prima non si inserisce nel club almeno un responsabile dell’area tecnica serio e competente che convinca un altro allenatore che vale la pena provare a raddrizzare la stagione?
  13. Il reparto offensivo è stato pesantemente indebolito: non aver rimpiazzato né staskova né hurtig ha creato il problema di non avere, quando girelli non è in campo, un centravanti in grado di vincere i duelli sui palloni alti o di venire incontro a prendere il pallone e far salire le compagne. Una lacuna che risulta anche più evidente quando si vanno ad affrontare partite contro squadre straniere: e quelle di oggi non sono minimamente paragonabili alle squadre che ci troveremmo di fronte nei gironi di champions, se riusciremo a passare questo playoff.
  14. Si tratta di un cda previsto da tempo nel quale si discuterà l’approvazione del bilancio al 30 giugno, cioè quello della stagione 21/22. Al massimo si affronterà anche l’argomento della possibile uscita dalla borsa, ma la decisione sull’eventuale conferma o allontanamento del tecnico, a mio parere, è già stata presa.
  15. Non è mia intenzione giustificare Di Maria ma non si può fare finta di non vedere le continue provocazioni da lui subite dagli avversari: se poi a questo aggiungiamo l’atteggiamento provocatorio dell’arbitro, il quale all’ennesima spinta o strattonata subita dall’argentino, gli fa il gesto plateale di rialzarsi. Non sono macchine, sono esseri umani, purtroppo, in queste condizioni, è quasi inevitabile che saltino i nervi.
×
×
  • Create New...