Jump to content

Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation on 09/10/2017 in all areas

  1. 3 points
    Io a volte non mi spiego le involuzioni dei calciatori. Argomento trito e periodico. Ma dybala.. Ha fatto l'esatto contrario e questo è un vero mistero per me! Fino a pochi mesi fa bravo bello a vedere giocare ma non uno di quelli che da solo fa la differenza. Ha messo un numero dietro le spalle e.. Manco avesse messo il costume di superman! Quest'anno è un dybala 2.0 impressionante! Trascinatore e se gli altri non lo seguono... Fa da sé!!
  2. 2 points
    Si , ufficialmente il campo Ale& Ricky ha una capienza di 400 posti a sedere , ma , volendo , parecchie persone in più possono starci in piedi ai bordi del campo attorno alle reti ( credo intorno ai 200 in più ) ... Al momento non si sente parlare di ampliamenti delle tribune di tale impianto , tuttavia , secondo il mio parere , se ( come speriamo ) la JW dovesse fare ottimi risultati già fin da subito in campionato , e magari competere per il titolo già in questa stagione ( tocchiamo pure ferro ) , sono convinto che per certe partite questo campetto non basterebbe minimamente ( specialmente tenendo conto che la società ha stabilito che l'entrata sarà gratuita ) ... Ad esempio ieri pomeriggio erano comunque presenti circa 300 persone pur essendo una partita a pronostico stra-scontato , in più con la contemporaneità di Juve-Chievo , ed un ' atmosfera metereologica tutt'altro che invitante ! Non voglio sembrare un " visionario " irrealista , o un eccessivo entusiasta , ma , personalmente , io mi augurerei che la JW possa trovare ben presto una sua collocazione adeguata all'interno del nuovo J-Village , anzi , a mio parere , si dovrebbe puntare a far diventare la squadra femminile una delle attrazioni di punta nel " Luna-park" del nascente J-Village ! Questo anche nell'ottica di tenere la JW il più possibile "agganciata" anche alla prima squadra maschile ( sempre nell'ottica di rafforzamento di quel concetto/progetto di grande "Famiglia Bianconera " che più volte citano i nostri dirigenti ) ... io la penso così ...
  3. 2 points
    Io non la vedo così grigia. Si potrebbe stringere con loro una sorta di collaborazione. In campo maschile sono anni che vogliamo la seconda squadra.... qui non devi far nulla e per giunta hanno il nostro stesso nome. Ci manderei tutte le giovani leve, invece di farle partecipare ad un poco allenante campionato italiano primavera.... Chissà! Io ci spero!
  4. 2 points
    Ma per decenni la Juve si è completamente disinteressata del calcio femminile. Avevo pochi anni di età negli anni 80 e mi chiedevo perché mai Boniperti e C. si disinteressassero del calcio femminile. Oggi posso tranquillamente affermare che managerialmente quella era una gestione di dinosauri, e so già che sarò di nuovo insultato per questo. In questo la triade era un poco più evoluta, in un ambito calcistico in cui la Juve aveva perso il dominio era eccellente e sapeva far di conto. Agnellino oggettivamente sta dimostrando di avere i controcoglioni con iniziative tipo questa. Quanto a j78 bisognerebbe chiedere loro se c'è mai stato qualche abboccamento e se sì quale la loro posizione. Onestamente non ce la vedo molto la Juve F.C. a perdere tempo dietro eventuali richieste di un certo tipo... Immaginando un po' le cose e il desiderio di concretizzare finalmente qualcosa da j78 dopo tanti sacrifici dubito ci fossero margini di trattativa. Anche perché poi non credo che a jfc volessero perdere un anno in b.
  5. 2 points
  6. 2 points
    un pareggio...una vittoria...manca giusto giusto
  7. 2 points
    anche questa è una novità di cui la Serie A femminile deve dire GRAZIE alla Juventus..
  8. 2 points
    shhhhhhh non lo dire a voce alta Comunque, tanto per restare in ambito di portieri italiani, imho anche Perin è superiore al milanista. Di Wojciech non mi stupisco perchè ero sicuro che fosse fortissimo, tra l'altro lo abbiamo preso a due lire in rapporto al suo valore.
  9. 2 points
    a me sembra che in questo momento e' necessario mantenere Dybala in condizione di fare il c**** che vuole e direi che questo gli riesca meglio quando fa il vertice alto quindi centrocampo a due Pjanic Matuidi direi nell'immediato
  10. 2 points
    Per me. Marchisio Pjanic Matuidi (Sturaro) (Bentancur) (Khedira)
  11. 1 point
    Parlare esaustivamente, in un forum dedicato, di concetti di calcio di una intera nazione è cosa improponibile, ma cercherò, nel mio piccolo, di aprire una discussione su un argomento che a me sta particolarmente a cuore. Apro soprattutto a chi vorrà dare il suo contributo. Comincerò con la Spagna, per poi parlare, in un secondo momento (quando avrò tempo di mettere insieme più informazioni possibili), dei concetti di calcio in Germania, in Italia, in Portogallo, in Francia ed in Inghilterra (ma in tal caso chiedo aiuto all'amico @GoldenGol, se ne avrà voglia), tralasciando volutamente il Brasile e l'Argentina, perchè la ricerca è più complicata (ma chi vorrà può sempre farsi avanti). Dunque, cominciamo con la Spagna; anzi, cominciamo con il millennio spagnolo e soprattutto con le cause che hanno determinato questa supremazia, sia a livello di club, ma in buona parte anche a livello nazionale (ed in particolare a livello giovanile, perchè parte tutto da qui, a mio parere). Un pò di dati statistici, per meglio comprendere tutto: dal 2000 le squadre spagnole hanno portato a casa ben 8 Europa League (senza contare i secondi posti, ad opera dell'Alaves, Espanyol e Bilbao), 9 Champions League (anche qui, con parecchi secondi posti: 2 volte del Valencia, 2 volte dell'Atletico Madrid) 11 Supercoppe Europee, e 6 Intercontinentali. La nazionale invece ha vinto una coppa del mondo e due campionati europei. Sui trofei alzati dalle nazionali giovanili neanche sto qui a darvi conto, perchè farei un lenzuolo. Quel che è certo è che negli ultimi anni abbiamo assistito ad un vero e proprio arrembaggio spagnolo. Ora, quali sono le cause che hanno portato la Spagna fino a qui? Beh, sono molteplici, ma racchiuderei tutto - anche per ragioni di spazio e di interesse (mio soprattutto ) - in due faccende: 1) L'idea di calcio. 2) L'applicazione associativa della tecnica sin dalla culla. Entriamo nel dettaglio. Quando parli di calcio spagnolo la prima cosa che viene in rilievo è il "sistema", ossia un'organizzazione di gioco che segue una "idea" ben precisa, senza eccezioni, e con una fortissima matrice culturale. Tutto nasce da lontano. Sin dal principio. Sin da bimbi, infatti, viene inculcata una certa ideologia tecnica. Come scrive il Sig. Vincenzo Pincolini (preparatore atletico di Sacchi all’Atletico Madrid) “la differenza è proprio con i giovani, soprattutto fino a 16 anni. I club della Liga badano principalmente a curare l’aspetto tecnico nelle giovanili. Nei centri di allenamento gli Under 16 si allenano in campi in terra battuta dove la palla scorre più rapidamente: ci vogliono riflessi pronti e tecnica raffinata per controllarla. Ci si abitua così alla rapidità. Mediamente la qualità tecnica dei settori giovanili spagnoli è superiore alla nostra. Da noi i giovani calciatori hanno una maggiore preparazione fisica e tattica. E in Spagna c’è meno pressione sui talenti emergenti e anche meno esaltazione. Fino a quando non entrano stabilmente in prima squadra sono protetti, non hanno i riflettori puntati addosso. Anche a Barcellona e Madrid, nonostante l’invadenza dei media. I risultati non sono importanti a livello giovanile. Quasi tutti i club hanno la loro filiale nelle categorie inferiori… dove i giovani talenti possono maturare senza pressioni. Se i risultati non arrivano l’allenatore non salta. È fondamentale che insegni calcio. Del resto in Spagna la figura dell’addestratore è imperante. Ogni società ha un tecnico che lavora con i ragazzi più bravi, c’è un’attenzione meticolosa” (dal sito www.ivg.it, del 26.7.2015). C'è già una prima basilare e clamorosa differenza con l'Italia. Da noi le tecniche di allenamento adottate puntano sullo sviluppo fisico (corsa, atletismo e resistenza) e della tattica, mentre in Spagna sulla tecnica individuale. Chiaramente tutto questo ha anche delle implicazioni sociali (risorse economiche, investimenti ecc.), ma il concetto che mi interessa analizzare è questo. Più approfonditamente, lessi - tempo fa - una intervista molto interessante elaborata dal Settore Tecnico della FIGC. Tra i vari esperti, mi hanno colpito due dichiarazioni: - scrive il sig. Colantonio: "Sono stato circa 1 mese in varie sessioni a Barcellona e non ho mai visto un allenamento di forza. I casi sono due: o privilegiano la tenica o la forza viene fatta prima che i giocatori vadano sul campo. Io penso che nei giovani la fase sensibile dell'apprendimento vada ottimizzata per insegnare la tecnica". - scrive il Panigatti: "gli allenatori italiani sono molto preparati sulla tattica collettiva difensiva, mentre gli allenatori stranieri curano maggiormente (...) la fase offensiva". Attenzione gente: il sig. cantante (alias Claudio Ranieri), a proposito del modello spagnolo, sentite cosa dice a margine di una intervista reperibile in www.ivg.it: "Stando alla componente tattica del gioco in Italia, tanto per cominciare a creare dei distinguo concettuali, abbiamo costruito due prototipi di centrocampista: uno all’esterno che corre e l’altro all’interno che recupera palloni. In Spagna le squadre, come tutti possono notare, riescono a sviluppare uno strabiliante possesso di palla perché i calciatori hanno grandi proprietà di palleggio, mentre da noi spesso, anche in partite di vertice, non si riescono a mettere in fila tre passaggi come dio comanda. Da noi l’agonismo ha sostituito il palleggio e la tattica ha surclassato la tecnica. In Italia mancano le fonti di gioco, in Spagna ci sono almeno 4-5 giocatori che possono assolvere a questo compito ad altissimo livello. Intesi? E' una questione di cultura. Le motivazioni ambientali sono legate a quelle tecniche, chiaramante. In Spagna si ama il calcio offensivo. Punto. Questa descrizione del modello spagnolo non si può scindere dai risultati ottenuti. Dai trofei portati a casa (vedi sopra). Non solo dai club, ma anzi dalle rappresentative nazionali, dove ritengo esserci maggiormente la connotazione tecnica singola ed associativa di tutto il modello. Una idea di calcio che ha caratterizzato questa nazione nel passato, oggi, ma che lo caratterizzerà anche in futuro: maggio 2017, finale dell’Europeo Under 17, tra Spagna ed Inghilterra. Per cortesia, guardatevi il gol del pareggio del sig. MATEU MOREY (terzino destro del 2000, che definire clamoroso è ancora poco). Ebbene, questo è il gol IDEALE per esplicare il concetto di calcio secondo l'idea spagnola. Tutto nasce da un tracciante peninsulare del sig. MOHA (interno del 2000 che ringhia come un Gattuso, ma con i piedi di Pjanic) per il sig. ABEL RUIZ (prima punta incredibile), che in un fazzoletto (ED ALLA CIECA) serve per il rimorchiante Morey che arriva dal binario ed insacca. Il tutto in 3 secondi. Stiamo parlando del calcio sic et simpliciter. Questo qua è il mio calcio. Ultima notazione, poi chiudo: su una nota rivista online (rivista undici), viene raccontata la storia di Roberto Martínez: "Siamo nel 2011, Martínez è il manager del Wigan e la Spagna è reduce dalla doppietta Europeo-Mondiale. Oltre ad un diverso approccio al gioco, Martínez spiega che tra il modello giovanile e iberico e quello britannico ci sono differenze strutturali, di programmazione. Di conseguenza, anche i risultati sono molto distanti: «Prendiamo un calciatore come Cleverley. Io l’ho avuto qui al Wigan, non avrebbe nulla da invidiare, in prospettiva, a Xavi e Iniesta, esattamente come Wilshere. Ci sono solo loro due, però. Due, mentre in Spagna stanno costruendo 50 calciatori di questo livello. Questi giovani si conoscono tra di loro, sono amici, sono cresciuti praticando lo stesso tipo di gioco. In Spagna, negli ultimi dodici anni, hanno creato un programma didattico che ha prodotto gli Xavi, gli Iniesta, i Mata e i David Silva. Ma loro rappresentano la punta dell’iceberg, sono i nomi famosi. C’è una parte sommersa con tantissimi giocatori ad altissimo potenziale, perché l’obiettivo dell’intero sistema è produrre e sviluppare il talento». La tesi di Martínez, secondo quanto riporta Rivista Undici, ha il conforto dei numeri: "sei anni dopo: un rapporto CIES evidenzia come Barcellona e Real Madrid rappresentino un vero e proprio serbatoio per il calcio d’élite, avendo fornito rispettivamente 11 e 10 giocatori ai sedici club qualificati agli ottavi della Champions League 2016/2017; al quinto posto di questa classifica c’è l’Atlético Madrid, con 7 calciatori cresciuti nel settore giovanile colchonero. Il sistema funziona anche ad altri livelli: la Liga è il secondo campionato, tra le cinque leghe top, per tempo di gioco concesso ai rookie – intesi come esordienti assoluti nel calcio professionistico; analizzando il minutaggio comparato con Serie A e Premier, il massimo campionato spagnolo offre lo spazio maggiore agli Under 23 cresciuti nei vivai nazionali: in 23, durante la stagione 2016/2017, vanno oltre i 2000 in campo (ci sono anche i francesi Laporte e Theo Hernández, cresciuti però nelle giovanili di Athletic Club e Atlético Madrid); nel nostro campionato, questa quota si ferma a 17; in Premier arriva a 11, conteggiando anche lo scozzese Robertson (Hull City)". Ora in nazionale maggiore siede il sig. Lopetegui. No, dico, avete visto come giocano? la generazione dei vincenti, con la nuova nidiata di talenti. Un misto liturgico. Nelle recenti convocazioni vi sono parecchi reduci dal trionfo dell'Under 21 del 2013 (De Gea, Koke, Morata, Thiago Alcantara, Dani Carvajal, Isco e Illarramendi), e tuttavia vi sono anche le nidiate successive, che ormai sono di grandissimo livello: Asensio, Kepa Arrizabalaga, Gerard Deulofeu, Ceballos. E come anticipato sopra, stanno arrivando come dei carroarmati la generazione dei 2000. Cresciuti a calcio, tecnica e pallone tra i piedi. Segnatevi già sti nomi: Mateu Morey, Moha, Sergio Gomez, Abel Ruiz. Questo è il mio calcio. Non importa se vinci o perdi. Importa provare a vincere. Importa avere un'idea, un sistema per annientare l'avversario. Importa segnare un gol in più dell'avversario, sempre. Importa aggredire l'avversario per ucciderlo. Avvolgere l'avversario totalmente, per finirlo. Differenze ABISSALI con il sistema calcio italiano. ABISSALI, vecchi miei.
  12. 1 point
  13. 1 point
    Ci può stare di pareggiare/perdere a casa loro, ma noi dobbiamo dare tutto, e dimostrare di esserci
  14. 1 point
    È come paragonare batistuta a nesta.. è un paragone che non si puó fare per differenza di ruoli.. poi per il discorso del talento è un tuo giudizio personale ( che rispetto, per carità ) , quindi ci starebbe un "secondo me" davanti la tua frase.. per me nel suo ruolo, del suo livello, ne nascono pochi in ogni generazione..
  15. 1 point
    Barzagli 37 enne terzino è qualcosa che non vorrei più vedere. L esclusione di lich dalla lista è stata una p*****a.ta allucinante, martedì avrebbe giocato lui.
  16. 1 point
    La Juve si è disinteressata come il 99,999% delle società di calcio maschile. Le cose cambiano. E il nostro attuale Presidente è bravo a cavalcare, se non addirittura a far partire, i cambiamenti. Non credo che ci fosse la volontà da parte di JFC di fare un anno di B, avendo la possibilità di fare subito le cose in grande. Inoltre, avendo preso il Cuneo, si è partiti da zero. Un progetto completamente nuovo e "Made in JFC". Non credo che avrebbe avuto lo stesso senso prendere la J78 per cancellarne comunque la storia. Questo il mio pensiero...
  17. 1 point
    Ma lo striscione Sicilia Cagata? Aspetta, saranno sicuramente dei torinesi purosangue emigrati in Sicilia
  18. 1 point
    Massimo interesse. Curerò anche la sezione personalmente.
  19. 1 point
    Ulteriori aggiornamenti ufficiali nella numerazione delle nostre ragazze : 5 - Katie Zelem 25 - Katie Rood pare proprio confermato che per questa stagione il num. 10 resterà " vacante" ( a meno di clamorosi , e sinceramente poco probabili , ulteriori colpi di mercato in extremis prima della chiusura del 15/9 )
  20. 1 point
    Se fa giocare Sturaro gli sputo in faccia. Bernardeschi dall'inizio. ...ma ho paura che il cagon se la faccia sotto
  21. 1 point
    Possiamo stare qua fine a stanotte a discutere..... Ma se ha messo nel calcolo la sconfitta("possiamo anche perdere a Napoli,Roma, ma a bergamo,crotone bisogna vincere." cit .)non c'è cristo che tenga....#bastacalcoli
  22. 1 point
    Abbiamo annichilito il barcellona l anno scorso, con neymar, con il 4231 e cuadrado titolare, non alves alto e barza difensore Ora gia sarebbe tanto giocare con barza terzino, ma se oltre a questo allegri decide di non fare il 4231, in favore del 433, deve avere il coraggio di mettere bernardeschi mezzala, e non sturaro 433 con barza terzino piu sturaro titolare, uguale sconfitta nettissima.. 433 con howedes terzino, e berna mezzala gia hai piu chance 4231 buffon howedes benatiq chiellini alex, pjanic matudi, costa dybala mabzo, pipita uguale vittoria o kmq pareggio.. Schierare sturaro è da masochisti.. significa andare la solo pernon prenderle Quelli ti chiudono e te ne fanno 2 a tempo.
  23. 1 point
    E' la prima volta che lo vedo all'opera. Mi sono chiesto per tutta la partita se è lui ad essere un mezzo fenomeno o Dalbert, suo sfidante sulla corsia, l'ennesima pippa sfornata dall'Inter.
  24. 1 point
    Ci sono state due partite: una durata 50 minuti (senza Dybala), l'altra durata 40 minuti (con Dybala) Malissimo per 50 minuti, appunto, dove da salvare c'era solo il vantaggio e quel tiro fantastico di Pjanic scheggiato dalla traversa Poi è entrato quel fenomeno di Dybala e ha illuminato la scena, ravvivando anche uno stadio che fino a quel momento era moscio e perplesso Comunque, trovo allucinante il fatto che Mandzukic debba giocare sempre e comunque, fino allo sfinimento Nel secondo tempo ha passeggiato, però Allegri ha avuto l'idea di togliere Costa invece di dargli altri 15 minuti di possibilità e togliere il croato che era cotto dopo 30 minuti del primo tempo, spostando il brasiliano a sinistra Io non me la prendo con Mario ma con l'allenatore appunto, questa situazione andrebbe chiarita Altrimenti non compravamo due esterni o vendevamo Pjaca
  25. 1 point
    Marchisio Pjanic Matuidi Dybala Costa Higuain
  26. 1 point
    Si, ma sono usciti da Bologna da vincitori morali, loro
  27. 1 point
    Molto saggio. Densità a centrocampo. Si è visto ieri che il 433 è ancora molto acerbo. Ho visto quasi meglio il Berna che il Costa e sulla destra metterei il Federico
  28. 1 point
    ma fosse solo quello! 5 minuti dopo ha fatto uno slalom per vie centrali in mezzo a 4 uomini che la sensazione di panico era talmente densa che si tagliava col coltello e poi ci ha messo il gol, con mezza difesa portata a spasso e portiere spiazzato. dai, è illegale. se non si brucia il futuro è roba sua, di neymar, mbappè e pochi altri.
  29. 1 point
    A 3 buondio: Miralapalla---Ecumenico---I.v.a. Ricordiamoci che il calcio è fluido e fisarmonico, e non disegnato su carta. Marchisio per me resta un play fortissimo, e lo preferisco a Pjanic per la intelligenza tattica e la maggior copertura orizzontale anche di corsa. Ma è ovvio che con Pjanic sull'intermedio destro, ci sarebbero tante occasioni di cambi ruolo con Marchisio nella stessa partita. I movimenti signori. In fase di inizio azione Pjanic e Marchisio possono abbassarsi entrambi per ricevere e ripartire. Matuidi smarmella a tutto campo in attesa di mostrare il rapace.
  30. 1 point
    Con riferimento a polemiche inerenti la gestione della squadra femminile e la capienza dello stadio in cui gioca, penso che dovremmo avere pazienza e fiducia. In realtà ritengo che una possibile soluzione per il futuro possa essere lo Juventus training center che dicono sia stato dotato di una bella tribunetta. Poi progressivamente si potrà pensare magari allo stadium.
  31. 1 point
    Trattandosi di bovini sarebbe più corretto scrivere "filetto" al posto di filotto
  32. 1 point
    Ci è andata pure bene, pensa se finiva 10 minuti prima quando veniva giù a secchiate.
  33. 1 point
  34. 1 point
    deve iniziare esattamente cosi', senza strafare, prendendo confidenza con le responsabilita' (che comunque per uno abitutato a giocare titolare nella Bombonera non dovrebbe essere complicato) e con il ruolo in un nuovo continente, nuova nazione, nuova citta', nuovo campionato, nuova squadra cosa non semplicissima all'inizio pero' abbiamo una buona colonia suramericana che certamente gli fara' bene, tra bullismi e mazzate varie
  35. 1 point
  36. 1 point
    Il reparto è migliorabile, ma nell'insieme siamo competitivi. Pjanic a 2 può giocare con Marchisio, Matuidi e Bentancur. Con Khedira soffre di più perché tende a "scappare" in verticale per inserirsi, lasciandolo troppo solo con gli avversari facilitati a disturbargli la ricezione. Oltre al fatto che ormai copre un volume di campo troppo ridotto.
  37. 1 point
    Perfetto Ma temo un 433 con sturaro per Costa... spero non faccia cagate allegri
  38. 1 point
    4-3-3. Tornare a giocare con 2 soli centrocampisti secondo me è abbastanza rischioso, specie in CL dove spesso proprio il centrocampo è il reparto che fa la differenza... Questo non vuol dire mettere definitivamente in cantina il 4-2-3-1. Anzi. Diciamo che ci sono partite vedi Spagna-Italia (.asd ) in cui non puoi giocare a 2
  39. 1 point
    Ed in effetti eccoti uno stralcio dell'articolo del giornalaccio rosa dello Spork ..ehm ..Sport in edicola domani che conferma in toto il tuo giudizio sulla gara : " Nonostante un discreto primo tempo per le ragazze di Rita Guarino ( peraltro favorite da una sequela di strane sviste arbitrali e da una sfortunatissima autorete granata che hanno clamorosamente falsato il corso della partita ) , nella ripresa , proprio quando la maggior condizione atletica della Juventus e l'ormai scarsa determinazione delle avversarie avrebbero fatto presagire una grande scorpacciata di reti per le atlete di casa , ecco che il misero e striminzito punteggio parziale di 2-0 ha invece deluso e lasciato l'amaro in bocca al pubblico presente , e soprattutto ha cominciato a far trasparire qualche evidente crepa nello spogliatoio , che già peraltro qualcuno dall'interno vociferava , esistente nei rapporti tra allenatrice e giocatrici ... tutto sommato non certo un bel segnale per tutto l'ambiente bianconero femminile , che si appresta ad affrontare a nervi tesi , in evidente crisi di gioco e con una condizione fisica approssimativa , un delicato debutto di campionato sul campo ostico del Mozzanica ..."
  40. 1 point
    Questo è stato il miglior portiere della serie A dello scorso anno (tolto Buffon) non c'è niente di cui stupirsi Per me è più forte di Donnarumma e mi sta bene se prenderà lui la maglia numero 1 la prossima stagione se Gigi lascia dopo il mondiale come sembra.
  41. 1 point
    Oggi mi ha dato quel senso di sicurezza che Neto non mi ha mai dato.
  42. 1 point
    Molto bene Benatia, Pjanic e Matuidi. Bene anche Asa. Dybala è un Fuoriclasse, Bernardeschi deve giocare molto di più. Uno spreco vedere lui in panca e Sturaro in campo.
  43. 1 point
  44. 1 point
    È un fenomeno. La chiave per la Juve per diventare il Barcellona di domani. E a fine anno non venitemi a parlare di plusvalenze, perché le plusvalenze non cambiano le partite.
  45. 1 point
    costa soffre la preparazione come chiunque venuto dall'estero prima di lui.
  46. 1 point
    e comunque Noi di Ebat siamo stati i primi ad alzare il velo sulla questione Bertoneri.
  47. 1 point
  48. 1 point
    m*****a, con la maglia del Linköping in 87 partite ha segnato 70 goal... Meglio del Pipita!
  49. 1 point
    Concordo. E ci credo. Tuttavia, temo che - finché non verrà riconosciuto il professionismo nello sport femminile - sarà molto molto difficile...
×
×
  • Create New...