Jump to content

mik.mac

Tifoso Juventus
  • Content Count

    11,319
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Everything posted by mik.mac

  1. ah su questo siamo d'accordissimo
  2. la sua situazione economica non è affatto compromessa, visto che quei milioni di debiti sono svaniti. era compromessa prima. certo che lui non dovrà attenersi a null'altro. e ci mancherebbe altro. io non ho detto che sta pagando poco. faccio solo fatica a comprendere l'approccio paternalistico di alcuni tifosi ma sopratutto dell'ambiente calcio. ma in effetti, come dici tu, problema loro. vorrà dire che gli piace proprio vedere l'immagine juve ulteriormente calpestata. ma me e moltissimi altri abbiamo messo una croce su fagioli. sbagliato per qualcuno? "irrilevante"
  3. per me non sono maggiori quelle di uno e dell'altro. sono responsabilità identiche. solo che ad uno hanno sospeso lo stipendio ed i media ci sono andati MOOOOOLTO più pesanti, al di là di quello che leggo. invece fagioli è giovane, italiano ed ha la faccia pulita. poi che tu non ti sentiresti di mandarli via ci sta. nemmeno io. ed è uno dei motivi per i quali i tifosi fanno i tifosi e i manager fanno i fanno i manager. perchè nelle società di un certo livello il punto di vista umano è in 3/4 se non 5 piano e così deve essere affichè funzionino e campino più di 120 anni
  4. no, ma tutto l'ambiente te lo sconsiglia in tutti i modi all'inizio di ogni anno informandoti dei rischi che corri. oltrepassi il punto 1? paghi, stai zitto e non ti nascondi dietro l'ansia dei debiti per giustificare una scelta lucida lecita legittima ma davvero sbagliata. e ti lamenti di esser in prima pagina? ma dove vive su marte?
  5. certo. è diverso. ma siano nel 2023 e questi professionisti viene spiegato perchè è sconsigliato. viene spiegato più e più volte, e sin dall'under15, che è sconsigliato perchè poi è facile cadere nel tunnel. tutto quello che "avviene" nel tunnel mi interessa poco. non è diverso da chi ha preso soldi a prestito da un cravattaro per cercare di salvare la propria officina, ad esempio. almeno in questo caso l'intento era nobile. ma , ripeto, con tutte le informazioni e avvertimenti a disposizione entrare nel tunnel è una scelta per gli sportivi. e la juve è una società per azioni, non una centro di recupero. e mantenergli lo stipendio è una scelta incredibilmente paracula. fossero stati 5 mln col piffero l'avrebbero fatto. invece avrebbero dovuto lasciarlo a secco, oppure offrigli lavori part time come giardiniere/magazziniere per ripagare i debiti con Gatti. a me tutta questa comprensione non è mai piaciuta e non trovo porti a risultati. sarà che sono cresciuto abbastanza old school dove doveva fare ciò che mi veniva detto: dai miei genitori, dai parenti, dai docenti e spesso pure dai vicini di casa. altrimenti erano ceffoni e zappa con il nonno in campagna alle 5 di mattina.
  6. ma questo cosa c'entra Brad? c'è un sacco di gente che in proporzione ha debiti infinitamente maggiori rispetto a fagioli, e non per forza per il gioco. tu continui a parlarmi di ciò che ha fatto per recuperare dai debiti, e io ti parlo del momento 1 in cui ha giocato. sono due robe completamente diverse. e per un calciatore professionista che firma un regolamento federale ed è altamente sconsigliato scommettere sul qualunque sport è gravissimo avere iniziato a giocare. e sono due cose diverse: le cazzate che si fanno per recuperare dai debiti, nonché lo stato di malessere, non c'entra per forza con la ludopatia. e non c'è bisogno di un medico per capirlo. cmq io non ho fatto alcuna diagnosi. sei tu che l'hai fatta evidenziando "almeno il punto 8".
  7. io non devo capire nessun fenomeno. perchè che Fagioli sia ludopatico non lo ha stabilito nessuno psicoterapeuta, se non il suo. e rispondere ad una checklist sulla scorta di quanto dichiarato in procura, non certo di quando dichiarato in camera caritatis, mi spiace ma non credo abbia alcuna valenza. è cristallino come l'acqua che passare per ludopatici fa parte della strategia difensiva. e preciso che io non sto dicendo che lui sicuro non lo sia. ma di certo essere o anche sembrare ludopatici conveniva per un ritorno di immagine e sconto di pena. ed è innegabile. e sulla scorsa delle deposizioni in procura si stabilisce la ludopatia? è davvero poco serio.
  8. ma ci mancherebbe altro Brad. assoluzione de che? non c'è nulla di attenuato? io leggo un sacco di tifosi, a partire da te, che anzichè essere incazzato nero con lui ha un atteggiamento paternalistico, quando ad un giocatore del genere si dovrebbe solo augurargli una buona terapia di recupero ma lontano anni luce dalla Juve. per il resto l'atteggiamento paternalistico lo si nota verso tonali da parte di tutto l'ambiente calcio. "ha scommesso si sul milan ma solo sulla vittoria". ogni volta che hanno fatto un processo a noi invece è sempre e solo bastanza l'intenzione, mai l'effetto.
  9. Brad ma cosa mi importa delle altre persone? sei un calciatore professionista, NON DEVI SCOMMETTERE punto. se inizi a farlo non ti nascondi dietro patologie per attenuare sia la squalifica che l'impatto sulla tua immagine. il resto le reputo solo una montagna di chiacchiere. non mi interessa la differenza tra lo scommettitore sano e non sano. mi interessa la differenza tra a chi è vietato o sconsigliato (i calciatori) e chi no.
  10. perfetto. il problema non si risolve ma chi causa un incidente stradale viene punito come deve senza che ci si nasconda dietro altro. non mi pare ci siano attenuanti in quel caso. non mi pare ci sia una insicurezzapatia come attenuante: fai l'incidenze, ti sei comportato da co*****e e paghi i danni. fine della storia.
  11. io non colgo nessun parallelo. iniziare a scommettere è una scelta, fatta essendo ASSOLUTAMENTE CONSAPEVOLE del vortice al quale si va incontro. trovo assurdo fare un parallelo tra una vita persa ed una vita rovinata perchè, a suo dire, "lo facevano tutti e dovevo riempire la noia". quando fagioli ha deciso di giocare non aveva alcun problema in testa. e la mancanza di razionalità deriva dalla paura di trovarsi un serbo sottocasa che ti spezza le gambe. la mancanza di razionalità è dettata dal peso del debito. non confondiamo le cose, davvero.
  12. Brad, la federazione, attraverso le squadre di calcio, fanno gli incontri di formazione su questo tema delle scommesse. te lo dico con certezza perchè il figlio di un collega gioca nella primavera del Lecce. a questi incontri sono invitati anche agenti e genitori. il tema principale è che sconsigliano vivamente di scommettere su qualsiasi sport, proprio perchè una volta dentro il vortice è difficile uscirne. quindi quando un giovane calciatore (di 19 anni, non di 10) scarica una app illegale perchè non tracciabile (parole di Fagioli) è perfettamente consapevole dei rischi che corre. e sa perfettamente cosa è la ludopatia. quindi se inizi a giocare non c'è, o non ci dovrebbe essere, alcuna scusa. ho come la sensazione che se al posto di Fagioli ci fosse stato qualche altro calciatore meno gradito i giudizi sarebbero stati altri. per me fagioli deve andare via dalla juve. fine.
  13. eh? davvero non colgo il parallelo.
  14. scusami...non capisco perchè Pogba era consapevole, sconsigliato dalla juve, mentre Fagioli no? fanno i corsi di formazioni dalle serie minori, dall'under15, includendo i genitori. è questo che non mi va tanto giu. Pogba crocefisso perchè consapevole e sconsigliato dalla juve. fagioli invece un sacco di se e si ma. per inciso: non do affatto per scontato che sia diventato ludopatico da subito. ed è proprio questo il punto: nei corsi di formazioni che si fanno da giovani (li fanno a lecce figurati tu a torino) sconsigliano apertamente qualcunque tipo di scommessa. quindi iniziare a puntare è una scelta deliberata che non ha alcuna giustificazione e non ha alcuna differenza con Pogba che prende un farmaco sconsigliato dalla juve. proprio nessuno. quello che viene dopo non fa alcun testo.
  15. è esattamente ciò che penso. ma a quanto pare non funziona così. "poverino, è ludopatico". come se chi segue le regole non avesse tentazioni. e tutto questo senza considerare che ammesso che sei davvero ludopatico è, o dovrebbe essere, un attenuante per il gioco d'azzardo, NON PER AVER GIOCATO SUL PROPRIO SPORT. ci sono un miliardo di modi per sfogare la ludopatia, ma no. proprio il calcio. e mi devo sentir dire che non è coglionaggine ma una malattia mentale.
  16. se vuoi giustificarlo fai pure. a me interessa zero. l'importante è essere coerenti allora. mi domando perchè uno che si indebita fino a 3 milioni, ma anche 300 milioni "è ludopatico" invece Madoff non è mai stato considerato cleptomane. eppure non aveva bisogno di soldi all'inizio. domani ci inventiamo il nome di una patologia per chi si sputtana i propri soldi e inizieremo a dare attenuanti anche a loro perchè "è malato, Poverino" perchè il poverino è SEMPRE sotto inteso. saranno sicuramente stupidi gli altri calciatori, che magari erano abituati a giocarsi le bollette ogni domenica, e da quando sono professionisti e quindi consapevoli dei rischi decidono di ammazzare la noia in un miliardo di altri modi. oppure scemi gli altri calciatori ludopatici come e peggio di Fagioli, che però hanno il pudore di scommettere su tutto tranne che sul proprio sport. Vidal? ecco Vidal ha palesemente la mania del gioco, così come ce l'aveva Jordan. ma a differenza di Fagioli non erano dei co*****i.
  17. no la legge non varia. se ti beccano in overdose non sei punibile di nulla. ma comunque non condivido, seppur rispettandolo, il parallelo con il mondo dell'arte. quando intendevo i tossici intendevo chi ruba ai genitori per una dose. o chi li picchia addirittura. che gli artisti si droghino per comporre non ha alcuna valenza, non è una competizione regolata come nello sport. certo che ho letto ciò che hai scritto, e non dico che l'igiene mentale non c'entra. e a mia volta ti faccio notare che a livello clinico la pensano diversamente anche da te: non è tutta ludopatia. al momento chi ha parlato non mi pare siano stati psicoterapeuti, che ovviamente per stabilire che effettivamente sia ludopatia hanno necessità di approfondire la questione con il paziente, essendo una malattia mentale codificata. ad oggi di ludopatia hanno parlato solo personaggi all'interno dell'informazione o del mondo calcio solo per giustificare e attutire, senza alcuna evidenza clinica. a mio avviso, e senza alcun riscontro ovviamente, se al posto di 3 ragazzini italiani fossero stati calciatori ultratrentenni magari stranieri ci sarebbero andati giù MOOOOOLTO più pesantemente, anziché andare a parere sulla ludopatia sin da subito. quindi se questo è un processo mediatico allora abbiamo tutti la memoria corta. se poi si pretende che non vengano nemmeno sbattuti in prima pagina per un paio di giorni beh allora alzo le mani. ma non è tutta ludopatia. così come non tutti i ladri sono cleptomani, anzi. ed il fatto che Fagioli si sia rivolto ad uno psicoterapeuta non fa alcun testo: risulta palese come lo abbia fatto anche a supporto della propria tesi difensiva, poi può anche essere ludopatico per davvero, non tocca a lui o al suo perito di parte stabilirlo. questi mi sembrano i fondamentali di un giusto processo, non certo un linciaggio. l'unica cosa che dico è che trovo assolutamente sbagliato parlare di ludopatia a prescindere, proprio perchè "clinicamente" non è così e gli psicoteraupeuti avrebbero molto da ridire. a corollario.. sono proprio curioso di capire cosa la letteratura e l'esperienza medica dicono sulla ludopatia: giustifica in parte anche lo scommettere proprio su quello sport tra un miliardo di altre potenziali scommesse?
  18. non mi pare di aver visto tutto questo. ho semplicemente visto in atto la legge dei grandi numeri. far parte di un circus milionario e molto mediatica porta sia soldi sia sputtanamento. è lo stesso gioco. dopo di che a me stupisce che nel 2023 ancora ci si aspetti di trovare posti, testate, siti, chiamali come vuoi che "fanno" informazione. non esistono. sono tutti posti, testate, siti, chiamali come vuoi che devono mantenere un conto economico e "vendono" informazioni. e personaggi mediatici vendono. devono fare click ed interazione. non so come non si comprenda questo. i mafiosi non sono certo personaggi mediatici. a nessuno interessa la loro vita privata. non vendono. interssa solo che siano in carcere. il benchmark della gogna mediatica, in italia ma oserei dire in europa, è Amanda Knox. nessuno è stata trattata come lei. nessuno. forse solo Craxi. fagioli (da COLPEVOLE) non ha subito neanche lontanamente subito ciò che è toccato a Signori (da innocente)
  19. non saprei. io sono cresciuto in provincia. e ti assicuro che per moltissimi di noi la noia si è rivelata un tesoro più che un problema. la noia si può riempire in un miliardo di modi. sei annoiato in ritiro? prima si giocava alla play. la play è passata di moda? allora scommettete soldi tra di voi, come al fantacalcio. pensa tu che mi tocca dire. ma scommettere sul calcio sapendo di mettere a rischio la carriera a soli 20 anni è una scelta. punto. dopo di che capisco il vortice successivo, dal quale è impossibile uscirne. ma nasce tutto da una scelta deliberata.
  20. questo ce lo auguriamo un pò tutti. essere professionisti ok. ma loro sono semplicemente professionisti del calcio eh, non in assoluto. ora non parlo di Fagioli ma in generale...pretendono di essere considerati professionisti. pretendono rispetto quando cambiano squadra perchè sono professionisti. pretendono che nessuno critichi la richiesta di aumento di stipendio perchè sono professionisti. beh quando succedono questi episodi magicamente questa pretesa viene meno. si legge dagli atti "ho iniziato perchè lo facevano tutti, per combattere la noia". non possono non esserci colpe importanti da parte sua. ognuno di noi ha debolezze eh. e vanno controllate. se non ci si riesce non ce la si può prendere con gli altri.
  21. e quale sarebbe il regolamento? non parlo di normativa, che tra l'altro non mi pare punisca l'uso. e comunque non mi sembra proprio la stessa cosa. Sting ha fatto pure un documentario in cui racconta il suo processo creativo attraverso l'uso dell'LSD. c'è un regolamento nel mondo dell'arte o della musica che vieta l'uso di droga? no. fine del discorso. l'arte non è una competizione regolamentata. la morale non mi interessa e non mi interessa nemmeno nel caso di Fagioli. ma per lui non è morale: è regolamento federale. dici bene: la gente fa delle cazzate. e quando le fa e ti beccano chi le fa è un c*z***e, è una regola che vige da quando esiste l'uomo e, ripeto, della vita privata di fagioli non mi interessa nulla. so che gli viene espressamente imposto dalla federazione a cui appartiene di non doparsi e non scommettere. se lo fai commetti una leggerezza deliberata ed ingiustificabile. e per me far riferimento a problemi di igiene mentale equivale a difendere oltremodo i cazzoni ai quali vengono chieste di non fare 2 cose ed invece vengono disattese. sul "fagioli non si è dimostrato un bravo ragazzo" forse posso darti ragione, ho esagerato. ma deriva dal fatto che per mesi è stato fatto passare come professionista esemplare e ragazzo serio. beh uno che viola una roba del genere non è un professionista e quindi non è serio, c'è poco da fare. non ci sono scuse che tengano. io ODIO fare questi discorsi qualunquisti, ma ho amici che sono in CIG all'ILVA di Taranto da mesi, vorrebbero distruggersi di canne ma non lo fanno perchè fanno i test. cadere nel tranello è una scelta, se uno ci cade per ciò che mi riguarda ha tutto il diritto di recuperare ed uscirci. ma non trovo abbia diritto a nascodersi dietro un dito e venire giustificato come un neonato che ca cadefe il biberon. ed a colorrario che fa: dopo la squalifica pubblica un post dove rimanda le scuse e accusa chi lo ha infangato. bene. benissimo. ma davvero nessuno dice a questi qua che i soldi sono direttamente proporzionali alla visibilità?
  22. che sia un mondo difficile, sopratutto per chi è pieno di soldi, è vero. sembra assurdo ma per me è così. detto ciò hai fatto tutti esempi che non mettono a rischio la carriera. puoi fare a botte quanto vuoi negli spogliatoi, puoi ingravidare chi ti pare. non è la stessa cosa che doparsi o scommettere sul proprio sport. Vidal aveva 3500 vizi. anche il gioco d'azzardo. ma a differenza di Fagioli non è così co*****e. io non ho niente contro il ragazzo. ma non mi va giu che gli si dia del ludopatico anziché del co*****e.
  23. certo. sono proprio curioso di capire le tempistiche però. già che il fatto che "accetta" di farsi curare vuol dire che non è una scelta sua. e poi ne parla prima o dopo che l''ha beccato la procura di Torino? per me non è una malattia, mi spiace. i tossici non sono malati, sono persone che non riescono ad uscire da un tunnel dentro il quale sono deliberatamente entrati senza nessuna malattia. e lui è un tossico. mi spiace umanamente e spero ritorni più forte di prima ma è davvero ingiustificabile. e cito lui e non gli altri perchè lui gioca nella Juve, non gli altri.
  24. ho quasi 40anni e non idolatro più nessuno. ma anche se fosse un artista che si da in vena non mi pare debba rispettare un regolamente che vieta espressamente di drogarsi. nessuno passa con il rullo compressore. ho solo detto che tentare di giustificarli quasi a dire "poverino...è ludopatico" non fa certo il suo bene. non è un ludopatico è un co*****e. il fatto è che ormai siamo nell'era dove si deve trovare un nome ad ogni forma di coglionaggine. su una cosa siamo d'accordo: deve pagare. dopo di che sono il primo che non associa nessuna etichetta. dopo aver scontato la pena però.
×
×
  • Create New...