Vai al contenuto

Leaderboard


Popular Content

Showing most liked content on 13/08/2018 in all areas

  1. 5 points
    Si però non fatevi intortare dalle vaccate che ha detto. Ok ora éun nostro giocatore e tutto quello che volete, ma la decisione di rabbia e l'errore son balle che non stanno in piedi. Perché per rabbia prendi e te ne vai. Non vai a prendere 8 milioni all'anno, fascia da capitano, proclami che manco Maldini potrebbe fare (E Bonucci non èMaldini, anche se si atteggia a tale!) e gesti alla sciacquatevi la bocca alla prima occasione utile. A quei tifosi con cui andavi insieme in curva. Non son azioni impulsive. È semplicemente un opportunista, come tanti altri. Con un ego smisurato, molto più grande delle sue reali capacità. E con il cervello di una noce. Accettiamo questo e tifiamo la maglia. Ma vi prego di non farvi intortare con le storielle de "era confuso. Era arrabbiato. Capita di sbagliare" Questo seriamente e sinceramente pensava (e forse ancora pensa) di poter vincere una partita o un campionato da solo. Si ritiene così determinante da mettersi al di sopra di una macchina colossale come è la Juve. Cose che nemmeno un del Piero (pur potendolo fare) si è mai sognato di pensare e figuriamoci di dire. Poi quando si è scontrato di faccia con la realtà, ovvero che senza a fianco, dietro, davanti e tutto intorno un qualcosa di solido a parargli SEMPRE il c**o si fanno figuracce, ha chiesto (e ahimè ottenuto) di tornare a casa.
  2. 5 points
    A parte che già dire ci sono Juventini e Juventini mi fa girare le scatole perchè sembra che "tutti gli Juventini sono uguali ma alcuni sono più uguali degli altri" (semicit.) ... ma comunque soprassediamo. Di farsopoli io e soprattutto il mio fegato abbiamo seguito tutto dall'inizio alla fine e su questo argomento non mi sento secondo a nessuno, come a nessuno consento di essermi superiore in quanto a tifo ed attaccamento ai nostri colori. Detto ciò, e puntualizzato ancora una volta che quella del 2006 è una ferita che non si rimarginerà mai, che vogliamo fare? Ognuno trova il suo modo di reagire, io dopo 10 anni ho accettato il fatto che ci siamo fatti un anno di B, due scudetti sono ufficialmente perduti per sempre e abbiamo subito una porcata di dimensioni cosmiche di cui NESSUNO conosce fino in fondo i dettagli e le motivazioni. Però, al contempo, vedo che gli stessi eredi (e ci sarebbero stati per forza perchè mica potevamo pretendere di avere l'avvocato o il dottore da qui all'eternità) stanno facendo di tutto per riportarci a dove eravamo, in primis Andrea e in secundis anche il padre di Oceano che, volente o nolente e a dispetto della sua faccia da pesce lesso, è stato comunque lui a mettere Andrea al comando della società. La nostra storia è stata calpestata e nessuno ci restituirà quello che ci è stato tolto e, acclarato ciò, per me restano solo due strade, entrambe degne di essere percorse: 1 - sentirsi traditi e iniziare a seguire il tamburello; 2 - tifare per i nostri colori più di prima, non dimenticando quello che è successo, ma dando fiducia a chi c'è adesso. Io ho scelto la seconda e ti assicuro che a me non basta poco per voltare pagina, ma a un certo punto lo si deve fare e io, senza la Juve, non riesco a starci.
  3. 5 points
    Si può anche non vincere, anche se mi dispiacerebbe molto. Ma vedere la mia squadra come una corazzata che entra in campo a kazzo duro mettendo paura agli avversari già dagli spogliatoi mi esalta. L’obiettivo è non essere una squadretta che vince per caso e poi viene dimenticata ma che rimane costantemente nell’elite del calcio mondiale. Direi che finalmente ci siamo. Questa volta chapeau, grazie alla Società.
  4. 4 points
  5. 4 points
    Dybala l'abbiamo portato a casa con 40 milioni. Magari un 10-15 milioni in più perchè è la Lazio e non il Palermo... magari altri 10-15 milioni in più per il rincaro dei prezzi negli anni... ma poi anche basta... Savic può costare 70-80 milioni... non di più.
  6. 4 points
  7. 3 points
    Con il discorso di AA non ci sono piu’ sogni o posizioni da scalzare ci sono obiettivi chiari da raggiungere Champions campionato coppa Italia siamo ritornati a tutti gli effetti
  8. 3 points
    Higuain arriva alla Juventus all'età di 28 anni e mezzo con un palmares non proprio altisonante (quindi dovrebbe avere una fame da lupi), pagato 95 milioni di euro, accolto con tantissimo entusiasmo, si presenta con un fisico da impiegato del catasto. L'anno dopo non solo si ripete, ma è addirittura peggiorato. Cristiano Ronaldo arriva alla Juventus a 33 anni e mezzo, con un palmares di club, nazionale, personale, da ricorrere al piano casa solo per adibire la sua sala trofei, (quindi dovrebbe avere la pancia non satura, di più) pagato 105 milioni, accolto ovviamente come il fenomeno che è, si presenta con un fisico che nemmeno sulle copertine photoshoppate di Men's Health si vede. Ma di cosa stiamo parlando....
  9. 3 points
    Secondo me dopo lo scontro con Allegri, considerato il suo carattere fumino, non riusciva a sbollire e decise di andarsene. Arrivò la proposta del Milan, decisamente allettante inutile negarlo e l’accetto’ Col passare del tempo anche la sua testa calda è sbollita e si è reso conto della cazzata, aiutato anche dall’essersi reso conto della pochezza tecnica che lo circondava. Ricucito con il mister ha chiesto di poter tornata a casa (perché la Juve è casa sua che vi piaccia o no) e dal momento che la cosa era utile anche alla Juventus dal punto di vista tecnico la cosa si è fatta. Mi sembra molto semplice dare una spiegazione senza troppe dietrologie da seghe mentali, alla luce di come vanno le cose della vita. Ma forse è proprio quello che manca in un forum data la giovane età della maggior parte dei frequentatori: sapere come vanno le cose della vita.
  10. 3 points
    La Juventus è diventata qualcosa di molto più grande rispetto al 2006 Ancora oggi, in molti non si rendono conto che tra le 2 juve, quella più debole è quella del 2006. Non parlo solo di squadra, ma anche di società e di grandezza del club a livello mondiale. Inviato dal mio ASUS_X00QSA utilizzando Tapatalk
  11. 3 points
    Che tristezza, dei tifosi che tifano un proprio giocatore Maledetti traditori
  12. 3 points
    Quelli fighi la chiamano "self confidence". Nell'ultimo Real ne avevano a pacchi, trasudava proprio quando giocavano, forse l'unico momento in cui si son cagati è quando li abbiamo affrontati a casa loro quest'anno. Dobbiamo acquisirla anche noi, i nostri calciatori più importanti devono arrivare ad avere quello stesso sorrisetto. Ci manca questa arroganza, i piedi ci sono.
  13. 3 points
    Quindi è bastata un amichevole per passare da infame traditore a grande ritorno? Me ne aspettavo qualcuna in più
  14. 3 points
    Perché invece Travaglio e il suo giornale cosa producono secondo Te? È chiaro che si tratta di una guerra fra bande e spero che Tu non consideri Travaglio e i suoi accoliti paladini di buona e indipendente informazione. Il suo comportamento verso Farsopoli é stato illuminante di quanto il soggetto in questione sia il prototipo di un giornalismo menzognero con scopi di killeraggio. Dal punto di vista politico non mi esprimo, da quello calcistico fanno schifo sia Repubblica, sia il Fatto, ma i picchi di diffamazione antijuventina raggiunti da Travaglio (che tra l'altro ha Ziliani alle sue dipendenze, non dimentichiamo) sono irraggiungibili.
  15. 3 points
    Devo trovarmi un uomo che mi guardi come Dybby guarda Ronnie
  16. 2 points
    Tu puoi dire anche che siamo scarsissimi perché reputi tutti i nuovi acquisti dei bidoni Vabbè opinioni Ma dire che siamo quelli dello scorso anno no Perché sulla carta in difesa ne cambiamo 2 Cambiamo il portiere A centrocampo abbiamo can in più In attacco c è il pallone d oro in carica in più Non siamo assolutamente la squadra del anno scorso Poi se ogni post lo fai per cercare polemica, sempre, qualche domanda fattela tu
  17. 2 points
    Scusami, ma è giorni che provochi in ogniddove... ABBIAMO CAPITO. Questa campagna acquisti di fa defecare, ora però BASTA
  18. 2 points
  19. 2 points
    A parer mio il Chievo in camera caritatis ha anticipato la memoria difensiva nella quale avrebbe tirato in ballo, fra gli altri, la tavolini fc come esempio macroscopico di finte plusvalenze. A quel punto (ma guarda!) si sono accorti delle manchevolezze procedurali e hanno fatto decadere le accuse. Fantasie?.Dietrologia a buon mercato? Forse. O forse no?
  20. 2 points
  21. 2 points
    Lichtsteiner: «Juventus, meriti la Champions» L'ex terzino, ora all'Arsenal, si augura che i bianconeri possano alzare la coppa che non vincono dal '96. Fonte: http://bit.ly/2P5ove7 "Spero che la Juve vinca la Champions, se lo meritano tutti dopo due finali perse". E' l'augurio che Stephan Lichtsteiner, ora all'Arsenal, invia alla sua ex squadra. Parlando ai microfoni di Sky Sport dopo la sconfitta casalinga all'esordio in Premier contro il Manchester City, il terzino svizzero non rimpiange di essere andato via nell'anno in cui in bianconero è sbarcato Cristiano Ronaldo. "No, perché era quello che volevo - spiega -. Volevo un'altra sfida, chiunque arrivi alla Juventus sono contento, ma ora è l'Arsenal che conta".
  22. 2 points
    Però, tanto per dirne una, non saprei dire con esattezza quante persone nella loro vita non abbiano mai preso una decisione sbagliata. A naso, nessuna. E' una faccenda complicata.
  23. 2 points
    Che poi il suo limite è farsi saltare come un birillo e perdere le marcature, mai detto che non sa fare 4 lanci buoni. Infatti rende quando difendono per lui, e mostra le lacune quando è lui a doverlo fare. Ricordo sempre anche le prestazioni drammatiche in nazionale, non solo il milan. Ad ogni modo lo conosciamo, quello è, quello resta. Anche la striscia di bave ogni mezzo lancio riuscito da parte dei fan boy è fatto noto
  24. 2 points
    Lanci di 70 metri precisi come li fa Bonucci li fanno pochissimi giocatori. Inoltre è un regista arretrato della Madonna. Perde qualcosa in marcatura, ma tiene costantemente in apprensione la difesa altrui da distanza siderale. Meglio avercela in squadra questa qualità, piuttosto che affidare al buon chiellini l'onere di fare qualcosa di diverso per ripartire. Benatia, seppur abile marcatore è con piedi decisamente buoni, la visione di gioco di Bonucci se la scorda, e di brutto proprio. Bonucci ha personalità, qualità e pure faccia tosta: tornare alla Juve per come l'hai lasciata 12 mesi fa, condita con gol al js ed esultanza sguaiata in faccia a chi calcisticamente t'ha visto nascere, è roba da tori. Di tutto si può dire di lui, tranne che non sia un campione e che pecchi in personalità. Poi, oh, ora indossa di nuovo i colori che più amiamo, direi che sarebbe quasi ora di farla finita di fare gli offesi e vedere di supportare la squadra e quindi lui. Non c'è fretta, aspettiamo un gol o una prestazione superlativa per farlo, ma sono sicuro che non tarderanno ad arrivare. Ho rimesso pure l'avatar che avevo un anno fa: non riesco a volergli male, per certi aspetti gli assomiglio ed i miei mi sono sempre stati vicino nei miei alterchi e nelle mie pazzie. Vediamo quindi di remare nella stessa direzione, gli servirà a rendere di più, anche se non lo dirà mai, orgoglioso com'è. Il Bonucci 2.0 credo comunque sia un uomo maturato.
  25. 2 points
    Siamo noi gli unici ad aver fatto tremare i polsi sul serio al real in questi anni, non Bayern United o altro Ci siamo Ora si va di dettagli
  26. 2 points
    Più del numero quella della fascia sarebbe una decisione da Juve. Vedere Paolino con la 10 e la C sul braccio... come Baggio e del Piero... Se capirà l'importanza farà un altro step.
  27. 2 points
    penso che i mod renderanno l'area privata ed accessibile solo a pagamento e fuori ci saranno @hopper e @mamozio a fare bagarinaggio
  28. 2 points
    se si parla solo dell'aspetto tecnico è sempre stato un grande ritorno (indipendentemente dall'allenamento di Villar Perosa), così come è stata una grande perdita l'anno scorso poi su tutto il resto si può discutere, ma le qualità del calciatore non le scopriamo certo oggi
  29. 2 points
    non sono d'accordo con il titolo è dal 2011 che siamo tornati e per quanto riguarda le finali di Champions sono molto piu da rimpiangere quelle perse nel pre-Farsopoli rispetto alle ultime dove eravamo obiettivamente inferiori alle altre finaliste.
  30. 2 points
    Non da oggi. Da quando AA ha preso in mano la società, la Juventus è tornata.
  31. 2 points
    La faccia di Cristiano quando Andrea dice "bisogna puntare a vincere tutto" è tutto un programma...
  32. 2 points
    Stagioni alla mano, ne abbiamo fatte (almeno) 2 a livelli già superiori. Superiori sia a molte stagioni degli anni 2000 sia superiori rispetto alle nostre aspettative e alle potenzialità della squadra in confronto alle altre d'Europa. E' mancato il passo finale, quest'anno abbiamo un importante elemento in più che ci può aiutare e una rosa ottima, seppur non perfetta (anche se il Berna mezzala…)
  33. 2 points
  34. 2 points
    Scelta discutibile prendere la Sanderson e lasciare andare la Franssi...
  35. 2 points
    Mai comprata una maglia perché non la metterei mai neanche durante le partite, sono troppo scaramantica. Però ho 5 felpe, un ombrello, la tuta e gadget vari che metto e porto sempre fiera, li ostento e non mi nascondo neanche sui social. Se il mio essere gobbadimm.erda da fastidio chissenefrega. Posso benissimo stare per conto mio senza like o amici di altro tifo. Tanto quelli buoni li ho trovati lo stesso
  36. 1 point
    *dei lanci di 70 metri ne puoi fare tranquillamente a meno se hai il resto della squadra di qualità, un difensore deve prima di tutto saper difendere. **preferisco centomila volte lui al lanciatore dall'immensa qualità... ***per me quella non è personalità è arroganza, quanto al campione per me lo è uno che sposta gli equilibri (cit.) e lui si è visto che al massimo ha spostato l'aria lontano da chi per anni ha rimediato alle sue càzzate... ****ma io non sono offeso, della sua esultanza vs di noi non me ne frega una cippa, anzi è la cosa che più ho ammirato di lui, almeno non ha fatto finta di non esultare come fanno quasi tutti, del suo essere testa di caxxo neanche me ne frega niente tanto non devo uscire con lui o frequentarlo, semplicemente non lo ritengo il rinforzo che mi aspettavo/speravo per fare un salto di qualità in difesa. che ti devo dire, aspetterò il verdetto del campo sperando di aver preso una cantonata, spero solo di risparmiarmi di vederlo con la fascia di capitano come qualcuno si auspicava prima della sua partenza...
  37. 1 point
    Per una volta che hanno fatto una scelta decente (al momento 19 squadre che la B l'hanno conquistata o conservata sul campo e hanno pagato emolumenti e tasse regolarmente)... il grave errore è stato non prendere questa decisione immediatamente e molte piazze hanno festeggiato anzitempo una promozione che non meritavano minimamente.
  38. 1 point
    Ma forse no hai capito tu.. se una pediatra mette in dubbio l'attuale calendario vaccinale, deve tornare all'università seduta stante. I vaccini sono schedulati per somministrarli il prima possibile senza fare danni, capisco che ai profani 10 vaccini possano sembrare un'enormità, ma un medico dovrebbe essere in grado di capire certe cose
  39. 1 point
    Lotito si è fatto i conti con Pogba. Il punto è che Pogba è arrivato a costare quello che è costato dopo aver vinto in Italia e arrivato a un passo dalla vittoria in Europa. Savic... no.
  40. 1 point
    nessuna guerra, ma semplicemente si richiede un minimo di coerenza e di non essere presi per pecore dal primo milionario che rincorrere un pallone. asamoah è stato da noi 6 anni, era uno dei piu longevi in questo ciclo di scudetti, ed è andato all'inter. mi dispiace tecnicamente, perchè lo ritengo un valido giocatore ( che poteva esserci ancora utile), ma per il resto non ho nulla da dirgli. e questo per il semplice fatto che se uno si comporta da professionista, è giusto rispettare ogni sua scelta. lui non prende per il c**o me dicendomi per anni di essere "uno di voi, juventino fin da piccolo, legatemi a vinovo", e io rispetto le sue scelte professionali. troppo comodo fare i capi ultras, andare in curva, ecc e poi, quando si dimostra palesemente che erano tutte cazzate, pretendere che si venga trattati da professionisti. volevi avere piu affetto ed essere piu acclamato ? ci hai voluto mettere di mezzo l'appartenenza ? bene, ora però ti prendi il pacchetto completo se sgarri e dimostri di essere falso. se uno si comporta da professionista, non ho il minimo problema a rispettare ogni sua scelta professionale. se si comporta diversamente, allora cambia anche il piano di valutazione. molto semplice.
  41. 1 point
  42. 1 point
    è uno step che gli potrebbe far bene le sue esperienze in provincia le ha cominciate, lavorare un periodo gomito a gomito con n. 1 (se non altro per atteggiamento) è sicuramente meglio che andare non si sa dove fino a gennaio potrebbe essere la soluzione migliore, giusto il tempo di capire come deve lavorare se non vuole seguire le orme di balotelli
  43. 1 point
    io so che con la squadra più forte del mondo e capello in panca abbia deluso le aspettative e nemmeno di poco. e le abbiamo preso da dei ragazzini. stare a pensare a "cosa sarebbe potuto essere" non ha davvero senso. i primi due anni siamo stati ed abbiamo stra deluso. ribadisco. STRA deluso
  44. 1 point
    Segnalami i medici che ti hanno manifestato dubbi a riguardo, perché a mia volta li segnalo all'ordine dei medici. Forse hanno bisogno di rifare un po' di esami universitari
  45. 1 point
    Il lancio di 70m per Ronaldo ieri per un attimo, mi ha fatto dimenticare tutto Inviato dal mio ASUS_X00QSA utilizzando Tapatalk
  46. 1 point
    Sì, Andrea ha detto parole importanti. Ma non sarà facile, avremo degni avversari e gli obiettivi porteranno con sè il loro inevitabile carico di pressioni. In Italia saremo noi contro tutti gli altri, ed anche contro noi stessi. Se ci sarà una squadra che farà 100 punti, noi dovremo farne per forza almeno 101. In Europa beh, lo sappiamo. Arriviamo ad affrontare questi impegni, comunque, attrezzati ottimamente.
  47. 1 point
    topo-Cosenza: la partita che tutti vorrebbero giocare... (cit., chi se la ricorda? )
  48. 1 point
    Mi rode l'idea che questi, senza la cazzata di de vrij , ora dovrebbero vendersi anche il pullman
  49. 1 point
  50. 1 point
    8 settembre 2009 Muore Mike Bongiorno Per oltre mezzo secolo il Re dei quiz. Michael Nicholas Salvatore Bongiorno, noto come Mike Bongiorno era nato a New York il 26 maggio 1924 ed é morto a Monte Carlo l'8 settembre 2009. É stato un conduttore televisivo, conduttore radiofonico nonché partigiano statunitense naturalizzato italiano, considerato tra i padri fondatori della televisione in Italia insieme a Corrado e Raimondo Vianello. Soprannominato il re dei quiz per aver condotto numerosi giochi a premi che hanno fatto la storia della televisione italiana tra cui Lascia o raddoppia?, Rischiatutto e Flash per la RAI, Superflash e La ruota della fortuna per l'emittenza privata, vanta anche la carriera televisiva più lunga al mondo. Italoamericano, figlio della torinese Enrica Carello e di Philip Bongiorno. Il nonno paterno, Michelangelo Bongiorno, era emigrato di Mezzojuso in Sicilia, dove aveva una bottega. Suo padre fu un noto avvocato che intraprese anche una positiva carriera politica. Quando era ancora un bambino Mickey - come era chiamato allora - a seguito della separazione dei genitori e della crisi del 1929, tornò in Italia a Torino con la madre e divenne un grande tifoso della Juventus. Durante la seconda guerra mondiale, dopo l'invasione tedesca dell'Italia, fu costretto ad abbandonare gli studi per rifugiarsi sulle Alpi. Decise così di entrare a far parte dei gruppi partigiani e, grazie alla sua conoscenza dell'inglese, fu impiegato in un'importante e pericolosa "staffetta", in cui doveva attraversare nel periodo invernale i contrafforti alpini innevati per portare in Svizzera, per conto della Resistenza, dei messaggi che permettevano le comunicazioni fra i partigiani italiani e gli alleati di stanza nel Paese elvetico. Nel corso di una di queste operazioni, a seguito di una delazione fu scoperto nell'aprile 1944 a Craveggia e catturato dalla Gestapo e messo al muro insieme ad altri dieci o venti partigiani per essere fucilato, ma si salvò perché gli agenti tedeschi ritrovarono un pacchetto che lui aveva poco prima buttato con il suo passaporto americano. Fu quindi portato a San Vittore a Milano, dove fece 2 mesi di isolamento e restò per 7 mesi, durante la prigionia incontrò Indro Montanelli. Successivamente fu trasferito nel Campo di transito di Bolzano, dove ebbe, tra i suoi aguzzini, Michael Seifert. Dopo diverse destinazioni in vari campi di concentramento in Germania, alla fine del '44 fu deportato nel lager di Spittal an der Drau dove stette fino al gennaio 1945. Fu liberato a febbraio prima della fine del conflitto grazie a uno scambio di prigionieri di guerra tra Stati Uniti e Germania. Fu Vittorio Veltroni, funzionario della Rai, a scegliere Mike per offrirgli un contratto di collaborazione per il Radiogiornale. Allo scopo di eliminare il suo accento americano, Veltroni lo invitò a prendere lezioni di dizione da Maria Luisa Boncompagni. Realizzò servizi di colore e radiocronache sportive, soprattutto di pugilato. Con Corrado era il presentatore più popolare in Italia, dove entrambi contribuirono alla nascita della televisione. E, seppure Corrado sia apparso prima nelle trasmissioni sperimentali della TV di Stato italiana, dalla Triennale di Milano, fu proprio Bongiorno a inaugurarne le emissioni ufficiali conducendo il programma Arrivi e partenze (per la regia di Antonello Falqui, programma in cui Mike aveva il compito di intervistare i VIP che arrivavano o partivano dall'aeroporto di Roma. Il 19 novembre 1955, lanciò il primo quiz della televisione italiana, Lascia o raddoppia?, contribuendo a far entrare il nuovo mezzo di comunicazione di massa nella cultura popolare di una nazione che, all'indomani della seconda guerra mondiale, stava subendo forti e radicali mutamenti. Lascia o raddoppia? Il programma ottenne subito un ottimo riscontro di pubblico e Mike divenne molto popolare, contribuendo all'aumento della vendita di televisori e del numero di spettatori (che all'epoca si chiamavano teleabbonati): non tutti però potevano permettersi un apparecchio televisivo, e allora, per vedere il programma, il giovedì sera la gente si riuniva in famiglia o nei bar, mentre i cinema, per non perdere pubblico, interrompevano la normale programmazione e proiettavano il quiz televisivo. Il programma chiuse i battenti nel luglio del 1959. Dal 1960 al 1962 Bongiorno condusse il programma di successo Campanile sera, basato su giochi in piazza con due conduttori esterni: Enzo Tortora e inizialmente Renato Tagliani, poi sostituito da Enza Sampó. Pippo Baudo, Mike Bongiorno, Corrado e Enzo Tortora. Nel 1957 nacque un programma che suscitò un interesse fuori dal comune: Carosello, simbolo del consumismo e del boom economico, e Mike fu protagonista di diversi short pubblicitari prestando il volto allo shampoo Dop. Anni dopo, nel 1976, sarebbe salito sul Cervino per sponsorizzare la grappa Bocchino. A partire dal 1963 al 1967 ha condotto il Festival di Sanremo per cinque edizioni consecutive (in totale ha presentato ben undici edizioni del Festival, l'ultima nel 1997). Mike con la valletta Sabina Ciuffini e il campionissimo di Rischiatutto Massimo Inardi. Il 5 febbraio 1968, sul secondo canale (nato il 4 novembre 1961), Bongiorno lanciò un altro quiz di grande successo: Rischiatutto, dove venne inaugurato in TV l'uso dell'elettronica e degli effetti speciali. Il quiz durò cinque anni e raggiunse una media di 20 milioni di telespettatori. Dopo avere avuto varie fidanzate e due mogli, Mike si sposò per la terza volta il 13 marzo 1972 con Daniela Zuccoli a Londra. Il loro matrimonio ha dato vita negli anni a tre figli: Michele, Niccolò e Leonardo. Nel 1975, concluso Rischiatutto, Mike presentò il suo ottavo Festival di Sanremo, per poi lavorare per la televisione svizzera nella trasmissione Personaggi in fiera, nella quale Bongiorno apparve per la prima volta nella televisione a colori quando in Italia non era ancora stata lanciata, se non in via sperimentale. Seguirono i programmi Ieri e oggi (1976) e Scommettiamo?, quiz che attingeva nel suo meccanismo all'ippica e che durò per tre edizioni. Nel 1979, per celebrare i 20 anni dalla sua chiusura, Bongiorno condusse un'edizione di Lascia o raddoppia? (venticinquesimo anniversario), a colori e con la "cabina spaziale"; la valletta, Patricia Buffon, era la figlia di Lorenzo Buffon e di Edy Campagnoli, prima valletta del quiz. La sigla della trasmissione, Anche un uomo, cantata da Mina, è stata scritta da Ludovico Peregrini, storico autore dei quiz di Bongiorno e chiamato "Il signor no", e da Bongiorno stesso. Il 9 ottobre 1977 al Ristorante Club 44 di Milano, Mike incontrò Silvio Berlusconi per discutere del suo futuro passaggio alla televisione dell'imprenditore. Fu uno dei primi grandi conduttori a lavorare con le televisioni private e contribuì, con l'imprenditore Silvio Berlusconi, alla nascita della televisione commerciale, che andava ad arricchire il mondo della televisione, monopolizzato fino a quel momento dalla RAI. Dal 1980 al 1982 condusse Flash, che introdusse i sondaggi e che fu l'ultima trasmissione che Mike condusse in RAI. Dopodiché passò definitivamente al nuovo gruppo Fininvest (ora Mediaset) per condurre trasmissioni che gli furono particolarmente congeniali. Nel 1981 su Canale 5 ebbe inizio il programma mattutino Bis, nel 1982 partì Superflash, versione aggiornata del precedente Flash; durò fino al 1985. Altri successi furono il programma a premi Pentatlon (1985-1987) i quiz Parole d'oro (1987) e Telemike (1987-1992). Nel 1987 fu nominato vicepresidente della Fininvest e nel 1990 divenne vice presidente di Canale5. Dal 1989 al 2003 ha condotto il più longevo dei suoi programmi, La ruota della Fortuna, stabilendo il record di puntate condotte. Nel 1993/1994, periodo particolarmente fortunato per Bongiorno con il programma giornaliero La ruota della fortuna, conduce Festival italiano su Canale 5, sulla falsariga del Festival di Sanremo. In seguito ha formato una coppia affiatata insieme con Fiorello, esperienza incominciata a causa di alcune imitazioni di Bongiorno da parte dello showman siciliano a Viva Radio 2. Da quel momento Mike sarà spesso ospite di Fiorello in TV e radio, e insieme saranno anche testimonial di alcuni spot pubblicitari, che continueranno a essere messi in onda anche dopo la sua morte. Nel settembre 2007 è tornato in Rai per la conduzione della 68ª edizione di Miss Italia su Rai1 insieme con Loretta Goggi. Il 28 novembre dello stesso anno viene intervistato da Bruno Vespa a Porta a Porta, raccontando la sua storia alla presenza di molti personaggi televisivi che gli sono stati a fianco durante la sua carriera. Da Bruno Vespa a Porta a Porta Il 26 marzo 2009 viene comunicato che Mike Bongiorno ha firmato un contratto con SKY, grazie al quale avrebbe condotto sul canale 109 Sky Uno 12 puntate del famoso quiz Rischiatutto, ribattezzato per l'occasione RiSKYtutto, ma tale programma, a seguito della morte del conduttore, non vedrà mai la luce. Il 3 maggio 2009 viene intervistato da Fabio Fazio nella sua trasmissione Che tempo che fa, lamentando di essere stato licenziato senza preavviso da Mediaset e di non esser più stato contattato da mesi da Berlusconi, né per il rinnovo del contratto, né per semplici saluti. Inoltre vanta più volte con Fazio la propria salute di ferro ed energia, affermando che dall'ultimo checkup è risultato dimostrare 16 anni di meno e che diversi suoi parenti sono vissuti fino a 98 anni (ironia della sorte, morirà 4 mesi dopo). Le sue ultime apparizioni televisive sono state come concorrente in due programmi di Sky Uno: Cash Taxi il 26 maggio 2009, giorno del suo 85º compleanno e Sei piú bravo di un ragazzino di quinta?, nella prima puntata vip della trasmissione, risalente al 3 settembre 2009, meno di una settimana prima della morte del conduttore. L'8 settembre 2009 Mike Bongiorno è morto improvvisamente, a causa di un infarto, a Monte Carlo in una suite dell'Hotel Metropole, dove si trovava in vacanza con sua moglie Daniela. Aveva 85 anni. Il Consiglio dei ministri decise per i funerali di stato celebrati il 12 settembre 2009 nel duomo di Milano, alla presenza di svariate personalità della politica e dello spettacolo e di circa 10.000 persone. Il presentatore è stato tumulato nella tomba di famiglia, presso il cimitero di Dagnente. Il Comune di Milano aveva offerto la disponibilità di una tumulazione nella Cripta del Famedio del Cimitero Monumentale del capoluogo lombardo accanto ai più illustri cittadini milanesi, ma la famiglia, pur ringraziando, ha declinato l'offerta. Il 15 febbraio 2013, in occasione della quarta serata del Festival di Sanremo, viene inaugurata una statua che rende omaggio a Mike e viene presentato il progetto da un testimonial d'eccezione, ossia Pippo Baudo. Il 25 gennaio 2011 un gruppo di ignoti ladri trafugarono la salma del presentatore dal cimitero di Dagnente dove si trovava tumulata dalla sua morte. Dopo numerosi arresti e interrogatori di persone che chiedevano un riscatto, che risultarono poi tutte mitomani, il feretro fu ritrovato, ancora intatto, l'8 dicembre dello stesso anno nei pressi delle sponde del fontanile Saretta in periferia della campagna del comune di Vittuone, vicino a Milano. I motivi del furto e i responsabili sono tuttora ignoti e resta senza spiegazioni la totale assenza di richieste di riscatto. Al fine di evitare un ulteriore trafugamento, il 12 dicembre seguente la salma del presentatore è stata cremata nel Cimitero Monumentale di Torino su decisione della moglie Daniela, in accordo con i figli, e le ceneri sono state disperse nelle valli del Cervino in Valle d'Aosta. Lo stesso anno, anche la salma di Enrica Carello, madre di Bongiorno, venne traslata dal cimitero di Dagnente e tumulata al Cimitero monumentale di Torino nell'edicola di famiglia.
×