Jump to content

Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation on 04/14/2021 in all areas

  1. 4 points
    Dani Alves: "Perché ho lasciato la Juventus" Perché ho lasciato la Juventus? Mi avevano detto che avrebbero cambiato modo di giocare, ma non era vero”. Parole e musica di Dani Alves, uno con le idee non chiarissime e che tende a cambiare versione in fretta (nel 2017 ha parlato di “motivi extracalcistici”, l’anno successivo ha dichiarato di aver lasciato Torino per vincere la Champions a Parigi), che forniscono in ogni caso un interessante spunto di riflessione sull’ideologia che permea il mondo Juve. Nella prima parte del suo unico anno in bianconero, Alves è stato spesso definito come un corpo estraneo al pianeta Juventus, un alieno sbarcato da Marte che pretendeva di trovare sulla Terra lo stesso habitat marziano che ne aveva fatto le fortune, rendendolo il giocatore più vincente della storia del calcio, un particolare che va tenuto a mente quando si parla di lui. Emblema delle sue difficoltà, la debacle della Juve a Marassi col Genoa: assurdamente schierato da terzo di difesa e travolto da Ocampos nel primo tempo, nella ripresa il brasiliano si infortuna ed esce in barella, mentre intorno a lui in molti recitano il de profundis (a novembre) sulla sua avventura in Italia. Dani Alves ricomparirà sui campi quasi due mesi e mezzo dopo, e da oggetto misterioso si trasforma improvvisamente in salvatore della patria, soprattutto in Europa: due prestazioni maiuscole da ex contro il Barça nei quarti, due assist all’andata contro il Monaco e un gol da antologia al ritorno. Allegri scopre che, col nuovo assetto, il brasiliano può essere un giocatore importante (qui potete ridere), tanto che la Juventus finisce per aggrapparsi al suo ritrovato fuoriclasse, che arriva a 90′ dal regalare alla signora la coppa con le grandi orecchie, prima di andarsene sbattendo la porta. Il riassunto della parabola di Alves in bianconero non è un semplice promemoria per i più smemorati, ma di fatto riflette, nell’arco di una sola stagione, l’atteggiamento della Juventus e dei suoi sostenitori nei confronti di quasi tutti i giocatori di talento che ne hanno vestito la maglia degli ultimi anni, uno dei più grandi blocchi mentali che separano la squadra dalla conquista della Champions League. La Juventus ha messo sotto contratto Dani Alves a parametro zero perché era effettivamente un’occasione da non perdere, ma senza inserirlo in un progetto tecnico specifico, mentre dal canto suo Massimiliano Allegri ha forzato il giocatore nei suoi schemi noncurante delle sue peculiarità, ricavandone risultati inizialmente negativi. .............................. Dani Alves è Dybala, che viene piazzato a centrocampo a inseguire gli avversari, che non può fare la punta centrale e invece nell’unico anno da centravanti con Sarri è il miglior giocatore della Serie A, che diventa il capro espiatorio delle sconfitte, non ha carattere, non vuole bene alla Juve e pensa solamente al denaro. Dani Alves è Cancelo, che non sa difendere o peggio non ha voglia di farlo, che viene sacrificato sull’altare della divinità oscura chiamata plusvalenza, che non è adatto al calcio italiano (come Alves), che viene denigrato dagli stessi tifosi bianconeri per tutta la sua prima stagione al City salvo poi diventare (o tornare a essere) uno dei migliori terzini del globo. Dani Alves è Douglas Costa che in fondo in fondo non era tutto questo granché neanche quando gli infortuni lo lasciavano in pace, è Arthur che non verticalizza mai e tiene troppo la palla, è Pjanic che è troppo lento e non ha personalità, è addirittura Pogba che fa l’elastico in mezzo a due contro l’Inter ma poi non segna perché “si è piaciuto troppo”. Dani Alves, è, tristemente, anche Cristiano Ronaldo, il principale fautore assieme a Federico Chiesa del terzo posto della Juventus, un campione che trascende il tempo che viene accusato di pensare solo per sé stesso, di bucare le partite che contano, di prosciugare le finanze della Juve e di costringere i compagni a passargli il pallone, mentre allo stesso tempo è costretto a sobbarcarsi di tutte le responsabilità sul fronte offensivo. Gli unici giocatori di talento che hanno saputo incidere sono quelli che, alla tecnica, abbinano un furore agonistico da Juve, qualsiasi cosa significhi, con Tevez e Chiesa come più fulgidi esempi. ......................................... Perché la Juventus negli ultimi 10 anni ha chiesto proprio questo ai propri talenti offensivi: andate, segnate, decidete, fate tutto voi, noi non vi mettiamo certo in condizione di rendere ancora di più, noi sappiamo difendere, poi buttiamo palla su e combinate qualcosa, tanto siete fortissimi. Non lo fate? Non siete da Juve, siete evanescenti e poco adatti al calcio italiano, non lottate per la maglia, non la sporcate di sangue, sudore e lacrime, siete dei mercenari, delle femminucce, degli egoisti. I colpi dei campioni possono far vincere alcune partite e spesso sono sufficienti per primeggiare in patria, se accompagnati da un’organizzazione difensiva di livello con interpreti all’altezza, ma anche i migliori hanno bisogno di un contesto che li aiuti ad esprimersi al massimo, anche loro vanno attesi, coccolati e spronati, soprattutto se giovani. Se non lo comprendiamo, saremo sempre qui a chiederci perché l’Ajax ci prende a pallonate con un manipolo di ragazzini, perché Isco sembra più forte di Dybala o perché Coman da noi era un incompiuto mentre altrove decide una finale di Champions League. Liberarci di questi preconcetti sarà la sfida più difficile di tutte, semmai la Juventus deciderà un giorno di affrontarla davvero. Nel frattempo, smettere di attaccare quotidianamente i pochi talenti che abbiamo in rosa (salvo rimpiangerli una volta partiti) sarebbe già un buon inizio. Ora riflettete sul contesto Juventus appena descritto e pensate a chi è Dani Alves; al posto suo, voi sareste rimasti? Articolo completo -> https://bit.ly/3uQ3nwu
  2. 3 points
    che rimpianto emre can <3 (cit.) io e la forumanza ci stiamo prendendo una pausa di riflessione diciamo così maronn du carmel che cesso di cristo
  3. 3 points
    per scelta avallata col sigillo di Sua Gabbionità da dani alves a de sciglio su proposta del mister più geniale della storia del calcio quello che senza di lui non ne azzecchiamo più una con lui invece de sciglio erede di dani alves poi per rimediare a sta str0nzata ti pigliano CANCELO (amore mio) e te lo bolla come un c0llione irrecuperabile già a dicembre oggi cancelo è na bestia. altrove. mlnchia la narrazione degli ultimi due anni di allegri è roba da pravda
  4. 3 points
    Mi tengo Alex Sandro, almeno so di che morte devo morire.
  5. 3 points
    Basta segare Ronaldo. Io non venero Gasperini (anche se mi piace), e parlo anche se fosse preso qualcun'altro ad esempio al posto suo. Bisogna smetterla di far fare ai giocatori quelli che c**** vogliono...serve un allenatore capace e con una forte identità di gioco, che negli Spogliatoi COMANDI e che sia sostenuto dalla società...poi che sia Gasperini o chi vuoi te, è irrilevante. Noi una rosa come quella del Real o del Barca dei bei tempi non l'avremo MAI...MAI. Noi ci dobbiamo elevare con il gioco collettivo.
  6. 3 points
    Esatto, abbiamo speso tantissimo per giocatori che hanno reso poco o nulla: Berna Douglas Costa Higuain (a parte i primi due anni) Ramsey Rabiot Kulusevski Arthur Gente pagata tantissimo di cartellino e/o ingaggio e che ha reso pochissimo, nessuno in Italia e pochissimi in Europa hanno scialacquato in questo modo. Allegri pagato un anno per stare in vacanza. Sarri come sopra. CR7 e' l'ultimo dei problemi.
  7. 3 points
    È più stupido imputare un'uscita da una coppa per la mancanza di un giocatore Ma poi quà state dicendo che per noi è meglio fare a meno del nostro giocatore più forte così la squadra migliora... ma invece se manca Lewandowski al Bayern è un disastro perché è il loro giocatore più forte... sono confuso... forse un pò pure voi...
  8. 3 points
    Mi ricordo le stesse parole si dicevano 10 anni fa dopo due 7 posti. I giocatori non corrono, non ascoltano l'allenatore, sono dei brocchi andrebbero cambiati tutti ecc ecc poi arrivò Conte dalla serie B e cambiò mentalità e voglia di fare. I giocatori correvano come mai prima e arrivavano prima degli altri sul pallone. Gasperini non chiede di fare maratone ma sa posizionare i suoi uomini, non corrono loro ma la palla ed e molto meno dispendioso correre in avanti che rincorrere all'indietro. Vogliamo un calcio moderno più europeo qualcosa che si avvicina alla partita PSG-BM di ieri (tra l'altro Pochettino mio favorito da due anni ma bocciato da molti o Flick preso che era un signor nessuno) o simile al Liverpool di Kloop?? Devi prendere il migliore possibile e questo e GASPERINI. Poi smettiamola di dire non sa gestire i campioni come se alla Juve fossero rimasti. Per i tifosi paga le 5 giornate di Milano ma quanta acqua e passata sotto quei ponti??? Se per quello nessuno avrebbe dovuto dar fiducia ad Ancelotti dopo l'anno alla Juve... ha vinto tutto con quasi tutti. Allenatore di esperienza che poi lasciare Bergamo senza troppe magagne, alla ricerca forse della sua ultima possibilità di vincere qualcosa d'importante. Gioca frizzante da 3 anni il miglior attacco della serie A con gli scarti della serie A. Da Ilicic a Zapata, da Muriel al Papu. Ha reso grandi giocatori che non erano niente da Gooesens ad Hatebour da Freuler a Toloi. Sa lavorare con i giovani molti i giocatori migliorati con lui da Romero a Gagliardini da Caldara a Pessina. Ecc ecc. Costa poco il che di questi tempi non guasta ha un carattere forte e sicuro di sé che in certi ambienti e più importante di essere un ottimo allenatore. Si diceva conosce un solo modulo oppure gioca a 3 in difesa.. tutto l'opposto sa giocare con vari moduli a seconda dei propri giocatori e degli avversari. Un allenatore completo. Poi... non arriverà mai e ci ritroveremo a rimpiangerlo come Pochettino ...
  9. 3 points
    Guarda le altre finali con umiliazioni al Barca e alla Steaua o la vittoria con il Liverpool.Ma di che parliamo? ?Hanno cannato solo una finale in tutta la loro storia Non sono le finali vinte dal Milan il problema, sono quelle che non abbiamo vinto noi. Ed in buona parte di queste la filosofia non c'entra una mazza. Come c'eri arrivato a giocarla potevi vincerla, quando potevi vincerla. Che aveva da insegnarci il Dortmund, nella finale che abbiamo perso? Che aveva da insegnarci il Milan di Roque junior sciancato a manchester, dopo che avevamo battuto i primi galacticos?
  10. 3 points
    Questa è la classifica delle squadre che fatturano di più in Europa...ci sarà anche dell'altro, ma intanto le squadre che hanno vinto la champions negli ultimi anni sono tutte nei primi 5 posti. Per me è molto semplice...chi ha i giocatori migliori vince...mentalità, belgiuoco sono tutte puttanate...e chi ha più soldi ha maggiori possibilità di avere i giocatori migliori. Non è automatico eh...perché poi magari c'è anche lo United che non vince una mazza, ma i risultati stanno dicendo che se non sei in quel gruppetto di squadre che fatturano dai 500 l'anno in su la champions la puoi sfiorare, ma non ci arrivi
  11. 3 points
    ma che stai a dì l'esigenza di fare 100 milioni di plusvalenza ogni anno deriva proprio da costi di gestione altissimi fare 100 milioni di plusvalenza ti COSTRINGE a effettuare operazioni tipo quella pjanic-arthur ti COSTRINGE a inserire in rosa giocatori che non ti servono, e di conseguenza andare a prendere parametri zero per mera necessità è tutto collegato, ronaldo ti costa quanto 5 aaron ramsey
  12. 3 points
    E' questo, è tutto qui. Quando si parla di mentalità si intende questo. E per come la vedo io è quanto di più dannoso possa esistere. Non può essere un caso se da 3/4 anni, con 3 allenatori diversi e gruppi completamente eterogenei tra loro, siamo costretti ogni volta a rimontare una partita pessima dell'andata di un doppio confronto (Lione, Porto, Atletico, Ajax, Bayern nel 2016, Real nel 2018...) Perchè noi la affrontiamo cosi, da anni. Noi giochiamo l'andata pensando "Non prendiamone troppi, tanto c'è il ritorno" e rinunciamo completamente a giocare. Poi quando siamo con le spalle al muro diventiamo leoni, o ci salviamo grazie ai fenomeni (CR7 vs l'Atletico, ad esempio). Ma dobbiamo sempre aspettare di essere con l'acqua alla gola, non siamo mai non ad aggredire e a scendere in campo dicendo:"Ce ne fanno uno? Gliene dobbiamo fare 3. Ci segnano il secondo? E noi attacchiamo e gliene facciamo 4" Non parlo di tecnica o di tattica, ma di mentalità. Quella che poi ti fa andare in finale di CL, e rifugiarti nella solita confort-zone di Barzagli terzino bloccato, o che vs l'Ajax ti fa giocare con De Sciglio invece che con Cancelo, o che ti fa vendere i terzini perchè "Eh ma non fa le diagonali".
  13. 3 points
    il punto è - non vale 50 mil - lo vendi per poi ricomprarlo, operazione fatta col coolo all'epoca, doppio coolo se spendi quella cifra per riportare uno che non è un fenomeno
  14. 3 points
    Aggiungo un'ultima postilla: Ronaldo si può criticare, non ne è esente. Ma considerarlo alla stregua di un vulnus che impedisce alla Juve di librarsi in volo lo trovo quantomeno bizzarro. Anche perchè fa a cazzotti con le innumerevoli critiche che si prende la società per la "rosa male assortita". Delle due, l'una: o Ronaldo è il freno ad una rosa invero fortissima, e quindi le critiche sono ingiustificate, oppure'sta cosa non è vera.
  15. 2 points
    Zidane resta baciato dalla fortuna e in CL si conferma sempre un dettaglio (quasi) essenziale. Praticamente ha beccato l'Atalanta, il peggior Liverpool degli ultimi tre anni e il Chelsea che al momento è quinto in campionato...
  16. 2 points
    Secondo me vincerà una delle 4 semifinaliste.
  17. 2 points
    La Roma vince la coppa. No, è troppo
  18. 2 points
    Pep avanza e gli haters muti
  19. 2 points
    Gol del city I gufi del Pep depressi
  20. 2 points
    Biagio Hitz lo vedevo più a suo agio quando faceva i film con Boldi e De Sica
  21. 2 points
    Ma il fenomeno Joao Cancelo in panchina nella sfida decisiva? Peppon cagon?
  22. 2 points
    Ehi...ma scusate Flick che aveva fatto prima di andare al Bayern? Pochettino è andato al PSG allenando il Tottenham, mica il Real Madrid...e ci sono altri mille casi. Il discorso è molto semplice...se prendiamo un allenatore con quel tipo d'impostazione devi avere una società con le palle che lo sostenga...a noi questo oggi manca, e con il mio umilissimo parere, andrebbe prima sistemato quello e DOPO pensare alla panchina.. Perché possiamo stare qui a cantarcela fino a domattina, ma la verità è che da quando se n'è andato Marotta, che era quello che reggeva la baracca, sta andando tutto in M***A.
  23. 2 points
    Riuscire a piazzare Sandro facendo plusvalenza sarebbe un colpaccio assurdo visto il suo rendimento indecente da 2-3 anni a questa parte.. Unito al fatto che i terzini sudamericani dopo i 30 anni hanno quasi sempre un ulteriore crollo non indifferente..
  24. 2 points
    Può andare bene perché probabilmente non ci saranno i soldi per prendere di meglio, ma non aggiunge nulla rispetto al Sandro abbastanza scialbo di questi ultimi 2-3 anni. In più tende a rompersi spesso. Come hai detto di buono c'è che potrebbe accontentarsi di un ingaggio medio basso. In ogni caso non si risolve il problema della fascia sinistra. Mancherebbe sempre un'alternativa a Emerson o Sandro. Bisognerebbe inventarsi un colpo a basso costo. Qualche mese fa si parlava di Liberato Cacace, ma ora tutto tace. (Ho fatto la rima cace-tace...potevo fare di peggio, ma mi sono trattenuto)
  25. 2 points
  26. 2 points
    Ma guarda il problema di Allegri é legato strettamente alla mentalità Juve. Con lui puoi ambire quasi, e ripeto quasi visto che gli anni passano, al campionato e forse alla Coppa Italia/ Super Coppa, ma per quanto rgiuarda l'Europa, no. Si deve scegliere cosa si vuole, cercare di diventare forti in Europa o rimanere forti solo in Serie A, come storia insegna.
  27. 2 points
    con quel nome credo tu ti riferisca a quella di Salò.
  28. 2 points
    Ho sempre preferito la Repubblica alla Monarchia
  29. 2 points
    La Juventus in questo momento ha margini di manovra ridotti. Probabilmente vedremo un altro mercato fatto di plusvalenze ed occasioni di mercato. Il solco quello è e quello rimane. Chi si aspetta che vedremo svolte che ci avvicineranno agli squadroni europei rimarrà parecchio deluso. Per avere una grossa svolta occorre mettere in discussione le cose grosse.
  30. 2 points
    È cinico e brutale per noi normali tifosi, in società sicuramente subentrano tanti altri discorsi ben più profondi e ragionati. E per fortuna.
  31. 2 points
    Si sta creando lo stesso clima dell'addio di Allegri, colpa dei tifosi cit. Nessuno mette in dubbio il valore del giocatore. Decide Ronaldo magnate tranquilli. Ha un solo anno di contratto e la voglia di giocarsi la CL subito. Servirebbe una grande campagna acquisti e un allenatore vincente, in pratica un all-in. La società in questo momento può permettersi tutto ciò?
  32. 2 points
  33. 2 points
    Sinceramente mi sembra più che altro uno schiaffo al popolo questa decisione...ci sono tantissime attività chiuse che non hanno una data in cui possono riaprire, ma siccome la Uefa non vuole un europeo amorfo ti dicono che a giugno (cioè fra neanche due mesi) in uno stadio potranno entrare 20 mila persone
  34. 2 points
    E' stata una cazzata immane venderlo..è giovanissimo...non è un fenomeno ma può crescere da morire... Immobile (184 gol in 340 partite in serie A) alla sua età faceva la spola tra Siena e Grosseto in Serie B....questo gioca già a livelli altissimi. Le qualità fisiche ci sono, può diventare un calciatore importante (QUANTO importante, dipende da lui). Lo riprenderei e non lo avrei mai ceduto.
  35. 2 points
    Comunque non so voi, ma io darei tipo un rene per vedere la Juventus giocare come l'Atalanta..
  36. 2 points
    il ragionamento preso così com'è è giusto (il tuo dico), ma lo devi contestualizzare da tre anni abbiamo preso ronaldo, gli abbiamo dato 31 netti l'anno e come risultato siamo peggiorati sia come trofei che come gioco corale. analizzare oltre i numeri secondo me è quello che si deve fare se questa società non ha i soldi per turare le falle allora deve pensare di dar via un giocatore di 37 anni che sì fa tanti gol, ma che non ti permette di migliorare dove è più importante. se avessimo un fatturato più elevato ovviamente questo discorso non si porrebbe è come avere una bella macchina ma poi non poterla mantenere, mettere benzina e fare i tagliandi o ripararla quando serve, meglio una utilitaria trattata come si deve il nostro livello attualmente non ci consente di tenere ronaldo e rifare mezza squadra
  37. 2 points
    In questo topic la teoria sta prevalendo sulla realtà... qui si demonizza un giocatore perchè fa troppi gol, che è il contrario della regola numero 1 del gioco
  38. 2 points
    Mah, abbiamo giocato in italia 120 stagioni -3 senza Ronaldo. Qualcosina s'è vinto pure in quegli anni. Quando se ne andrà o si ritirerà, che facciamo, non partecipiamo più? Se Ronaldo si costruisce i gol quasi sempre da solo (cosa in verità molto da ridimensionare, ma facciamo finta che sia vero), deve essere considerato un problema, non una soluzione.
  39. 2 points
  40. 2 points
    e' possibilissimo Serie A con 18 squadre e 4 retrocessioni, Coppa Italia senza teste di serie ad eliminazione diretta e vedi che anche da noi si ricomincia a giocare per vincere e non per gestire. per quanto riguarda i giocatori, attualmente mancano i soldi ma non le competenze per scovarli. e poi bisogna riabituarsi ad arbitri che lasciano giocare, in italia si pretende il fallo per ogni alitata.
  41. 2 points
    Questa è una leggenda metropolitana. Dani Alves ha iniziato la stagione da esterno del 3-5-2. Faceva fatica con quel modulo, non da terzino. Poi da terzino nella difesa a 4 ha svoltato. Con la doppia sfida contro il Barcellona perfetta, giocata da terzino. Zero gol presi. E' anche vero che la partita più bella l'ha giocata da esterno alto contro il Monaco. Ma se hai Cuadrado e Dani Alves e puoi farli giocare insieme, li fai giocare insieme. Non inizi a coprirti esclusivamente per la Champions. Dani Alves ha finito il campionato giocandole tutte da terzino. Faceva l'esterno alto esclusivamente per la Champions (dalla semifinale in avanti). Io non voglio sminuire quella grandiosa squadra. Ma è vero che a volte ci sabotiamo da soli con la mentalità all'italiana. Il ritorno con l'Ajax lo abbiamo giocato con De Sciglio perché Cancelo aveva fatto un errore grave in difesa all'andata (dimenticandosi che aveva anche confezionato un assist per il nostro unico gol). Massacrato e venduto. Spinazzola messo da parte nel suo periodo migliore perché spingeva troppo. Ora dopo una stagione da 16 assist, ci chiediamo se Cuadrado possa continuare a fare il terzino. Nel frattempo Sandro è rimasto aggrappato con qualsiasi allenatore facendo il compitino. Non è normale.
  42. 2 points
    Comunque, è la mia umile sensazione, lui vuole restare è chiaro che tende ad avere il miglior accordo possibile magari portando sul tavolo un finale di stagione positivo, ma se vede che vogliono rinnovare per poi scambiarlo in destinazioni che a lui non piacciono, ci potrebbe essere la grande inculata...
  43. 2 points
    Ma anche contro il Real nel 98 dove sta la differenza di mentalità? Una partita che abbiamo giocato meglio noi e che loro hanno vinto con un gol in fuorigioco. E l'anno prima? Che mentalità avrà mai avuto il Borussia Dortmund? Sulle ultime due la mentalità poi non c'entra proprio una mazza...avevi contro due squadre più forti perché avevano più mezzi a disposizione. Ormai va di moda parlare di mentalità...perché la gente vorrebbe che la Juve fosse il Barcellona...ma la Juve col Barcellona non c'entra nulla...DNA e filosofie completamente differenti. La Juve dovrebbe cambiare DNA e filosofia? Mi chiedo perché allora si decida di tifare una squadra se non ti piace la filosofia di quella squadra
  44. 2 points
    Non ho mai dato a ronaldo alcun tipo di responsabilità. Quello che non funziona bene non è ronaldo preso da sé. È questo ronaldo in questa juventus in questo momento. Che faccia quel trentello di gol per cui ci si indigna se si osa dir qualcosa che non sia evviva, non ci basta. Non perché lui non ci mette abbastanza, ma ci serve altro. Serve poter investire in reparti che oggi rimangono deficitari, serve forse non dover fare per forza centinaia di plusvalenze ottenute con operazioni tecnicamente discutibili, servono 11 calciatori che in campo corrono e si sentono responsabilizzati e non 1 che segna ed altri 10 che si sentono arrivati perché giocano con ronaldo e dicono vabbè c'è ronaldo. Serve uno che ad un compagno più giovane che sbaglia dà una pacca sul c**o. Serve un ambiente in cui tutti stanno sullo stesso livello, non uno sopra tutti gli altri. Serve uno che lasci le punizioni a chi le sa tirare meglio di lui. Serve che un allenatore abbia meno problemi a gestire le situazioni che lo riguardano. Serve che un calciatore che può segnare un gol tiri lui invece di sminchiare l'azione forzando un passaggio a lui. Serve che se uno va a Courmayeur ed altri tre ad una festa, il cazziatone se lo pigliano tutti e quattro e non uno no e tre sì. Eccetera, eccetera, eccetera Son cose che messe tutte insieme sono più importanti di un calciatore che ti segna quella manciata di gol in più che poi tutti gli altri problemi vanificano.
  45. 2 points
    Amare il calcio vuol dire questo. Amare il calcio perché si vince, non esiste al mondo. Preferisco una giocata di di Maria a 100 diagonali perfette del terzino. Il calcio ê gol. Il calcio è sorpresa. Il calcio è invenzione, immagine, proiezione, traiettoria Tutto il resto è interesse di societá e politica. Decidete voi da che parte stare... Ma io da quelli che dicono "a me interessa Solo vincere" voglio starci lontano...... Può essere un motto di una s.p.a ma non il motto di un tifoso Inviato dal mio Mi A3 utilizzando Tapatalk
  46. 2 points
  47. 1 point
    Ma si io ho preso questi come esempio più che altro per dire che difficilmente si muoveranno dalle loro squadre e seconda cosa hanno ingaggi mostruosi
  48. 1 point
    Vorrei un allenatore straniero. Sto vedendo Psg Bayern.. Un abisso enorme come gioco e mentalità con il calcio italiano piccolo e micragnoso. E dovrei rivolere Allegri? Anche no
  49. 1 point
    Ma credete davvero che Gasperini abbia un debito di intelligenza? Credete davvero che non sappia come Ronaldo sia più eguale degli altri? Ma finiamola con questo "razzismo" contro Gasperini, con la supponenza del tifoso della grande squadra che guarda all'eccellente allenatore di una piccola con la puzza sotto il naso... Se si vuole davvero riscostruire unendo campioni a giovani Gasperini è l'uomo giusto. Almeno lui sì che è una garanzia di gioco palpitante all'europea.
×
×
  • Create New...